Home / Das schloss (pagina 23)

Das schloss

UN POGROM ANTIPALESTINESE A HEBRON

A CURA DI ISLAMONLINE.NET Un’innocente donna palestinese urlava per chiedere aiuto mentre dei coloni mascherati circondavano la sua famiglia cercando di linciarli. “È un pogrom nel senso peggiore della parola”, ha scritto venerdì cinque dicembre su Haartez lo scrittore israeliano veterano Avi Issacharoff. Issacharoff si è unito ad un gruppo di giornalisti nel coprire gli assalti dei coloni israeliani su un’innocente famiglia palestinese nella città Cisgiordana di Al-Khalil (Hebron) dopo che questi erano stati sfrattati dalla casa di proprietà della …

Leggi tutto »

LA TEORIA DEI CICLI DI KONDRATIEV SPECCHIO DELLA CRISI ECONOMICA GLOBALE

DI ALEXANDER AIVAZOV E ANDREJ KOBYAKOV RpmMonitor L’economia globale è davanti a una “onda lunga” di recessione La teoria dell’onda lunga di Kondratiev viene ricordata solo nei casi di crollo La crisi finanziaria che è scoppiata negli Stati Uniti e che dopo ha coinvolto tutto il mondo, richiede adeguate misure da parte della comunità globale. Ma quali azioni dovrebbero essere considerate adeguate in questo caso? Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima identificare le vere ragioni sottostanti che hanno creato …

Leggi tutto »

MUMBAI: UNO DEGLI ARRESTATI APPARTIENE A UNA RETE SEMI-UFFICIALE

DI AGENTI ANTITERRORISMO” A CURA DI ASSOCIATED PRESS Srinagar (India), 6 dic. (Ap) – E’ un agente della polizia anti-terrorismo uno dei due indiani arrestati oggi nell’ambito delle indagini sugli attentati di Mumbai del 26 novembre scorso. Lo ha riferito un alto responsabile della polizia del Kashmir indiano, precisando che l’uomo, identificato come Mukhtar Ahmed, al momento dell’arresto era in missione. Il responsabile ha spiegato che Ahmed lavora per una rete semi-ufficiale di agenti anti-terrorismo che arruola fra le sue …

Leggi tutto »

L’ARCHITETTURA DEL TERRORE: TRACCIANDO LA RETE ISRAELIANA DIETRO L’11/9

PARTE II DI CRISTOPHER BOLLYN L’INCREDIBILE PROFEZIA DI HAREL SULL’11/9 Quando Evans domandò dove avrebbero colpito i terroristi arabi, Harel rispose: “Secondo la teologia islamica, il simbolo fallico riveste molta importanza. Il vostro simbolo fallico più grande è New York City, ed il vostro palazzo più alto, sarà il simbolo che loro colpiranno” . Come poteva saperlo nel ’79, se non essendo complice del complotto? “Isser Harel predisse 21 anni fa che il palazzo più alto di New York sarebbe …

Leggi tutto »

LO STRANO CASO DI HEMANT KARKARE, SUPERPOLIZIOTTO UCCISO A MUMBAI

A CURA DI 911BLOGGER Tra le tante persone uccise a Mumbai la scorsa settimana vi erano alcuni dei maggiori funzionari dell’antiterrorismo della città. Hemant Karkare, capo della Squadra Anti-terrorismo indiana (ATS) è stato il personaggio più importante ad essere ucciso in azione, e la sua storia è doppiamente significativa per coloro che visitano questo sito, perché egli era a metà dell’opera nello svelare un attacco terroristico false flag (che era avvenuto il 29 settembre 2008) e di cui furono inizialmente …

Leggi tutto »

IL MASSACRO DI MUMBAI E' OPERA DI ESTREMISTI HINDU?

