Davide

FERMATE L’ ORRORE DELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA FAME

Supportare il debito e’ una bella cosa, ma significa poco per un bambino che sta morendo di fame proprio adesso DI JAMES MORRIS Un orribile show si e’ perpetrato troppo al lungo sulla rappresentazione non-stop africana. Nelle passate 5 decadi ci sono state memorabili date in Nigeria, Etiopia, Somalia, Sudan ed attraverso l’ Africa meridionale. Oggi, la scena si svolge nel Niger. Le videocamere stanno roteando di nuovo ed i soliti protagonisti sono sotto i riflettori. I bambini da copertina …

Leggi tutto »

E IO SCELGO LA DEMOCRAZIA DI CHAVEZ

DI GIANNI VATTIMO Rimbambimento senile ormai neanche tanto anticipato? Oppure desiderio di rimanere, pateticamente e a tutti i costi, «giovane con i giovani», come dice qualcuno degli amici che si impegnano a «salvarmi da me stesso»? Insomma, il fatto è che ho partecipato alla «Prima settimana internazionale di filosofia del Venezuela» svoltasi a Caracas sotto gli auspici del Ministero della Cultura venezuelano, ossia del governo Chavez. Non solo: ho partecipato a una trasmissione televisiva, Alò Presidente, nella quale Hugo Chávez, …

Leggi tutto »

LA LOTTA DEI MAPUCHE AL GIORNO D'OGGI

Vladimir Painemal Morales intervistato da Derrick O’Keefe DI DERRICK O’KEEFE Il popolo dei Mapuche ha una storia lunga ed orgogliosa per quanto riguarda la resistenza nei confronti del colonialismo Oggi, sia lo stato Cileno che le multinazionali continuano ad operare per rubare le risorse dei Mapuche e per sottometterli. Vladimir Painemal Morales, un giovane leader dei Mapuche, ha terminato da poco un tour in Canada, dove ha tenuto delle conferenze. Si è incontrato con i Seven Oaks per discutere dei …

Leggi tutto »

IL LEGAME PAKISTANO: GLI ATTENTATORI LONDINESI

E IL WEBMASTER DI AL QAEDA Dove sono le mappe della metropolitana di Londra? DI MICHEL CHOSSUDOVSKY Gli investigatori britannici hanno scoperto che i “bombaroli” londinesi erano in contatto con un misterioso ingegnere pakistano, Mohammed Naeem Noor Khan, altrimenti noto come Abu Talha, che presumibilmente era coinvolto nei progetti di attacco, risalenti allo scorso anno, contro Wall Street, la Banca Mondiale ed il Fondo Monetario Internazionale. Recenti resoconti giornalistici suggeriscono che gli attacchi alla metropolitana londinese erano parte di un …

Leggi tutto »

IRAQ, LA GUERRA INVINCIBILE

L’avventura di Bush e i consigli del duca di Wellington DI PATRICK COCKBURN Il duca di Wellington, temendo l’aggressiva politica della Gran Bretagna e contro l’avventato intervento militare all’estero, una volta disse: «le grandi nazioni non fanno piccole guerre». Intendeva dire che conflitti limitati possono infliggere terribili sconfitte anche agli Stati più potenti. Avendo visto cosa una piccola guerra in Spagna aveva fatto a Napoleone, sapeva bene di cosa stava parlando. La guerra in Iraq assomiglia alla guerra dei Boeri …

Leggi tutto »

CERVI ABBAGLIATI DAI FARI

La ricerca della verità fa male, fa paura ed è pericolosa – ma è l’unica strada che vale la pena di percorrere DI JOHN KAMINSKI Magari mi sono già rintanato a sufficienza; al sicuro nella mia roulotte che fa acqua; barricato contro gli attacchi che verranno; isolato da catastrofi pianificate sempre più devastanti; preparato allo sbarramento biologico che i nostri padroni ci hanno riservato al fine di radunare questo inetto gregge umano e rendere la sua sciagurata esistenza ancora più …

