Home / 2012 / marzo

Archivi mensili: marzo 2012

ORA SI CHE SEMBRATE L' ARGENTINA

DI ORACIO VERBITSKY ilfattoquotidiano.it L’Italia come l’Argentina 10 anni fa Le polemiche italiane sull’articolo 18 hanno per gli argentini uno sgradevole sapore di déjà vu e lo stesso dicasi per le reazioni nei confronti del governo tecnico di Mario Monti. Se la nostra esperienza può servire a qualcosa eccone un breve resoconto. Il presidente Carlos Menem (1989-1999) abolì le leggi a tutela dei lavoratori che garantivano diritti ottenuti dopo decenni di lotte sociali, cosa questa che non aveva osato fare …

Leggi tutto »

PEPE: LA NOSTRA SPEZIA PREFERITA, MACCHIATA DA UN LASCITO LETALE

DI FREDERIK JOHANNISSON E PETER BENGTSEN The Ecologist Dall’India all’Indonesia, un’inchiesta di Frederik Johannisson e Peter Bengtsen di Danwatch rivela che i produttori di pepe sono sempre più vulnerabili ai cattivi raccolti, al crollo dei prezzi e ai cartelli. “Una mattina ci siamo svegliati e abbiamo trovato nostro padre impiccato in camera da letto, proprio qui”, dice la ventenne Neethu indicando un angolo buio della stanza impolverata.

Leggi tutto »

L' OMICIDIO IN GUERRA NON E' UN' ANOMALIA

DI CHRIS HEDGES Truthdig.com La guerra in Afghanistan, dove il nemico è inafferrabile e invisibile, dove l’estraneità linguistica e culturale rende ogni viaggio fuori dall’accampamento una visita ad un territorio ostile e dov’è chiaro che tu stai perdendo nonostante la potente industria della morte a tua disposizione, alimenta la cultura dell’efferatezza. La paura e la tensione, la rabbia e l’odio traformano in nemici tutti gli afghani, inclusi le donne, i bambini e gli anziani. Civili e combattenti si mescolano in …

Leggi tutto »

LO TSUNAMI CHE CI ASPETTA

DI FABRIZIO TRINGALI main-stream.it Ringrazio Gisella che mi ha mandato la notizia che leggete cliccando qui. Quelle poche righe ci dicono moltissime cose. In primo luogo, esse sono l’ennesima prova che la presunta “guerra” dollaro-euro semplicemente non ha senso. Con buona pace di quanti difendono l’Euro perché si illudono che prima o poi possa svolgere un ruolo di contrasto al dollaro, il mondo semplicemente guarda da altre parti, e si libera dell’uno e dell’altro. In secondo luogo l’articolo mostra l’irritazione …

Leggi tutto »

OCCUPYAMO PIAZZA AFFARI: CACCIAMO QUEI BUGIARDI FANATICI

DI GIULIETTO CHIESA megachip.info L’ho definito un ricattatore, e gli si attaglia: Mario Monti mi preoccupa, lo dico francamente. All’inizio, qualche mese fa, mi pareva solo un pallone gonfiato; adesso sta diventando pericoloso: è un fanatico, un sacerdote fanatico, e i fanatici sono sempre pericolosi. Qualcuno gli ha detto che deve salvare l’Italia; lui ci ha creduto, e per questo vuole ri-educarci. E siccome non gli riesce bene, a quanto pare, nonostante tutto pensa di poteci ricattare: o fate così, …

Leggi tutto »

UNA VISITA IN SIRIA

DI WALDEN BELLO counterpunch.org Il rumore di quello che pare un tuono mi sveglia alle 3 di mattina, lunedì, alcune ore dopo il mio arrivo a Damasco. Arriva un temporale, penso, e il jetlag mi fa ripiombare nel sonno. Quando scendo per fare jogging alle 6, le strade trasversali intorno all’hotel Arjaan sono bloccate da corpulenti uomini della security, che mi dicono che posso correre solo nei terreni dell’hotel. Non ho intenzione di mettermi a discutere con uomini armati di …

