Il rublo cresce per il sesto giorno consecutivo

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

L’avevano data per spacciata, convinti che colpita dalle sanzioni sarebbe andata in default nel giro di poche settimane, e invece per il momento la Russia è ancora lì, forte delle sue posizioni e convinta delle scelte fin ora fatte.

A darle ragione oltretutto, la costante crescita del rublo, che ieri sera, lunedì 28 marzo, ha chiuso in rialzo per il sesto giorno di fila.

Secondo quanto riportato dalla borsa di Mosca infatti, il dollaro ha chiuso a 89,75 rubli, scendendo di 6,25 rubli in un giorno. Peggio ha fatto l’euro, che ieri alla chiusura delle contrattazioni era scambiato a 96,6 rubli, dopo essere sceso di 8,4 rubli durante la giornata.

Per gli analisti, parte della fiducia nella moneta russa deriva dalle aspettative per i colloqui che si stanno svolgendo oggi, martedì 29 marzo, a Istanbul. A ciò si aggiunge la ferma presa di posizione del Cremlino di farsi pagare dai paesi ostili gli approvvigionamenti di gas in rubli.

Il mondo multipolare sarà anche multivaluta? Probabilmente si. Se gli Stati Uniti perdono la loro posizione di egemonia, nessuna superpotenza accetterà più il predominio del dollaro.

Massimo A. Cascone, 29.03.2022

Fonte: https://ria.ru/20220328/kurs-1780554087.html

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
12 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
12
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x