La guerra della propaganda (e come combatterla)

GJ Hopkins
consentfactory.org

Ogni sistema totalitario nella storia ha usato il potere della propaganda visiva per generare una nuova “realtà,” una realtà che reifica la sua ideologia ufficiale, rifacendo il mondo a propria immagine paranoica. Il totalitarismo Nuovo Normale non fa eccezione. Per esempio, date un’occhiata a questo screenshot della pagina di apertura del sito del Guardian, uno dei principali organi di propaganda della classe dirigente capitalista globale, il 17 luglio 2021

Questo non è solo giornalismo “di parte” o “sensazionalista.” È propaganda ufficiale sistematica, non diversa da quella diffusa da ogni altro sistema totalitario nel corso della storia. Ecco quello del giorno dopo …

Dimenticate per un momento il contenuto degli articoli e prendete in considerazione solo l’effetto visivo totale. La propaganda ufficiale non è solo informazione, mistificazione e disinformazione. In realtà, non si tratta tanto di farci credere certe cose, quanto di creare una realtà ufficiale e di imporla alla società con la forza. Quando lo scopo è quello di evocare una nuova “realtà,” le immagini sono strumenti estremamente potenti, altrettanto potenti, se non di più, delle parole.

Qui ci sono altre immagini che potreste ricordare …

Lo ribadisco, l’obiettivo di questo tipo di propaganda non è semplicemente ingannare o terrorizzare il pubblico. C’è anche questo, naturalmente, ma la parte più importante è costringere la gente a guardare queste immagini, ancora e ancora, ora dopo ora, giorno dopo giorno, a casa, al lavoro, per la strada, in televisione, su Internet, ovunque. Questo è il modo in cui creiamo la “realtà.” Rappresentiamo le nostre credenze e i nostri valori a noi stessi, e agli altri, con immagini, parole, rituali ed altri simboli e comportamenti sociali. Essenzialmente, evochiamo la nostra “realtà” come attori che provano e recitano una commedia … più siamo a crederci, più è convincente.

Questo è anche il motivo per cui l’obbligo delle mascherine è stato essenziale per la diffusione dell’ideologia della Nuova Normalità. Costringere le masse ad indossare mascherine chirurgiche in pubblico è stato un colpo da maestro della propaganda. In poche parole, se si può costringere la gente a vestirsi come se andasse a lavorare nel reparto malattie infettive di un ospedale, ogni giorno per 17 mesi … voilà! Hai costruito una nuova “realtà” … una nuova “realtà” patologizzata-totalitaria, una “realtà” paranoico-psicotica, simile ad un culto, in cui persone un tempo semi-razionali sono state ridotte a lacchè che blaterano frasi senza senso, che hanno paura di uscire senza il permesso delle “autorità” e che fanno iniettare ai loro figli “vaccini” sperimentali.

La forza dell’immagine visiva di quelle mascherine e l’essere costretti a ripetere il comportamento rituale del doverle indossare è stato quasi irresistibile. Sì, so che avete resistito. Anch’io, ma siamo in minoranza. Negare il potere di quelli che stiamo affrontando potrebbe farvi sentire meglio, ma non ci porterebbe da nessuna parte o, in ogni caso, da nessuna parte dove valga la pena andare. Il fatto è che la stragrande maggioranza del pubblico, fatta eccezione per alcune persone in Svezia, Florida, e altri Paesi ufficialmente inesistenti, ha eseguito roboticamente questo rituale teatrale e molestato quelli che si rifiutavano di adeguarsi, simulando collettivamente una “piaga apocalittica.”

I Nuovi Normali, cioè quelli che indossano ancora le mascherine all’aperto, che urlano su “casi” senza senso, che intimano a tutti di farsi “vaccinare” e che collaborano alla segregazione dei “non vaccinati,” non si comportano in quel modo perché sono stupidi. Si comportano così perché vivono in una nuova “realtà,” creata per loro nel corso degli ultimi 17 mesi da una massiccia campagna di propaganda ufficiale, la più estesa ed efficace nella storia della propaganda.

