Home / Davide (pagina 2)

Davide

L’anno che verrà è un deja vu

  DI ANTONIO DE MARTINI italiaeilmondo.com Ispirato dalla atmosfera campagnola in cui vivo, mi sono chiesto quali siano o saranno i frutti di questo strambo governo. I soli risultati certi sono la distruzione sicura di ogni ipotesi di un governo moderato di centro destra in grado di vincere le elezioni e la contemporanea nascita di un forte partito di destra estrema. In questo disegno c’è un elemento di bene e uno di male. Il bene è la distruzione di Berlusconi …

Leggi tutto »

L’apoteosi di George Soros

DI TOM LUONGO tomluongo.me “O muori da eroe, o vivi abbastanza a lungo da vederti diventare il cattivo”. – Il Cavaliere Oscuro George Soros ha effettuato questa trasformazione. Non che sia mai stato un eroe, sebbene pensi di esserlo. È l’incarnazione dell’idea portata da John Barth, che “l’uomo non può sbagliare”. Questa è una cosa che i bravi scrittori sanno bene: i cattivi non si considerano mai come tali. Nella propria mente, non possono sbagliare, quel che fanno è per …

Leggi tutto »

L’eroe guerrafondaio di tutti i mondi non c’è più! Lunga vita a John McCain

DI GIANFRANCO CAMPA italiaeilmondo.com Stanotte è morto all’età di 81 anni, il senatore repubblicano, componente primario dell’establishment politico americano, John Sidney McCain III. Se ne va uno degli attori principali della politica americana del ventesimo e ventunesimo secolo. Se ne va colui che il New York Time ha definito: “ Il più grande leader politico del nostro tempo.” Se ne va colui che è stato un arcinemico di Donald Trump e dei suoi sostenitori. Se ne va il tardo eroe …

Leggi tutto »

Stati Uniti e sauditi arruolano Al-Qaida per la guerra nello Yemen

DI TONY CARTALUCCI journal-neo.org La Associated Press ha rivelato che la guerra a guida saudita sostenuta dagli USA contro lo Yemen include l’uso di al-Qaida come forza mercenaria contro i ribelli huthi. Ciò conferma come un fatto ciò che viene ampiamente respinto dal 2011 dai politici occidentali e dai media loro complici come “teoria del complotto”. Le prove che Stati Uniti ed alleati hanno arruolato al-Qaida e altri gruppi estremisti per condurre guerre per procura nel Medio Oriente e Nord …

Leggi tutto »

Pezzi di merda: fenomenologia dell’odio nell’Italia di Salvini

FONTE: LIBREIDEE.ORG Succede questo: a proclamarsi paladini dell’uomo dalla pelle scura, oggi, sono i killer politici dell’uomo dalla pelle chiara – quelli che gli hanno tolto tutto, in Europa, dopo aver abbondantemente depredato anche l’Africa, trasformandola in una terra desolata da cui scappare. Così i naufraghi salvati in mare da una nave della Guardia Costiera italiana diventano prigionieri, letteralmente  torturati dal vero Uomo Nero, il Ministro della Paura che usurpa la poltrona del Viminale. Ha un problema, l’Uomo Nero, anzi …

Leggi tutto »

La Germania chiede un sistema globale di pagamento indipendente dagli Stati Uniti

FONTE: ZEROHEDGE.COM Con un sorprendente voto di “sfiducia” nei confronti del monopolio statunitense sull’infrastruttura globale di pagamento, il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas ha chiesto la creazione di un nuovo sistema indipendente dagli Stati Uniti. Questo permetterebbe a Bruxelles di non dover rispondere a Washington per le proprie operazioni finanziarie, e sarebbe anche un mezzo per salvare l’accordo nucleare tra Iran ed Occidente. Scrivendo sul quotidiano tedesco Handelsblatt, Maas ha dichiarato: “L’Europa non dovrebbe permettere che gli Stati Uniti …