Leggi tutto »

THE ANTI-EMPIRE REPORT N° 23

Alcune cose da sapere prima che il mondo finisca DI WILLIAM BLUM Londra, un’altra vittima della guerra contro il terrore Nel periodo precedente l’invasione USA dell’Iraq, da molte parti è venuto l’avvertimento del grande caos e della grande violenza a cui ciò avrebbe portato in varie parti del mondo, i molti nuovi antiamericani – terroristi e non – che sarebbero stati prodotti. Ma adesso penso si possa dire che le conseguenze sono state ancora peggiori di quanto annunciato. In Indonesia, …

Leggi tutto »

DEVE TORNARE IL ''RIVOLUZIONARIO'' S.FRANCESCO

DI MASSIMO FINI Da quando in Cina è cominciato il ‘miracolo economico’ i suicidi sono diventati la prima causa di morte fra i giovani (250mila l’anno, 850 ogni giorno, più tre milioni di tentati suicidi) e la terza fra gli adulti. Per quanto tarate su una popolazione di più di un miliardo di persone sono cifre spaventose che dovrebbero farci riflettere e allarmarci molto di più del fatto che i cinesi, col loro espansionismo, minacciano i nostri mercati e il …

Leggi tutto »

SI ESTREMIZZA IL CLIMA MONDIALE

DI MARIO CUELLAR Negli ultimi anni i fenomeni metereologici estremi hanno continuato ad aumentare. Il riscaldamento dell’atmosfera ed il conseguente cambio climatico ci portano sempre più verso un clima caratterizzato da questi fenomeni. Ecco alcuni esempi: Il maggior sbalzo climatico sulla Terra in un giorno Il maggior sbalzo climatico è stato registrato nel “polo freddo siberiano” ad est della Russia. La differenza di temperatura registrata a Verkhoyansk tra la minima e la massima è stata di 105° centigradi: da –68° …

Leggi tutto »

LE BOMBE DI TONY BLAIR, PREMIER INADATTO

DI JOHN PILGER Gli ultimi attentati di Londra hanno evidenziato una verità fondamentale che lotta per emergere. Qui e là qualcuno ha rotto il silenzio, come un abitante dell’est londinese che è andato davanti a una troupe della Cnn mentre il corrispondente ripeteva le sue banalità. «L’Iraq!» ha detto. «Abbiamo invaso l’Iraq e cosa ci aspettavamo? Avanti, lo dica.» Il parlamentare scozzese Alex Salmond ha cercato di dirlo alla Bbc radio. Gli è stato risposto che le sue parole erano …

Leggi tutto »

LA TEORIA DELLA ''BOMBA MAGICA''

DI MARK FAULK Questa è una storia di terroristi che scompaiono, borse che non esistono, indagini raffazzonate, ma soprattutto, questa è una storia di bombe magiche. E’ la puntata pilota di Crime Scene Investigation. E’ la legge di base della fisica. E’ così elementare, mio caro Watson, che anche un ballerino – sconvolto dallo shock di essersi seduto proprio davanti al sedile in cui una delle bombe fu piazzata due settimane fa, in un treno del Tube – potrebbe capirlo. …

Leggi tutto »

CUI PRODEST ?

DI MAURIZIO BLONDET Tenere la mente fredda fra stragi e bombe è difficile. E’ umano non sottrarsi all’allarme, al panico, alla sensazione che tutti e ciascuno di noi siamo bersaglio di un potere invisibile e irrazionale: i kamikaze, l’odio che esprimono verso tutti, provoca una sorta di cecità volontaria. Ogni tentativo di ragionare e distinguere, in questi momenti, viene sentito come un “rompere il fronte” dell’Occidente. Come un tradimento, un accordo col nemico. E così, è vietato formulare la domanda …

Leggi tutto »

