Home / Das schloss (pagina 9)

Das schloss

LA SECONDA COSA PEGGIORE CHE SIA MAI ACCADUTA AL POPOLO EBRAICO

DI WILLIAM BLUM Killinghope.org La cosa peggiore che sia mai accaduta al popolo ebraico è l’Olocausto. La seconda cosa peggiore che sia mai accaduta al popolo ebraico è lo stato di Israele. A livello internazionale le cose sono così deprimenti che non ci resta altro che fantasticare. Mi immagino la Turchia, che come stato membro della NATO, chieda agli alleati di difenderla dopo essere stata attaccata da Israele. In base all’articolo 5 dello statuto un attacco armato ad uno degli …

Leggi tutto »

I TERRORISTI DEL DEFICIT COLPISCONO NEL REGNO UNITO.

I PROSSIMI SARANNO GLI STATI UNITI? DI ELLEN BROWNWeb of Debt La settimana scorsa il nuovo governo inglese ha dichiarato che avrebbe abbandonato i piani di incentivi del governo precedente e che avrebbe introdotto le misure di austerità richieste per ripagare i debiti stimati in circa 1.000 miliardi di dollari. Questo equivale al taglio della spesa pubblica, al licenziamento dei dipendenti, alla riduzione dei consumi e all’aumento della disoccupazione e dei fallimenti. Ed equivale anche alla riduzione dell’offerta monetaria, in …

Leggi tutto »

INTOCCABILI BANCHE

DI FEDERICO ROBERTICPEurasia Nel momento in cui Francia, Germania e Gran Bretagna annunciano l’intenzione di presentare al prossimo G20 di Toronto la proposta di una tassa basata sugli utili delle banche, da applicare con caratteristiche diverse a seconda delle condizioni economiche e dei sistemi fiscali di ciascun Paese, e l’Unione Europea esplora addirittura la possibilità di un’imposta “globale” sulle transazioni finanziarie, può essere utile fare il punto della situazione sugli interventi pubblici a favore delle banche e degli istituti finanziari …

Leggi tutto »

GLI SHOWER POSSE GIAMAICANI:

COME LA CIA HA CREATO LA “PIÙ FAMIGERATA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE” DI CASEY GANE-MCCALLANewsone Con la recente violenza in Giamaica e la polemica circa il presunto signore della droga, Christopher “Dudus” Coke, molte persone parlano del famigerato Shower Posse giamaicano e del quartiere di Tivoli Gardens, dove esso ha la sua base. Ciò che è stato in larga parte ignorato dai media è il ruolo che il governo americano e la Cia ha nell’addestrare, armare e dare potere agli Shower Posse. …

Leggi tutto »

COSA CI HA INSEGNATO IL 1937?

DI DAVE COHENDecline of the Empire Si dice che le decisioni politiche importanti determineranno la vita economica degli Stati Uniti nei prossimi anni. L’economista liberale Paul Krugman pensa che oggi si possa riproporre questo pensiero relativo agli anni ’30: improvvisamente, creare posti di lavoro è out, infliggere sofferenza è in. Condannare i deficit e rifiutarsi di aiutare un’economia ancora in lotta per la sopravvivenza è la nuova moda ovunque, Stati Uniti compresi; qui, infatti, 52 senatori hanno votato contro la …

Leggi tutto »

FLOTTIGLIA DELLA LIBERT; IL DETTAGLIO CHE NETANYAHU IGNORAVA

DI THIERRY MEYSSAN Réseau Voltaire Come spesso accade di fronte a questioni importanti, la stampa distrae il pubblico dai veri problemi. La maniera di trattare l’attacco israeliano contro la Flottiglia della libertà ne è un nuovo esempio. I principali media cercano di indicare chi sono i buoni e chi i cattivi, non di spiegare i rapporti di forza. Thierry Meyssan analizza qui i veri moventi di Tel-Aviv e di Ankara, e svela il dettaglio che ha trasformato l’azione di forza …

Leggi tutto »

