Home / Notizie dal Mondo / Quel che i media non dicono sulle prove missilistiche della Corea del Nord
A missile is launched during a long and medium-range ballistic rocket launch drill in this undated photo released by North Korea's Korean Central News Agency (KCNA) in Pyongyang on August 30, 2017. KCNA/via REUTERS ATTENTION EDITORS - THIS IMAGE WAS PROVIDED BY A THIRD PARTY. REUTERS IS UNABLE TO INDEPENDENTLY VERIFY THIS IMAGE. SOUTH KOREA OUT. NO THIRD PARTY SALES. NOT FOR USE BY REUTERS THIRD PARTY DISTRIBUTORS. TPX IMAGES OF THE DAY

Quel che i media non dicono sulle prove missilistiche della Corea del Nord

DI MIKE WHITNEY

counterpunch.org

Lunedì scorso, la RPDC ha lanciato un missile balistico Hwasong-12 su Hokkaido. Il missile è atterrato nelle acque oltre l’isola, non provocando danni.

I media hanno immediatamente condannato la prova come un “atto audace e provocatorio”, una prova del disprezzo del Nord contro le risoluzioni ONU e contro “i suoi vicini”. Trump ha duramente criticato i test dicendo:

“Azioni minacciose e destabilizzanti non fanno altro che aumentare l’isolamento del regime nordcoreano, nella regione e nel mondo. A questo punto, tutte le opzioni sono sul tavolo”.

Quel che i media non hanno menzionato è che nelle ultime tre settimane Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti hanno compiuto grandi esercitazioni militari ad Hokkaido ed in Corea del Sud. Questi giochi di guerra, inutilmente provocatori, vogliono simulare un’invasione della Corea del Nord ed un conseguente regime change (leggi: uccidere). Kim Jong-un ha ripetutamente chiesto agli americani di porre fine a questi esercizi militari, ma gli altri hanno rifiutato. Gli Stati Uniti si riservano il diritto di minacciare chiunque, in qualunque momento ed in qualsiasi luogo, anche in casa altrui. È quel che li rende eccezionali. Leggete questo estratto da un articolo di Fox News:

“Più di 3.500 truppe americane e giapponesi hanno dato inizio ad un esercizio militare congiunto contro l’eventualità di una Nord Corea ancor più minacciosa. L’esercitazione, nota come Northern Viper 17, avrà luogo ad Hokkaido, la principale isola settentrionale del Giappone, e durerà fino al 28 agosto…”.

“Stiamo migliorando la nostra preparazione non solo in àmbito aereo, ma anche come team di supporto logistico”, ha dichiarato in un comunicato il colonnello R. Scott Jobe, comandante della 35esima Fighter Wing. “Siamo in posizione privilegiata in caso di bisogno e questo esercizio ci preparerà nel caso in cui si verifichi effettivamente uno scenario di conflitto” (“Truppe giapponesi ed americane iniziano un’esercitazione militare congiunta stante la minaccia della Corea del Nord”, Fox News).

Il test missilistico di lunedì (che ha sorvolato l’isola di Hokkaido) è stato condotto poche ore dopo la fine dei giochi di guerra. Il messaggio era chiaro: il Nord non verrà pubblicamente umiliato senza risposta. Invece di mostrare debolezza, la Corea ha dimostrato di esser pronta a difendersi contro l’aggressione straniera. In altre parole, il test NON è stato un “atto audace e provocatorio” (come i media hanno affermato), ma una risposta modesta e ben ponderata da parte di un paese che ha vissuto 64 anni di prepotenze, sanzioni, demonizzazioni e sconvolgimenti da Washington. Il Nord ha risposto perché le azioni del governo americano richiedevano una risposta. Fine della storia.

E lo stesso vale per i tre missili balistici a corto raggio che il Nord ha testato la scorsa settimana (due dei quali apparentemente sono scomparsi poco dopo il lancio). Questi test sono stati una risposta alle tre settimane di esercitazioni militari in Sud Corea che hanno coinvolto 75.000 truppe di combattimento, accompagnate da centinaia di carri armati, mezzi da sbarco, una flottiglia navale al completo e sorvoli di squadroni di combattenti e bombardieri strategici. Il Nord avrebbe dovuto restare con le mani in mano mentre questa mostruosa esibizione di forza bruta militare avveniva proprio sotto il suo naso???

Ovviamente no. Immaginate se la Russia avesse intrapreso un’operazione simile al di là del confine in Messico, e la sua flotta avesse condotto esercizi “live fire” 5 km fuori della baia di San Francisco. Quale pensate sarebbe stata la reazione di Trump?

Avrebbe spazzato via quelle navi in un battibaleno, no?

Perché dunque il doppio standard quando si tratta di Corea del Nord?

La NK dovrebbe essere applaudita per aver dimostrato di non esser intimidita. Kim sa che qualsiasi scontro con gli Stati Uniti finirebbe male, ma ciononostante non si è fatto mettere all’angolo dai bulli della Casa Bianca. Bravo, Kim.

A proposito, la risposta di Trump ai test missilistici di lunedì è stata a malapena riportata dai media mainstream. Ecco cos’è successo due giorni dopo:

Mercoledì, un gruppo americano di fighter F-35B ed F-15 e di bombardieri B-1B ha condotto operazioni militari su un campo d’esercitazioni ad est di Seoul. I B-1B, che sono bombardieri nucleari a bassa quota, hanno sganciato le loro bombe sul sito e poi sono ritornate alla loro base. Lo spettacolino era un messaggio per Pyongyang: Washington non è contenta dei test dei suoi missili balistici ed è disposta ad usare armi nucleari in caso di bisogno.

D.C. è dunque disposta a bombardare il Nord se non riga dritto?

Sembra proprio così, ma chi lo sa davvero? In ogni caso Kim non ha altra scelta che restare sulle proprie posizioni. Se mostra qualche segno di debolezza, sa che finirà come Saddam e Gheddafi. E questo, naturalmente, è ciò che guida la retorica aggressiva del dittatore; il Nord vuole evitare lo scenario di Gheddafi a tutti i costi. E comunque, il motivo per cui Kim ha minacciato di lanciare missili nelle acque che circondano Guam è perché Guam è la casa della base aerea militare di Anderson, il punto di origine dei bombardieri con capacità nucleare B-1B che da qualche tempo compiono pericolosi sorvoli della penisola coreana. Il Nord sente di dover rispondere a quella minaccia.

