Helicopter Money comincia a Hong Kong

di Maurizio Blondet
Il governo di Hong Kong ha deciso: regalerà  10.000 dollari di HK  (equivalenti a US$ 1,280) a residenti permanenti del territorio le cui finanze sono state colpite dalla diffusione del virus e dalle proteste di strada prolungate dell’anno scorso. La Cina, dove è iniziato il virus, ha già offerto denaro extra e trasporto gratuito ai lavoratori nel tentativo di riavviare la sua economia in discesa” Così il Financial Times.

Il regalo sarà “cash”. E’ apparentemente  il primo esperimento di Helicopter Money,   quando  una banca centrale di  emissione crea moneta dal nulla e la distribuisce direttamente ai cittadini,  come “dividendo  di cittadinanza”. L’idea fu ventilata da Milton Friedman; i rischi di un simile provvedimento sono tutti da valutare,   ma rivelano che per i dirigenti, la crisi che si aspettano è talmente imponente da  giustificare misure non convenzionali di grande momento.

Il contrario di quel che avvertono i mercati finanziari occidentali; che come spiega Nouriel Rubini, rimangono “compiacenti” e    infondatamente ottimisti sulla crisi ormai conclamata : si illudono che l’epidemia sarà limtata alla Cina; che sarà risolta prima della fine del trimestre; che l’economia cinese, dopo, sarebbe di nuovo schizzata al cielo con andamento a V e non a U.

Invece “Sta diventando chiaro che questa è una pandemia globale piuttosto che un’epidemia incentrata sulla Cina. E non sappiamo ancora quanti altri paesi in Asia e in altre parti del mondo subiranno  l’esplosiva diffusione del virus . L’opinione che l’impatto economico raggiungerà il picco prima della fine del primo trimestre sembra ora molto traballante. Il danno alla Cina è grave e le catene di approvvigionamento globali vengono gravemente interrotte, in un momento in cui la Cina rappresenta circa il 20% del prodotto interno lordo globale, non il piccolo 4% che aveva al tempo di Sars nel 2003. Aggiungi a ciò uno shock economico per le grandi economie come il Giappone, la Corea del Sud e l’Italia. Quando la malattia si diffonde ad altri mercati sviluppati ed emergenti, questo danno aumenterà”.

E l’Europa germanica? Silenzio. Paralisi mentale.  (seguirà)

Fonte: maurizioblondet.it
Link: https://www.maurizioblondet.it/helicopter-money-comincia-a-hong-kong/