L’appello ai libertari del Professor Paolo Sceusa

L'ex Magistrato esprime le proprie gravi preoccupazioni in merito alla 'Certificazione Verde'

Dopo aver meglio compreso le posizioni di Magistratura Democratica in relazione all’istituzione della Certificazione Verde nel nostro Ordinamento, diamo spazio ad un’altra voce proveniente dal mondo della Magistratura e che si pone totalmente in contrasto con il parere rasserenato della citata Associazione: è la voce del Professor Paolo Sceusa, già Presidente Emerito di Sezione della Suprema Corte di Cassazione.

Buona visione

Notifica di
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
gix
Utente CDC
14 Agosto 2021 21:03

Appello assolutamente ineccepibile e quanto mai opportuno e condivisibile, onore al dott. Sceusa per averlo concepito in questo modo, puntando soprattutto sulla dignità morale dei libertari, che purtroppo ora scarseggiano nelle sedi governative e politiche. Forse, la tanto vituperata magistratura rimane l’unico potere sul quale ancora si può riporre una timida speranza di giustizia, poichè ormai a livello di rappresentanza politica non esiste forza o partito, almeno in parlamento e sui media, che prenda in considerazione le ragioni di coloro che mettono al primo posto la libertà, prima ancora delle opinioni diverse. Non ho dubbi che nella società civile ci siano molte persone in grado di raccogliere questo appello, rimane da verificare se qualcuno nelle istituzioni conserva ancora la dignità minima necessaria per rispettare questi valori al di sopra di ogni altra cosa.

JA
Utente CDC
15 Agosto 2021 11:30

Belle parole ma in pratica: se mi siedo all’interno del bar/ristorante e, in base alla legge UE, mi rifiuto di mostrare il green pass o il tampone e pretendo di non essere mandato fuori ma di essere servito, cosa mi succede? Qualcuno sa rispondermi?
Perchè è quello che voglio fare alla prima occasione.

AlbertoConti
Redazione CDC
15 Agosto 2021 17:36

ne cives ad arma ruant = affinchè i cittadini non corrano alle armi Questo il gran finale e il succo dell’appello del Professor Paolo Sceusa. I registi della covid-story pare non si preoccupino molto di questa evenienza, anzi fanno di tutto per provocarla, con casi limite come Macron in Francia e Draghi in Italia. A questo punto ci si chiede cosa sia meglio, se “correre alle armi” o fare il possibile per evitarlo, con misure civili e non da guerra civile. Prima però di chiedersi cosa sia meglio, c’è da stabilire cosa sia possibile. Ogni essere senziente di fronte a una grave minaccia può comportarsi in due modi: combattere o fuggire. In certi casi il minacciato si immobilizza, sperando di passare inosservato, ma non è che una variante della fuga. La scelta tra combattere o fuggire dipende non solo dal coraggio, dagli istinti innati, dal carattere soggettivo, ma anche dalla valutazione del rapporto di forze, tra agressore e aggredito. E qui si gioca tutto il dramma dell’assurdo: gli agressori sono 4 gatti rabbiosi di fronte a miliardate di aggrediti. Normalmente in casi del genere non c’è storia, i 4 gatti vogliono chiaramente suicidarsi nella loro follia. Qui invece i 4… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da AlbertoConti
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x