Non sarebbe d’aiuto se i media accennassero a questo fatto? Oppure si confa maggiormente alla loro agenda far sembrare che Kim stia dando di matto, abbaiando ai “totalmente innocenti” Stati Uniti, un paese che cerca solo di preservare la pace ovunque va?

Ma per favore!

È così difficile trovare qualcosa nei media che non rifletta la parzialità e l’ostilità di Washington. A sorpresa, c’era un articolo abbastanza decente su CBS News la scorsa settimana, scritto da un ex agente dell’intelligence occidentale con decenni di esperienza in Asia. È l’unico articolo che ho trovato che spiega con precisione cosa stia realmente accadendo aldilà della propaganda. Ecco qua:

“Prima dell’inaugurazione di Trump, la Corea ha fatto sapere di essere disposta a dare alla nuova amministrazione americana il tempo per rivedere la propria politica e fare meglio di Obama. L’unica cosa era che se gli Stati Uniti fossero andati avanti con i loro esercizi congiunti con la Corea del Sud, il Nord avrebbe fortemente reagito.

Gli americani li hanno fatti e quindi i nordcoreani hanno reagito.

Ci sono stati degli abboccamenti nel dietro le quinte, ma non si è riusciti a farli decollare. In aprile, Kim ha lanciato nuovi missili come avvertimento, senza alcun effetto. Il regime ha lanciato i nuovi sistemi, uno dopo l’altro. L’approccio di Washington non è tuttavia cambiato”. (“Analisi: il punto di vista di Pyongyang sulla crisi Corea del Nord-U.S.A.”, CBS News).

Okay, quindi adesso sappiamo la verità: il Nord ha fatto del proprio meglio ma senza risultati, soprattutto perché Washington non vuole negoziare, preferirebbe minacciare (Russia e Cina), aumentare l’embargo e minacciare la guerra. Questa è la soluzione di Trump. Ecco di più dallo stesso pezzo:

“Il 4 luglio, dopo il primo lancio di ICBM della Corea andato a buon fine, Kim ha fatto sapere che il Nord è disposto a mettere “da parte” i programmi nucleari e missilistici se gli americani cambiassero il proprio approccio.

Gli Stati Uniti non l’hanno fatto, quindi il Nord ha lanciato un altro ICBM, un palese segnale. Tuttavia, altri bombardieri B-1 hanno sorvolato la penisola ed il Consiglio di Sicurezza ONU ha approvato nuove sanzioni” (CBS News).

Quindi il Nord era pronto a negoziare, ma gli U.S.A. no. Kim probabilmente ha sentito dire che Trump era un buon negoziatore ed ha pensato di poterci trovare qualche accordo. Ma non è accaduto. Trump si è rivelato una bufala più grande di Obama, il che non è cosa da poco. Non solo si rifiuta di negoziare, ma fa anche minacce bellicose quasi ogni giorno. Questo non è ciò che il Nord si aspettava. Loro si aspettavano un leader “non interventista”, aperto ad un compromesso.

La situazione attuale ha lasciato Kim senza molte opzioni. Può terminare il proprio programma missilistico, o aumentare la frequenza dei test e sperare che questi aprano la strada ai negoziati. Evidentemente ha scelto quest’ultima opzione.

Ha fatto una cattiva scelta?

Forse.

È una scelta razionale?

Sì.

Il Nord sta scommettendo che i propri programmi nucleari saranno preziose carte da giocare nei futuri negoziati con gli Stati Uniti. Non vuole bombardare la west coast. Sarebbe ridicolo! Non farebbe raggiungere alcun obiettivo. Quel che vogliono è salvaguardare il regime, procurarsi garanzie di sicurezza da Washington, sollevare l’embargo, normalizzare i rapporti con il Sud, cacciare gli americani dagli affari politici della penisola e (speriamo) porre fine all’irritante invasione yankee che dura da 64 anni.

In pratica: il Nord è pronto. Vuole negoziati. Vuole porre fine alla guerra. Vuole mettersi alle spalle tutto questo incubo e continuare con la propria vita. Ma Washington non glielo permette perché a lei lo status quo piace. Vuole essere permanententemente presente in Corea del Sud, per poter circondare Russia e Cina con i sistemi missilistici ed ampliare la propria presa geopolitica portando il mondo più vicino all’armageddon nucleare.

Questo è ciò che vuole e per questo continuerà ad esserci crisi nella penisola.

Mike Whitney

Fonte: www.counterpunch.org

LInk: https://www.counterpunch.org/2017/09/04/what-the-media-isnt-telling-you-about-north-koreas-missile-tests/

4.09.2017

 

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di HMG

Pubblicato da Davide

  • Mario Poillucci

    Certamente ciò che provoca più fastidio, disgusto e repulsione è sentire un americano catalogare altra nazione fra gli ”stati canaglia”! Ci vuole un’immensa e puzzolente facciaccia di culo! Certo che Kim non è un gentiluomo e farebbe ottima figura su di un vassoio, ben cotto e con una mela in bocca ma il pianeta troverebbe gran giovamento dalla scomparsa simultanea di stati uniti, israele, emirati! Una ”triade” di mascalzoni!

    • Sandrokan

      Sottoscrivo e aggiungerei l’Inghilterra alla triade, che a questo punto diventerebbe quadriade.

      • Mario Poillucci

        Ovviamente non intendevo affatto escludere gli inglesi tantomeno i francesi senza trascurare i soliti italioti nati servi, schiavi, zitti e muti e spaventosamente indecorosi! Non riesco a dimenticare silvietto che bacia deferente ed ossequioso la mano di Al Gheddafi e, poi, non si è ribellato, non ha mosso un dito! Che schifo! Che vergogna! Che scandalo!!

        • Cataldo

          Veramente il Berlusca ci aveva anche provato, ma le sue azioni in borsa hanno iniziato a scendere del 4% al giorno, ed i figli lo hanno praticamente interdetto sul piano economico e l’Emerito N lo ha esautorato sul piano politico con l’aiuto dei media tutti. Non potevamo aspettarci atti eroici da B.

