Udo Ulfkotte è morto. A 56 anni. Aveva rivelato che giornalisti sono “comprati” dalla Cia. I colleghi esultano.

DI MAURIZIO BLONDET

maurizioblondet.it

Udo Ulfkotte  è morto, improvvisamente, dicono di attacco cardiaco.  Aveva 56  anni.

Ulfkotte era il giornalista, che, dopo aver lavorato  al Frankgfurter Allgemeine Zeitung, rivelò come lui ed altre “firme”   fossero al soldo dei servizi americani.. Il suo libro, “Giornalisti Comprati” (2014), descrive i metodi con cui la Cia imbecca, istruisce, paga (fino a 20 mila dollari) giornalisti  tedeschi ma anche italiani  perché scrivano articoli favorevoli alle politiche americane.

«Prima di tutto» ha raccontato  «è necessario rendere autorevole il giornalista a libro paga, facendo riportare i suoi articoli, dandogli copertura internazionale e premiando i suoi libri. Molti premi letterari non sono che premi alla fedeltà  propagandistica  [..] In occasione della  crisi libica del 2011, ha raccontato di come fu  imbeccato dai servizi germanici perché annunciasse sul suo giornale, come fosse un fatto assodato, che Gheddafi  era in possesso di armi chimiche ed era pronto ad usarle contro   il suo popolo inerme. […] Se invece si trasgredisce la linea filoatlantica le conseguenze sono altrettanto note, ovvero la perdita del lavoro, il triste isolamento professionale, fino alle minacce dirette e alle persecuzioni (lui stesso sostiene di aver subito sei perquisizioni nella sua abitazione con l’accusa di aver rivelato segreti di stato)”.

(Marcello D’Addabbo – ladagadinchiostro.com).

Insomma è stato il primo a rendere pubblico il fatto che i media scrivono “fake news” (notizie false)  a pagamento.  Oggi  sono i media ad accusare i social di diffondere notizie false.

Dopo essere stato bollato come pazzo dal suo ex giornale, la FAZ, Udo Ulfkotte ha preso posizioni di veemente denuncia di Angela Merkel,  della sua  gestione dell’euro,  e della sua politica di “accoglienza” di centinaia di migliaia di islamici.   “Die Asyl  Industrie”, “Mekka Deutschland”  sono i titoli dei suoi più recenti saggi.

Può essere stato ucciso?

Un  suo corrispondente, l’informatico e autore di blog alternativo Hadmuth Danisch, riferisce di una mail di Udo;   stava cercando  anche da lui se aveva   informazioni sulle violazioni della Costituzione da parte della Cancelliera, e si stupiva di non trovare nulla o quasi.  La mail è del 10 gennaio:

http://www.journalalternativemedien.info/category/meinungen-kommentare/hadmut-danisch/

“Domanda a tutto tondo:  tranne il libro di testo dal professor Otto Depp Heuer ( “Lo stato della crisi dei rifugiati”) sono state altre pubblicazioni su Angela Merkel e il loro sistematiche violazioni di legge dal suo insediamento?  Voglio dire:  Atomausstieg (?) , salvataggio delle banche, apertura delle frontiere, violazioni di Lisbona, Maastricht, Dublino, Schengen, ecc … Chi conosce  un buon lavoro-up professionali di illegalità  ? Non intendo trattati di psicologi sulla malattia mentale  del leader amato  che si suppone tanto amato, non biografie di Angela Merkel – in realtà solo illegalità e letteratura profonda … Sì, lo so, c’è Di Fabio, ma altri?”.   Udo di Fabio qui citato  è  un giurista importrante, che è stato giudice della Corte costituzionale tedesca  fino al 2011, e  che ha scritto un saggio  in cui descrive Angela Merkel “spaccatrice della Costituzione” (Verfassungsbrecherin)

http://www.pi-news.net/2016/12/udo-di-fabio-merkel-ist-verfassungsbrecherin/

Danisch ammette di aver risposto distrattamente (“Non è il mio campo e  ho i guai miei…”. Il 12, ha ricevuto un’altra mail da Ulfkotte:Data: Giovedì, 12 Gennaio 2017 21:58:12 +0100Da: Udo Ulfkotte <[email protected]>A: ‘Hadmut Danisch’ <[email protected]>Oggetto: Re: Richiesta di Udo Ulfkotte

“…centinaia di migliaia, forse milioni di persone discutono di possibili violazioni legali di Angela Merkel, e non c’è altro che un  singolo opuscolo  (edito  dal  Professor Otto Depenheuer)  con  brevi testi di alcuni docenti.  In che paese viviamo? Non una tesi di dottorato, non  saggi specialistici eccetera.  Se vuoi conoscere   dal punto di vista giuridico quali leggi specificamente la Merkel abbia infranto – perché non c’è dubbio che ne ha violate  – non trovi NIENTE. Perché?”.