INTERVISTA ALL'ANALISTA POLITICO PEPE ESCOBAR

“LE ÉLITES DI WASHINGTON SONO MOLTO PREOCCUPATE PER I NUOVI BLOCCHI ANTI-EGEMONICI ” DI SALVADOR LOPEZ ARNALRed Voltaire Lentamente ma energicamente il popolo del Sud si organizza e si prepara politicamente non solo per frenare l’imperialismo militarista e bellicista degli Stati Uniti ma anche per mettere fine all’ipocrisia dell’abuso di dominazione neo-coloniale da parte delle potenze industriali europee, con le loro addormentate società civili. Frenare le ingiustizie a cui sono sottomessi numerosi popoli in pieno ventunesimo secolo, rispetto e mutua …

Leggi tutto »

LOCAL MONEY

DI ROB HOPKINS Transition Culture Intervista a Pete North Il nuovo libro di Pete North “Local Money: how to make it happen in your community” [“Valuta Locale: come farlo nella vostra comunità”, ndt] sarà ufficialmente presentato all’edizione 2010 della conferenza del “Transition Network” e sarà possibile ordinarlo qui dalla prossima settimana [energybulletin.net, ndt]. L’ultimo libro della serie dei “Transition Books”, “Local Money” è una panoramica complessiva sulle valute locali e sul come organizzare ed implementare un tale progetto. È stato …

Leggi tutto »

QUANDO SBOCCERA’ L’AZIONE DIRETTA?

DI MICKEY Z.Countercurrents.org Anais Nin una volta ha scritto ‘e venne il momento in cui il rischio di rimanere chiusi in un bocciolo era più doloroso del rischio di fiorire’. Penso alle sue parole e mi viene di chiedermi: ‘Fino a quando possiamo sopportare questa situazione prima di passare all’azione diretta?’ Tanto per capirci qui di seguito un ‘piccolo’ elenco di quello che abbiamo già sopportato senza protestare seriamente: • Epidemia di malattie prevenibili: cancro, malattie cardiache, diabete eccetera. • …

Leggi tutto »

BILDERBERG 2010: NON CHIAMATELO POW-WOW*

DI CHARLIE SKELTONThe Guardian Finora al Bilderberg 2010, Charlie Skelton ha sorpreso la regina Beatrice e Henry Kissinger. Niente male, considerando l’operazione anti-media di dieci milioni di euro della polizia spagnola. Un uomo si allunga sotto una siepe, sbatte le palpebre, maledice il ciottolo appuntito sotto il suo fianco e il suo dito va giù sull’otturatore. CLICK… Robert Zoellick, presidente della Banca Mondiale, ex amministratore delegato di Goldman Sachs. CLICK… Paul Volcker, ex presidente della Riserva Federale degli Stati Uniti, …

Leggi tutto »

COS’HANNO IN COMUNE LA BP E LE BANCHE? L’ERA DELL’ANARCHIA AZIENDALE

DI GONZALO LIRAGlobal Research In occasione del disastro della marea nera della BP, il presidente Obama ha rilasciato ieri sera dalla Sala Ovale un discorso – un capolavoro di timida finta indignazione. Il discorso era tutto incentrato su “energia pulita” e “porre fine alla nostra dipendenza dai carboni fossili”. A fronte della marea nera della BP – probabilmente il più grave disastro ambientale di tutti i tempi – la risposta del presidente Obama è stata questa: gentile indignazione e vaghi …

Leggi tutto »

IMMAGINARE UNA VITA SENZA PETROLIO, ED ESSERE PRONTI

DI JOHN LELANDThe New York Times Mentre il petrolio continua a riversarsi nel golfo del Messico, durante un recente sabato Jennifer Wilkerson ha passato tre ore al telefono parlando della vita dopo il petrolio. Per la signora Wilkerson, una moderata democratica di Oakton, Virginia di 33 anni, che progetta interfacce per computer, questa perdita rafforza cio’ che la ossessiona da piu’ di un anno- che il petrolio usato stia eccedendo la fornitura mondiale. La preoccupa che cosa accadra’ dopo: forse …