Leggi tutto »

Se fossi il Dittatore di questo Paese…

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Se fossi il Dittatore di questo Paese nel caso di fatti come quello del crollo del ponte sul Polcevera imporrei il silenzio per almeno un mese a tutti gli uomini politici, di qualsiasi specie, senatori, deputati, consiglieri regionali e comunali, ministri eccezion fatta per i titolari dei Dicasteri di volta in volta competenti e, se proprio sente il bisogno di dir qualcosa, per il Presidente del Consiglio. Se fossi il Dittatore di questo Paese imporrei il …

Leggi tutto »

Il capitalismo rovina la salute mentale

DI MANUEL E. YEPE counterpunch.org Visto il nostro passato di cacciatori-raccoglitori solidali nell’era primitiva, respingiamo la falsa idea che gli esseri umani, per propria stessa natura, siano competitivi, aggressivi ed individualisti. Hanno invece tutte le abilità psicologiche e sociali per vivere diversamente ed evitare le disuguaglianze. Questa è la visione dei professori di epidemiologia Kate Pickett e Richard Wilkinson, autori di numerosi libri e studi vari sugli effetti delle disuguaglianze sociali negli Stati Uniti. Nel loro nuovo libro intitolato “The …

Leggi tutto »

La Grecia ce l’ha fatta, fine bail-out. Tsipras sta resuscitando i morti

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Uno legge un titolo di giornale, come sul The Guardian di Londra, 1 gennaio 2017, e pensa: calma, sarà poi vero? Dopotutto è solo un giornale. Il titolo era: “Pazienti che potevano vivere stanno morendo”. Sottotitolo: “La Sanità greca si è disintegrata. Atene ostinatamente insiste con le Austerità che costringono il sistema sanitario a bastonare i più deboli”. Uno poi legge le dichiarazioni di Michalis Giannakoz che dirige la Federazione Panellenica dei dipendenti ospedali pubblici, e …

Leggi tutto »

La doppia morale e la bomba che stava per scoppiare

DI ENRICA PERUCCHIETTI facebook.com La predatrice: ovvero la doppia morale di certi personaggi che si ergono a paladini dei diritti, che si fanno bandiera di campagne di linciaggio mediatiche, che fanno i finti buonisti, che hanno (però) ingombranti scheletri negli armadi… e che fungono da armi di distrazione di massa. Asia Argento, tra le prime donne nel mondo del cinema a denunciare la violenza sessuale subita dal produttore Harvey Weinstein e paladina del movimento #MeToo… si sarebbe accordata per risarcire …

Leggi tutto »

Fuori rotta

DI TONGUESSEY comedonchisciotte.org La pervasiva tecnica del trickle down, del gocciolamento, parte dall’assunto che il neoliberismo e la globalizzazione siano fenomeni simili all’acqua, capaci cioè di penetrare in ogni anfratto e di insinuarsi in ogni fessura portando nuova linfa vitale (la loro) in ogni dove. La vita così come la conosciamo oggi è, nonostante tutto, globale e neoliberista grazie a tale gocciolamento. In realtà credere a questa narrazione ci fa diventare portatori sani di antropocentrismo postmoderno. Il dogma pretende che …

Leggi tutto »

“Con questo caldo si muore !” – la scioccante realtà delle esportazioni di animali vivi

  DI BORZOU DARAGAHI Guardian.com Per effetto della domanda globale di carne, gli animali vengono spostati da una parte all’altra del mondo, in continuazione. Gli attivisti dicono che questo bestiame vive in condizioni intollerabili e che tutti noi stiamo chiudendo un occhio Al valico di frontiera di Kapikule tra Turchia e Bulgaria, Lesley Moffat si fa avanti, con un blocco-note in mano, camminando accanto ai camion parcheggiati e carichi di mucche e pecore vive che aspettano – in questa terra …

Leggi tutto »

