Home / Guerra

Guerra

Turchi e Curdi: un cauto ottimismo

  Israel Shamir unz.com (Aggiornamento al fondo) Tra le solite urla isteriche di “imminente genocidio” e “brutale tradimento,” la da tempo attesa operazione turca nella Siria nord-orientale sta procedendo e le truppe turche, accompagnate dai ribelli siriani loro alleati, avanzano rapidamente nell’ex zona di occupazione degli Stati Uniti ad est del fiume Eufrate, respingendo le milizie nazionaliste curde lontano dal confine. I soldati americani si erano ritirati dalla zona su ordine del loro Comandante Supremo (salvo alcuni reparti delle Forze …

Leggi tutto »

La Guerra di Tutti che Nessuno Vuole

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA comedonchisciotte.org Ora che i mille soldati USA si stanno ritirando dal nord della Siria dove avevano svolto funzioni di supporto alle unità curde dell’YPG (Yekîneyên Parastina Gel), che dal 2014 combattono con successo le forze dell’ISIS nella regione, i Curdi si sono ritrovati subito sotto attacco da parte delle forze Turche di Erdogan, che stanno attualmente bombardando città e villaggi nella regione. I Curdi in un certo senso se l’aspettavano. Sapevano che il momento sarebbe arrivato ben …

Leggi tutto »

Certo, Trump sta ‘tradendo i Curdi,’ ma dov’è la novità?

  Dave Lindorff counterpunch.org Il leader della maggioranza al Senato, Mitch McConnell, sta attaccando il presidente Trump per la sua volontà di ritirare le truppe statunitensi dalla Siria, dove sono impegnate da almeno cinque anni in una guerra illegale e sanguinosa contro il governo siriano e il suo esercito (senza contare i tre anni precedenti, in cui gli Stati Uniti avevano fornito armi e addestramento ai ribelli siriani, compresi i gruppi associati ad Al Qaeda). McConnell ed altri Repubblicani, così …

Leggi tutto »

La Cina ha appena annunciato la fine della supremazia statunitense nel Pacifico

Scott Ritter theamericanconservative.com La parata militare della scorsa settimana [a Pechino] ha mostrato al mondo una serie di armi rivoluzionarie che potrebbero neutralizzare la potenza navale americana. Per decenni, gli Stati Uniti hanno dato per scontata la capacità missilistica balistica della Cina, valutandola come una forza di bassa capacità con un impatto regionale limitato e priva praticamente di valore strategico. Ma, il 1° ottobre, durante una imponente parata militare in occasione del 70° anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese …

Leggi tutto »

USA: come creare una razza di super-soldati

DI DARIUS SHATAHMASEBI Rt.com Un’agenzia del Dipartimento della Difesa USA sta studiando come alterare la biologia umana per offrire una adeguata protezione contro attacchi chimici e biologici. Arriverà un momento in cui i film di fantascienza si scriveranno da soli. Certe immagini in movimento non saranno più chiamate nemmeno fantascienza, perché rifletteranno più o meno la realtà. Non siamo ancora alla realtà, ma bisognerà dire che siamo già in una fase in cui forse è solo questione di tempo e …

Leggi tutto »

L’unico ghetto ebraico in Medio Oriente

  GILAD ATZMON gilad.online I risultati delle elezioni israeliane di martedì scorso hanno confermato ciò che molti di noi sapevano già da molto tempo. Lo stato ebraico è una palude dell’ultra destra nazionalista. Israele è più falco e più falco che mai. Non esiste più un solo partito ebraico israeliano di sinistra. Il Partito Democratico è presieduto e guidato da un criminale di guerra. Quello che resta del Partito Laburista israeliano ha ben poco a che vedere con la pace, …

Leggi tutto »

Gli attacchi alle principali installazioni petrolifere saudite fanno capire che nello Yemen occorre far pace al più presto

  MOON OF ALABAMA moonofalabama.org Dieci droni controllati dalle forze yemenite degli Houthi hanno colpito la scorsa notte due importanti installazioni petrolifere saudite ed hanno causato numerosi incendi (video). La raffineria petrolifera di Abqaiq (anche Babqaiq) si trova 60 km a sud-ovest del quartier generale dell’Aramco di Dhahran. L’impianto di lavorazione del petrolio tratta il greggio proveniente dal più grande giacimento tradizionale di petrolio del mondo, il supergigante Ghawar, e lo indirizza per l’esportazione verso i terminali di Ras Tanura …

Leggi tutto »

L’Iran sarà una potenza nucleare alla fine del 2020: nessun ritorno all’accordo del 2015

  ELIJAH MAGNIER ejmagnier.com L’iniziativa del presidente francese Emmanuel Macron per sbloccare la crisi iraniana non ha avuto successo, anche se all’inizio il presidente degli Stati Uniti l’aveva accolta positivamente. Questo insuccesso ha portato l’Iran a fare un terzo passo verso il ritiro dal trattato sul nucleare (JCPOA) e ha sollevato due importanti questioni. L’Iran oggi deve essere considerato una vera e propria potenza regionale per cui, riferendosi ad esso, bisogna dimenticarsi espressioni come “sottoporsi” o “ inchinarsi alla comunità …

