La notte virtuale scende sull’America

Israel Shamir
unz.com

All’età di 78 anni, dopo lunga e penosa malattia e senza riprendere mai conoscenza, Joe Biden ha dovuto arrendersi alla presidenza. Le tenui speranze degli ultimi seguaci di QAnon si sono dissolte come neve al sole, mentre Biden saliva sull’onnipotente trono degli Stati Uniti. Questo è davvero un giorno buio per l’America e per il mondo intero perchè l’esempio degli Stati Uniti sarà seguito da molti. È anche un addio al mondo reale in cui siamo cresciuti. Quello nuovo sarà virtuale, come la maggior parte dell’inaugurazione. Sarà virtuale e oscuro, governato da aziende informatiche guidate da politici vecchi e stanchi.

L’inquietante voce di Biden, la voce di un vecchio sporcaccione che offre caramelle ai bambini di nove anni, ha pronunciato alcune banalità. Biden è stato salutato dai morti, dalle bandiere che rappresentavano i morti di Covid, il tutto altamente simbolico: è stato eletto dai morti, quindi è in debito con loro. Si dice che un tizio fosse così seccato perché i suoi suoceri avevano votato per Biden che aveva smesso di andarli a trovare al cimitero. Il Re dei Morti, un personaggio uscito da Game of Thrones, è venuto a governare l’America per conto di macchine senza vita.

Questo fragile vecchio avrà un entourage di donne vecchie. Tutti insieme sono la banda dei quattro: la Harris 56 anni, la Pelosi 80 anni, la Clinton 73 anni. I suoi primi giorni, i suoi primi atti, sono stati minacciosi. Ha indossato la mascherina, un attributo della morte, e ha obbligato tutti i funzionari federali e i dipendenti pubblici ad indossare le mascherine. Ha invitato l’America Latina ad invadere gli Stati Uniti. Ha aperto le porte agli immigrati dal Medio Oriente. Ha promosso il cambio di sesso per ragazzi e ragazze. Ha riportato gli Stati Uniti nell’imminente disastro del cambiamento climatico dell’accordo di Parigi. Ha mandato ancora più truppe in Siria. Ha iniziato una nuova campagna contro la Russia e ha inviato navi da guerra nel Mar Cinese Meridionale.

Allo stesso tempo, la Pelosi ha eliminato dal vocabolario del Congresso le parole madre, padre, figlio, figlia, marito, moglie perchè ritenute “sessiste.” Un linguaggio così epurato non permetterebbe mai di rendere in inglese la miracolosa profezia di Virgilio (Incipe, parve puer, risu cognoscere matrem), o qualsiasi altro testo sacro. Non ha molta importanza, perchè nel mondo del Covid non ci sarà comunque nessuna chiesa, nessun matrimonio, nessuna donna e nessun uomo; invece di fare figli in loco, i nuovi Americani verranno importati. Del resto, se tutto il resto viene delocalizzato, perché fermarsi alla riproduzione?

Il regime Biden è solo una copertura per il potere di Big Data, i cinque giganti che hanno rimosso Trump e installato Biden alla Casa Bianca. Vedremo presto se i politici assetati di potere si accontenteranno di fare da copertura per il vero potere. Trump è stato l’ultimo statista completamente umano alla guida della Repubblica ed è stato sconfitto dal voto per corrispondenza.

Ogni volta che Trump si lamentava che [il voto per corrispondenza] poteva facilitare le frodi, il Washington Post di Bezos strillava: “Il presidente Trump rilascia false affermazioni e minacce immaginarie sul voto per posta.” Tre giorni dopo la rimozione di Trump, Amazon (di proprietà dello stesso Bezos) aveva rifiutato il voto per corrispondenza per i suoi dipendenti che intendevano iscriversi al sindacato, perché il voto per corrispondenza è notoriamente inaffidabile. “Crediamo che l’approccio migliore per un’elezione valida, equa e corretta sia quella che viene fatta manualmente, di persona, che sia facile da verificare,” aveva comunicato Amazon. Votare per posta per la presidenza era un obbligo a causa della pandemia, ma non c’è nessuna epidemia quando i dipendenti di Amazon cercano di iscriversi al sindacato.

Allo stesso modo, i saccheggi di BLM erano “in gran parte pacifici,” ma i selfie nel Campidoglio erano opera di “terroristi interni.” I vincitori sono così disonesti che provo pietà per Trump, e per tutti noi.

Provo pietà per Donald Trump, anche se i suoi ultimi giorni alla Casa Bianca sono stati tutt’altro che ispirati. Non ha osato perdonare le persone che erano entrate in Campidoglio a suo nome, non ha graziato Assange o Snowden, ma, sorprendentemente, ha perdonato un sacco di imbroglioni ebrei. Il Jerusalem Post ha pubblicato l’elenco degli Ebrei di spicco che ha graziato. Sulla lista c’è una spia israeliana latitante, Aviem Sella, il referente di Jonathan Pollard; il resto sono faccendieri truffaldini, come Sholam Weiss (che aveva rubato 150 milioni di dollari, condannato a 850 anni) o Eliyahu Weinstein (che aveva sottratto 200 milioni di dollari, condannato a 24 anni). Potete vedere l’elenco dettagliato qui. Devoto discepolo del demoniaco potere degli Ebrei, Trump aveva pensato di ingraziarseli per evitare la loro rabbia. Invano: ci sono già molte cause penali contro di lui, dalla potenziale frode fiscale alle accuse di aggressione sessuale. Si sta preparando una tempesta legale e il signor Trump potrebbe non essere in grado di resistere come aveva fatto in passato, almeno secondo i procuratori federali americani.

Potrebbe essere abbastanza fortunato ed evitare la prigione; a meno che non chieda al signor Putin di prestargli il suo bellissimo, anche se incompiuto, Palazzo Gelenjik. Ripensandoci, forse quel palazzo è stato costruito proprio per un’occasione del genere.

