Archivi etichette: Facebook

Fake news, social e neonazi: una storia ucraina che ci riguarda tutti

neonazi

Nel silenzio totale dei nostri media (ma va?), si dipana in Ucraina una storia che invece meriterebbe attenzione, perché ci riguarda tutti. Si tratta di questo. Un più che rispettabile sito di giornalismo d’inchiesta, Zaborona, ai primi di giugno  pubblica un articolo su Denis Nikitin, un neonazista russo che da qualche anno si è trasferito in Ucraina. Nikitin, che in origine si era segnalato come un hooligan del calcio, è oggi considerato una delle figure più pericolose dell’ultradestra in Europa. Non …

Leggi tutto »

Facebook censura la campagna politica di Trump per istigazione all’odio, in realtà il simbolo incriminato appartiene all’Antifa

DI TYLER DURDEN zerohedge.com La CNN ha appena confermato un rapporto inizialmente pubblicato dal NY Daily News secondo cui Facebook ha rimosso un annuncio della campagna politica di Trump 2020 per violazioni delle norme contro l'”odio organizzato”. Facebook removed 88 ads. More from @oneunderscore__ & @BrandyZadrozny: All of the identical ads featured an upside-down red triangle, a symbol used by the Nazi party in World War II to identify political dissidents in concentration camps. https://t.co/EPiehFUwQS — Sally Shin (@sallyshin) June 18, …

Leggi tutto »

Facebook accerchia l’Africa

DI MANLIO DINUCCI voltairenet.org Mentre Google e Facebook, con un operatore cinese e senza le necessarie licenze, proseguono nella costruzione della loro rete di cavi nel Pacifico, Facebook da solo inizia a costruire una nuova linea che circonderà l’Africa. Un’infrastruttura che collegherà i porti necessari alle multinazionali per sfruttare le ricchezze del continente, ma svolgerà un ruolo marginale nello sviluppo di economie tuttora prive di elettricità. Molte industrie e società di servizi stanno fallendo o ridimensionandosi a causa del lockdown …

Leggi tutto »

TG Come Don Chisciotte – Diretta Web 21 Maggio 2020

  Banca Mondiale: 60 milioni di persone a rischio povertà estrema – A causa del coronavirus, Il PIL globale potrebbe scendere del 10% https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-banca_mondiale_il_covid19_potrebbe_portare_60_milioni_di_persone_allestrema_povert/82_35083/   L’indipendenza impossibile delle Banche Centrali – La sentenza di Karlshrue evidenzia un problema di democrazia nell’Unione https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-brancacciocavallaro_la_bce_non_pu_perseguire_qualcosa_che_non_esiste_il_problema__la_democrazia_non_la_neutralit_della_politica_monetaria/11_35070/ https://www.popoffquotidiano.it/2020/05/20/e-se-la-bce-annullasse-il-debito-sovrano/ Decreto rilancio: tante tutele… pochi profitti – Le scelte sull’IRAP possono influire sulle entrate della Sanità Pubblica https://coniarerivolta.org/2020/05/20/decreto-rilancio-tante-tutele-per-i-profitti/   Zuckerberg critica la censura cinese – nel frattempo chiude centinaia di pagine Facebook https://www.controinformazione.info/mark-zuckerberg-esprime-preoccupazione-per-lespansione-del-modello-cinese-di-regolamentazione-di-internet/   Musica della sigla …

Leggi tutto »

Facebook invierà “avvertimenti” agli utenti che hanno apprezzato o condiviso articoli di “disinformazione” sul coronavirus

DI STEVE WATSON summit.news Facebook sta vietando le “teorie del complotto” sul virus, con la “fact-checker” principale che ha lavorato nel bio-laboratorio di Wuhan. Facebook ha annunciato che invierà avvisi agli utenti che hanno apprezzato o condiviso ciò che il social network ritiene essere “disinformazione” sul coronavirus. Il social network indirizzerà poi quegli utenti a un sito in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità “elenca e sminuisce i miti e le voci sui virus”, secondo l’AP.  Il rapporto afferma che “Il …

Leggi tutto »