Leggi tutto »

Israele ed Hezbollah erano arrivati sull’orlo dell’abisso…e poi hanno fatto un passo indietro

  Andre Vltchek journal-neo.org Ci sono rari momenti nella storia in cui anche i nemici più determinati possono improvvisamente riconoscere l’inutilità di una battaglia. A volte, solo per un momento o due. A volte, per più tempo. Tali momenti di sanità mentale possono salvare migliaia, persino milioni di vite umane. E questi episodi non sono espressioni di debolezza o di viltà, al contrario, sono veri e propri atti di coraggio. Voglio credere che quello che è successo al confine libanese-israeliano …

Leggi tutto »

Il Primo Ministro canadese ha bisogno di una lezione di storia

  Michael Jabara Carley strategic-culture.org Il 23 agosto, l’ufficio del Primo Ministro canadese ha rilasciato una dichiarazione per ricordare il cosiddetto “giorno del nastro nero” [Black Ribbon Day], una festività fasulla, istituita nel 2008-2009 dal Parlamento Europeo per commemorare le vittime del “totalitarismo” fascista e comunista e la firma, nel 1939, del Patto di Non Aggressione Molotov-Ribbentrop. Vari gruppi politici di centrodestra all’interno del Parlamento Europeo, insieme all’Assemblea Parlamentare della NATO (cioè gli Stati Uniti) avevano avviato o appoggiato l’idea. …

Leggi tutto »

I ‘ribelli’ siriani si sentono abbandonati – Bruciano le immagini del ‘traditore’ Erdogan

MOON OF ALABAMA moonofalabama.org Fin dal 2011, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha usato i “ribelli” siriani e gli Jihadisti islamici come truppe mercenarie contro il governo siriano. Queste forze sono ora per lo più confinate nel governatorato di Idlib, vicino al confine turco. L’esercito siriano ha recentemente fatto progressi contro gli Jihadisti. La Turchia non è andata in loro aiuto. Ora [i ribelli] hanno iniziato a rendersi conto che la loro resistenza è inutile. La Siria recupererà l’intero …

Leggi tutto »

Ai nostri amici italiani

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU greekcrisis.fr Panagiotis Grigoriou ricorda, rivolgendosi in particolare a noi italiani, un episodio dell’ultimo conflitto mondiale, di cui ricorre l’anniversario in questi giorni, ovvero il naufragio della nave ORIA, al comando dell’esercito tedesco e carica di prigionieri italiani, soldati che avevano rifiutato di passare dalla loro parte dopo l’8 settembre. Erano diretti ai campi di lavoro in Germania, era gente che stava pagando con la prigionìa la scelta di non servire il nemico, invasore. Quanto ci sarebbe bisogno …

Leggi tutto »

All along the watchtower – La guerra ibrida e le follie della storia

PEPE ESCOBAR asiatimes.com L’ultimo sogno imperiale americano è quello di costruirsi uno stato cinese vassallo There must be some kind of way outta here Said the joker to the thief There’s too much confusion I can’t get no relief Business men, they drink my wine Plowmen dig my earth None of them along the line Know what any of it is worth Dev’esserci un modo di uscire di qui Disse il giullare al ladro C’è troppa confusione Non riesco ad …

Leggi tutto »

Siria, alcune brecce nel fronte aprono la via ad un’avanzata in profondità verso Idlib

  MOON OF ALABAMA moonofalabama.org Durante gli ultimi mesi, il governo siriano ha fatto alcuni progressi nella parte settentrionale del Governatorato di Hama, al confine con Governatorato di Idlib controllato dalla Jihad. Lo sfondamento delle linee di difesa jihadiste deve ora essere utilizzato per sviluppare una campagna militare di più ampia portata. La mappa mostra la situazione al 15 agosto 2019 (Rosso, controllo governativo; Verde, controllo jihadista).   L’operazione in corso è un movimento a tenaglia sul lato occidentale e …

Leggi tutto »

Allarme nucleare in Kashmir

DI ERIC MARGOLIS globalresearch.ca Due delle potenze più importanti del mondo, India e Pakistan, si fronteggiano in uno scontro estremamente pericoloso per lo stato himalayano del Kashmir.  Entrambi dispongono di armi nucleari. Il Kashmir è diventato un punto critico da quando la Gran Bretagna imperiale ha diviso l’India nel 1947. India e Pakistan hanno combattuto numerose guerre e conflitti a causa della maggioranza musulmana del Kashmir. La Cina controlla un grosso pezzo del Kashmir settentrionale noto come Aksai Chin (vedi mappa). …

Leggi tutto »