Home / 2018 / maggio

Archivi mensili: maggio 2018

Con la sua scelta del Primo Ministro, il Presidente italiano ha fatto un regalo all’estrema destra

DI YANIS VAROUFAKIS theguardian.com La difesa dello status quo da parte di Sergio Mattarella ha assicurato il successo delle politiche razziste e populiste L’Italia dovrebbe passarsela bene. A differenza della Gran Bretagna, esporta molto e più verso il resto del mondo rispetto a quanto importa, mentre il suo governo spende meno (esclusi i pagamenti degli interessi) rispetto alle tasse che riceve. Tuttavia, dopo due decenni persi, l’Italia è in stagnazione e la sua popolazione in stato di ribellione. Mentre è vero …

Leggi tutto »

“È andato tutto storto”: Soros avverte che sta arrivando una “grossa” crisi finanziaria

FONTE: ZEROHEDGE.COM In un discorso pronunciato martedì a Parigi, l’investitore miliardario George Soros ha avvertito che il mondo potrebbe essere sull’orlo di un’altra devastante crisi finanziaria. Sono infatti riemerse le crisi del debito in Europa, ed il rafforzamento del dollaro mette in difficoltà i mercati rivali di quello americano, sia quelli emergenti che quelli sviluppati. L’Italia è in prima fila a trascinare le preoccupazioni sulla possibile dissoluzione dell’euro. Pressioni politiche, come la dissoluzione dell’alleanza Europa-Stati Uniti, finiranno per tradursi in …

Leggi tutto »

Morte le speranze sovraniste italiane in un colpo solo. Una lezione da imparare

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno inflitto agli elettori euroscettici italiani la più desolante umiliazione che chiunque potesse immaginare. Non male per due ‘paladini’ delle sovranità italiane. Ma molto peggio: hanno seppellito per sempre le speranze sovraniste italiane in un colpo solo. Esauriti i primi proclami di cosmesi, hanno già intrapreso il camino delle ceneri sul capo, verso le vie di Bruxelles e del Quirinale, precisamente come ogni altro fantoccio italiano dal 1993 in poi. Questo …

Leggi tutto »

Colpo di stato in Italia. L’Euro-establishment ha dichiarato guerra alla democrazia

DI BRENDAN O’NEILL spiked-online.com C’è stato un colpo di stato in Italia, senza sangue, senza pistole e senza stivali. Ma comunque un colpo di stato. Il veto del Presidente al Ministro delle Finanze proposto dai partiti populisti, vincitori a valanga delle elezioni generali di Marzo, rappresenta un grave attacco alla volontà democratica del paese. E’ stato un colpo di stato tecnocratico, influenzato dall’UE e dal grande-business, per isolare e indebolire il sentimento popolare anti-Bruxelles che pervade l’Italia. Ha portato al …

Leggi tutto »

Cogli l’attimo: dimettiti

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Per carità, non c’è urgenza, ma quest’atto – Presidente Mattarella – a mio modesto parere va fatto: ne va del bene della Nazione. Premetto di non aver mai pensato che il suo caso rientrasse in quelli di alto tradimento e di attentato alla Costituzione, citati dalla costituzione all’art. 90, bensì che si trattasse di una voce del dettato costituzionale che presenta alcuni dubbi interpretativi, peraltro sempre sostenuta da eminenti costituzionalisti – fino alla presidenza Napolitano – …

Leggi tutto »

Adesso Savona Premier

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Il caos provocato dalla scelta di Mattarella di impedire la formazione del Governo ha avuto un solo risultato: la speculazione del Partito di Davos (Soros e affini) sui nostri titoli di Stato. Nonostante la scellerata dis-informazione italiana drammatizzi, questo scenario era atteso poiché nella finanza il “mercato” si muove cercando di autointerpretarsi. In altre parole nel momento in cui l’incertezza politica è stata cristallizzata da Mattarella proponendo un Cottarelli (che non dispone di un voto nel …

Leggi tutto »

E adesso… l’Italia

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou parla delle recenti vicende italiane con l’occhio di colui che le ha già vissute, qualche anno fa, in Grecia. E ci mette in guardia affinchè vigiliamo che non accadano le stesse cose. Ci avverte di stare attenti a coloro che oggi promettono di fare i nostri interessi, che non tradiscano, poi, una volta al governo, come hanno fatto Syriza e Tispras. Ci mette in guardia di stare attenti ai governi “di transizione”, che in …

Leggi tutto »

