Home / ComeDonChisciotte / ALTO FUNZIONARIO CINESE PRESAGISCE L'ALLONTANAMENTO DAL DOLLARO

ALTO FUNZIONARIO CINESE PRESAGISCE L'ALLONTANAMENTO DAL DOLLARO

DI STEPHEN C. WEBSTER
Raw Story

Stando a quanto pubblicato in un documento, la Cina starebbe gradualmente assumendo un atteggiamento circospetto nei confronti della fornitura crescente di dollari, tanto da voler finanziare le nuove iniziative, sopratutto relative alle energie verdi, attraverso diversi tipi di valori quali ad esempio l’oro, l’euro e lo yen.

“Noi confidiamo in un cambio nella politica monetaria statunitense non appena si avranno segnali positivi di crescita”, ha dichiarato Cheng Siwei, ex vicepresidente del Comitato permanente, scrive il The Telegraph.

“Se, al contrario, continueranno a stampare moneta per comprare titoli di Stato”, ha continuato Siwei, “ciò porterà a fenomeni inflazionistici, e dopo un anno o due ci saranno pesanti ricadute sul dollaro. Ad oggi, la maggior parte delle nostre riserve sono in titoli di Stato statunitensi e ciò non cambierà nel prossimo futuro, ma ciò non toglie che potremmo iniziare a diversificare le nostre riserve addizionali comprando euro, yen o altre valute”.Siwei ha inoltre confermato che la Cina è particolarmente interessata all’acquisto di oro, ma ha puntualizzato che ne comprerà con circospezione per non agitare il mercato.

“Fino a che essi (la Cina) venderanno dollari e compreranno oro, yen o euro, non può che esserci un movimento al ribasso per il dollaro statunitense”, ha scritto Edward Harrison in un rapporto economico su RGE Monitor.

“Non ci si può basare sulle parole di un alto funzionario cinese per comprendere le politiche della Cina”, ha aggiunto, “e Cheng non ha mai detto che i cinesi stanno attivamente diversificando le proprie riserve allontanandosi dal dollaro. Ciò nonostante, sono molti i funzionari cinesi che ormai da diversi mesi si lamentano della linea ribassista del dollaro, per cui sono portato a credere che le loro parole saranno seguite prima o poi da azioni”.

Tuttavia, alcuni sostengono che la Cina abbia già iniziato tale diversificazione.

“Il Commento di Siwei dipinge esattamente ciò che l’osservazione dell’andamento del mercato dell’oro sembra suggerire”, sostiene AmbroseEvans-Pritchard in una edizione del Telegraph. “Ogni volta che c’è un andamento al ribasso dell’oro, entra in gioco una potente forza sconosciuta che acquista”.

“Per lungo tempo gli investitori hanno sospettato che si trattasse della Cina. Successivamente, abbiamo scoperto che Pechino ha in effetti raddoppiato le sue scorte di oro, fino ad arrivare a 1054 tonnellate. Prima il fatto compiuto, poi l’annuncio”.

Il Business Insider ha aggiunto: “sarà un processo lento e il paese non ama comprare in modo massiccio, in quanto distorcerebbe oltremodo il mercato, ma senza dubbio continuerà ad accumulare il prezioso metallo”.

Lunedi scorso i tassi di cambio per l’oro hanno battuto un record di sei mesi, a 995.19 dollari all’oncia, mentre alcune analisti prevedono che esso si apprezzerà fino a superare i 1000 dollari molto presto.

“Il fattore sottostante è sempre il dollaro”, ha dichiarato Dan Smith, un analista della Britannica Standard Chartered Plc, come riporta Bloomberg News. “Se ci sarà una caduta del dollaro, essa potrebbe innescare un forte rialzo dell’oro”.

Domenica scorsa, i presidenti delle banche centrali dei paesi più potenti del mondo, su richiesta degli USA, hanno concordato di rafforzare la struttura degli accordi “Basilea II”. Hanno inoltre deciso di dare più poteri al “supervisore globale” delle imprese finanziarie, con l’intento esplicito di creare un mercato più resistente alle scosse economiche e finanziarie.

