La discesa in una (sempre più profonda) pazzia

L'assalto al linguaggio è una componente integrale della guerra senza esclusione di colpi per la conquista e il controllo della mente.

Stephen Karganovic
strategic-culture.org

Non c’è da meravigliarsi che, qua e là, la nostalgia della sanità mentale stia riaffiorando nel mondo occidentale, almeno in quelle porzioni isolate di esso che non hanno ancora interiorizzando il sinistro “nuovo normale.” Sembra però che sia tutto inutile. La totalità dei posti di comando è saldamente nelle mani di pazzi, determinati a trasformare in manicomio una civiltà un tempo grande ed esemplare.

Come ci ha insegnato George Orwell, la manipolazione del linguaggio è la prima delle operazioni (sì, ho appena infranto una delle regole cardinali del suo “Politica e lingua inglese” ma non la sua ingiunzione finale di “infrangere una qualsiasi di queste regole prima di dire qualcosa di assolutamente barbaro“) per arrivare al controllo mentale, un’operazione tanto caro al potere politico. Il tipo di linguaggio che ci è permesso di usare circoscrive il pensiero che ci sarà permesso sviluppare. L’assalto al linguaggio è quindi una componente integrale della guerra implacabile per la conquista e il controllo della mente. L’eliminazione delle parole e la riassegnazione del loro significato, come Orwell aveva fatto notare in modo preveggente, sono elementi essenziali della campagna per riformare la mente e, infine, soggiogarla.

Uno straordinario esempio di come funziona questo processo è stato recentemente portato alla ribalta dagli studenti completamente decerebrati della un tempo prestigiosa Brandeis University che, questa volta, senza sollecitazioni da parte dei loro anziani e superiori di facoltà, hanno votato per bandire dal loro campus parole e frasi odiose, come “picnic” e “voi ragazzi” perché ritenute “oppressive.” “Picnic” è stato proibito perché, presumibilmente, evoca il linciaggio dei neri.

Questi giovani e precoci intellettuali si sono preoccupati di elaborare un’intera lista di parole e frasi discutibili, scioccando la premiata scrittrice Joyce Carol Oates che ha twittato sconcertata: “Che tipo di punizione è prevista per un membro della facoltà che a Brandeis pronuncia la parola ‘picnic’? O la frase [anch’essa proibita] ‘trigger warning’? Perdita della cattedra, fustigazione pubblica, autoflagellazione?

Tutte e tre le punizioni saranno probabilmente applicate ai professori reazionari che andranno contro i rigorosi requisiti linguistici della lista.

Per non essere superati dai progressisti universitari della East Coast, i legislatori d’avanguardia della California hanno approvato una legge per rimuovere il pronome “lui” dai testi legali statali. L’epocale riforma è stata avviata dalla nuova procuratrice generale della California, Rebecca Bauer-Kahan, che, dopo aver consultato i requisiti di lavoro, aveva fatto la scioccante scoperta che la legge presupponeva che il procuratore generale fosse un uomo.

Dopo un’ulteriore revisione, aveva scoperto che il codice statale ed altri documenti legali permettevano concetti inaccettabili, utilizzando il pronome “lui” e l’aggettivo “suo” riferendosi al procuratore generale e ad altri funzionari eletti a livello statale. Sconvolta, la signora Bauer-Kahan ha dichiarato che questi errori linguistici non rappresentano “dove è la California e dove la California sta andando.” Ha indiscutibilmente ragione, almeno su questo punto, che forse ha anche qualcosa a che fare con il massiccio esodo dei residenti della California verso regioni meno complicate del Paese.

Quando i legislatori di uno stato che si sta rapidamente trasformando in una Calcutta nordamericana non hanno preoccupazioni più pressanti che rivedere l’uso dei pronomi nei documenti ufficiali, questo è un chiaro messaggio su dove sta andando quello stato, esattamente come ha detto questa donna intelligente e aggiornatissima.

