Saviano E Bonino Oggi In Piazza Per Chiedere Più Migranti

di Azzurra Barbuto

lafinestradiazzurra.it

Mentre al Sud continuano sbarchi di migranti (quasi 3 mila in 7 giorni) e relative fughe in massa dai centri di accoglienza, a Roma succede l’inverosimile: Roberto Saviano, Emma Bonino, Ascanio Celestini, Luigi Manconi, Sandro Veronesi, Matteo Orfini, Michela Murgia, scrittori ed attori scendono in piazza per chiedere l’interruzione dei finanziamenti alla guardia costiera libica e l’ingresso di più migranti, quelli che arrivano non sono abbastanza. I promotori dell’accoglienza si riuniranno in piazza San Silvestro nella capitale questa sera alle ore 18.

“Siamo un popolo di frontiera, possiamo essere la porta di Europa, dobbiamo aprirla. Fare finta di nulla è stancante. La pressione dei migranti che spingono ai confini dell’Europa svela che questo flusso non si può, e per me non si deve, fermare. Va contro la storia, i popoli nella storia si sono sempre mossi. Così cambiano le civiltà”, ha dichiarato a Repubblica la scrittrice Valeria Parrella, che parteciperà alla manifestazione “I sommersi e i salvati”.

I progressisti erano quelli che accusavano i manifestanti del centro-destra nonché Matteo Salvini e Giorgia Meloni di spargere il virus e di diffondere il contagio, e ora se ne stanno muti riguardo le fughe dai centri di accoglienza dei migranti che non accettano le nostre regole e aggrediscono gli agenti di polizia. Se questa è “la civiltà che cambia” e verso cui “progrediamo”, povera Italia!

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
lady Dodi
lady Dodi
28 Luglio 2020 18:55

Il mio attuale partner ( io non ho compagni), si interessa solo di calcio.
Quando mi vede smanettare qui borbotta: “fatti li ca….tuoi”.
Credo abbia ragione, fra poco diventerò un’esperta di fuorigioco, calci d’angolo, , calci di rigore, falli…..e al diavolo la politica!

daniele
daniele
29 Luglio 2020 7:57

Sono secoli che deprediamo i loro territori, questo è il risultato. Non siamo stati in grado di civilizzare i popoli, al contrario ci siamo serviti di piccoli dittatori entrati nella storia solo per le loro azioni scellerate. Questo è il risultato, oggi vanno trovate soluzioni e non fermarsi agli ormai stucchevoli respingimenti. Ogni tanto pensiamoci, a quanto male provochiamo nel mondo noi “civilizzati” occidentali per mantenere il nostro stile di vita.