Home / Attualità / Orrore! Gentiloni ce l’ha quasi fatta: potrete essere censurati e schedati sul web

Orrore! Gentiloni ce l’ha quasi fatta: potrete essere censurati e schedati sul web

DI MARCELLO FOA

Il Cuore Del Mondo

I lettori di questo blog ricordano la battaglia condotta, all’inizio del mese, contro l’approvazione del disegno di legge del premier Gentiloni che introduceva due provvedimenti gravissimi, all’articolo 2 e 24:

– i dati internet e telefonici potranno essere conservati per 6 anni, il che significa autorizzare la schedatura di massa

– l’Agcom, ovvero l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, avrà il potere di intervenire sulle comunicazioni elettroniche dei cittadini italiani a tutela del diritto di autore, impedendo, all’occorrenza, l’accesso ai siti “in infrazione”; il che significa spalancare di fatto le porte alla censura sul web con il pretesto di infrazioni marginali, come la pubblicazione di una foto scaricata da un motore di ricerca.

Notate bene: nessun Paese democratico contempla misure così severe. Lo scorso 5 ottobre, il Senato avrebbe dovuto votare il disegno di legge, infilato furbescamente nel decreto mille proroghe, per non dare nell’occhio. Da notare che era già stato approvato alla Camera e dunque si trattava del voto definitivo, contro il quale il sottoscritto e altri opinionisti hanno lanciato impellenti e drammatici appelli.

Nei giorni successivi ho cercato di sapere com’era andata. Sui giornali neanche una riga e come poteva essere diversamente? A parte il Fatto Quotidiano, che ha svelato la vicenda, e ilgiornale.it, nessuno ne ha parlato. Tutti zitti, tutti, forse, inconsapevoli.

E allora mi sono attivato da solo. Non avendo mai fatto il giornalista parlamentare e non possedendo la necessaria dimestichezza con tali atti, mi sono rivolto al portavoce del Senato, Alessio Pasquini, mettendo in copia la segreteria. Di solito queste richieste vengono trattate dall’Ufficio stampa.  E  quello di un Parlamento, di solito, risponde. E invece… sì, lo avete capito. Sto ancora aspettando la risposta.

Allora mi sono rivolto alla senatrice Ornella Bertorotta, del Movimento 5 Stelle, che un paio di anni fa mi aveva invitato a parlare a un convegno di politica internazionale a Palazzo Madama. Molto cortesemente la senatrice Bertorotta, che ringrazio, mi ha risposto inviandomi lo stenografico di quella seduta, che trovate qui. Vorrei tanto sbagliarmi ma leggendo questo resoconto risulta che gli emendamenti presentati per togliere o correggere quei due passaggi sono stati bocciati, mentre l’articolo 2 è stato approvato.

E allora è legge? Il disegno 2886 non è stato approvato il 5 ottobre perché su un articolo, il numero 5, è mancato il numero legale. Dunque l’approvazione è stata rinviata ad altre sedute. Ma poi si è votato e l’articolo 24 è passato. Complessivamente il provvedimento è stato approvato seppur “con modificazioni”.

Non so se a questo punto debba tornare alla Camera oppure se il sì sia definitivo. Cercherò di capirlo.

Restano, insomma, flebili speranze. Una su tutte: che il disegno di legge, nell’ipotetico andirivieni fra le due Camere,  venga rinviato alla prossima legislatura. E chissà che una nuova maggioranza… Insomma, ci vorrebbe un miracolo.

Resta, purtroppo, che l’articolo 2 e il 24 siano stati approvati ovvero  il premier Gentiloni e il suo Partito il PD sono a un passo dall’ottenere quel che si prefiggevano: predisporre misure da Grande Fratello Orwelliano per schedare le opinioni di tutti gli italiani e poter censurare i siti davvero scomodi, magari col pretesto sempre molto di moda delle Fake News.

Indovinate un po’ quali siti saranno oggetto di premurose attenzioni?