L’ultima resistenza del “filotedesco” Mattarella

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il veto presidenziale alla nomina di Paolo Savona a ministro dell’Economia ha ucciso in fasce il governo M5S-Lega: si tratta di uno stop momentaneo, perché lo stallo parlamentare obbligherà inevitabilmente a sciogliere le Camere e indire nuove elezioni nel prossimo autunno. Anzi, l’incarico assegnato all’ex-FMI, Carlo Cottarelli, porta nuova acqua al mulino dei populisti, lanciati verso una schiacciante vittoria una volta che sarà acclarata l’impossibilità di portare avanti la legisltatura. Dietro al niet di Mattarella si …

Leggi tutto »

Ora è chiaro: l’Europa vuole massacrare l’Italia per annientare Lega e 5 Stelle

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo A questo punto il disegno è chiaro: l’establishment europeo ha deciso di impedire ad ogni costo la nascita di un governo formato da Lega e 5 Stelle. E ha scelto la strada dell’oppressione. Riepiloghiamo: Mattarella nega al governo Conte il diritto di presentarsi alle Camere sebbene abbia la maggioranza, per le ragioni che ben conosciamo. Ufficialmente perché la persona di Savona non è gradita, in realtà, come spiega l’ex ministro delle Finanze Padoan, …

Leggi tutto »

Davvero credete che il problema fosse il Prof. Savona ?

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-costituzione-italiana_art1

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Ma davvero credete che il problema fosse il Prof. Paolo Savona e le sue idee economiche ? Tutta l’Italia sta discutendo se era giusto o meno far fallire una ipotesi di Governo tra il M5S e la Lega, a causa della presenza come Ministro dell’Economia di una persona “critica verso l’euro”, ma nessuno ha capito che questo era un pretesto, mentre il vero motivo è ben altro. Il Governo del Cambiamento che è stato presentato al …

Leggi tutto »

Il colpo di stato europeo contro l’Italia segna uno spartiacque

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD telegraph.co.uk Le élite italiane favorevoli all’euro si sono spinte troppo in avanti. Il Presidente Sergio Mattarella ha creato lo straordinario precedente che nessun movimento politico, o coalizione di partiti, potrà mai prendere il potere se sfida l’ortodossia dell’Unione Monetaria. Senza rendersi conto, ha inquadrato gli eventi come se fossero una battaglia tra il popolo italiano e un’eterna “casta” fedele ad interessi stranieri, facendo il gioco dei ribelli Grillini e dei nazionalisti antieuro della Lega. Per giustificare …

Leggi tutto »

ECCO COSA VA FATTO ADESSO (e Mattarella andrà al mare)

DI PAOLO BARNARD comedonchisciotte.org La frittata è fatta, e si deve agire. Ecco cosa deve fare a questo punto in Italia una vera leadership adeguata ai tempi in cui tutti gli altri ormai vivono. Ma occorre un’essenziale premessa con cose cruciali da capire. Punto 1): Il golpe è stato servito a Mattarella pronto e cucinato da un popolo sprovveduto che ha votato al potere due partiti di sprovveduti che millantano di saper affrontare delle immensità internazionali armati di carature politiche …

Leggi tutto »

Lucia Annunziata chi sarebbe il bugiardo?

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Lucia Annunziata (qui) cerca di terrorizzare gli italiani per scopi di propaganda politica agendo sulla buona fede e sui timori primordiali di un certo elettorato (magari anziano), al fine lampante di riportarlo in orbita PD/LeU; in particolare lo fa disinformando sul Contratto di Governo, il più trasparente della Storia Repubblicana. Gli opinionisti dell’Ancien Regime (mentre i vari Renzi, Berlusconi, Monti, Boldrini, Napolitano festeggiano sbeffeggiando di nascosto gli italiani…), proprio loro, continuano a parlare di “Notte della …

Leggi tutto »

Mille volte “Grazie” Presidente!

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org La vita è buffa e talvolta ingiusta, ma se sei credente va sempre bene perché poi tutto “s’aggiusta”. Per questo, Presidente Mattarella, la ringrazio perché Lei ieri sera, nonostante le terribili pressioni e minacce ricevute negli ultimi giorni da quelli del M5S e della Lega, “ha aggiustato tutto” ed io, come milioni di Italiani che hanno votato il 4 Marzo scorso, ho ritrovato la fede che stavo per perdere. E lo ha fatto dando ragioni sacrosante, …

Leggi tutto »

Governo, tutto come previsto (buona catastrofe)

DI ANDREA SCANZI Ilfattoquotidiano.it Premessa. “Anche solo alludere a un contratto M5S + Pd è folle. M5S + Lega sarebbe il male minore, però un governo di scopo breve e poi al voto. Chi parla di Salvimaio, e ancor più di Grillusconi, è un disadattato neuronale perché non sa di cosa parla. Di Maio non sarà mai Premier di nulla. I 5 Stelle non andranno mai al Governo. Di Maio non ha nessun motivo di ridere, straparla di “cambiamento” e quando …

