Davide

LA POLITICA ITALIANA, OVVERO IL NULLA

Qualche giorno fa dicevo a degli amici che ritengo il centrosinistra in “decomposizione”. In che senso? Nel senso che alcuni segni (estrema difficoltà nella comunicazione interna, mancanza di strategia, scarso rapporto con l’elettorato, spaccatura interna alle stesse correnti dei partiti che lo compongono, ecc.) indicavano una sua ancora aumentata instabilità interna e debolezza. Rilevavo come il discorso politico dei “neo-ulivisti” fosse solo un impasto di “antiberlusconismo mistico” e di europeismo acritico. Pensavo che potessero comunque vincere le prossime tornate elettorali …

Leggi tutto »

LA POLITICA ITALIANA, OVVERO IL NULLA

Qualche giorno fa dicevo a degli amici che ritengo il centrosinistra in “decomposizione”. In che senso? Nel senso che alcuni segni (estrema difficoltà nella comunicazione interna, mancanza di strategia, scarso rapporto con l’elettorato, spaccatura interna alle stesse correnti dei partiti che lo compongono, ecc.) indicavano una sua ancora aumentata instabilità interna e debolezza. Rilevavo come il discorso politico dei “neo-ulivisti” fosse solo un impasto di “antiberlusconismo mistico” e di europeismo acritico. Pensavo che potessero comunque vincere le prossime tornate elettorali …

Leggi tutto »

POLAR EXPRESS, DESTINAZIONE: L'INCUBO

DI EVELINA SANTANGELO Non so quanti hanno visto, o hanno portato i loro figli al cinema a vedere Polar Express. Io l’ho fatto, e, devo dire, all’inizio, con molto entusiasmo. “Un film sul mondo incantato dell’infanzia che oppone resistenza alla prosaica verità del mondo adulto, incapace di sognare, e ormai persino d’immaginare un mondo diverso, un’umanità diversa”. È stata con questa idea (sbagliata) che mi sono recata al cinema. E forse per questo la delusione è stata più acerba. Certo …

Leggi tutto »

POLAR EXPRESS, DESTINAZIONE: L'INCUBO

DI EVELINA SANTANGELO Non so quanti hanno visto, o hanno portato i loro figli al cinema a vedere Polar Express. Io l’ho fatto, e, devo dire, all’inizio, con molto entusiasmo. “Un film sul mondo incantato dell’infanzia che oppone resistenza alla prosaica verità del mondo adulto, incapace di sognare, e ormai persino d’immaginare un mondo diverso, un’umanità diversa”. È stata con questa idea (sbagliata) che mi sono recata al cinema. E forse per questo la delusione è stata più acerba. Certo …

Leggi tutto »

L'ORGOGLIOSA ORIANA È SEMPRE ''SÉ STESSA''

DI MASSIMO FINI Che Oriana Fallaci intervisti se stessa non può stupire. A una giornalista di settantasei anni che fustiga a sangue l’intero Occidente perché non sa e non vuole difendersi dall’Islam, identificato con la Bestia dell’Apocalisse (sorte già toccata a Nerone), che marchia a fuoco gli europei come “collaborazionisti”, vigliacchi, mollaccioni e “sgomentevoli”, che accusa Papa Wojtyla di non saper fare il suo mestiere eppoi, a scendere, striglia da par suo Jacques Chirac, Zapatero, Carlo Azeglio Ciampi, Romano Prodi, …

Leggi tutto »

L'ORGOGLIOSA ORIANA È SEMPRE ''SÉ STESSA''

DI MASSIMO FINI Che Oriana Fallaci intervisti se stessa non può stupire. A una giornalista di settantasei anni che fustiga a sangue l’intero Occidente perché non sa e non vuole difendersi dall’Islam, identificato con la Bestia dell’Apocalisse (sorte già toccata a Nerone), che marchia a fuoco gli europei come “collaborazionisti”, vigliacchi, mollaccioni e “sgomentevoli”, che accusa Papa Wojtyla di non saper fare il suo mestiere eppoi, a scendere, striglia da par suo Jacques Chirac, Zapatero, Carlo Azeglio Ciampi, Romano Prodi, …

