Cosa c’è che non va nella classe politica occidentale?

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

Gaius Baltar
gaiusbaltar.substack.com

Ci sono diverse ragioni per cui il mondo non occidentale sta sempre più tagliando i ponti con l’Occidente. Una di queste può essere descritta come la “fine della diplomazia” occidentale, intendendo con questo il quasi totale abbandono della diplomazia da parte dei leader e dei diplomatici occidentali. Per inciso, questo non era iniziato con la guerra in Ucraina, ma circa un anno prima. È accaduto qualcosa appena dopo l’elezione di Joe Biden che sembra aver spento il gene della diplomazia occidentale, per così dire, e acceso invece quello della minaccia. Non che prima ci fosse molta diplomazia, ma le cose possono sempre peggiorare – e così è stato.

Il termine fine della diplomazia non descrive bene quanto sia peggiorata la situazione. Il comportamento dei leader statunitensi ed europei è diventato sempre più scostante e ogni parvenza di razionalità è stata abbandonata. È impossibile ascoltare i leader occidentali senza arrivare alla conclusione che c’è qualcosa di molto sbagliato. In primo luogo, sembrano aver creato un mondo fantastico alla rovescia, dove domina la proiezione freudiana e la demonizzazione degli avversari. Xi Jinping e Vladimir Putin sono entrambi Satana in persona, la Russia sta ancora perdendo e l’Occidente è ancora onnipotente, oltre che l’apice della giustizia, della libertà, della democrazia e della cultura. In secondo luogo, sembra che queste persone non riescano ad aprire la bocca in pubblico senza offendere il mondo non occidentale. Joe Biden, Annalena Baerbock, Ursula von der Leyen, Josep Borrell ed Emmanuel Macron sembra siano incapaci di apparire in pubblico senza insultare qualcuno. Il commento di Borrel sul fatto che l’Europa sarebbe un giardino e il resto del mondo una giungla ne è l’apoteosi, perché sappiamo tutti a cosa sono associate le giungle.

Le élite politiche occidentali sono sotto pressione e non riescono a trattenere le loro emozioni e le loro opinioni reali. Non possono più nascondere il loro odio o il loro disprezzo per chiunque si opponga a loro. Il loro doppio senso, i loro doppi standard e il loro estremo senso del diritto, che giustificano tutto ciò che fanno e condannano i loro avversari, sono sotto gli occhi di tutti. Tutto questo, così come la loro totale assenza di competenza e il loro totale abbandono della realtà, è sintomatico di un certo tipo di persone. Non è una coincidenza, come vedremo.

Coltivare i giardinieri

Non è un segreto che la classe politica occidentale venga sottoposta ad un processo di selezione prima di essere liberata sulle proprie popolazioni. Sono stati istituiti vari programmi per reclutare e indottrinare personalità promettenti giovani (e meno giovani) per posizioni di leadership nel governo e negli affari. Alcuni di questi programmi sono poco visibili e operano a livello personale, mentre altri hanno una “funzione di sondaggio” e sono alla luce del sole, come il programma “giovani leader globali” del WEF. Un numero significativo di persone di alto livello è coinvolto in questa attività di reclutamento, compresi gli agenti di SPECTRE Klaus Schwab e George Soros. Un recente successo è Nikol Pashinyan, riconfigurato come drone suicida e destinato al popolo armeno.

Dopo la selezione e il potenziamento ideologico, questi leader vengono aiutati ad infiltrarsi nei governi e nelle organizzazioni di tutto il mondo – come Klaus Schwab si è vantato pubblicamente. Se riescono nel loro intento, vengono protetti e assistiti in ogni momento, per poi ottenere un incarico ben retribuito presso qualche organizzazione internazionale come ricompensa per il loro servizio e la loro fedeltà. L’assistenza e la protezione sono di solito svolte da organizzazioni governative o sovranazionali, comprese quelle dell’UE, e dai vari servizi di intelligence, che hanno un ruolo di controllo. Se si esce dal seminato ci sarà uno scandalo. Se siete leader di un Paese, ci sarà un cambio di regime. Questo processo ha lo scopo di assicurare la fedeltà dei reclutati e di tenere in riga gli altri.

Questa pratica si è rivelata così efficace che è riuscita ad ingabbiare quasi tutta l’élite politica dell’Occidente, in particolare i non reclutati. Tutti camminano sulle uova e nessuno osa mettere in discussione le politiche degli incaricati di SPECTRE, altrimenti ci saranno conseguenze. I media controllati da SPECTRE si scatenerebbero contro di voi e potreste persino essere sostituiti. Negli ultimi anni, in Occidente si sono verificati diversi cambi di regime come conseguenza di questo processo applicativo, ad esempio in Grecia, Italia, Austria e persino in Islanda, e forse anche negli Stati Uniti. Pochi al potere osano dire qualcosa, anche se gli incaricati locali della SPECTRE stanno distruggendo il loro stesso Paese. È un sistema davvero efficace.