 

Marcello Foa

Fonte: http://blog.ilgiornale.it

Link: http://blog.ilgiornale.it/foa/2017/10/22/orrore-gentiloni-ce-lha-quasi-fatta-potrete-essere-censurati-e-schedati-sul-web/

22.10.2017

Pubblicato da Davide

  • An 19th century man

    Come tutto ciò che matura, anche internet è diventato una merda. Sarebbe opportuno uscirci e utilizzarlo solo per gli acquisti on-line. Ma mi rendo conto che è pura utopia.

    • cenzino fregnaccia pettinicchi

      Sarebbe bello invece far uscire chi ha contribuito a creare tale situazione, ma chi sarebbe deputato a farlo si affanna solo ad espellere dal web ciò che più gli crea problemi e ostacoli al programma mondialista.

  • johnny rotten

    La nave sta affondando, ma il nostromo è troppo sadico per riuscire a smetterla di frustare il mozzo, quindi annegherà con gli altri che non sono stati svelti a mettersi in salvo.

  • il gobbo

    Possono fare tutte le cagate possibili che i padroni ameri-cani impongono a
    questo miserabile governo, quello che si fa si potrà disfare, nulla è eterno e
    definitivo, non su questa Terra almeno.

  • RenatoT

    a questo punto conviene usare una browser TOR (gratuito) per la navigazione anonima e magari anche un servizio VPN (abbonamento annuale) per evitare di essere loggati dal provider su tutto il traffico della propria rete.

    • Verklarte

      Il Tor nasconde l’IP ma non garantisce l’anonimato. Io ho installato il TOR e una VPN a pagamento. Serve a poco perché mi hanno detto che nulla sfugge al provider, infatti non rinnoverò l’abbonamento. Si tenga anche presente che in America più di una VPN ha consegnato i dati di persone scomode all’Fbi, alla faccia della segretezza e dell’anonimato.

      • RenatoT

        Il provider non credo possa vedere il tuo traffico se sei sotto vpn, di fatto sei collegato al gestore del servizio vpn, da li in poi il tuo provider non vede nulla.
        In America hanno leggi contro il terrorismo che violano i diritti delle persone civili.. li è diverso. Arriverá anche qui, la strada la stanno giá percorrendo.

        La fregatura del vpn è solo una.. se accedo a mail, account gmail, youtube etc.. sotto VPN… è possibile confrontare l’ip in uscita da VPN e i tuoi vari login dove citavo prima. Ma se esci da VPN e non tocchi nessun account … la vedo dura rintracciare. Se poi il server VPN si vende o è costretto a dare i tuoi dati come fa un provider è tutto inutile.

        Diciamo che Vpn + Tor puó servire a non finire nella massa, dove pescano piú velocemente con meno costi.

        • Verklarte

          Ti ringrazio delle informazioni

          • RenatoT

            Figurati.
            Per fare una metafora:
            Vpn+Tor equivale a mettere un paio di serature alla porta di casa e a blindare la porta…. ma se vogliono entrare, entrano lo stesso.. ma è sempre meglio che non avere la porta 🙂
            Io ho fatto una richiesta ai gestori di ExpressVpn… chiedendo di poter selezionare quali applicazioni transitano su Vpn… Come ben saprai, usare vpn ti blocca le emails se non stai attento. Si viene bannati dal server, perchè prima sei a Roma, dopo 3 minuti sei in California o Turchia.. e ti bloccano 🙂
            Per fare un esempio, uploadare su youtube tramite vpn è lento. Meglio avere un’altro browser liscio che esce diretto… e youtube, associando l’ip dell’account potrebbe consegnarlo ad enti come Nsa che ha da un’altra parte il database degli IP VPN anonomi… un confronto e sanno perfettamente chi sei. Si puo’ fare tutto al volo e in tempo reale questo.
            Cercare informazioni su Google loggati senza vpn è come consegnare la vita in mano a loro.
            Meglio farlo anonimi su vpn… e per le ricette usare l’altro browser diretto… se non altro, sapranno solo i tuoi gusti culinari.
            Tor è lento.. ma è una serratura in piú.