Nella società dei quattro giganti

DI ALEX Ho visto il presente! Ho visto la realtà che mi circonda! Una società fondata su stereotipi, sull’elogio dell’ignoranza, in cui si basa la propria vita, la propria “morale”, su quel mostro di nuovi valori plasmato dai creatori degli uomini. No, non siamo nel mondo nuovo di Huxley, non viviamo nella società dell’assenza di libertà del Grande Fratello di Orwell. Siamo in una società democratica in cui è garantita la libertà di opinione ed è protetta con le forze …

Leggi tutto »

I BATTAGLIONI FANTASMA DELL'IRAQ

DI PATRICK COCKBURN Una marea di corruzione potrebbe far sì che l’esercito e la polizia Irachene finiranno per essere troppo poche e armate troppo poveramente per poter essere in grado di sostituire le forze Americane e quelle Britanniche che combattono gli insorgenti anti-governativi. Questo potrebbe frustrare i piani di Washington e Londra riguardanti la riduzione delle proprie forze armate in Iraq. Le forze armate Irachene sono piene di “battaglioni fantasma” nei quali gli ufficiali intascano la paga di soldati che …

Leggi tutto »

L'AGONIA IRACHENA

AMY GOODMAN (DEMOCRACY NOW!) INTERVISTA DAHR JAMAIL Gi ospedali iracheni sotto l’occupazione, le compagnie che fanno profitti sulla guerra e la “fuga di cervelli” dall’Iraq Prefazione (Dagli ‘Iraq Dispatches’, la newsletter di Dahr Jamail) Appena tornato dalla sessione finale del Tribunale Mondiale sull’Iraq, ad Istanbul, dove ha testimoniato, Dahr Jamail ha condiviso con Amy Goodman le sue informazioni e le sue prospettive sull’occupazione statunitense dell’Iraq. In questa eccellente intervista di 20 minuti, Dahr ed Amy discutono della mancanza di informazione …

Leggi tutto »

''VOGLIONO DISTRUGGERE LA CIVILTA' OCCIDENTALE''

DI KELEBEK “Vogliono distruggere la civiltà occidentale” Fatelo dire anche a me una volta. E – credo – a ragione. La democrazia è il valore dichiarato su cui si fondano i paesi europei da alcuni secoli. In democrazia, si può votare a intervalli regolari. Siccome hanno fatto un sistema che ti permette di scegliere solo tra due partiti quasi identici, e io non faccio politica, calcio o cabaret a livello professionale, questo aspetto mi interessa relativamente poco. Ci sono però …

Leggi tutto »

ANCORA NON CI RENDIAMO CONTO DI QUANTO CI MANCHERA' JOE VIALLS

DI JOHN KAMINSKI Joe Vialls potrebbe benissimo risultare lo scrittore più importante che sia finora apparso in rete. Grazie alle sue sorprendenti connessioni col mondo dell’intelligence e la sua profonda conoscenza della minaccia globale sionista, Joe era in grado di fare acute analisi e di predire il probabile corso degli eventi mondiali in questi tempi difficili, a un tale stupefacente livello da spaventare funzionari di governo corrotti e spiazzare giornalisti compromessi col potere in tutto il mondo.

Leggi tutto »

IRAQ, TERRA DI NESSUNO

DI MASSIMO FINI «Il problema chiave è che il nostro governo ha gestito le politiche di lotta al terrorismo spalla a spalla con gli Stati Uniti, non nel senso di un eguale potere decisionale, ma piuttosto come un passeggero sul sedile posteriore costretto a lasciare ogni iniziativa all’alleato che tiene il volante in mano… Il supporto e la partecipazione alla guerra in Afghanistan e in Iraq hanno senza dubbio aumentato a dismisura la minaccia terroristica». Non sono parole di Fausto …

Leggi tutto »

