Home / Attualità / NON MI AVETE FATTO NIENTE (WE ARE NOT INTIMIDATABLE). Morte ai ricercatori scomodi e la favola dell’uranio impoverito

NON MI AVETE FATTO NIENTE (WE ARE NOT INTIMIDATABLE). Morte ai ricercatori scomodi e la favola dell’uranio impoverito

DI EMANUELA LORENZI

comedonchisciotte.org

Satyagraha. La forza.

Non è un caso che alle soglie delle elezioni il tema vaccini sia tornato alla ribalta: in quanto unico movimento di sollevazione non pilotato dal Deep State versione stelline-striscianti nostrane perché interiore e inesorabile cammino verso la verità, la battaglia civile per la libertà di cura è diventata l’invisibile e friabile terreno sul quale si vogliono muovere le marionette nello stanco proscenio delle promesse pre-voto, oscenamente grossolane quanto lo sheeple ignorante che degrada sempre più nell’alfabetismo funzionale e morale, totalmente incapace di discernere il lato chiaro dal lato oscuro, per dirla alla Lucas, il cosmos dal caos. I soldati dai bambini.

Entrambi carne da sacrificare alle fauci dell’impero.

Qualche tempo fa chiudevo un articolo ispirato alla obiezione di coscienza con queste parole:

Se la Corte Costituzionale non dichiarerà illegittima la criminale, incostituzionale, ascientifica, liberticida e violenta Legge 119/2017 sulla coercizione vaccinale imposta da GHSA, GAVI, AIFA (tutte istituzioni che hanno a cuore la popolazione… per ammalarla e ridurla[5] secondo il programma CEPI della Gates Foundation presentato all’ultimo World Economic Forum di Davos), e in ultima anzi prima istanza da una OMS che ha appena premiato il suo alfiere italico Ranieri Guerra con la nomina ad “Assistant Director General per le iniziative speciali” (specialissime come l’investimento di miliardi via immolazione in-volontaria dei nostri bambini sull’altare immondo del dogma vaccinale, il più mostruoso stupro fatto all’infanzia) per il lavoro ben svolto per conto della Glaxo Smith Kline (stella fissa superpagata del reality cronologia di una dittatura), allora, se questo è un paese civile, dovrà esserci una Rivoluzione.

Altrimenti non ci resterà che piangere, o rileggere don Milani.

 Ebbene questo non è un paese civile e la rivoluzione non c’è stata (o meglio, da ricordare sempre, The Revolution will not be televised, brother), ma è nel sangue di molti moltissimi italiani che andranno a votare e che soprattutto sono diventati consapevoli dei propri diritti, nonché dei titoli anticorpali dei propri figli, molti con immunità senza vaccino e moltissimi senza immunità pur con vaccino. Alla faccia della fideistica equazione vaccinazione=immunizzazione e delle medievali teorie sulle pecore che proteggono:

Nature, to be commanded, must be obeyed

(La natura può essere dominata solo se obbedita)

Francis Bacon

[Converrebbe ripassare qui e qui e qui, alcune note scientifiche sul mito della herd immunity, quella naturale immunità di gregge dell’era prevaccinale distrutta proprio dai vaccini che, a fronte di un insuccesso di immunizzazione, hanno anche modificato l’epidemiologia delle malattie infettive liberando nicchie ecologiche per la mutazione dei patogeni verso maggiore morbilità e mortalitàfra cui ricordiamo lo spostamento del morbillo in fascia adulta e neonatale o le varianti più aggressive degli antigeni TP e PRN sotto pressione della diffusione del vaccino antipertussico acellulare, che ironicamente ha come target e veicolo untore proprio gli inutilmente vaccinati – in un fallimentare scambio fra malattie necessarie al corretto sviluppo del sistema immunitario, dette “pediatriche” prima della quotidiana lavatrice cerebrale orwelliana, e ben più gravi malattie cronico-degenerative vaccino-indotte – tumorali, autoimmuni, neurologiche, alterazioni dello sviluppo, diabete, sindrome ASIA disturbi del comportamento, sino all’epidemia di autismo e alla sempre più frequente morte in culla[1]), Del resto i paradossi del vaccinismo non sono una sorpresa – “È davvero una scoperta interessante: lo strumento che stai usando per l’eradicazione della polio sta causando il problema”, Raul Andino, professore di microbiologia a San Francisco presso l’Università della California esperto di mutazioni dei virus – ma tant’è, lo ha detto anche Michel Michel Zaffran, direttore dell’eradicazione della polio all’OMS, a proposito dei danneggiati da virus vaccinale (Vdpv) che hanno superato i casi di virus selvaggio[2], definendo i  bambini paralizzati uno “spiacevole singhiozzo”, il vaccino è un totem che non si tocca. Altrimenti si muore.]