    • Postadelmaga

      ti sei dimenticato solo dell’europa che segue la triede del male in tutte le sue malefatte

  • Mario Vincenti

    Il problema per Kim e’ che questi lanci secondo l’articolista motivati stanno cominciando ad irritare anche la Cina e la Russia che gia’ in passato non hanno mostrato grosse simpatie per lo ziocida: la Cina e’ solitamente un paese molto cauto in politica estera, ma potrebbe fare un’eccezione per liberarsi di uno scomodo vicino. Per non parlare di Putin che non sembra tipo da accettare provocazioni senza reagire. Con tre nemici di questo calibro politico e militare, senza entrare nel merito di chi abbia torto o ragione, continuo a credere che il lancio di missili non sia il metodo piu’ lungimirante per risolvere il problema.

    • televisione falsa

      Guarda che la Corea del Nord ce l’ha solo con gli USA il loro nemico sono solo gli USA, l’ha detto chiaramente Kim, gli USA sono nel torto perché se ne devono stare a casa loro , se gli USA se ne stanno a casa loro la Corea del Nord smette di lanciare missili e fare test nucleari , dopotutto visto che assassini criminali e terroristi sono gli USA kim ha ragione a comportarsi così …è l’unico modo per farsi rispettare , avere la tonica è l’unico modo per farsi rispettare in questo mondo

      • Mario Vincenti

        Gia’ ma nel fare questo sta pesantemente infastidendo altri paesi, sta correndo sul filo del rasoio.

    • Glock

      La posizione della Cina e della Russia sono molto chiare: Che la NK sospenda le esercitazioni nucleari e che gli USA e alleati, contestualmente, sospendano le esercitazioni congiunte. Che è quanto la NK ha sempre chiesto. Il problema è che gli USA non vogliono sospendere un bel nulla. Senza un impegno anche minimo degli USA su questo punto non c’è possibilità di dialogo e le richieste di Trump alla Cina perchè imponga alla NK il disarmo unilaterale suonano come un’ingiunzione. Che la Cina si riduca ad obbedire agli ordini di un Presidente americano mi sembra molto, molto strano. Putin ha già detto che di guerra non vuol sentir parlare.

      • Mario Vincenti

        Non e’ questione che cedano o meno alle pressioni di Trump: il problema e’ che a Cina e Russia non fa certo piacere avere come vicino un esaltato che lancia razzi sugli altri paesi. Kim ha firmato la propria condanna a morte, tempo sei mesi e sara’ eliminato con una false flag operations.

  • concetta tagliamonte

    tempo fa’ ho letto un articolo dove spiegava la storia delle esercitazioni USA

    le fanno sempre nel periodo della raccolta del riso , essendo il NK economicamente basato sull’agricoltura in questo periodo dell’anno ha bisogno di tutta la forza lavoro per garantirsi le provvigioni alimentari dell’anno , visto che il raccolto avviene una volta l’anno e viste le sanzioni

    quindi per proteggersi e risparmiare sugli armamentii convenzionali sta attuando questa strategia

    questo e’ quanto ho letto , ma non ricordo piu’ dove ho trovato l’articolo ,

    • Glock

      Esatto. Le esercitazioni congiunte non sono uno scherzo. Per la NK costituiscono un problema enorme. Senza l’atomica per rispondere alle prove di invasione USA/SK/JP dovrebbero OGNI VOLTA richiamare alle armi l’intera forza-lavoro, precipitando il paese in una crisi alimentare e, successivamente, nella bancarotta. La scelta nucleare per la NK non solo è giustificata, è l’unica economicamente sostenibile. A meno che sia giusto negare a un paese il diritto di esistere e di avere una politica indipendente dai desideri dell’Amministrazione USA. Israele si è dotata di un arsenale nucleare (Illegale secondo i trattati internazionali) con giustificazioni molto meno serie di quelle della NK. Non mi risulta, infatti, che ci siano stati che facciano ogni anno esercitazioni militari in cui simulano l’invasione di Israele e l’assassinio di Netanyahu, la sicurezza dello stato ebraico è minacciata (per modo di dire) soltanto dalla sua determinazione a proseguire nell’occupazione e nell’annessione di territori non suoi, cosa con il malcelato incoraggiamento dell’occidente intero.

  • FTaddei

    Quindi stiamo fondamentalmente giustificando un dittatore sanguinario dotato di arma nucleare. Se non avesse mai intrapreso alcun programma nucleare, se avesse cercato il dialogo fin dall’inizio del suo “mandato” con i fratelli del sud, se avesse cercato di migliorare le condizioni della popolazione sviluppando un sano import-export con il resto del mondo, queste sarebbero state scelte razionali e condivisibili. Non le follie post-comuniste che alcuni ex soviet cercano di difendere tuttora a spada tratta.

    • Steel Rust

      “Quindi stiamo fondamentalmente giustificando un dittatore sanguinario dotato di arma nucleare.”

      In pratica stai parlando del tipico Presidente degli Stati Corporati d’America…

    • Cataldo

      Ad oggi i principali “sanguinari” sono presidenti eletti democraticamente, che firmano ordini di assassinio giornalieri senza nemmeno passare per una parvenza di tribunale, come fanno i “dittatori sanguinari”.

      • FTaddei

        Sicuramente è come affermi tu, però allora mi chiedo: come mai se molte persone hanno tali (leggittime) opinioni sulla nostra civiltà, non emigrano in Russia, Cina, o Nord Corea?

        • Toni Mona

          mi sa che presto se vorrai trovare un lavoro e una vita dignitosa
          tocchera anche a te a emigrare in questi paesi come molti hanno gia fatto!!

          • FTaddei

            E’ possibile, spero di trovarti già la! 🙂

        • crunch

          ma che significa? e’ ora di finirla con sta storia, emigra tu negli USA, io ho tutta la mia vita qui e lotto per cambiare le condizioni di vita QUI, e’ un delitto chiedere di cambiare le cose? se la maggioranza della gente la pensa diversamente da me io lottero’ affinche diventi una minoranza, ma lo faro’ qui perche questa e’ casa mia, il mio paese e voglio che prima o poi questo paese migliori, secondo il mio punto di vista…punto

          • Davide

            Concordo, a provare a non cambiarlo, alla fine il mondo cambia te !!!

