Das schloss

COME IL WISCONSIN PU TRASFORMARE L’AUSTERIT IN PROSPERIT

POSSEDENDO UNA BANCA DI ELLEN BROWN WebofDebt.com Mentre gli stati lottano per far quadrare i bilanci, le pensioni pubbliche rischiano grosso; ma non dovrebbe essere necessariamente così. Gli stati possono mantenere intatti i loro fondi pensionistici con un “leverage” per tante volte quell’ammontare in prestiti, come fanno le banche di Wall Street. Possono farlo formando banche di loro proprietà, seguendo l’esempio del North Dakota, l’unico stato ad avere le sue proprie banche e un notevole attivo di bilancio. Gli impiegati …

Leggi tutto »

L'ESPERTO NUCLEARE ACCUSA: TOKYO NON DICE LA VERIT

A CURA DI RAINEWS24 Masashi Goto, in una conferenza stampa a Tokyo di cui da’ notizia la Bbc, ha detto che per il Giappone si prospetta una crisi gravissima, che uno dei reattori dell’impianto di Fukushima-Daiichi e’ “altamente instabile” e che le conseguenze di un’eventuale fusione sarebbero “tremende”. Un ex progettista di centrali nucleari giapponesi ha accusato il governo giapponese di non dire tutta la verita’ sulla situazione degli impianti atomici danneggiati dal terremoto. Masashi Goto, in una conferenza stampa …

Leggi tutto »

EGITTO: MOVIMENTI, CIA E MOSSAD

DI JAMES PETRAS DissidentVoice I limiti dei movimenti sociali I movimenti di massa che hanno forzato la rimozione di Mubarak, mostrano sia le forze, sia le debolezze delle ribellioni spontanee. Da una parte il movimento ha dimostrato la sua capacità di mobilitare centinaia di migliaia, se non addirittura milioni, di persone a sostenere una battaglia vincente, culminata con il rovesciamento del dittatore in un modo che la pre-esistente opposizione non era riuscita, o forse non voleva fare. Dall’ altra parte, …

Leggi tutto »

POVERT MONDIALE, SOMMOSSE PER IL CIBO E CRISI ECONOMICA

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY Global Research Estratto da: “The Global Economic Crisis: The Great Depression of the XXI Century” (“La crisi economica mondiale: la grande depressione del XXI secolo”). Mentre il governo tunisino è crollato sotto le proteste dei cittadini, fomentate in parte dal prezzo del cibo aumentato drammaticamente, con proteste che si diffondono in altre regioni del paese e nel mondo, questo estratto dell’ultima pubblicazione di Global Research, The Global Economic Crisis: The Great Depression of the XXI Century (“La …

Leggi tutto »

MICHELE GIUTTARI: SULL'OMICIDIO DI YARA NON TRASCUREREI

NESSUNA PISTA, NEPPURE QUELLA ESOTERICA” DI IGNAZIO DESSÌtiscali.notizie Brembate urla insieme all’Italia “prendete quella bestia”, in “nome della giustizia e non della vendetta”. Ma sul delitto della povera Yara Gambirasio restano molti punti interrogativi. Si tratta di un omicidio d’impeto, come sostengono certi organi di stampa, oppure delle conseguenze di un sequestro ben organizzato? Da una parte è probabile che la giovanissima ginnasta abbia seguito il suo assassino perché lo conosceva, dall’altra restano ancora dubbi sul movente e sul luogo …

Leggi tutto »

OBAMA ELARGISCE 36 MILIARDI DI DOLLARI AL NUCLEARE

DI HARVEY WASSERMAN freepress.org/ Il preventivo 2012 di Barack Obama rivela un’importante escalation nella guerra nucleare contro un futuro ecologico, i cui sostenitori passano già al contrattacco. Oltre a enormi tagli di bilancio nei programmi sociali e ambientali, Obama vuole 36 miliardi di dollari in prestiti garantiti per un settore nucleare che non è in grado di assicurare un adeguato “mercato” privato che finanzi nuove strutture. Nell’ultimo decennio, l’industria nucleare ha speso almeno 640 milioni di dollari per fare approvare …

Leggi tutto »