24 ore dopo era morto. Mmmm, commenta Danisch.

Effettivamente, quando si cercano informazioni sul web  su temi  seriamente critici di Angela, non viene fuori praticamente nulla. “Not Found”; “Error”, eccetera. Dicono che Ulfkotte avesse già avuto tre infarti.   Fatto sta che trovo  questa notizia: “Ahahahah! Esultanza fra i giornalisti tedeschi per la morte del loro collega critico dell’immigrazione”. “Udo Ulfkotte è morto! Brindiamo!”

 

Maurizio Blondet

Fonte: www.maurizioblondet.it

Link: http://www.maurizioblondet.it/udo-ulfkotte-morto-56-anni-rivelato-giornalisti-comprati-dalla-cia-colleghi-esultano/

16.01.2017

 

15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
vocenellanotte
vocenellanotte
16 Gennaio 2017 12:12

Deve essere stato ucciso da Putin in persona.

A parte le battute, forse infelici, condoglianze alla famiglia prima di tutto e a tutti i cercatori di verità.

Echoes
Utente CDC
16 Gennaio 2017 12:22

Certo che oggi come oggi (ma anche “ieri” misa che funzionava uguale) ti fanno fuori senza problemi se diventi scomodo. E difronte la scelta se morire per la verità o vivere da complice, c’è poca etica che tenga, la maggiorparte di noi sceglie di vivere, credo.

La verità o le informazioni particolari, forse vanno gestite in modo meno chiassoso e più sistemico (mi viene in mente il delirio-tabula-rasa del film “Fight club”) con la speranza che ogni seme piantato in futuro germogli in una maggiore consapevolezza negli uomini comuni.

--<>-- --<>--
--<>-- --<>--
16 Gennaio 2017 12:26

Escluderei che sia stato eliminato.
Uno dei motivi del suo pentimento, era appunto il fatto che avesse ancora poco da vivere.

Enrico S.
Enrico S.
16 Gennaio 2017 12:27

Può darsi che sia stato eliminato, e può darsi benissimo di no. Lo stress può giocare scherzi decisivi ad un cuore, e mi par di capire che di stress ne abbia subito parecchio.
Quasi quanto me, quando leggo interi trafiletti ricavati da Google Translator.
Per favore, un minimo di editing ‘umano’.

PietroGE
Utente CDC
16 Gennaio 2017 12:38

Chi ride della morte di un giornalista indipendente è un servo scribacchino, personale di servizio al quale si tirano due soldi di mancia per le scemenze che scrive a favore dei loro padroni. E quanto sia crollata la qualità di giornali come Der Spiegel , lo si è visto durante, e dopo, la campagna elettorale americana. Volantinaggio di propaganda invece che informazione. Poi si lamentano se la gente per strada non si vuol far più intervistare e se la stampa e la tv sono chiamate : Lügenpresse.

basi lissa
basi lissa
16 Gennaio 2017 16:58

onore al coraggio di aver sfidato il potere della CIA,che come lui aveva annunciato,l’avrebbe probabilmente eliminato!
https://www.youtube.com/watch?v=Fm0HX1sDqY0
D’altronde la Germania (come l’intera UE)è una colonia occupata da 100basi USA-NAto e la Merkel il fedele proconsole da un decennio…ovvio che sputtanare la principale serva della principale base Nato in UE avrebbe avuto simili conseguenze..
visto che gli USA basano sui media ,principalmente,la loro geopolitica..prima ancora che sulle armi…prima viene la persuasione mediatica con fake news,poi avviene l’azione militare che se fosse portata senza l’uso della persuasione delle masse,non avrebbe vita lunga..

natascia
Utente CDC
16 Gennaio 2017 17:01

Lo stress gioca dei brutti scherzi soprattutto agli spiriti liberi e soli . Però se penso alla morte improvvisa per incidente o infarto o omicidio di molte persone impegnate politicamente, concludo che chi agisce in vero favore della società rischia molto, e per questo bisogna riconoscerne il valore e il coraggio.