          • Verklarte

            Molto interessante…di Google sapevo già come si comporta, ma è un fatto che se vi faccio una ricerca con vpn attiva la connessione si blocca, anche con un altro motore di ricerca si blocca. Rimane solo Tor.
            Quale vpn ritieni migliore? Express è la più blasonata ma è anche la più cara. Alla scadenza di Hidemyass che ho installato qualche mese fa vorrei provare Nordvpn. Cosa ne pensi?

          • RenatoT

            Sono stato abbonato a purevpn e da quest’anno sono su expressbvpn per Netflix. Vivendo all’estero, l’esigenza era poter usare netflix Italia è stata fondamentale per il passaggio a expressvpn.
            Probabilmente i servizi vpn li boicottano in qualche modo. Google stesso, su vpn, ti chiede, non sempre, conferme se non sei un bot se poco prima eri diretto e dopo transiti da qualche server vpn. Da li sei marchiato e diventa tutto piú complicato… ma a te si blocca, sembra peggio.
            Sicuramente hanno gli IP vpn di tutti i server del mondo.
            Un po come andare a prendere un caffè e poco dopo ti ripresenti con la maschera ma gli stessi vestiti e ne chiedi un’altro… ti sgamano.
            Non saprei cosa consigliarti. Essere su vpn è sempre peggio perchè bisogna stare attenti a tutto.

    • Gino2

      non esiste modo per essere “totalmente non rintracciabili” che non sia conosciuto da chi vuole rintracciare tutti che ha il potere comunque di rintracciare tutti e convenienza affinché chi non vuol essere rintracciato si rivolga ad alcuni “sistemi” che sono i primi ad essere ovviamente controllati.

      Almeno, cosi farei io per beccare quelli che non vogliono farsi beccare.

      Ma io sono un cretino!

      • RenatoT

        Certo, questo è vero. Ma nella massa se devono beccare qualcuno, partono da quelli piú facili da tracciare. Se poi uno è un terrorista.. allora non serve a niente.. l’unico modo è essere sconnessi.

        • CitizenFour

          Ehm, in maniera cablata l’anonimato non esiste…l’unico modo per essere “totalmente” al sicuro (poi seguito dai vari Tor, Vpn etc), è quello di usare un’antenna parabolica sul terrazzo a cui è collegata una nanostation 2.4/5Ghz [tramite lan poi giù al pc consigliata una CPU vergine mai stata in rete e quindi ricollegabile ad eventuali IP/MAC cablati usati in passato], di seguito crackare tramite air-crack {Kali Linux} uno o più AP ad almeno 1Km sui 360° con le varie tecniche ultima ad es.”TwinEvilAttack”

          …In questo modo nessuna triangolazione radiogonometrica (anche in tempo reale, cioè mentre lo stai facendo) può tracciarti, sopratutto con la soglia di rumore in Dbm a 2.4Ghz delle nostre città.

          E’ illegale, io ho solo descritto la tecnica con cui si fà, non un invito a farlo…cmq necessita di svariate competenze wireless networking e opensource software.

          Edward Snowden docet.

          • RenatoT

            🙂

          • CitizenFour

            (;

  • Roberto

    Nel caso tornerò ai pizzini

  • giulio pelernei

    Anche se non è una bella notizia, io non mi preoccuperei più di tanto.
    Questi milioni di profili secondo me servono per creare nuovi gruppi politici e continuare così ad orientare il dissenso verso infiniti labirinti e vicoli ciechi.
    L’apparenza della democrazia deve essere sempre salvata.

  • DesEsseintes

    La censura funziona solo con utenti “singoli”.
    Quando si tratta di un gruppo un minimo consolidato esistono molte tutele che nonostante tutto non sono così facilmente bypassabili in un sistema democratico.

    Non sono così pessimista, si vedono diversi segnali che indicano un rifiuto sempre più diffuso del trend mainstream, sia in politica che dal punto di vista ideologico.

