navigazione Tag

Economia

Dove l’austerità non morde il capitale ha già vinto: la manovra espansiva negli Stati Uniti

Di ConiareRivolta.org È ormai passato più di un anno dallo scoppio della tragica pandemia da Covid-19. L’epidemia ha comportato una serie di drammatici colpi alle condizioni di vita dei cittadini di praticamente tutti i Paesi. Se nell’immediato gli effetti più evidenti sono stati quelli legati all’aspetto sanitario, i successivi lockdown resisi via via necessari hanno avuto un nefasto impatto anche sull’economia globale. In questi mesi ci siamo infatti tristemente abituati alle…

La Corte Costituzionale tedesca ha bloccato la ratifica del Recovery fund

agi.it di Roberto Brunelli Un nuovo ostacolo al Recovery Fund è arrivato dalla Corte Costituzionale tedesca. I giudici di Karlsruhe hanno indicato al presidente Frank-Walter Steinmeier che non potrà procedere alla ratifica del fondo da 750 miliardi di euro varato dall’Ue per la ripresa dell’Europa devastata economicamente dall’uragano del coronavirus finché non arriverà un pronunciamento in merito della stessa corte. Il paradosso è che lo stop arriva proprio nel giorno in cui il…

Fuori dall’euro con 3 mosse: la rivoluzionaria idea della MMT

A supporto dell'articolo MMT Italia: uscire dall’Unione Europea e dall’Euro si può, riportiamo questo interessantissimo video prodotto dagli economisti di MMT Italia, pubblicato dal canale Lafinanzasulweb. Vi invitiamo a consultare il sito https://mmtitalia.info/ * * * Gli economisti della MMT hanno elaborato una road map per uscire dall'Unione Europea e liberarci dell'euro senza rischi e senza esporci ad attacchi speculativi. Il progetto per l'uscita dall'euro, elaborato sulla base degli…

La via cattolica al keynesismo di Giorgio La Pira

lafionda.org di Thomas Fazi Spulciando negli archivi di Federico Caffè mi sono ritrovato tra le mani questa piccola gemma dimenticata, che rappresenta forse il miglior articolo divulgativo sulla teoria keynesiana mai scritto in lingua italiana. Sto parlando de “L’attesa della povera gente”, un articolo del 1950 di Giorgio La Pira, deputato all’Assemblea costituente per la Democrazia Cristiana, tra i principali artefici della carta costituzionale e per tre volte sindaco di Firenze (tra il…

Se parli di Lockdown ti censurano! Riapriamo tutto, abbiamo perso il 9% del PIL!

iopensoesono.it di AndLeo Giovanni Zibordi, economista statistico intervenuto alla manifestazione organizzata dall’Associazione Cambio di Rotta per la Campagna di Salvezza Nazionale, parla della censura subita da tutti gli editori per i quali ha scritto articoli d’economia: Di solito scrivo d’economia, quest’anno ho scritto contro il lockdown e vi racconto quello che è successo a scrivere sul Sole24Ore, per Milano Finanza, per Dagospia e per altri giornali. In Aprile, io e il Professor…

Squilibri della bilancia commerciale: il vero tallone d’achille della MMT?

In un suo paper "Imbalances, what imbalances? A dissentig view" il prof. Randall Wray sosteneva, correttamente, che gli squilibri finanziari si equilibrano e che il problema è semmai da ricercare nel fatto che questi "squilibri" segnano, piuttosto, dei rapporti di forza di natura asimmetrica. E' anche su questa premessa che bisognerebbe ragionare ogni qualvolta ci approcciamo all'argomento riguardante gli "squilibri commerciali". In tale ottica riceviamo e con  piacere pubblichiamo un…

Il Governo Draghi non viene in pace: la condizione per il Recovery Fund è l’austerità

Di ConiareRivolta.org Mentre si lavora per assicurare al Presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi, la più ampia maggioranza parlamentare per dare vita – dieci anni dopo l’esperienza del Governo Monti – all’ennesimo governo tecnico, sul piano comunicativo si ripete come un mantra il seguente messaggio: “Monti è stato chiamato per tagliare la spesa, Draghi invece è stato chiamato per spendere le risorse concesse all’Italia dall’Unione Europea”. Questo mantra veicola una…