Leggi tutto »

E’ vero, prenderebbero l’80% ma al voto non si va. Cottarelli è il capitano Achab della crisi alle porte

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Che gran politico Matteo Salvini, uno che si nutre a pane e Sun-Tzu! D’altronde, come poteva sapere che Giancarlo Giorgetti ha ottimi rapporti con Forza Italia e che, come tutti gli esseri umani, ha delle ambizioni nella vita, addirittura che vanno oltre all’essere il corvo Rockfeller del capo ventriloquo. Quindi, decidi di andare a uno scontro frontale quasi senza precedenti rispetto alle prerogative del Quirinale e cosa fai? Lasci un bel tallone d’Achille in vista, tanto …

Leggi tutto »

Il mandante è Salvini, mentre Mattarella solo l’esecutore

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Non ditemi che avevate creduto veramente nella serietà e nell’onestà politica di Salvini e del suo partito, spaccato in mille correnti tra salviniani, maroniani e zaianiani, e per metà di proprietà del Berlu, che ha giocato volentieri al risiko democratico della formazione del nuovo governo, ma finché non gli avessero toccato i suoi interessi. Non ditemi che avevate creduto davvero che un partito che aveva per decenni impastato la marmellata partitocratica ora si sarebbe fatto redimere …

Leggi tutto »

Governo, e se Paolo Savona fosse solo un pretesto?

  DI PIERFRANCESCO PELLIZZETTI ilfattoquotidiano.it Stando a quanto riferiscono i miei informatori sul fronte destro-destro della politica italiana, la rottura annunciata su Paolo Savona, ministro o meno, sarebbe semplicemente un pretesto, strumentalizzato per porre fine alla sceneggiata in corso; compreso il tentativo di varare un governo del professor Giuseppe “re Travicello” Conte (con la prospettiva di arrivare rapidamente al capolinea nonostante l’affidamento miracolistico a Padre Pio). E – così facendo – passare all’appuntamento che più interessa il duo dei politicanti …

Leggi tutto »

Democrazia sotto tutela o Repubblica Popolare?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it I giorni che stiamo vivendo sono fra i più importanti di questo lunghissimo dopoguerra e ricchissimi di sorprese, sotto l’aspetto istituzionale e nei nostri rapporti con l’estero. Una crisi (krisis gr.: cambiamento, mutamento) senza precedenti ha investito la nazione nei suoi aspetti fondanti, accompagnata dal segno del tempo che scorre, dunque di una stasi (stasis gr.: concetto che riassume una situazione di crisi politica, sociale e morale interna alla polis, derivante da situazioni di conflitto tra …

Leggi tutto »

Donbass: si riaccende il conflitto

DI ELISEO BERTOLASI comedonchisciotte.org Il 23 maggio le Forze Armate dell’autoproclamatasi Repubblica Popolare di Donetsk hanno annientato, nel Donbass, un gruppo di sabotatori ucraini che stavano pianificando attacchi terroristici sul territorio della Repubblica. Anche nell’area di Gorlovka, dove le forze di sicurezza ucraine hanno cercato di attaccare le posizioni della DNR, la situazione rimane tesa. Eduard Basurin, il rappresentante del comando operativo della DNR ha riferito: “Secondo dati in nostro possesso, i terroristi avevano l’obiettivo di penetrare a Gorlovka per …

Leggi tutto »

Caro Der Spiegel gli scrocconi siete voi! Vi sfido a pubblicarmi e, se riuscite, a confutare i dati di fatto.

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org La carta stampata italiana è alle corde ma è riuscita in un intento: non potendo modificare il significato degli articoli della Costituzione, in quanto scritti, ne ha alterato il senso, ha distorto la percezione di essi in una fetta consistente di cittadini ripetendo, ripetendo (Goebbels) una sola versione (quella sbagliata), quella secondo cui Mattarella può e anzi deve scegliere il Governo, porre veti e imporre diktat su questo o quel nome nei Ministeri chiave. In pedagogia, …

Leggi tutto »

UE: Un Nazismo Senza Militarismo

DI PAOLO SAVONA sollevazione.blogspot.it «L’Italia è in una nuova condizione coloniale…. siamo in presenza di un fascismo senza dittatura e, in economia, di un nazismo senza militarismo». (Paolo Savona) Presentiamo ai lettori alcuni significativi stralci del libro di Paolo Savona “Come un incubo come un sogno” (Rubbettino) in libreria nei prossimi giorni. Sarà chiaro perché gli euroinomani lo detestano e Mattarella non vuole nominarlo ministro. COME CI FICCAMMO NEI GUAI… «Il mancato perseguimento degli obiettivi conduce a uno stato permanente …