LA DISUGUAGLIANZA IN AMERICA PEGGIO CHE IN EGITTO, TUNISIA E YEMEN

FONTE: WASHINGTON’S BLOG I manifestanti egiziani, tunisini e yemeniti dicono tutti che la disuguaglianza è uno dei motivi principali per cui stanno protestando. Tuttavia, gli Stati Uniti hanno attualmente un grado di disuguaglianza assai maggiore rispetto ad uno qualsiasi di questi paesi. In particolare, il “coefficiente di Gini” – lo schema che gli economisti utilizzano per misurare la disuguaglianza – è più elevato negli Stati Uniti. I coefficienti di Gini sono come nel golf – più basso è il punteggio, …

Leggi tutto »

LE CONTRORIVOLUZIONI EMERGENTI IN TUNISIA ED EGITTO

DI MAHDI DARIUS NAZEMROAYAGlobal Research “Il Presidente Hosni Mubarak ha deciso di lasciare la carica di Presidente dell’Egitto e ha assegnato il compito di gestire gli affari del paese al consiglio superiore delle forze armate”, ha dichiarato Suleiman in un breve discorso televisivo. “Che Dio aiuti tutti”. I festeggiamenti si potevano sentire nelle strade del Cairo e anche prima che Suleiman terminasse il suo discorso. E anche se non c’era modo di sapere se l’esercito avesse garantito elezioni democratiche, la …

Leggi tutto »

IL LINGUAGGIO DELLA TIRANNIA

DI CHRIS HEDGES Truthdig Gli imperi comunicano con due linguaggi. Uno è il linguaggio degli imperativi. E’ il linguaggio degli ordini e della forza. Il linguaggio militarizzato disprezza la vita umana e celebra l’iper-mascolinità. Esige. Non fa alcun tentativo di giustificare l’evidente razzia di risorse naturali e benessere, o l’uso di violenza indiscriminata. Quando ad un checkpoint in Iraq viene trucidata una famiglia, ci si dice solo che sono “caduti”. L’altro linguaggio dell’impero è più delicato. Si avvale della dialettica …

Leggi tutto »

LA LOTTA DI CLASSE SOTTO ALTRO NOME

DI VICENÇ NAVARROPúblico Stiamo vivendo la valanga conservatrice-neoliberale guidata dal cancelliere Angela Merkel, che propone la realizzazione di riforme nell’eurozona, indirizzate a migliorare la competitività dei paesi che la compongono, sulla base di una riduzione dei salari e dei diritti dei lavoratori. Con tale atteggiamento si presuppone che la competitività dipenda soprattutto dai salari, in modo che la loro variazione al ribasso produrrà un aumento al rialzo della competitività, permettendo una discesa dei prezzi che renderà i prodotti più economici …

Leggi tutto »

IL FILOSOFO FRANCESE

DI GILAD ATZMON gilad.co.uk Che cosa fa di un uomo un filosofo? Probabilmente la capacità di puntare all’essenza delle cose quando si celebra l’amore della sapienza (philosophos). Anche se Bernard-Henri Lévy, si presenta come un filosofo francese, sembra che manchi di questa elementare capacità. A differenza di un vero filosofo, Levy si impegna in una piroetta senza fine, tipico di un agente dell’ Hasbara. Pochi giorni fa l’Huffington Post ha dato spazio al presunto ‘filosofo’ Levy.

Leggi tutto »

LEGGE DI PARETO, LEGGE DELLA DOMINAZIONE

DI GILLES BONAFI gillesbonafi.skyrock.com Ecco una legge fondamentale spiegata semplicemente e che è al cuore delle mie analisi economiche. Tutte le organizzazioni sociali dipendono da una legge matematica fondamentale, la legge di Pareto, o, meglio, la legge della dominazione, che prova che in un qualsiasi sistema organizzato, un piccolo numero di persone si impossessa sempre della quasi totalità delle ricchezze a scapito degli altri. Sul piano matematico, le rendite si ripartiscono così secondo una legge matematica decrescente ad andamento esponenziale. …

Leggi tutto »