A CURA DEL PAKISTAN DAILY E’ strano che nessuno dei media, televisione o stampa, abbia ripreso questa storia. O l’hanno deliberatamente nascosta? Guardate la foto di uno dei terroristi qui in basso. Notate sulla sua mano destra la banda/filo arancione. Legarsi un filo o una corda arancione attorno al polso è una pratica Hindu ed è improbabile che un musulmano, specialmente così politicizzato da compiere un attacco come questo, avrebbe osservato tale pratica. Penso che ciò fornisca ulteriori prove che …

Leggi tutto »

IL TRATTATO DI LISBONA. LA RIVINCITA DEI TEMPLARI

E LA MALEDIZIONE DI JACQUES DE MOLAY DI PAOLO FRANCESCHETTIPaolofranceschetti.blogspot.com La vendetta dei templari e la maledizione di Jaques de Molay. Ovvero: breve storia della massoneria dal 1300 al Trattato di Lisbona. Sommario. 1. Il Trattato di Lisbona. Introduzione. 2. La nascita e la fine dei templari. 3. L’età di mezzo. I templari e i Rosacroce fino al 1800. 4. La distruzione della Chiesa Cattolica. 5. La distruzione degli stati sovrani. 6. Considerazioni conclusive. 7. Bibliografia. 1. Il Trattato di …

Leggi tutto »

OBAMA E LA GRANDE DEPRESSIONE

DI MICKEY Z. No, non intendo quella Grande Depressione. Sto parlando dell’inevitabile momento – forse la prossima settimana, forse il prossimo anno – in cui l’effetto del Kool Aid svanirà e i ciechi sostenitori di Obama si sveglieranno per rendersi conto che il loro eroe non si avvicina nemmeno alla speranza o al cambiamento. I discorsi calcolati attentamente – sempre riempiti da frasi vuote – non saranno più sufficienti a placare una popolazione disperata e maltrattata e gli Obamiani riconosceranno …

Leggi tutto »

ALCUNE COSE SONO PIU' GRANDI DI NOI

DI MICKEY Z. Online Journal Non chiedere il cambiamento, sii il cambiamento. “Una delle cose buone del fatto che tutto sia fottuto – che la cultura sia distruttiva in ogni dove – non importa dove tu guardi, non importa quali siano i tuoi doni, non importa dove stia il tuo cuore – è il fatto che ci sia un lavoro buono e disperatamente importante da essere svolto”. Derrick Jensen Nel 1850 passò la legge sugli schiavi fuggitivi e da quel …

Leggi tutto »

NANOTECNOLOGIA: LA NUOVA MINACCIA PER IL CIBO

DI GEORGIA MILLER Friends of the Earth Prosieguo dell’ingegneria genetica, la nanotecnologia rappresenta l’ultimo tentativo dell’alta tecnologia di infiltrarsi nelle nostre provviste alimentari. Scienziati autorevoli hanno ammonito che la nanotecnologia, la manipolazione di materia alla scala di atomi e molecole, introduce nuovi e seri rischi per la salute umana e ambientale. Tuttavia, in assenza di un dibattito pubblico o di una supervisione da parte di enti di vigilanza, cibi non contrassegnati, prodotti utilizzando la nanotecnologia, hanno iniziato ad apparire sugli …

Leggi tutto »

COS'E' CHE SPINGE GLI IMMIGRATI CLANDESTINI

DI LINDA S. HEARDOnline Journal In Europa c’è una mancanza di comprensione per gli immigranti clandestini che sacrificano tutti i loro risparmi e rischiano la vita attraversando il mare su barche sgangherate o che si introducono illegalmente in Inghilterra all’interno di container senz’aria. Anche quelli che raggiungono sani e salvi le loro destinazioni vengono comunque espulsi o messi dentro o fatti sentire come dei cittadini di serie B, considerati dalle popolazioni locali come potenziali criminali o portatori di malattie, che …

Leggi tutto »

CON AMICI COME QUESTI…

DI TOM HODGKINSON The Guardian Facebook ha 59 milioni di utenti – e due milioni di nuovi iscritti ogni settimana. Ma tra questi non troverete Tom Hodgkinson che rilascia volontariamente i propri dati personali; non ora che conosce la politica delle persone che stanno dietro questo sito di social networking. Io disprezzo Facebook. Questa azienda statunitense di enorme successo si descrive come «un servizio che ti mette in contatto con la gente che ti sta intorno». Ma fermiamoci un attimo. …

Leggi tutto »

VI HANNO FREGATO DI NUOVO?

