Home / Archivi etichette: Euro

Archivi etichette: Euro

Young Signorino

DI ALCESTE alcesteilblog.blogspot.com Anni Settanta. Squilla il telefono nell’elegante casa di Renato e Cini Boeri. Il domestico solleva la cornetta, la pone con calma all’orecchio; sente gracchiare una voce: dall’altro capo del filo qualcuno reclama il giovane Tito. Il sottoposto di classe non si scompone; ne ha viste tante; solo dichiara: “Il signorino Tito non c’è, è fuori a fare la rivoluzione”. Formidabili quegli anni!, sentenziò, in un suo goffo libro, Mario Capanna, già coordinatore di Democrazia Proletaria. Capanna fu …

Leggi tutto »

Le potenze europee si preparano a rottamare il dollaro nel commercio con l’Iran, mentre monta l’ostilità verso le politiche “America First”

  DI ELLIOTT GABRIEL mintpressnews.com Mentre le capitali occidentali si preparano per il vertice NATO di mercoledì, europei ed iraniani sperano entrambi che i leader europei possano finalmente agire concretamente e liberarsi dalla schiavitù imposta dagli Stati Uniti. La campagna anti-Iran della Casa Bianca potrebbe essere controproducente. Il Ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, sostiene infatti che le tre principali potenze europee prevedono di continuare i legami commerciali con l’Iran senza l’uso del dollaro USA. La mossa sarebbe un chiaro …

Leggi tutto »

In TV, la pura e semplice verità è rivoluzionaria

comedonchisciotte controinformazione alternativa canale italia 22 giugno 2018

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Raccontare la pura e semplice verità in TV è un atto rivoluzionario. Non finirò mai di ringraziare Vito Monaco per essere l’unico Giornalista in Italia, caso più unico che raro, che ha il coraggio di ospitarmi nelle sue trasmissioni televisive. Quando mi ha chiamato per partecipare alla sua trasmissione del 22 giugno 2018, mi ha avvertito però subito, quasi scusandosi, che ci sarebbero stati anche dei fautori dell’Euro con i quali avrei dovuto confrontarmi, in una …

Leggi tutto »

Gli economisti italiani insistono a chiedere all’Europa, ma quelli esteri dicono che l’Italia può crearsi una sua moneta

DI GIOVANNI ZIBORDI cobraf.com Tre degli economisti più noti in Italia, Francesco Giavazzi, Lucrezia Reichlin e Luigi Zingales, hanno scritto una lettera al Presidente del Consiglio Conte sulla “dichiarazione di Meseberg” della settimana scorsa, in cui Macron e la Merkel avrebbero concordato delle proposte che rafforzino l’Euro e l’Eurozona secondo quello che leggi sui giornali. I nostri economisti chiedono nella loro lettera al nuovo governo “populista” di eliminare “ogni dubbio sull’impegno dell’Italia” per restare nell’Euro, di apprezzare lo sforzo franco …

Leggi tutto »

L’Italia ha ragione a voler lasciare l’euro

DI JOSEPH STIGLITZ politico.eu  Qual è il modo migliore per lasciare l’euro? Questa domanda  è riaffiorata dopo che in Italia è salito al potere un governo euroscettico. Sì, i ministri chiave si sono formalmente impegnati a mantenere la valuta comune, ma quegli impegni non sono immutabili. Devono essere considerati nel contesto del più ampio potere di contrattazione italiano: il nuovo governo vuole chiarire che non si tratta solo di un parvenu. Preferirebbe rimanere all’interno dell’eurozona, ma pretende dei cambiamenti. I nuovi …

Leggi tutto »

La puzzolente Bufala Greca

DI MASSIMO BORDIN micidial.it La bufala greca puzza più della feta. In queste ore gli analisti europeisti si allargano la bocca sparlando della fine della crisi greca e di come l’austerità e i figli di troika abbiano risolto la malconcia situazione di Atene. Sono BALLE talmente grosse che faticano a stare nelle mutande. Devo essere sincero: parlare della situazione greca mi disgusta! Il popolo greco aveva praticamente invocato la fine dell’austerità e l’uscita dall’euro e Varoufakis e Tsipras si sono …