Gli Ebrei non hanno bisogno di lui: nella nuova amministrazione ricoprono incarichi di grande importanza, mentre la gratitudine non è una delle caratteristiche ebraiche più famose. L’agenzia di stampa ebraica JTA si è vantata delle conquiste della Tribù: il Dipartimento di Stato, la CIA, l’Intelligence Nazionale, la Sicurezza Nazionale, la NSA, il Tesoro e, come se non bastasse, “nove Ebrei sono nel nuovo Senato (compreso il nuovo leader di maggioranza) e 25 nella Camera dei Rappresentanti, costituendo più del 6% del totale del Congresso. Questo è più del triplo della percentuale di Ebrei nella popolazione generale. Sono anche ebrei due dei nove giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti.”

Questo non è un buon segno: gli Ebrei sono buoni quando si alleano con gli oppressi. Allora usano la loro energia per promuovere la causa dei diseredati. Se invece comandano, opprimono con più vigore di chiunque altro; chiedetelo ai Palestinesi, se avete dei dubbi.

Intendiamoci, non sottoscrivo l’idea della supremazia ebraica e del loro alto QI. La parte ebraica di Israele è stata devastata da tre lockdown, dalla più grande campagna di vaccinazione del mondo (l’86% è già vaccinato), dalla guerra civile in corso tra il potere sionista e gli Ebrei ortodossi che rifiutano i lockdown e la vaccinazione e dalle prossime elezioni nazionali, dal momento che i liberali cercano incessantemente di rimuovere il Primo Ministro Bibi Netanyahu dicendo che è il Trump di Israele. Questa settimana, è stato chiuso l’unico aeroporto internazionale ancora apertro in Israele, alla gente è stato detto che nessuno avrebbe potuto espatriare, almeno fino all’estate. Questo piccolo paese, con la sua enorme densità di popolazione e le sue misere abitazioni, sembra troppo simile ad un ghetto per essere confortevole.

Se gli Ebrei fossero così intelligenti come pensano di essere, non si farebbero coinvolgere da questa guerra, impossibile da vincere, contro il Covid. La via svedese rimane l’unico modo per affrontarlo, come un recente studio ha dimostrato oltre ogni possibile dubbio. Sul Covid gli Ebrei israeliani sono stati trascinati ad un tale grado di isteria che non c’è modo di uscirne. Ora, a loro e agli Inglesi è stato detto che “essere vaccinati contro il coronavirus non è una licenza per uscire dai lockdown.” Anche se saremo tutti vaccinati, le mascherine, i lockdown e il distanziamento sociale rimarranno con noi per sempre, se rimarranno al potere gli attuali decisori, perché il Covid è solo una giustificazione per il Grande Reset, o la Rivoluzione Digitale, o il Brave New World o come diavolo volete chiamarlo. Gli Ebrei si sono convinti, hanno convinto gli altri e ora si ritrovano fregati come tutti gli altri. Se i lockdown sono una punizione inflitta dal potere globale, come dice C J Hopkins, forse quello che vogliono ottenere è il pensionamento di Netanyahu.

La causa ebraica funziona bene quando si allea con le istanze del vero potere. Hanno potuto rimuovere Jeremy Corbyn per la sua presunta tolleranza dell’antisemitismo perché i veri padroni odiavano i suoi piani per migliorare la sorte dei lavoratori e tagliare le spese militari. Ma gli Ebrei ora devono stare zitti o addirittura sostenere Alexei Navalny, che aveva espresso la sua antipatia per gli Ebrei subito prima di imparare a tenere la bocca chiusa.

In questo screenshot del 2007 di una sua risposta, il signor Navalny mette al bando qualcuno per essere “un bastardo ed un ebreo.” Eppure, gli Ebrei lo avevano sostenuto tutte le volte che gli era stato ordinato dai loro superiori. Non avevano nemmeno menzionato il suo reale pregiudizio antiebraico perché temevano (a ragione) che le masse russe lo considerassero come un fiore all’occhiello. Gli Ebrei sono allineati al vero e oscuro potere e devono eseguire tutte le sue richieste, come i giullari davanti al re. Per i Maestri, il progetto Covid per il reset mondiale è molto più importante dei sentimenti ebraici, e i leader ebrei lo riconoscono.

Il regime Biden considera la Russia il nemico numero uno. La Russia è in condizioni relativamente buone. I Russi stanno uscendo dall’isteria di massa sul Covid. Hanno iniziato a smantellare le misure anti Covid. Le regole sono ancora in vigore, ma la gente le sabota, proprio come aveva sabotato quelle di Brezhnev. Hanno anche il loro vaccino, lo Sputnik-V, che è un vaccino vecchio stile e senza modifiche genetiche, al contrario di molta roba occidentale. Non credo sia indispensabile per la salute, ma potrebbe aiutare a guarire dall’incubo del lockdown quei cittadini che sono sotto l’incantesimo del Covid.

Dopo l’insediamento di Biden alla Casa Bianca le cose hanno iniziato a muoversi molto velocemente. Dopo un anno di ritardi causati dalle sanzioni statunitensi, lunedì 25/01/2021 la nave posatubi russa Fortuna ha ripreso, al largo delle coste della Danimarca, il lavoro sul gasdotto sottomarino Nord Stream 2, che farà arrivare il gas russo direttamente in Europa bypassando l’ultima colonia statunitense, l’Ucraina. Gli Stati Uniti vogliono che la Germania fermi il progetto e compri invece il gas americano (più costoso). Questo renderebbe la Russia più vulnerabile. Nonostante le sanzioni, la Germania ha rifiutato di arrestare il progetto. Allo stesso tempo, i Russi hanno iniziato a fornire gas alla Serbia con un nuovo gasdotto che aggira l’Ucraina. A questo punto, il regime Biden ha usato la carta Navalny.