DI PAUL CRAIG ROBERTS Counterpunch Non sarà Obama a cambiere le cose: il cambiamento che sta arrivando è la fine dell’impero americano e del Nuovo Secolo Americano Se il cambiamento che il presidente eletto Obama ha promesso comprende la fine delle guerre di aggressione Usa e la fine del furto ai danni dei contribuenti da parte dei potenti interessi finanziari, come si spiegano le scelte di Obama in merito ai consiglieri di politica estera ed economica? Infatti, la scelta di …

Leggi tutto »

IL PROBLEMA DEL PATRIOTTISMO

DI JAMES ROTHENBERG "Il patriottismo è la propria convinzione secondo la quale questo Paese è superiore agli altri Paesi perché ci si è nati" George Bernard Shaw Rimarremmo sconvolti se le prime parole pronunciate da un bambino fossero [le seguenti]: "Sono orgoglioso di essere bianco!". Anche se il bambino ha aspettato abbastanza per imparare una o due cose sulla vita, vi è comunque qualcosa di sconvolgente in questa affermazione. Qualora vi sia un riconoscimento particolare per sentirsi onorati di far …

Leggi tutto »

L'ECONOMIA GLOBALE E' UN ERRORE?

IGNACY NOWOPOLSKI INTERVISTA PAUL CRAIG ROBERTSCounterpunch Secondo una definizione di base un’economia è la realizzazione di un sistema sociale composto di produzione, scambio, distribuzione e consumo di beni e servizi di una nazione o di un’altra area. Può fornirci una breve valutazione del contributo del sistema finanziario moderno alle funzioni sopra citate? PCR Un sistema finanziario mette insieme gli investitori con i risparmiatori e maggiori guadagni con maggiori rischi. Quando esso diventa globale, un cattivo comportamento da parte del paese …

Leggi tutto »

LA VERA TRAGEDIA DELLA CRISI FINANZIARIA E' CHE LA GENTE MORIRA'

DI TOM KOSTIGEN MarketWatch La dura realtà del crollo economico non è il fatto che l’idraulico Joe non potrà acquistare la sua azienda, o che i fondi pensione della gente si stanno perdendo o che la disoccupazione aumenta; la cruda verità è che la gente morirà. Già con l’aumento dei prezzi del cibo, 100 milioni di persone sono state spinte alla povertà, secondo la Banca Mondiale, con altri 2 miliardi di persone sull’orlo della catastrofe. Ricordiamoci che quasi metà della …

Leggi tutto »

LA PSICOLOGIA DEL RIFIUTO NELL’ERA DEL CONSUMISMO

DI JOHN JAMESCountercurrents.org Il Dottor James Lovelock è ora ottantenne. Molti anni fa egli coniò il termine Gaia per descrivere come l’aria, l’oceano ed il suolo siano allo tesso modo parte della vita come ogni altra cosa vivente. Egli comprese che la combinazione di ogni cosa crea un singolo, grande sistema vivente che conserva la Terra nelle condizioni più favorevoli per la vita. Alla fine dell’anno scorso ha tenuto una conferenza presso la Royal Society di Londra, dove ha affermato: …

Leggi tutto »

SOPRAVVIVERANNO I PIU’ BUONI ?

FONTE: CLUB ORLOV Periodicamente mi trovo bombardato da un certo tipo di domanda: Quale sarà l’ora del collasso? Quanto siamo lontani? E’ lontano 5, 50 o 500 anni? E non importa quanti avvisi pubblichi, le domande continuano a tornare. Se si da ascolto a estremisti zoticoni come Alan Greenspan, sembriamo essere nel mezzo di un collasso finanziario. Quando avrà fatto il suo corso, la strana idea che sia possibile, o anche desiderabile, una crescita economica senza fine su un pianeta …

Leggi tutto »