La localizzazione di Google è in mano ai governi

Alan Macleod mintpressnews.com   Nella lotta contro COVID-19, Google ha annunciato la sua partnership con decine di governi di tutto il mondo, condividendo la cronologia della localizzazione dei suoi utenti e, contemporaneamente, dandoci un’idea di quanto la compagnia della Silicon Valley sappia di noi. “Mentre le comunità globali reagiscono al COVID-19, abbiamo sentito dai funzionari della sanità pubblica che lo stesso tipo di informazioni aggregate e anonime che utilizziamo in prodotti come Google Maps possono essere utili per prendere decisioni …

Leggi tutto »

“Facebook è privata, censuri come vuole”

DI ALESSANDRO GILIOLI Piovono rame Va sfatato un mito, un pensiero erroneo ma estremamente diffuso: quello secondo il quale, trattandosi di società private, Facebook e gli altri colossi del web possono fare tutto quello che vogliono in modo assolutamente arbitrario e senza rispondere a nessuno se non a se stessi. Va sfatato intanto per un semplice principio di buon senso che si applica a qualsiasi altra attività privata, cioè il rispetto per alcune regole di utilità collettiva: anche il ristoratore …

Leggi tutto »

Facebook rischia di chiudere, ha contro i giovani (e Soros)

FONTE:LIBREIDEE.ORG Ci sono almeno 3 indizi che portano verso un’inaspettata chiusura del più grande social media del mondo. Il primo è quello di cui tutti parlano oggi: un ipermegamultone che si aggiunge alle rogne pregresse di Zuckerberg; ben presto la politica dovrà mettere mano alla faccenda con una manovra antitrust, anche e soprattutto in vista delle elezioni americane del 3 novembre. C’è chi, come business insider, scommette sulla chiusura di Facebook e parla di una operazione in grande stile che …

Leggi tutto »

Facebook deve essere sanzionata per 5 miliardi di dollari per le violazioni della privacy da parte di Cambridge Analytica – i resoconti

DI JULIA CARRIE WONG theguardian.com La sanzione da 5 miliardi di dollari sarebbe la più elevata mai imposta dalla Federal Trade Commission contro un’azienda di tecnologia  Secondo quanto riferito, la Federal Trade Commission (FTC) ha votato per approvare la sanzione a Facebook per circa 5 miliardi di dollari,a conclusione di un’indagine sulle violazioni della privacy dell’azienda, che è stata avviata in seguito alle rivelazioni di Cambridge Analytica. Il Wall Street Journal e il Washington Post, che citano entrambi fonti anonime, le …

Leggi tutto »

Libra: Facebook vara criptovaluta allo scopo di sconvolgere la finanza globale

DI KARI PAUL theguardian.com La valuta digitale consentirà a miliardi di utenti di effettuare transazioni, ma sta già affrontando l’opposizione da parte dei legislatori statunitensi,nel mezzo di perplessità sulla privacy Facebook ha annunciato una valuta digitale, chiamata Libra, che permetterà ai suoi miliardi di utenti di effettuare transazioni finanziarie in tutto il mondo, con una mossa che potrebbe potenzialmente sconvolgere il sistema bancario mondiale. Libra viene propagandata come mezzo per connettere persone che non hanno accesso alle piattaforme bancarie tradizionali. …

Leggi tutto »

La battaglia finale della guerra Big Tech per dominare il mondo

DI DAVID DAYEN newrepublic.com Facebook, Amazon, Apple e Google stanno combattendo per il totale controllo dell’American life. “Bellum omnium contra omnes” in latino significa “guerra di tutti contro tutti”. Pensatori illuminati come Thomas Hobbes hanno usato questa locuzione per descrivere lo stato naturale dell’umanità in assenza di autorità governative. E’ attualmente anche una accurata descrizione dell’economia americana, dato che alcune delle maggiori multinazionali possono agire senza controlli. Apple, Amazon, Facebook e Google stanno conducendo una guerra del tipo tutti contro tutti: …

Leggi tutto »