        • Cataldo

          Sto facendo progressi con il cirillico, intanto, e la nostra famiglia ha gia in casa un madrelingua russo … ci stiamo attrezzando 🙂 hai visto mai mi dovesse toccare di chiedere asilo politico in Russia, il livello della repressione interna del senso critico e del dissenso politico è in aumento continuo, e non si vedono i famosi “anticorpi” democratici all’opera.

        • Valerio

          Condivido il pensiero di FTaddei.. Per quanto riguarda Crunch fai bene a lottare per le tue condizioni qua.. ma difendere la korea non migliora di sicuro la nostra vita in italia 🙂

      • televisione falsa

        Oggi i principali sanguinari sono USA, Israele, UE

        • fastidioso

          Errore !
          I principali sanguinari sono usa e israele.
          UE sono gli ascari schiavi !
          Trump ha detto che i missilidi King Kong possono raggiungere Parigi. Secondo me vuol dire all’ue : “Preparatevi che ci (vi) attende un’altra esportazione di democrazia! “

          • televisione falsa

            il missile lo lanciano su parigi gli USA e poi dicono che e’ stato kim , cosi hanno la giustificazione a fare la guerra alla nord korea

        • Valerio

          Eh beh.. sto kim lo fate passare come un santo ora… magari in futuro lo fanno Papa lol

    • omega86

      forse dovresti frequentare posti più adatti a te:
      http:\www.ilfattoquotidiano.it

    • ton1957

      cciai ragione,siamo circondati da comunisti che sbucano da tutte le parti e dai loro midia che ci vogliono sin anche convincere che i Russi non mangiano i bambini, che gli americani han fatto 200 guerre in 200 anni con milioni di morti e 2.000 test nucleari di cui due su città vere……..arrivano anche a dire che c’erano anche donne e bambini…..ma è risaputo che in Giappone son tutti vecchi……negano l’evidenza anche per il Libano e l’Iraq, finalmente liberati dalla dittatura……ora son liberi………liberi di ammazzarsi tra di loro.

    • vocenellanotte

      Con le fette di salame sugli occhi non è che farai molta strada . . . .
      Se invece hai voglia di conoscere la verità che ti circonda, farai bene ad attrezzarti al più presto!

    • televisione falsa

      Siccome il Nord Corea non è sotto la Banca Rothschild se si sarebbe comportato come dici te avrebbe fatto la fine di Afghanistan , Iraq , Libia e Siria , informati in rete su chi comanda il mondo

      • Steel Rust

        Hmmm, “si FOSSE comportato”…
        Per il resto hai assolutament ragione! 🙂

    • fastidioso

      Ma FT stà per Fiancial Times ?

      • FTaddei

        No, semplicemente per Francesco.

    • Nikos

      La storia dimostra che l’ occidente ha fatto le guerre piu’ sanguinose e devastati della storia dell’ umanita.La germnia e’ colpevole di 85 milioni nel secolo scorso.la francia con Napoleone di 5 milioni e gli uSA di 6 milioni dopo la seconda guerra. Inoltre il paese unico che uso’ la bomba atomica. Non parliamo delle guerre coloniali, come hanno sterminato gli indiani ecc.Non esitono piu’ criminali nella storia umana dagli occidentali.

      • FTaddei

        Assolutamente vero, ma allora non puoi dimenticare gli oltre 60 milioni di morti dovuti ai crimini della (forse) ex URSS e i 40 milioni dei cinesi.

        • Nikos

          Ma vai a fare i calcoli. La Russia ha avuto 25 milioni di morti alla seconda guerra e i 60 milioni tuoi, addiritutra oltre scrivi.. Non sarebbe rimasto nessuno,facendo la somma. Sei imbottito di propaganda ocidentale .Sei accecato completamente. Ma ammesso, che sia quella cazzata che spari, vera. L’ urss non e’ colpevole di nessun morto all occidente come sono di 100 milioni, non calcolando le devastazioni materiali, la Geramnia e la Francia.Cosa dobbiamo fare dei criminali tedeschi allora? Butare una bomba atomica per farla finita con loro visto, che la mentalita di loro non cambia.

          • Deheb

            E la Gran Bretagna? Insieme alla Francia è la nazione più belligerante della storia.

          • Nikos

            Sempre occidente.La germania intanto deve pagare per le devastazioni umane e materiali della WW2 e smettere di alzare il dito su di noi. Un paese pieno di crimini e’.

          • Deheb

            Ok ok ho capito, io imputerei alla Germania anche i decessi successivi alle conseguenze (o forse qualcuno gia ci ha pensato….mah!). È un paese criminale nella sua intima essenza e deve paga’

          • FTaddei

            Ok, hai ragione tu.

      • Valerio

        Si perché la Cina in passato ne ha fatti pochi di morti eh? Suvvia non prendiamo esempi di periodi storici in cui la vita umana valeva meno di un cervo…

        • Nikos

          Inatnto facciamo i calcoli. 100 milioni in europa per causa della prima e seconda e guere napoleoniche. Inestimabili, letteralmente, devastazioni materiali. 6 milioni USA in tutto il pianeta per causa di interventi militari e colpi di stato.Soltanto quello in indonesia costo 800.000 mortri. Una infinita’ di colpi di stato in tutto il pianeta compreso quello greco nel 1967 e cileno.. L’ occidente e’ la civilta’ piu guerra fondaia mai esitita nella storia umana. Altri 80 milioni di pelle rossa morti per la causa degli occidentali.Un genocidio. Ne voi ancora?
          Usa usarano l bomba atomica a guerra finita.
          I tedeschi mascrarono due volte l’ europa e non hanno pagato quasi niente. E non soltanto adesso pure comandano, invece di essere messi in segregazione per 2 secoli. Come prevendeva il piano Morghenthaou .Se una civilta’ evesse fatto contro l’ occidente quello che ha combinato la germania, sarebbe stata rasata a terra dai criminali loccidentali.Capito?
          “Suvvia non prendiamo esempi di periodi storici in cui la vita umana valeva meno di un cervo…” Questo vale ancora per gli occidentali ma al di fuori dell’ occidente. Perche’ quelli “sono figli di un dio minore”

    • Mario Vincenti

      Indipendentemente dalla politica imperialista americana quello e’ un pazzo che ha fatto sbranare suo zio dai cani, una persona decisamente poco raccomandabile che lancia missili sul suolo di altre nazioni sovrane,

      • RenatoT

        Story about Kim Jong-un’s uncle being fed to dogs originated with satirist
        https://www.theguardian.com/world/2014/jan/06/story-kim-jong-un-uncle-fed-dogs-made-up

        E gli Usa che mandano droni radiocomandati a bombardare quartieri abitati da cittadini in altri stati sovrani?