IL MISTERO DEI ROSACROCE. E LA ROSA ROSSA

DI PAOLO FRANCESCHETTIPaolofranceschetti.blogspot.com 1. Premessa. 2. I Rosacroce. 3. La Rosa Rossa o Golden Dawn. 4. Il problema dei Rosacroce. Il rapporto con il Cristianesimo. 5. Gli omicidi della Rosa Rossa. 6. Il sistema della Rosa Rossa. 7. La Rosa Rossa nel cinema nella letteratura e nelle arti. 8. Conclusioni. Il mistero dei Rosacroce. 9. Bibliografia. 1. PremessaAbbiamo spesso parlato in questo blog dei delitti della Rosa Rossa. A partire dai delitti del mostro di Firenze, per passare da Pantani, …

Leggi tutto »

COLLASSO ECONOMICO ED ECOLOGIA GLOBALE

DEL DR. GLEN BARRYCountercurrents.org Assodato ormai il generale fallimento nel perseguimento di strategie politiche sufficientemente in grado di capovolgere il deterioramento della biosfera ed evitare il collasso ecologico, il meglio che si può fare è sperare che un sistema economico basato sulla crescita possa rompersi il prima possibile. L’Umanità e la Terra si trovano oggi ad affrontare un grandissimo enigma: quello delle politiche climatiche che beneficiano di un sostegno politico soltanto in tempi di una crescita economica rapida. Eppure questo …

Leggi tutto »

ECONOMIA: L'ITALIA E' IL PAESE CHE E' PIU' NEI GUAI?

DAL GEORGE WASHINGTON’S BLOG Ci sono più credit default swaps* scommessi contro l’Italia che contro qualunque altro paese al mondo, tranne la Turchia [vedi tabella in fondo all’articolo, N.d.r.]. Bloomberg scrive: La Spagna e l’Italia sono tra i paesi europei maggiormente colpiti, con i dati governativi che mostrano che entrambe le nazioni sono nella morsa di una recessione. “Ci sono stati grandi cambiamenti nella qualità del credito di Spagna e Italia, e l’acquisto di credit-default swaps è una scommessa-rifugio in …

Leggi tutto »

NON DITE A MIA MADRE CHE LAVORO ALLA CASA BIANCA

LEI CREDE CHE SUONI IL PIANOFORTE IN UN BORDELLO DI WILLIAM BLUMKilling Hope La campagna presidenziale repubblicana ha cercato di dare grande importanza al fatto che Barack in un certo periodo ha frequentato Bill Ayers, negli anni ’60 un membro dei Weathermen, impegnati in attentati dinamitardi politici. Il governatore Palin ha accusato Obama di “fare amicizia con dei terroristi”, anche se il legame di Ayers con i Weathermen durante il periodo di loro attentati negli USA contro la guerra del …

Leggi tutto »

USA: IL FURTO DI VOTI, L’ULTIMA ARMA DEI REPUBBLICANI

DI LUCA MAZZUCATOAltrenotizie.org NEW YORK. “Se i democratici vogliono vincere le elezioni presidenziali, non dovranno semplicemente battere McCain nei seggi; dovranno batterlo con un margine superiore al livello di irregolarità messe in pratica dai repubblicani.” Questa è la conclusione dell’inchiesta sulle frodi elettorali repubblicane, pubblicata sull’ultimo numero di Rolling Stone. Così si spiegano i pressanti appelli al voto di Obama e di tutti i democratici, che nonostante otto punti di vantaggio nei sondaggi insistono sulla necessità di una larghissima affluenza …

Leggi tutto »

QUANTO CONTANO REALMENTE LE DIFFERENZE TRA OBAMA E BUSH?

DI ANDREW GEBHARDTCounterpunch Obama non è identico a Bush e McCain, e le sue differenze, sia retoriche che reali, contano: quanto contino dipende dalla vostra prospettiva. Negli Usa viviamo in una cachistocrazia, una società governata dai suoi peggiori elementi. In questa terra di latte e miele lo schifo sale a galla. Se l’amministrazione Bush è la dimostrazione di questa velenosa verità, molti sperano che una presidenza di Obama fornisca l’antidoto. Nella sua storica campagna elettorale, il termine “speranza” è stato, …

Leggi tutto »

