Categoria

Propaganda

Ucraina: la necessità di un’informazione accurata

Di Timothy Bancroft-Hinchey, pravda.ru La mia opinione sull'operazione militare speciale in Ucraina è stata la stessa che ho avuto sulle campagne militari in Iraq, in Libia, in Siria e altrove. Questo significa leggere e ascoltare più che scrivere e parlare finché non so di cosa sto parlando. Speranza russofobica e clamore Confrontate tutto ciò con l'Unione Europea e il suo ex Stato membro, il Regno Unito e i suoi alleati ex-coloniali oltreoceano, negli Stati Uniti, in Canada e in…

Il mio nemico

di Eugenio Orso per ComeDonChisciotte.org Non basta sottomettere più o meno pacificamente le masse al nostro regime, inducendole ad assumere una posizione di neutralità nei confronti del regime. Vogliamo operare affinché dipendano da noi come da una droga. Attribuito a Joseph Goebbels Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione. Karl R. Popper Quando si entra in guerra è fondamentale, anche a livello individuale, riuscire a individuare con precisione il…

La propaganda di guerra cambia forma

Di Thierry Meyssan voltairenet.org Il dispositivo della Nato «Sottomettere il nemico con la forza non è l’apogeo dell’arte della guerra, l’apogeo di quest’arte è sottomettere il nemico senza versare una sola goccia di sangue». Sun Tzu, L’arte della guerra. Il generale francese Philippe Lavigne del Comando Alleato per la Trasformazione (Allied Command Tranformation – ACT) della Nato soprintende alle ricerche sui nuovi metodi della propaganda. Il Comando da lui guidato è formato da 21…

Funzionari USA ammettono che stanno letteralmente mentendo al pubblico sulla Russia

Caitlin Johnstone NBC News ha pubblicato un nuovo rapporto che cita più funzionari anonimi degli Stati Uniti, umoristicamente intitolato "In una rottura con il passato, gli Stati Uniti stanno usando l'intelligence per combattere una guerra di informazione contro la Russia, anche quando le prove dell'intelligence non sono solide come una roccia". I funzionari dicono che l'amministrazione Biden ha rapidamente tirato fuori "reperti di intelligence" sui piani della Russia in Ucraina…

Il massacro di Bucha – L’ennesimo false flag ucraino?

Larry Johnson sonar21.com Bucha è l'ultimo oggetto luccicante che i gatti occidentali stanno stupidamente inseguendo, senza valutare ciò che la Russia sta effettivamente facendo sul terreno. Quella iniziata il 24 febbraio non è stata un'operazione militare tradizionale. Come mai? Se la Russia fosse stata intenzionata a conquistare e sottomettere l'Ucraina senza tenere conto della sorte dei civili ucraini, avrebbe lanciato massicci attacchi aerei e missilistici su tutte le principali città,…

I resoconti dall’Ucraina smascherano il razzismo dell’Occidente

Kit Knightly off-guardian.org Non si parla molto di razzismo su OffG, se non nelle meta-analisi riguardanti la sua conversione in arma politica. Molte volte il "razzismo" viene utilizzato dall'establishment per attaccare le persone che rappresentano una minaccia allo status quo (vedi Jeremy Corbyn). Altre volte è usato per semplificare complesse questioni politiche riducendole ad una lista di buoni e cattivi. Il mercato delle idee è saturo di tentativi contorti per trasformare tutto in…

Guerra cognitiva e dominio umano

di Pietro Lucania La natura della guerra si è evoluta, dando luogo a nuovi tipi di guerre. Le campagne di disinformazione sono diventate armi di distruzione di massa. Il cervello umano è così diventato il campo di battaglia del 21° secolo. La guerra cognitiva è anche una guerra per l’informazione in quanto si trasforma in conoscenza attraverso i processi cognitivi del nostro cervello. Negli ultimi anni, questa lotta ha svolto un ruolo molto più importante rispetto ai conflitti…

“Così si producono molte false morti per Covid”. Lo Scoop Rai incredibilmente autocensurato

Lantidiplomatico.it La Rai ha fatto un autentico scoop. Uno di quelli che dovrebbe portare alle immediate dimissioni del ministro della Salute Speranza; l'apertura di ufficio di decine di inchieste su cliniche private e aziende ospedaliere. Possibile che non ne sappiamo niente direte voi? E si è possibile perché lo scoop della brava e coraggiosa giornalista Valentina Noseda è stato letteralmente autocensurato. Nessuna apertura di Tg 1. Nessuna edizione speciale, relegato alla…

Se votare servisse a qualcosa, ai No Vax non lo lascerebbero fare.

Ruggero Arenella Comedonchisciotte.org Un recente sondaggio del celebre Pagnoncelli dava il “partito no vax” al 30%. Era forse un messaggio di allarme per la cabina di regìa del Grande Reset? Di sicuro, è un messaggio confortante per il blocco sociale resistente. Se mai esistesse un partito che avesse come primo obbiettivo l’abolizione del green pass e di qualsiasi forma di obbligo vaccinale, basterebbe andare a votare. Nella migliore delle ipotesi potrebbe essere un partito capace…

Il Primo potere: chi decide cosa dobbiamo pensare

Di Jacopo Brogi, ComeDonChisciotte.org Scriveva il nipote di Sigmund Freud: “Lo Stato sono io proclamava Luigi XIV all’epoca in cui i re detenevano un potere assoluto, e in sostanza aveva ragione, ma da allora i tempi sono cambiati. La macchina a vapore, la stampa e l’alfabetizzazione di massa – il tridente della Rivoluzione industriale – hanno strappato il potere ai sovrani per consegnarlo al popolo che lo ha ricevuto in retaggio. In effetti la forza economica spesso si traduce in autorità…

ComeDonChisciotte, lo spettacolo triste dei falliti “scoop” di Fanpage

Osannata, addirittura, su Piazzapulita (La 7), la scalcagnata ’”inchiesta” di FanPage, durata ben sette mesi, per incastrare il sito Comedonchisciotte.org. Sito che, come ci illumina Fanpage, “è accusato da NewsGuard di essere una fabbrica di fake news”. Magari se questi “debunkers” avessero aggiunto che NewsGuard “lo strumento sull’affidabilità di internet” è capitanato da Michael Hayden, già direttore della CIA, l’informazione sarebbe stata più completa. Ma vediamola da vicino…

Squadristi della postverità

Di Guido Cappelli L’ultimo episodio, che coinvolge proprio questa testata, è marca della casa del rotocalco-spazzatura Fanpage, che si è preso la briga di infiltrare una “giornalista”, tal Gaia Martignetti, nella redazione del blog di opposizione “Come don Chisciotte”, per cercare di dimostrare una loro presunta mancanza di deontologia professionale e, di passata, screditare le piazze del dissenso. Una vera è propria aggressione gratuita, una finta inchiesta mirante a “denunciare” non chissà…