Davide

UMILIAZIONE INFINITA

La società civile israeliana ancora una volta sotto shock per l’immagine dei soldati che costringono un violinista palestinese a suonare ad un posto di blocco DI CHRIS McGREAL Di tutte le rivelazioni che hanno portato allo scandalo l’esercito israeliano nelle ultime settimane, forse nessuna mai ha scioccato così tanto l’opinione pubblica quanto la registrazione video dei soldati israeliani che costringono un uomo palestinese a suonare il suo violino. L’incidente della registrazione di un ufficiale che riempie di pallottole il corpo …

Leggi tutto »

LETTERA APERTA AGLI EUROPEI:"UNA QUESTIONE DI ONORE"

DI RICHARD OXMAN “He should be returned to his unit or be given an honorable discharge.” “Che venga fatto tornare alla sua unità o che gli sia concesso un congedo onorato”. Quanto potete leggere qui sopra è la seconda frase del paragrafo finale di una petizione che sta circolando per il Congresso degli Stati Uniti… a favore dell’adesso tristemente noto Marine che ha recentemente ucciso un indifeso Iracheno ferito. Dimenticatevi del fatto che questo non è un avvenimento isolato, e …

Leggi tutto »

LA BATTAGLIA DI ISRAELE A FALLUJA

DI RASHID KHASHANA E’ ormai chiaro che Israele ha giocato un ruolo importante nella battaglia per Falluja, nonostante che gli Americani si siano preoccupati di nascondere questo fatto. Ciò che è trapelato da parte di ufficiali, soldati e perfino rabbini con la doppia cittadinanza che hanno preso parte alle battaglie, alcuni dei quali sono stati uccisi dalla resistenza, è solamente la punta dell’iceberg. L’uccisione di un ufficiale israeliano a Falluja ha messo in evidenza l’esistenza di un gran numero di …

Leggi tutto »

PROGRAMMI DI EVASIONE

DI MARCO TRAVAGLIO Mentre il ministro odontoiatra Calderoli lancia la taglia e l’ingegner ministro Castelli ripristina il taglione, lo statista di Milanello si occupa di tagli. Ovviamente falsi per le tasse e veri per i servizi. Tutto ciò naturalmente gli è possibile grazie al suo monopolio sudamericano sulla tv. Se ci fosse un minimo d’informazione, qualcuno tirerebbe fuori il leggendario Contratto con gl’italiani, siglato sulla scrivania di ciliegio chez Vespa l’8 maggio 2001, e gli rinfrescherebbe la memoria. Invece l’insetto …

Leggi tutto »

CALCIO, SPORT SNATURATO

DI MASSIMO FINI E finalmente ci siamo arrivati. Al recente Congresso di Vienna (quali echi) l’Uefa ha preso una decisione veramente storica: a partire dal 2005, ha autorizzato i terreni di gioco in erba sintetica, cioé artificiali. Non ci saranno più zolle traditrici, buche, insabbiature in mezzo all’area, fasce quasi impraticabili e che piova o meno non avrà più alcuna importanza perché il campo rimarrà liscio, non ci saranno pozzanghere, e inoltre, con questi terreni inerti, si potranno costruire tranquillamente …

Leggi tutto »

UCRAINA: TRA EURASIA E OCCIDENTE

DI STEFANO VERNOLE “Sarà molto più difficile che [la Russia] accetti l’ingresso dell’Ucraina nella NATO, in quanto ciò equivarrebbe a riconoscere che il suo destino non è più organicamente legato a Mosca … E se la Russia sarà disposta ad accettare questo nuovo stato di cose, ciò significherà che anch’essa sarà davvero propensa a divenire parte integrante dell’Europa, anziché scegliere una solitaria vocazione eurasiatica (1)”. “La sovranità dell’Ucraina rappresenta per la geopolitica russa un fenomeno a tal punto pernicioso che, …

Leggi tutto »

BOUNTY KILLER, LA LEGA COME UN VIRUS

DI ALDO NOVE Ciò che fa della Lega un’anomala forma di banditismo è il suo totale disprezzo delle istituzioni. Bossi, ai “suoi”, l’ha più volte ripetuto: “Andiamo al potere con la mafia perché così la possiamo combattere dal di dentro”. Per Bossi, Berlusconi è un mafioso, oltre a essere un grande statista. E’ un mafioso di fronte alle masse di Pontida, è un grande statista quando si tratta di mantenere le poltrone della Lega. Alla base di tutto questo, c’è …

Leggi tutto »