basi lissa
basi lissa
16 Gennaio 2017 17:58

dimenticavo… non trascuriamo il valore enorme dell’esempio… colpirne uno per educarne miglaiia…ora dove lo troverete un altro giornalista pronto a fare outing? Sappiamo la finaccia che ha fatto Assange chiuso nell’ambasciata dell’Ecuador disperato e non gli rimane altro che consegnarsi in cambio della libertà dell’altro poveraccio del soldato Manning che gli hanno pure fatto cambiare sesso.. Ma quanto è fesso Assange? Se si consegna gli faranno ammettere le cose più assurde ,confesserà di essere uno strupratore e che si è inventato quasi tutto… Distruggendo tutto quello che ha fatto per raccontare le schifezze USA.. ammenochè sia Snowden(che vive in russia) che Assange non sono che pedine USA usate dagli USA per dimostrare agli USA quanto erano cattivi i russi e che bisognava punirli con sanzioni,e poi dopo che avevano usato Snowden ed Assange per rubare informazione segrete,continuare ad hackerare i sistemi USA per far eleggere Trump. Infatti non è possibile che sto Assange sia cosi’ stupido da consegnarsi…ammenochè non gli hanno minacciato la famiglia.. gli USA si sono detti subito entusiasti di accettare lo scambio… Incredibile..il sistema di ricatto USA vince sempre,sono sempre in posizione win-win e quando decideranno che non è possibile vincere sempre,dstruggeranno tutto con le atomiche,come dire… Leggi tutto »

Gino
Gino
Risposta al commento di  basi lissa
16 Gennaio 2017 18:21

“dietro a Obama ed alla Clinton c’erano di sicuro queste elite che volevano un attacco preventivo alla russia..
ora cosa c’è dietro Trump e come finirà(visto lo scontro frontale con cui sta andando con la Cina…tenendosi buono Putin sperando che venga meno al trattato di mutua assistenza militare,lo SCO che russia cina ed altri paesi hanno firmato!)
lo vedremo..”

Dietro Trup,, ma neanche tanto nascosti, ci sono sempre gli stessi!

Toussaint
Toussaint
Risposta al commento di  basi lissa
16 Gennaio 2017 19:00

Guardi, mi sembra che su alcune delle cose che lei sta sostenendo, su questo sito siano già stati pubblicati articoli e commenti (su Kubrik c’è stato un piccolo refuso. Non il film Stranamore, forse intendeva dire il suo ultimo, Eyes Wide Shut). Sugli Askenaziti non comincio nemmeno a parlare. Non ne so niente. Una volta lessi un chilometrico articolo di Veterans Today sull’argomento, ma confesso che alla fine ne sapevo meno di prima. Se un argomento non può essere sintetizzato in poche pagine, è difficile che possa avere una grossa diffusione su Internet. Su Assange, da molte parti si sostiene la tesi che non sia un isolato, ma che alle sue spalle ci siano precisi centri di potere statunitensi e israeliani (molti hanno notato, ad esempio, che sull’11 Settembre non ha mai pubblicato un rigo. Il fatto non è casuale). La sua sorte, quindi, dipenderà dagli accordi che saranno presi fra i vari centri di potere per conciliare i vari interessi (ammesso che accordo ci sia). Per non pagare i debiti, visto che sono espressi in dollari (ma anche per mettere mano al deficit commerciale), una guerra credo che senz’altro ci sarà, ma sarà una guerra valutaria, e si chiama… Leggi tutto »

Manunta di jago stianti
Manunta di jago stianti
Risposta al commento di  basi lissa
16 Gennaio 2017 19:31

L ostilità di trump contro la Cina puo avere solo la spiegazione che hai dato
Paura che il debito pubblico americano sia fonte di manovre cinesi.
Ma non credo che saranno cosi folli da promuovere una escalation militare
Più facile che dopo provocazioni e reazioni cinesi Trump cerchi di imporre un embargo ai prodotti cinesi ,su scala internazionale
Senza fonti di energia proprie la Cina ,se subisse un embargo totale.
Dovrebbe rivolgersi alla Russia
Il protezionismo sventolato in campagna elettorale potrebbe essere funzionale
Ad un programma del genere.
Ovvero non fate politiche economiche contrarie agli usa oppure embargo.
Dopo il dottor Stranamore Kubrick ha fatto altri sette otto film ,
Se cappelli così poi ci metti gli askenaziti ,magari i rettiliani e passi da ridicola
La prima osservazione la condivido
Il resto ti consiglio di rivederlo gli askenaziti pare derivino dai kazari popolazione turcofona convertitasi in massa all ebraismo nel 7 secolo dopo Cristo
Non rischiare il ridicolo please.

Adriano Pilotto
Utente CDC
16 Gennaio 2017 18:25

Inizio perverso dl 2017.
Pace all’anima di Udo Ufkotte.

Manunta di jago stianti
Manunta di jago stianti
Risposta al commento di  Adriano Pilotto
16 Gennaio 2017 19:14

Rideremo quando creperà la Merkel ,consiglio all’ autrice del Twitter di non fare le ferie in toscana.
Che abbiamo memoria fotografica

Bill
Bill
16 Gennaio 2017 18:46

vogliamo parlare della bufala dall’occhioNero?

antifemminismoragusa
antifemminismoragusa
17 Gennaio 2017 0:15

quest’uomo è un eroe