Sembra che il default italiano sia tornato di moda

DI TOM LUONGO tomluongo.me Il vice primo ministro italiano Matteo Salvini ha avuto ragione nell’accusare l’UE del crollo del ponte a Genova di questa settimana. È stato un atto di basso profilo politico, ma che in fin dei conti ha senso. È il momento perfetto per far aprire gli occhi sui reali costi che comporta l’aver affidato la propria sovranità finanziaria a qualcun altro, in questo caso la Troika – Commissione Europea, BCE e FMI. L’Italia sta lentamente morendo grazie …

Leggi tutto »

I BEI CORPI E LE BELLE MENTI ALLA SALVEZZA DELL’ITALIA — Saviano &Co contro l’abominio gialloverde (c’è anche Laga..chi?)

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.com Ragazzi, ci ho messo tre giorni a scriverlo, non ci volete mettere 20 minuti per leggerlo? Del resto è solo una comica. http://www.neldeliriononeromaisola.it/2018/08/236853/ (appello di Cacciari) http://www.repubblica.it/cronaca/2018/07/21/news/rompiamo_il_silenzio_contro_la_menzogna-202372216/ (appello di Saviano) Tempi di caldo rovente, tempo di colpi di sole, tempo di appelli. Dicono le statistiche che col caldo aumentano i delitti. C’è quello di Veronesi, di appelli dico, quello di Cacciari, quello, enciclopedico, di Saviano. E c’è una buona fetta della nostra intellighenzia che si è …

Leggi tutto »

Un’autostrada pubblica

FONTE: ILPEDANTE.ORG (Ri)nazionalizzare? La tragedia del crollo del ponte Morandi ha riaperto il dibattito sull’opportunità tecnica, politica ed economica di avere affidato, a partire dagli anni Novanta, la gestione di buona parte della nostra rete autostradale a concessionari privati. Secondo alcuni, le ben note criticità di quel processo di «privatizzazione» (trattandosi di una cessione ai privati della sola gestione, non delle infrastrutture) assumono rilievo anche per la sicurezza degli utenti, sempre più minacciata da manufatti urgentemente bisognosi di manutenzioni straordinarie …

Leggi tutto »

L’anno prossimo ci sarà la recessione

DI CHARLES GAVE blog.evergreengavekal.com Negli ultimi tre mesi, mi sono sempre più convinto che nel 2019 una recessione colpirà l’economia mondiale. In questo articolo spiegherò il perché. Il mio ragionamento è semplice. Si basa sul comportamento di un indicatore che seguo da tempo, che io chiamo World Monetary Base, o WMB. Ogni volta che questo aggregato monetario ha mostrato un declino anno-su-anno in termini reali, ne è seguìta una recessione, spesso accompagnata da una serie di “cigni neri”. E, da …

Leggi tutto »

No, è Bruxelles che ha ucciso a Genova, Benetton è solo uno scherano. Ecco la storia

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Perché il ponte Morandi era in mano ai Benetton? Risposte: “Il 7 febbraio 1992, veniva firmato il Trattato di Maastricht, che entrerà in vigore l’anno successivo, nel 1993. Il ’93 è l’anno in cui il governo Ciampi istituisce il Comitato Permanente di Consulenza Globale e di Garanzia per le Privatizzazioni; sempre in quell’anno gli accordi del ministro dell’industria Paolo Savona* con il Commissario europeo alla concorrenza Karel Van Miert e quelli del ministro degli Esteri Beniamino …

Leggi tutto »

Su Genova, Bruxelles e italiani morti

FONTE: LIBREIDEE.ORG Aquarius “rimbalzata” nel Mediterraneo) poco prima che l’Italia letteralmente si fermi, alla vigilia di ferragosto, di fronte al disastro di Genova: almeno 37 morti sotto le macerie del viadotto Morandi, collassato – pare – per il cedimento (non inatteso) degli “stralli”, i tiranti d’acciaio che reggevano la gigantesca infrastruttura sospesa sul capoluogo ligure. Terrore, caos, emergenza nazionale: il governo Conte, tramite Salvini e Di Maio, annuncia la revoca della concessione ad Autostrade e una multa da 150 milioni, …

Leggi tutto »

Sulla diatriba leva sì leva no – Cittadini al servizio, militare o civile, della collettività, o mercenari al servizio dei signori della guerra?