        • Valerio

          Dipende cosa intendi per “stati sovrani”. Una dittatura essendo illegale di “sovrano” ha poco..

          • RenatoT

            dipende cosa intendi per dittatura.

            E’ dittatura tutto quello che è definito tale dalla Cnn?

          • Valerio

            Dalla cnn? O_O
            Dai troppo potere ai giornalisti lol

    • Glock

      Se avesse fatto tutte queste cose – che è esattamente quel che fece Gaddafi in Libia – Kim sarebbe già da un pezzo al cimitero e la NK smembrata in 3 o 4 pseudo territori fra USA, Giappone, SK e, forse, Cina.

    • fastidioso
  • –<>– –<>–

    Tempo fa lessi un articolo che sosteneva che la Corea del Nord avesse aostituito l’Afghanistan nella produzione dell’oppio.
    Notizia apparentemente incredibile e priva di riscontri diretti.
    Tuttavia, nel vedere il boom urbanistico e militare degli ultimi lustri, qualche dubbio su come siano stati finanziati, iniziò a sorgere.
    Se così dovessero stare le cose, è praticamente impossibile che il tutto non venga coogestito dalla Cia, da sempre regina dell’oppio nel mondo.
    In definitiva, quello a cui stiamo assistendo, tra Nord Corea e Usa, è l’ennesimo capitolo della guerra tra il deep state ( che manovra e rassicura il bamboccio Kim) e Trump, in versione coreana.
    Pertanto credo che la faccenda, essendo un bluff, non sia poi tanto pericolosa.

    • Truman

      Quando in Afghanistan c’erano i talebani al potere, la produzione di oppio era quasi sparita e il principale produttore mondiale era il Myanmar (Birmania). Tutti e due i fatti erano sgraditi agli USA, che decisero di prendersi l’Afghanistan per riprendere i loro lucrosi commerci di oppiacei, nel frattempo cominciarono la campagna di stampa contro il Myanmar, comprando anche un premio Nobel per una dissidente birmana, allo scopo di screditare un loro concorrente. Comunque a oggi l’Afghanistan è il primo produttore e il Myanmar il secondo.
      Per la cocaina non ci sono problemi, la produzione è in Colombia ed è pienamente controllata dagli USA.
      Sia in Afghanistan che in Colombia il trasporto della droga è affidato ai militari, i quali così si autofinanziano la loro guerra per la droga.

      • –<>– –<>–

        Mmmmhhh … Siamo sicuri?
        Che il boom nordcoreano degli ultimi anni derivi dalla vendita di riso?
        Che la Cia, che dall’oppio (e dalla coca) si è sempre finanziata, pubblichi i nomi dei suoi fornitori, e che invece, al di la dei dati ufficiali, abbia canali più discreti?
        E che al bamboccio sia venuta proprio ora la voglia di provocare un presidente che è già ostile a buona parte del suo estabilishment (guarda caso proprio la Cia) ?

      • DesEsseintes

        La produzione in Colombia è pienamente controllata dagli USA ma anche pienamente acquistata dai consumatori americani ed europei che pippano come disperati.
        Antioquia la regione sopra Medellin, centro dei trafficanti colombiani, è la regione più lavoratrice della Colombia.
        Non si sa bene chi fossero i primi europei ad abitarla ma erano una comunità che aveva un libro in cui c’era scritto che era vietato usare schiavi per il lavoro e infatti ancora oggi ci sono pochi neri.

        Fa rabbia sapere certe cose come il fatto dell’oppio in Afghanistan e che gli occidentali è dall’ottocento che si arricchiscono con il commercio di droga a spese dei paesi colonizzati ma mi pare che ormai il marasma regni sovrano.

        • Truman

          Ricordo un episodio di qualche anno fa.
          Arrivo in Colombia per lavoro e saluto il tecnico locale. Come di consueto, domando come va la famiglia. Mi risponde che la moglie ed i figli sono in vacanza a Medellin. Inizialmente resto sconcertato, poi mi rendo conto che sto ragionando per stereotipi, il tecnico mi ha già detto che con la moglie si sono conosciuti a Medellin quando studiavano all’Università. E per ambedue Medellin è una magnifica città, per viverci e per studiare.

  • Cataldo

    Certamente c’è irritazione in Cina, ma per motivi diversi da quelli intuitivi, la NK prosegue in una politica che favorisce gli USA nel pacifico, non la Cina. Una Korea unificata con un accordo serio tra nord e sud toglierebbe ossigeno alla politica USA attuale e annullerebbe 70 anni di sforzi per garantire l’egemonia USA; aprirebbe la strada ad un accordo Russia-Giappone sulle isole che metterebbe fine in poco tempo ad ogni parvenza di reciprocità nel senso della presenza USA, rivoluzionerebbe l’assetto interno sia della Corea del Sud che del Giappone, alimentando a dismisura le componenti che vogliono riacquistare una sovranità intera per il loro paese.
    In altri termini la NK ad oggi è funzionale ai piani USA.

    Se verrà confermata la natura termonucleare dell’esplosione dei giorni scorsi si aggiunge un termine all’equazione, che va bilanciato con l’altra grande novità recente, ovvero la gestione unificata della risposta Russo-Cinese, i problemi per gli USA si originano da questo elemento, non dalle aumentate capacità di cicco Kim, l’agenda politica Cinese e Russa è fortemente coordinata rispetto il dossier NK, questo potrebbe preludere ad un cambiamento sostanziale nella “postura” di Ciccio Kim, portandolo verso un cambio di rotta con conseguenze disastrose per gli USA.
    Se infatti, nel tempo, si certificherà la capacità di deterrenza della NK, con una accettazione di questa anche implicita di Russia e Cina in cambio di accordi e verifiche internazionali sui programmi militari, finirebbe il balletto attuale tra ciccio Kim e gli USA, aprendo al strada alla fine disastrosa del “Pivot” in Asia pensato dagli americani, con il ridimensionamento definitivo dell’egemonia USA.

