Home / Attualità / “NON CONFORME” La dittatura senza lacrime (a parte quelle dei bambini sani esclusi)
9 months old baby receiving vaccination.

“NON CONFORME” La dittatura senza lacrime (a parte quelle dei bambini sani esclusi)

DI EMANUELA LORENZI

comedonchisciotte.org

Ci sarà in una delle prossime generazioni un metodo farmacologico per far amare alle persone la loro condizione di servi e quindi produrre dittature, come dire, senza lacrime; una sorta di campo di concentramento indolore per intere società in cui le persone saranno private di fatto delle loro libertà, ma ne saranno piuttosto felici. (Huxley, discorso al California Medical School di San Francisco, 1961)

Discorso a un bambino

Oggi, mentre guidavo, siccome Radio Freccia non si prendeva bene sono capitata su Capital (cacofonia da sconforto), che spesso mette buona musica, ma oggi emetteva disinformazione nel classico teatrino senza dibattito dove uno speaker di cui non ho colto il nome, forse un ‘esperto’ esterno invitato, derideva frasi attribuite ai “no-vax”, fra queste la frase “mio figlio è sano perché dovrebbe essere escluso?”, alla quale seguiva un effluvio di offese raglianti sul presunto egoismo di questi genitori “perché se tu vaccini proteggi chi non può farlo” bla bla bla. Allora una volta per tutte, prima di arrivare a questi atti abominevoli compiuti da dirigenti ignoranti che meriterebbero di dirigere tutt’al più le pulizie domestiche della propria anti-pedagogia (non nel senso del bellissimo Discorso a un bambino di Marcello Bernardi o don Milani, ma di chi diviene ostacolo anziché guida al paidos e necessita di essere rieducato), ribadiamo la Guida per i pazienti immunodepressi dell’ospedale Johns Hopkins che indicano che eventualmente

gli untori sono i vaccinati e non i sani

evitare il contatto con i bambini che sono stati vaccinati di recente” ; “chiedere agli amici e ai parenti che sono malati o che sono stati vaccinati da poco con un vaccino a virus vivi (come la varicella , il morbillo, la rosolia , l’influenza intranasale , la poliomielite e il vaiolo ) di non fargli visita” “ L’evidenza scientifica dimostra che individui vaccinati con vaccini a virus vivi, come il MPR (morbillo, parotite e rosolia), rotavirus, varicella, herpes zoster e influenza possono diffondere il virus per molte settimane o mesi  ed infettare vaccinati e non vaccinati, nello stesso modo”).

Chiaro somari raglianti per radio e per ministeri?

 Dichiarazione di Guerra (GSK) ai bambini e (ennesimo) governo manciuriano

Oltre un anno fa, alla conversione del Decreto fascista 73/17 – che assimilavo, come altri ben più autorevoli autori, al Decreto Regio del 5 settembre 1938-XVI n. 1390 (Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista, convertito in legge senza modifiche con L 99/1939) – nella incostituzionale, illegittima, liberticida, violenta, antiscientifica ed anti-umana Legge 119/17, una vera dichiarazione di Guerra (di nome e di fatto, visto il ruolo del membro del CDA della Fondazione Glaxo Ranieri Guerra – in seguito premiato con la nomina ad Assistant Director general per le Iniziative Speciali dell’OMS – nella storia infame del Decreto[1]) a nome della ministra della salute più ignorante della storia d’Italia, perciò stesso più funzionale alle élites (non fatemi ripetere le castronerie sui virus che saltellano, sugli immunodepressi magicamente infettati dai perfettamente sani ed esclusivamente la mattina a scuola per scelta didattica dei virus ma immunizzati per osmosi pecuniaria dal pagamento di una sanzione dai 6 anni, sulla superstizione medievale del magico “effetto gregge” – madre di tutte le bufale anzi di tutte le pecore in quanto inesistente o, se si considera A.W. Hedrich, pre-esistente all’epoca vaccinale e distrutta proprio dalle vaccinazioni di massa – quando la popolazione 0-16 rappresenta circa il 18% dell’intera popolazione italiana, come qualunque cervello mediamente irrorato da materia bianca potrebbe arrivare a capire se solo si rimettesse a pensare), invitavo alla disobbedienza civile richiamandomi a personcine grandi perciò umili del calibro di Gandhi (il quale peraltro definì le vaccinazioni una pratica barbara, nonché una delle più fatali delusioni del tempo contemporaneo):

La disobbedienza civile diviene un dovere sacro quando lo Stato diviene dispotico o, il che è la stessa cosa, corrotto. E un cittadino che scende a patti con un simile Stato è partecipe della sua corruzione e del suo dispotismo.