La disobbedienza civile diviene un dovere sacro quando lo Stato diviene dispotico o, il che è la stessa cosa, corrotto. (Mahatma Gandhi)

Ecco la forza della conoscenza, della verità, a dispetto di tutti gli occultamenti Il Satyagraha gandiano (dal sanscrito satya ‘verità’, agraha  ‘fermezza, forza’), la fermezza nella verità, il lato chiaro della forza però, quello non contaminabile dalla violenza e dalla volontà di danneggiamento. Forza che dà vita dunque, perché è la vita che protegge la Resistenza alla violenza e alla barbarie.

La vaccinazione è una pratica barbara e una delle più fatali correnti deliranti del nostro tempo. Gli obiettori di coscienza alle vaccinazioni devono difendere le loro convinzioni, a costo di farlo da soli contro il mondo intero. (Mahatma Gandhi)

 

La sanità che uccide

La (peri)patetica buriosamente tracotante liceale senza laurea, ma con petali rettilosi che sguazzano da destra a sinistra in cerca di comoda dimora, anziché occuparsi delle 7000 morti l’anno per infezioni nosocomiali  o dei 90.000 morti l’anno per inquinamento (mutageni e promutageni: si fa eugenetica per via epigenetica), delle cause iatrogene e ambientali che avvelenano e ammalano a morte obbedendo al Ministero della Insanità, bullizza le famiglie italiane e annuncia sfacciata nessuna proroga al 10 marzo e sanzioni, contraddicendo se stessa e la sua ignobile e nazifascista Legge dettata da Glaxo&co.

Mortalità infantile: più si vaccina più si muore

Legge che prosegue nella sua spaventosa scia di morti in culla (nessuna chiarezza sull’anomala lunga serie di infarti, meningiti, encefaliti postvacciniche – qui,  qui e qui solo i casi più recenti). Del resto la mortalità infantile aumenta con l’aumentare dei vaccini e questo non lo dicono i FREEVAX ma uno studio governativo  condotto nel 2011 da Miller e Goldman, mentre il più alto tasso di mortalità infantile è proprio nello stato con il più alto tasso di copertura vaccinale, il Mississippi. Paradossale?

Stavolta però la Lorenzin non fa cenno ai fantomatici 200 bambini morti in Inghilterra (fake clamorosamente smentita autorità britanniche che al contrario avevano dovuto rivelare i 40 bambini morti per vaccino e i 2100 gravemente danneggiati  fra cui 1500 con danno neurologico, 11 con encefalite e 13 con epilessia e coma) perché, risponde nervosa  “a me delle polemiche sull’informazione non me ne importa niente“. Qui liquida come “cavolate” le reazioni avverse e infine arriva a negare il danno in faccia alla madre di una bambina con miofascite macrofagica post-vaccino anti -HpV che insieme ad altre malattie per lo più immunomediate è nota con la sigla ASIA Sindrome autoimmune/infiammatoria indotta da adiuvanti, uno degli studi che la AAP American Academy of Pediatrics  “si era dimenticata” di includere nella lettera di protesta per l’istituzione della Commissione per la sicurezza dei vaccini presieduta da Robert F. Kennedy.

