Davide

GENERALE A QUATTRO STELLE LICENZIATO PER AVER ORGANIZZATO

UN COLPO DI STATO CONTRO I NEO-CON ? Un reporter ipotizza che il generale Brynes avesse scoperto un piano per trasformare un’esercitazione anti-nucleare in un attentato terroristico DI PAUL JOSEPH & ALEX JONES Giovedì, il capo del Training and Doctrine Command di Fort Monroe, il generale a quattro stelle Kevin P. Brynes, è stato licenziato per miscondotta sessuale, secondo quanto rivelato da fonti ufficiali. Comunque, altre fonti hanno offerto una spiegazione diversa per il licenziamento di Brynes, che è collegato …

Leggi tutto »

COME FACEVA GREENSPAN A SAPERE DELLE BOMBE DI LONDRA

DUE GIORNI PRIMA DELL’ATTACCO ? DI MIKE WHITNEY Due giorni prima delle bombe nella metropolitana, il presidente della Federal Reserve Alan Greenspan ha improvvisamente immesso quasi 40 miliardi di dollari liquidi nel mercato finanziario.Questa mossa improvvisa ha rappresentato una sorprendente inversione di tendenza rispetto alla politica attuale, concentrata sul contenimento dei tassi d’interesse al fine di mantenere bassa l’inflazione. Il presidente non ha dato spiegazioni riguardo al suo anomalo comportamento, ma circola insistentemente la voce che Greenspan possa aver ricevuto …

Leggi tutto »

CHI HA AMMAZZATO ROBIN COOK ?

DI MAURIZIO BLONDET L’ex ministro degli esteri britannico Robin Cook è morto d’improvviso. A 59 anni. Mentre, secondo la sua abitudine di  buon camminatore, camminava sulle sue dolci montagne scozzesi.  Il suo ex segretario parlamentare Ken Purchase ha detto al Guardian che le prime notizie erano “contrastanti”, e si è parlato dapprima di un “incidente”. Ora, la versione ufficiale stabilita è che Cook è morto per un attacco cardiaco.  Nonostante fosse, a detta di amici e conoscenti, in buona salute. …

Leggi tutto »

LO SCONTRO DEI POTERI

DI MASSIMO FINI Non ho dubbi che questa vicenda dei Ricucci, dei Fiorani, degli Gnutti, dei Fazio, dei Consorte, dei Sacchetti, dei Bellaveglia, degli Imbert, dell’Antonveneta, della Bnl, della Popolare Italiana, del Monte dei Paschi, della Hopa Holding, della Unipol, della Rcs, del Corriere della Sera, di cui, probabilmente, il cittadino normale capisce pochissimo, nasconda uno scontro fra vecchi potentati dell’economia e della finanza e nuovi raiders rampanti, dove i primi cercano di sbarrare la strada ai secondi accusandoli, attraverso …

Leggi tutto »

WINSTON CHURCHILL E GLI ILLUMINATI

DI HENRY MAKOW, Ph.D. Un confronto tra i raid su Londra del 1940-41 e i recenti attentati terroristici, rivela come questi ultimi siano voluti. Il primo raid aereo nazista su Londra ebbe luogo il 7 settembre 1940 e uccise 306 persone. Dopo aver visitato le macerie, Winston Churchill affermò: ” Mi festeggiarono come se gli avessi portato la vittoria, invece delle case fatte a pezzi” . (416) Churchill stava dicendo il vero. All’insaputa dei Londinesi, egli aveva rifiutato la proposta …

Leggi tutto »

LA SOLITA IPOCRISIA MEDIATICA

DI MANRICO TOSCHI Nei giorni scorsi l’emittente televisiva inglese BBC ha trasmesso un filmato amatoriale girato in Cina poche settimane fa. Le immagini riportavano drammatici scontri che sono avvenuti tra i contandini del villaggio nord orientale di Shenyou (Beijing) e dozzine di uomini sconosciuti che indossavano vesti camuffate ed elmetti da costruttore. Il video e’ stato girato da un abitante del luogo rimasto vittima degli scontri che hanno portato alla morte di 6 contadini e 48 feriti.