In altre parole, per dirla senza mezzi termini, siamo in una guerra di propaganda, e stiamo perdendo. Non possiamo eguagliare il potere di propaganda dei media corporativi e dei governi Nuovi Normali, ma questo non significa che non possiamo combattere. Possiamo e dobbiamo farlo, in ogni occasione. Recentemente, i lettori mi hanno chiesto come potremmo procedere. Quindi, ok, ecco alcuni semplici suggerimenti.

La stragrande maggioranza degli obbedienti Nuovi Normali non è composta da fanatici totalitari. Sono individui spaventati, deboli e quindi eseguono gli ordini, adattando le loro menti alla nuova “realtà” ufficiale. La maggior parte di loro non si percepisce come aderente ad un sistema totalitario o come segregazionista, anche se è quello che sono. Si percepiscono come persone “responsabili,” che seguono sensate “direttive sanitarie” per “proteggere” se stessi e gli altri dal virus e dalle sue “varianti” mutanti sempre più numerose. Percepiscono i “non vaccinati” come una minoranza di pericolosi, irrazionali estremisti “teorici della cospirazione” che vogliono ucciderli, insieme a tutta la famiglia. Quando diciamo loro che vogliamo semplicemente riavere i nostri diritti costituzionali, non essere “vaccinati” con la forza, censurati e perseguitati per aver espresso le nostre opinioni, non ci credono. Pensano che stiamo mentendo. Ci percepiscono come minacce, come aggressori, come mostri, come estranei da affrontare… che è esattamente come le autorità vorrebbero che ci percepissero.

Dobbiamo cercare di cambiare questa percezione, non conformandoci o essendo “gentili” con loro. Al contrario, dobbiamo diventare più conflittuali. No, non violenti. Conflittuali. In realtà c’è una differenza, anche se i “woke” la negheranno.

Per cominciare, dobbiamo chiamare le cose per quello che sono. Il sistema del “pass vaccinale” è un sistema di segregazione. È segregazionismo. Chiamatelo per quello che è. Quelli che lo accettano sono segregazionisti. Non stanno “aiutando” o “proteggendo” nessuno da niente. Sono segregazionisti, punto e basta. Riferitevi a loro come “segregazionisti.” Non lasciate che si nascondano dietro la loro terminologia. Affrontateli con la realtà di ciò che sono.

Lo stesso vale per il resto del linguaggio covidiese. I “casi,” i “decessi” e i “vaccini” Covid vanno tra virgolette. Le persone sane non sono casi medici. Se il Covid non è la causa di morte, non è un decesso da Covid, punto. “Vaccini” che non si comportano come vaccini, che stanno uccidendo e menomando decine di migliaia di persone, che non sono stati adeguatamente testati per la sicurezza e che vengono indiscriminatamente imposti a tutti, non possono essere chiamati vaccini.

OK, ora arriva la grande idea, che funzionerà solo se sarà applicata da un numero abbastanza grande di persone. Probabilmente non vi piacerà, ma che diavolo, eccola qui…

Questo è il triangolo rosso capovolto che i nazisti usavano nei campi di concentramento per caratterizzare gli oppositori politici e i membri della resistenza antinazista. Fatene uno. Fatelo di stoffa, di carta o di qualsiasi materiale abbiate a portata di mano. Metteteci una grande “U” nera al centro per indicare “Non vaccinati.” Indossalo in pubblico, in modo appariscente. Quando la gente vi chiederà cosa significa e perché lo state indossando, diteglielo. Incoraggiateli a fare lo stesso, supponendo che non siano segregazionisti della Nuova Normalità, nel qual caso… beh, quella sarà una conversazione diversa, ma andate avanti e ditelo anche a loro.

Questo è quanto. Questa è la grande idea. Questa, e qualsiasi altra cosa stiate già facendo. Il triangolo non ha lo scopo di sostituirla. È solo un modo semplice per le persone di esprimere la loro opposizione al sistema totalitario di segregazione pseudo-sanitaria che viene attualmente implementato… nonostante tutte le altre cose che avete fatto, e che io ho fatto, da ben 17 mesi.