FORTUNE COSTRUITE SULLE BOMBE

DI LOUISE ARMITSTEAD E RICHARD FLETCHER Migliaia di investitori si sono uniti alle istituzioni finanziarie per fare milioni di sterline sfruttando il breve crollo dei prezzi delle azioni seguito agli attacchi terroristici di Londra la scorsa settimana. É stato il giorno di maggior contrattazione degli ultimi due anni. La Borsa di Londra afferma che il giovedì furono cambiati titoli per 4,75 miliardi, a fronte di una media giornaliera del recente passato di 3,1 miliardi. BP e Vodafone sono state tra …

Leggi tutto »

DA LONDRA ALLA FALLACI

DI MAURIZIO BLONDET I lettori dovrebbero ormai avere abbastanza elementi per formarsi un giudizio sull’attentato islamista di Londra. Ricordiamoli: i quattro giovani attentatori hanno preso a nolo due auto per arrivare dalle loro abitazioni (Leeds, per tre di loro) fino a Luton, estremo sobborgo a nord di Londra. Qui, hanno preso il treno suburbano Thameslink, che li ha portati nel centro della capitale (a King’s Cross). Ebbene: hanno acquistato un biglietto di “andata e ritorno”. E non hanno abbandonato le …

Leggi tutto »

IL PATTO INDIGESTO

DI GIULIETTO CHIESA Sì, Berlusconi è cotto, i topi abbandonano la nave. Il problema è chi verrà dopo di lui e come se ne andrà. Cioè dove andrà. Dopo Londra (ma anche prima) in molti avevano la sensazione che l’Italia stesse imbarcandosi per un giro sulle montagne russe. Pensavamo che si sarebbe ballato, rollato, beccheggiato. Adesso ne siamo certi. E una nave scassata come questa Italia potrebbe rovesciarsi. Come minimo c’è il rischio che qualcuno cada in mare, sbalzato da …

Leggi tutto »

CI SIAMO CREATI LE FORZE DEL MALE

DI MASSIMO FINI Ho seguito le vicende di questi ultimi giorni, il «Live 8», il vertice G8 a Gleneagles e poi i drammatici attentati terroristi di Londra, da un luogo vicinissimo e insieme lontanissimo dell’Europa, la Corsica, isola tendenzialmente indipendentista dove pochissimo ci si interessa delle vicende del Vecchio Continente e quasi nulla della stessa Francia di cui pur formalmente fa parte. Credo però che una certa distanza, ciò che i francesi chiamano «recul» ad indicare la giusta posizione, né …

Leggi tutto »

SPERIMENTAZIONE ANIMALE: SCIENZA O FINZIONE ?

Esponenti parlamentari, medici professionisti e scienziati uniti nel chiedere una valutazione accurata sull’utilità della vivisezione DI KATHY ARCHIBALD La maggior parte di noi sa che il cancro, le malattie cardiache e l’ictus sono le principali cause di morte in Occidente. Ma molte persone sarebbero sorprese di sapere qual è l’altro più grande fattore di mortalità: gli effetti collaterali dei farmaci prescritti dai medici. Le reazioni allergiche ai farmaci uccidono più di 10,000 persone l’anno in Gran Bretagna (e più di …

Leggi tutto »

L'INCIVILE RICCHEZZA DELL'ITALIA IN VACANZA

DI MAURIZIO MAGGIANI Ci spiaccicano su grafici ormai da settimane, chi di dovere non se ne capacita o se ne fa una ragione, e l’uno e l’altro proclamano qualcosa in merito un giorno via l’altro, noi ne soffriamo ormai da un bel pezzo in perfetto silenzio. Il tema è: ma questo Paese è un Paese ricco o un Paese povero? Da come la vedo io è un Paese miserabile, un Paese di miserabile ricchezza e di miserabile povertà. Un Paese …

Leggi tutto »