Facebook’s Follies

DAVID ROSEN counterpunch.org Incompetenza, cecità volontaria o voglia di profitto? L’uccisione di 50 persone in due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda, il 15 marzo, ha nuovamente sollevato i mea culpa, nelle varie aziende che si occupano di social network, dei dirigenti di Facebook, YouTube e Twitter. Sono stati accusati di aver contribuito a facilitare la diffusione capillare dei video delle uccisioni. Facebook ha diffuso in streaming il video di 17 minuti girato dall’assassino e, come riferito dal Guardian, lo …

Leggi tutto »

Lo stupro di Catania testimonia la brutalità della società dell’eterno presente

DI PAOLO ISOTTA ilfattoquotidiano.it Ho già commentato il caso dei tre adolescenti che hanno violentato una donna nell’ascensore della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano: le porte si aprivano a chiudevano scandendo turpemente il ritmo. Ora è accaduto un caso analogo a Catania. Vorrei tentare di entrare nella testa di soggetti che commettono atti del genere. Evidentemente la coesione del “branco” rafforza l’infame istinto. Non si tratta di una esplosione deviata dell’eros: oggi i rapporti sessuali tra adolescenti …

Leggi tutto »

GLOBALIZZAZIONE E LIBERALISMO SONO SULL’ORLO DEL COLLASSO – MA DOPO CHI E COSA VERRÀ

  DI ALEXANDER DUGIN fort-russ.com Il liberalismo e la globalizzazione hanno decisamente fallito. La situazione mi ricorda gli ultimi anni dell’URSS. Allora, il vero potere era ancora totalmente nelle mani del Partito Comunista che controllava quasi tutto, ma allo stesso tempo l’intero sistema era finito. E chiunque avrebbe potuto accorgersene. Attualmente, per il dominio globale delle élite liberali ci troviamo nella stessa identica situazione. Esse controllano ancora tutto, ma sono già nella fase terminale. Scompariranno alla stessa velocità del comunismo …

Leggi tutto »

Legittima difesa (Nona azione dei Gilet jaunes)

DI MICHEL ONFRAY michelonfray.com “Se tutti aggrediscono tutti, la società si disintegra.” Macron, Lettera ai Francesi Nona azione dei Gilet jaunes. Viene voglia di vomitare ascoltando i commenti dei giornalisti o dei filosofi come Ferryi o BHL ( Bernard Henri Levy) (5) che vogliono assolutamente associare la violenza ai Gilet jaunes mentre sono loro con i loro discorsi ai quali bisogna associare quelli del potere e di Macron, che fanno di tutto per crearla. Mi riferisco per esempio al banchetto …

Leggi tutto »

Bannati da Facebook per aver detto la verità

  ISRAEL SHAMIR unz.com Gli scienziati di Harvard sostengono che l’anno scorso eravamo stati visitati da ospiti provenienti da una galassia molto, molto lontana. Be’, quasi. La sospettata è l’astronave Oumuamua, che in principio si era avvicinata alla Terra, ma che poi aveva accelerato, superando il nostro pianeta e scomparendo da qualche parte nello spazio profondo. Che cos’era andato storto? Perché i piccoli uomini verdi provenienti da Vega, la stella più luminosa della costellazione della Lira, avevano rinunciato a quello …

Leggi tutto »

La pubblicità e il mondo accademico stanno controllando i nostri pensieri. Non lo sapevi?

DI GEORGE MONBIOT theguardian.com Complici dell’industria pubblicitaria, le università ci inducono in tentazione, invece di  avvisarci come dovrebbero. In che misura noi decidiamo? Ci diciamo di scegliere il corso delle nostre vite, ma è vero? Se io o voi fossimo vissuti 500 anni fa, la nostra visione del mondo, e le decisioni che avremmo preso di conseguenza, sarebbero state completamente diverse. Le nostre menti sono formate dall’ambiente sociale, in particolare dal sistema di credenze progettato da quelli al potere: una …

Leggi tutto »