Leggi tutto »

TURCHIA ED ISRAELE, LA PROSSIMA QUESTIONE UE

DI VUK ZLATAN Non so se abbiate mai studiato teoria del giochi, o se giochiate a scacchi. Nella visione normale di una scacchiera, ogni pezzo occupa una sola casella, ed ha una certa capacita’ di movimento. Il gioco consiste nel minacciare il re avversario di poter muovere sulla sua casella. Questo e’ solo uno dei modi di vedere una partita a scacchi. La teoria dei giochi insegna che una partita a scacchi possa essere vista in modi diversi. Possiamo vederla …

Leggi tutto »

TURCHIA ED ISRAELE, LA PROSSIMA QUESTIONE UE

DI VUK ZLATAN Non so se abbiate mai studiato teoria del giochi, o se giochiate a scacchi. Nella visione normale di una scacchiera, ogni pezzo occupa una sola casella, ed ha una certa capacita’ di movimento. Il gioco consiste nel minacciare il re avversario di poter muovere sulla sua casella. Questo e’ solo uno dei modi di vedere una partita a scacchi. La teoria dei giochi insegna che una partita a scacchi possa essere vista in modi diversi. Possiamo vederla …

Leggi tutto »

PROPRIO COME HITLER: IL TIME SCEGLIE BUSH COME "UOMO DELL'ANNO"

Dopo tutto, sta portando un sistema di oppressione e tirannia quasi identico. DI K.L VANTRAN WASHINGTON – I soldati della Prima Divisione Corazzata, Ronald Buxton, Billie Grimes, Marquette Whiteside, decoravano la copertina del Time magazine il 22 Dicembre dello scorso anno. Essi rappresentavano “ Il Soldato Americano “ – tutti uomini e donne in uniforme – che furono scelti dal Time come persone dell’anno 2003. “ Per l’eccezionale abilità e servizio, per le scelte che ognuno di loro ha fatto …

Leggi tutto »

PROPRIO COME HITLER: IL TIME SCEGLIE BUSH COME "UOMO DELL'ANNO"

Dopo tutto, sta portando un sistema di oppressione e tirannia quasi identico. DI K.L VANTRAN WASHINGTON – I soldati della Prima Divisione Corazzata, Ronald Buxton, Billie Grimes, Marquette Whiteside, decoravano la copertina del Time magazine il 22 Dicembre dello scorso anno. Essi rappresentavano “ Il Soldato Americano “ – tutti uomini e donne in uniforme – che furono scelti dal Time come persone dell’anno 2003. “ Per l’eccezionale abilità e servizio, per le scelte che ognuno di loro ha fatto …

Leggi tutto »

DECRETO ARSENIO LUPIN

DI MARCO TRAVAGLIO Sono una vera fortuna questi 200 morti di camorra a Napoli: altrimenti mancherebbe un pretesto per la nuova legge salva-Previti. Ma è una vera fortuna pure che Previti abbia sul groppone 16 anni di carcere in primo grado per corruzione giudiziaria e dunque necessiti di un’apposita legge per mandarli in prescrizione. Altrimenti mancherebbe il requisito di urgenza, e la legge anticamorra seguirebbe l’iter ordinario delle norme non ad personam: cioè verrebbe approvata fra una decina d’anni. Certo, …

Leggi tutto »

DECRETO ARSENIO LUPIN

DI MARCO TRAVAGLIO Sono una vera fortuna questi 200 morti di camorra a Napoli: altrimenti mancherebbe un pretesto per la nuova legge salva-Previti. Ma è una vera fortuna pure che Previti abbia sul groppone 16 anni di carcere in primo grado per corruzione giudiziaria e dunque necessiti di un’apposita legge per mandarli in prescrizione. Altrimenti mancherebbe il requisito di urgenza, e la legge anticamorra seguirebbe l’iter ordinario delle norme non ad personam: cioè verrebbe approvata fra una decina d’anni. Certo, …

