Home / supervice (pagina 10)

supervice

LA SECONDA E LA TERZA ECONOMIA DEL PIANETA VOGLIONO USARE LE PROPRIE MONETE

NEI LORO SCAMBI, BYPASSANDO IL DOLLARO FONTE:Zero Hedge Per tutti quelli che ancora pensano alla guerra di attriti tra il dollaro e l’euro (perché al contrario di quello che alcuni hanno “scoperto” solo di recente, le guerre sulle monete ci sono da molto, molto tempo e continueranno a esserci, prima di mutarsi in guerra commerciali e reali) dove tutte e due le monete hanno il destino segnato e in chi vince si prende tutto, direi di dover prendere in considerazione …

Leggi tutto »

CRISI DELL’EURO: CHI SONO LE VERE CICALE?

DI YANIS VAROUFAKI Contreinfo.info La cosa sembra semplice: il sud europeo, spendaccione, imprevidente e oramai indigente, oggi ridotto a mendicare i sussidi a un nord virtuoso che giudica severamente questi errori irresponsabili, necessariamente irresponsabili, in una riedizione del vecchio apologo che oppone le formiche alle cicale. È davvero così? L’economista greco Yanis Varoufakis ci racconta la sua versione della favola, ma ne fa una lettura differente che rivaluta la distribuzione dei ruoli. Le formiche industriose, ci dice, si trovano sia …

Leggi tutto »

LE ARMI E LE MUNIZIONI SONO IL NUOVO ORO ? (INFOGRAFICO)

FONTE: Zero Hedge Ci sono quelli che sono convinti che quando la moneta fiat muore, l’oro e i metalli preziosi ne prendono il posto. Poi, c’è una fascia ancora più ristretta di persone, che dice che non importa chi sia a possedere l’oro o l’argento. È più importante chi ha il piombo. Il grafico informativo seguente da ammo.net diffonde un po’ di luce sull’argomento, dato che come mostrano i recenti record di vendite per il giorno del Ringraziamento, sempre più …

Leggi tutto »

FALSE EVIDENZE SULLA POPOLAZIONE MONDIALE

DI GÉRARD-FRANÇOIS DUMONT Le Monde Diplomatique Demografia, quanti luoghi comuni si pronunciano nel tuo nome… “L’umanità ha un tasso di natalità senza freni.” No, perché da parecchi decenni dovunque i tassi di natalità diminuiscono decisamente, sotto l’effetto di ciò che quello che viene chiamata “transizione demografica” (vedere il glossario), un periodo durante il quale una popolazione vede abbassare una natalità e una mortalità dapprima molto elevate.

Leggi tutto »

VITA E MORTE DEI DRONI AMERICANI

DI NICK TURSE Asia Times Il drone era rimasto in volo per circa cinque ore prima che il controllo della missione notasse che qualcosa stava andando storto. La temperatura dell’olio nel turbocompressore dell’aeroplano era arrivato al livello “di attenzione“. Un’ora dopo, era ancora peggio e continuava a salire minuto dopo minuto. Mentre il personale controllava disperato la lista di controllo del “”surriscaldamento del motore”, tentando di trovare il problema, anche la temperatura dell’olio del motore stava iniziando a salire rapidamente. …

Leggi tutto »

2012: IL MODELLO CINESE DI CRESCITA ECONOMICA TESTA I SUOI LIMITI

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD Telegraph.co.uk Il Partito Comunista Cinese sta scommettendo che i colpi al freno dati nel corso di questo anno siano stati sufficienti solo per limitare la bolla immobiliare e per evitare che l’inflazione arrivasse a livelli di pericolo, ma non abbastanza per allontanare l’economia da un duro atterraggio. La più grande speranza è che possa essere mantenuta una crescita moderata per garantire un passaggio di potere ordinato nell’ottobre del 2012, quando, per la prima volta da un decennio, …

Leggi tutto »

SOLO UN SANTO CI PU SALVARE DALLA CRISI…

DI ENRICO GALOPPINI Europeanphoenix.com Tutti quanti – da “Porta a Porta” al sito internet più “alternativo”, in buona e in malafede – provano a dire la loro sulle cause della “crisi” e sui modi per uscirne. Chi proponendo questa o quella “manovra” o “provvedimento”; chi una “riforma delle istituzioni” partendo dal presupposto che la via d’uscita sta nella “procedura”; chi, per la verità sempre più minoritario ed attaccato ad un’idea politica, o “rivoluzionaria”, della “soluzione”, indicando questa o quell’altra ideologia …

Leggi tutto »

GOVERNATI DALLE MACCHINE

DI ROBERT WISE Countercurrents.org Il decano della “science fiction” di metà ‘900, Isaac Asimov, vagheggiò a lungo di creature artificiali dotate di una volontà propria e autonoma. Fu lui a tenere a battesimo la nuova scienza robotica, in una delle sue prime storie. Di volta in volta i suoi racconti di robot si proiettarono in un futuro sempre più lontano, fino a raggiungere il culmine di un’epoca in cui la Terra sarebbe stata controllata interamente da un gruppo di computer …

Leggi tutto »

LA CRISI DEL PICCO PETROLIFERO: 2012, L’APOCALISSE SI AVVICINA?