Il ritorno in Russia di Alexei Navalny fa parte di un piano per minare il Paese. L’immenso potere di Big Data e delle sue reti social ha promosso il suo ritorno come fosse il nuovo salvatore. Ma, in qualche modo, la cosa non ha funzionato. Invece delle attese decine di migliaia di persone, solo uno o duemila seguaci si sono presentati all’aeroporto, meno che per un cantante pop. È stato prontamente arrestato e condannato a trenta giorni. Questo era previsto, e i suoi simpatizzanti hanno subito messo in rete il video di Palazzo Gelenjik, insieme all’appello a manifestare il 23 gennaio.

L’internet russo è stato saturato dagli appelli propagandistici di YouTube. Il video è stato riproposto all’infinito, in continuazione, e il numero di visualizzazioni è presumibilmente arrivato a qualche miliardo. Si è trattato praticamente di una psyops di Google (il proprietario di YouTube) contro Putin. Di nuovo, non ha funzionato.

Ho assistito alla manifestazione di sabato 23/01 e non è stata particolarmente impressionante. Essendo un giorno festivo, con un sacco di gente che camminava per le strade e praticamente nessuno che portava cartelli o striscioni, è difficile stimare quanti fossero effettivamente i manifestanti, ma erano poche migliaia, da quanto ho potuto vedere. La polizia si è comportata bene; non c’è stata la rude giustizia che abbiamo visto all’opera a Parigi o ad Amsterdam, per non parlare di Washington. Anche gli attivisti di Navalny erano piuttosto pacifici, tranne alcune figure marginali prontamente arrestate.

Sembra che i Russi non siano così sciocchi come si aspettavano i pianificatori occidentali. Nel 1990 loro, o i loro genitori, avevano ascoltato gli appelli di Eltsin a liberarsi della privilegiata nomenklatura comunista perché loro, i capi, stavano fin troppo bene con le automobili, le dacie, i beni di lusso occidentali. Avevano pagato quella risposta con dieci dei più terribili anni mai vissuti dalla nostra generazione. Ora, è improbabile che loro e i loro figli distruggano lo Stato e il loro tenore di vita solo perché il loro presidente ha (o non ha) un palazzo. Vedremo cosa farà lo Stato russo contro gli inevitabili assalti futuri.

Putin è uno statista cauto. Non vuole aggravare le relazioni con il regime Biden, ma i giganti digitali non gli lasciano molte opzioni. Una società russa ha dato una mano al social network Parler, che era stato boicottato da Amazon, facendolo ritornare in vita. Un altro social network russo, Vkontakte, ha cominciato ad attirare utenti occidentali. E la Russia non è sola: Erdogan ha colpito con divieti pubblicitari Twitter, Pinterest e Periscope dopo che, contrariamente a Facebook, si erano rifiutati di nominare un rappresentante locale per eliminare i post controversi, in base ad una nuova legge che mira a dare allo stato turco il diritto di censura sulle reti. La Russia intende seguire i Turchi. La Cina ha le proprie reti ed è immune alle pressioni di Big Data.

Ora c’è la riunione annuale, online, del World Economic Forum, dove i vincitori decideranno come procedere con il loro Grande Reset. Trump non è stato invitato. Tra qualche giorno ne sapremo di più sui loro piani e se esistono forze per le quali possiamo sperare e fare il tifo. Al momento non sembra ce ne siano. Nonostante i loro molteplici disaccordi, sono tutti d’accordo contro di noi, quindi possiamo essere tutti in disaccordo con loro.

Israel Shamir

Fonte: unz.com
Link: https://www.unz.com/ishamir/america-descends-into-virtual-night/
26.01.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchiscotte.org

115 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
mingo
mingo
1 Febbraio 2021 13:31

Nonostante i loro molteplici disaccordi, sono tutti d’accordo contro di noi, quindi possiamo essere tutti in disaccordo con loro.
Il punto è proprio questo, sembra che chi detiene il potere ci voglia distruggere a milioni e ormai lo dicono quasi apertamente .
Rimane appunto difficile capire se ci sia qualcuno disposto ad aiutare le masse o no, sapendo che per gli Italiani è un grosso no gridato in faccia alla gente.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
1 Febbraio 2021 15:01

Bisognerebbe indagare l’oscuro potere..a cui gli ebrei sono subordinati..
Tolta la naturale avidità..posta sul piano sottile e non identificata con nome e cognome..chi ci rimane per identificare carnalmente questo potere inarrestabile e tenebroso..?
Visto che anche i diavoli e i demoni sono figure che abbisognano di corpi concreti per operare nel nostro mondo e non vengono censiti dall’ufficio di anagrafe..chi ci rimane per lanciare l’accusa di colpevolezza..?
Ci rimangono solo i rettiliani..quelli di Icke..che sono dotati di corpo e lo possono mutare alla bisogna.
Se poi il presunto colpevole appare poco realistico..bisogna tornare ai demoni..e all’avidità..oppure agli eletti della razza eletta..volti tenacemente a perseguire il possesso del potere materiale.. capace di distruggere e costruire ciò che appare nel mondo pur senza legittimità superiore..
Ed è a questa legittimità superiore che ci inchiniamo..e speriamo che nella pars costruens si faccia sentire tramite il corpo e le menti capaci di ascoltarla..per così dire gabbare il diavolo..che alla fine finisce sempre così..ma non è specificato quando..e soprattutto dove..perché in certi ambiti si riflette nel bene l’oscurità del male..e non c’è trippa per gatti boccaloni..

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  uparishutrachoal
2 Febbraio 2021 8:58

D’accordissimo. La maggior parte degli ebrei in Israele ha vite da veri sfigati. Con in più 3 anni di naja. Sono gli eletti della razza eletta a comandare.