Leggi tutto »

KURSK

DI ANNA ZAFESOVA Centodiciotto ragazzi sono morti là sotto, centodiciotto famiglie aspettano una verità che non verrà mai e che potrebbe essere stata l’ultimo atto di una guerra più gelida che fredda. Un frammento di questa verità è forse nascosto dentro una piccola notizia, dieci righe appena, comparsa il 22 agosto 2000 sul sito web della Pravda. Una notizia che non è mai stata stampata sulla versione in carta del giornale e che nel mondo virtuale del web ha vissuto …

Leggi tutto »

KURSK

DI ANNA ZAFESOVA Centodiciotto ragazzi sono morti là sotto, centodiciotto famiglie aspettano una verità che non verrà mai e che potrebbe essere stata l’ultimo atto di una guerra più gelida che fredda. Un frammento di questa verità è forse nascosto dentro una piccola notizia, dieci righe appena, comparsa il 22 agosto 2000 sul sito web della Pravda. Una notizia che non è mai stata stampata sulla versione in carta del giornale e che nel mondo virtuale del web ha vissuto …

Leggi tutto »

GIOCATTOLI INCREDIBILI

Nel Guangdong si producono tre quarti dei giocattoli di tutto il mondo. Salario: tra 40 e 70 euro al mese DI BEPPE GRILLO Chi sono davvero Gli incredibili di questi giorni? Ciampi, il presidente buono che ripudia la guerra ma anche l’embargo delle armi italiane alla dittatura cinese? O Fini, il primo fascista che si batte per vendere armi al più grande stato comunista? Forse però i più incredibili di tutti sono proprio i manager della Disney. Per forza che …

Leggi tutto »

GIOCATTOLI INCREDIBILI

Nel Guangdong si producono tre quarti dei giocattoli di tutto il mondo. Salario: tra 40 e 70 euro al mese DI BEPPE GRILLO Chi sono davvero Gli incredibili di questi giorni? Ciampi, il presidente buono che ripudia la guerra ma anche l’embargo delle armi italiane alla dittatura cinese? O Fini, il primo fascista che si batte per vendere armi al più grande stato comunista? Forse però i più incredibili di tutti sono proprio i manager della Disney. Per forza che …

Leggi tutto »

TEMPLARI E MASSONI E' FANTASTORIA

Tra falsità ed equivoci spopolano i romanzi di Dan Brown e il film con Nicolas Cage. Cosa c’è dietro la moda esoterica che avvince gli italioti, dalla ricerca del Graal alla setta degli Illuminati.Da tre secoli a questa parte l’irrazionalismo si unisce allo scientismo, con una buona dose di anticristianesimo DI FRANCO CARDINI Inutile, non ci si salva più. E’ proprio vero che al peggio non c’è fondo. Il Codice da Vinci di Dan Brown arriva sotto l’albero di Natale …

Leggi tutto »

TEMPLARI E MASSONI E' FANTASTORIA

Tra falsità ed equivoci spopolano i romanzi di Dan Brown e il film con Nicolas Cage. Cosa c’è dietro la moda esoterica che avvince gli italioti, dalla ricerca del Graal alla setta degli Illuminati.Da tre secoli a questa parte l’irrazionalismo si unisce allo scientismo, con una buona dose di anticristianesimo DI FRANCO CARDINI Inutile, non ci si salva più. E’ proprio vero che al peggio non c’è fondo. Il Codice da Vinci di Dan Brown arriva sotto l’albero di Natale …

Leggi tutto »