I DIRETTORI DEI GIORNALI: I MAGGIORDOMI DI LUSSO DEL POTERE

DI MR.HYDE Da quando mondo è mondo, l’uomo ha sempre avuto un rapporto sofferto con il potere. Istintivamente lo detesta, specie quando ne ha poco o punto, ma in cuor suo lo ammira e anche lo brama. Ai più non rimane che stare a guardare, ma chi ha la stoffa giusta – e se l’occasione buona si presenta – si mette in marcia e prende a servirlo, nella speranza che un po’ alla fine tocchi pure a lui o che …

Leggi tutto »

FALLUJA L'INVISIBILE VITTORIA DELL'AMERICA

DI SCOTT TAYLOR I comandanti militari Americani in Iraq adesso sostengono che le loro truppe hanno completamente occupato la roccaforte della resistenza Falluja e che l’operazione per pacificare la città è stato un completo successo. Seguendo i più rigorosi termini di una tabella tattica, il body count delle perdite sembrerebbe confermare quella affermazione. E’ stato riportato che fino ad ora un totale stimato (ma non verificato) di 1200 combattenti sono stati uccisi, mentre l’esercito degli Stati Uniti ha ammesso che …

Leggi tutto »

COSA CERCA ISRAELE

DI MAURIZIO BLONDET “E non si ravvidero dal commettere omicidi, magie, dissolutezze e furti” (Apocalisse, 9, 20) Gli israeliani stanno cercando di identificare geni esclusivamente specifici degli arabi. Lo scopo: “creare per manipolazione genetica dei microrganismi che aggrediscano solo gli individui portatori di quegli specifici geni”. Non stiamo citando un romanzo di fantascienza né di fantapolitica, e nemmeno le elucubrazioni di complottisti paranoici. La notizia apparve il 15 novembre 1998 sul Sunday Times (1), l’inserto domenicale del Times di Londra, …

Leggi tutto »

PUTIN NON HA RIVALI, MA E' TROPPO SOLO

CONSIGLIERI CORROTTI E MANCATA MODERNIZZAZIONE COSÌ FALLIRÀ LA POLITICA DEL NUOVO ZAR DI GIULIETTO CHIESA Il popolo russo, in grande maggioranza, sostiene il Presidente per quel singolare mix di nazionalismo che egli rappresenta. Ma Putin sa perfettamente che gli umori delle masse oggi si controllano e s’indirizzano con la televisione. E la usa spregiudicatamente. L’Occidente ha osservato, prima sconcertato, poi apparentemente inorridito, questa evoluzione moscovita, questa «mutazione» non prevista quasi da nessuno degli osservatori. Adesso scopre di trovarsi di fronte …

Leggi tutto »

CONFESSIONI DI UN SICARIO ECONOMICO: COME GLI USA…

USANO LA GLOBALIZZAZIONE PER RUBARE MIGLIAIA DI MILIARDI AI PAESI POVERIINTERVISTA A JOHN PERKINS Parliamo con John Perkins un ex stimato membro dell’international banking community. Nel suo libro, “Confessioni di un Sicario Economico”, egli descrive da esperto ben remunerato, come ha aiutato gli Usa a rubare migliaia di miliardi ai paesi poveri concedendo loro più credito di quanto fossero in grado di restituire con lo scopo di riuscirire poi a gestire le loro economie. Venti anni fa John Perkins inizio’ …

Leggi tutto »

I MILLE GIORNI DI INGRID SEQUESTRATA SCOMODA

UN VIDEO DELLA DONNA E’ ARRIVATO NEL GIUGNO DELLO SCORSO ANNO, POI IL SILENZIO In Colombia il rapimento record della Betancourt, ex candidata alla presidenza SI soffre a raccontarlo. Nel parco del Sud di Bogotà dove Yolanda Pulecio ha dato appuntamento a chi, piantando un albero, voleva dimostrare che non ha dimenticato sua figlia, rapita da mille giorni dalla narcoguerriglia, c’era la miseria di cinquanta persone. Qualche ostinato amico di famiglia dei Betancourt, che pure in Colombia sono stati ministri …

Leggi tutto »

C'E' SOLO DA CHIEDERSI…

… se ieri sera, da Vespa, i quattro “politici”, l’ “esperto” Giannino e il ” conduttore” fossero davvero convinti di fare sul serio o cosa… Perchè, se facevano sul serio non ci resta che prenderla a ridere e buonanotte ! Quello, con un pezzo di carta in mano (fatto pervenire fresco di stampa in studio all’ultimo momento) sul quale era trascritto il conto della serva, ci avrebbe dimostrato come 160 + 849+ 1322 + n…. fa 9000 e rotti ( …

Leggi tutto »

COLIN POWELL LICENZIATO PER FAR PIACERE A SHARON

DI MAURIZIO BLONDET Benché le dimissioni di Colin Powell siano state annunciate il 15 novembre, la sua lettera di dimissioni è datata l’11. E’ la data del suo ultimo colloquio con Bush. Il britannico Telegraph, che cita “un diplomatico americano da poco ritiratosi” dal servizio, parla di un vero e proprio licenziamento dell’ex segretario di Stato, e di una violenta divergenza sul “processo di pace in Medio Oriente” (1). “Colin Powell ha creduto di poter usare il suo credito internazionale …