Dante Bertello
Dante Bertello
1 Febbraio 2021 15:03

Cito: “non sottoscrivo l’idea della supremazia ebraica e del loro alto QI”

Trent’anni fa ebbi modo, in più occasioni, di dialogare cordialmente con un professore universitario di confessione israelita, il cui nome era Paolo P.

Un giorno, senza che i nostri discorsi avessero mai toccato il tema della sua fede religiosa, mi confidò che gli ebrei non sono più intelligenti del resto della popolazione umana, ma, in realtà, fin da piccoli venivano costretti dai loro genitori a studiare più dei loro coetanei, perché risultassero migliori di loro, o almeno così sembrasse.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Dante Bertello
1 Febbraio 2021 15:19

Sono tenaci ..e per il fatto di giocare sempre in difesa hanno delle punte di eccellenza..almeno gli ascheanziti..
Gli altri popoli fanno fiammate e poi si adagiano..
La loro fortuna è che si sono innestati in Occidente..e hanno sfruttato lo slancio degli europei ..dimentico delle proprie origini..per governarlo al meglio ai propri interessi..
La nobiltà disprezzava il denaro..e quando è stato necessario per espandere la sua tracotanza..ha dovuto rivolgersi a chi del denaro faceva la sua professione..e il cappio s’è stretto al collo..
Non è certamente colpa degli ebrei..ma degli europei che ne volevano usare più del lecito per conquiste e guerre..e adesso ne pagano le conseguenze..

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  uparishutrachoal
1 Febbraio 2021 15:37

La colpa è soprattutto di quel Papa (Clemente V o Urbano III) che vietò il prestito di denaro ad interesse da parte dei cristiani, pena la scomunica.

Mi piacerebbe sapere chi fu a suggerirgli tale idiozia…

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Dante Bertello
1 Febbraio 2021 16:23

Il Papa si piegò all’aristocrazia e Filippo il Bello distrusse i Templari che amministratavano il denaro..
L’aristocrazia pensava di dominare il denaro per diritto immutabile di nascita..non considerando che qualche secolo più tardi avrebbe fatto la fine dei Templari..
Una volta che la Rivoluzione Francese azzerò il potere del censo..la strada era spianata per il potere assoluto del denaro..che poi è il mondo in cui viviamo..
Tutto risale alla distruzione dell’Ordine del Tempio..dove il Papa si piegò..
Ricorda qualcosa di attuale..?
.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  uparishutrachoal
2 Febbraio 2021 1:58

mi pare che il potere del danaro esista da molto ma molto prima.

La rivoluzione francese ha il merito (?) di aver “terminato” il feudalesimo e aperto la strada alla borghesia che si era formata e si andava formando sempre piu che si mette in contrapposizione con la nobiltà. (e con la monarchia assoluta che era in contrapposizione sia con la nobiltà sia con la borghesia)

si è “ampliata” la democrazia ovvero la “base” di persone che partecipano alla politica.
Purtroppo la borghesia di cui si parla è comunque una borghesia “ricca” mentre i contadini e i poveri in genere non avranno ancora per molto facoltà di “parola”.

La borghesia ricca è poi l’artefice del “capitalismo”.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  uparishutrachoal
2 Febbraio 2021 1:58

mi pare che il potere del danaro esista da molto ma molto prima.

La rivoluzione francese ha il merito (?) di aver “terminato” il feudalesimo e aperto la strada alla borghesia che si era formata e si andava formando sempre piu che si mette in contrapposizione con la nobiltà. (e con la monarchia assoluta che era in contrapposizione sia con la nobiltà sia con la borghesia)

si è “ampliata” la democrazia ovvero la “base” di persone che partecipano alla politica.
Purtroppo la borghesia di cui si parla è comunque una borghesia “ricca” mentre i contadini e i poveri in genere non avranno ancora per molto facoltà di “parola”.

La borghesia ricca è poi l’artefice del “capitalismo”.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Dante Bertello
2 Febbraio 2021 1:52

il problema è che nella bibbia, nei 5 libri in comune con l’ebraismo, dio dice agli ebrei di fare prestito a interesse solo agli “stranieri” e che tramite di esso conquisteranno “molte nazioni”.

Deuteronomio 15
[…]

ogni creditore che detenga un pegno per un prestito fatto al suo prossimo, lascerà cadere il suo diritto: non lo esigerà dal suo prossimo, dal suo fratello, poiché è stata proclamata la remissione per il Signore.

3Potrai esigerlo dallo straniero; ma quanto al tuo diritto nei confronti di tuo fratello, lo lascerai cadere.

4Del resto non vi sarà alcun bisognoso in mezzo a voi; perché il Signore certo ti benedirà nella terra che il Signore, tuo Dio, ti dà in possesso ereditario,

5purché tu obbedisca fedelmente alla voce del Signore, tuo Dio, avendo cura di eseguire tutti questi comandi, che oggi ti do.

6Quando il Signore, tuo Dio, ti benedirà come ti ha promesso, tu farai prestiti a molte nazioni, ma non prenderai nulla in prestito. Dominerai molte nazioni, mentre esse non ti domineranno.

wahrheit
wahrheit
Risposta al commento di  uparishutrachoal
2 Febbraio 2021 4:57

è la storia di mayer amschel rothschild

Tonguessy
Tonguessy
Risposta al commento di  Dante Bertello
1 Febbraio 2021 16:09

In effetti la questione è abbastanza chiara: non esistono prove della supposta (!) maggiore intelligenza. Viceversa tale supposta (!) maggiore intelligenza va a rendere più
solida l’apparenza del loro ruolo, determinatao appunto da un alto IQ. Quello che ne salta fuori se osserviamo i dati crudi è che sono gli useful idiots dei piani alti, che vengono così schermati da narrazioni che tirano in ballo tutt’altro. D’altronde se davvero fosse vero che hanno un alto IQ certe cose non si spiegherebbero proprio, quali aizzare continuamente gli ayatollah.O gli Hezbollah.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Tonguessy
1 Febbraio 2021 17:06

Di sicuro i più intelligenti tra lono non sono certo quelli che si sono fatti convincere ad andare a vivere in un fazzoletto di deserto circondato da nemici giurati e spacciato loro per il Paradiso Terrestre!!!