    • Antonio Posta

      Ben scritto.Giammai potranno arrestare lo spirito del mondo,i vari potenti.
      Essi stessi,ne verranno travolti.

    • televisione falsa

      Lo spero

  • fpd52

    di questo passo rifaranno anche l’obbligo di presentare il documento negli internet point.
    gli spacciatori di documenti falsi faranno qualche soldo in piu’.

  • Gianfranco Attanasio

    La cosa che preoccupa e’ in prospettiva: OGGI sappiamo che provvedimenti del genere sono ancora moderatamente inefficaci, date le guarentige costituzionali sulla corrispondenza privata e sui diritti individuali. Ma DOMANI ? Questo e’solo il primo atto di una progressiva riduzione dei diritti di informazione che in prospettiva puo’ servire ad una compressione e forse abolizione di TUTTI i diritti individuali, quantomeno a livello di massa ( gli ‘altri’ ne saranno come sempre fuori: sono d’accordo … ). La sinistra si svela per quello che e’ sempre stata: un cavallo di troia di gruppi elitari alla ricerca dell’ egemonia globale. Sotto qualunque bandiera e sotto qualunque padrone e sotto qualunque ideologia. E l’ UE e’ solo l’estensione di questo maledetto dominio non solo sui corpi ma anche nelle coscienze.

  • Ronte

    Il controllo SUL popolo è l’obbiettivo del Potere/i. Qualcosa però nelle trame dei carognoni non ha funzionato (al momento), e di tutto o quasi è stato fatto per far esplodere anche in Italia quell’atto terroristico clamoroso che determinasse l’inevitabile ‘stato di emergenza’, ovvero uno stato di polizia. Ma ‘loro’, i veri criminali, sono ostinati, e tirano avanti oltre il lecito, tanto la gente è domata, rincitrullita, persa…
    La realtà ci dice che siamo dentro la follia, lucida follia, e finchè staremo a lamentarci senza prendere il toro per le corna (questa classe politica è tutta da buttare dati gli interessi comuni) alias Sistema Capitalista, la strada verso la barbarie è inevitabile.

    • televisione falsa

      Finché si mangia non cambia niente

  • enricodiba

    Tanto gli è rimasto poco da governare.

  • Luigi P.

    Approfitto della competenza di chi ha scritto prima di me per porre una domanda su un stgomento che non è ancora srato toccato: in tutto questo, il Deep Web come si inserisce? Quali garanzie offre e che differenze ci sono con le vpn?

  • adestil

    ognuno che arriva toglie un pezzo alla garanzie…
    prima Monti toglie il diritto alla pensione(a 67anni i pochi che hanno 42anni di lavoro saranno mezzi morti o cmq vivranno ancora poco per gravare sulle casse dell’INPS delapidate dalle varie pensioni d’oro e da chi ha preso pensioni che non gli spettavano se non per essersi fatta la legge da solo;dei giovani o dei 30-40enni nessuno potrà mai arrivare a 42anni di contributi visto che le leggi sul lavoro e le tutele tolte di fatto lo impediscono e cosi’ hanno realizzato il furto del secolo,quello delle pensioni!)
    Poi Renzi toglie art 18 e col job act cancella il lavoro a tempo indeterminato(vero!).
    Gentiloni magari toglierà la libertà sul web..

    Ognuno un pezzo,poi ovviamente quando si presenterà alle elezioni le perderà (vedi Monti e lo stesso Renzi che tonfo ha fatto e farà anche se col proporzionale il premier non glielo faranno fare mai,ormai è bruciato!) ma intanto i piani del sistema avanzano..