Ma, come un padre pakistano immigrato a Seattle, stato di Washington, aveva scoperto con sommo dispiacere, la pagliacciata linguistica può avere conseguenze personali e politiche molto serie. Dopo aver ricoverato il figlio sedicenne autistico in quella che pensava fosse una struttura medica, Ahmed era rimasto scioccato nel ricevere una telefonata in cui un assistente sociale gli spiegava che il ragazzo, che aveva originariamente affidato alle autorità mediche come figlio, era in realtà transgender e doveva, d’ora in poi e sotto pena di affidamento ai servizi sociali, essere chiamato e trattato come “figlia.”

Proveniente da una società tradizionale ancora governata dai tirannici precetti del buon senso e non avvezzo ai modi manicomiali [della società] in cui, alla ricerca di una vita migliore, lui e la sua famiglia erano inavvertitamente finiti, il padre (qualifica che come quella di madre, ormai ufficialmente “genitore numero uno,” è in fase di abbandono) aveva potuto dare un senso alla sua tragica situazione solo tessendo una complessa teoria del complotto:

“Stavano cercando di reclutare un cliente per la loro clinica del sesso. . . e sembrava che volessero assolutamente spingerci in quella direzione. Abbiamo avuto colloqui con consulenti e terapisti dell’istituto, che ci hanno detto quanto fosse importante per lui il cambio di genere, perché era l’unico modo per farlo uscire dal suo stato depressivo suicida.”

Siccome nello stato altrettanto pazzo di Washington l’età in cui i minori possono richiedere un intervento chirurgico per cambiare sesso senza il consenso dei genitori è di 13 anni, i genitori pakistani avevano immediatamente capito l’antifona e, beati loro, erano riusciti ad escogitare un abile stratagemma per mettere nel sacco i loro insensibili tormentatori ideologici. Ahmed aveva assicurato il Seattle Children’s Hospital che avrebbe portato il figlio in una clinica per il cambio di genere e che gli avrebbe fatto iniziare la transizione. Invece, aveva ripreso il suo ragazzo, abbandonato il lavoro e si era trasferito con tutta la famiglia di quattro persone fuori dallo stato Washington.

Forse perchè nella sua cucina delle celebrità sentiva il fiato sul collo della Gestapo linguistica, anche l’iconico chef Jamie Oliver si è adeguato. Per assurdo, Jamie ha giurato [addirittura in anticipo] fedeltà alla prossima nuova normalità eliminando dalle sue ricette il termine “foglie di lime Kaffir,” nel timore che il presunto “insulto storicamente razzista” potesse offendere i Sudafricani. A questo proposito, non sussiste traccia di eventuali richieste di reclami da parte del Sudafrica. Ma la dice lunga il fatto che una persona con l’influenza e la visibilità di Jamie abbia comunque ritenuto prudente anticipare tali critiche che, se si concretizzassero, ovviamente non verrebbero dal Sudafrica ma dai commissari bianchi occidentali preposti alla correttezza politica.

Jamie è ora impegnato, ma non solo a cucinare. Sta rivedendo tutte le ricette pubblicate in precedenza per eliminare ogni riferimento offensivo alle foglie di kefir. Gli aficionados di Orwell ricorderanno questo prezioso passaggio di 1984: “Ogni documento è stato distrutto o falsificato, ogni libro riscritto, ogni immagine è stata ridipinta, ogni statua e ogni edificio pubblico è stato rinominato, ogni data è stata alterata.” Ed ora anche ogni ricetta. La distopia calza a pennello, anche in qualcosa di apparentemente banale come un programma di cucina, non è vero?

Ma non si tratta solo di ricette. Anche le favole per bambini sono oggetto di revisione tipo 1984. L’attrice hollywoodiana Natalie Portman (Star Wars, The Professional, Thor), apparentemente ispirata dalla nuova normalità culturale, si è presa la responsabilità non di scrivere, ma di riscrivere diverse fiabe classiche per renderle “neutre dal punto di vista del genere,” in modo che “i bambini possano sfidare gli stereotipi di genere.” Prevedibilmente, i pronomi sono stati ancora una volta un obiettivo importante:

Mi sono ritrovata a cambiare i pronomi in molti testi, perché parecchi avevano personaggi prevalentemente maschili, in numero sproporzionato rispetto alla realtà,” ha detto Natalie mentre affondava il suo bisturi linguistico su vecchi classici, come La tartaruga e la lepre, Topo di campagna e topo di città e I tre porcellini.