Leggi tutto »

''COSA ABBIAMO FATTO ?''

DI DAHR JAMAIL Mentre negli ultimi giorni il sangue dei soldati statunitensi continua ad essere versato nelle calde sabbie dell’Iraq, con almeno 27 militari uccisi, e mentre la percentuale di approvazione per la gestione di Bush della debacle irachena è precipitata al minimo storico del 38 %, oggi il presidente ha commentato dal suo confortevole ranch a Crawford, “Manterremo la rotta, finiremo il lavoro in Iraq”. A sole due ore di auto da Dallas, al Convegno Nazionale dei Veterani per …

Leggi tutto »

ECOLOGIA E POSTMODERNITA'

DI JOEL SANGRONIS Fra i secoli XVI, XVII e XVIII la societá europea fu scossa da una serie di cambi radicali nella maniera di comprendere l’uomo e l’universo; l’uomo europeo fu al centro di una serie di mutazioni paradigmatiche nei suoi concetti e valori estetici, spirituali e secolari che sfociarono in un processo conosciuto come la Modernitá. Protagonisti principali di queste trasformazioni furono Isaac Newton e René Descartes. Il primo con l’annunciazione delle leggi della fisica ed il secondo con …

Leggi tutto »

L'ACCERCHIAMENTO DELL'IRAN E L'EMPASSE EUROPEA

DI GIULIETTO CHIESA L’Europa sembra sul punto di cedere alle pressioni americane in tema di Iran. E il gioco si è fatto duro anche se per ora ha preso l’andamento di una farsa. Teheran aveva accettato la sospensione delle sue attività nucleari nel novembre scorso. Data ultima per la sospensione il 31 luglio. Il gruppo UE-3 (Germania, Francia, Gran Bretagna), che negozia (negoziava?) per conto dell’Unione Europea, si era impegnato a presentare entro quella data un piano di proposte alternative …

Leggi tutto »

BUSH E CHENEY INDAGATI

Le accuse a Bush e Cheney includono le questioni del 9/11 E’ incredibile! Non posso credere che stia succedendo. La questione Plame è solo la punta dell’iceberg. L’indagine è andata molto più a fondo, addirittura ai fatti dell’undici settembre. Colin Powell ha testimoniato contro Bush per le menzogne che hanno condotto alla guerra. Questo costituisce alto tradimento, sostiene l’articolo. Non c’è solo l’ipotesi che Bush & company possano scaricare gli investigatori, alla Nixon, ma che possano aver tentato di far …

Leggi tutto »

PERCHE’ BONO E GELDOF HANNO SBAGLIATO

Debito Africano, Guerra e Imperialismo sono collegati DI VIRGINIA RODINO All’ inizio del mese scorso , i leaders delle otto nazioni piu’ potenti si sono incontrati a Gleneagles, Scozia, per decidere sulle questioni critiche che influenzeranno la vita di 6 miliardi di altre persone su questo pianeta,e del pianeta stesso. La gran parte di questi falliti meetings e’ stata messa in ombra o sostituita dalle notizie degli attacchi di Londra. Ironicamente, anche se l’ anfitrione del momento, Tony Blair, stava …

Leggi tutto »

AZNAR, BUSH E IL COLPO DI STATO IN MAURITANIA

DI PASCUAL SERRANO Ieri tre Agosto un gruppo di militari hanno approfittato dell’assenza del presidente della Mauritania, Sidi ahmed Uld Taya, che si era temporaneamente allontanato dal paese per assistere al funerale di del re Fayed dell’Arabia Saudita, per mettere in atto un colpo di stato e prendere il controllo del paese. Due reazioni immediate richiamano l’attenzione. La prima, quella del presidente spagnolo,Josè Maria Aznar, che come presidente della Internazionale Democratica di Centro(IDC), esprime la sua “più energica condanna” e …