  • adestil

    per quanto riguardano il limitare internet secondo me lo fanno per premunirsi contro eventuali soggetti che appartenenti al sistema si pentono e pubblicano prove contro i poteri forti…alla Snowden anche se il nostro internet in tutti questi anni non ha diffuso una sola prova che io sappia…quindi di fatto si stanno solo premunendo…

    Difatto gli interessano molto di più limitare le intercettazioni dei magistrati e i giornalisti che pubblicano(ecco perchè la diffamazione è ancora un reato penale che prevede quindi il carcere) e questo perchè solo i magistrati hanno il potere ,se vogliono e quando non corrotti anche loro,di togliere il velo o il sipario che copre i loro furti ed abomini…

    ma va la ricordate l’intercettazione shock che nessuno di noi si sarebbe mai immaginato(ecco perchè la realtà supererà sempre la nostra immaginazione!) della ministra Guidi ,che ormai nessuno intervista eppure sarebbe interessantissimo,dove solo Le Iene?
    Che appariva sempre sui media a fare moralismi sempre impettita,impeccabile ecco che l’intercettazione rivela che un ministro della repubblica non conta niente davanti ai petrolieri…cosa che già si sapeva ma non si conoscevano i toni…
    li addirittura è il marito che la usa ”come una sguattera del Guatemala”,ovviamente nessuno ha parlato di razzismo in quel caso,per i suoi interessi in campo petrolifero per avvantaggiare quella o quell’altra azienda..

    ma incredibilmente in Italia questo non è reato..
    ossia tentativo di corruzione di un ministro a cui si chiede con insistenza di aggiungere un emendamento alla legge al fine di favorire i proprii protetti,usando come strumento non una pistola,ma la pressione psicologica sentimentale,in Italia non è reato….
    Come se ci fosse differenza tra il mezzo usato per costringere una persona a fare qualcosa ..
    Sono chairamente leggi fatte ad hoc e poi i magistrati si attengono..

    Ma quando si costringe una persona non conta o non dovrebbe contare il mezzo
    può essere una pistola o un bastone o le mani o la parola…sempre di ricatto o estorsione si tratta…è incutere paura e timore che è sostanza del reato non il mezzo con cui questa viene messa in atto…
    Ed invece se si tratta di politici si fa il distinguo..
    Se però uno qualsiasi ,magari un fidanzato,ricatta la fidanzata minacciandola di lasciarla …allora è reato…

    traffico di influenze ricatto etc.. per taluni puà diventare reato per altri no(specie se sei un politico sicuramente no!)

    Però dobbiamo immaginarli cosi’ i loro colloqui..pieni di ricatti di ogni tipo
    da quello psicologico per rapporti moglie marito malati…o di dare per avere(quindi soldi,orologi,posti di lavoro,mignotte…)o di minaccia di morte,botte,rapimento di figli o false testimionanze di abusi di ogni tipo (specie su minori)etc…
    Oppure di chi ha scheletri nell’armadio ,lontani nel tempo di furti,pedofilia etc..
    E’ il metodo Hoover che diresse l’FBI per 40anni usando questi metodi contro i politici al servizio dei poteri forti .

    Non dimentichiamoci il servizio de Le Iene poi condannati,quando con test rapido all’insaputa del politico scoprirono che l’80% dei politici testati(quindi campione rappresentativo in quando random)era sotto effetto di droghe..

    Non dimentichiamoci che se non ha ischeletri nell’armadio e non sei ricattabile non arrivi all’apice del potere politico-amministrativo perchè poi quando diventi scomodo o non sei più utile non saprebbero come toglierti di mezzo (e dovrebbero ricorrere alle maniere forti che fanno sempre troppo casino per i loro gusti).

    Quindi io starei tranquillo perchè oltre che deduzioni ed immaginazione e collegamenti oltre non possiamo fare visto che nessuno di noi ha in mano prove di atti compiuti e quindi accusare qualcuno senza prove è inutile e per loro non pericoloso..visto che cmq controllano l’80% dell’informazione(che si fa con giornali e tv)

