Home / Archivi etichette: Facebook

Archivi etichette: Facebook

Stanno tornando i forconi ?

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Non ho mai troppo simpatizzato per il movimento dei forconi perchè mi è sempre sembrato scarsamente interclassista, interessato soprattutto a difendere il popolo delle partite Iva (magari mi sbaglio eh? ma al clou della loro protesta, nel 2014, ebbi nettamente questa sensazione). L’incapacità dei Forconi di interloquire con i dipendenti salariati e con la galassia di sindacati non mi è mai piaciuto e, spesso, l’ho trovato anche sospetto. Tuttavia, occorre riconoscere che quel movimento ha capito …

Leggi tutto »

La presidenza Zuckerberg, la vittoria di matrix …

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Nel suo eccellente blog sul disastro americano, Michael Snyder evidenzia i disastri urbani di Chicago e Baltimora; ne descrive la violenza dilagante, il decadimento delle infrastrutture, lo stato di fallimento, brevemente una crisi degna di Lynch Eraserhead, che metaforicamente mostrava il collasso di Philadelfia sotto la disastrosa amministrazione Johnson, e la mostruosa transumanza che ne è derivata. Ho già parlato del collasso americano. Che ovviamente non è virtuale ma reale. Siamo arrivati a quell’episodio di Astérix nel …

Leggi tutto »

Idioti in marcia (la merde)

DI ALCESTE pauperclass.myblog.it Raspail. Sulle recenti elezioni presidenziali francesi non si può che citare, a spanne, Jean Raspail: “I Francesi di fegato? Gli ultimi sono morti in Algeria“. L’eventuale vittoria della Le Pen, pur benvenuta, è solo un sassetto in una macina da mulino. Barbie. C’è poco da dire o fare. Il primo turno l’ha vinto la Barbie del potere, l’asessuato Macron. Anch’egli un vizioso, ne sono certo. Il potere seleziona con cura i suoi pupazzi: li vuole fotogenici e …

Leggi tutto »

La Francia subirà un colpo di Stato oligarchico ?

DI NICOLAS BONNAL dedefensa.org Ci stiamo muovendo verso un futuro assai poco rassicurante. Il sistema è diventato tirannico e vorrebbe mettere in prigione le persone che non leggono Le Monde. Il trio satanico NATO-BCE-Bruxelles vuole imporre il suo Macron come in passato il suo Juppé. Candidato del triangolo magico Rothschild-Draghi-Soros, il venditore di Alstom è l’incudine sul quale il martello del capitalismo mondiale schiaccerà ciò che resta della Francia libera. La nuova casta crudele che prende forma sotto l’etichetta di …

Leggi tutto »

Il privilegio delle spigolatrici

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Non vi sarà sfuggita la notiziola dei dipendenti della Lidl di Follonica che hanno sorpreso due donne Rom a frugare tra i rifiuti (“angolo rotture”) e le hanno rinchiuse brevemente dentro il gabbione dei cassonetti, non solo prendendole in giro, ma anche filmandosi e pubblicando il tutto su Facebook. Che ancora una volta rivela il proprio lato positivo come sterminatoio darwiniano degli imbecilli. Scontate le reazioni: duecentomila visualizzazioni del video, tanti che dicono “bravi” e tanti …

Leggi tutto »

La mia guerra contro Facebook

DI GIANNI PETROSILLO conflittiestrategie.it Il titolo è, ovviamente, iperbolico ma oggi ho ricevuto l’ennesimo blocco da Facebook per l’articolo pubblicato qui sotto. Trenta giorni di sospensione ed altri trenta terminati appena qualche settimana fa. Più altre punizioni più brevi, qua e là, lungo un arco di sei mesi, più o meno, da quando è partito questo giro di vite contro le notizie sgradite all’establishment.  In un certo senso, è un salto di qualità per i censori “buturliniani” del social network …

Leggi tutto »

L’ultimo giovane maschio del villaggio

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Il sito di The Guardian riporta una delle grandi interviste della storia. E’ con Goundo Wandianga, l’ultimo giovane maschio rimasto in un tipico villaggio del Senegal, seduto su un copertone, perfetto simbolo del grande agitarsi del mondo che finisce in discarica. Indossa jeans con regolamentare buco ad altezza ginocchio e maglietta, sullo sfondo alcune capanne di argilla e paglia. Nella foto, non si vede l’oggetto più importante: il telefonino con cui si tiene in costante attività …

Leggi tutto »

Strage di Berlino: perché mostrarci il poliziotto che lo ha “ucciso”?