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Tonguessy
1 Febbraio 2021 17:06

Di sicuro i più intelligenti tra lono non sono certo quelli che si sono fatti convincere ad andare a vivere in un fazzoletto di deserto circondato da nemici giurati e spacciato loro per il Paradiso Terrestre!!!

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Holodoc
1 Febbraio 2021 17:24

In effetti…ci son volute le leggi razziali per convincere qualcuno ad andarci…

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  Annibal61
2 Febbraio 2021 2:07

Dal che capisci che vi sono due ‘popoli eletti’…uno che comanda e uno che obbedisce.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Tonguessy
1 Febbraio 2021 17:09

Un giorno o l’altro acquisterò il saggio di Umberto Bartocci:
“Albert Einstein e Olinto De Pretto – La vera storia della formula più famosa del mondo” ediz. Andromeda, dove l’autore asserisce che a formulare la teoria della relatività, due anni prima di Einstein, fu l’ italiano Olinto De Pretto.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Dante Bertello
1 Febbraio 2021 21:08

E la stessa moglie di Einstein (matematica serba o croata, non ricordo bene)

Tonguessy
Tonguessy
Risposta al commento di  Dante Bertello
2 Febbraio 2021 1:09

Einstein il Love è un altro titolo dove viene descritto il comportamento tutt’altro che adamantino del tizio, che ha approfittato del genio matematico della moglie per fregarsi il Nobel, che ha abbandonato la primogenita finita non si sa dove, che non si è mai curato del secondo figlio affetto da grave schizofrenia, che ha avuto tresche amorose con la cugina etc…Insomma il comportamento tipico di un eletto.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Tonguessy
2 Febbraio 2021 5:31

Poi le ha devoluto i soldi del Nobel ma non c’è prezzo per un furto del genere

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Tonguessy
2 Febbraio 2021 5:53

Suvvia, non dirmi che c’ è stata una donna con IQ150 o giù di lì.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Annibal61
2 Febbraio 2021 8:48

Oltre la prima moglie di Einstein, come scrivo sopra, non ci crederai ma c’è Sharon Stone. Ha il QI più alto in circolazione. Ma non è che una ha una dote del genere per fare necessariamente Fisica.
È roba sua e se crede può anche buttarla dalla finestra.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 8:58

Si infatti è diventata famosa grazie a una storica apertura di gambe dove mostrava proprio la Fi(si)ca.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 9:11

Immaginavo…Sharon ha il Q.FI più di tutte…

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Annibal61
2 Febbraio 2021 12:01

Più di 160, non vorrei esagerare ma mi pare 180.
Come vedi si può essere belle e intelligenti o racchie e stupide. Imparate signori uomini.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 15:57

Azz…non me n’ ero accorto, giuro!

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Annibal61
2 Febbraio 2021 12:01

Più di 160, non vorrei esagerare ma mi pare 180.
Come vedi si può essere belle e intelligenti o racchie e stupide. Imparate signori uomini.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Dante Bertello
2 Febbraio 2021 5:29

Mileva Mavic, Serba. Lui non sapeva neanche le tabelline.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 9:04

E certo, neanche 2+2 sapeva fare. Oggi particolarmente ispirata la nostra tuttologa

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Dante Bertello
2 Febbraio 2021 8:31

Uno personaggio che ha dedicato gran parte della sua esistenza a demolire la più elegante delle teorie scientifiche, la meccanica quantistica, esattamente come fece Edison (che non inventò nulla) contro la corrente alternata, è un chiaro indicatore di come la scienza moderna è pilotata da interessi politici ed economici.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Tonguessy
2 Febbraio 2021 1:41

ci possono essere “intelligenze medie” a seconda della razza. Questa cosa ovviamente è fintamente avversata dal politically correct che vuole affermare che non esistono nemmeno le razze, come se i caucasici, i negri e gli asiatici non fossero visibilmente razze differenti. Il politically correct vuole affermare con forza che non esistono differenze mentre la stessa medicina evidenzia l’incidenza di alcune malattie per specifiche RAZZE. Questo non è razzismo. Il razzismo è discriminare in base alla razza e non vedere le cose come stanno e affermare che i negri hanno nella stragrandissima maggioranza capelli ricci e rapporto massa muscolare/grassa sbilanciata a favore della muscolatura. Pare anche che mediamente sempre i negri abbiano in QI piu basso. Non so se gli ebrei abbiano un QI mediamente alto anche perchè in questo caso è difficile parlare di “razza ebraica”. La razza ebraica originaria, i semiti, non si vedono piu. Ormai sono rimasti aschenaziti e sefraditi che non sono semiti ma “convertiti” all’ebraismo. Quello che invece credo si possa affermare è che nei posti che contano in quasi ogni paese ci sono ebrei o discendenti di ebrei perchè costituiscono tra di loro una “elite” a parte. Come in una “massoneria” si favoriscono a vicenda.… Leggi tutto »

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Dante Bertello
2 Febbraio 2021 5:26

Idem per Giapponesi e Cinesi ma i più intelligenti siamo noi che non abbiamo neanche bisogno di chissà che studi 😊

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 5:27

No, la più intelligente sei te e basta.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Dante Bertello
2 Febbraio 2021 7:07

Verissimo e assolutamente da emulare. I cinesi stanno facendo esattamente lo stesso.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 9:01

Sono detti gli ebrei d’Asia.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 10:14

Paradossale come in Cina per esempio esista una forte diffidenza per l’ebreo e siano disponibili molte più pubblicazioni sulle presunte trame cospirazioniste tessute dalla cupola bancaria con a capo poche famiglie ebraiche.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 10:18

In Cina non si fanno nessun problema. Sono apertamente razzisti ormai verso tutti i bianchi in generale, roba che non si fermano i taxi. Verso i negri poi non ne parliamo. Addirittura l’antropologia ufficiale cinese, quella che insegnano all’università di stato, riconosce ufficialmente che il ceppo Han viene da un’alberatura genetica completamente diversa dagli altri (e implicitamente superiore).