Leggi tutto »

STATO D'ECCEZIONE LIBERALDEMOCRATICO E SONDAGGI D'OPINIONE

DI EUGENIO ORSO pauperclass.myblog.it I sondaggi sono il truffaldino sostituto delle elezioni, l’espediente escogitato nello “stato di eccezione liberaldemocratico” – cioè la dittatura indiretta della classe dominante globale attraverso governi di occupazione e squallidi proconsoli locali – per assumere il controllo degli stati nazionali più deboli ed attaccabili, da “normalizzare” ed aprire completamente al mercato in tempi brevi, e questo stato eccezionale tanto eccezionale, temporaneo, “una tantum” non è, perché destinato a prolungarsi sine die, fino al giorno delle tanto …

Leggi tutto »

L’ ITALIA NON E’ PIU’ FATTORE DI CRISI

DI GZ cobraf.com Abbiamo un mago dell’economia e anche dei mercati. Tre giorni fa, “Tokyo, Monti: ”L’Italia non è più un fattore di crisi”. Subito dopo le banche e la borsa italiana affondano e oggi è la borsa che perde di più, di tutte quelle del mondo! Monti era a Tokio per cui gli hanno finalmente chiesto di confrontare l’austerità e sacrifici che l’Eurozona impone con quello che fa il Giappone, che come noto da 15 anni ha deficit pubblici …

Leggi tutto »

RESTIAMO UMANI ? APPELLO PER VIK

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Il punto interrogativo l’ho messo io, per dire una cosa cui tengo. Vik Arrigoni non l’aveva pensato bene quello slogan, e il suo fu un errore d’eccessiva generosità da una parte, e di un tocco di inconsapevolezza dall’altra. Troppo generoso nel pensare che di ‘umani’ come lui ce ne fossero abbastanza là fuori da meritare un appello popolare e popolarizzato. Non è così, purtroppo. Non lo è qui e non lo è in Palestina. Gli ‘umani’ …

Leggi tutto »

LA CITTA' DEI RANDAGI: L'EPIDEMIA DEI 50.000 CANI ABBANDONATI DI DETROIT

DI MARK BINELLI rollingstone.com Dopo che la città ha fallito e la gente se ne è andata, gli animali hanno preso il potere Poco tempo dopo essere tornato a Detroit, mi sono imbattuto nel primo cane randagio: una femmina di pitbull, bianca, con riccioli sulla schiena – era morta. Stavo facendo un giro in una zona industriale spopolata. Il pitbull non sembrava vittima di uno scontro fra cani. Di fatto, sembrava così illesa che all’inizio mi sono impietrito, timoroso che …

Leggi tutto »

“ROMANZO DI UNA STRAGE”: IL MIO GIUDIZIO

DI FRANCESCO “BARO” BARILLI francescobarilli.blogspot.it Ieri sera ero alla prima di “Romanzo di una strage”: ci sono molte cose da dire, per cui riduco il preambolo al necessario. Darò il mio giudizio in appunti sparsi. I primi sono sul film in sé. Non sono un grande intenditore di cinema, per cui le mie valutazioni su questo aspetto non sono una recensione artistica, ma semplici impressioni personali da spettatore. I secondi – che più m’interessano – sono sui contenuti. Chi segue …

Leggi tutto »

LA CINA E' VICINA

FONTE: COMEDONCHISCIOTTE.ORG … Stiamo subendo una lenta, e progressiva opera di penetrazione da parte di imprese, lavoratori ed artigiani cinesi proprio all’interno di casa nostra: all’inizio si limitavano a comprare la tabaccheria e la pizzeria del nostro quartiere, adesso con il sostegno di Pechino stanno acquistando partecipazioni in aziende strategiche italiane, marchi, know how e brevetti italiani, oltre a detenere una parte consistente del nostro debito pubblico (superiore al 4%).