C’è bisogno di andare avanti, o l’astuto lettore ha già capito l’antifona? Che ne dite dello studente della State University di New York Owen Stevens, che è stato sospeso e censurato per aver sottolineato sul suo profilo Instagram il fatto biologico perfettamente verificabile che “un uomo è un uomo, una donna è una donna. Un uomo non è una donna e una donna non è un uomo.” (Owen è stato denunciato dai compagni di corso, i lettori dell’ex blocco orientale si divertiranno a saperlo). O l’allenatore di basket dell’università del Nebraska che è stato sospeso per aver usato in un discorso motivazionale la parola misteriosamente offensiva “piantagione”? O l’esclusiva scuola di NYC da 57.000 dollari l’anno, che ha vietato agli studenti di dire “mamma” e “papà,” di chiedere dove sono andati in vacanza i compagni di classe o di augurare a qualcuno “Buon Natale” o anche “Buone Feste”? O la studentessa universitaria scozzese Lisa Keogh, rea di aver detto in classe che “le donne hanno la vagina” (chi sarebbe meglio informato di lei su questo argomento?) e che non sono “forti come gli uomini” e che per questo sta affrontando un’azione disciplinare dall’università, dopo che i compagni di classe si erano lamentati dei suoi commenti “offensivi e discriminatori”? O il politico spagnolo Francisco José Contreras, il cui account Twitter è stato bloccato come avvertimento per 12 ore dopo che aveva twittato ciò che alcuni considererebbero come una verità auto-evidente, che “gli uomini non possono rimanere incinti” perché non hanno “utero o ovuli“?

Come Peter Hitchens ha recentemente notato, “la storia più amara e divertente della settimana è che una profuga dalla Corea del Nord pensa che neanche la sua patria d’origine sia ‘così folle’ come l’indottrinamento ora imposto agli studenti occidentali.”

Uno degli shock iniziali di Yeonmi Park all’inizio delle lezioni all’Università della Colombia era stato quello di essere accolta con cipiglio dopo che aveva rivelato ad un membro dello staff che le piaceva leggere Jane Austen. “Lo sai,” era stata severamente ammonita la signora Park, “che quegli scrittori avevano una mentalità coloniale? Erano razzisti e bigotti e ti stanno inconsciamente facendo il lavaggio del cervello.”

Ma, dopo essere venuta a conoscenza delle nuove regolamentazioni per l’uso dei pronomi di genere neutro, Yeonmi aveva concluso: “Neanche la Corea del Nord è così pazza… La Corea del Nord è abbastanza pazza, ma non così pazza.” Terribilmente onesto, ma non proprio un complimento per quella che una volta poteva essere la terra dei suoi sogni.

In ogni caso, Hitchens riferisce che l’esperienza precedente era servita a Yeonmi per adattarsi alla sua nuova situazione: “Aveva avuto paura che sollevare delle questioni avrebbe influenzato i suoi voti e la sua laurea. Alla fine, aveva imparato a tacere, come fanno le persone che cercano di vivere sotto regimi intolleranti, e aveva lasciato che tutta quelle sciocchezze le scivolassero addosso.

I lettori dell’Europa dell’Est capiranno sicuramente cosa intendeva dire Hitchens.

Stephen Karganovic

Fonte: strategic-culture.org
Link: https://www.strategic-culture.org/news/2021/06/30/the-descent-into-utter-madness/
30.06.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
45 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
IlContadino
Utente CDC
6 Luglio 2021 8:49

Mi viene di suggerire la lettura di questo breve scritto di S. Brizzi, credo sia un ottimo spunto di riflessione a proposito di gioventù, ribellione, energia femminile. Penso si abbini abbastanza bene a questo articolo.
http://www.salvatorebrizzi.com/?m=0

Papaconscio
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
6 Luglio 2021 9:05

Recentemente ho chiuso la comunicazione con una persona di sinistra movimentista centrisocialista accoglientista che fa tremendi giri di parole per non usare i generi e, quando scrive, usa gli asterischi: compagn*, è ingiust*, bell* ecc.