Leggi tutto »

Sopravvivere senza QE, per non morire di debito

comedonchisciotte controinformazione alternativa italia senza qe

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Mario Draghi ha detto stop, il QE (ndr Quantitative Easing) della BCE rallenterà nei prossimi mesi fino ad azzerarsi alla fine del 2018, e noi dobbiamo capire come fare a sopravvivere senza QE, per non morire di debito. Era prevedibile che finisse, ma certamente questo annuncio oggi è il segnale che la guerra economico-finanziaria potrebbe diventare ancora più “cruenta”. Ci hanno provato con le buone, inondando di liquidità i mercati finanziari con il QE e permettendo …

Leggi tutto »

(4a parte) Come ‘uscire’ dall’euro adesso

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Premesse le seguenti realtà. A) Chi conosce la più aggiornata letteratura economica dell’era Digitale (ad es. Brynjolfsson, McAfee, Qiang, Kelly, o McKinsey, Deloitte, Accenture, World Bank, IDS, World Economic Forum, ecc.) ha bene in mente ciò su cui il consenso dei massimi esperti e dei leader competenti è ormai chiaro: l’inaudito potenziale di sviluppo economico e democratico della Disruption delle nuove tecnologie potrà dispiegarsi appieno solo in nazioni sovrane – cioè capaci d’intervenire senza limiti di budget (o con limiti almeno molto superiori a …

Leggi tutto »

Prossima Fase Per Le Tensioni In Iran – Abbassare I Prezzi Del Petrolio

DI TOM LUONGO tomluongo.me Il presidente Trump si fa avanti con il suo piano d’attacco all’Iran. Adesso sta optando per un’azione a lungo termine in modo da provocare la massima tenzione. La notizia che Trump abbia di nascosto chiesto all’Arabia Saudita di alzare la produzione di petrolio a un milione di barili al giorno ne È la prova. Dalle analisi di Oilprice.com: “L’Arabia Saudita e alcuni dei suoi alleati Arabi più vicini nel Golfo, assieme al leader delle nazioni non-OPEC …

Leggi tutto »

L’incredibile conclusione di JPMorgan: un’uscita dell’Italia potrebbe essere la migliore opzione per Roma

FONTE: ZEROHEDGE.COM Con l’Europa che ha avuto un attacco cardiaco la scorsa settimana, mentre i rendimenti dei bond italiani sono esplosi tra i timori che il nuovo governo populista avrebbe premuto il pulsante “uscita dall’euro” e potesse minacciare l’UE di lasciarla per ottenere concessioni di spesa da Bruxelles, la discussione sugli squilibri Target2 è riemersa dopo anni di dormienza. E con €426 miliardi, l’Italia ha il più alto deficit Target2 con l’Eurosistema (la Spagna è al secondo posto con €377 …

Leggi tutto »

Dove ci porterà il Governo M5S-Lega ?

comedonchisciotte controinformazione alternativa colombo m5s lega new

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Oggi che il Governo M5S-Lega si è insediato ed è diventato operativo, tutti si chiedono se sarà davvero il Governo del Cambiamento oppure l’ennesimo tentativo gattopardesco di “cambiare tutto perché niente cambi”. Come tutti sanno io sono un ingegnere, faccio progetti anche complessi che generalmente hanno degli obiettivi ben precisi. Affrontare un progetto richiede un grande sforzo di analisi e di studio, soprattutto se coinvolge altre figure professionali, che devono essere coordinate ed integrate, ma ad …

Leggi tutto »

Davvero credete che il problema fosse il Prof. Savona ?