ROGER WATERS, UOMO E ARTISTA ECCEZIONALE

DI SILVIA CATTORI Silviacattori.net In un mondo nel quale, dalla Palestina all’Iraq, passando per l’Afghanistan, tante vite innocenti sono quotidianamente brutalizzate da eserciti barbari, umiliate e private di ogni speranza, libertà e dignità umana, la voce di artisti integri che prestano il loro talento e il loro nome per dire no alla barbarie, è un faro di speranza. Roger Waters, il leggendario bassista, chitarrista e cantante dei mitici e ormai sciolti Pink Floyd, è uno di questi artisti dotati di …

Leggi tutto »

IL MONDO E' IN RIVOLTA. MA I REAZIONARI NON RIPOSANO MAI

DI JOHN KOZYGlobalresearch.ca Le popolazioni di molte nazioni stanno manifestando contro i propri governi. Alcuni sostengono che i popoli in rivolta stanno preparando una imminente rivoluzione mondiale. Sia la stampa conservatrice che quella progressista sono in subbuglio. Ma è molto più facile portare a termine una rivoluzione che costruire e mantenere un governo umano e funzionante. Le forze reazionarie non riposano mai e sono riuscite a cancellare la maggior parte delle rivoluzioni popolari durante la storia. I rivoluzionari devono riconoscere …

Leggi tutto »

I CERCHI NEL CIELO DI GAZA

DI YASMEEN EL KHOUDARYTarget.ps La gente ha preso a parlare di una nuova guerra. Essi ci dicono che i loro vicini-probabilmente sono troppo schivi per dire che, in effetti non si tratta dei vicini, ma dei loro stessi parenti-hanno cominciato a fare scorta di cibo, vestiti e candele, in preparazione della guerra imminente. “La gente è profondamente impaurita” ci dicono, usando “gente” invece di “noi”. Tutti -riferiscono notizie infondate e rumori assordanti -ci dicono che possono udire i tamburi di …

Leggi tutto »

RIVOLTE CONTRO IL GOVERNO COLPISCONO IL MONDO.L’AMERICA SAR LA PROSSIMA?

DI PAUL JOSEPH WATSON Propaganda Matrix Lo scontento globale causa un aumento vertiginoso dei prezzi degli alimenti mentre i regimi vengono rovesciati Il pianeta di trova in un ciclo senza fine di rivolte contro il governo da quando le sommosse che hanno colpito l’Europa lo scorso hanno si stanno diffondendo in un lampo in Medio Oriente e oltre, minacciando di aumentare gli scontri violenti e di forzare la mano delle autorità mentre il rischio di un novo massacro alla piazza …

Leggi tutto »

IL PICCO DEL PETROLIO STORIA

DI DMITRY ORLOV CultureChange.org Nota dell’editore: Dmitri Orlov è l’autore di “Reinventing Collapse”, basato sulle sue osservazioni dirette del collasso del Unione Sovietica e delle prospettive socioeconomiche degli Stati Uniti d’America. Il suo nuovo articolo descrive i fattori chiave fisici, sociali, politici ed economici che gli analisti dell’industria dell’energia devono prendere in considerazione nelle previsioni della produzione di petrolio, perché queste siano significative. “Il picco del petrolio è storia” è esclusivamente su CultureChange.org fino al 1° Novembre – JL La …

Leggi tutto »

TRASFORMA LE TUE “DAISY CUTTERS” IN MARGHERITE

DI MICKEY Z. Dissident Voice Le bombe di semi sono palle di suolo e concime compressi che sono state impregnate con sementi di fiori selvatici. Quando vengono gettate sui cantieri edili, sui lotti abbandonati etc., le bombe di semi diventano uno strumento di protesta e di lotta contro l’espansione urbana. Il BLU-82B o bomba “Daisy Cutter” [“taglia-margherite”, foto accanto al titolo. N.d.r.] è stata descritta come “la più grande bomba convenzionale esistente” ed ha una lunghezza di 17 metri e …

Leggi tutto »