Leggi tutto »

IL VECCHIO RAGAZZO DI GAZA E IL MARE

DI RAMZY BAROUNDAsia Times Sono cresciuto nei pressi del mare di Gaza. Durante la mia infanzia non ho mai potuto comprendere abbastanza come un così gigantesco corpo d’acqua, che prometteva una tale infinita libertà, potesse anche confinare con un così minuscolo e ristretto tratto di terra – una terra che è stata sempre tenuta in ostaggio, seppur rimanendo perennemente ribelle. Fin da giovane età mi imbarcavo con la mia famiglia per brevi viaggi dal nostro campo profughi alla spiaggia. Andavamo …

Leggi tutto »

LE TESTIMONIANZE SCIOCCANTI DEI SOPRAVVISSUTI

DELLA MAVI MARMARA. ED UNA GINOIDE ISRAELIANA DI LAUREN BOOTH gilad.co.uk Una delle tendenze più impressionanti dopo l’attacco della flottiglia è stata la velocità con cui la hasbara [Termine con cui lo stato di Israele descrive gli sforzi esercitati per giustificare la politica del suo governo, ndt] israeliana sia stata smascherata dai giornalisti del web. Gli audioclip manipolati, in cui amatori con finto accento arabo sibilano “Tornatevene ad Auschwitz” agli ufficiali navali israeliani, non ci hanno messo molto ad essere …

Leggi tutto »

SITUAZIONE ECONOMICA DISPERATA,

PEGGIOR BOLLA DI DEBITI DELLA STORIA MONDIALE: 50 STATISTICHE SULL’ECONOMIA STATUNITENSE A CURA DI THE AMERICAN DREAM La maggioranza degli statunitensi sa che l’economia USA è in cattive acque, ma ciò che la maggior parte di essi non sa è quanto davvero sia disperata la situazione finanziaria degli Stati Uniti. La verità è che ciò che stiamo vivendo non è una semplice “flessione” o “recessione”. Ciò che stiamo vivendo è l’inizio della fine della macchina economica più grande mai vista …

Leggi tutto »

ERDOGAN: MAI STATO UNO “YES MAN”

DI SAMI MOUBAYED Asia Times Nella sua autobiografia “In cerca di un’identità” Anwar Sadat ricorda che, quando era un bambino povero di un villagio sperduto, era solito recarsi nella Cairo cosmopolita e si intrufolava nei giardini reali nelle ore notturne, con il solo risultato di essere percosso dalle guardie del Re. Non avrebbe mai immaginato che un giorno avrebbe varcato le porte di quel palazzo per incontrare il re Farouk I in veste di ufficiale dell’esercito egiziano. Non avrebbe mai …

Leggi tutto »

DIALOGO SULLA VERIT E IL POTERE

DAVID TRESILIAN INTERVISTA NOAM CHOMSKY Al-Ahram Weekly Noam Chomsky, il professore conosciuto per il suo lavoro professionale nel campo della linguistica e della filosofia così come per le sue opere su questioni politiche e sociali, è stato a Parigi il fine settimana scorso su invito di Le Monde Diplomatique e del Collège de France. L’agenda dei suoi appuntamenti, divisa tra un seminario organizzato da Jacques Bouveresse, titolare della cattedra di Filosofia del Linguaggio e della Conoscenza presso il Collège de …

Leggi tutto »

VENEZUELA E GRECIA

DI MARK WEISBROT The Guardian Con la contrattura economica dell’ultimo anno (che ha del resto interessato la gran parte dei sistemi economici dell’emisfero occidentale), con i problemi legati a blackout elettrici e con il valore della moneta precipitato pesantemente nel mercato parallelo, le vicende della rovina economica del Venezuela stanno di nuovo facendo notizia. Il Washington Post, in un articolo di taglio editoriale, dice che il Venezuela è “avvolto in una crisi economica” e che “anni di interventi statali nell’economia …