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-costituzione-italiana_art1

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Ma davvero credete che il problema fosse il Prof. Paolo Savona e le sue idee economiche ? Tutta l’Italia sta discutendo se era giusto o meno far fallire una ipotesi di Governo tra il M5S e la Lega, a causa della presenza come Ministro dell’Economia di una persona “critica verso l’euro”, ma nessuno ha capito che questo era un pretesto, mentre il vero motivo è ben altro. Il Governo del Cambiamento che è stato presentato al …

Leggi tutto »

ECCO COSA VA FATTO ADESSO (e Mattarella andrà al mare)

DI PAOLO BARNARD comedonchisciotte.org La frittata è fatta, e si deve agire. Ecco cosa deve fare a questo punto in Italia una vera leadership adeguata ai tempi in cui tutti gli altri ormai vivono. Ma occorre un’essenziale premessa con cose cruciali da capire. Punto 1): Il golpe è stato servito a Mattarella pronto e cucinato da un popolo sprovveduto che ha votato al potere due partiti di sprovveduti che millantano di saper affrontare delle immensità internazionali armati di carature politiche …

Leggi tutto »

UE: Un Nazismo Senza Militarismo

DI PAOLO SAVONA sollevazione.blogspot.it «L’Italia è in una nuova condizione coloniale…. siamo in presenza di un fascismo senza dittatura e, in economia, di un nazismo senza militarismo». (Paolo Savona) Presentiamo ai lettori alcuni significativi stralci del libro di Paolo Savona “Come un incubo come un sogno” (Rubbettino) in libreria nei prossimi giorni. Sarà chiaro perché gli euroinomani lo detestano e Mattarella non vuole nominarlo ministro. COME CI FICCAMMO NEI GUAI… «Il mancato perseguimento degli obiettivi conduce a uno stato permanente …

Leggi tutto »

Domenico De Masi: Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra?

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Lo dico subito: ben venga il Governo 5S Lega ed auspico che gli sia permesso di lavorare. Rincaro: De Masi non mi è mai piaciuto ed a parere mio (ci mancherebbe) il suo contributo è “utile” al paese quanto i CFU sociologici della Fedeli per il Concorso dei Docenti di Scienze (provare per credere). Queste premesse sono dovute in nome di una estrema trasparenza. Sarà che vivo in una cittadina che ha come manifestazione di punta …

Leggi tutto »

La sovranità appartiene al popolo e deve essere usata per evitare il fallimento dell’Europa

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-m5s_lega

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Se vogliamo evitare il fallimento del’Europa, dobbiamo ricordarci di uno dei principi fondamentali della nostra Costituzione, la sovranità che insieme a popolo e territorio è uno degli elementi costitutivi di uno Stato. Secondo l’art.1 “la sovranità appartiene al popolo” e per il successivo art.3 “è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione …

Leggi tutto »

L’Iran usa l’Euro al posto del Dollaro

DI SAEED JALILI Al Jazeera.com L’Iran sostituirà il dollaro USA con l’euro nelle relazioni finanziarie. Nel mezzo della crisi valutaria, con questo cambiamento si tenta di eludere le restrizioni sull’accessibilità al dollaro USA e di prevenire instabilità di mercato. Il Rial Iraniano ha perso quasi due terzi del suo valore in dollari USA negli ultimi tre anni [Thaier al-Sudani/Reuters] Tehran, Iran – Il governo Iraniano ha presentato un progetto per sostituire il  Dollaro USA  con L’Euro nelle relazioni finanziarie ufficiali, secondo quanto riportano organi …

Leggi tutto »

Volete uscire dalla crisi o siete solo “chiacchiere e distintivo” ?