Leggi tutto »

IL PETROLIO HA UN PADRONE, IL SOLE NO

DI GIORGIO NEBBIA Le bizzarrie e oscillazioni del prezzo del petrolio e delle fonti di energia sta facendo risorgere l’attenzione per l’energia solare e le fonti rinnovabili; decine di istituzioni e imprese si candidano a spartirsi le ingenti somme di soldi nazionali e europei previsti per le fonti rinnovabili. Diecimila tetti solari, centomila fotocelle solari, e le pubbliche amministrazioni, nel nome dello sviluppo “sostenibile” e delle “agende ventuno” e del rispetto del “protocollo di Kyoto” – minore uso di fonti …

Leggi tutto »

TORNA LA SUPERPOTENZA RUSSA, E NON E' UN BLUFF

L’ANNUNCIO DEL CAPO DEL CREMLINO SUI NUOVI MISSILI NUCLEARI E’ UN AVVERTIMENTO: CAMBIANO GLI EQUILIBRI STRATEGICI DI GIULIETTO CHIESA   Alla vigilia di una serie di importanti summit internazionali, in cui incontrerà – tra gli altri – i massimi dirigenti degli Stati Uniti, della Cina e dell’Unione europea, Vladimir Putin ha annunciato che la Russia sarà presto in condizione di disporre operativamente di nuovi sistemi di armi strategiche nucleari «che le altre potenze non hanno e non potranno avere». Sebbene …

Leggi tutto »

L'ESECUZIONE

L’ufficiale israeliano: “Avevo il diritto di sparare a quella bambina di 13 anni”. Le conversazioni radio contraddicono la versione dell’esercito sull’uccisione a Gaza DI CHRIS McGREAL Un ufficiale dell’esercito israeliano (nella foto), a Gaza, ha ripetutamente sparato ad una ragazzina palestinese di 13 anni, ignorando l’avvertimento di un altro soldato sul fatto che si trattava di una bambina, ed ha inoltre affermato che l’avrebbe uccisa anche se avesse avuto tre anni. L’ufficiale, identificato dall’esercito solo con il nome di Capitano …

Leggi tutto »

PERCHE' NON CI SARA' ALCUNA RIVOLUZIONE IN UCRAINA

DI SERGHEI24               E’ opinione corrente che in Ucraina sta avvenendo uno scontro fra due sistemi e due diverse concezioni della società. Da una parte quello famigliar-mafioso del Presidente Kucma e del suo protetto Jankovic, legato alla Russia e guardingo verso l’Occidente. Dall’altro quello democratico liberale che guarda verso l’Europa, e spinge per una maggiore apertura e occidentalizzazione del paese, incarnato da Iusenko. Questa lettura, a mio avviso, è inesatta. In questi giorni ha …

Leggi tutto »

CRONISTA SENZA TREGUA

DI JAMES MEEK Anna Politkovskaja proviene dall’alta società sovietica, quell’élite metropolitana che conosceva il mondo meglio delle fabbriche negli Urali e che garantiva ai suoi figli un buon posto nelle caotiche burocrazie di Mosca. Superati i quarant’anni e avuti due figli, Anna Politkovskaja si è trovata sola sulle colline cecene, in fuga nell’oscurità della notte. Scappava dai servizi di sicurezza russi, l’Fsb, che volevano arrestarla. Ma sugli altopiani di una regione senza legge e immersa nel sangue poteva cadere vittima …

Leggi tutto »

IL RUOLO DEI ''SICARI ECONOMICI'' NELLA DISTRUZIONE DELLE NAZIONI

Negli USA è stato pubblicato un libro clamoroso di John Perkins che denuncia come gli ambienti finanziari utopico-sinarchisti abbiano utilizzato la Banca Mondiale, il FMI e una rete di sicari finanziari privati per aggredire e rovinare intere nazioni, risalendo fino al tempo in cui Kermit Roosevelt Jr. (nipote del presidente Theodore, da non confondere con il presidente Franklin Delano Roosevelt) orchestrò il rovesciamento del governo nazionalista di Mossadeq in Iran, nel 1953. Il libro è intitolato “Confessioni di un sicario …

Leggi tutto »

NEL SEGNO DI BUSH

DI GIULIETTO CHIESA La conferenza di Sharm el Sheikh nasce sotto il segno di Bush vittorioso e le sue conclusioni appaiono già scontate. Gli iracheni saranno trascinati al voto il 30 gennaio 2005, a prescindere da ogni valutazione – ieri, in tal senso, c’è stata la rivolta dei paesi arabi – sulla validità di una elezione che si tiene in un paese di guerra, con uno stillicidio incessante di morti, di attentati, di rappresaglie in cui il cittadino qualunque ha, …

