Fate entrare i clown!

Yellen e Garland si recano a sorpresa in Ucraina

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

 

Philip Giraldi – The Unz Review – 21 marzo 2023

 

A volte penso che il copione utilizzato dall’amministrazione Biden per gestire le proprie politiche estere e di sicurezza nazionale sia stato scritto da George Orwell, anche se non sono sicuro se si basi su “1984” o su “La fattoria degli animali”. Forse è una combinazione dei due. In ogni caso, aiuterebbe a spiegare perché c’è qualcosa di gravemente sbagliato qui. Per esempio, alla fine di febbraio il Congresso, alle prese con il tetto del debito, ha iniziato a discutere dei tagli al Medicare e alla Previdenza Sociale, mentre più di recente sembra che si stia sviluppando una crisi del settore bancario, per cui il Segretario al Tesoro Janet Yellen ha deciso di andare a farsi delle foto a Kiev abbracciando il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky poco dopo avergli consegnato le chiavi dell’economia statunitense. Ha spiegato a Zelensky come la Casa Bianca abbia approvato la settimana precedente altri 12 miliardi di dollari di aiuti all’Ucraina, tra cui 2 miliardi per l’esercito e 10 miliardi per sostenere il governo di Zelensky e altre necessità infrastrutturali. Il Tesoro statunitense è ora di fatto la fonte dell’intero bilancio annuale del governo ucraino. Inoltre, la Yellen ha descritto entusiasticamente come i Dipartimenti del Tesoro e di Stato attueranno una nuova serie di sanzioni contro più di 200 persone fisiche e giuridiche legate all’esercito russo, alle industrie ad alta tecnologia e ai settori minerario e metallurgico. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti sta inoltre applicando restrizioni alle esportazioni di materiali e tecnologie, compresi i semiconduttori, venduti da aziende americane a clienti in Russia e Cina.

In difesa della sua grande missione, la Yellen ha scritto un editoriale per il sempre compiacente The New York Times, spiegando l’importanza dell’Ucraina per gli Stati Uniti. Ha scritto che in Ucraina “… i barbari attacchi della Russia continuano – ma Kiev è forte e libera. L’eroica resistenza dell’Ucraina è il prodotto diretto del coraggio e della resilienza dei militari, della leadership e del popolo ucraino. Ma il Presidente Volodymyr Zelensky e gli ucraini sarebbero i primi ad ammettere che non possono farcela da soli e che il sostegno internazionale è fondamentale per sostenere la loro resistenza. Sono a Kiev per ribadire il nostro incrollabile sostegno al popolo ucraino. Putin conta sul fatto che la determinazione della nostra coalizione globale si affievolisca, pensando così di avere la meglio nella guerra. Ma si sbaglia. Come ha detto il Presidente Biden la scorsa settimana, l’America sarà al fianco dell’Ucraina per tutto il tempo necessario… Gli ucraini stanno combattendo per le loro vite in prima linea nel mondo libero. Oggi, e ogni giorno, meritano il sostegno incondizionato dell’America“.

L’editoriale della Yellen continua con una bugia così grande che è sorprendente che il New York Times l’abbia persino pubblicata: “Di fronte a scene di brutalità e oppressione, gli americani sono sempre stati pronti ad alzarsi in piedi e fare la cosa giusta. La nostra forza come nazione deriva dal nostro impegno verso i nostri ideali – e dalla nostra capacità di vedere negli altri gli stessi desideri che hanno animato le nostre lotte per la libertà e la giustizia”. Ma poi aggiunge le rassicurazioni del “Presidente Zelensky, [che] si è impegnato a utilizzare questi fondi nel “modo più responsabile”. Accogliamo con favore questo impegno, così come il suo programma di lunga data per rafforzare il buon governo in Ucraina“. Eh?