[A proposito di Kennedy giova ricordare che si è più volte espresso sulle reiterate frodi scientifiche dei CDC di Atlanta di tale portata dal costringerlo a definirli un autentico “pozzo di corruzione” (an edifice of fraud). Un pozzo marcio fatto di porte girevoli come quella che portò la direttrice Julie Gerberdering, dopo aver ignorato l’allarme del Dr Thompson sul legame MPR-autismo e aver spinto il Gardasil nonostante le manipolazioni dei dati sulla sicurezza denunciate anche dal Nordic Cochrane, direttamente alla direzione della divisione vaccini della Merck. Dopo di lei nessuna redenzione, visto il recentissimo il caso di un’altra direttrice, Brenda Fitzgerald, che mentre dirigeva i CDC, massima istituzione di riferimento per il controllo e (ironia!) la prevenzione delle malattie a livello – purtroppo – mondiale, aveva serenamente investito in Big Pharma (Merck&co, Bayer), in Big Junk Food (la salutare Coca Cola, Humana, U.S. Foods Holding Corp.) ma soprattutto la potente Japan Tobacco International – e  prima dei CDC anche in Reynolds American, British American Tobacco, Imperial Brands, Philip Morris International, Altria Group Inc. Del resto le tattiche propagandistiche di Big Tobacco sono le stesse usate dall”industria dei vaccini: medici pagati per celebrare il fumo come sana abitudine (qualche complottista potrebbe vedere un legame fra questi investimenti e gli ormai numerosi studi sul’uso del tabacco per la produzione di vaccini ma si sa, a pensar male si fa peccato). Ops la Fitzgerald era subentrata a Barbara Bowman, direttrice dei CDC che aveva fatto lobbismo pro Coke per influenzare l’OMS al fine di calmierare i limiti di zucchero imposti nelle bevande per bambini nel quadro della lotta all’obesità infantile (non male per la Direttrice della Divisione CDC per la prevenzione delle malattie cardiache).

CDC recidivi dunque, un pozzo marcio di corruzione che uccide e ammala cronicamente e sistematicamente.

Robert F. Kennedy Jr :

Gli studi erano falsi e loro lo sapevano[3]. Una volta che ho preso coscienza di questo, non è stato più possibile lasciar perdere. Era come vedere una rapina per strada o, ecco, come vedere una atrocità terribile … come essere alla stazione ferroviaria di Varsavia o Berlino nel 1939 e vedere le persone inviate ai campi di concentramento … allora devi prendere una decisione: o abbassi la testa e fingi di non vedere e proteggi la tua carriera oppure parli. Io ho sentito che non avevo scelta. ]

 

Non mi avete fatto niente

È di ieri mattina l’incredibile notizia della perquisizione della GdF nel laboratorio e nell’abitazione di Stefano Montanari e Antonietta Gatti con sequestro di tutti i dati. I due ricercatori che hanno parlato per primi di nanopatologie correlate agi inceneritori, toccando il mondo militare, industriale e farmaceutico. E i vaccini, trovati zeppi di ferraglia biopersistente e non biodegradabile (al netto delle restanti ormai note fetenzie biologiche che costituiscono un assalto immunitario con introduzione di neurotossine e noti agenti cancerogeni,  teratogeni che ammalano slatentizzano malattie e spesso uccidono: mercurio, alluminio, arsenico, squalene, glifosato, formaldeide, gli sterilizzanti polisorbati 20 e 80, la neomicina, cellule di feti abortiti, endotossine batteriche, virus a DNA ricombinante, proteine e virus eterologi e materiale genetico da tessuti di pollo, vacca, cane, scimmia, coniglio, glutammato, etc).

Qualunque voce critica si levi, che sia una piazza (la prossima a Roma sabato 24 febbraio, in un clima di piombo e artefatta tensione) un documentario come Vaxxed (non contenta dei reiterati atti di censura dello scorso anno la bugiarda Ministrella della Verità lo ha fatto di nuovo a Modena: “Censurate quel film. È la più grande fake new mondiale ” – qualcuno spieghi a Sua Suprema Ignoranza o all’esimio giornalista di Repubblica che l’inquinamento della lingua denota inquinamento del pensiero e che “news” non è il plurale di “new”), una pièce teatrale d’inchiesta (Il Decreto di David Gramiccioli che tante polemiche ha scatenato nella città renziana e dopo il soldout un po’ ovunque sarà prossimamente anche a Monza  il 2 marzo),  o un convegno di biologi (lettera aperta del presidente ai biologi italiani ) viene soffocata. Non sempre metaforicamente.