DI TOM WHIPPLE Falls Church News-Press C’è una qualche eventualità che l’anno prossimo si debba assistere a qualcosa di davvero spiacevole. Non si tratterebbe di un’apocalisse biblica o addirittura di una dei Maya, quanto piuttosto un evento di nostra produzione. Il mondo si è creato così tanti problemi negli scorsi decenni che l’intero edificio della civilizzazione sta mostrando segni di cedimento.

Leggi tutto »

LA FUGA DALLA GRECIA VERSO L'AUSTRALIA COME IN UNA CORSA ALL'ORO

DI HELENA SMITH Guardian.co.uk La crisi del debito ha spedito i laureati greci all’altro capo del mondo in un luogo che considerano una terra di opportunità Da molti mesi un flusso principalmente composto di giovani uomini e donne, appena scesi di aereo dalla Grecia, bussa alle porte di un vasto edificio su Lonsdale Street nel cuore di Melbourne. Il palazzo degli anni ’40 ospita il quartier generale della più grande comunità greca in Australia. La scena ci fa ricordare la …

Leggi tutto »

DURBAN, O DELLA SINDROME MAYA

DI FLORENT VARCELLESI Diario Vasco Secondo lo storiografo ambientale Jared Diamond, alcune società decidono di perdurare e altre, in modo incosciente, di scomparire. Ad esempio, davanti a un processo avanzato di deforestazione, erosione dei suoli, siccità, cambiamento climatico e guerre, così spiega una delle ragioni del collasso della civiltà Maya nel secolo IX: “I re e nobili non riuscirono a scoprire e risolvere questi problemi apparentemente ovvi e che affossavano la società. La loro attenzione si incentrava sulle preoccupazioni a …

Leggi tutto »

ARGENTINA: UN BANCO DI PROVA PER IL COLLASSO DELL’INGEGNERIA FINANZIARIA

CHE INSEGNAMENTI PER L’EUROPA… DI ADRIAN SALBUCHI Global Research Esattamente dieci anni fa l’Argentina subì un vero e proprio collasso finanziario e politico. Dopo un decennio in cui abbiamo seguito quello che gli “esperti” del FMI, i banchieri internazionali e le agenzie di rating ci hanno detto di fare, questo è il risultato finale. L’allora presidente Fernando De la Rua ha applicato fino all’ultimo minuto tutte le ricette del FMI, facendoci ingoiare i loro rimedi “velenosi”. Agli inizi del 2001 …

Leggi tutto »

GIOCARE COL FUOCO: LE MINACCE DI OBAMA ALLA CINA

DI MICHEAL KLARE Al Jazeera Obama afferma che l’influenza statunitense si sposterà dal Medio Oriente al “vasto potenziale della regione dell’Asia Pacifico”. Per ciò che riguarda la sua politica verso la Cina, l’amministrazione Obama non saltando direttamente dalla padella alla brace? Nel tentativo di voltar pagina dopo due guerre disastrose nel Grande Medio oriente, potrebbe aver appena iniziato una nuova guerra fredda in Asia, un’altra volta col petrolio come base per la supremazia globale.

Leggi tutto »

LA GRECIA NEL CAOS

DI NOELLE BURGI Le Monde Diplomatique “Chissà cosa ci porterà il domani?”, si chiede la gente di Atene, Salonicco e di tutta la Grecia. C’è il senso di una prigionia collettiva, di un’incertezza individuale e di una catastrofe incombente. Ma la Grecia ha avuto una storia turbolenta e i Greci si sono sempre considerati un popolo valente, forte e abituato alle avversità. “Ci sono sempre stati periodi difficili e ce la siamo sempre cavata. Ma ora, abbiamo perso tutte le …

Leggi tutto »

POSSIBILIT E LIMITI DELLE ENERGIE “VERDI”

di Rafael Íñiguez The Oil Crash Non sono uno scienziato, solo un analista; non mi preoccupano i dati assoluti, ma solo come interagiscono le attuali componenti “economiche”. Nessuna grande industria è precisa nei suoi dati, che vengono stimati e approssimati quando, in qualche momento, un tecnico li firma per la pubblicazione; e da quel momento iniziano a formare i “dati della nostra realtà” e in alcuni casi dettano addirittura legge. Tanto grossolano è il mondo reale: le misurazioni esatte, quasi …

Leggi tutto »

IL PIANO FURTIVO DI DRAGHI

DI MIKE WHITNEY Counterpunch Mario Draghi ha elaborato un piano per togliere dall’incudine il sistema bancario dell’UE e per tirare una martellata sui rendimenti delle obbligazioni sovrane allo stesso tempo. Il direttore della Banca Centrale Europea ha annunciato di voler lanciare il 21 dicembre un programma emergenziale di assistenza alla liquidità, che fornire prestiti “illimitati” alle banche in difficoltà a tassi minimi (1 per cento) fino a tre anni. Gli analisti di mercato credono che Draghi stia creando un incentivo …

Leggi tutto »

L'OCCIDENTE PU “ESPORTARE” I DIRITTI DEI GAY?