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-di-maio_salvini

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Cari Luigi Di Maio e Matteo Salvini, se volete davvero cambiare la politica in questo paese, dovete affrontare il toro per le corna, altrimenti siete solo “chiacchiere e distintivo”, come diceva Al Capone (alias Robert De Niro) nel famoso film di Brian De Palma “The Untouchables – Gli intoccabili“. Inutile girarci intorno, per mantenere le vostre promesse elettorali e uscire definitivamente dalla crisi economica, servono i soldi, ci vogliono gli “schèi”. Pensare di rimediarli tagliando le …

Leggi tutto »

Ma è vero che i Trattati Europei sono contro gli Stati ?

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-bandiere_Italia_Trattati UE

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Tutte le volte che qualcuno individua soluzioni per uscire dalla crisi economica compatibili con i Trattati Europei, salta fuori qualche esperto in economia, finanza o diritto, che ci tiene a dimostrare che non sono possibili, perchè le norme dei trattati impongono solo austerità e sacrifici, e quindi sono sempre e comunque contro gli Stati, come se l’unico fine dell’Unione Europea fosse la schiavitù dei popoli e non il loro benessere. Purtroppo i cosiddetti “esperti”, anche quelli …

Leggi tutto »

Abbiamo votato il M5S perché ci siamo rotti i coglioni

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Alla fine i giullari delle scie chimiche, definiti incapaci, incompetenti, populisti, cialtroni ed impresentabili si sono rivelati una strepitosa macchina del consenso, sguinzagliati sul web e sul territorio a cercare voti, come i pellegrini di un tempo diffondevano il verbo di Dio, ora questi  diffondono il verbo stellato, promettono sicurezza e protezione, garantiscono giustizia politica e sociale, baciano la reliquia di San Gennaro e rassicurano i poteri smorti. Accusati di essere visionari e complottisti, scienziati del …

Leggi tutto »

La speranza perduta

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Ho preso a prestito parte del titolo di un bel libro di Costanzo Preve e Luigi Tedeschi, che ben si presta per dare qualche risposta ai giorni che stiamo vivendo: se il responso degli elettori è stato chiaro – l’unica vera maggioranza politica è quella fra il M5S e la Lega, le altre profumano d’inciucio lontano un miglio – perché, negli ambienti di “palazzo” e sui giornali, si ha così paura a pronunciarla? La risposta non …

Leggi tutto »

Macedonia indigesta

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr In questi due articoli, Panagiotis Grigoriou racconta le fasi seguenti l’approvazione dell’ennesimo provvedimento dettato dalla Troika, quello che ha limitato il diritto di sciopero, istituito i tribunali privati e che ha, tra le altre cose, fissato la privatizzazione di altri porti greci. A cui è seguito un maldestro tentativo di Tsipras (spinto da precise mire geopolitiche americane) di riportare in auge la soluzione del problema – solo all’apparenza di lessico – relativo alla regione della Macedonia …

Leggi tutto »

Intervista con un economista contro – Vladimiro Giacchè: l’euro, l’UE, la Germania, la Grecia, il lavoro, la democrazia, la sovranità, i migranti…

DI FULVIO GRIMALDI Mondo cane Vladimiro Giacchè, della cui amicizia mi onoro da lunga data, è uno dei più autorevoli economisti europei. Ha svolto i suoi studi universitari a Pisa e a Bochum, in Germania, è laureato in filosofia alla Normale ed è presidente del Centro Europa Ricerche.  In Italia e in Germania è considerato una delle voci più critiche dell’assetto istituzionale europeo e dell’ordinamento finanziario basato sull’euro, con particolare riferimento al ruolo della Germania, specialmente nei confronti del Sud …

Leggi tutto »

Perchè i greci non si ribellano ?

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr I sindacati salvano le apparenze organizzando irruzioni nei ministeri e scioperi, ma tutto sembra ormai un rito stanco e passa sotto silenzio anche la notizia dell’approvazione dell’ennesima legge-omnibus di 1300 pagine, scritta in inglese, che, presentata il venerdì, deve essere approvata entro il lunedì perchè quel giorno si riunisce l’Eurogruppo. Perchè i greci non reagiscono? Perchè sono talmente depressi e sradicati dai tempi e dai luoghi di una vita normale, da non riuscire nemmeno più a …

Leggi tutto »

Che cos’è la consapevolezza in economia ?