Leggi tutto »

GLI INGANNI DEL RISANAMENTO DELLO STATO E DEL PAREGGIO DI BILANCIO SPIEGATI A DUE PENSIONATI

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Cara Signora Ida, Caro Signor Ugo. Lo dovete sapere, il governo Monti vi sta ingannando, e con lui i telegiornali e i giornali. Vi abbassano la pensione tassandovi, tutto costerà di più dalla benzina ai servizi, siete già più poveri oggi, e domani sarà peggio, per voi e per tutti. Ecco cosa succede. Quante volte avete sentito le parole “risanare i conti dello Stato, per tornare a crescere”? Ok, tante volte, ogni giorno in Tv. Bene. …

Leggi tutto »

RODI CONTRO IL COLOSSO

FONTE: Greek Crisis Quando il vecchio e il nuovo si mischiano violentemente, affondando per giunta il morso nel collo della teatralità umana, ebbene, è evidente, i tempi cambiano, persino lì, sull’altra sponda del mar Egeo, sotto il segno della Primavera. Mi trovo sull’isola di Rodi, beneficiando dell’ospitalità offerta dal Centro Internazionale degli Scrittori e dei Traduttori, che dipende dalla città di Rodi. Qui ho terminato due libri, il primo, una monografia storica come ancora qualche volta si usa dire, un …

Leggi tutto »

QUALCOSA SI MUOVE

DI MARINO BADIALE main-stream.it Sul Corriere della Sera di lunedì scorso Francesco Storace, leader de “La Destra”, dichiara che “la sovranità deve tornare agli Stati”, propone un referendum per chiedere agli italiani se sono d’accordo con le misure decise dall’UE, e alla domanda su cosa resta di quell’idea di “Europa-nazione”, a cui una parte della destra radicale si è rifatta in passato, risponde che si trattava di un’utopia. Dall’altra parte Marco Rizzo, leader dei “Comunisti-Sinistra Popolare”, da tempo si dichiara …

Leggi tutto »

MONTI, VIGNI, VIOLA: ESODO E’ BELLO

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Notiamo evidenti convergenze tra le strategie recessive del governo Monti e la strategia autolesionistica di certe banche e industrie. I due fenomeni si illuminano a vicenda. Mentre scrivo, nel Marzo 2012, nel silenzio dei mass media divampa il caso Viola-BPER-MPS. Fabrizio Viola (nella foto) passa da AD di Bper (Banca Popolare dell’Emilia Romagna) a direttore generale di MPS, proprio mentre si rinegozia il contratto collettivo aziendale di quest’ultimo (31.000 dipendenti). Nel bollettino BPER Futura (Dicembre …

Leggi tutto »

LA VERITA' SULL'11 SETTEMBRE

LA COSCIENZA INTERIORE E L’ “OPINIONE PUBBLICA” DI JAMES TRACY globalresearch Con poche eccezioni, l’ informazione che plasmerà il discorso pubblico è soggetta al processo censorio de facto del governo e delle elite al di là della responsabilità verso il pubblico. Il concetto di repressione di Freud è particolarmente d’ aiuto nel valutare il pessimo stato dei media e del discorso pubblico negli Stati Uniti. Per Freud, le esperienze di vita collettive vengono registrate nel subconscio, con quelle esperienze particolarmente …

Leggi tutto »

IL SIGNORAGGIO E I COMPLOTTISTI ANTICOMPLOTTISTI

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com “Attualmente (…) capitalismo e anticapitalismo tracciano lo stesso orizzonte assente. La stessa prospettiva tronca di gestire il disastro.“ Appello del Comitato Invisibile Da un po’ di tempo, vanno di moda alcune Soluzioni alla crisi in cui ci troviamo. Alcune di queste Grandi Chiavi sono di tipo strettamente monetario, come la Modern Monetary Theory (MMT), promossa in Italia da Paolo Barnard, e la teoria del Signoraggio. I cui sostenitori, peraltro, sono in feroce conflitto tra di loro. …