DI FULVIO GRIMALDI Mondo Cane La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Il servizio militare è obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, né l’esercizio dei diritti politici. L’ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica. (Costituzione, art.52) A dispetto che me ne verranno alcune ragionate obiezioni e un mucchio di biecamente strumentali anatemi (reazionario, nazionalista, sovranista, populista, rossobruno e via nella scia del …

Leggi tutto »

Perché non ci ascoltano?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Dio lo volesse, che una volta tanto ci dessero ascolto. Invece, ci tocca sempre fare i profeti di sventure annunciate, di pericoli by-passati con un’alzata di spalle, oppure conclusi in chiesa di fronte alle bare. Non ho mai parlato del “Ponte di Brooklyn” – come lo chiamano a Genova – anziché “Ponte Morandi” ma ho toccato più volte l’argomento in vari articoli, per denunciare la pericolosità delle autostrade liguri. L’ultima volta ponendomi una domanda retorica, ossia: …

Leggi tutto »

Creare il caos e creare martiri: Alex Jones ed Erdogan

TOM LUONGO tomluongo.me Il caos politico ha raggiunto l’apice questa settimana, prima con la censura di Alex Jones concordata dai social media, poi col crollo della Lira turca. Come sono correlate le due cose? Entrambe rivelano il disperato bisogno di controllo dei potenti. Dopo l’elezione di Trump, se la sono fatta sotto. I Globalisti di cui Jones parla sempre esistono veramente. Piaccia o non piaccia, è una persona che genera idee scomode, necessarie in una società libera. È da più …

Leggi tutto »

Ma il “piano B” non puo’ funzionare

FONTE: KEINPFUSCH.NET In questa vigilia di crisi finanziaria, osservare il dibattito politico (sia quello tra politici che quello tra sostenitori ) e’ esilarante. E’ esilarante perche’ quando le persone cercano di costruirsi un’idea della realta’ dopo averla rinnegata ed aver abbracciato qualche narrativa, non possono che farmi ridere. La realta’, signori, non si spiega. Non esistono teorie che spiegano la realta’. Esistono teorie che la descrivono, esistono racconti che ne fanno la cronaca, ma la realta’ non si spiega. La …

Leggi tutto »

Prove tecniche per l’attacco monetario d’autunno

  DI MASSIMO BORDIN micidial.it Troppa confusione viene alimentata quando una valuta scende in modo burrascoso. Nel caso della lira turca, poi, si sprecano i moralismi contro la politica di Erdogan. La lira turca non sta precipitando perchè Erdogan è un pericoloso oscurantista, ma perchè qualcuno sta “vendendo” Turchia. Questo “qualcuno” lo fa perchè è bello speculare al ribasso. Accadde con il rublo 4 anni fa, ad esempio. I trader dicono, non a caso, che si sale per le scale, …

Leggi tutto »

La crisi valutaria turca

FONTE: MOON OF ALABAMA Il presidente turco Erdogan afferma spesso che “potenze straniere” (leggasi Stati Uniti) vogliono farlo fuori. Dice che la “lobby degli interessi” (leggasi banchieri (ebrei)) vuole danneggiare la Turchia. Ha un po’ ragione su ambo i punti. Dalla scorsa settimana la lira turca è in una lunga discesa. Solo oggi ha perso quasi il 20% del proprio valore. Probabilmente trascinerà con sé l’intera economia, ed Erdogan ha bisogno di qualcuno da incolpare. Banche e potenze straniere sicuramente …