DI KWEI QUARTEY Foreign Policy in Focus Nel corso della riunione tenuta nello scorso ottobre a Perth in Australia dei Capi del Governo del Commonwealth (CHOG), il Primo Ministro britannico David Cameron ha redarguito alcuni dirigenti africani che, se le loro nazioni dovessero bandire l’omosessualità, potrebbero rischiare di perdere gli aiuti economici del Regno Unito.

Leggi tutto »

LAVORATORI DELL’EUROPA UNITEVI, AVETE DA PERDERE SOLO LE CATENE DELL’EURO

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD Telegraph.co.uk La sinistra europea ha sofferto sei mesi calamitosi. I governi socialisti hanno avuto sconfitte storiche in Portogallo e Spagna. Il Pasok greco è stato rovesciato da un Putsch tecnocratico dell’UE. In Irlanda la sinistra moderata del Fianna Foil ha perso quasi tutti i seggi a Dublino. Quasi il 97% della popolazione dell’Unione Europea è ora governato da coalizioni tendenti a destra o ai conservatori, o ai mandarini imposti dell’UE. Ai socialdemocratici sono rimasti solo l’Austria (8,4m), …

Leggi tutto »

50 DATI ECONOMICI DEL 2011 QUASI TROPPO FOLLI DA CREDERE

FONTE: Economic Collapse Anche se molti americani sono davvero frustrati per la situazione economica, la realtà è che la gran parte di loro non ha ancora la minima idea di quanto sia profonda la nostra decadenza economica o quanti problemi ci aspettano se non avverrà un drastico cambiamento. Se non educhiamo il paese sulla gravità dell’economia, continuerà a trangugiare le solite vecchie bugie raccontate dai nostri politici raccontano. Cercare di “ritoccare” qua e là non riuscirà a sistemare l’economia. L’America …

Leggi tutto »

I PROGRESSI DEL 99% AMERICANO E IL COLLASSO DELLA CLASSE MEDIA

DI BARBARA EHRENREICH E JOHN EHRENREICH Huffington Post Una classe si crea quando alcuni uomini, per via di esperienze comuni (ereditate o condivise), provano e articolano un’identità di interessi tra loro, e contro altri uomini i cui interessi sono differenti (e generalmente opposti) ai loro. E.P. Thompson, The Making of the English Working Class Gli “altri uomini” (e, naturalmente, donne) nell’odierna struttura di classe statunitense sono quelli che dell’1% di più alta distribuzione della ricchezza, i banchieri, i manager degli …

Leggi tutto »

UNIONE EUROPEA, DALLA CRISI ECONOMICA AL DISASTRO COSTITUZIONALE

DI HANNES HOFBAUER Strategic Culture La riunione di Bruxelles del dicembre 2011 intendeva risolvere un gigantesco problema fiscale e di bilancio nell’eurozona (in realtà economico). Ha portato a una scissione politica all’interno dell’Europa a 27 e rischia di scatenare un disastro costituzionale.

Leggi tutto »

SI DICHIARA MORTA LA GUERRA

DI PEPE ESCOBAR Asia Times Online (Avvertenza: si tratta di una versione alternativa all’originale del New York Times.) Giovedì il Pentagono ha dichiarato ufficialmente la morte della sua invasione legata alla “guerra al terrore”, dell’occupazione e del massacro della nazione irachena al costo di tre trilioni abbondanti di dollari anche se il paese si sta preparando per una guerra civile tra sunniti e sciiti di bassa intensità e il mondo musulmano si domanda cosa sta succedendo al Grande Medio Oriente …

Leggi tutto »

COSTRUIRE IL FUTURO GUARDANDO LE COSE DALL'ALTO

DI ANTONIO TURIEL The Oil Crash Effetto Cassandra Traduzione a cura di Massimiliano Rupalti Cari lettori, nel programma di Radio Libertad di giovedì scorso Juan Carlos Barba ha annunciato che questa settimana avremmo parlato delle misure che si dovrebbero prendere per adattarsi al futuro della Grande Scarsità. Siccome c’è stato un cambio di invitati (io stesso non potrò partecipare questa settimana), è possibile che ci sia anche un cambio di dibattito, anche se il tema in questione finirà un giorno …