La Cina detiene più di 2 trilioni di riserve in dollari statunitensi.

Aggiornamento: a causa delle paure sull’affondamento del dollaro, l’oro ha già superato i 1000 dollari l’oncia

Titolo originale: “Top Chinese official signals move away from dollar

Fonte: http://rawstory.com
Link
07.09.2009

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di GIOVANNI PICCIRILLO

Pubblicato da Das schloss

  • 2novembre

    qualsiasi persona di buon senso , che non sia uno speculatore interessato , si allontana dal dollaro. I cinesi sono forse un po’ naif, ma non stupidi.

  • Sassicaia

    Tutti gli economisti indipendenti asseriscono che il dollaro e’ finito,bisogna
    solo accordarsi sul significato da attribuire all’aggettivo indipendente.

  • nuovobiopresto

    chi vivrà vedrà………..

  • redme

    Saddam verso la fine degli anni 80 propose di vendere petrolio in ECU…
    e si scavò la fossa…

  • LucaV

    Ma l’oro non era una barbarie??? Eppure sempre lì si finisce quando si scopre che la carta straccia (a debito o a credito, fate vobis!) serve, in ultima istanza, solo per pulirsi il sedere.

    In gold we trust!

    Se la nuova moneta globale viene ancorata all’oro (ma non credo!) ci sto!

  • maumau1

    lo hanno proposto anche Venezuela,Iran,Siria etc..
    tutti divenuti stati canaglia..
    l’ha proposto anche la Russia..non per nulla la Palin la voleva bombardare..
    lo hanno fatto dire a lei ma molti lo pensano..anche a costo di dimezzare
    la popolazione USA….(a causa della risposta sovietica!)

    ciao

  • ericvonmaan

    Volevo ricordare a tutti il PUNTO FONDAMENTALE, al di là dell’oro o non oro (per i cinesi è solo un bene di investimento, come le materie prime o la terra coltivabile che infatti stanno acquistando a più non posso):
    1) LA BANCA CENTRALE CINESE E’ STATALE
    2) LA LORO MONETA VIENE EMESSA DALLO STATO SENZA DEBITO PUBBLICO
    3) LE POLITICHE MONETARIE SONO GESTITE DAL GOVERNO
    Quando ci metteremo in testa che il PROBLEMA nostro è la sovranità monetaria e le connesse politiche IN MANO AI PRIVATI??
    Ma proprio non c’è nessun politico o intellettuale che cominci a parlarne?

  • LucaV

    E sempre al solito punto stai…ed io non perdo più tempo a risponderti.

  • nuovobiopresto

    questa è solo un’ipotesi. mettiamo che qualcuno riesca a fabbricare l’oro…..

  • LucaV

    Leggi:

    http://www.usemlab.com/index.php?option=com_content&view=article&id=374:il-falso-problema-del-signoraggio&catid=21:scuola-austriaca-di-economia&Itemid=51

    E vediamo se capisci che se la banca centrale è statale o privata sempre in culo al cittadino va.

  • maumau1

    altro che politico che si metta in testa di riprendersi la sovranità monetaria(per altro cederlo ad ente straniero,come la BCE,o ad ente privato qualsiasi come Banca Italia,ossia in primis Unicredit e Banca Intesa,che ne detengono il 60% dell’azioni, era reato di alto tradimento fino al 2006 punibile con l’ergastolo poi depenalizzato nel 2006 dal ministro Castelli in una semplice multa,mentre subito dopo,fine 2006,in perfetto tandem destra-sinistra,Prodi cambia lo statuto di Banca Italia,l’articolo 3 che affermava che la maggioranza di banca italia doveva essere pubblica..
    quindi ora lo stato azionario è conforme allo statuto ,ma non alla costituzione che attribuisce allo stato la sovranità fiscale,territoriale e monetaria,quindi la modifica dello statuto è anticostituzionale ma nessuno l’ha fatto notare,manco la corte costituzionale!)
    si fa invece di tutto per nascondere come faccia la Cina a crescere in tempi di deflazione(ossia quando c’è meno moneta del PIL,ossia carenza di liquidità ) ossia stampando moneta pubblica senza interesse e ne stampa quanta ne serve alla economia..che infatti cresce..
    da noi invece ce ne è quanto ne serve alle banche..ed alle banche non serve la moneta(tanto gliela dà lo stato,quella dei cittadini!) anzi in questo momento meno ce ne è più aziende a 2 soldi possono comprare..