IL GRANDE SFACELO: TUNISIA, EGITTO E IL CROLLO PROTRATTO DELL’IMPERO AMERICANO

DI NAFEEZ MOSADDEQ AHMED The Learning Machine La caduta del dittatore Ben Ali in Tunisia, sulla scia delle proteste di massa e di sanguinosi scontri nelle strade è stata ampiamente riconosciuta come indicativa di una maggiore trasformazione nel futuro della politica e della geopolitica per i maggiori paesi del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA). Ci sono pochi dubbi che l’esperienza della Tunisia abbia scatenato l’escalation di proteste senza precedenti in Egitto contro il regime di Mubarak. Il quesito …

Leggi tutto »

L'IMPOTENZA DELLE ELEZIONI

AMERICANI SENZA LAVORO, SENZA REDDITO, SENZA CASE, SENZA SPERANZA… DEL DR. PAUL CRAIG ROBERTS Global Research Nel romanzo storico Il gattopardo, Giuseppe di Lampedusa scrive che se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi. Questo è ciò che è accaduto il 2 novembre alle elezioni del Congresso negli Stati Uniti. La delocalizzazione dei posti di lavoro, che iniziò in larga scala con il crollo dell’Unione Sovietica, ha mescolato Democratici e Repubblicani in uno stesso partito, con nomi diversi. …

Leggi tutto »

L’IDOLATRIA DEL FUCILE NELLA CULTURA AMERICANA D’OGGI

DEL PROF. RODRIGUE TREMBLAYGlobal Reserach “Sosteniamo la causa di un’America libera dalla violenza armata, dove tutti gli americani vivono sicuri nelle loro case, a scuola, al lavoro e nelle nostre comunità. Come Brady Campaign lavoriamo per far promulgare ed entrare in vigore leggi, regolamenti e politiche pubbliche sulle armi attraverso un attivismo che parte dal popolo, sostenendo l’elezione di pubblici ufficiali che siano a favore di leggi contro le armi, e incoraggiando la pubblica consapevolezza della violenza armata”. Missione ufficiale …

Leggi tutto »

ZYGMUNT BAUMAN, UN PASSANTE IRLANDESE

DI MACIEK WISNIEWSKYLa jornada Semanal Intervista a Zygmunt Bauman, sociologo polacco, premio Principe delle Asturie per la Comunicazione e umanistica 2010 La Jornada Semanal dialoga con Zygmunt Bauman, sociologo polacco, Premio Principe delle Asturie per la Comunicazione e umanistica 2010, sulla speranza, il pessimismo, l’ottimismo e il destino dell’Europa. Spesso dipinto – anche da se stesso – come un pessimista, Bauman riesce a combinare lo scetticismo dell’analisi con l’ottimismo dell’azione; riluttante nel fare predizioni, non ha mai rinunciato alla speranza. …

Leggi tutto »

DA QUALE SCIMMIA DISCENDE L’UOMO?

DI GUSTAVO DUCH GUILLOTGalicia Hoxe Vi presento il mio ultimo lavoro di “Etologia Comparata Giornalistica”, che come vedrete, apporta nuovi dati per decifrare la storia evolutiva della specie umana. Etologia perché analizza il comportamento di qualche essere vivente; comparata, perché visto che mi hanno sempre insegnato che confrontare è maleducazione, un po’ di disobbedienza può farci solo che bene; e giornalistica perché gli esperimenti in questione li ho realizzati stando comodamente seduto davanti ai giornali, aspettando che le notizie arrivassero …

Leggi tutto »

QUANDO I SERVIZI SEGRETI INGLESI PROPONEVANO DI RAPIRE I DIRIGENTI DI HAMAS…

DI GREGG CARLSTROMAl jazeera Il governo britannico ha fornito un sostegno finanziario a due forze di sicurezza di Fatah, sebbene note per ricorrere alla tortura. I documenti palestinesi rivelano che il governo britannico ha giocato un ruolo importante nell’equipaggiamento e finanziamento delle forze di sicurezza palestinesi, tra le quali molteplici sono state compromesse dal ricorso alla tortura e altri abusi. Più incredibile ancora, il servizio d’informazione britannico MI-6 ha proposto di rapire i membri di Hamas e della Jihad Islamica …

Leggi tutto »