    • Maria Francesca Febo

      Quest’analisi mi piace. In definitiva, sarebbe auspicabile che , come la Russia è intervenuta positivamente in Siria, la Cina, in accordo con la Russia, si facesse carico di un intervento (diverso, in quanto non armato ma piuttosto diplomatico) in Corea del Nord, mettendo un pò più all’angolo gli USA.

      • dadafari

        sempre che appunto il kim, non stia recitando a favore Usa.

        • Cataldo

          Al momento la politica del NK, come detto, favorisce gli USA, ma le cose possono cambiare anche rapidamente, non a caso le ultime “sparate” di Kim coincidono con gli eventi principali della politica estera Cinese, non americana.

    • Truman

      Va sempre considerata negli equilibri locali la Corea del Sud, attualmente stato fantoccio degli USA, ma che sarebbe la prima a soffrire in caso di conflitto. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i cittadini della Corea del Sud dell’ingombrante presenza USA e di cosa potrebbero fare se ne avessero possibilità.
      Considerazioni più o meno analoghe potrebbero valere per il Giappone. E qui il gioco della diplomazia potrebbe essere importante per far capire ai servitori dell’Impero quanto sia scomodo il loro ruolo di vittime designate..
      Ripensandoci, qualcosa di analogo vale anche per l’Europa, ma vedo ben poca sensibilità dei popoli su questo. O forse i media annaspano faticosamente per nascondere tendenze già in atto.

      • Cataldo

        In Corea del Sud c’è una crescente volontà di affrancamento, trasversale ai vari movimenti e partiti, la recente campagna elettorale ha evidenziato questo aspetto, i tempi sarebbero maturi su questo versante, lo “sdoganamento” accennato nel commento del Nord. ad opera di Russi e Cinesi troverebbe terreno fertile, anche perchè sarebbe una opportunità di crescita senza precedenti per tutta l’area.
        In Giappone il nazionalismo è sempre sotto traccia, ma li valgono accordi più sostanziali e patti più o meno segreti, che rendono le situazioni diverse.
        Ad ogni modo l’elemento nuovo è il coordinamento russo-cinese, che deve diventare evidente al più presto anche in sede ONU, come già rilevato in sede di vertice BRICS e nelle dichiarazioni che lo hanno seguito. In Europa il controllo mediatico è totale, quindi queste tendenze rimangono sommerse, ma le cose man mano cambieranno, la servitù europea diventerà sempre più costosa e pesante, vista la politica attuale degli USA.

  • gnorans

    Dando una occhiata superficiale alla carta geografica, anzi al mappamondo, viene istintivo pensare che i primi a preoccuparsi dei missili nordcoreani dovrebbero essere Cina e Russia, mentre gli USA non si capisce bene cosa c’entrino.
    In realtà la tensione vera è tra Cina e Russia da una parte e gli USA dall’altra, e un’idea circa la provenienza di messili e ordigni nordcoreani ce l’avrei…

    • televisione falsa

      Kim ha detto che il suo nemico sono solo gli USA

  • Proder

    Quello che quasi sempre si dimentica chi commenta è che gli usa tra il 1950 e il 1953 cercarono di sostituire i colonialisti giapponesi in Corea impedendone l’indipendenza (come fecero pochi anni dopo in Indocina) scatenando una guerra che costò al paese quasi 3 milioni di morti. Non avendola vinta da vigliacchi e patetici strateghi quali sono (e nonostante la minaccia di usare bombe atomiche), si sono rintanati nella parte sud con il solito governo-fantoccio fatto di collaborazionisti (Italia docet). Da allora la Corea del Nord ha dovuto difendersi dalla minaccia di un altro attacco e dal solito corollario yankee: sanzioni economiche, provocazioni continue, ecc ecc.
    Altra cosa che ci si dimentica troppo spesso è che tutte le notizie che ci arrivano dalla Corea provengono da fonti statunitensi, cioè da pochissime agenzie di stampa tutte strettamente controllate dal governo usa. Le stesse che hanno “inventato” le armi di distruzione di massa di Saddam, la crudeltà di Gheddafi, Putin, Castro, Chavez, Maduro, ecc., l’incidente del golfo del Tonchino per intervenire massicciamente in Vietnam, i gadget di Putin e via discorrendo. Ora non capisco perché bisognerebbe credere non solo alle provocazioni nordcoreane ma anche all’allontanamento di Cina e Russia dalla Nord Corea visto che arrivano da fonti palesemente false e propagandistiche che hanno l’unico scopo di far credere A NOI (e solo a noi) che il paese è ormai completamente isolato. Espediente spesso usato per prepararci ad una nuova guerra.

    • Cataldo

      Non solo, la NK è stata bombardata sino alle fondamenta dei più insignificanti edifici di qualsiasi tipo, nulla è rimasto in piedi che fosse visibile dall’alto, oltre allo sterminio del capitale umano si è distrutto ogni stock di capitale materiale.

      • Proder

        Questa è la vigliacca strategia militare statunitense, insegnata loro dagli inglese e sempre ampiamente utilizzata fin dalla Seconda guerra mondiale: colpire i civili e le strutture civili.

        • fastidioso

          “…insegnata loro dagli inglese e sempre ampiamente utilizzata fin dalla Seconda guerra mondiale…”
          Stai parlando della strage di Gorla, per caso ?
          Sapessi come si divertivano gli eroi della RAF di sua maestà !

          • Proder

            Mi riferisco a quel criminale di Arthur Harris.