    si affannano a dire giornalisti economisti e tutto il carrozzone che la crescita della Cina è finta che i dati sono gonfiati,che è impossibile…
    lo sarebbe con banche centrali private..piuttosto che svelare l’arcano
    ossia che la Cina è l’unico stato(grande)ad avere una banca centrale pubblica.

    D’altronde tutti gli imperi si sono formati sulla moneta emessa dallo stato
    sia esso l’Impero Cinese(dei tempi che furono e di oggi!) sia esso l’impero saraceno,sia esso il Terzo Reich,sia esso gli USA di Lincoln che fecero le guerre di secessioni con soldi stampati dallo stato,e che riuscirono con questi soldi a finanziare la guerra alla madre patria e riusci’ a distaccarsene,questo finchè non tornò tutto nella mani delle banche private.. e che riuscirono a creare il debito che oggi è arrivato al capo linea..

    ciao

  • Tonguessy

    Un solo dato per capire quanto il gold standard sia oggi impraticabile: la moneta circolante nei soli USA è superiore come controvalore a tutto l’oro del mondo. E chi crede che sia ancora possibile un ritorno al sensato gold standard? Significherebbe una pesantissima svalutazione di tutte le monete. Invece con il fiat money le cose sono semplicissime, e la turbofinanza creativa ha le porte spalancate per le proprie incursioni speculative

  • gamma5

    Ti straquoto LucaV, purtroppo spiegare alla gente un concetto semplicissimo come quello contenuto nell’articolo da te linkato ho capito che è difficilissimo, non entra nella testa, qui su CDC è addirittura + che una mission impossible!!!

    PS: quell’articolo ho provato a spedirlo con una mail al Sig. Eugenio Benettazzo, salito alla ribalta per aver predetto quello che con un pò di “cervello finanziario” si poteva tranquillamente intuire, mi ha anche risposto, sai cosa m’ha scritto? E’ tutta disinformazione…sono debunker!!!…deprimente

  • vic

    Han abolito la parita’ aurea quando cominciarono a realizzare che una quantita’ finita di oro impedisce di stampare una quantita’ infinita di moneta.

    Conosci la storiella delle balle d’oro della madonna vero?

    Salutino finito

  • vic

    Uhm

  • vic

    A proposito,

    quanto guadagnera’ un direttore della banca di Cina?
    Fino a qualche anno fa’, uno dei tre direttori/trici prendeva l’equivalente di $500.

    Saluti

  • LucaV

    Svalutazione delle monete di carta se avessero una copertura aurea? Ma sei scemo o ci fai? Succederebbe il contrario! La copertura, naturalmente, non sarebbe al valore nominale dei pezzi di carta! Ex: 100 euro non significherebbe 100 “euro” d’oro, ma varrebbero 0,001 grammi d’oro (stima).
    Continuo a rimanere basito delle risposte che date, frutto di ignoranza e pigrizia ad aprire un libro di economia di matrice austriaca o a consultare (bene) http://www.usemlab.com

  • LucaV

    Benettazzo se ci fosse una moneta onesta farebbe la fame. Ricordiamo agli amici di CDC che Benettazzo fa i soldi in borsa!

  • LucaV

    Si…Re Mida!

  • LucaV

    No la storiella non la conosco.
    E’ vera la prima frase…si chiamano falsari legalizzati.