Oggi tuttavia potremmo forse più citare il nostro Pertini:

Oh, è vero, giovani, le dittature si presentano apparentemente più ordinate, nessun clamore si leva da esse. Ma è l’ordine delle galere e il silenzio dei cimiteri. ..Fate voi la vostra scelta, purché questo presupponga, però, il principio di libertà, altrimenti dovrete respingerla, per la vostra salvezza.

Cosa vi dice questo silenzio complice della società cosiddetta “civile” nel momento in cui l’ennesimo governo manciuriano, dopo aver fatto incetta di voti fra le famiglie che da oltre un anno si battono per la libertà di scelta terapeutica della popolazione tutta, ora ha tradito dopo mille spudorati volteggi? La stessa popolazione de-cognitivizzata, de-moralizzata e de-empatizzata che resta massa oscena a guardare come disumana folla inerte in una pubblica esecuzione medievale, dopo quelle per reato di opinione dei Dottori Gava, Miedico, Lesmo, Rossaro, ora anche Tomassone, la radiazione di medici esperti di terapia ortomolecolare come il dr Sauro, di medicina omeopatica (che, nonostante le sparate di un grillo parlante ormai chiaramente prezzolato, utilizza farmaci) o di qualunque disciplina, fra quelle vietate dal Rapporto Flexner su diktat di Rockfeller e soci mondialisti nel lontano 1910, che possa produrre esseri umani sani e intaccare fra gli altri gli sporchi interessi della cupola dei vaccini[2]?

Certo rivedere in tv la tracotanza della impunita fautrice formale di tanto vilipendio alla vita dà la misura della indissolubilità del patto scellerato fra le lobby del farmaco e i decisori delle nostre piccole vite.

Danneggiati? Appartengono alla letteratura (parole villane di un tal Villani).

Ora sentite cosa ha osato affermare il Dr Villani. Sì, lo stesso che un anno fa impunemente rispondeva, alla legittima richiesta di vaccino monocomponente per chi avesse già avuto la malattia, con la seguente castroneria: “Chi ha già avuto una malattia esantematica come ad esempio la varicella, può tranquillamente fare il vaccino perché questo va a rinforzare ulteriormente il sistema immunitario. Certo la verifica dello stato immunitario prima e soprattutto DOPO la vaccinazione – cosa imposta per legge ai MILITARI ma non ai NEONATI italiani in seguito  alla Relazione finale della commissione uranio impoverito e vaccini di febbraio 2018 – si sarebbe rivelata un boomerang nei mesi seguenti quando moltissimi genitori coscienziosi e quindi pericolosissimi hanno potuto confermare da un lato immunità senza vaccino e dall’altro nessuna immunità a fronte di una vaccinazione completa, chiamasi FALLIMENTO VACCINALE ed è provato dagli esami ematici che la circolare dello scorso anno tentava vietava ai pediatri di base di concedere ai genitori: se non è mafia questa cosa lo è?

Eccolo dunque l’altro giorno ieri esultare dopo il clamoroso passo indietro della maggioranza sull’emendamento al Milleproroghe che avrebbe permesso anche ai bambini non vaccinati di fascia 0-6 di entrare a scuola e affermare la seguente frase che dovrebbe sollevare una tale indignazione da ribaltare questi loschi individui dagli scranni dai quali i loro deretani pronunciano indegne scorregge come questa (al minuto 1:31 se siete a stomaco vuoto):

http://www.quotidianosanita.it/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=65152

due parole anche sulle presunte reazioni da vaccino..bene in Italia non ne abbiamo da anni…possibilità teoriche..in Italia non ce ne sono…è un dato che appartiene alla letteratura”

Sarà forse perché AIFA le ha occultate?? Ora rileggete questi dati relativi alle reazioni avverse occultate da AIFA  in un solo triennio.

Ora ditelo voi a queste madri che evidentemente hanno figli-fantasma. Dite loro che i loro figli appartengono alla letteratura, sono personaggi di fantasia, che non possono esserci insomma che provvedano a scomparire nel campo della possibilità teorica!