Articolo sull'incontro a Bologna Moneta Positiva

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Che cos’è la consapevolezza ? La consapevolezza non è essere semplicemente informati, sapere o conoscere qualcosa in modo più o meno approfondito, ma è una condizione più profonda della nostra esperienza che non necessariamente implica la chiara comprensione di un evento. Per essere consapevole del fuoco, ad esempio, è necessario che io conosca qual è il grado di combustibilità dei materiali, la quantità di calorie che sviluppano, le formule matematiche che permettono di calcolare il rendimento …

Leggi tutto »

A quelli che l’uscita dall’Euro…(la fanno facile)

DI ANDREA CAVALLERI comedonchisciotte.org Nel dibattito pubblico si percepiscono argomentazioni fondamentalmente incoerenti le une con le altre, in quanto spesso le parti si rispondono in base a presupposti completamente differenti. Quando si parla dell’euro i vari interlocutori intervengono con uno stile che potrebbe essere quello del seguente dialogo: “Mangiamo mele perché sostengono l’economia nazionale, no mangiamo arance perché fanno bene alla salute, no mangiamo fragole perché sono buone di gusto, no mangiamo banane perché contengono potassio…” Vorrei allora mettere un …

Leggi tutto »

La misura umana

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Il 2018 comincia all’insegna del bel tempo, ad Atene e, mentre la gente che può va a prendere il sole al mare, il governo Tsipras mette a segno un paio di leggine delle sue. La prima mette in mano a dei privati (per quattro soldi) l’immensa area dell’ex aeroporto ateniese di Ellinikon, chiudendo ogni possibilità di avere un secondo aeroporto proprio mentre l’aeroporto principale sta raggiungendo la saturazione. E gli edifici violeranno l’antica legge che vieta …

Leggi tutto »

Di Maio, il traditore ?

DI SANDOKAN sollevazione.blogspot.it Le elezioni si avvicinano e la gara a chi spara la cazzata più grossa è partita. Nel centro destra Berlusconi sorpassa Salvini (via la legge Fornero e quella sui vaccini) e promette, oltre che l’allungamento della vita a 120 anni con la pensione minima a mille euro, l’abolizione del Jobs Act. Sul fronte opposto (si fa per dire) Renzi lancia la proposta del salario minimo legale di 9/10 euro. A sinistra, preoccupati di non apparire “populisti”, volano basso: …

Leggi tutto »

Ho fatto un sogno…

comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-2018

DI FABIO CONDITI comedonchisciotte.org Ho fatto un sogno … Anno 2022. Solo 4 anni dalle elezioni politiche del 2018, ma sembra trascorso un secolo. Le giornate trascorrono serene, pacifiche, rilassanti; le persone hanno il tempo di dedicarsi alle proprie passioni, riscoprire il senso profondo della vita. Di quegli anni bui e tumultuosi, carichi di paura e rancore sociale, non resta che un vago ricordo, sbiadito nelle pagine della storia. Questioni come quelle legate al debito pubblico, dell’angosciante fardello lasciato in …

Leggi tutto »

Se sò magnati tutto: Frignolo e lo spirito del Natale

DI ALBERTO BAGNAI goofynomics.blogspot.it Tanto tuonò che piovve: alla fine, dopo anni di rapido e inesorabile declino, i nodi del Sole 24 Ore vengono al pettine. Il crollo della diffusione è impressionante. Nel settembre 2008, quando si scatenò la crisi alla quale devo il piacere di conoscervi, la sua diffusione media era di 335.687 copie (Il Corriere: 597.170; La Repubblica: 520.179; La Stampa: 307.439). Gli ultimi dati certificati disponibili sul sito dell’ADS ci dicono che oggi la diffusione media è scesa a …

Leggi tutto »