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 10:18

In Cina non si fanno nessun problema. Sono apertamente razzisti ormai verso tutti i bianchi in generale, roba che non si fermano i taxi. Verso i negri poi non ne parliamo. Addirittura l’antropologia ufficiale cinese, quella che insegnano all’università di stato, riconosce ufficialmente che il ceppo Han viene da un’alberatura genetica completamente diversa dagli altri (e implicitamente superiore).

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 10:25

Vedo che conosce bene la situazione. Pensi che oramai oggi noi yang guizi siamo già considerati inferiori e stupidi.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  Dante Bertello
2 Febbraio 2021 9:00

Si aiutano anche molto tra di loro. Lo dico con invidia. Amici cari ebrei qualsiasi lavoro scelgano di fare in campo culturale o artistico hanno aiuti ad altissimi livelli con molta facilità e se sono capaci hanno tutte le opportunità che gli altri non hanno, a meno che non appartengano alla famiglia giusta.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 9:42

Vero, e quando fai affari con loro ti ricordano molto timidamente che Moses is Moses and business is business, ma tra far fare l’affare ad un gentile e ad un ebreo…

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 10:06

Si. Anche se con quelli con cui o per cui ho lavorato mi sono trovato benissimo.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 10:06

Si. Anche se con quelli con cui o per cui ho lavorato mi sono trovato benissimo.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 10:11

Anch’io mi trovo molto bene professionalmente con molti ebrei, l’importante è avere qualcosa da offrirgli che un correligionario non abbia. E sempre farsi firmare riservatezze e protezioni.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 10:21

C’è un libro sugli ebrei stupendo, scritto da Ariel Levi di Gualdo. Un sacerdote cattolico ma che dal nome sembra conosca bene l’argomento. Si chiama “erbe amare”. Consigliatissimo!

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 10:22

Grazie

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 10:15

eheheh forse hai ragione… dovrei tutelarmi di più… ne avrei di cose divertenti da raccontare ma di disqus non mi fido 😀

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 10:22

Mi interessa. Le potrei raccontare di cose non troppo divertenti (quando di mezzo c’è la grana…) anch’io ma dovrei fare nomi e situazioni. Troppo compromettente.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 10:24

eheheh è vero troppa paranoia… ormai con il nome vero non mi sento libero di scrivere nulla 🙂 mannaggia che situazione…

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 12:24

E’ vero sono molto solidali.
Noi invece ci scanniamo, cominciando tra fratelli.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 12:24

E’ vero sono molto solidali.
Noi invece ci scanniamo, cominciando tra fratelli.

Ren
Ren
1 Febbraio 2021 14:15

Solo un appunto, Parler non è ancora online.
Quindi non è ancora resuscitato.

PietroGE
PietroGE
1 Febbraio 2021 15:45

Il regime Biden è il punto di approdo di un declino che è iniziato già da diversi decenni, è proseguito nonostante l’euforia dovuta alla fine dell’URSS e ha subito una accelerazione soprattutto interna alla nazione negli ultimi anni. Le lobby al potere non si fidano più della gente che erano soliti controllare attraverso i media e ora usano il pugno di ferro contro tutti. Tucker Carlson parla di guerra del governo contro il proprio popolo (The American government is at war with its own people https://www.youtube.com/watch?v=gtFBflp8fOk) criminalizzando il dissenso, bollando come terroristi i seguaci di Trump e perseguitando tutti coloro all’interno della burocrazia che non sono d’accordo con l’ideologia dominante che prevede la scomparsa dei bianchi americani usando come arma l’immigrazione. Shamir se non è accorto così come se ne stanno accorgendo anche gli illusi del ‘melting pot’ . Possono aver defenestrato Trump con i brogli ma non riusciranno a sconfiggere il declino che sta impoverendo sempre più strati sociali americani, e quando arriverà l’esplosione dovranno fare i conti con il fatto che il popolo americano è un popolo armato, visto il numero delle armi in circolazione. Quanto agli ebrei, spero che Trump abbia imparato la lezione, quando vai contro… Leggi tutto »

Annibal61
Annibal61
1 Febbraio 2021 17:33

Io non so, non capisco, mi sembra impossibile che abbiano fatto uno sbaglio così madornale perchè qualunque cosa si dica gli Stati Uniti escono da queste elezioni dimezzati. I Democratici hanno fatto di tutto per vincerle ma è come si fossero martellati le palle…ben che vada hanno perso mezzo esercito! Per quanto riguarda il sig. Biden in qualunque parte del mondo si presenti sarà visto come un vecchio scimunito baro o un satanico pervertito mentre la Harris come una donnaccia. Russia e Cina avranno buon gioco, con la propaganda, a non spegnere il fuoco della divisione. United States of America…KO!..e senza nemmeno sparare un colpo…come disse Breznev una 50 di anni fa.

Tonguessy
Tonguessy
Risposta al commento di  Annibal61
2 Febbraio 2021 1:12

Fatto sta che ad andare KO fu l’URSS. Il che sta mettendo KO gli USA, abituati come sono a vedere comunisti dappertutto. Senza comunisti con chi se la possono prendere? Putin è tanto comunista quanto la Merkel, giusto per dire (sempre ex del KGB o simili)

Galadriel69
Galadriel69
1 Febbraio 2021 23:20

Entourage di donne vecchie? Vada per la Pelosi e la Clinton, ma la Harris con i suoi 56 anni come può definirla vecchia!? Questo è sessismo puro.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Galadriel69
2 Febbraio 2021 5:03

Ma tutte streghe cattive.