Qualsiasi esperto di reclutamento vi dirà che, per qualsiasi lavoro, è necessario trovare la persona giusta. La personalità deve essere adatta al lavoro in questione e quindi è necessario un processo di selezione efficace. Può essere necessaria anche la formazione, per garantire metodi adeguati, motivazioni e così via. Le nostre élite politiche occidentali affrontano questo processo come qualsiasi altro candidato ad un posto di lavoro. Vengono selezionate in base al compito che dovranno portare a termine e ricevono una formazione che, diciamo, influisce un po’ sul loro ego. Questi processi di selezione e formazione, così come il compito che viene loro assegnato, spiegano perché i leader occidentali sono così come sono – e perché si comportano tutti allo stesso modo, come se fossero stati prodotti in fabbrica.

Il compito

Descrivere il compito assegnato all’élite politica occidentale sarebbe un processo lungo, troppo lungo per questo articolo. Tuttavia, non è esattamente un segreto, poiché è stato discusso pubblicamente molte volte da membri di alto livello della SPECTRE, come Klaus Schwab e Yuval Harari, che sono i principali ideologi della SPECTRE, una sorta di moderni Alfred Rosenberg. Ascoltateli parlare e capirete.

Se dovessimo descrivere il compito in termini semplici, si potrebbe paragonarlo al lavaggio forzato del cervello di un individuo per rimodellarlo completamente. Ciò avviene distruggendo del tutto la “vecchia” persona, per poi ricostruire e rimodellare i resti frantumati in ciò che si desidera. Il metodo utilizzato si chiama “frattura del sé”, in cui l’identità e la volontà della persona vengono distrutte attraverso pressioni e abusi estremi, fino a renderla completamente dipendente da chi la maltratta. A quel punto può iniziare il rimodellamento.

Questo è esattamente il processo in corso nelle società occidentali. Comporta la completa decostruzione e riconfigurazione di ogni aspetto della società, comprese le persone. Da questi resti frantumati, si può plasmare un tecnogulag utopico, dove gli individui esistono solo come parte di un giardino perenne gestito dai giardinieri della SPECTRE – o come parte di una vera e propria macchina.

Questo è il compito assegnato alla nostra élite politica. È essenzialmente un lavoro di demolizione. È brutale e sanguinoso e richiede un certo tipo di persone.

Le persone giuste per il lavoro

Non si può assumere il primo che capita per un vero e proprio genocidio culturale e non ci sono molte opzioni. Potreste cercare degli psicopatici, ma  potreste avere problemi di fedeltà e, stranamente, alcuni di loro hanno dei principi. Quello che vi serve è una persona che brama, o che addirittura ha bisogno, di imporre la propria volontà agli altri e di interferire con le loro vite. Avete bisogno di una persona che abbia uno zelo incrollabile per la causa e che sia incapace di tirarsi indietro. Una persona in grado di razionalizzare qualsiasi azione senza esserne influenzata. Una persona a cui si possa fare il lavaggio del cervello e che possa essere controllata come una scimmia ammaestrata. Una persona che possa distruggere la propria casa senza rendersi conto di ciò che sta facendo. Avete bisogno di un narcisista.

Considerando il compito, non c’è altra scelta. Non ci si può fidare di nessun altro per svolgere il lavoro necessario. Questo spiega perché molte delle nostre élite politiche siano così simili. Non solo hanno personalità simili, ma utilizzano anche razionalizzazioni e comportamenti simili. I narcisisti sono persone con un alto grado di standardizzazione. Ma cosa sono i narcisisti e perché sono ideali per l’opera di demolizione delle società occidentali?

Un narcisista è una persona con una consapevolezza di sé talmente bassa da non riuscire a sviluppare un’identità di sé senza l’aiuto degli altri – e a cui è stato detto che è migliore e/o più intelligente degli altri. Inoltre, ha un elevato bisogno emotivo e una forte dipendenza dagli altri. Sviluppa un modello di sé gonfiato, irrealistico e in costante conflitto con la realtà. Ha bisogno di controllare l’ambiente, compresi gli altri, per mantenere intatto quel modello. Il successo nel controllo porta all’esaltazione emotiva, mentre una sfida può provocare un crollo emotivo.

Il narcisista può e deve essere in grado di razionalizzare qualsiasi comportamento, perché altrimenti capirebbe di essere una persona cattiva a causa delle cose che fa agli altri. Le continue razionalizzazioni generano disprezzo per gli altri, mentre le sfide generano odio.