Leggete questa Lettera aperta del CONDAV (Condav, Coordinamento Nazionale Danneggiati da Vaccino) alla ministra Giulia Grillo.

Tutti i bambini sono uguali, ma alcuni sono “Fuori dalla grazia di Dio” ?( Ipse dixit)

A settembre 2018 tocca parafrasare ancora i distopici, intellettualmente e moralmente indigesti ai più, grati al soma quotidiano nel quale sono immersi ab initio (e se va in porto la vaccinologia della donna gravida ancor prima di nascere), in questo caso Orwell:

All animals are equal, but some animals are more equal than others.’ (G. Orwell, Animal farm, 1945)

Alcuni bambini, quelli sani, quelli i cui genitori non delegano idiotamente ogni settore dello scibile a sedicenti ‘esperti’ o presìdi che hanno dato solo prova di corruzione o incompetenza, ripeto bambini sani, non potranno frequentare la scuola, che l’articolo 34 garantisce a tutti (inclusi bambini con epatite B o HIV che hanno non solo diritto a frequentare ma diritto alla privacy della propria condizione).

Così, mentre le scuole non offrono sicurezza con soffitti che cadono letteralmente in testa, violazione delle norme antisismiche (solo il 5% delle scuole è in regola, di oggi la diffida del Codacons al Miur), amianto da nord a sud, la priorità è mandare i NAS a caccia dei non conformi, ovvero dei bambini sani. Scovarli per respingerli o sequestrarli in una palestrina in isolamento per ben 4 ore come successo a Settimo Torinese.

Adulti e vaccinati

Ogni barlume di rivolta viene convogliato dal sistema nell’ennesimo movimento del “cambiamento”, eterodiretto e gattoleopardesco come piace all’italcefalo medio (tutto deve cambiare perché tutto resti come prima). Movimento che evidentemente ha deciso di contrastare la minaccia piddina (ricordate il “Ragazzi dobbiamo inchiodare i grillini sui vaccini, questa deve essere la loro Banca Etruria” ) sulla pelle delle famiglie italiane, con giravolte multiple dalla consulenza del clone silvestre dell’esperto monoclonale nazionale che insulta o cancella chiunque non la pensi come lui alla confusione mentale della ministra testimonial dei vaccini in gravidanza (prima contraria all’obbligo, poi ossimorica con obbligo flessibile, poi inspiegabilmente decisa a vaccinare anche gli adulti). Al movimento-statico, per seguire la via ossimorica, convertitosi o nato programmaticamente quale sentinella in piedi dei più classici dettami globalisti e il cui guru si è recentemente pronunciato su due temi apparentemente distanti ma correlati da un fil rouge che ha a che vedere con la bio-politica ben oltre Foucault (oltre alla ridicola uscita sull’omeopatia, si è entusiasmato per l’uso di impianti chip per malati di Alzheimer ), non è bastato voltare le spalle a chi ci ha creduto (i comitati promotori dei 5 stelle sulla base delle promesse di abolizione dell’obbligo minacciano denuncia ). Ora si faranno promotori di ciò che da tempo ripeto a noia ma che pare non tocchi lo sheeple nostrano la cui idiotizzazione è direttamente proporzionale alla qualità dei suoi rappresentanti: il Piano Vaccinale Adulti, che ricalca peraltro il “calendario della vita” (nomen omen al rovescio, sempre per la via stellare ossimorica) delle Big Pharma dalle quali è direttamente finanziato[3], non fa che agire su terreno italico le direttive dell’Healthy People 2020 e in particolare nel National Adult Vaccine Plan lanciato nel 2015 (perché non crediamo di essere più che marionette che si agitano a destra e a manca senza alzare mai il naso al di sopra delle loro teste dove vedrebbero fili manovrati da altri)[4] , il cui obiettivo dichiarato, come denunciava la dr Sherri Tenpenny nell’ultimo episodio del documentario La verità sui vaccini (The Truh About Vaccines) è avere il 90% della popolazione mondiale vaccinata (sono già 140 i vaccini in fase di sviluppo diretti in particolare ad adolescenti e adulti) e il ricatto dell’Obamacare dei registri elettronici forniti gratuitamente ai medici in cambio dei dati sullo status vaccinale dei propri pazienti, nella prospettiva di implementare in futuro imminente tasselli quali vincolare l’accesso ai mezzi di trasporto, allo stadio o al supermercato, o a qualsiasi luogo pubblico, al certificato che confermi la vaccinazione secondo il piano.