Leggi tutto »

PIANTARE SCHIAVI

DI GUADALUPE RODRIGUEZ Gea Photowords Accedere alla terra da proprietari è praticamente impossibile per molti contadini dell’America latina. Da decenni lottano per i propri diritti e per la propria dignità con i politici e i latifondisti delle piantagioni che producono combustibile. Discutono la politica della bioenergia e denunciano le violazioni dei diritti umani legate alla sua produzione e alla sua espansione. Il caso estremo è l’esistenza di lavoro schiavistico nelle piantagioni di canna da zucchero ed etanolo, in Brasile e …

Leggi tutto »

LA LUNA DI MIELE E' FINITA ?

DI LEONARDO MAZZEI antimperialista.it Note sintetiche sull’articolo 18 e dintorni Per capire il valore simbolico della distruzione dell’articolo 18, bisogna fare un passo indietro di dieci anni. Esattamente il 23 marzo del 2002, le strade di Roma videro una delle più grandi manifestazioni di tutti i tempi. Il no all’abolizione dell’articolo 18 vinse, e Berlusconi dovette fare marcia indietro. Dieci anni dopo, così come avvenuto sulle pensioni, il governo Monti ha ormai in mano lo scalpo del simbolo dei diritti …

Leggi tutto »

LAVORARE NON CONVIENE PI. PER MOLTI.

DI VALERIO LO MONACO ilribelle.com La domanda alla quale vogliamo tentare di rispondere in questa circostanza è la seguente: ha ancora senso lavorare? Ancora meglio: è ancora utile farlo? Beninteso, stiamo parlando, ovviamente, del lavoro salariato, e possiamo anche restringere ancora di più il quesito, cercando di trovare una linea di confine al di sotto della quale la risposta potrebbe non essere così scontata come invece a prima vista la maggioranza dell’opinione pubblica crede. In questo caso il punto diventa: …

Leggi tutto »

OBAMA, IL PRESIDENTE MANCIURIANO CONTROLLATO DALLA CIA?

DI ROBERT WENZEL Economic Policy Journal Mi sono già occupato dello strano passato del Presidente Obama e del Segretario al Tesoro Tim Geithner. Il padre di Geithner svolgeva un lavoro che sospetto fosse una copertura della CIA presso la Fondazione Ford in Asia. Era responsabile del settore microfinanza per la Fondazione Ford in tutta l’Asia. In altre parole, aveva una scusa per spostarsi in lungo e in largo nella regione. La madre del Presidente Obama era responsabile del settore microfinanza …

Leggi tutto »

COSA SAPETE DELLA PRODUTTIVITA’ ?

DI ALBERTO BAGNAI Goofynomics Volevo ripartire da un’osservazione di contessaelvira: “grazie alle lezioni di Goofy ora è estremamente chiaro il modo in cui la competitività del mercato tedesco, che è forse il più importante per noi, sia stata esiziale per l’Italia.” Elvira è gentile e posso solo sperare che abbia ragione. Spero cioè di essere riuscito a far capire quanto centrale sia la dinamica dell’inflazione nella spiegazione di quello che ci sta succedendo. Dell’inflazione non si parlava da un decennio, …

Leggi tutto »

LORIS CAMPETTI: “IL MANIFESTO” STRAPPATO

DI LUCA PAKAROV rollingstonemagazine.it Ogni anno la solita invocazione: aiutateci a non chiudere. Ma questa volta è diverso, profondamente diverso…Intervista a Loris Campetti, caporedattore de “Il Manifesto” Immaginate di entrare in edicola, scavalcare la montagna di giocattoli che l’assediano ed arrivare miracolosamente con le caviglie intatte ai quotidiani. Bene. Fra la risma ben allineata dei giornali non scorgete la solita, lapidaria, foto di prima pagina de il manifesto. Dove cazzo sta? Spariti quei titoli sagaci o stronzi o inopportuni o …

Leggi tutto »