    Mi dite di andare su tor o mettere antenne motorizzate,ma per scrivere cosa?
    Come disse Pasolini,conosco i colpevoli ma non ho le prove..
    Poi lui fu eliminato perchè qualcosa invece doveva sapere direttamente e ci fece un film ”salò e le 120 giornate di Sodoma” che poi fu rubato e nell’andare a riprenderlo fu ucciso(come testimoniò molti anni dopo,poco prima di morire,Sergio Citti!)
    Rivelo’ i vizi sanguinari sacrificali riservati ai vertici del potere…alte sfere militari,diplomatici,cardinali,titolati nobiliari,grandi banchieri..
    Non c’erano politici nel film,quindi significa che sono solo marionette a cui non è concesso questo tipo di vizi…

    Se uno si chiede dove è finita Emanuela Orlandi e Mirella Gregori è li che arriva..
    nell’ambasciata USA(o straniera) del Vaticano..
    dove si facevano festini a sfondo sessuale e dove secondo monsignor Simeone Duca(archivista vaticano)fu uccisa la Orlandi e seppellita nel cimetero all’interno della mura vaticane.. lo stesso padre Amorth(molto apprezzato da Benedetto XVI e mal gliene incolse a tutti e due….visto che uno è stato il primo papa ad essere rimosso in 2000anni di storia e l’altro è morto in piena salute poco dopo aver fatto queste rivelazioni)
    lo riporta e niente meno che La Stampa ed altri importanti giornali lo riportano(ma mai le tv e neanche ”mi manda rai 3” che insieme ai genitori della Orlandi per anni hanno tenuto le luci accese su questa storia,ma evudentemente è troppo per il pubblico di quella trasmissione..una tale rivelazione)
    http://www.lastampa.it/2012/05/22/italia/cronache/padre-amorth-orlandi-fuun-delitto-a-sfondo-sessuale-vzMVrWqkYsgFXnylcX6lnI/pagina.html

    ecco cosa disse Monsignor Simeone Duca(riportato da padre Amorth):
    “D’abitudine si organizzavano dei festini, e ciò avveniva anche nella
    sede di un’Ambasciata straniera presso la Santa Sede. Nella faccenda era
    coinvolto un gendarme vaticano. L’idea delle ragazze era quella di
    divertirsi e di guadagnare un po’ di soldi. Quanto alla Orlandi, dopo
    essere stata sfruttata, è stata fatta sparire e quindi uccisa”.

    due giorni dopo la pubblicazione di una audio cassetta nella trasmissione ”chi l’ha visto” in cui c’è la chiara registrazione di una violenza carnale…
    padre Amorth muore…
    nella trascrizione degli agenti segreti che se ne stavano occupando è scritto chiaramente che si trattava di una ragazza che veniva violentata..
    http://it.blastingnews.com/cronaca/2016/10/il-caso-emanuela-orlandi-un-orribile-verita-001156655.html

    tutto è stato scritto e detto ma non succede niente…
    perchè finchè i magistrati non decidono di rischiare la vita(quelli che non sono già collusi vedi insagine di Le Iene e le dichairazioni dell’ex sindaco di Siena,preghiamo per lui,sull’uccisione di Manuel Rossi dirigente del Monte dei Paschi di Siena e l’ombra dei festini hard a cui paterciparono pare anche magistrati che poi di dovevano occupare dell’uccisione di Rossi http://www.ilgiornale.it/news/cronache/mps-lombra-dei-festini-hard-lex-sindaco-david-rossi-stato-1450665.html )o non la smettono di essere collusi…noi non possiamo fare niente aldilà di prendere coscienza,che è già tantissimo…

    Io come il 99.99% degli italiani di prove non ne abbiamo possiamo solo limitarci a scovare tra gli articoli di stampa e documenti quelle prodotte dagli altri che i media di regime magari pubblicano (per tenere la coscienza a posto e darsi un briciolo di credibilità)ma senza enfasi ..complice anche l’atavica distrazione e disinteresse dell’italiano e cittadino medio di fatto equivale a non darle le notizie..
    ma è anche colpa del lettore visto che ad esempio le notizie su Emanuela Orlandi e le dichairazioni del Monsignore sono apparse su alcuni giornali a grande diffusione..