Leggi tutto »

LA LUNGHISSIMA ESTATE DEL ' 45

La bomba ha 60 anni Lo sterminio delle donne e degli uomini di Hiroshima e Nagasaki non è stato un modo per finire subito la guerra contro un nemico ormai vinto e in cerca di resa ma un crimine contro l’umanità rimasto impunito che anticipa la politica di George Bush DI VITTORIO CAPECCHI Da sessanta anni, ad ogni anniversario dello sterminio delle donne e degli uomini di Hiroshima e Nagasaki, la domanda a cui si tenta di rispondere è: «perché?». …

Leggi tutto »

CONOSCETE QUESTO UOMO?

Baghdad Dweller August 2,2005 Non importa guardare, cercare e pensare, lo conoscerete meglio da QUESTA FOTO , l’ uomo con i capelli grigi ha 44 anni e si chiama Ali-Al-Kaysi. Racconta del giorno che divenne l’ immagine senza volto o storia, prima che gli fosse dato il numero 101716 e lo chiamassero con il soprannome di ‘Colin Paul’, il suo collega divenne ‘ Dracula’ e un altro ‘ Uomo Lupo’, furono etichettati come prigionieri ‘ Big Fish’ (Pesce Grosso ). …

Leggi tutto »

FORMULA PER L'ESTINZIONE

Governi criminali, media corrotti, pubblico comatoso: la combinazione perfetta per la distruzione definitiva della specie umana. DI JOHN KAMINSKI Ho un sogno ricorrente. Sono su un aereo, seduto vicino al finestrino, e osservo soddisfatto la superficie soffice delle nubi, e lontano laggiù le città microscopiche, chiacchierando cordialmente col mio vicino di posto. Ma presto sembra che ci troviamo in disaccordo sulla nostra destinazione. Lui sostiene che sia Los Angeles; io dico New York. Ho appena iniziato ad alzarmi, con l’intenzione …

Leggi tutto »

AAA AL QAEDA CERCASI DISPERATAMENTE

DI ALDO VINCENT Visto il successo ottenuto dal mio post sul terrorismo estemporaneo, continuo con l’argomento, visto che non ci abbiamo una lira e siamo costretti a rinfrescarci davanti al computer invece che al mare. Ho gia’ detto in un paio di occasioni, che l’attentato terroristico da qualche tempo a questa parte ha assunto una sorta di valore aggiunto che si chiama Al Qaeda. Un po’ come la Cocacola che ti fornisce il marchio e la melassa e tu imbottigli, …

Leggi tutto »

BBC: FAZIOSA, LIMITATA, COLPEVOLE

John Pilger, Hans von Sponeck, Dahr Jamail e altri rispondo alla dichiarazione della BBC riguardante il Tribunale Mondiale sull’Iraq. “Perchè dire di più? Osserva questa distinzione: tra il folle che desidera ardentemente il suo bene e il saggio che desidera ardentemente il bene degli altri”. (Shantideva, VIII secolo) Di recente Media Lens ha lanciato un media alert riguardo la mancanza di informazione (da parte dei media britannici) sul Tribunale Mondiale per l’Iraq (World Tribunal on Iraq – WTI), tenutosi ad …

Leggi tutto »

CHAVEZ HA PIU' VOTI DI BUSH

    DI GIANNI VATTIMO Tiranno a chi, a Chávez? Appunto questo è il presupposto indiscusso, indimostrato, ma per lui (e per molti, purtroppo) ovvio, da cui parte Pier Luigi Battista nell’articolo uscito il 1° agosto sul Corriere della Sera, nel quale stigmatizza la tendenza degli intellettuali – anche del sottoscritto – a «suonare il piffero per le tirannie (purché lontane)», per esempio innamorandosi del regime «dispotico-populista» di Chávez. Con Battista farei volentieri una scommessa: che in termini percentuali, sugli …