L’insanabile contrasto tra Costituzione italiana e Trattati europei

di Stefano D’Andrea Appello al Popolo Nel seguito i primi dodici paragrafi (la prima parte)del Documento di analisi e proposte dell’Associazione Riconquistare la Sovranità. L’associazione è stata costituita il 21 marzo da trentacinque soci, tra i quali il sottoscritto. Il Documento è parte integrante dell’atto costitutivo dell’Associazione, la quale ha come scopo sociale quello di diffondere, in rete e attraverso la promozione di assemblee cittadine, le analisi e le proposte contenute nel Documento (Stefano D’Andrea). Dal Documento di Analisi e …

Leggi tutto »

IL BRASILE DICHIARA GUERRA MONETARIA ALL'EUROPA E AGLI USA

DI RAUL ZIBECHI La Jornada Il colloquio tra Dilma Rousseff e Angela Merkel dello scorso 5 marzo avvenuto in Germania è stato teso e poco cordiale. La presidente del Brasile si è lamentata dello tsunami monetario, battezzando così la politica monetaria espansionista dell’Europa e degli Stati Uniti che pregiudica l’industria dei paesi emergenti. Si è schierata contro la politica economica speculativa favorita dalla cancelliera tedesca e ha evidenziato che il Brasile è un’economia sovrana e, pertanto, prenderà tutte le misure …

Leggi tutto »

DOV'ERAVATE VOI, EH ?

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info C’è voluta una ragazza-madre che cresce due bimbe in una casa del profondo Veneto coi muri neri di muffa e un lavoro che spaccherebbe un toro. Io non avevo capito. Mi disse: “Ma cosa fanno questi economisti e cosa fanno i loro studenti? Dove sono loro? Non hanno capito che l’economia distrugge, salva, vite vere?” Dov’eravate voi economisti italiani post-Keynesiani? Voi, quelli della medesima scuola di Kelton, Auerback, Wray, Black, Parguez, Hudson? Perché non avete mai …

Leggi tutto »

LA PATENTE

DI TONGUESSY appelloalpopolo.it E’ sufficientemente ovvio a tutti che per poter guidare un’auto senza creare situazioni di pericolo occorre la patente, che viene rilasciata dopo avere correttamente risposto a 40 domande ed avere dimostrato di sapere guidare il mezzo di trasporto per cui si chiede l’abilitazione alla guida. Il senso di questa pratica è ridurre il più possibile i danni che una guida scorretta può causare. Tutto sensato. Considerando che le vite di pedoni, ciclisti, motociclisti, automobilisti e camionisti dipendono …

Leggi tutto »

LA COCCODRILLA PREVENTIVA

DI MARCO TRAVAGLIO ilfattoquotidiano.it “Lacrime di coccodrillo”: così la Camusso ha definito il rammarico della Fornero perché la sua controriforma “non è condivisa da tutti”, cioè perché qualcuno ancora si ostina a non pensarla come lei. Non sappiamo se madama Fornero sia un coccodrillo. Ma, se lo è, trattasi di esemplare nuovo, geneticamente modificato: il coccodrillo che piange prima. Il 18 dicembre, un mese dopo le sue lacrime in favore di telecamera, la Fornero disse al Corriere: “L’articolo 18 non …

Leggi tutto »

DERIVATI, MONTI DICA LA VERITA'

DI SUPERBONUS ilfattoquotidiano.it Lo Stato Italiano ha pagato a Morgan Stanley lo 0,15 per cento del proprio Pil per chiudere un contratto derivato che era stato sottoscritto nel 1994 dal ministero del Tesoro, quando il direttore generale era Mario Draghi. Di questa esorbitante spesa sappiamo poco o nulla, la risposta del governo all’interrogazione parlamentare presentata dall’Idv chiarisce un po’ il quadro agli addetti ai lavori, ma insinua il ragionevole dubbio che i conti dello Stato siano “corretti” da 160 miliardi …

Leggi tutto »