    • televisione falsa

      Infatti per capirci qualcosa bisogna studiarsi la guerra di Corea del 1953

    • Ste

      tutti i popoli negli anni facevano conquiste per espandersi nessuna grande potenza è santa la corea del nord è sempre stata una pedina/arma tra cina e usa , ti do ragione che gli usa stanno rompendo un pò le scatole con la loro egemonia di potere sul resto de mondo vedesi in europa praticamente siamo dei lecchè

  • AlbertoConti

    “Vuole essere permanententemente presente in Corea del Sud, per poter
    circondare Russia e Cina con i sistemi missilistici ed ampliare la
    propria presa geopolitica portando il mondo più vicino all’armageddon
    nucleare.”

    Punto! E’ chiaro come il sole. Per questo Russia e Cina si stanno “irritando”, perchè questi sono chiari pretesti per aumentare il loro accerchiamento militare. E’ la solita politica del lupo che dice all’agnello, sotto di lui, d’intorbidargli l’acqua. Gli stronzoni provocano, complice l’omertà scontata dei loro media totalitari, e poi utilizzano la reazione come fosse un motivo d’intervento punitivo, complice la grancassa degli stessi loro media totalitari. …… e gli imbecilli di tutto il mondo (es. piddini, tanto per capirci) abboccano con una regolarità a prova di bomba, anche atomica ….

    • televisione falsa

      In effetti se si guarda la cartina la Russia è circondata da usa nato ad ovest a sud attraverso l’Afghanistan e manca l ‘ est… ed ecco che il pretesto Corea del Nord per portare missili bombe atomiche navi da guerra e caccia sul Pacifico vicino alla Russia calza a pennello

  • Wal78

    Ma su dai…è tutto un teatrino. E’ la solita arma di distrazione di massa. Gli americani devono nascondere il fallimento in Siria, in Afghanistan e il casino delle Libia e dell’Ucraina. Devono poi giustificare l’esistenza della Nato, l’incremento delle spese militari e il posizionamento del THAAD in Sud Corea. Cina e Russia stanno invece usando il Nord Corea per sbeffeggiare gli americani e probabilmente attirarli in una trappola perchè alla fine gli americani dopo tutto sto battage dovranno o venire a patti o invischiarsi in una nuova guerra che non possono vincere. Tutto sto sbraitare e minacciare degli Stati Uniti è in realtà un segno di grandissima debolezza….se potevano fare qualcosa contro il Nord Korea lo avrebbero già fatto da anni

    • dadafari

      bravo, in effetti la prova ce l’ha data il corriere negli ultimi 5 anni, con le gallerie fotografiche riciclate senza sosta su kim rossi jong stuard.. in prima pagina “on line”.. anche i lettori più fidati commentavano “dai basta.. per chi ci avete preso..” e hanno sospeso gli account. ricordi l’esecuzione del Militare usando un missile di gittata? è stato un capolavoro… tutto il copione è stato scritto anni fa, ora ciak si gira..
      ps: strano che il nostro night kim, che ha una delle migliori industrie di Cgi, non abbia mai prodotto chessó un cartoncino animato di tipo storico-geopolitico-ironico, sembra sempre che se la ride, un tipo allegro, che sa farsi sane risate, grasse come pochi..

    • fastidioso

      Ma vaaaaaaa ? :-))

      La Corea democratica umilia la difesa missilistica degli Stati Uniti

      https://aurorasito.wordpress.com/2017/09/05/la-corea-democratica-umilia-la-difesa-missilistica-degli-stati-uniti/

  • Vamos a la Muerte

    Nulla da eccepire.
    Aggiungo solamente che sono proprio Russia e Cina, facendo da scendiletto alle vergognose risoluzioni proposte dagli Imperialisti Usa in ambito Onu, a mostrare pericolosi segnali di debolezza.
    Ma del resto dalla Cina è inutile aspettarsi alcunché: come dimenticare la presenza di Xi Jinping nella buzzurra residenza di Trump in Florida il 6 aprile scorso mentre questi dava ordine di bombardare la Siria con la solita bufala delle armi di distruzione di massa utulizzate dal Governo del Presidente Assad.
    E come dimenticare che la moglie di Xi Jinping, con un patrimonio stimato di 2,1 miliardi di dollari, è una delle persone più ricche di Cina. Più che uno statista, un mediocre burocrate più interessato all’arricchimento personale che alla sicurezza del proprio Paese.
    Quanto a Putin forse, in questo frangente, si sente vincolato alle scelte dell’alleato cinese ma, ricordando che anche la Russia confina con la Corea del Nord, ogni segnale di debolezza equivale a un portone lasciato aperto all’aggressività criminale degli Usa. Sarebbe meglio che ci pensi prima di rivotare ed occhi chiusi un’altra mozione presentata dagli Yankees all’Onu.

  • Galtrimm

    Tutti gli stati fanno esercitazioni militari.
    Anche la Russia li fa… Che dovremmo fare allora noi europei, preoccuparci di una invasione russa e mandare missili a destra e a manca?

  • mystes

    L’America vigliaccamente attaccò e distrusse l’Iraq di Saddam Hussein con la scusa che possedeva armi di distruzione di massa,,,che in realtà non c’erano. Ma l’America lo sapeva come lo sapevano tutti e per questo l’attaccò e uccise Saddam.
    Con la Corea si guarda bene di tentare un pur minimo attacco, ma perchè… perchè la Corea possiede davvero l’arma di distruzione di massa e se madame l’America fa qualche passo sbagliato si vede piombare addosso qualche polpettina nucleare. Si limita quindi a minacciare e quelli che minacciano, si sa, non hanno mai spaventato nessuno.
    Come sempre l’America è forte con i deboli ed è debole…con i forti, come tutti i vigliacchi di questo mondo.

  • Mario Poillucci

    Dài donald non ti abbattere! Puoi sempre far ricorso al vecchiaccio disfatto ed incartapecorito soros (definito dallo squallido tg1 filantropo e benefattore!!!! Che schifo). Prova a fargli organizzare una ”primavera nordcoreana” e vediamo come finisce! Dài, forza ma attento al parrucchino!!

    • fastidioso

      Ma veramente mi sembra avesse tentato di imbiancare la cina con la primavera degli ombrelli.
      Si son tutti chiusi, con l’imbianchino in carcere.