LA FUTURA CRISI PETROLIFERA SAUDITA

Sfide in un mondo di scarsità di petrolio DI MATTHEW R. SIMMONS Dato che il petrolio sta scarseggiando, il suo uso dovra’ essere in un modo o nell’altro, razionato. Ci sono vari modi per assegnare l’uso del petrolio e dirigerlo verso applicazioni piu’ utili. Ma realizzare un piano cosi’ razionale richiede uno sforzo paese per paese ben orchestrato e globale. Lasciato a se stesso, un tale processo presto si trasformerebbe in un autentico caos . L’economia globale puo’ funzionare dopo …

Leggi tutto »

L'AMERICA CHE CI PIACE

DI ALAIN DE BENOIST In alcuni ambiti , si sta svolgendo un dibattito, a volte anche un po’ ridicolo e confuso, sulla questione di sapere chi è “il principale nemico”. Quelli che partecipano a questo dibattito, commettono regolarmente due errori. Il primo consiste a credere che il principale nemico è quello che detestiamo di più, quello di cui ci si sente il più lontano o con il quale abbiamo poche affinità. Errore di metodo che Mao Zedong, al suo tempo, …

Leggi tutto »

IL RAPPORTO DELLA COMMISSIONE SULL'11 SETTEMBRE: UNA BUGIA DI 571 PAGINE

DI DAVID RAY GRIFFIN Commentando il mio secondo libro sull’11 settembre, “the 9/11 commission report: Omissions and Distortions”, ho detto spesso, scherzando solo per metà, che un titolo migliore sarebbe stato “una bugia lunga 571 pagine” (ai tempi, dicevo “una bugia lunga 567 pagine”, perché dimenticavo di contare le 4 pagine di prefazione). Costruendo questa affermazione, uno dei miei punti è stato che l’intero rapporto è costruito a supporto di un’enorme bugia: che la storia ufficiale riguardo l’11 settembre sia …

Leggi tutto »

LIVE 8: L’ IMPERIALISMO REALIZZA UN ATTACCO IDEOLOGICO SU LARGA SCALA

CONTRO IL MOVIMENTO ANTIGLOBAL “E’ stato il maggior evento musicale delle storia”, probabilmente, il più grande attacco ideologico al movimento anticapitalista internazionale dal Rinascimento a metà e fine della decade degli anni ’90” DI ROBERTO DELGADO Centomila persone hanno accolto sabato 2 luglio i 10 concerti celebrati in nove paesi, coincidenti con le riunioni che i leader degli 8 paesi più ricchi del mondo, hanno realizzato nei pressi di Edimburgo, Scozia, tra il 6 e l’8 Tokio (Giappone) ha aperto …

Leggi tutto »

NUOVE PROVE PUNTANO AGLI STATI UNITI

DI DAHR JAMAIL Nuove prove sui crimini di guerra degli Stati Uniti e sulle violazione del diritto internazionale sono state presentate alla sessione finale del tribunale mondiale sull’Iraq durante le udienze a Istanbul, questo lunedì. Il tribunale mondiale sull’Iraq (World Tribunal on Iraq, WTI) è una ‘corte delle persone’ istituita da accademici, attivisti per i diritti umani e organizzazioni non governative per avere una prospettiva indipendente sull’invasione e l’occupazione dell’Iraq da parte degli Stati Uniti e delle altre potenze occupanti, …

Leggi tutto »

ASCOLTA SI FA PERA

Trasformismi DI MARCO TRAVAGLIO Ogni volta che il ragionier Marcello Pera, inopinatamente presidente del Senato, apre bocca, il pensiero corre disperato al suo ruolo di seconda carica dello Stato. E al fatto che, se il capo dello Stato sta poco bene, gli subentra Pera. La qual cosa accresce smisuratamente il valore della salute di Ciampi. Ieri il cosiddetto filosofo era a Madrid per arringare una sparuta pattuglia di incolpevoli studenti spagnoli sui presunti crimini del loro presidente del Consiglio, che …

Leggi tutto »