L’obiettivo di Mario Draghi: liberare la “distruzione creativa” del mercato

ilparagone.it di Thomas Fazi Molti si chiedono quale sarà la filosofia di politica economica a cui si ispirerà il nascente governo Draghi. Diversi commentatori – basandosi su un’interpretazione assolutamente fallace dell’operato di Draghi alla BCE (l’idea che le politiche monetarie espansive rappresentino una politica “keynesiana”); su un suo ormai celebre articolo di qualche mese fa sul Financial Times, in cui Draghi ha sdoganato il debito pubblico (quello “buono”); e in alcuni casi,…

La beffa del Recovery: l’Italia inizierà a pagare quest’anno qualcosa che ancora non esiste

lantidiplomatico.it di Gilberto Trombetta L’Italia inizierà a pagare da quest’anno per qualcosa che ancora non esiste, il Recovery Fund. Come se non bastasse, escludendo i prestiti che per definizione vanno restituiti, l’Italia contribuirà al fondo attraverso il bilancio UE con cifre maggiori a quanto riceverà. Eh sì perché a fronte di un paio di miliardi in media di contribuiti netti che l’Italia potrebbe ricevere (potrebbe, non riceverà) dovrà contribuire al nuovo bilancio UE per…

1947, Colonia Italia: “IL PARLAMENTO NON PUO’ CONTROLLARE LA MONETA”

CDC STORIA Con questa rubrica CDC vuole sfuggire all’eterno presente imposto dalla propaganda mainstream e guardarsi indietro, senza filtri: troverete sempre documenti storici e studi indipendenti, nella loro interezza, senza elaborazioni o commenti redazionali. Per non dimenticare, ma per ricordare che Oggi è figlio di Ieri, e che ciò influenzerà inevitabilmente il nostro Domani. Appendici del Titolo III della Parte seconda - Argomenti o articoli non entrati nella Costituzione -…

Evoluzione del lavoro

di Maurizio Recchia sovranitapopolare.org All’epoca dei Romani si usava conquistare dei popoli con la forza delle armi per appropriarsi delle risorse di nuovi territori e costringere in schiavitù i suoi abitanti recuperando così mano d’opera a costo zero e senza diritti. In quel caso non si poteva nemmeno parlare di rapporto di lavoro perché mancava un presupposto costitutivo quale la remunerazione. Caduto l’Impero romano nasce la nuova figura della servitù della gleba in cui un individuo…

L’UE alla prova della pandemia. Intervista al collettivo di economisti Coniare Rivolta

Da ConiareRivolta.org Pubblichiamo il testo integrale di una intervista che abbiamo rilasciato il 9 giugno scorso a Lorenzo Pedretti. Il contributo è stato recentemente pubblicato sul periodico dell’ANPI Provinciale di Bologna, ‘Resistenza e nuove resistenze’. Quanti fondi ha stanziato l’Ue? Circa 3.400 miliardi secondo la Commissione europea (Ce), ma in realtà sono molti di meno. 2.450 miliardi provengono infatti dagli Stati membri, come gli interventi per 330 miliardi della prima fase…

La Ue getta la maschera: soldi in cambio di riforme

"LA NOTTE DELL'UNIONE" SARA' ANCORA DI AUSTERITA' Da ConiareRivolta.org Come succede ogni anno, l’estate arriva e sopisce, rasserena e sparge oblio. Poco più di un mese fa, a seguito dell’accordo raggiunto nell’ambito del Consiglio Europeo del 21 luglio, i principali mezzi d’informazione e la propaganda governativa ci raccontavano che la lunga attesa era finita e che era giunto il momento della riscossa: l’Europa si era rimboccata le maniche e metteva in campo, attraverso l’istituzione del…

Assalto dal Mar Baltico

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il vertice europeo che doveva decidere il piano di rilancio continentale dopo la crisi da Coronavirus si è chiuso dopo 92 ore di estenuanti trattative ed ha decretato la sostanziale vittoria dell’approccio franco-tedesco: troppo debole, in termini demografici e politici, l’opposizione di Olanda, Austria, Danimarca, Svezia e Finlandia per sabotare il summit ed accelerare l’implosione della UE. Dietro il fronte dei “Paesi frugali” si…

Con il MES, non un euro in più per la sanità: parola del Ministro Gualtieri

DI CONIARERIVOLTA L’aspetto più controverso del dibattito sul MES, l’istituzione europea che offre prestiti agli Stati in difficoltà, è il tema della condizionalità. Ogni giorno politici, giornalisti e professori provano a convincerci che non vi sarebbe alcuna condizionalità, mentre abbiamo avuto modo di mostrare come il meccanismo del MES sia interamente subordinato all’applicazione delle rigide politiche di austerità che hanno messo in ginocchio l’intera periferia europea. Accettando quei…