Ed ecco la versione della Yellen del “Perché combattiamo!”: “Il nostro sostegno è motivato, innanzitutto, dal dovere morale di venire in aiuto di un popolo sotto attacco. Sappiamo anche che, come ha detto il Presidente Zelensky, la nostra assistenza non è carità. È un investimento nella ‘sicurezza globale e nella democrazia’. Guardiamo l’impatto strategico del nostro sostegno all’Ucraina fino ad oggi. La guerra di Putin rappresenta una minaccia diretta alla sicurezza europea, nonché alle leggi e ai valori che sono alla base del sistema internazionale basato sulle regole“.

Quindi, gli americani hanno un “dovere morale”, a quanto pare fino a mandare i loro figli e figlie a morire per sostenere l’Ucraina. E sì, tutto ruota attorno al mondo “libero”, alla democrazia e al famigerato sistema internazionale basato sulle regole! Qualcuno ha già citato l’osservazione di Hegel secondo cui la politica estera del Presidente Joe Biden si è già “ripetuta, prima come tragedia in Afghanistan, poi come farsa“? Nel frattempo si sospetta che Zelensky si sia fatto grasse risate mentre la Yellen spariva all’orizzonte per trovare i soldi, come dice quel vecchio modo di dire, e probabilmente ha già uno dei suoi amici che sta acquistando una nuova villa in Costa Azzurra per integrare le sue altre proprietà immobiliari! Ma aspettate! La storia è diventata ancora più eccitante la settimana successiva, con un’altra visita al signor Z da parte del quasi invisibile procuratore generale americano Merrick Garland, un uomo che può letteralmente guardare Z negli occhi, essendo entrambi molto bassi. Garland è generalmente impegnato a dare la caccia ai suprematisti bianchi e a richiedere che tutti i nuovi assunti dell’FBI imparino tutto quanto riguarda identificare e perseguire gli antisemiti, ma ha fatto due viaggi a Kiev per incontrarsi corpo a corpo con il coraggioso guerriero in maglietta color oliva che viene già beatificato come il Winston Churchill del XXI secolo.

Garland era in città per fare l’altra cosa che impegna il suo senso della legge e dell’ordine, ovvero istituire un tribunale per arrestare, perseguire e punire i criminali di guerra russi, dopo che l’Ucraina sarà uscita trionfante dal conflitto con il presidente Vladimir Putin, inimmaginabilmente malvagio. Sarebbe modellato sul modello dei Tribunali di Norimberga che processarono i principali esponenti nazisti dopo la Seconda guerra mondiale, e Garland ha citato la fuga della sua famiglia dal cosiddetto olocausto per spiegare perché è intenzionato a partecipare personalmente alla realizzazione di ciò che descrive come “giustizia”. Una portavoce del Dipartimento di Giustizia ha descritto la missione di Garland come quella di essere a Kiev per “riaffermare personalmente l’impegno dell’America a contribuire a ritenere la Russia responsabile dei crimini di guerra commessi durante l’invasione ingiusta e non provocata contro lo stato sovrano suo vicino“.

Garland ha avuto diversi incontri con il presidente Volodymyr Zelensky e con funzionari delle forze dell’ordine straniere, tra cui il procuratore generale ucraino Andriy Kostin, durante la partecipazione a quella che è stata definita la “Conferenza Uniti per la giustizia”. Zelensky ha spiegato che lo scopo della conferenza era quello di ritenere la leadership russa responsabile delle presunte atrocità compiute dal suo esercito. “Il tema principale di tutti questi incontri è la responsabilità“, ha detto. Secondo quanto riferito, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti è attivamente impegnato nella raccolta di prove per incriminare i russi. Durante la sua prima visita in Ucraina, nel giugno 2022, Garland ha annunciato la nomina di Eli Rosenbaum, un procuratore dell’Office of Special Investigations noto per aver perseguito ex nazisti, per dirigere gli sforzi americani per identificare e rintracciare i criminali di guerra russi.