Va bene, posso già immaginare la vostra delusione. Pensavate che avrei proposto un assalto frontale al castello segreto di Klaus Schwab o un arrembaggio allo yacht di Bill Gates. Per quanto catartiche possano essere queste due iniziative, sarebbero (a) futili e (b) suicide. Per quanto frustrante sia per tutti noi, questa è ancora una battaglia per i cuori e le menti. Essenzialmente, è una guerra alla realtà (o tra due “realtà” se preferite). Si combatte nella testa della gente, non nelle strade.

Quindi, lasciate che provi a vendervi questa idea del triangolo rosso.

Lo scopo di una protesta visiva come questa è costringere i Nuovi Normali a confrontarsi con una rappresentazione diversa da ciò che loro, e noi, siamo. Una rappresentazione che riflette accuratamente la realtà. No, naturalmente non siamo nei campi di concentramento (quindi, per favore, risparmiatemi le e-mail da irati letteralisti), ma siamo segregati, trattati come capri espiatori, censurati, umiliati e comunque abusati, non per ragioni legittime di salute pubblica, ma a causa del nostro dissenso politico, perché ci rifiutiamo di eseguire ordini assurdi e di conformarci alla loro nuova ideologia ufficiale. I Nuovi Normali hanno bisogno di essere costretti a percepire le loro credenze e le loro azioni in quel contesto, anche se solo per pochi e fugaci momenti, al centro commerciale, nel negozio di alimentari o dove volete.

Pensatela in questo modo … come ho spiegato prima, stanno fondamentalmente eseguendo un evento teatrale, evocando una “realtà pandemica” con parole, azioni e oggetti di scena pseudo-sanitari. Noi dobbiamo essere lo stronzo tra il pubblico che distrugge la sospensione dell’incredulità e ricorda a tutti che sono in un teatro, e non nella Danimarca del XV secolo, rispondendo ad alta voce ad una telefonata proprio nel mezzo del soliloquio di Amleto.

Seriamente, abbiamo bisogno di diventare quello stronzo nel modo più plateale possibile, il più spesso possibile, per interrompere lo spettacolo che i Nuovi Normali stanno mettendo in scena… e per ricordare loro cosa stanno effettivamente facendo e a chi lo stanno effettivamente facendo.

Guardate i bianchi nel tweet qui sopra che tormentano una ragazza che sta solo cercando di andare a scuola, come qualsiasi altro studente. I Nuovi Normali non vogliono essere percepiti in quel modo, come un branco di segregazionisti fanatici e assetati di odio, ma è quello che sono, perché è quello che stanno facendo… ma non è quello che la maggior parte di loro è per natura. Sì, alcune persone sono congenitamente sociopatiche, ma nessuno è intrinsecamente totalitario. Non nasciamo fascisti o segregazionisti. Dobbiamo essere programmati per diventare così. A questo serve la propaganda, per non parlare di tutti gli altri condizionamenti autoritari a cui siamo sottoposti fin da bambini.

Questa è la scommessa o l’atto di fede, dietro l’idea del triangolo rosso rovesciato. È la classica tattica di disobbedienza civile non violenta, che funziona su persone che hanno ancora una coscienza e che non sono ancora diventate totalitarie.

Certo, questa volta potrebbe non funzionare, siamo già nella fase in cui stanno per incarcerare i proprietari di ristoranti rei di aver servito i “non vaccinati,” ma potrebbe anche funzionare e, in ogni caso, cosa abbiamo da perdere?