IlContadino
Utente CDC
Risposta al commento di  Papaconscio
6 Luglio 2021 9:27

Mannaggia che soggetto questa persona!! Io di solito questo genere di conoscenze me le tengo strette, sono un ottimo materiale di studio;-)

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
7 Luglio 2021 15:50

Specialmente per chi si occupi di psichiatria e malattie mentali varie.

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Papaconscio
7 Luglio 2021 15:49

Una persona noiosa, insomma. Non hai perso nulla, solo guadagnato in tempo e serenita’ mentale.

Tashtego
Utente CDC
6 Luglio 2021 9:02

Una bella carrellata su eventi esemplificativi della progressiva e rapidissima deriva (indotta dai soliti noti) verso uno stato mentale patologico delle masse occidentali. Ciò scatenerà una società sempre più auto-oppressiva. L’Uomo, impossibilitato ad essere ciò che è per natura ed addirittura incapace di comprenderne le cause, sarà un essere frustrato e schizofrenico, sempre pronto a scatenare la propria frustrazione sugli altri gruppi. (Tutti i gruppi, rispetto alla massa, sono una minoranza) sarà la società dei divieti auto-imposti. Leggevo ieri con tristezza che addirittura Luogocomune di Mazzucco lancia una campagna per l’abolizione della caccia, perchè “poveri animali”… Ovviamente seguirà la pesca (e che, i pesci non soffrono anche loro?). Io sono pescatore. Un uomo per natura tranquillo, mi trasformeranno in un maniaco omicida. Eppure nella vita spesso mi è capitato di godere della compagnia semplice ed amichevole di altri pescatori (che verran fatti passare per odiosi esseri capaci di qualsiasi nefandezza). Proprio ieri sera, mentre pescavo tranquillo in riva al mare, è arrivato un gruppo di una decina di adolescenti che si è parcheggiato poco lontano da me, ho potuto, ho dovuto, ascoltarne i discorsi… il problema è il tipo d’uomo che sta sostituendo noi vecchi trogloditi… non mi sembra migliore…

Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  Tashtego
6 Luglio 2021 9:08

sì ho notato anche io la “deriva animalista” di Mazzucco, ma vedo anche che per fortuna non sta avendo molto seguito.

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
7 Luglio 2021 15:52

Per fortuna di chi?

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Tashtego
6 Luglio 2021 10:32

Magari abolire no, ma regolare fortemente direi di si.
Ci sono restrizioni come il non poter fare pesca subacquea con le bombole, o in certe zone pescare piu di un certo “tot”, e lo stesso dovrebbe valere per la caccia che dovrebbe mantenersi un’attività “sportiva” si ma in cui il rispetto dei “poveri animali” non deve essere dimenticato.

Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
6 Luglio 2021 10:49

è già regolamentata, sotto vari aspetti.

Certo c’è il bracconaggio, c’è sempre chi infrange le regole e va sanzionato per questo.

casalvento
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
6 Luglio 2021 11:26

I cacciatori vanno dove gli pare senza il permesso dei proprietari dei terreni, che ci pagano le tasse e che dovrebbero ricevere dei compensi come previsto dalla legge, ma che mai i cacciatori hanno pagato. Quattro gatti che si sono impossessati del paese e allevano animali in terreni altrui e minacciano la sicurezza della gente. Anni fa sull’autostrada Firenze – Siena un camionista ha preso una pallottola in testa e l’anno prima una donna alla guida dell’auto ha avuto la pancia sfondata. I legittimi proprietari di terreni sono stati espropriati da una legge nata da esigenze belliche, ma che nessuno osa toccare, anche se ormai la guerra è finita da tempo. È per questo che le nostre campagne sono abbandonate, perché non puoi difenderti da questi tipi e tutti rinunciano ad intraprendere attività produttive. I cacciatori sono diventati praticamente allevatori di cinghiali, cervi, ecc., ma sui terreni altrui, di chi paga le tasse relative. Esproprio venatorio.  Devi recintare il tuo terreno con rete di una determinata altezza. Poi i signori cacciatori, che sono in gran parte teppisti, si divertiranno a rompere la rete, entrare, sparare e poi avvertirti che la rete è rotta e che devi ripararla se no loro… Leggi tutto »