Poiché l’io del narcisista è basato su una menzogna, lo si può alimentare con qualsiasi sistema di credenze in grado di portare avanti la menzogna. Qualsiasi convinzione che dica al narcisista che è migliore e più intelligente degli altri sarà accettata. Tutti i “fatti di attualità” della società occidentale, tra cui il cambiamento climatico, la giustizia sociale, la discriminazione positiva, i diritti LGBT, l’Ucraina e l’energia pulita, sono sistemi di credenze accuratamente costruiti per fare il lavaggio del cervello ai narcisisti e indurli ad intraprendere determinate azioni. Queste azioni comportano sempre la distruzione di qualcosa. Le nostre élite politiche, accuratamente selezionate, sono i bersagli di questo lavaggio del cervello, insieme alla parte della popolazione con modelli di sé sufficientemente narcisistici da poter essere facilmente oggetto di lavaggio del cervello, che potrebbe essere un terzo delle popolazioni occidentali di oggi.

Con il lavaggio del cervello, questi sistemi di credenze vengono interiorizzati. Diventano parte del sé e devono essere portati avanti e difesi. Per questo ogni azione e bugia può essere giustificata. Ogni sfida sarà personale e dovrà essere stroncata. L’abbandono delle convinzioni non può essere consentito perché danneggerebbe il sé, provocando turbolenze emotive e ansia. Una volta impegnato, il narcisista non può più tirarsi indietro. Non ha la retromarcia.

Il processo di lavaggio del cervello

Il processo di selezione delle nostre élite politiche prevede l’identificazione e il successivo sviluppo di persone con queste caratteristiche. I forum con inviti diffusi, tra cui il forum del WEF e i vari forum giovanili, sono essenzialmente operazioni di scouting. I candidati promettenti vengono selezionati e sviluppati ulteriormente in altri incontri e a livello personale. I convegni, come quello delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico, vengono poi utilizzati per mantenere il lavaggio del cervello, per introdurre nuovi programmi e come eventi sociali di reciproca affermazione.

Lo sviluppo, cioè il lavaggio del cervello dei candidati, ha due elementi principali: l’elevazione del sé e i sistemi di credenze strutturati.

L’elevazione del sé

L’essenza del narcisismo è la percezione elevata del sé. Il narcisista è migliore e/o più intelligente degli altri. Quanto più elevata è la percezione del sé, tanto maggiore è il bisogno di controllo dell’ambiente e delle razionalizzazioni. Ciò accresce la capacità di giustificare misfatti sempre più gravi nei confronti degli altri, fino ad arrivare, in casi estremi, al genocidio.

Una parte importante dello sviluppo dei candidati della nostra élite politica è l’amplificazione della percezione del sé. Il candidato viene coccolato e riceve molte attenzioni. Gli viene detto quanto sia importante e quanto sia intelligente. Gli viene detto quanto sia vitale il suo compito e come il popolino non possa capire. Viene fatto sentire eccezionale.

Se questo processo ha successo, il “livello” narcisistico del candidato può essere regolato al punto da convincerlo che deve distruggere la sua cultura o la sua nazione, pur credendo di essere una brava persona. Alcuni possono essere portati ad un livello così alto da iniziare a credere di essere degli dei e ad usare metodi estremi per il rafforzamento emotivo di sé, compreso l’abuso fisico sistematico, anche sui bambini. Una “sintonizzazione” relativamente alta del sé è necessaria per il compito che è stato assegnato alle nostre élite politiche.

Sistemi di credenze strutturati

Mentre il processo di elevazione ingigantisce il narcisismo, i sistemi di credenze strutturati sono progettati per indirizzare il narcisista nella giusta direzione. Si tratta in sostanza di “pacchetti di lavaggio del cervello” progettati per adattarsi e alimentare l’io ipertrofico del narcisista. Molte ideologie politiche funzionano esattamente così, e alcune sono quasi completamente basate sulle emozioni per ottenere un effetto maggiore.

I sistemi di credenze utilizzati per i nostri candidati sono più limitati, anche se hanno uno scopo comune. Questi sistemi, in una certa misura, portano ad un lavaggio del cervello che fa sentire il candidato speciale e gli permette di mostrare la sua virtù agli altri. Contengono anche istruzioni specifiche su come reagire ad un imprevisto, che di solito è una minaccia inventata, e su cosa distruggere per eliminare tale minaccia.

Un esempio potrebbe essere la CO2. Al narcisista viene fatto credere che sia una minaccia e che la Terra debba essere salvata da questo pericolo. Questa convinzione lo trasforma in un crociato votato al bene, dotato di una saggezza speciale che le persone inferiori non hanno, un crociato che poi riceve un rinforzo da altri narcisisti. La risposta programmata è la chiusura della produzione di energia e il divieto di circolazione delle automobili. Anche il metano è una minaccia, quindi le mucche devono essere eliminate. Le persone LGBT sono perseguitate, quindi la libertà di parola deve essere vietata. La Russia è una minaccia, quindi i russi devono essere perseguitati e uccisi e la Russia deve essere distrutta. Poiché la distruzione è una soluzione ad un problema grave, per il narcisista la distruzione diventa una virtù. Più distruzione c’è, più l’io viene rafforzato ed elevato e più il narcisista si sente potente.