DI FRANCESCO SANTOIANNI pecorarossa.tumblr.com Ma com’è che ora si pubblica, oltre al nome e cognome, anche la fotografia del poliziotto che ha appena ucciso un terrorista? Una ipotesi: Marco Minniti – da tempo immemorabile tutor dei servizi segreti e ora anche Ministro dell’Interno – si era reso conto che la morte di Anis Amri, – identificato come il responsabile della strage con il TIR a Berlino grazie ad un ennesimo documento di identità – miracolosamente ritrovato dopo 24 ore – …

Leggi tutto »

La Germania imporrà a Facebook, Google e Twitter di intervenire contro i contenuti offensivi

DI PHILIP OLTERMANN theguardian.com La Germania sta valutando nuove leggi che obbligheranno le piattaforme di social media come Facebook e i motori di ricerca come Google ad assumere un ruolo più attivo nel regolamentare i contenuti offensivi sui loro siti. Le misure ipotizzate dalla coalizione di governo di Angela Merkel includono il costringere le società a prevedere canali specifici per trasmettere reclami, a pubblicare il numero di segnalazioni ricevute e assumere mediatori legalmente qualificati per far eseguire le richieste di cancellazione. …

Leggi tutto »

Gli arbitri della verità

DI DANIELE SCALEA facebook.com Facebook ha annunciato che alcuni siti di fact-checking decideranno al posto vostro cosa sia vero e cosa falso. Bontà loro, potrete ancora leggere le presunte false notizie, solo etichettate con una lettera scarlatta, e potrete persino condividerle dopo che Facebook vi avrà più volte invitato a ripensarci. E Facebook limiterà la visibilità delle notizie “sospette”, ad esempio estromettendole dal programma annunci a pagamento. Se pensate che questi siti si limitino a sbugiardare le leggende metropolitane e …

Leggi tutto »

Zero Privacy

  FONTE ROSSLAND (BLOG)  In Zero Privacy si citano 3 casi che, fossimo rane meno prossime al punto di cottura, dovrebbero vederci sparire dalla rete limitandoci alle sole attività burocratiche rese ormai obbligatorie. 1. Nel 2012, un ragazzo che sta per partire per una vacanza a Los Angeles invia un messaggio via Twitter a un’amica: “Ehi, che ne dici di andarci a bere una birra prima che vada a distruggere l’America? Un bacio”. Un paio di giorni dopo si imbarca …

Leggi tutto »

LE ÉLITES NON LO SANNO: LA SOCIETÀ È VICINA AL PUNTO DI ROTTURA

DI CHINDIT13 zerohedge.com Quello che oggi trovo sorprendente è che gli addetti ai lavori e le ‘élite’ non hanno idea di ciò che stia ribollendo sotto la superficie. Va bene, forse la loro arroganza produce nebbia, quindi non dovrebbe essere una sorpresa che siano accecati. Loro non guardano il calendario: se lo facessero più da vicino e con attenzione su di esso vedrebbero “1788″. Qualcosa sta per succedere, la società si avvicina a un punto di rottura. Nella mia esperienza, …

Leggi tutto »

Facebook, Internet.org e la fine della neutralità della Rete

DI TONY CARTALUCCI journal-neo.org La compagnia aerospaziale americana SpaceX è una delle poche aziende occidentali che operano per un fine più grande in una nazione altrimenti ossessionata dal potere e profitto. Quando il suo vettore è stato recentemente perso al momento del lancio a causa probabilmente di una anomalia, si è portato via con sé un satellite che sarebbe stato usato da Facebook. Il Guardian, in un articolo intitolato “L’esplosione del razzo di SpaceX: Mark Zuckerberg si lamenta della perdita …

Leggi tutto »

Al suono di Algorithm’n’blue

DI PEPE ESCOBAR strategic-culture.org Tutti viviamo nell’Età dell’Algoritmo Ecco qui una storia che non solo riassume questa età ma è significativa di come l’ossessione per l’algoritmo può andare per il verso sbagliato. Tutto è cominciato quando Facebook ha censurato la foto storica della “ragazza del napalm”di Kim Phuch, simbolo universalmente riconosciuto della guerra in Vietnam. La foto era stata pubblicata dallo scrittore norvegese Tom Egeland, il quale voleva cominciare un dibattito sulle “sette fotografie che hanno cambiato il mondo”. Non …

Leggi tutto »

UN PROBLEMA GIGANTE

FONTE: ECONOMIST.COM L’ascesa di aziende colossali minaccia sia la concorrenza sia la legittimità del mercato DISCONTINUITA’ può essere lo slogan del momento nelle sale riunioni societarie, ma oggi l’aspetto più dirompente del mercato non è il rovesciamento dell’ordine costituito. E’ il trinceramento di un gruppo di aziende superstar al centro dell’economia globale. Alcune di queste sono vecchie imprese, come GE (General Electric), che si sono reinventate. Alcune sono eccellenze dei mercati emergenti, come Samsung, che hanno colto le opportunità offerte …

Leggi tutto »

Facebook collabora con il governo di Israele per stabilire cosa deve essere censurato

  DI GLEEN GREENWALD theintercept.com Una seria controversia e’ scoppiata la settimana scorsa quando Facebook ha cominciato a cancellare tutti i post contenenti la foto iconica della “Ragazza del Napalm” vietnamita in base al fatto che violerebbe le condizioni riguardo l’uso di immagini di nudità di minori. Facebook ha persino rimosso un post del Primo Ministro norvegese, che aveva caricato una foto di protesta di questo atto censorio. Non appena le reazioni di oltraggio si sono diffuse, Facebook ha cambiato …

Leggi tutto »