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  casalvento
6 Luglio 2021 11:31

azz…che commento……….!

Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  casalvento
6 Luglio 2021 13:53

E vi stupite se qualcuno davanti a tali violenze e prepotenze dà di matto?

Assolutamente no, ma si tratta sempre di far rispettare e/o applicare delle regole che già ci sono.

Io ho dato di matto con un vicino che assillava tutte le notti con musica a tutto volume sotto alla mia finestra, e stavo x pagarne le conseguenze penalmente, ma non x questo vorrei obbligare tutti coloro che ascoltano musica a farlo con le cuffie.

Se persone incivili sporcano le spiagge o i boschi, non è che bisogna vietare l’accesso alle spiagge e ai boschi.

La sola esperienza diretta in fatto di caccia l’ho avuta con mio nonno che era cacciatore; andava a caccia al massimo 3 volte l’anno (era agricoltore e allevatore, non aveva molto tempo), cacciando ovviamente selvaggina e non animali allevati su terreni altrui, e che io sappia non ha mai avuto problemi e mai ne ha creati ad altri, ma probabilmente erano altri tempi.

Le opinioni e le idee si formano anche sull’esperienza personale.

Viste le sue di esperienze capisco il suo astio nei confronti dei cacciatori, probabilmente al suo posto ne avrei altrettanto se non di più.

Ultimo aggiornamento 20 giorni fa effettuato da Maurizio
Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
7 Luglio 2021 16:00

Scusami, ma c’e’ una bella differenza tra la musica ad alto volume (= semplice maleducazione) e la caccia (= assassinio vile, perche’ diretto contro chi non si puo’ difendere ad armi pari).

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  casalvento
7 Luglio 2021 15:57

Ma ti sembra che chi imbraccia un’arma e va in giro, sparando a esseri indifesi perche’ lo ritiene divertente, possa essere completamente sano di mente? L’arroganza e’ uno dei loro tratti piu’ tipici. E non si tratta di buonismo, ma di una constatazione nella pratica quotidiana.

Ultimo aggiornamento 19 giorni fa effettuato da Divoll
nicolass
Utente CDC
Risposta al commento di  Tashtego
6 Luglio 2021 12:02

L’unico interesse che ho per la caccia è quando i cacciatori si sparano tra di loro…. l’unico interesse che ho per la pesca è quando un pescatore viene preso all’amo

Tashtego
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
6 Luglio 2021 12:36

Grazie per aver fornito l’esempio del prototipo di uomo del futuro (oramai presente)

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Tashtego
7 Luglio 2021 16:00

Non dire scemenze.

Gio
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
7 Luglio 2021 8:27

…poi magari un proiettile vagante va a colpire un tuo affetto caro, meglio allontanare certi interessi, non credi? O forse hai ragione tu? Ci penserò questa sera durante la cena, è un compleanno e so che il festeggiato ama la Catalana che infatti gli preparerò. E metterò l’astice nell’acqua bollente, rigorosamente vivo. Buona giornata.

McBane
Utente CDC
Risposta al commento di  Tashtego
6 Luglio 2021 12:16

Di questo passo elimineranno Moby Dick dalla letteratura. Tutte quelle carneficine di capidogli… maledetti! Queequeg, Dagoo e Tashtego i peggiori di tutti 😉 E non c’era neanche una donna a bordo!! Melville al rogo.