Leggi tutto »

Il prossimo crollo finanziario è stato già pianificato

DI EBERHARD HAMER iwww.zeit-fragen.ch Finalmente è giunto il momento: l’HSH Nordbank – la banca degli scandali della regione di Amburgo e dello Schleswig-Holstein – viene venduta. Tutto quel che circonda questa vicenda è uno scandalo: l’acquirente è il famigerato fondo Cerberus, produttore di armi e contractor a livello mondiale per eserciti mercenari che fanno guerra con denaro americano, ad esempio in Ucraina, in Oriente ed in Africa. Queste guerre sono infatti così brutali che gli americani si rifiutano di mandare …

Leggi tutto »

Gli “strumenti di tortura” di Juncker e UE, spiegati da Ambrose Evans-Pritchard

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it (Anzitutto la traduzione dell’articolo  sul Telegraph di Ambrose Evans-Pritchard, “Juncker’s ‘torture tools’ are useless against Italy’s well  armed uprising”. In fondo, qualche riga di commento) Bruxelles si vanta di avere  ben oliati metodi per ridurre in ginocchio governi recalcitranti. “Abbiamo qualche strumento di tortura nelle cantine”, scherza Jean-Claude Juncker. Il faceto capo degli euro-sicari mette alla prova il nostro senso dell’umorismo. I metodi usati contro una lista di nazioni depresse  tra il 2010 e il 2014  …

Leggi tutto »

Una Rivoluzione Colorata in un bicchier d’acqua

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.it Il concetto di successo cambia con l’età. Quando si è giovani, ma non abbastanza maturi, ci si può impegnare in ogni sorta di ridicola impresa. Dopo, quando non si è più tanto giovani, una passeggiatina fruttifera fino alla latrina è già più che sufficiente per brindare al successo. La stessa cosa succede agli imperi che invecchiano. In gioventù distruggono nazioni grandi ed importanti, ma poi le aiutano nella ricostruzione. In seguito, si limitano solo a distruggerle. …

Leggi tutto »

Ecco le prove dell’attacco all’Italia

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Lo spread tra btp (debito italiano) e bund (debito tedesco) è salito a quota 190, ma il fatto che si sia alzato rispetto a qualche settimana or sono non ha alcun significato. Intanto, perchè lo spread è una differenza, e questa differenza cresce non solo se il btp registra un aumento, ma anche e parimenti se il titolo di stato tedesco (il bund) cala. Per fare un esempio, non potete sostenere di essere ingrassati perchè constatate …

Leggi tutto »

Iran e Israele si avviano verso la loro prima guerra diretta?

  DI THOMAS L. FRIEDMAN nytimes.com CONFINE SIRIA-ISRAELE, Alture del Golan – Sin dalla Rivoluzione islamica iraniana del 1979, Iran e Israele hanno combattuto tra loro nell’ombra – tramite procure, squadroni della morte e attacchi con cyber virus, ma mai come eserciti rivali che si sono incontrati sul campo di battaglia. Ciò potrebbe essere sul punto di variare, e se è così, avrà grandi implicazioni per la Siria, il Libano e tutto il Medio Oriente. Sono sicuro che nessuna delle …

Leggi tutto »

E’ arrivato il Messia?

DI ISRAEL SHAMIR Unz.com Forse non ce ne siamo accorti, ma il Messia degli Ebrei è già arrivato? Tutti i sogni e i desideri degli ebrei si sono avverati in questi giorni di metà maggio. Beh, quasi tutti. Due grandi leader mondiali hanno gareggiato in benevolenza verso gli ebrei, mentre l’ israeliano medio si divertiva, entusiasmandosi a guardare chi sparava a quei facili bersagli della gente disarmata di Gaza,  o almeno facendo il tifo per i cecchini. Gli iraniani hanno …

Leggi tutto »

L’opulenta macchina del fango di parassiti senza vergogna

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Per una volta mi sforzerò di scrivere un articolo più breve in risposta ad una macchina del fango infinitamente più potente rispetto alla mia “penna”, breve ma che esprime sincera solidarietà al Professor Conte e soprattutto a M5s e Lega. Conte, diciamolo immediatamente, è a tutti gli effetti un politico in quanto presentato da Di Maio come membro di quella potenziale squadra di Governo che successivamente è stata votata dai cittadini il 4 marzo: una legittimazione …

Leggi tutto »