La Francia sfida Amazon e nazionalizza 10mila piccoli negozi

ilparagone.it Per salvare dalla chiusura le attività commerciali del centro storico della città, la Francia si prepara a nazionalizzare 10.000 piccoi negozi di vicinato e botteghe artigiane. Saranno rilevati gli esercizi in difficoltà finanziaria per poi essere riaffittati a canoni iper-agevolati a chiunque voglia farsene carico garantendo la continuità dell’esercizio. Un vero e proprio intervento pubblico per sostenere il commercio al dettaglio, messo a dura prova dalle chiusure imposte…

Semestre alla Tedesca / Cesaratto: dopo il Mes non saremo più il terzo Paese d’Europa

INTERVISTA A  SERGIO CESARATTO ilsussidiario.net Domani inizia il semestre Ue della Germania. Sul tavolo temi decisivi: Mes, Recovery fund, Brexit. Ma dalla Merkel non arriveranno grandi aperture Domani si apre il semestre europeo della Germania, il paese che esprime le due figure politiche più importanti dell’Europa: Angela Merkel nel ruolo di cancelliera del paese locomotiva e Ursula von der Leyen alla guida della Commissione Ue. Per la Merkel si tratta del secondo semestre, dopo quello…

I guai di Xi Jinping smontano il sogno cinese di Italia e Germania

DI GIULIO SAPELLI ilsussidiario.net La Cina appare come l’unico principale Paese al mondo che crescerà nonostante la crisi. Invece ha grossi problemi interni La Cina appare a molti osservatori nazionali e internazionali come una nazione che esce vittoriosa dalla crisi pandemica. I dati recenti sul Prodotto interno lordo mondiale sembrano confermare questa convinzione. Mentre tutte le altre nazioni di riferimento per comprendere come andrà il mondo, a partire dagli Usa per continuare con la…

“Verso un nuovo ordine ? La crisi globale del debito e la privatizzazione dello Stato”

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY globalresearch.ca C'è una seria crisi sanitaria che deve essere adeguatamente risolta e questa è la priorità numero uno. Ma c'è un altro importante aspetto che deve essere affrontato. Milioni di persone hanno perso il lavoro e i risparmi di una vita. Nei paesi in via di sviluppo prevalgono povertà e disperazione. Mentre il lockdown è presentato all’opinione pubblica come l'unico modo di risolvere una crisi sanitaria globale, i suoi devastanti effetti…

Fuori dalla mischia?

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr La quarantena, in Grecia, è stata tempestiva e totale. Anche lì le chiese sono state chiuse, ma questo, a differenza che in Italia, ha causato forti reazioni. Dal 4 maggio le chiese sono state riaperte, ma fino al 17, niente messe. Intanto, nelle isole, i migranti sono ormai la popolazione di riferimento. La fine della quarantena è annunciata di continuo, ma … tutto resta chiuso. La stagione turistica sarà un disastro e molti alberghi non riapriranno…

Un gigantesco disegno criminale di evasione fiscale e riciclaggio in atto nella nostra Europa, a danno dei lavoratori europei, e a massacro dei cittadini mediterranei

DI GIORGIO PASSARDI facebook.com Quando mi è capitata sott'occhio questa tabella, che era un particolare di una mappa geopolitica pubblicata da Limes, il prestigioso mensile di analisi geopolitica, mi sono detto. Possibile che non notino che questo dettaglio è più importante di tutto l'articolo, anzi, è più importante di qualunque discorso politico di questi giorni. In poche righe sono evidenziate tutte le asimmetrie ed anomalie di un gigantesco disegno criminale di evasione fiscale e…

Corona Virus (articolo per il Corriere.. ma quando l’hanno visto…)

DI GIOVANNI ZIBORDI cobraf.com Questo è l'articolo inviato al Corriere della Sera, dopo che il suo direttore aveva detto a Paolo Becchi che ci avrebbe pubblicato un pezzo Dopo due giorni non è successo niente e allora Becchi ha chiesto e hanno risposto, per email, che non possono pubblicarlo. Si è chiesto se c'erano problemi con i dati e hanno risposto che era l'impostazione che non andava bene. “E’ una situazione così grave per cui valga la pena di mettere l’intera popolazione…