IL VERTICE DI BUENOS AIRES DICE ADDIO ALLA TERRA

Dopo due settimane di dibattiti accesi, venerdì scorso, si è conclusa la decima conferenza internazionale sul cambiamento climatico a Buenos Aires. Il commento di Giorgio Nebbia DI GIORGIO NEBBIA Hanno fatto le valige e prenotato il volo per passare il Natale a casa le centinaia di ministri, viceministri, delegati, consulenti, funzionari e lobbysti che, una volta all’anno, si incontrano qua e là per il mondo per dare ad intendere che vogliono salvare il pianeta dalle catastrofi dei mutamenti climatici dovuti …

Leggi tutto »

IL VERTICE DI BUENOS AIRES DICE ADDIO ALLA TERRA

Dopo due settimane di dibattiti accesi, venerdì scorso, si è conclusa la decima conferenza internazionale sul cambiamento climatico a Buenos Aires. Il commento di Giorgio Nebbia DI GIORGIO NEBBIA Hanno fatto le valige e prenotato il volo per passare il Natale a casa le centinaia di ministri, viceministri, delegati, consulenti, funzionari e lobbysti che, una volta all’anno, si incontrano qua e là per il mondo per dare ad intendere che vogliono salvare il pianeta dalle catastrofi dei mutamenti climatici dovuti …

Leggi tutto »

LA FINE DI UN PREMIO PULITZER

DA DEMOCRACY NOW Gary Webb, giornalista investigativo vincitore del premio Pulitzer che scrisse una serie di articoli sul legame tra CIA e il traffico di cocaina a Los angeles, è morto all’eta’ di 49 anni. Noi abbiamo un’ intervista del 1998 con Webb su Democracy Now! E parliamo con il suo collega, veterano giornalista investigativo Robert Parry. Webb e’ stato trovato venerdi 10 dicembre 2004 nella sua casa di Sacramento, morto di apparente suicidio. Alcuni operai di una agenzia di …

Leggi tutto »

LA FINE DI UN PREMIO PULITZER

DA DEMOCRACY NOW Gary Webb, giornalista investigativo vincitore del premio Pulitzer che scrisse una serie di articoli sul legame tra CIA e il traffico di cocaina a Los angeles, è morto all’eta’ di 49 anni. Noi abbiamo un’ intervista del 1998 con Webb su Democracy Now! E parliamo con il suo collega, veterano giornalista investigativo Robert Parry. Webb e’ stato trovato venerdi 10 dicembre 2004 nella sua casa di Sacramento, morto di apparente suicidio. Alcuni operai di una agenzia di …

Leggi tutto »

UCRAINA E IRAQ, I DUE VOLTI DI BUSH

DI MASSIMO FINI Nei giorni in cui si svolgeva in Ucraina il confronto elettorale fra il filorusso Yanukovic e il filoccidentale Yushenko il presidente americano Bush ammonì Putin contro «ingerenze esterne in Ucraina» dichiarando che «in ogni Paese le elezioni devono rispecchiare la volontà del popolo e non di qualche Stato straniero». Una bella improntitudine se si pensa che il presidente Usa pretende di far svolgere elezioni in Iraq dove stazionano circa 160mila soldati americani che come «ingerenza esterna» mi …

Leggi tutto »

UCRAINA E IRAQ, I DUE VOLTI DI BUSH

DI MASSIMO FINI Nei giorni in cui si svolgeva in Ucraina il confronto elettorale fra il filorusso Yanukovic e il filoccidentale Yushenko il presidente americano Bush ammonì Putin contro «ingerenze esterne in Ucraina» dichiarando che «in ogni Paese le elezioni devono rispecchiare la volontà del popolo e non di qualche Stato straniero». Una bella improntitudine se si pensa che il presidente Usa pretende di far svolgere elezioni in Iraq dove stazionano circa 160mila soldati americani che come «ingerenza esterna» mi …

Leggi tutto »

OLTRE I DIRITTI DELL'UOMO – PER DIFENDERE LA LIBERTA'