Leggi tutto »

POLIZIOTTI BRITANNICI ADDESTRATI IN ISRAELE

“Operazione Kratos”: Le Unità Speciali della Polizia Metropolitana di Londra pronte ad adottare la politica “Spara Per Uccidere” DI MICHEL CHOSSUDOVSKY L’omicidio a sangue freddo di Jean Charles de Menezes nella stazione metropolitana “Stockwell” non è stato un incidente. La Polizia di Londra aveva già deciso in precedenza di attuare la politica “Spara per uccidere”: “una linea di condotta alquanto controversa e da usare solo nelle situazioni più estreme, per la cui attuazione però, la polizia si preparava già da …

Leggi tutto »

CHI HA PAURA DEL CHADOR

DI MASSIMO FINI Capisco ancora ancora il divieto di indossare il burqua, inserito nelle misure antiterrorismo del “pacchetto Pisanu”, trovo inaudito, liberticida, razzista e incostituzionale l’inasprimento delle pene, fino a due anni di galera, per la donna che porti il chador (e mi par grave che una cosa del genere sia prevista come reato, sia pur con pene molto più lievi, da una legge che risale addirittura al 1975). Perché il burqua copre il viso, il chador no. Per la …

Leggi tutto »

LE STRANE COINCIDENZE TRA LONDRA E l ' 11 SETTEMBRE

DI JOHN J. ALBANESE, POAC Nel riportare questi fatti ci sono tre punti chiave dell’attacco di Londra che sembrano particolarmente simili ad altrettanti fatti dell’attacco dell’undici settembre. Strane coincidenze numero 1 come per l’11 settembre, le bombe di Londra del 7 luglio 2005 sono esplose nel luogo esatto dove erano previste le “prove di allerta in caso di esplosione di bombe” quella stessa mattina. 11 settembre: programmate “prove di allerta in caso di caduta di aereo”. Da “Associated press” del …

Leggi tutto »

FERMATE L’ ORRORE DELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA FAME

Supportare il debito e’ una bella cosa, ma significa poco per un bambino che sta morendo di fame proprio adesso DI JAMES MORRIS Un orribile show si e’ perpetrato troppo al lungo sulla rappresentazione non-stop africana. Nelle passate 5 decadi ci sono state memorabili date in Nigeria, Etiopia, Somalia, Sudan ed attraverso l’ Africa meridionale. Oggi, la scena si svolge nel Niger. Le videocamere stanno roteando di nuovo ed i soliti protagonisti sono sotto i riflettori. I bambini da copertina …

Leggi tutto »

E IO SCELGO LA DEMOCRAZIA DI CHAVEZ

DI GIANNI VATTIMO Rimbambimento senile ormai neanche tanto anticipato? Oppure desiderio di rimanere, pateticamente e a tutti i costi, «giovane con i giovani», come dice qualcuno degli amici che si impegnano a «salvarmi da me stesso»? Insomma, il fatto è che ho partecipato alla «Prima settimana internazionale di filosofia del Venezuela» svoltasi a Caracas sotto gli auspici del Ministero della Cultura venezuelano, ossia del governo Chavez. Non solo: ho partecipato a una trasmissione televisiva, Alò Presidente, nella quale Hugo Chávez, …

Leggi tutto »

LA LOTTA DEI MAPUCHE AL GIORNO D'OGGI

Vladimir Painemal Morales intervistato da Derrick O’Keefe DI DERRICK O’KEEFE Il popolo dei Mapuche ha una storia lunga ed orgogliosa per quanto riguarda la resistenza nei confronti del colonialismo Oggi, sia lo stato Cileno che le multinazionali continuano ad operare per rubare le risorse dei Mapuche e per sottometterli. Vladimir Painemal Morales, un giovane leader dei Mapuche, ha terminato da poco un tour in Canada, dove ha tenuto delle conferenze. Si è incontrato con i Seven Oaks per discutere dei …