Ora vorremo vedere come i dirigenti e i docenti, che non hanno alzato un dito in difesa dei bambini con i quali dovrebbero avere stabilito una alleanza educativa in senso umano prima che di pedagogia o di istruzione, leveranno scuse e barricate. Ora che è stato proposto un emendamento che estenderebbe l’obbligo al personale scolastico entro il 31 dicembre. Anche qui manderanno i NAS a verificare che il fogliettino su cui scriveranno che il pediatra è morto da tempo e che non ricordano le vaccinazioni fatte corrisponda al vero? Quindi se un bagno dovesse rompersi, si estenderà l’obbligo anche agli artigiani? Al prete che viene con l’acqua santa, ai Masai che vengono a insegnare la creazione di uno scudo tradizionale, ai vigili che vengono a fare lezioni di educazione stradale? Ecco pronta la risposta di Bussetti, degno erede della precedente ministra (che non aveva né laurea né diploma ma perorava la causa dell’innalzamento dell’obbligo scolare a 18 anni, obbligo obbligo obbligo è come un mantra): un presidio nelle scuole!

Così arriveremo presto a fare come in UK a vaccinare senza consenso per l’HPV[5] e per tutto quello che passerà per la testa delle oligarchie burattinaie.

Missione compiuta: un paese in saldo e la World Horror Organization

E così l’Italia, dopo essere stata scelta come capofila delle politiche vaccinali mondiali, ora viene nuovamente premiata per aver gentilmente acconsentito a sacrificare la salute della sua ignara e instupidita popolazione sull’altare del biocapitalismo: l’ISS (l’Istituto Superiore di Malasanità[6]) ospiterà il meeting della World Horror Organization (OMS) su “qualità e sicurezza” per la gioia di Walter Ricciardi [7].

Non dovremmo stupirci, non siamo tutti adulti e vaccinati?

Tutto ciò che è necessario per il trionfo del male, è che gli uomini buoni non facciano niente”.

(Edmund Burke).

 

Emanuela Lorenzi

Fonte: www.comedonchisciotte.org

12.09.2018

 

[1] Maggio 2014, l’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi pronunciò a Bari queste promesse alla Merck:

Noi vi garantiamo un progetto di lungo-medio periodo, invitiamo le università, le imprese a investire i territori a credere nel settore farmaceutico perché il made in italy non deve significare solo food e fashion ma anche settore farmaceutico

Settembre 2014 l’investitura dell’Italia a capofila della GHSA: L’Italia guiderà nei prossimi cinque anni le strategie e le campagne vaccinali nel mondo. È quanto deciso al Global Health Security Agenda (GHSA) che si è svolto venerdì scorso alla Casa Bianca. Il nostro Paese, rappresentato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, accompagnata dal Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) prof. Sergio Pecorelli, ha ricevuto l’incarico dal Summit di 40 Paesi cui è intervenuto anche il Presidente USA Barack Obama. “È un importante riconoscimento scientifico e culturale all’Italia, soprattutto in questo momento in cui stanno crescendo atteggiamenti ostili contro i vaccini – ha dichiarato il prof. Pecorelli. Dobbiamo intensificare le campagne informative in Europa, dove sono in crescita fenomeni anti vaccinazioni.”.

Ottobre 2014: Renzi raduna a Palazzo Chigi i CEO del settore farmaceutico:

Certo è che la presenza a palazzo Chigi dei Ceo di Bayer, Bristol-Myers Squibb, Eli Lilly, GlaxoSmithKline, Johnson & Johnson, Merck Serono, Novartis e Roche, insieme a due delle italiane ben radicate all’estero, non è stato un evento di secondo piano. «Per la prima volta un primo ministro italiano incontra un gruppo di Ceo mondiali dello stesso settore, gliene va dato atto. Per noi questo è un segnale molto positivo e anche una dimostrazione di fiducia nel nostro Paese», ha commentato Scaccabarozzi. Ora, è chiaro, si attendono i fatti da parte del Governo. Chissà se già con la prossima legge di Stabilità. La presenza di altri ministri accanto a Renzi, – da Pier Carlo Padoan (Economia) a Beatrice Lorenzin (Salute) fino a Federica Guidi (Sviluppo) – è di sicuro un segnale in più di attenzione verso le industrie.