Leggi tutto »

L’OCCIDENTE IN DECLINO: LA FUGA IN AVANTI DI UNA TERZA GUERRA MONDIALE

DI CHEMS EDDINE CHITOUR Mondialisation.ca Io credo che le istituzioni bancarie siano più pericolose per le nostre libertà di quanto non lo siano gli eserciti permanenti. Se il popolo americano permetterà mai alle banche private di controllare l’emissione del denaro, dapprima attraverso l’inflazione e poi con la deflazione, le banche e le compagnie che nasceranno intorno alle banche priveranno il popolo dei suoi beni finché i loro figli si ritroveranno senza neanche una casa sul continente che i loro padri …

Leggi tutto »

PORRE FINE ALL’ECONOMIA INDUSTRIALE UN ATTO MORALE?

DI GUY MCPHERSON Transitionvoice.com Le persone spesso mi accusano di avere una condotta inappropriata perché credo che porre fine all’economia industriale sia una buona idea. È interessante notare come alcune di queste persone sembrano preoccuparsi della moralità delle grandi banche nel momento in cui escogitano modi capaci di trarre profitto dalla contrazione dell’economia industriale. In verità, i politici cercano regolarmente di prendere le distanze da quei pochi individui informati che hanno una idea su dove siamo diretti. Ma torniamo a …

Leggi tutto »

LA NATO SOGNA UNA GUERRA CIVILE IN SIRIA

DI PEPE ESCOBAR Asia Times Online Ogni granello di sabbia nel deserto siriano ora sa che non ci sarà un intervento “umanitario” della NATO, giustificato dalla “Responsabilità di Proteggere” per provare un cambio di regime a Damasco. Una guerra prolungata come in Libia non è fattibile, nonostante gli impeccabili apprendisti della democrazia, quelli della Casa di Saud, già si siano generosamente offerti di pagare. Ma la nebbia di una guerra prossima continua a essere impenetrabile. Cosa vuole davvero fare la …

Leggi tutto »

I “FONDI AVVOLTOIO” SI ABBUFFANO SULLE ECONOMIE DISASTRATE

PER L’EUROPA UN CAMPO DI BATTAGLIA MORTALE DI OLAFUR ARNARSON, MICHAEL HUDSON E GUNNAR TOMASSON Counterpunch Il problema delle insolvenze dei prestiti bancari, specialmente quelli garantiti dal governo come i prestiti agli studenti e i mutui della Fanny Mae, ha riportato all’attenzione la questione su quale dovrebbe essere il “valore di mercato” di questi debiti obbligazionari. Il valore di mercato dovrebbe rispecchiare ciò che i debitori sono in grado di pagare (ovvero pagare senza andare in bancarotta)? Oppure è corretto …

Leggi tutto »

OCCUPY IL PIANETA TERRA

RESISTERE ALLA MILITARIZZAZIONE DELLO STATO DI NAFEEZ MOSADDEQ AHMED Counterpunch Il movimento Occupy è la più potente manifestazione di resistenza pubblica e disobbedienza civile che abbia preso piede in Occidente dagli anni ’60. E come risposta, ha provocato una militarizzazione della violenza di Stato senza precedenti. Negli Stati Uniti l’utilizzo di gas lacrimogeni, spray al peperoncino e proiettili di plastica è stato impiegato – deliberatamente e brutalmente – contro civili che esercitavano il loro diritto a manifestazioni pacifiche: solo e …

Leggi tutto »

AVANZANDO VERSO IL PRECIPIZIO

DI NOAM CHOMSKY La Jornada Uno dei lavori della Convenzione sul Cambiamento Climatico delle Nazioni Unite, che è in corso di svolgimento a Durban in Sud Africa (il vertice si è concluso il 9 dicembre ndr), è quello di estendere le decisioni politiche precedenti, che sono limitate e solo parzialmente applicate. Queste decisioni risalgono alla Convenzione del 1992 dell’ONU e al protocollo di Kyoto del 1997, al quale gli Stati Uniti si rifiutarono di aderire. Il primo periodo di impegno …

Leggi tutto »

DEMOCRAZIA E DEBITO

DI MICHAEL HUDSON Michael-hudson.com Il Libro V della Politica di Aristotele descrive il ciclo eterno della transizione che vede le oligarchie trasformarsi in aristocrazie ereditarie, che finiscono per essere rovesciate da tiranni o sviluppare rivalità interne quando alcune famiglie decidono di “far entrare il popolo nell’arena politica” per poter arrivare a una democrazia, da cui riemerge una nuova oligarchia, seguita da una aristocrazia, e poi da una democrazia, e così via nel corso della storia. Il debito è stato il …

Leggi tutto »