CJ Hopkins

Fonte: consentfactory.org
Link: https://consentfactory.org/2021/07/19/the-propaganda-war-and-how-to-fight-it/
19.07.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Fedeledellacroce
Utente CDC
27 Luglio 2021 13:40

Analisi impeccabile per quanto riguarda la propaganda e l’aggressione ai non vaccinati La soluzione invece lascia a desiderare. Sono perplesso comunque dal fatto che giornalisti, opinionisti, liberi pensatori da una parte e dall’altra, straparlano di vaccini e propaganda, diritti e libertá, ma quasi nessuno affronta il perché di tale accanimento a voler vaccinare tutta la popolazione mondiale, quale é il fine ultimo di chi tira le fila? Arricchirsi? Non credo proprio Questa gente i soldi li controlla da secoli e ultimamente li crea tout-court Stiamo vivendo l’attuazione di un piano audace che cambierá il mondo. Iniziato ufficialmente l’11/sett/2001, da parte di un gruppo di potere nn governativo con l’appropriazione e uso di nuove e potenti tecnologie, tra cui le armi ad energia diretta che sono state usate per demolire le torri e mezzo WTC. Il vairus e il vaccino sono la seconda fase. Ossia depopolamento del pianeta, non tanto per la letalitá del vax o del vairus, ma attraverso gli effetti del vaccino nelle future generazioni, piú esattamente attraverso i danni causati dal vaccino, agli organi riproduttivi nelle donne e negli uomini. Queste cose non le ho lette da nessuna parte. Semplicemente sento che é ció che stiamo vivendo Poi… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Fedeledellacroce
jeints
Utente CDC
Risposta al commento di  Fedeledellacroce
27 Luglio 2021 14:38

Lo fanno molti cattolici, di operare la relazione Bergoglio-situazione orwelliana. Depopolamento? Ci avesse pensato l’umanita’ da sola senza aspettare ”quelli”….per il resto, e’ vero, questi pseudo liberi pensatori per me non sono nemmeno capaci di analizzare le cause di cio’ che criticano, ancora legati, come lei ha detto nel suo commento, al concetto di ” diritti” e ”liberta”’, e direi che allora la risposta sta proprio qui. Nietzsche affermava che l’essere umano non ha piu’ diritti acquisiti di un verme della terra….

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
28 Luglio 2021 3:18

E infatti i responsabili di questa operazione stanno ricordando a tutti quanto Nietzsche fosse nel giusto. I meno svegli non l’hanno ancora afferrato, ma diamogli tempo.

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  Fedeledellacroce
27 Luglio 2021 16:12

In realtà la presa del potere da parte dei gesuiti e di Bergoglio in Vaticano, corrispondente a quella di Biden e dei suoi più stretti collaboratori tutti provenienti dalla Washington university gestita dai gesuiti era stata comunque segnalata da Fausto Carotenuto su coscienze in rete. Forse Pfeffer l’avrà sentito in diretta, o letto, ma a me ha colpito molto la conversazione che Vera Sharav, sopravvissuta ai campi di concentramento, e presidente di una società negli Usa che si batte contro la sperimentazione medica, ha avuto con l’avvocato Fullmich del Corona Anschluss. La Sharav trova, a differenza di Liliana Segre(“follia paragonare il green pass alla Shoah) straordinarie correlazioni con il modo come si è instaurato il nazismo e i recenti eventi, in particolare la correlazione fra la scienza accademica, l’industria delle armi e la medicina clinica. Anche lei si chiede perchè tutto questo, e propende per una ripresa del programma eugenetico, con molti più mezzi di allora.Per avere il potere sulla vita di tutti noi, e il controllo. Il grande seret di Charles Scwab. Particolare, poi, che abbia rilevato come anche negli Usa non possano, pur avendo la legge del Freedom Information vax , accedere ai contratti secretati dei vaccini perchè… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da emilyever
IlContadino
Utente CDC
27 Luglio 2021 14:03

Devo ammettere che ogni volta che esco dal cancello di casa mi sento come la ragazza con i libri in mano che se ne va tranquillamente a scuola. Sembra tranquilla, ma son certo che il cuore le batte più del necessario, i sensi sono acuiti, il cervello pronto e dinamico. Ai giorni nostri non te ne vai a passeggio o per negozi senza mascherina a cuor leggero, sei a volto scoperto, hai preso posizione, sei portatore sano di buonsenso, devi renderne conto. Va bene il triangolo rosso, per chi gli aggrada, ma sempre a volto scoperto, mi raccomando;) Un viso sorridente è un’immagine forte, anche incazzato a dirla tutta