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  Tashtego
7 Luglio 2021 15:52

Questa, pero’, e’ l’unica causa che sostengo (da sempre). Assassinare esseri viventi non e’ uno sport. Per me i cacciatori non sono gente normale.

fabKL
Utente CDC
6 Luglio 2021 9:22

I pazzi si sono impadroniti del manicomio

Platypus
Utente CDC
6 Luglio 2021 10:24

La tecnica descritta è un tipico esempio di decostruzione ed è vecchia come il proverbiale cucco. Ai Signori del discorso non interessa tanto affermare che esistano uomini (nel senso di maschi) con la vagina quanto trovare persone disposte ad accettare ed a sostenere tali tesi. Siccome è noto che dall’assurdo segue ogni cosa, chi accetta l’uomo con la vagina poi sarà ben disposto ad accettare anche, ad esempio, gli obblighi vaccinali, la narrazione della pandemia, il microchip e via discorrendo. Una noticina anche sull’immagine scelta per introdurre l’articolo, un Gesù androgino o comunque effeminato che fa eco a quello coi tacchi a spillo del recente gay pride; leggevo tempo fa una reinterpretazione in chiave femminista della teologia cristiana nella quale la teologa di turno sosteneva che, poiché Gesù venne concepito senza l’intervento di un uomo mortale ma nacque dalla sola madre, egli doveva risultare biologicamente femminile… ciò non fa una grinza dal punto di vista logico a patto di accettare tutti i postulati che sottendono questa affermazione. Tutto ciò ci insegna che la storia si ripete sempre diversamente uguale, duemila anni fa il grande reset fu compiuto quando venne accettata l’idea della risurrezione di un uomo nato da una vergine… Leggi tutto »

lurker
Utente CDC
Risposta al commento di  Platypus
6 Luglio 2021 19:28

Non vedo il nesso tra l’uomo con la vagina e gli obblighi vaccinali (al massimo si potra’ parlare di obblighi vaginali); poi “obblighi” e’ una parola che implica costrizione, quindi e’ violenta e non dovrebbe essere usata. Secondo me si dovrebbe parlare dell’opportunita’ di andare verso una societa’ piu’ inclusiva in cui ognuno ha diritto ad avere, in modo non discriminatorio, uno stato vaccinale rispettoso dei diritti delle altre persone di non essere contagiati con virus indesiderati.

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  lurker
7 Luglio 2021 16:07

Virus indesiderati, rigorosamente creati in laboratorio dagli stessi che poi ci offrono la soluzione miracolosa, il vaggino!

jeints
Utente CDC
6 Luglio 2021 10:56

Si combatte la pazzia con il buon senso. Ma il buon senso non ama le regole, e’ un fatto naturale, istintivo. Da un eccesso di regole, invece, nasce la pazzia. Regolamentare le parole e’ pazzia, ma anche discutere su quanto devono o non devono essere regolamentate caccia e pesca (leggo qui in alcuni commenti) e’ da pazzi. Se non si riesce a distinguere fra la caccia sensata (esempio: i cinghiali) e quella insensata (i frustrati che impallinano gracili uccelletti e ogni tanto si impallinano fra di loro), come si pretende di distinguersi dalla massa idiota in mascherina?

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
7 Luglio 2021 3:04

Di solito le cose non sono buone o cattive in sé, dipende dal contesto. La caccia andava benissimo nel Medio Evo, o al limite negli anni Cinquanta, ma in un mondo di ipermercati e macelli industriali, asfaltato, cementificato e inquinato, con le specie silvestri in via d’estinzione, forse è insensato qualsiasi tipo di caccia, e proprio il buon senso suggerirebbe di astenersi. Tantopiù che molti “cacciatori” sono appunto la fauna urbana di alienati descritta da casalvento.

Divoll
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
7 Luglio 2021 16:08

Concordo 100%

Primadellesabbie
Utente CDC
6 Luglio 2021 11:06

Quando l’individuo entra nel cono di potere della comunità burocratica, è tutto un susseguirsi di derive, una più assurda dell’altra.