In Italia i bambini sono avvelenati e discriminati (salvo il potere parascientifico sempre concesso alla sanzione che per osmosi salverebbe dall’unzione virulenta tanto temuta i bambini della primaria, non vaccinati ma solventi, ma non quelli della materna: mistero della fede), le famiglie bullizzate, i medici liberi radiati (mentre i corrotti[4], i medici assassini, i medici spaccaossa che lucrano milioni sul dolore e sul doping ai bambini, restano indenni), gli scienziati perquisiti o ghettizzati (se poi sono scienziate ancora peggio come testimoniava la Dr Antonietta Gatti nella giornata dedicata alle donne nella scienza). Mentre negli USA i medici e ricercatori scomodi talvolta scompaiono fisicamente (vedi i medici che indagavano la proteina pro-cancro nagalese nei vaccini e lo strano caso Olmsted), oppure minacciati di morte da un server non rintracciabile come la Dr Suzanne Humphries (anzi di un suicidio di massa, il tono è più o meno questo: “è facile trovarti… puttana …il mio fucile è per te..non ti colpirò in testa ma ti farò sanguinare e sbattere per terra…ti torturerò in diretta tv..magari durante uno dei tuoi cazzo di eventi sull’autismo..e ammazzerò più gente possibile..”) e da un drone in casa di Polly Tommey (Vaxxed e The Truth About Vaccines) colpevole la prima di aver rivelato la vera storia dei vaccini, la seconda di avere un figlio danneggiato ed entrambe di avere un ruolo attivo nella immane quanto pericolosa opera di svelamento delle illusioni del paradigma vaccinista. La loro risposta, a proposito di donne e mamme nella scienza, la potete sentire qui:

Forget about it, we are not intimidatable.

 

 Militari carne da….. vaccino (e i bambini?)

Ed ecco la chicca, la notizia di cui nessuno parla ma che tutti temono. Guardate bene questo pannello riassuntivo:

l’adozione di pratiche come le vaccinazioni multiple compresse può rappresentare, di per sé, un rischio per la salute”

La IV commissione parlamentare di inchiesta sull’Uranio impoverito, istituita nel 2015 , che già nella sua relazione intermedia a luglio 2017 raccomandava esami prevaccinali (per verificare stati di immunosoppressione, iperimmunizzazione o allergie) e sorveglianza postvaccinale[5] (per verificare l’avvenuta immunizzazione – ricordando sempre che oltre alla falsa equazione vaccinazione=immunizzazione, la stessa teoria anticorpale mostra lacune nella misura in cui la titolazione non è di per sé garanzia di protezione dalla malattia per cui si vaccina), ha  concluso il 7 febbraio, nel distopico-dispotico silenziatore huxleyano della propaganda vaccinista, che il problema non  sono tanto gli scenari di guerra o i poligoni militari bensì la scriteriata profilassi vaccinale imposta ai militari.

La Commissione sull’uranio impoverito ha concluso che di impoverito c’è solo e sempre la verità, nonché la densità nanoparticellare di neuroni funzionanti nel cervello degli italiani mediamente tonti,  quel granum salis che sempre più spesso manca (sull’analfabetismo non solo funzionale ma strutturale e sul declino cognitivo del genere umano abbiamo del resto le prove scientifiche). Da cui consegue l’impoverimento della libertà.

Scrive il Deputato Ivan Catalano “una delle conclusioni emerse fu quella di chiedere alla Difesa la fornitura di vaccini MONODOSE e MONOVALENTI […] in quanto, dalle risultanze dello studio SIGNUM[6] e dello studio sulla Brig. Folgore del Prof. Nobile, era già emerso un fattore di danno al DNA in caso di somministrazione contemporanea di più di 5 vaccini

(Consiglio peraltro di dare una lettura alle agghiaccianti testimonianze delle mamme dei militari morti o danneggiati).

 

Strabismo di Stato. Stragismo di Stato

Cioè la relazione finale della Commissione conclude che 5 vaccini causano gravi alterazioni ossidative al DNA, tumori, linfomi, sindromi autoimmuni e una infinità di altri danni neoplastici e neurodegenerativi a un adulto militare in salute. Ma per i neonati vanno benissimo 10+4 vaccinazioni, vaccini multivalenti (la cui ratio[7] è meramente lucro), senza anamnesi prevaccinale né verifica postvaccinale.

Cosa direte adesso ai genitori che chiedono vaccini monocomponenti o esami prevaccinali? Che una circolare emanata dal ministero, fiutando il pericolo che la gente si svegli, ha imposto ai medici di base e ai pediatri di non prescrivere quegli stessi esami che ora un altro organo dello stato richiede per i militari, perché gli esiti farebbero vacillare il dogma?

E il silenzio dello Stato schizofrenico e strabico è assordante come una bomba all’uranio impoverito.

 

Emanuela Lorenzi

Fonte: www.comedonchisciotte.org

23.02.2018

 

NOTE

[1] Ricordiamo il drastico calo della Sudden Infant Death Syndrome (SIDS) in Giappone solamente rimandando il DTP dopo il 2 anno di vita.