  • TizianoS

    Il mio parere su quanto sta facendo Kim Jong-un è il seguente:

    1) Come ha detto anche l’autore dell’articolo, Kim ha visto come sono finiti un ex alleato (nella guerra Iran-Irak) degli Stati Uniti (Saddam Hussein – finito impiccato) e un leader africano (Gheddafi – finito impalato) perché entrambi non erano in linea con la visione geopolitica degli stessi Stati Uniti. Kim con le sue azioni tenta di prevenire di fare la stessa fine dei suddetti.

    2) Credo che Kim sia segretamente d’accordo con la Cina, la quale sta facendo il doppio gioco, ufficialmente è contro Kim, ma segretamente lo appoggia volendo anch’essa sfidare gli USA nelle dispute di sovranità nel Mare Cinese Meridionale, non potendo farlo apertamente.

  • Sandrokan

    Le esercitazioni sono solo un alibi per poter avere il proprio esercito già in posizione al momento necessario, e’ cosa palese ed evidente.
    Se USA e sudditi facessero i loro giochini di guerra in zone meno “calde”, che ne so, la Nuova Zelanda per fare un nome, questa escalation di provocazioni non esisterebbe.

    • Cataldo

      Si, ma la mobilitazione per una guerra alla NK è di un ordine di grandezza diverso, se vediamo che si aumenta a dismisura lo spiegamento di aerei e navi, con l’inevitabile ritiro da altre posizioni di mezzi importanti, allora sarebbe diverso, ad oggi la mobilitazione non è partita, e impiegherebbe un tempo fisiologico per consolidarsi.
      Certo poi si può sempre far girare la roulette con qualche tentativo di decapitazione del regime, ma si innescherebbe una risposta russo-cinese coordinata di livello imprevedibile.

  • GioCo

    Quando un bullo non ha più deboli con cui prendersela per garantirsi la sua immagine di bullo e inizia a capire che viene percepito sempre più come bullo non credibile, cosa fa?
    Cerca l’indispensabile rissa.
    La parte più paradossale del quadretto è che gli sfidanti (Russia e Cina) vi siano trascinati “obtorto collo” e non perché lo Zio Sam vuole suonargliele, ma per un fatto di “principio”, cioè che se a iniziare la rissa sono gli USA allora per principio “hanno torto”. Mentre nel romanzo Western ad avere torto deve essere sempre il cattivo. Cioè “l’altro”. Ma c’è l’urgenza, le mani prudono e ormai l’orticaria della guerra sta raggiungendo soglie d’isteria incontenibile, per ciò si rischia l’errore grossolano da tutte le parti … e di errori ne percolano già tanti dalle spremute news quotidiane. Da una parte c’è la preoccupazione di non uscirne comunque bene (=minimamente vittoriosi) dall’altra l’inevitabilità di dover agire perchè c’è un solo vero sfidante per i protagonisti di questa novella: il tempo. Chi lo gestisce meglio, rischia di uscirne meglio …

  • disqus_iUEFcL1eJR

    certo è che da queste tensioni tra Usa e NK chi ci sta guadagnando facendo ottimi affari con giappone e SK sembra essere proprio il bleffatore Trump.
    Da quando è cominciata questa storia, trump non riesce quasi a star dietro agli ordinativi di nuove armi che gli vengono da giappone e SK.
    Inoltre tutti i buoni propositi del nuovo presidente sud coreano di migliorare i rapporti col nord sono immediatamente svaniti sostituiti da toni e azioni molto meno accomodanti e dando il loro consenso all’installazione del sistema missilistico americano su suolo coreano (sistema che ha come obiettivo russi e cinesi più che il NK.
    Se non fosse assurdo pensarlo, verrebbe da sospettare che a trasferire le tecnologie missilistiche al NK siano stati proprio gli Usa per esasperare volutamente la situazione e trarne vantaggio nei modi già detti sopra.
    Comunque se è vera la notizia che sono stati gli ucraini a trasferire al NK almeno la tecnologia dei Vettori, non sarebbe poi un’idea tanto assurda quella di aver armato appositamente il NK per trarne vantaggio…d’altronde se non ricordo male qualcosa del genere gli americani facevano anche coi nativi indiani….gli vendevano fucili per avere il pretesto di ammazzarli.
    Alcuni che invece si atteggiano a grandi strateghi militari ritengono che sia stata la russia (o la cina) a favorire lo sviluppo nucleare del NK e lo scopo sarebbe stato quello di barattare i missili del NK col sistema Thaad americano installato nel sud e che infastidisce e preoccupa non poco sia russi che cinesi.
    Sarà! Però sta di fatto che i cinesi hanno chiesto solo di fermare le provocatorie esercitazioni militari usa+coreani in cambio di un freno al programma nucleare NK.

  • alfvanred

    Se la RPDC smettesse di “progredire” (messo tra virgolette perché ritengo che costruire armi di distruzione di massa sia oltre che immorale anche molto pericoloso) con la costruzione dell’arma atomica e dei suoi vettori, è sicuro che farebbe la fine di altri stati entrati nel mirino dell’unico vero stato canaglia esistente al mondo. Gli usa ( volutamente in minuscolo). Per la verità non sarebbe l’unico paese, ci sarebbe anche Israele e mezzo occidente, ma resta il fatto che il gallo sono gli usa . Corea, Vietnam, Yugoslavia, Iraq , Afghanistan, Libia, Siria, Cuba (solo provato ) insegnano.

  • Luca Arrighi

    Basterebbe solo che gli insulsi sud coreani, ennesimo stato vile e con una democrazia molto dubbiosa, riuscissero a tirare su, basta anche poco, la schiena e cominciare a parlare seriamente di riunificazione delle due Coree….Basterebbe solo questo per far sparire da quella zona gli ignoranti violenti mangia spazzatura e forse la Corea ritornerebbe quella nazione unita che lo era prima della guerra del 50, come al solito istigata dagli usa con le loro frustrazioni anti comuniste…..Anche se poi rimane l’altro stato-paggetto, il giappone, con due colossi, Russia e Cina come vicini di casa, sono convinto che anche quel genio mai sfruttato di Abe la smette di correre nella direzione degli armamenti voluta dagli ignoranti violenti e si organizza per sfruttare quel mondo multipolare che sta nascendo con forza nel mondo…Altrimenti rimarrà con un pugno di mosche in mano e farà seppuku…..:)