Home / Attualità / Risparmi troppo? Arriva il grande fratello fiscale

Risparmi troppo? Arriva il grande fratello fiscale

FONTE: LALEGGEPERTUTTI.IT

Oggetto di accertamento non sarà più chi preleva tanti contanti dalla banca, ma chi non ne preleva affatto.

Dopo un anno di sperimentazioni rivolte alle grosse società, l’Agenzia delle Entrate ha confermato l’avvio delle procedure di controllo sui prelievi dal conto corrente anche per le persone fisiche. Ottenuto negli scorsi mesi il via libera dal Garante della privacy, tutto è pronto per mandare a regime la cosiddetta Super Anagrafe dei conti correnti. La novità di questo nuovo strumento è un capovolgimento di filosofia rispetto a quella che, in passato, è stata utilizzata dalla Finanza e dagli uffici delle imposte: l’accertamento fiscale non è più mirato a chi esegue sostanziosi prelievi dalla banca, ma verso chi, invece, non ne effettua per nulla.

In buona sostanza, il sospetto di evasione fiscale si radicherà nei confronti di quei contribuenti che lasceranno intatto il proprio deposito bancario, dimostrando così di avere contanti con cui vivere. Ed è proprio la lotta ai contanti che ha ispirato l’avvio di questa nuova era. Non a caso, il software in grado di calcolare i risparmi detenuti sul conto, parametrandoli al reddito percepito, è stato subito battezzato risparmiometro. Per capire di cosa si tratta faremo un esempio pratico.

Nel momento in cui l’Agenzia delle Entrate rileverà un risparmio eccessivo rispetto ai redditi dichiarati dal contribuente, potrà sospettare che ciò sia stato determinato dalla disponibilità di contanti sfuggita alla dichiarazione dei redditi e, quindi, presumibilmente, da un’evasione fiscale. Per cui l’ufficio delle imposte invierà al correntista un invito a presentarsi personalmente o a mezzo del suo difensore per chiarire – anche per iscritto – la propria posizione. Spetterà al contribuente dimostrare che i soldi con cui ha potuto mantenere la famiglia, lasciando così intonso il conto corrente, derivano da disponibilità lecite, percepite al netto delle tasse (ad esempio una vincita al gioco) o non tassabili e, quindi, da non indicare nella dichiarazione dei redditi (ad esempio un risarcimento o una eredità).

A questo punto, viene la parte più difficile. Tale giustificazione che dovrà dare il contribuente deve essere necessariamente scritta e con data certa. È questa del resto l’unica prova che, in caso di accertamento, può essere accolta dinanzi a una commissione tributaria.

Il nuovo meccanismo del redditometro si avvarrà anche della possibilità, per l’Agenzia delle Entrate, di controllare i saldi dei conti correnti di tutti i contribuenti, in modo da essere più incisivo e immediato nello stanare gli evasori.

La lotta ai contanti ha ora uno strumento ancora più temibile rispetto al passato. Se vuoi maggiori approfondimenti puoi leggere: Parte il risparmiometro: arriva il prelievo sui conti correnti.

 

Fonte;

Link: https://www.laleggepertutti.it/295930_prelievi-sul-conto-a-settembre-partono-i-controlli

7.08.2019

Pubblicato da Davide

28 Commenti

  1. Siamo passato dallo stato di diritto allo stato di dovere dove la presunzione di innocenza si è trasformata in presunzione di colpevolezza. Non spetta più al sistema giudicante fornire le prove della presunta colpevolezza, spetta al cittadino giustificare la propria innocenza. Che schifo!