Grandezza del popolino

DI MICHEL ONFRAY rt.com In opposizione alla casta, che egli accusa di giudicare con arroganza il movimento dei “Gilet Jaunes”, il filosofo e saggista Michel Onfray decifra le rivendicazioni di questi manifestanti che reclamano più democrazia diretta. Ho detto quali mezzi utilizza il potere per avvelenare e screditare il movimento dei “Gilet Jaunes” disprezzo, menzogna, criminalizzazione, demonizzazione, attacco personale, riduzione al minimo, discredito, drammatizzazione. Possiamo aggiungerne un altro: il processo sulla sua immaturità politica- la svalutazione. Queste persone sono troppo …

Leggi tutto »

L’Europa ha ragione: non è finita la pacchia

  DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Una sera, discorrevo con un sindaco: un bravo sindaco, uno che fa pagare l’acqua (pubblica, del Comune) ai suoi abitanti una ventina di euro l’anno, che fa pagare poco la spazzatura…insomma, un bravo sindaco. Della Lega. Ciò che mi disse, mi meravigliò. Parlando di bilanci, mi confessò che lo Stato aveva tagliato non ricordo più quante decine di migliaia di euro per il suo Comune (come per gli altri) e di come fosse arduo mantenere …

Leggi tutto »

Facebook, la merda incontra il ventilatore? Quel che una stampa di puttane non dice su Facebook

FONTE: KEINPFUSCH.NET Sono passati pochi giorni da quando i giornalisti sono stati definiti “puttane” con grande scandalo da parte di chi ama scandalizzarsi a testa bassa, e gia’ me la sento di ribadire il giudizio. E sia chiaro: anche quelli che si stanno stracciando le vesti (di solito si stracciano le vesti per farsi un selfie a tette fuori e guadagnare followers) sarebbero stati d’accordo con me se solo non lo avesse detto il cinghiale di turno.Sia chiaro: la stampa …

Leggi tutto »

QUESTO NON E’ PIU’ GIORNALISMO. IO MI CHIAMO FUORI

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Non mi è più possibile essere giornalista, e di conseguenza voglio che tutti sappiate che io oggi non sto facendo giornalismo. Il mio lavoro è stato devastato dal “Facebook-journalism” e dal “Twitter-journalism”, due tumori del mestiere che ricadono sotto l’ombrello del “Google-journalism”. Oggi chiunque dal pc può infarcirsi di Google search, poi sparare ‘giornalismo’ nel web, Social o persino sui quotidiani online e reclamare competenza e celebrità. Il risultato è un’iperinflazione da Weimar di grotteschi personaggi, …

Leggi tutto »

L’uomo in rivolta nell’era digitale

DI PIERO CIPRIANO carmillaonline.com Vivremo in una democrazia in cui “la libertà sarà stata un episodio”, così inizia Psicopolitica, il libro dell’apocalittico filosofo tedesco-sud coreano Byung-Chul Han. Una democrazia neoliberale sotto il segno del like. O del dislike. Una comunicazione contrappuntata, quando tutto va per il bene, dagli stucchevoli love, o dagli sganasciati haha, o dagli stupefatti wow, quando va per il male dai melanconici sigh o dai livorosi grr. Lo so, sembro ridicolo, eppure anche sotto i post che …

Leggi tutto »

Facebook fa propaganda anti Trump?

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Tyler Durden scrive su zerohedge che il presidente Trump si è scagliato contro Google, utilizzando le social sirene di Twitter e Facebook, accusandolo di inquinare gli indici di indicizzazione, per dare visibilità solo alle informazioni riportate dai media nazionali di sinistra, in questo modo “Google e gli altri social stanno sopprimendo le voci dei conservatori e nascondendo informazioni e notizie che potrebbero essere interessanti per tutti e che garantiscono la pluralità dell’informazione”. Per queste aziende “meglio …

Leggi tutto »

Google pianifica l’avvio in Cina di un motore di ricerca censurato, come rivelano documenti trapelati

DI RYAN GALLAGHER theintercept.com GOOGLE STA PIANIFICANDO di avviare una versione censurata del suo motore di ricerca in Cina, che inserirà nella blacklist siti Web e termini di ricerca sui diritti umani, la democrazia, la religione e la protesta pacifica, come The Intercept è in grado di rivelare. Il progetto, denominato in codice Dragonfly, è in corso dalla primavera dello scorso anno e ha subito un’accelerazione in seguito all’incontro di dicembre 2017 tra il CEO di Google, Sundar Pichai, e un …