L’economia ai tempi del Coronavirus – Intervista a Wolfgang Münchau

FONTE:  ILBLOGDELLESTELLE.IT Wolfgang Münchau é un economista tedesco esperto di eurozona ed é editorialista del Financial Times. Gli abbiamo posto alcune domande per sapere cosa pensa della crisi economica scaturita dalla pandemia del coronavirus e quali soluzioni ritiene praticabili per rimettere in piedi l’economia italiana ed europea Qual è a suo avviso il principale problema economico che ci troveremo di fronte a causa di questa crisi? Il principale problema economico nel breve…

In mano a dittatori stupidi e crudeli

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it La BCE  “stampa” e ce n’è anche per l’Italia, volendo. Ma il nostro governo piddino preferisce avere i miliardi attraverso il MES, detto Fondo Salva Stati. Come mai? Lo ha spiegato chiaramente l’economista tedesco Clemens Fuest, dell’IFO: “Bene l’intervento della BCE ma, passando dal MES, si ottengono quelle condizionalità che garantirebbero i tedeschi.”  Citato da Giuseppe Liturri)…

Diario folle del coronavirus: così il governo ammazza l’Italia

DI PAOLO FRANCESCHETTI libreidee.org Diecimila morti di influenza in tutto il mondo fermano il pianeta. Invece di stanziare qualche milione di euro per allestire in fretta ospedali da campo, grazie all’aiuto dei militari (cosa che avrebbe magari dato una spinta all’economia, con nuove assunzioni, nuovi acquisti di materiali vari, ecc.), si decide di bloccare l’economia di un paese, segregando la gente in casa, senza tenere conto del numero dei morti che ci saranno per suicidi o altre…

La Cina sta perdendo la sua battaglia contro il virus 2019-nCoV – Dobbiamo prepararci ad una pandemia globale ?

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD telegraph.co.uk La Cina è vicina al punto in cui i costi sociali ed economici del tentativo “militarizzato” di eliminare il Coronavirus impattano più del trauma di dover lasciare che l’infezione faccia il suo corso. Un Paese normale avrebbe già concluso che la cosa più razionale da fare sia quella di accettare che la malattia non possa più essere contenuta (considerando le tre settimane perdute per l’insabbiamento della vicenda) — e trattarla come una forma di…

Sardine, gretini, 5 stelle allo sbando. E intanto il Paese va a picco

DI PAOLO BECCHI E GIOVANNI ZIBORDI paolobecchi.wordpress.com Tutta l’attenzione mediatica è concentrata su sardine e gretini. Lo scopo è fin troppo evidente. Portare l’antifascismo e l’antirazzismo nelle piazze, in assenza di fascismo e di razzismo, per criticare chi al momento è all’opposizione. L’ esperimento è politicamente interessante per la sua originalità. Poiché la maggioranza è politicamente insistente, non resta altro per difenderla che scendere in piazza… contro…

Cina, Stati Uniti e la geopolitica del litio

DI F. WILLIAM ENGDAHL globalresearch.ca Per diversi anni,a partire dall’impulso globale a sviluppare veicoli elettrici su larga scala, l'elemento litio ha assunto le caratteristiche di metallo strategico. Al momento la domanda è enorme in Cina, nell'UE e negli Stati Uniti, e l’assicurarsi il controllo sulle forniture di litio sta già sviluppando una propria geopolitica non dissimile da quella per il controllo del petrolio.  La Cina si muove per assicurarsi le fonti  Per la Cina, che…

COME SPARARE L’ULTIMA CARTUCCIA

Riceviamo e tristemente pubblichiamo. DI ANDREA CAVALLERI Comedonchisciotte La Grecia è qui dietro l'angolo. Dicendo Grecia intendo il trattamento che le hanno riservato gli eurolanzichenecchi. Adesso tocca a noi Italiani. Guardando i numeri io prevedevo due anni di ritardo tra loro e noi, ci è già andata bene (per modo di dire) per quattro anni. Adesso, col governo più anti italiano dai tempi di Badoglio (varato lo stesso brutto giorno, guarda  caso 8 settembre) con…

SCMP: la Cina salverà l’economia dell’Ucraina?

FONTE: FONDSK.RU Pechino concede prestiti senza condizioni, a differenza del Fondo Monetario Internazionale "Il nuovo Presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelenskij, può mantenere a galla l'economia morente del suo Paese,rivolgendosi per assistenza alla Cina. E l'economia ucraina è davvero in uno stato deplorevole - oggigiorno, questo Paese rimane uno delle nazioni più povere d'Europa e ha un disperato bisogno di investimenti", scrive il quotidiano cinese South China Morning Post. La…