    • L’esperimento cinese ha funzionato.
      Ora è il momento di attuarlo anche in Europa. La fine del contante, pagamenti con riconoscimento facciale, classifiche di merito per chi paga in anticipo tasse, dazi, imposte e multe, divinizzazione dei leader di governo e sistema giuridico corrotto a protezione dell’organizzazione finanziaria e corporativa industriale.
      I metodi nazisti che anche il nostro governo sta implementando vengono indorati da promesse impossibili di riduzione del carico fiscale, pertanto il problema viene ancora spostato verso l’evasione. Il capro espiatorio che da 30 anni ci perseguita ed ha permesso che ci lasciassimo tessere addosso la fitta rete che il parassita usa per nutrirsi del nostro lavoro, del nostro tempo, della nostra creatività.

    • Hai fatto un’ottima sintesi.
      Lo statalismo, il socialismo, il dirigismo che informa l’azione dei governi italiani hanno condotto a questo.
      Non c’è rispetto per la proprietà privata, per la libertà e per la vita della gente che lavora e produce ricchezza.
      Tutto viene piegato a superiori scopi sociali, e le scuse per farlo non mancano.
      Scuse in larga parte che coprono un’invidia sociale e personale o privata di base.
      Hai dei soldi?
      Spiegami come li hai guadagnati, altrimenti sei un evasore.
      Li risparmi? E perchè li risparmi, dovresti spenderli per attivare l’economia sulla base delle fregnacce keynesiane.
      Se li risparmi vuol dire che spendi altri fondi che detieni di nascosto, quindi sei un delinquente.
      Spendi troppo?
      Allora vediamo se quello che spendi collima con quanto guadagni, perchè potresti essere un evasore, o magari nascondi altri fondi che ti lasciano sicuro di poter spendere così tanto.
      Ti comprato una Porsche da 300Hp?
      Attenzione, indice di pericolo fiscale, indagine fiscale, presunzione di scorrettezza fiscale, ed intanto paghi un bollo maggiorato in quanto “ricco” .
      Ottima sintesi.
      E’ per questo che l’italia è piantata nel pantano fino alla gola, non cresce, si impoverisce, i giovani se ne vanno ,le aziende delocalizzano, gli investitori non la considerano.
      Ottima sintesi.

    • E’ un’osservazione più che pertinente. Tuttavia questo modo inquisitorio di trattare il cittadino ne rispecchia la mentalità medesima.

    • Mica da oggi é cosí. Non solo, se ti arriva un accertamento con multa e vuoi contestarlo, intanto paghi e poi vediamo.

  2. Secondo me sono tutti pretesti per RUBARE. Lo Stato sa benissimo che imporre tasse per più della metà del reddito è da criminali.

  3. I cd conti dormienti che solitamente sono ed erano di coloro che non conoscono l’economia perché truffano.

  4. E anche questo governo mostra la sua vera natura servile nei confronti del sistema finanziario. Salvini riuscirà a far digerire al popolo “sovrano” le manovre che neppure la sinistra o il “rivoluzionario” Berlusconi avrebbero potuto implementare.

  5. il vero volto della tanto decantata democrazia
    mi raccomando votate e fate votare che andrà sempre meglio..

  6. Son sempre i “Giovanni” con 13.000,00 euro ( dico tre-di-ci-mi-la ) a prendersela in quel posto. I miliardi evasi dalle varie multinazionali con sedi di comodo, o le persone che hanno conti correnti a 7/8 zeri, loro, possono sempre trattare e mantenere intonse le ricchezze evase.

  7. Continuate a credere che “lo stato siamo noi” e vedete che bella fine vi fan fare.
    Notizie come questa non dovrebbero stupire se si guarda lo stato per quello che è, ossia una delle tante organizzazioni criminali che impone le sue idee e leggi con la violenza e la prevaricazione. La loro forza sono i militari, i tribunali, il fatto che accettiamo di usare (siamo anche obbligati) la loro moneta, la moneta del sovrano. Che ha valore solo perchè noi crediamo abbia valore.