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da IlContadino
jeints
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
27 Luglio 2021 14:43

Apprezzo sempre la sua filosofia naturale, unica possibile soluzione.

jeints
Utente CDC
27 Luglio 2021 14:29

Sicuramente a questo articolo risponderanno altri segregazionisti, come quelli che negheranno la cattiveria dei nazisti, considerati eroi anticapitalisti, e che segregano coloro che magari credono che effettivamente le camere a gas siano esistite. Sono poi gli stessi che hanno risposto al mantra dell’euro, in quanto, pur oggi strillando contro l’Europa, negli ultimi 20 anni la moneta unica l’hanno utilizzata come la mascherina. Peraltro anch’io segrego loro, che sono rimasti in un paese che considerano decadente mentre io me ne sono andato, e quindi, pur appartenendo alla ”famiglia” cospirazionista, fondamentalmente mi sento di prendere le distanze. Lo stesso accade oggi nelle famiglie vere: cosicche’ presentarsi ai parenti con il triangolo, quando gia’ la frittata e’ fatta (dittatura sanitaria gia’ imposta come tappa finale di tutta un’adesione generale ad un sistema) mi pare la piu’ grande stupidaggine letta ultimamente. Analizzare la natura umana, fare autocritica, cambiare il proprio atteggiamento di fronte allo stesso sistema di cui facciamo parte (per esempio prepararsi a non poter sfogarsi piu’ su rete nel caso i padroni della rete vogliano sospenderla di tanto in tanto), ecco la vera ribellione. Fare le cose in tempo, prevedere, intuire e cambiare noi stessi; segregazione interna contro il nostro stesso conformismo.… Leggi tutto »

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
28 Luglio 2021 3:50

Me ne sono andato anch’io, da prima che introducessero l’euro, perché mi sentivo un estraneo anche allora, ma in realtà tutto il mondo è paese.
“Quelli che negheranno la cattiveria dei nazisti”: la cattiveria è una caratteristica della natura umana, come l’eroismo, il conformismo, ecc., trasversale a tutti i gruppi e le ideologie. Attribuirlo in particolare ai nazionalsocialisti, o a chiunque altro, è puro pregiudizio. “Segregare coloro che credono all’esistenza delle camere a gas”? Mi pare che avvenga esattamente il contrario. Infatti il tema è parte essenziale della Teologia del potere occidentale.
Sottoscrivo pienamente il resto del suo commento.

simonlester
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
28 Luglio 2021 10:19

Adesso che sto per andare in pensione posso scappare pure io.
Le scelte sono:
1) un paese che non mi decurti del 30% la pensione
2) un paese che sia fuori da questa follia.
il primo è facile da trovare
se ti trovi nel secondo ti prego di indicarmelo
Cordiali Saluti

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  simonlester
30 Luglio 2021 8:26

Purtroppo non posso aiutarti: mi trovo in un paese del Sudamerica dove esiste esattamente la stessa situazione in quanto a propaganda asfissiante e restrizioni demenziali, ma nessun dibattito e zero consapevolezza, nemmeno del fatto che i vaccini sono sperimentali: sembrano tutti convinti che sia il farmaco miracoloso che li salverà dal terribile virus. Gli scettici tacciono, e le manifestazioni di protesta sono improponibili, anche perché molti hanno problemi più seri.
La differenza è che, trattandosi di un continente ancora in gran parte selvaggio e primitivo, dubito che riuscirebbero ad imporre una dittatura orwelliana come probabilmente faranno da noi. Ma comunque, tranne casi molto particolari, non consiglierei a nessuno di venire a vivere da queste parti.
Cordiali saluti anche da parte mia.