QUESTA VOLTA NON C’ UN’ARCA DI NO, CI SALVIAMO O MORIAMO TUTTI

DI DANIELA PASTRANAipsonoticias.net “Il mercato non può risolvere la crisi ambientale”, dice il teologo ed ecologista Leonardo Boff, professore dell’Università brasiliana dello Stato di Rio de Janeiro. La soluzione, insiste, è nell’etica e nella battaglia delle popolazioni autoctone per cambiare la relazione con la natura.” Boff, che insegna Etica, Filosofia della Religione ed ecologia, è uno dei principali rappresentanti della Teologia della Liberazione, corrente progressista della Chiesa Cattolica nell’America Latina, e ha scritto più di 60 libri e dedicato gli …

Leggi tutto »

RIDIMENSIONARE O CAMBIARE ? UNA CONVERSAZIONE CON NOAM CHOMSKY

DI MICKEY Z. Dissident Voice Se da una parte Noam Chomsky non ha bisogno di presentazioni, ciò non significa che un’intervista a lui debba per forza seguire uno schema. Perciò dopo averlo visto in un video titolato Are We Running Out of Oil?(Il petrolio sta finendo?) ho deciso di intraprendere una conversazione sul futuro…o forse sulla mancanza di un futuro. Cosa può succedere se gli attivisti non si dovessero dare una mossa e provocare cambiamenti radicali al modo in cui …

Leggi tutto »

TRAFFICO D'ORGANI IN KOSOVO

GRAVI ACCUSE A HASHIM THAÇI, ATTUALE PRESIDENTE DEL KOSOVO. DI SILVIA BELLOTTIComedonchisciotte Il senatore svizzero Dick Marty ha presentato all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa il suo rapporto sul presunto traffico d’organi umani gestito dall’Esercito di Liberazione del Kosovo (Uçk) tra il 1999 e il 2000. Le ventotto pagine del rapporto sono il risultato di un’inchiesta frutto di un paziente e difficile lavoro, durato due anni, in cui il rapporteur Marty ha assolto il compito affidatogli dall’Assemblea di fare luce sulle …

Leggi tutto »

IL SISTEMA DI BACKUP DELLE COMUNICAZIONI E’ STATO MIRACOLOSAMENTE AVVIATO

IN “MODALITA’ DI ESERCITAZIONE” E PRONTO PER L’USO L’11 SETTEMBRE A CURA DI 9/11 BLOGGER Uno speciale backup network che permette le comunicazioni tra gli uffici militari e governativi durante le emergenze e’ stato ‘miracolosamente’ avviato il giorno prima del l’11 settembre, cosi’ che fosse gia’ in funzione quando sono successi gli attacchi terroristici a New York e al Pentagono. Il servizio Speciale di Routing (SRAS) e’ stato, avviato, per ragioni sconosciute, il 10 Settembre 2001, e dunque era pronto …

Leggi tutto »

LE FANTASIE TECNOLOGICHE DI EVO MORALES: LE CONSEGUENZE DELLA MODERNIZZAZIONE

DI CHELLIS GLENDINNINGCulture Change Cochabamba, Bolivia. Il 22 Gennaio 2006, l’appena eletto Presidente Evo Morales fece una sfilata esuberante per le strade di La Paz per unirsi alla schiera di sostenitori che lo attendevano in Plaza de los Héroes. Lo scrittore uruguayano Eduardo Galeano annunciò alla folla euforica che questo evento storico aveva segnato “la fine della paura”. Il Vice-presidente Alvaro Garcia urlò che, con il nuovo governo, i boliviani poveri avrebbero avuto pari opportunità. E il Presidente Morales dichiarò …

Leggi tutto »

2011. CRISI DEL CAPITALISMO EGEMONICO. IMPOVERIMENTO,

FAME E MAGGIORE VULNERABILITÀ DELLE ZONE DI VITA DI JULES DUFOURmondialisation.ca 2010. Un anno in cui l’economia mondiale reale è stata gravemente colpita dalla crisi finanziaria. Le economie dei paesi ricchi sono state profondamente indebolite da elevati deficit di bilancio e pesanti debiti nazionali. Molti di essi si sono quindi trovati in una situazione che li ha obbligati a tagliare la spesa pubblica, mettendo in pericolo i programmi sociali. Nel febbraio 2010, un anno dopo l’analisi prospettica del Laboratorio europeo …

Leggi tutto »