Galadriel69
Galadriel69
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 12:12

Sono pericolosissime, più guerrafondaie dei colleghi maschi.
Questo per chi sostiene che le donne salveranno il mondo.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  Galadriel69
2 Febbraio 2021 9:03

È vecchia dentro.

Galadriel69
Galadriel69
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 12:13

Ed anche Stronza dentro.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Galadriel69
2 Febbraio 2021 11:59

Come puo’stare vicino al vecchi Biden se non lo e’ gia’ di suo?

Galadriel69
Galadriel69
Risposta al commento di  Astrolabio
2 Febbraio 2021 12:11

Il Potere! Non se la cagava nessuno, è quello di attaccarsi
al treno di Biden era l’unico modo per arrivare alla Casa Bianca.

Violetta
Violetta
2 Febbraio 2021 1:32

“Trump non ha osato perdonare le persone che erano entrate in Campidoglio a suo nome, non ha graziato Assange o Snowden, ma, sorprendentemente, ha perdonato un sacco di imbroglioni ebrei. ”

un eroe

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 4:54

Di Assange me lo aspettavo anch”io ma forse è in cambio della ricandidatura del 2024 tutto quel che ha fatto. Che possiamo saperne?

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 7:06

Ouch! Violetta in blacklist.

robertis
robertis
2 Febbraio 2021 2:46

Beh ma sostenere che un’ etnia sia più intelligente di un altra, equivale a sostenere una forma di razzismo, quello elogiativo … Invece che il più comune razzismo dispregiativo. O no?

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 3:07

no.
Sostenere che i negri hanno la pelle nera è razzismo?
Discriminare i neri perchè hanno la pelle nera è razzismo.

Pare, ma non posso certamente avere la certezza, che statisticamente e mediamente i neri abbiano un QI piu basso.

Attenzione a cosa significhi “mediamente”.

Non significa che sono stupidi.

robertis
robertis
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 4:06

I neri non sono un etnia, così come non lo sono i bianchi o i gialli. Le etnie (da etnhos) sono centinaia…

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 5:02

E tutte in guerra fra loro e più sono simili più si fan la guerra.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 4:10

no, sono una razza.

il razzismo riguarda le razze.

robertis
robertis
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 4:11

I bianchi sono una razza secondo lei?

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 4:15

esiste la razza caucasica che ha la pelle bianca.

razze negroidi con la pelle piu scura.

non è evidente?

riconoscere le razze non è “razzismo”.
Razzismo è discriminare in base alla razza.

robertis
robertis
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 4:27

Che esistano differenze somatiche tra gli esseri umani è evidente, che queste differenze siano nette è molto meno evidente, infatti esistono gradazioni di pelle di ogni tipo. Attribuire patenti di intelligenza in base a caratteristiche somatiche è solo uno dei tanti modi per dividere le popolazioni ed evitare che convergano su interessi e lotte comuni.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 4:32

guardi, cerchiamo per favore di non scadere nella banale retorica buonista. Esistono delle differenze genetiche alcune sono somatiche altre no. Ci sono studi che indicano le differenze come la “produzione media” di un certo enzima o di altro, e allo stesso modo esistono studi che indicano per esempio nella razza negroide (credo la congoide) un QI mediamente più basso. Non capisco cosa ci sia di strano. Sono “quantità” misurabili e come una razza produce piu melanina o ha la tendenza per una certa malattia può anche avere geneticamente una tendenza “media” per un certo QI piuttosto che un altro. Il “fastidio” che lei sente è la dimostrazione del lavaggio del cervello che hanno fatto a tutti. Gia il fatto che hanno manipolato la scienza al punto da farle affermare che non esistono RAZZE umane è straordinario. Si usano criteri diversi per tutti gli altri animali e per l’uomo. Se una razza di cane ha una coda leggermente diversa da un’altra razza allora sono razze diverse. Due razze di homo sapiens una bianca alta bionda e con gli occhi azzurri glabra(e altre caratteristiche non somatiche) e una bassa nera pelosa, se si dice che sono razze differenti allora si è raazzisti.… Leggi tutto »

robertis
robertis
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 4:39

Sinceramente non sono infastidito, ma l intelligenza è una cosa più ampia di un test di intelligenza. Quanto a lavaggio del cervello pensi al suo, che al mio ci penso io.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 4:58

L’intelligenza è qualcosa di indefinibile compiutamente ma brilla come un faro nella notte buia.
Non è nemmeno ereditaria anche se almeno un antenato “intelligente” se scavi, lo becchi di sicuro.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 4:42

ma io infatti non parlo di intelligenza (generica) ma della quantità misurabile QI.

Tra l’altro non sto affermando sia cosi Sto dicendo di aver letto studi in proposito e che mi pare una cosa plausibile visto che razze diverse hanno genetica diversa e che il QI è certamente legato alla genetica oltre che a fattori culturali/ambientali

robertis
robertis
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 4:46

Appunto è legato a fattori culturali e sociali, ma genetici non mi pare, ma se lei ha letto degli studi sarà senz altro come dice lei…buona giornata e grazie dello scambio.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 7:27

la genetica riguarda ogni aspetto del nostro organismo. Anche come assimiliamo e reagiamo alla cultura/ambiente

grazie a lei

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 5:14

Ahahahah, LOL

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 10:00

Empiricamente, quando cerco di parlare di filosofia con i sommi poeti pigmentati che spacciano crack vicino casa mia non ho molto successo. Ma continuo a credere che è solo una questione fortuita.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 7:00

Concordo ma attenzione quando usiamo come strumento di misura il QI che è arbitrario e legato anche al grado culturale del soggetto e solo in parte prende in considerazione sagacia, capacità logica e articolazione dialettica (non linguistica). Io mi ritengo molto intelligente ma ho un QI tra i più bassi del Congo Belga!