Leggi tutto »

IL LEGAME PAKISTANO: GLI ATTENTATORI LONDINESI

E IL WEBMASTER DI AL QAEDA Dove sono le mappe della metropolitana di Londra? DI MICHEL CHOSSUDOVSKY Gli investigatori britannici hanno scoperto che i “bombaroli” londinesi erano in contatto con un misterioso ingegnere pakistano, Mohammed Naeem Noor Khan, altrimenti noto come Abu Talha, che presumibilmente era coinvolto nei progetti di attacco, risalenti allo scorso anno, contro Wall Street, la Banca Mondiale ed il Fondo Monetario Internazionale. Recenti resoconti giornalistici suggeriscono che gli attacchi alla metropolitana londinese erano parte di un …

Leggi tutto »

IRAQ, LA GUERRA INVINCIBILE

L’avventura di Bush e i consigli del duca di Wellington DI PATRICK COCKBURN Il duca di Wellington, temendo l’aggressiva politica della Gran Bretagna e contro l’avventato intervento militare all’estero, una volta disse: «le grandi nazioni non fanno piccole guerre». Intendeva dire che conflitti limitati possono infliggere terribili sconfitte anche agli Stati più potenti. Avendo visto cosa una piccola guerra in Spagna aveva fatto a Napoleone, sapeva bene di cosa stava parlando. La guerra in Iraq assomiglia alla guerra dei Boeri …

Leggi tutto »

CERVI ABBAGLIATI DAI FARI

La ricerca della verità fa male, fa paura ed è pericolosa – ma è l’unica strada che vale la pena di percorrere DI JOHN KAMINSKI Magari mi sono già rintanato a sufficienza; al sicuro nella mia roulotte che fa acqua; barricato contro gli attacchi che verranno; isolato da catastrofi pianificate sempre più devastanti; preparato allo sbarramento biologico che i nostri padroni ci hanno riservato al fine di radunare questo inetto gregge umano e rendere la sua sciagurata esistenza ancora più …

Leggi tutto »

THE ANTI-EMPIRE REPORT N° 23

Alcune cose da sapere prima che il mondo finisca DI WILLIAM BLUM Londra, un’altra vittima della guerra contro il terrore Nel periodo precedente l’invasione USA dell’Iraq, da molte parti è venuto l’avvertimento del grande caos e della grande violenza a cui ciò avrebbe portato in varie parti del mondo, i molti nuovi antiamericani – terroristi e non – che sarebbero stati prodotti. Ma adesso penso si possa dire che le conseguenze sono state ancora peggiori di quanto annunciato. In Indonesia, …

Leggi tutto »

DEVE TORNARE IL ''RIVOLUZIONARIO'' S.FRANCESCO

DI MASSIMO FINI Da quando in Cina è cominciato il ‘miracolo economico’ i suicidi sono diventati la prima causa di morte fra i giovani (250mila l’anno, 850 ogni giorno, più tre milioni di tentati suicidi) e la terza fra gli adulti. Per quanto tarate su una popolazione di più di un miliardo di persone sono cifre spaventose che dovrebbero farci riflettere e allarmarci molto di più del fatto che i cinesi, col loro espansionismo, minacciano i nostri mercati e il …

Leggi tutto »

SI ESTREMIZZA IL CLIMA MONDIALE

DI MARIO CUELLAR Negli ultimi anni i fenomeni metereologici estremi hanno continuato ad aumentare. Il riscaldamento dell’atmosfera ed il conseguente cambio climatico ci portano sempre più verso un clima caratterizzato da questi fenomeni. Ecco alcuni esempi: Il maggior sbalzo climatico sulla Terra in un giorno Il maggior sbalzo climatico è stato registrato nel “polo freddo siberiano” ad est della Russia. La differenza di temperatura registrata a Verkhoyansk tra la minima e la massima è stata di 105° centigradi: da –68° …

Leggi tutto »