Questi due processi programmano essenzialmente le nostre élite politiche ad agire come dei robot. Il programma manipola ed eleva la percezione del sé, specifica una minaccia e poi indica cosa distruggere. Alcune delle nostre élite molto probabilmente capiscono cosa sta succedendo, anche se non ammetteranno mai di essere state sottoposte ad un lavaggio del cervello. Vedono il quadro generale e considerano la distruzione delle società occidentali come necessaria per il futuro glorioso da loro immaginato. È una comprensione che i narcisisti più evoluti possono razionalizzare. Una parte consistente, tuttavia, crede solo di stare risolvendo dei problemi.

Tuttavia, a prescindere da quanto capiscano, sono stati tutti manipolati, allontanati dai concetti umanitari di base e programmati come droni suicidi. Le nostre élite politiche sono la forma più alta di utili idioti.

Perché questa scarsa competenza?

Recentemente, una delle domande più frequenti che la gente si pone è perché le nostre élite politiche siano così incompetenti. Da quando è iniziata la guerra in Ucraina hanno perso completamente il controllo di tutto. Hanno giudicato male la Russia, hanno avuto torto sulle sanzioni e sulla guerra, stanno perdendo il controllo delle economie occidentali e del mondo non occidentale a causa della distruzione del “sistema internazionale”. Falliscono in tutto quello che fanno, assolutamente in tutto. Perché?

L’incompetenza è il risultato dei parametri di reclutamento. Sono stati reclutati per distruggere, non per costruire o risolvere problemi. Non ci vuole molta abilità per puntare una pistola contro qualcuno e premere il grilletto. Ci vuole molta abilità per estrarre il proiettile e riparare il danno. Le nostre élite politiche sono state assunte per sparare. Nel loro compito di demolizione, la competenza non è affatto necessaria. Ci vuole poca abilità per distruggere anche sistemi complicati. Basta approvare leggi e regolamenti e altri si occuperanno del resto.

La demolizione delle società e delle economie occidentali è organizzata in modo frammentario. Vengono distrutte gradualmente, fetta per fetta, perché farlo rapidamente spaventerebbe le popolazioni. Qualsiasi agricoltore sa che il bestiame spaventato può essere pericoloso, e le nostre élite politiche lo capiscono. Ora, però, si sono imbattute in un grosso problema.

La guerra in Ucraina e la perdita di controllo sul mondo non occidentale hanno causato il caos economico in Occidente, che sarà seguito dal caos sociale. Questo sta facendo crollare l’intero castello di carte troppo velocemente e temono di perdere il controllo. Devono reagire e risolvere questi problemi, ma non sanno come, perché sono incompetenti. Tutte queste sfide e questi fallimenti mettono in discussione i loro modelli, con gravi conseguenze emotive, per cui continuano ad alzare la posta, a tutti i livelli. Gridano, insultano, inventano spiegazioni deliranti e poi si ritirano nella negazione più assoluta. Tutti se ne accorgono, compresi i leader del mondo non occidentale. Oggi nessuno vuole parlare con le nostre élite politiche, perché un narcisista che sta perdendo il controllo non è una compagnia piacevole.

Allora, cosa c’è esattamente dietro la loro incompetenza? Le ragioni principali sono due. In primo luogo, la scarsa consapevolezza di sé. Le persone con scarsa autoconsapevolezza non sono in grado di valutare correttamente i propri processi di pensiero e quindi non possono capire se stanno facendo un buon lavoro o meno. Quando si tratta di un lavoro complicato o creativo, una persona con scarsa autoconsapevolezza vede poca differenza tra una completa assurdità e qualcosa di sostanziale. Un’alta autoconsapevolezza è un prerequisito assoluto per questo tipo di lavoro. Poi c’è in gioco il loro bisogno emotivo e l’alta “salienza” emotiva. I narcisisti sono creature emotive e le emozioni travolgenti e le motivazioni basate sulle emozioni bloccano semplicemente la capacità del loro cervello di pensare in modo logico.

Tutte le nostre élite politiche accuratamente selezionate sono incompetenti, esattamente allo stesso modo e per le stesse ragioni. La loro unica competenza è la capacità di distruggere le nostre economie, la nostra cultura, le nostre società, la nostra salute e la nostra libertà.

Gaius Baltar

Fonte: gaiusbaltar.substack.com
Link: https://gaiusbaltar.substack.com/p/what-is-wrong-with-the-western-political
23.09.2023
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
34 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
34
0
È il momento di condividere le tue opinionix