Intervista ad Alain de Benoist e Danilo Zolo sui temi del libro di A. de Benoist ‘Oltre i diritti dell’uomo-per difendere la libertà’ A CURA DI MAURIZIO MESSINA DOMANDE 1. Quale valenza ha il discorso del cosiddetto occidente sui diritti dell’uomo se è vero, come è vero, che esso ignora o addirittura attenta al diritto dei popoli per motivi egemonici, culturali, economici? Così come nell’800 il colonialismo mercantile pretendeva di arrecare “progresso e civiltà”, oggi il fondamentalismo mercantile del terzo …

Leggi tutto »

OLTRE I DIRITTI DELL'UOMO – PER DIFENDERE LA LIBERTA'

Intervista ad Alain de Benoist e Danilo Zolo sui temi del libro di A. de Benoist ‘Oltre i diritti dell’uomo-per difendere la libertà’ A CURA DI MAURIZIO MESSINA DOMANDE 1. Quale valenza ha il discorso del cosiddetto occidente sui diritti dell’uomo se è vero, come è vero, che esso ignora o addirittura attenta al diritto dei popoli per motivi egemonici, culturali, economici? Così come nell’800 il colonialismo mercantile pretendeva di arrecare “progresso e civiltà”, oggi il fondamentalismo mercantile del terzo …

Leggi tutto »

5000 DISERZIONI E IL CONTO CONTINUA

E’ ancora una volta Déja Vu DI DAVE LINDORFF John Fogerty ha ragione. “E’ ancora una volta déjà vu,” fatta eccezione per una differenza. In Vietnam, nel periodo che era seguito al Tet, quando era diventato chiaro ai soldati impegnati nella battaglia che la guerra era una causa persa e che stavano solamente mettendo a repentaglio le proprie vite e l’integrità dei propri corpi per fornire copertura a Richard Nixon e ad altri politici a Washington, l’ammutinamento, la diserzione e …

Leggi tutto »

5000 DISERZIONI E IL CONTO CONTINUA

E’ ancora una volta Déja Vu DI DAVE LINDORFF John Fogerty ha ragione. “E’ ancora una volta déjà vu,” fatta eccezione per una differenza. In Vietnam, nel periodo che era seguito al Tet, quando era diventato chiaro ai soldati impegnati nella battaglia che la guerra era una causa persa e che stavano solamente mettendo a repentaglio le proprie vite e l’integrità dei propri corpi per fornire copertura a Richard Nixon e ad altri politici a Washington, l’ammutinamento, la diserzione e …

Leggi tutto »

LA VITTORIA DI BUSH, FALLUJA ED IL MOVIMENTO GLOBALE CONTRO LA GUERRA

DI WALDEN BELLO Mentre continuano ad esserci delle accuse attendibili di brogli, soprattutto nel conteggio dei voti nello stato di Ohio, la maggior parte degli Stati Uniti, compreso il Partito Democratico, ha riconosciuto il fatto che George W. Bush è stato ri-eletto presidente con un margine di vittoria di 3,5 milioni su John Kerry Blocco Egemonico? La terribile verità, comunque, è che la vittoria Repubblicana, anche se non sbilanciata, è stata solida. Un’ulteriore fase delle rivoluzione politica iniziata da Ronald …

Leggi tutto »

FIAMMA NIRENSTEIN, ANTISEMITA PRETERINTENZIONALE

DI MAURIZIO BLONDET Ha fatto il giro del mondo la foto del palestinese che ha dovuto suonare il violino al posto di blocco israeliano. Bene: ora sappiamo che chi ha diffuso questa foto, o l’ha anche solo guardata, è un antisemita. I giornali (antisemiti) non hanno detto tutto: “il palestinese ha suonato di sua spontanea volontà”. Dobbiamo la rivelazione a Fiamma Nirenstein, corrispondente da Israele per La Stampa. L’ha fatto al convegno “Antisemitismo – minaccia per la democrazia” organizzato a …

Leggi tutto »