Leggi tutto »

DEI BAMBINI MUOIONO A CAUSA DEI GANSTER DELLA BORSA

MICHEL COLLON INTERVISTA JEAN ZIEGLERmichelcollon.info/ Nei suoi libri, che hanno lasciato il segno sull’opinione pubblica, Jean Ziegler non ha mai smesso di denunciare il carattere assurdo e criminale delle politiche del capitalismo nei confronti dei popoli del terzo mondo. Egli è stato il referente speciale per il diritti all’alimentazione presso il Consiglio dei Diritti dell’Uomo delle Nazioni Unite, dal 2000 al 2008. Michel Collon l’ha intervistato a Ginevra sulla crisi, la Borsa, la fame, Obama, Israele… La crisi l’ha sorpresa …

Leggi tutto »

MARINALEDA – DOVE UN MONDO DIVERSO E MIGLIORE POSSIBILE

DI DOUGLAS HAMILTONCounterpunch A circa 100 Km a est da Siviglia si trova una cittadina di 2.700 persone chiamata Marinaleda. È una delle numerose città e paesi agricoli nella provincia di Siviglia, circondata da miglia e miglia di distese pianeggianti e agricole. Ciò che contraddistingue Marinaleda da qualunque altro posto in Spagna e, se possibile, anche in Europa è che per gli ultimi trent’anni è stata il centro di continue lotte per il lavoro e un luogo dove è emersa …

Leggi tutto »

ISRAELE STA PIANIFICANDO UN ATTO DISPERATO?

DI GORDON DUFFOnline Journal Israele ha ancora due bombe atomiche rubate che potrebbe usare per attaccare un porto Non importa quale sia la banda che ha preso il potere in Israele il piano truffaldino e’ sempre lo stesso: utilizzare vite Americane per dominare non solo il Medio Oriente ma anche l’Asia Centrale . A volte uno dei trucchi che utilizzano e’ la semplice storia dei ‘razzi sparati da Gaza’ o un’altra delle false cassette di Bin Laden. Pero’, come l’esperienza …

Leggi tutto »

LA LETALE CHIUSURA MENTALE DI ISRAELE

DI ILAN PAPPÉThe Independent Il crollo della reputazione di Israele dopo il brutale attacco alla flottiglia di Gaza probabilmente non influenzerà i leader del Paese. Ai vertici dei sistemi militare e politico di Israele vi sono due uomini, Ehud Barak e Benjamin Nethanyahu, responsabili dell’attacco alla flottiglia di Gaza che ha scioccato il mondo, ma che sembra essere salutato come un mero atto di autodifesa da parte del pubblico israeliano. Sebbene provengano dalla sinistra (il Ministro della Difesa Barak dal …

Leggi tutto »

LE DOMANDE DA UN MILIONE DI DOLLARI

A CURA DELLA AUSTRALIAN BROADCASTING CORPORATION John Clarke e Bryan Dawe calcolano il costo della crisi del debito europeo. Il video originale si trova a questo link. Trascrizione KERRY O’BRIEN, Presentatore: E’ il momento di John Clarke e Bryan Dawe, con alcune riflessioni sui problemi finanziari europei. BRYAN DAWE: Il tuo nome è Roger vero? JOHN CLARKE: Roger BRYAN DAWE: Ah, quello è il tuo nome? JOHN CLARKE: Roger

Leggi tutto »

KENNEDY, L'ARGENTO E LA FED

DI BIX WEIR24hgold.com Il 4 giugno 1963, il presidente John Kennedy firmò il decreto esecutivo N° 11110 che rendeva al governo americano il potere di emettere moneta senza passare per la Federal Reserve. Il decreto di Kennedy dava al Tesoro il potere di «emettere certificati sull’argento contro qualsiasi tipo di argento in lingotti, argento o anche dollari d’argento del Tesoro.» Ciò significava che per ogni oncia d’argento nelle casseforti del Tesoro americano, il governo avrebbe potuto mettere in circolazione una …