Ghisa
Utente CDC
27 Luglio 2021 15:18

Mi permetto di ricordarde un passo del profetico film matrix (2).
Ogni sistema è basato su un altro sottostante.

uparishutrachoal
Utente CDC
27 Luglio 2021 16:49

Il triangolo sarebbe visto come una atto di disprezzo verso la gente coscienziosa e sdoganerebbe il diritto di menare chi lo indossa.. Visto che i cambiamenti all’andazzo necessiterebbero di una forza uguale e contraria..e al presente non c’è nessuna forza capace di indottrinare all’incontrario per due anni di fila..se ne deduce che l’unica strategia seria è quella di testimoniare l’assenza di ipnosi sanitaria semplicemente esistendo e parlando quando è possibile.. Ancora non siamo alle società segrete ..ma ci stiamo avvicinando..e dobbiamo approfittare della libertà concessa per separare il grano dall’oglio..e fare una società dei giusti ..per ora virtuale ma pur sempre esistente..in attesa che la tempesta passi..e prima o poi passerà che l’energia per rafforzare l’ipnosi è enorme..e non può essere mantenuta per sempre.. Anche le manifestazioni sono testimonianza che qualcuno esiste..e non è drogato.. Quando c’è un uragano non serve finirci dentro per dovere di contrarietà..ma dobbiamo trovare un posto dove non può raggiungerci e da lì continuare a vivere in qualche modo..in attesa che si plachi per uscire .. Valgono tutte le strategie per non essere spazzati via..agli avvocati se siamo colpiti nel lavoro..e a metterci la faccia se siamo tirati in ballo..ma le provocazioni sono l’ultima cosa… Leggi tutto »

Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  uparishutrachoal
28 Luglio 2021 1:10

citazione: « Il triangolo sarebbe visto come una atto di disprezzo verso la gente coscienziosa »

Anche a me pare essere pressoché certo tale esito. Saremmo scandalosi almeno quanto lo fu la ragazzina nera ritratta nell’immagine mentre si recava a scuola.

citazione: « e sdoganerebbe il diritto di menare chi lo indossa.. »

Anche a me la possibilità di ciò appare verosimile. Anch’io sarei senz’altro almeno riluttante, ad espormi talmente provocatoriamente. Senz’altro esiterei, dicendomi “Ma chi me lo fa fare, di caricarmi di un talmente grave ed ulteriore peso? La vita di oggigiorno per me è già fin troppo grave”. Ciò però non m’impedisce di ammettere che sia la rappresentazione dello stato di fatto che la soluzione proposta, al fine di contrastare il progetto ad esso sottostante, a mio parere sono valide. Se collettivamente lo si facesse, convintamente, purché lo si facesse in numero sufficiente, l’aspettativa di un risultato importante a mio parere sarebbe realistica e plausibile. Certamente l’esito sarebbe oltremodo incerto, ma il risultato in ogni caso consisterebbe in un gran contributo sociale.

FrankDax
Utente CDC
27 Luglio 2021 18:00

Buonasera , la mole di propaganda mondiale con la P maiuscola , entrata nella vita di quasi tutti gli abitanti della Terra , da un idea degli scopi e interessi coinvolti . Avendo contatti personali con altri paesi del mondo vi assicuro che le “veline” ad uso e costume delle “armi di distrazione di massa” , sono scritte da un unica mente che usa dappertutto le stesse parole e simboli , a dimostrazione che lo scopo (sinistro) riguarda tutta l’umanità . Rispetto il pensiero dello scrittore dell’articolo , ma personalmente ritengo che usare gli stessi sistemi del Sistema serva poco a niente , visto che il Sistema li conosce molto bene . Dobbiamo prendere coscienza che siamo una minoranza , benchè più importante di quello che Loro si aspettavano , e che , il primo round è perso e lo scontro frontale rischia solo di anniettarci . Dobbiamo fare come si è comportata ogni minoranza di fronte a sopprusi autoritari. Entrare in fase di “Guerriglia” , quindi sparire dai radar , prepararsi ad ogni eventualità e aspettare i momenti propizi e le crepe inevitabili che Loro non sapranno gestire e ad quel punto “colpire” . Se si crede ad un… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da FrankDax
BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  FrankDax
28 Luglio 2021 3:51

Parole sante.

15
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x