    Qui non si tratta di dire che i politici sono ladri, che è tutto un magna magna, ma si tratta di essere in grado di riconoscere la natura di queste organizzazioni, natura violenta, autoritaria, maniaca che vuole mettere bocca naso e orecchie su ogni singolo aspetto delle nostre vite.
    Non sarà il caso di iniziare a pensare alle soluzioni già esistenti non controllabili da nessuna organizzazione criminale al mondo, come Bitcoin?
    Perchè se io tengo 10/100/1000 bitcoin fermi per anni, prima cosa nessuno sa che sono miei, nessuno può spiare i miei saldi cercando il mio nome, ma anche nessuno può dirmi niente o obbligarmi a usarli o prelevare tasse dal mio indirizzo.
    E non sono cose da poco quando il tuo nemico è uno stato criminale.

    Ma mi raccomando ora continuate pure a discutere delle fiction di salvini e di maio.

  8. Un monito per chi lascia i propri sudati risparmi in affidamento agli usurai. E poi ci sono quei lungimiranti che vogliono anche l’abolizione del contante. Spesso sono anche pro-UE, il paradiso fiscale di ricchi, speculatori e multinazionali.

  9. qualcuno dia la soluzione, please? non ho la ricetta, ma forse se la dico mi sbattono in galera, destri o sinistri, che sia.

  10. E se uno di soldi ne spende poco e niente per davvero perchè avaro? Gli fanno la verifica e si ritrovano uno che vive in modo, diciamo, sobrio. Ancora non ci siamo, per mettere il popolino con le chiappe per terra per davvero, la legge che ci vuole è il DIVIETO di risparmio, fissando una quota mensile di spesa obbligatoria per chi ha qualche quattrinello in banca…Comunque siamo già in pieno stato totalitario.

  11. ma invece quei famosi 90 miliardi di euro di evasione dei video poker o macchinette mangia soldi che le si voglia chiamare ce li siamo dimenticati o ve li siete divisi?

  12. “la legge per tutti” sarà a cura di avvocati come uno dei tanti, troppi, veramente troppi, che ha assistito un mio conoscente con un patteggiamento su reato penale, per il quale si è preso una condanna, ovviamente a mio parere, anche se non solo mio, sproporzionata:
    11.500 euro pagati di cui 500 fatturati!

  13. Quello che dite e’tutto giusto. Ma non lo avete capito che i soldi che lo stato ci estrapola sono in primis per pagare le pensioni, gli statali……il cane si rimorde la coda!

  14. Me la sento già arrivare tra capo e collo…, mia moglie ed io siamo pensionati, con in più l’indennità di accompagnamento per lei perché è disabile. Non abbiamo figli e la casa è completamente pagata, anche grazie a quattro soldi ereditati, e così mettiamo sempre qualcosa da parte.

    Spendiamo relativamente poco e, auto a parte, non certo in generi di lusso, io scarpe, pantaloni e magliette molto spesso li compro da Decathlon. A lei le scarpe gliele passa il SSN (un paio ogni 18 mesi) dato che con la sedia a rotelle le consuma poco.

    Negli anni abbiamo messo da parte una “riserva strategica” pro-imprevisto medico che, purtroppo, pochi mesi fa si è manifestato bello potente, e adesso, 6 settimane di radioterapia e poi intervento con rischio di lasciarla per sempre in un letto.

    In una struttura pubblica, per quanto attrezzata, non potrebbe avere l’assistenza specifica che le do io, ma a me non mi ci farebbero stare, e così stiamo cominciando a sborsare, aspettando che poi l’assicurazione sanitaria ci rimborsi.

    Così finiremo probabilmente cornuti e mazziati o, se preferite, ammalati e indagati…

    Che paese di m…a

  15. ahah, quante ne devo sentire … si chiama TMI si fanno investigazioni sulle transazioni, se depositi troppo, se tiri giu’ troppo se trasferisci troppi soldi a qualcuno se te ne arrivano troppi, ci sono un sacco di algoritmi … il vero criminale ha la legge dalla sua parte i poveracci finiscono nella rete

  16. Avevano fatto la stessa cosa con gli studi di settore: se hai troppi
    dipendenti rispetto al fatturato corretto (calcolato da chi neanche sa
    cosa sia un’impresa) allora hai fatto del nero.