E, nonostante le evidenze, c’è sempre chi si accanisce ad incolpare i genitori che sono esautorati di fatto dal momento in cui i figli, frequentando la scuola, sono indotti (o forzati) a fare riferimento ad una collettività con la sua scala di valori che contrasta regolarmente con quella della famiglia, oltre a variare, come nell’esempio in questione, di generazione in generazione.

Se capisco bene, quello che sta succedendo esclude definitivamente la possibilità di un eventuale futuro matriarcale.

(Sarebbe una buona cosa poter verificare l’affidabilità delle tante affermazioni dell’articolo e dei termini in cui sono riportate.)

Ultimo aggiornamento 20 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
tulymorg
Utente CDC
6 Luglio 2021 11:16

Quand’ero  un ragazzino, quasi sessant’anni fa, amavo partecipare ai consigli comunali nel mio piccolo paesino di circa un migliaio di abitanti. Ricordo ancora con piacere di quella volta che un saccente rappresentante dell’opposizione disse: “Ma mi faccia il piacere, stia zitto, Lei…”.
Il rappresentante della maggioranza, si alzò, si piegò un po’ indietro, diede due colpetti di tosse e rispose: “ Per prima cosa, mi dia del LUI e non del LEI…..”
E io, da ragazzino presuntoso ho sempre scherzato amabilmente su questo fatto, solo adesso  dopo tanto tempo mi sono reso conto che il consigliere in questione non era affatto stupido, ma era già sessant’anni in avanti, un precursore.

Giovanni01
Utente CDC
Risposta al commento di  tulymorg
6 Luglio 2021 13:48

P. C. I. in maggioranza!

nicolass
Utente CDC
6 Luglio 2021 11:59

Al recente gay pride di Roma ha sfilato un omosessuale travestito da Cristo in tacchi a spillo e croce al seguito… la lobby LGBT ritiene che Cristo sia quanto meno bisessuale perché diversamente si sentirebbe discriminata. Il problema è che gran parte della sinistra arcobaleno non è laica come cerca di far intendere, ma profondamente anticristiana. Le élite globaliste del resto hanno tutto l’interesse a cavalcare l’onda lunga del movimento LGBT proprio perché mirano a distruggere la religione cristiana e a dissacrare il dissacrabile.

Ultimo aggiornamento 20 giorni fa effettuato da nicolass
oriundo2006
Risposta al commento di  nicolass
6 Luglio 2021 23:02

Direi che la dissacrazione avviene piu’ all’ interno che all’esterno.

ndr60
Utente CDC
6 Luglio 2021 12:08

Plaudo all’iniziativa della bella Natalie; certo che in Italia le favole politically correct sarebbero vietate ai minori. Infatti “La topa di città e la topa di campagna”, “Le tre porcelline” o “Il principino sul pisello” non mi sembrano adatte ai bambini dell’asilo. Ma io sono vecchio, quindi chissà…

Bertozzi
Utente CDC
6 Luglio 2021 13:20

Niente di nuovo. Mi stupisco di chi se ne accorge solo ora (beh, avrà passato molto del tempo in cui
‘tutto questo’ si è affermato a leggere Osho o l’oroscopo del televideo). Sono venti e passa anni che davanti agli scempi e ai raggiri semantici (che servono solo ad arricchire qualcuno – sempre gli stessi… – e impoverire tutti gli altri) abbasso la testa e taccio. La mia faccia mi ha sempre tradito però – maledette espressioni facciali! – ma
oggigiorno sono all’apice della felicità dato che la mascherina (obbligatoria praticamente per tutti quelli chi lavorano – avete presente il lavoro? No, non quello comodo di una volta, quello di oggi, che oltre a farti arrivare giusto a fine giornata ti costringe a lavorare ‘marchiato’ come lo schiavo che sei… Capisco che sia un argomento difficile da comprendere per i più, qui, ben lontani dall’età e condizione lavorativa…) la mascherina dicevo mi salva sempre e mi permette anche qualche piccolo insulto e bestemmia che colleghi e clienti non riescono a cogliere, come non gioire di questi tempi meravigliosi? Grazie ancora a tutti coloro che negli anni si sono mossi per farci vivere questa vita da sogno!