12 RAGIONI PER RIFIUTARE OBAMA E APPOGGIARE NADER/MCKINNEY

DEL PROF. JAMES PETRAS Global Research Le elezioni e la responsabilità dell’intellettuale di dire la verità in faccia al potere Le elezioni presidenziali negli Usa, ancora una volta, ci forniscono una prova cruciale dell’integrità e della condotta coerente degli intellettuali Usa. Se è dovere e responsabilità dell’intellettuale pubblico di dire la verità in faccia al potere, le recenti affermazioni di gran parte dei nostri noti e prestigiosi polemisti pubblici hanno miseramente fallito. Invece di sottolineare, mostrare e denunciare le politiche …

Leggi tutto »

L’ARCHITETTURA DEL TERRORE: TRACCIANDO LA RETE ISRAELIANA DIETRO L’11/9 PARTE I

DI CRISTOPHER BOLLYN Questo capitolo dedicato a “Solving 9-11” (“Risolvendo l’11/9”, ndt), ha il compito di svelare il ruolo svolto dalla rete criminale israelo-sionista, che le prove collocano dietro al crimine del secolo. Le informazioni, provenienti da materiale di dominio pubblico, supportano fortemente la tesi secondo la quale, ufficiali maggiori dell’agenzia d’intelligence militare israeliana, furono gli architetti di quell’attacco false flag [sotto falsa bandiera n.d.r.] che è stato l’11 settembre. “Ma ora, a quasi sette anni dall’11 settembre, il tempo …

Leggi tutto »

COME IL PIANO DI SALVATAGGIO INCREMENTERA' I BONUS A WALL STREET

DI STEPHEN GANDEL Time Magazine A Wall Street lo Zio Sam ha un nuovo nome, “Sugar Daddy”. I bonus per i trader e i banchieri d’affari sono previsti in caduta del 40% quest’anno. Ma a detta degli analisti e dei consulenti del lavoro la flessione sarebbe molto più grave, forse pari al 70%, se non fosse per gli sforzi del governo atti a sostenere le società finanziarie. “La paga di fine anno a Wall Street sarà più alta di quanto …

Leggi tutto »

“IL TOTALITARISMO INVERTITO”, COME GLI USA (E L’OCCIDENTE) VENGONO CONTROLLATI

DI CHALMERS JOHNSON Alternet “E’ possibile che una forma di totalitarismo, differente da quello classico, evolva da una democrazia ritenuta ‘forte’ invece che da una ‘fallita’“: un commento su “Democracy Incorporated” di Sheldon S. Wolin. Non è una novità che gli Stati Uniti si trovino in guai seri. La guerra preventiva che hanno lanciato contro l’Iraq più di cinque anni fa è stata ed è un errore di proporzioni monumentali— un errore che gran parte degli americani ancora non riesce …

Leggi tutto »

CHOMSKY, ZINN E OBAMA

DI MICKEY Z. “Dopo che pianti un coltello nella schiena di qualcuno per nove pollici, e lo tiri fuori di sei pollici, non dici che stai facendo progressi“. Malcolm X Si avvicina un altro Election Day e mi sono ricordato di qualcosa che l’ormai defunto dissidente pakistano Eqbal Ahmad aveva detto di Noam Chomsky nel libro “Confronting Empire” (2000) [“Sfidando l’impero” n.d.t.]: “Chomsky non ha mai esitato. Non è mai caduto nella trappola di dire ‘ Clinton farà meglio’. Oppure …

Leggi tutto »

COLPO DI STATO?

DI SOLANGE MANFREDIPaoloFranceschetti Blog Premessa.Posti di lavoro a rischio, scioperi, agenti provocatori tra i manifestanti, scontri e l’immancabile accusa alla sinistra. La strategia della tensione è iniziata così più di 40 anni fa. Oggi la storia si ripete.Ed allora bisogna domandarsi: chi manovra i fili cosa sta preparando? La risposta non può che venire dall’analisi dei fatti e dalla conoscenza di quanto è successo in passato…visto che il meccanismo adottato pare essere sempre lo stesso. Facciamo, quindi, un’analisi parallela tra …

Leggi tutto »