Leggi tutto »

KENNEDY, L'ARGENTO E LA FED

DI BIX WEIR24hgold.com Il 4 giugno 1963, il presidente John Kennedy firmò il decreto esecutivo N° 11110 che rendeva al governo americano il potere di emettere moneta senza passare per la Federal Reserve. Il decreto di Kennedy dava al Tesoro il potere di «emettere certificati sull’argento contro qualsiasi tipo di argento in lingotti, argento o anche dollari d’argento del Tesoro.» Ciò significava che per ogni oncia d’argento nelle casseforti del Tesoro americano, il governo avrebbe potuto mettere in circolazione una …

Leggi tutto »

IL PROBLEMA NON N LA GRECIA N LA SPAGNA, BENS LA GERMANIA

DI VICENÇ NAVARROEl Plural In questi giorni stiamo assistendo alla grande pressione che l’establishment europeo – il Consiglio Europeo, La Commissione Europea, la Banca Centrale Europea – e la maggior parte dei mass media stano esercitando sui Paesi periferici – Grecia, Portogallo, Spagna e Irlanda – per costringerli ad adottare politiche di austerità, riduzioni del disavanzo e del debito pubblico, abbassamento dei salari, col fine di uscire dalla Grande Recessione che l’eurozona sta attraversando. Il grande errore di questa strategia …

Leggi tutto »

IL PROBLEMA NON N LA GRECIA N LA SPAGNA, BENS LA GERMANIA

DI VICENÇ NAVARROEl Plural In questi giorni stiamo assistendo alla grande pressione che l’establishment europeo – il Consiglio Europeo, La Commissione Europea, la Banca Centrale Europea – e la maggior parte dei mass media stano esercitando sui Paesi periferici – Grecia, Portogallo, Spagna e Irlanda – per costringerli ad adottare politiche di austerità, riduzioni del disavanzo e del debito pubblico, abbassamento dei salari, col fine di uscire dalla Grande Recessione che l’eurozona sta attraversando. Il grande errore di questa strategia …

Leggi tutto »

LA VERIT DIETRO LA PROPAGANDA ISRAELIANA

DI ROBERT FISKThe Independent Sono ovviamente indignato verso uomini armati che assaltano navi in acque internazionali, uccidendo i passeggeri a bordo che tentano di resistere, e che poi costringono la loro nave a dirigersi nel porto dei dirottatori. Sto, ovviamente, parlando dei pirati somali che predano sulle navi occidentali nell’ Oceano Indiano. Come osano quei terroristi toccare le nostre navi inermi in alto mare? E come siamo nel giusto ad avere le nostre navi da guerra là per prevenire tali …

Leggi tutto »

LA VERIT DIETRO LA PROPAGANDA ISRAELIANA

DI ROBERT FISKThe Independent Sono ovviamente indignato verso uomini armati che assaltano navi in acque internazionali, uccidendo i passeggeri a bordo che tentano di resistere, e che poi costringono la loro nave a dirigersi nel porto dei dirottatori. Sto, ovviamente, parlando dei pirati somali che predano sulle navi occidentali nell’ Oceano Indiano. Come osano quei terroristi toccare le nostre navi inermi in alto mare? E come siamo nel giusto ad avere le nostre navi da guerra là per prevenire tali …

Leggi tutto »

LA PROSSIMA GUERRA IRANIANA

DI MJ ROSEMBERGThe Huffington Post Sta succedendo di nuovo. Le stesse forze – con alcune nuove aggiunte e meno alcuni disertori intelligenti – che hanno spinto gli Stati Uniti in una guerra inutile e mortale con l’Iraq, ora si stanno organizzando per la prossima guerra. Questa volta l’obiettivo è l’Iran, che, proprio come l’Iraq, si dice sia in procinto di creare armi di distruzione di massa. Inoltre, proprio come l’Iraq, il suo presidente è un probabile pazzo determinato a distruggere …

Leggi tutto »