    Se ne hai troppo pochi in relazione al tuo fatturato allora stai impegando manodopera in nero.
    … e le imprese hanno chiuso a migliaia

  17. Rimediate un paio di gratta e vinci che sono vincenti e pure questo sistema salta…..

  18. Articolo e commenti davvero interessanti.
    Ma siamo una sparuta minoranza. La gente è realmente convinta che tutto ciò serve a combattere l’evasione e alla favoletta che “se tutti pagano le tasse ne pagano tutti di meno”.
    La realtà è che se tutti pagano le tasse ne pagano tutti di più.
    Siamo alla follia. Se spendi troppo poco ti fanno l’accertamento.
    Ma anche se spendi troppo te lo fanno. Se risparmi troppo o troppo poco.
    La formula è semplice. Qualunque sia il tuo reddito te lo tosiamo tutto, te ne lasciamo un pochino che però devi spendere come ti diciamo noi.
    Insomma il denaro, puoi lavorare come un pazzo, non è e non sarà mai tuo, ma di chi lo ha messo in circolo e te lo ha generosamente prestato.
    E’ un delirio totalitario.
    Purtroppo reso possibile dalla tecnologia.
    Prima era impossibile tutto ciò.

  19. La gente ha sempre creduto, crede, e forse credera’ sempre, a cio’ che le conviene, e non a cio’ che ha davanti

  20. Non condivido i commenti di chi sostiene che le tasse siano, per definizione, deleteria.
    Le tasse servono per redistribuire la ricchezza.

    Vero però che ormai in Italia servono solo a redistribuire la ricchezza dei poveri verso i ricchi…

  21. Solo in Italia la gente sta zitta e torna a lavorare con la scusa di “tener famiglia” dopo che un clan di criminali governa applicando:

    Leggi palesemente incostituzionali
    Colpi di stato
    Governi abusivi
    Magistrati corrotti
    Fake news
    Monopolizzazione dei mezzi di produzione
    Cessioni di sovranità
    Invasioni programmate
    Inquinamento ed elettrosmog
    Distruzione del walfare

    In pratica grazie alla stupidità dei votanti e il conformismo e l’inedia dell’uomo massa ci stanno dedicando delle riserve dove vivere da schiavi mentre una minoranza continua ad arricchirsi a dismisura grazie alle porcate sopra elencate…

    SE QUESTA È CIVILTÀ….

  22. Il giorno che ci avranno convinto che lo Stato è un concetto negativo e di solo malaffare, fonte di sfruttamento e di soprusi per ogni singolo individuo che ne fa parte, allora forse la fine del genere umano è ben vicina. Per Stato ovviamente si intende non quello della agenzia delle entrate, ma soprattutto qualunque forma di condivisione e partecipazione dei diritti, dei doveri e delle responsabilità, anche in contesti primitivi come quelli tribali.

  23. Quanti commenti,molto sospetto….di nero

  24. Sinceramente mi meravigliate…vi incazzate perché non vi vogliono far tenere i soldi in banca luogo meno sicuro al mondo per i risparmi…questo vuol dire che siete ormai sconfitti…..a tal punto che non vedete la soluzione semplice prelevare costantemente e mettere sotto al materasso o per chi proprio ama le banche nelle cassette di sicurezza….quindi tenere soldi in contanti in casa di sicuro meno a rischio furto che in banca ….potreste obiettare che possono vietare i contanti ma ciò non avverrà perché le mafie vivono di estorsioni,tangenti,prostituzione,droga…quindi gioca a nostro favore..a patto che riuscite s liberarvi delle catene psicologiche che vi fanno considerare le banche sicure…tre che immorale finanziarle visto che so o loro a strangolare stato ed economia…la rivoluzione è fatta di questo non di armi o con le balle di Di Battista che si pagare 450mila euro da Berlusconi per il suo libro e poi va manifestare ad Arcore contro di lui..