Leggi tutto »

Hanno censurato Alex Jones

  DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com Recentemente è successa una cosa che un po’ mi ha fatto sentire come una specie in via di estinzione. Un gruppo di aziende transnazionali che operano su Internet, comprendenti Google, Facebook, Apple e diverse altre, hanno rimosso, tutte allo stesso tempo, i contenuti che appartenevano ad infowar.com, il sito gestito da Alex Jones. Questo sincronismo è la prova sicura di una cospirazione, qualcosa di cui Alex Jones parla anche troppo. Una volta avevo partecipato ad una …

Leggi tutto »

“La bestia”, ovvero del come funziona la propaganda di Salvini

DI STEVEN FORTI rollingstone.it Intervista a Alessandro Orlowski, ex hacker e spin doctor digitale, che ci parla della strategia comunicativa della Lega, dell’affaire Cambridge Analytica, del business dei falsi profili twitter, del Gdpr, Facebook e molto altro Alessandro Orlowski è seduto a un tavolino di un bar di Barcellona. Nato a Parma nel 1967, vive in Spagna da 20 anni. Ex regista di spot e videoclip negli anni ’90 e grande appassionato di informatica, è stato uno dei primi e …

Leggi tutto »

Zuckerberg accetta che si neghi l’Olocausto

DI GILAD ATZMON gilad.co.uk In un’intervista al sito Recode, Mark Zuckerberg ha dichiarato che Facebook non dovrebbe vietare post di negazionisti dell’Olocausto. In risposta ad una domanda sulla policy sulle fake news, Zuckerberg ha offerto, sua sponte, l’esempio dei post dei negazionisti dell’Olocausto. “Sono ebreo, e c’è un gruppo di persone che nega che sia avvenuto l’Olocausto”, ha detto alla giornalista Kara Swisher. “Lo trovo profondamente offensivo. Non penso però che la nostra piattaforma debba eliminarle. Penso ci siano cose …

Leggi tutto »

Gli hawaiani dicono che Mark Zuckerberg è “il Volto del Neocolonialismo”

DI JON LETMAN E JULIA CARRIE WONG TheGuardian.com Gli avvocati del CEO di Facebook hanno intentato una causa legale contro centinaia di hawaiani che vivono nel mezzo della sua tenuta di 700 acri a Kauai: allarme tra i vicini, Qualche giorno dopo Natale, Mark Zuckerberg ha condiviso una  serie di foto che lo mostravano con la sua famiglia nella sua proprietà di 700 acri – da 100 milioni di dollari  – a Kauai. Il CEO di Facebook e sua moglie “si …

Leggi tutto »

Al prossimo che mi chiede, “ma non hai Whatsapp? E’ tanto comodo!”

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Presumo che  il rancoroso medio di Destra, che usa giorno e notte Facebook per insultare gli immigrati, si immagini il Grande Capo di Facebook come un nerd ecologista antirazzista che si preoccupa del riscaldamento globale. Ora, il Grande Capo di Facebook, che attualmente impiega la forza lavoro gratuita di un miliardo e mezzo di persone, è anche il Grande Capo di Whatsapp, che oggi di utenti ne ha un miliardo. Un po’ di tempo fa, Whatsapp …

Leggi tutto »

Fingendo l’omicidio di Babchenko, l’Ucraina ha diffamato sé stessa

DI SOPHIE PINKHAM theguardian.com Questa montatura irresponsabile ha gravemente minato sia la credibilità dell’Ucraina, che quella del giornalismo onesto Come un giornalista russo ha ordito con l’Ucraina il suo “omicidio”  La notizia si è diffusa rapidamente  martedì scorso: il giornalista dissidente russo Arkady Babchenko è stato colpito tre volte con un’arma da fuoco, appena fuori dal suo appartamento a Kiev, mentre andava a comprare il pane. Sua moglie era in bagno; quando si è precipitata fuori sentendo il rumore degli …

Leggi tutto »