Aprile 2016: GSK investe un ulteriore miliardo in Italia Un investimento sostanzioso e forse addirittura sottostimato rispetto ai programmi mondiali di Gsk, che proprio dalle attività nel nostro Paese conta di incrementare il business del gruppo.[…] Leader mondiale nei vaccini con 3,7 miliardi di sterline di fatturato su 23,9 totali, è da questo settore (profittevole in due casi su 10 nel mondo) che la multinazionale britannica si aspetta una autentica escalation nei prossimi anni. Fino ad arrivare a 6 miliardi di sterline entro il 2020.

[2] Esiste una cupola dei vaccini, che ha trasformato in business la lotta a virus pericolosi, garantendo l’arricchimento e la carriera di funzionari pubblici. Questa non è l’affermazione di un antivax ma della procura di Roma che ha confermato l’inchiesta dell’Espresso del 2014.

[3] Marcello Pamio denunciava già lo scorso anno: Nel documento del «Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale» del Ministero della Salute datato 17 gennaio 2017 si legge alla fine che è stato formulato con il contributo di quattro società scientifiche: SItI (Società Italiana di Igiene), FIMG (Federazione Italiana di medici di famiglia), FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) e la SIP (Società Italiana di Pediatria). Fin qui nulla di strano se non fosse che 3 su 4 di queste associazioni prendono fondi dalle 4 più grandi multinazionali produttrici di vaccini: Glaxo Smith Kline, Pfizer, Sanofi e Merck. Un conflitto d’interessi molto preoccupante!

La FIMG nel 2015 ha preso 750.000 euro da Merck per corsi di formazione.

La FIMP ha preso 94.000 euro da Glaxo Smith Kline e Pfizer.

La SIP circa 64.000 euro da Glaxo Smith Kline, Pfizer e Sanofi per organizzazione di eventi e sponsorizzazioni.

[4] Ricordo qui la corruzione made in USA dietro l’approvazione del SB 277, denunciata dal giornalista investigativo Jefferey Jaxen in California, che ha dato inizio a tutta questa farsa per coprire le rivelazioni di Vaxxed nel 2014: quando il dr William Thompson sta per denunciare la più grossa frode scientifica ad opera dei CDC di Atlanta (tema del film Vaxxed, che infatti è oggetto di censura di altri tempi anche nel nostro paesello, scoppia la falsa ma funzionale epidemia di morbillo a Disneyland che causa l’accelerazione dell’approvazione del Senate Bill 277 proposto dai senatori Pan e Alley, i quali che tramite un atto di lobbismo senza precedenti (e via mazzetta di 95.000 dollari a Pan secondo il Sacramento Bee) impone vaccinazioni obbligatorie per tutti i bambini per accedere alle scuole pubbliche o private escludendo ogni possibilità di esenzione.

[5] Quello sperimentato sulle bambine-cavia indiane (il Nordic Cochrane denuncià l’EMA di aver manipolato i dati sulla sicurezza ) e le cui danneggiate non solo esistono ma si esprimono pure, nonostante Villani.

[6] Ricordiamo che l’ISS ha svolto un ruolo significativo nella predisposizione del Piano nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019 ricalco dei Calendari per la vita delle Big Pharma, lo stesso citato dalla Corte nella motivazione “tutte le vaccinazioni rese obbligatorie erano già previste e raccomandate nei piani nazionali di vaccinazione e finanziate dallo Stato”

[7] Di cui ricordiamo l’eclettica carriera da attore a vaccinista laureato in vaccinocosmica, passando per interrogazioni su finanziamenti da parte della Merck Sharp & Dohme e diffide a parlare di vaccini perché in conflitto di interessi, colui che con evidente ignoranza delle dispermie e del maschilismo aziendale e con una intollerabile protervia sessista e paternalista, in una intervista definiva la “mamma media italiana” tarda, gravida attempata”. Costui, infine, è stato accolto anch’egli come si deve in seno all’Organizzazione Mondiale della Insanità, poco dopo l’ormai ubiquitario Ranieri Guerra

 

Pubblicato da Davide