Maurizio
Utente CDC
6 Luglio 2021 14:35

Per tornare in tema…

https://www.provitaefamiglia.it/blog/flash-estremisti-attaccano-le-donne-che-protestavano-contro-gli-uomini-trans-negli-spogliatoi-femminili

un uomo che “si sente donna” entra tranquillamente nudo negli spogliatoi femminili di una Spa, ovviamente gli viene consentito.

Quelle “strane” sono le donne che protestano, ovvio, in che razza di mondo sono rimaste?? Quel mondo retrogrado e bigotto dove se hai un pene sei considerato uomo?

Che razza di bacchettone oh!!

Hospiton
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
6 Luglio 2021 17:36

“Estremisti trans”, allucinante…sembrano categorie uscite da “Infinite jest” di D.F. Wallace, uno degli ultimi geni della letteratura. Wallace ha anticipato come pochi lo sbriciolamento sociale, mentale, culturale degli States (ma l’Europa pare aver messo la freccia in questa corsa verso il baratro), situazioni deliranti come quella di Los Angeles paiono partorite dalla sua penna, invece sono ormai realtà.

VincenzoS1955
Utente CDC
6 Luglio 2021 18:53

Cito: “…la totalità dei posti di comando è saldamente nelle mani di pazzi, determinati a trasformare in manicomio una civiltà un tempo grande ed esemplare…”. Esatto! Non c’è bisogno della zingara per indovinare… Però c’è sempre quel dubbio che mi “frulla” per la testa: chi è più pazzo, il pazzo o colui che lo segue?

Ultimo aggiornamento 20 giorni fa effettuato da VincenzoS1955
danone
Utente CDC
6 Luglio 2021 19:22

Certo che è bellissima la scultura del Michelangelo che rappresenta il minore semi-celeste accompagnato dal genitore terrestre 2, con genitore divino 1 sconosciuto e al momento, visti i tempi, irrintracciabile (Madonna col bambino)
Con le definizioni polcor invece di dire semplicemente le cose ed esprimere idee, siamo al livello di redigere verbali.
Non ci capiremo più, ma con grande rispetto reciproco e a norma di legge.

Holodoc
7 Luglio 2021 2:28

Mi dispiace che Natalie Portman, l’attrice protagonista di V per Vendetta sia scesa così in basso.

Una volta criticava i regimi totalitari, a quanto pare quelli di colore rosso non le stanno così antipatici come quelli neri.

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  Holodoc
7 Luglio 2021 3:09

Una tendenza piuttosto comune nella tribù di Natalie.

Divoll
Utente CDC
7 Luglio 2021 15:45

Le leggi della dinamica funzionano anche per la societa’. E a tutta questa pressione finira’ per subentrare una pressione eguale e opposta. E’ inevitabile. Lo insegna la Storia stessa.

Divoll
Utente CDC
7 Luglio 2021 15:48

Questa generazione e’ talmente conformista da superare i propri maestri-manipolatori, i quali potranno dirsi soddisfatti dei risultati raggiunti. Solo che non dureranno, anche se, nel frattempo, causeranno guai e vittime.

Divoll
Utente CDC
7 Luglio 2021 16:03

“Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.” (Chesterton)

oradaria
Utente CDC
7 Luglio 2021 17:11

Trovo divertente questa furia iconoclasta; quando un sistema perde il senso del ricolo potrebbe significare che è vicino alla sua decomposizione. Seguendo queste follie mi chiedo quando bandiranno la tavola periodica visto che gli elementi hanno tutti nomi maschili! Che spasso.
Il principio di Le-Chatelier in chimica ci viene in soccorso : maggiori sono le perturbazioni maggiore sarà la tendenza del sistema a tornare in equilibrio. E’ la trasposizione di una legge di fisica che tutti conoscono e a cui faccio affidamento nelle ultime settimane.

45
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x