Leggi tutto »

KALOKAGATHIA, il Tacchino Induttivista e la FREEVAXFOBIA dei gelatai

DI EMANUELA LORENZI comedonchisciotte.org   La Verità è uno specchio caduto dalle mani di Dio e andato in frantumi. Ognuno ne raccoglie un frammento e sostiene che lì è racchiusa tutta la Verità. (Jalaladdin Rumi) (DISCLAIMER : Chiedo venia per l’ennesimo articolo sul tema. Non è colpa mia purtroppo, ma della canicule che dà alla testa di questo paese smidollato, dimentico del bene comune e della consapevolezza del potere di cambiare le cose. Quelli come me, affetti da accanimento terapeutico …

Leggi tutto »

Per l’Italia è pronto l’arrivo di un Prefetto tedesco

DI MAURO BOTTARELLI ilsussidiario.net Il declino dell’Italia potrebbe essere a un momento decisivo. Il Governo potrebbe di fatto aprire le porte al Prefetto tedesco in diverse occasioni evocato. Cari lettori, vi voglio dare un consiglio, se permettete. E lo faccio dal cuore e con il cuore: fate come me, mettetevi l’animo in pace, armatevi di pop-corn e patatine e godetevi con il distacco tipico di una liberatoria ineluttabilità, la fine di questo Paese. È giusto così. Anzi, è addirittura auspicabile. …

Leggi tutto »

Troll Russi, Twitter e la Costante Esigenza di Identificare un Nemico Pubblico

DI MICHELE PUTRINO medium.com In questi giorni l’intero giornalismo mainstream si è scatenato alla notizia che, forse, i russi si fossero messi a influenzare il pensiero politico degli italiani attraverso la creazione di finti account su Twitter. Un allarmismo esagerato e risibile se non fosse che dietro si nasconde qualcosa di molto serio. Twitter: il social dell’élite In pochi tra i giornalisti e i politici se ne rendono conto ma per il grande pubblico Twitter è solo il nome di un …

Leggi tutto »

Questo pomodoro ti spiegherà come funziona il capitalismo

DI DARIO DE MARCO minimaetmoralia.it Ci voleva una strage, dodici braccianti africani morti in un incidente stradale in Puglia, per richiamare l’attenzione su condizioni di lavoro, e vita, che non sono tanto differenti dalla schiavitù: mancano solo le catene di ferro in senso materiale (e non sempre). Ci vuole sempre una strage, e uno è persino tentato di dire ben venga, il sacrificio di vite umane (basta che si tratti di vite che non sono la mia), se serve a far capire qualcosa, …

Leggi tutto »

A quando il prossimo disastro?

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com L’Italia importa, ogni anno, circa 60 milioni di tonnellate di petrolio greggio, senza conteggiare la produzione interna né l’apporto di gas metano: è un mare di petrolio, l’equivalente di 150 enormi petroliere da 400.000 tonnellate l’una. Una ogni due-tre giorni attracca ai terminal delle grandi raffinerie e, da lì, il greggio riparte tramite oleodotti per altre destinazioni, oppure viene raffinato. Quando pensiamo “petrolio” la mente corre al distributore di carburanti, ma il 5% del greggio prende …

Leggi tutto »

la Marcinelle di Foggia, il depistaggio sui caporali e l’impunità degli imprenditori schiavisti

DI GIORGIO CREMASCHI facebook.com Dopo la strage di sedici di loro, domani 8 agosto i braccianti scioperano con la USB e manifestano dal ghetto di Rignano a Foggia. Per una terribile coincidenza di date, domani è anche l’anniversario della strage di Marcinelle, in Belgio. L’8 agosto 1956 136 migranti italiani morirono assieme a tanti altri minatori belgi e di tutta Europa, nell’incendio di una miniera. Fu contemporaneamente una tragedia del lavoro e della emigrazione, a cui tanti italiani erano costretti …

Leggi tutto »