[2] Quindi è un singhiozzo… uno spiacevole singhiozzo per i poveri bambini che sono stati paralizzati, naturalmente, ma per quanto riguarda l’intera iniziativa, sappiamo che non è qualcosa di inaspettato”.

http://lastampa.org/polio-per-la-prima-volta-il-numero-di-paralisi-causate-dal-virus-vaccinale-supera-il-numero-causato-dal-polio-originale/

[3] http://www.informasalus.it/it/articoli/verita-vaccini-parte-2.php

[4] Ricordiamo ancora i conflitti di interesse dell’ex presidente AIFA Sergio Pecorelli, del condannato e prescritto Pasqualino Rossi, inspiegabilmente membro del comitato di valutazione dell’EMA per il vaccino HPV!

[5] Ricordiamo le oltre 21.000 reazioni avverse nascoste da AIFA e dal Ministero nel triennio 2014-2016 (oggetto di denuncia del Codacons), dato già strutturalmente sottostimato di almeno un decimo a causa della farmacovigilanza passiva e strumentalmente inefficace (il genitore che denuncia la reazione al medico, che viene a sua volta penalizzato se autore di segnalazioni, viene rassicurato e convinto a non segnalare finché il richiamo peggiora il danno rendendolo spesso irreversibile).

[6] Nei soldati esaminato dal Prof Nobile l’uranio risultava persino diminuito e la maggioranza non era stata neppure in missione.

[7] Sempre utile ricordare per chi non lo sapesse quale sia la ratio dietro la somministrazione di vaccini combinati, mai testati in sinergia – del resto mai testati tout court neppure singolarmente in virtù della loro classificazione quali presidi di prevenzione e non farmaci – riproponendo questo video in cui un incredibilmente cinico Direttore della Glaxo Smith Kline Jean Stèphane afferma davanti ad una platea di dirigenti di imprese:

Abbiamo comprato tutti i brevetti sull’epatite B, è stata la prima volta che un vaccino è coperto da brevetto. Noi abbiamo tutti i brevetti e ora voi concorrenti se volete venire sul mercato dovrete negoziare con noi. E poi in seguito abbiamo sviluppato, se volete, dei vaccini combinati, cioè abbiamo inserito l’epatite B con altri prodotti che non erano coperti da brevetto e facendo così abbiamo reso evidentemente i prodotti combinati protetti e quindi la strategia non è molto più complicata di cosi” .]

Pubblicato da Davide

4 Commenti

  1. Sottolineo e sottoscrivo:

    Se la Corte Costituzionale non dichiarerà illegittima la criminale, incostituzionale, ascientifica, liberticida e violenta Legge 119/2017 sulla coercizione vaccinale imposta da GHSA, GAVI, AIFA (tutte istituzioni che hanno a cuore la popolazione… per ammalarla e ridurla [5] secondo il programma CEPI della Gates Foundation presentato all’ultimo World Economic Forum di Davos), e in ultima anzi prima istanza da una OMS che ha appena premiato il suo alfiere italico Ranieri Guerra con la nomina ad “Assistant Director General per le iniziative speciali” (specialissime come l’investimento di miliardi via immolazione in-volontaria dei nostri bambini sull’altare immondo del dogma vaccinale, il più mostruoso stupro fatto all’infanzia) per il lavoro ben svolto per conto della Glaxo Smith Kline (stella fissa superpagata del reality cronologia di una dittatura), allora, se questo è un paese civile, dovrà esserci una Rivoluzione.

    Altrimenti non ci resterà che piangere, o rileggere don Milani

  2. non dimenticate che quello di Bruxelles e un regime voluto e imposto dagli USraeliani

  3. Premessa la mia ignoranza anche in campo medico, mi domando: se il vaccino mi immunizza dalla malattia, perchè devo vaccinare obbligatoriamente anche gli altri? Per il loro bene?
    Perchè si vieta l’ingresso a scuola ai bambini non vaccinati, se non costituiscono un pericolo per quelli vaccinati?

  4. I bambini italiani sono vittime di una sperimentazione condotta sulla loro pelle e imposta da una legge dello Stato. Non esiste infatti nessuno studio che abbia mai indagato l’effetto della somministrazione di ben 10 vaccini sul fragile sistema immunitario di bambini così piccoli. Tempo fa si è deciso che l’Italia fosse la capofila di questa strategia vaccinale che si prevede di estendere poi ad altri paesi europei. L’obbligo vaccinale è stata solo la logica conseguenza di questa scellerata decisione.