Leggi tutto »

LA STORIA NASCOSTA DELLE TORTURE DELLA CIA

La storia nascosta delle torture della CIA la strada che ha portato ad Abu Ghraib DI ALFRED W.McCOY Dai ferri roventi e gli uncini laceranti dell’antica Roma agli schiaccia pollici e alle ruote di tortura medievali, per oltre 2000 anni chiunque fosse interrogato in un tribunale poteva aspettarsi di subire indicibili torture. Negli ultimi 200 anni, intellettuali umanisti che vanno da Voltaire a membri di Amnesty International hanno portato avanti una ferma campagna contro gli orrori di questa crudeltà sponsorizzata …

Leggi tutto »

NEW ENTRY

DI MARCO TRAVAGLIO La Margherita, in vista delle feste natalizie, ha voluto farsi un regalo: l’ingaggio di Tiziana Parenti detta Titti, Giuseppe La Ganga detto Giusy, Enrico Manca, Agata Alma Cappiello e prossimamente, se tutto va bene, Salvo Aldò. Brevi cenni biografici delle new entry. Giusy La Ganga, già responsabile Enti locali del Psi, ha patteggiato 1 anno e 11 mesi di reclusione per corruzione e finanziamento illecito al Tribunale di Torino, dopo aver risarcito mezzo miliardo di lire. Si …

Leggi tutto »

L'ECONOMIA DELLA CARNE

La dieta a base di carne produce costi che vanno ben oltre ciò che si paga al ristorante o dal macellaio. DI NORMAN MYERS La dieta a base di carne produce costi che vanno ben oltre ciò che si paga al ristorante o dal macellaio. La rivoluzione dell’alimentazione tende a provocare un forte impatto nelle zone coltivate a cereali, in termini di erosione del suolo e altre forme di deterioramento della terra. La domanda di nuovi pascoli da destinare a …

Leggi tutto »

UNA GENERAZIONE DI SMEMORATI CREATA DA INSEGNANTI E PEDAGOGISTI

DI FRANCO CARDINI Ebbene, sì: parliamo di nuovo di scuola. E, sia chiaro, non m’importa niente se queste righe saranno prese per un elogio di Madame Moratti o per un attacco alla sua riforma. Il discorso è più ampio: e, ohimè, ben più drammatico. Una confessione, anzitutto. Dopo oltre un quarantennio di onorato servizio nell’insegnamento pubblico, di cui ben trentasette anni passati nell’Università, mi trovo a non esser più in grado di fare il mio lavoro di professore di storia: …

Leggi tutto »

I TAGLIATORI DI TESTE ISRAELIANI

Israele sotto choc per le foto pubblicate ieri da Yediot Aharonot che mostrano gli scempi commessi da soldati sui cadaveri di palestinesi. Ma non sembrano casi isolati. Altri sono segnalati.Le autorità militari hanno aperto un’inchiesta DI S.D.Q. Ma i barbari non erano i fondamentalisti islamici iracheni, i tagliatori di teste che mandavano i video in giro che poi comparivano sui diti interne? Israele è sotto choc, ci dicono, dopo le foto pubblicate ieri dal quotidiano conservatore Yediot Aharonot che mostrano …

Leggi tutto »

INFORMAZIONI TRAPELATE AD ARTE ?

DI BONTON Forse una parte di questa storia iniziò con l’affaire BBC, quando il governo britannico trovò il modo di far quadrare il cerchio, ovvero svergognare la pagliuzza del giornalista a caccia di scoop e nascondere la trave delle bugie sulle armi di distruzione di massa. Ovviamente, le informazioni da cui era nato l’affaire trapelavano dalla tv di stato, e nello stesso ambiente c’erano già i capri espiatori designati. Poi la storia continuò con le torture di Abu Graib, quando …

Leggi tutto »

L'EPURAZIONE DELLA CIA

DI MAURIZIO BLONDET Un tempo accadeva al Cremlino: oscure lotte di potere al fine delle quali la cosca vincente sottoponeva a epurazione la parte perdente. Personaggi al più alto livello del Pcus sparivano dalle manifestazioni ufficiali, dalle pagine della Pravda, e spesso dal mondo dei vivi. Adesso è accaduto nell’America di Rumsfeld e Wolfowitz. Vittima della purga, la Cia, colpevole di non aver assecondato l’invasione dell’Irak decisa dall’Amministrazione. Quasi cento alti dirigenti dell’Agenzia sono stati licenziati. Come al Cremlino di …

Leggi tutto »