Garland l’ha fatta lunga, come ci si aspettava da una persona responsabile di perseguire il resto del mondo quando non è in regola. Ai suoi ospiti ha detto che “poco più di dodici mesi fa, le forze di invasione russe hanno iniziato a commettere atrocità sulla più vasta scala che in qualsiasi conflitto armato dalla Seconda guerra mondiale. Oggi siamo qui in Ucraina per parlare chiaramente e con una sola voce: gli autori di questi crimini non la faranno franca. Oltre al nostro lavoro in collaborazione con l’Ucraina e la comunità internazionale, gli Stati Uniti hanno anche aperto indagini penali sui crimini di guerra in Ucraina che potrebbero violare la legge statunitense“. E ha concluso lanciando la linea di partito piena di stronzate tanto amata da Joe Biden e Tony Blinken, secondo cui “gli Stati Uniti riconoscono che ciò che accade qui in Ucraina avrà un impatto diretto sulla forza della nostra democrazia“.

Naturalmente, c’è più di un pizzico di ironia in tutto questo, per non parlare dell’ipocrisia di alto livello, dal momento che negli ultimi vent’anni gli Stati Uniti hanno ucciso più persone direttamente o indirettamente, commettendo più crimini contro l’umanità in vari e diversi modi, di qualsiasi altro Paese, ad eccezione, com’è prevedibile, di Israele, che attualmente commette crimini contro l’umanità su base quasi quotidiana. Curiosamente, però, la Casa Bianca e il Pentagono, normalmente sordi, sembrano capire, a un certo livello, che aprire il vaso di Pandora potrebbe non essere una buona idea quando si tratta di crimini di guerra. La scorsa settimana il Segretario alla Difesa Lloyd Austin si è rifiutato di condividere con la Corte penale internazionale (CPI) dell’Aia le informazioni statunitensi sui presunti crimini russi. Il Pentagono sta impedendo all’amministrazione Biden di condividere con la Corte penale internazionale le prove raccolte dalle agenzie di intelligence americane in merito alle attività russe in Ucraina, perché aiutare la Corte a indagare sui russi potrebbe creare un precedente che potrebbe contribuire a spianare la strada per perseguire gli americani. Washington non riconosce la CPI, temendo che possa cercare di esaminare il triste bilancio dei crimini militari statunitensi in Asia e Africa. Anche Israele non riconosce la Corte, più o meno per lo stesso motivo.

Quindi eccoci qua, due altissimi funzionari del regime di Biden si intrufolano a Kiev per dare ad un arci-truffatore soldi e sostegno morale illimitato, insieme alla promessa che altri soldi sono in arrivo, così come armi e tribunali per crimini di guerra attendono quei cattivi russi. E indovinate un po’? Il tutto viene confezionato come un bene per l’America! Sembra una canzone che è stata cantata in passato in luoghi come il Vietnam, l’Iraq e l’Afghanistan, ed era un tessuto di bugie allora come oggi. La Yellen avrebbe dovuto rimanere a casa per occuparsi del sistema bancario e dovrebbe restituire al popolo americano i miliardi di dollari destinati a Zelensky. Se Garland vuole indagare su qualcuno, dovrebbe farlo sul Pentagono, sulle agenzie di intelligence e sul Congresso. E sì, la sua stessa FBI! E non dimenticate come i Biden e i Clinton sono diventati multimilionari! E poi c’è la distruzione del Nord Stream. È buffo che ogni volta che si gira un sasso, all’interno e intorno al governo degli Stati Uniti venga fuori qualcosa di veramente puzzolente.

philip_giraldi

Philip Giraldi (classe 1946) è un editorialista americano, commentatore e consulente di sicurezza. È direttore esecutivo del Council for the National Interest, ruolo che ricopre dal 2010. In precedenza ha lavorato come specialista di intelligence per la CIA, prima di passare alla consulenza privata. Giraldi è stato criticato per il suo presunto antisemitismo e la negazione dell’Olocausto e ha affermato che “gli ebrei americani che non hanno un briciolo di integrità” (sionisti) quando appaiono in televisione dovrebbero essere etichettati “come un’etichetta di avvertimento su una bottiglia di veleno per topi“.

 

Link: https://www.unz.com/pgiraldi/send-in-the-clowns/

 

Scelto e tradotto (IMC) da CptHook per ComeDonChisciotte

 

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
132 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
132
0
È il momento di condividere le tue opinionix