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 7:26

ma certo. il QI o i QI (visto che ne esistono di vario tipo) sono solo “parametri” riduttivi e del tutto arbitrari.

Cataldo
Cataldo
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 7:17

L’idea stessa di misurare l’intelligenza è priva di senso pratico, la stessa definizione di intelligenza è di per se problematica, non vedo come si possa misurarla.
Un Polpo nel suo ambiente di norma è molto più intelligente di chi lo va a prendere, ad esempio, l’unica volta che ho rischiato seriamente di affogare me lo ha insegnato 🙂
L’idea di razza non ha alcun fondamento razionale, ed è stato dimostrato proprio dai grandi studi di Cavalli Sforza e di altri, che hanno ricreato la storia della nostra evoluzione.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Cataldo
2 Febbraio 2021 7:25

non si misura “l’intelligenza” che è una cosa piuttosto varie e composita.
Si misurano alcuni parametri per quel che puo valere.

L’idea di razza esiste per ogni specie animale
Tranne che per l’uomo nonostante esistano delle differenze genetiche MISURATE dalla scienza. che però poi deve dire che non esiste la razza e parla per esempio di incidenza di malattia per “etnia”.

Sono solo idiozie che vi bevete come la limonata fresca d’agosto

non si capisce perchè esistono diverse razze per ogni specie tranne che che per l’homo sapiens….

perchè è MAAAALE…
ahahahah

Cataldo
Cataldo
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 7:59

Mi dispiace, ma in centinaia di libri di biologia che ho letto non si parla di razza, ma di specie diverse, ed anche il concetto di specie è fluido, pertanto poichè Homo Sapiens è una unica specie, l’idea di differenze basate su qualcosa di sostanziale e verificabile è una credenza, un meme come altri.
Quella che chiami razza è una variabilità genetica che puo, o non puo essere legata ad un territorio, pertanto nemmeno queste variazioni aggregate possono portare a dare fondamento al concetto di razza, esprimendosi nella normale variabilità fenotipica della specie.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  Cataldo
2 Febbraio 2021 9:07

Allora doberman e cocker sono due Marche di cani?

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Cataldo
2 Febbraio 2021 9:23

puoi usare il termine che piu ti piace.
Esistono differenze genetiche in “gruppi” diversi.

I nativi australiani
i nativi americani
I nativi africani (ci sono piu tipi come i pigmei e vatussi)
etc
tutti questi vengono chiamati “gruppi etnici”.

Resta il fatto che hanno caratteristiche genetiche che li caratterizza.

Se razza ti fa impressione chiamiamoli gruppi etnici ma è sbagliato intendere che siano solo differenze “culturali”, ci sono differenze genetiche che come ti ho ripetuto (ma tu lo salti a pie pari perchè cosi ti fa comodo) sono testimoniate dalla differente incidenza di alcune malattie chiaramente perchè esistono alcune differenze genetiche a vari livelli.

La pelle è il piu evidente (che però testimonia una differenza genetica “endocrina” visto che si tratta della quantità di melanina prodotta) ma esistono diverse altre differenze.

E non si può negare in alcun modo. spiacente!

Cataldo
Cataldo
Risposta al commento di  Violetta
2 Febbraio 2021 11:57

Il punto è che esistono più cose che non si vedono, rispetto quello che riusciamo a vedere, al livello dei geni possiamo avere una diversità maggiore tra due individui della stessa apparente razza, rispetto la diversità che ci può essere tra me ed un pigmeo del Congo. E contro intuitivo, ma e la verità della biologia.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Cataldo
2 Febbraio 2021 12:41

siccome ci sono “gruppi” omogenei………..

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 4:57

Tanto non convergono comunque. Ci sono persino guerre fra formiche nere e formiche rosse in California.
Io sono un’esperta entomologa.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 9:00

Pure

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 9:05

Vada a dire ai neri che è razzismo dire che c’è l’hanno più grosso…

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  robertis
2 Febbraio 2021 6:13

Così c’era scritto sui manuali di storia, anche delle medie inferiori quando ancora trasmettevano pensiero e stimolavano domande. Ora hanno tante belle figure … Non so dove l’autore abbia preso il dato dell’86% dei vaccinati perchè in genere ho sentito che ci si stia avviando verso il 30. Siamo sicuri che sia tradizionale il vaccino russo? a me risultava tale solo quello cinese, che i miliardari vanno a farselo fare a Dubai, ma attendo conferme.

gix
gix
2 Febbraio 2021 3:06

Questa storia della presunta superiore intelligenza del popolo eletto fa il paio con tante altre leggende utili a perpetuare il mito del dominio immaginifico delle elite sul mondo. Che dire di un popolo che si fa vaccinare all’86% della sua consistenza, in brevissimo tempo, contro un virus del quale, vista la propria “elezione”, dovrebbe conoscere la provenienza e la pericolosità? E poi, bisogna dirlo, chiunque appartenga ad una minoranza e sia costretto a difendersi o a sopravvivere, è spinto, se non costretto, ad inventarsi modi per farlo: anche i mafiosi, allora, potrebbero essere più intelligenti della media, visto che sopravvivono alle angherie delle polizie di mezzo mondo da un sacco di tempo, eppure continuano a fare affari alla grande. Certamente, vi sono vari livelli di intelligenza e di arguzia, anche in un popolo come quello eletto, ma alla fine, quello che conta per sopravvivere, più che l’intelligenza in se, è l’identità, la forza dell’appartenenza, la convinzione di far parte di un gruppo riconoscibile, questo bisogna tenerlo sempre presente.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  gix
2 Febbraio 2021 6:55

Non vedo grandi diversità tra la cupola mafiosa e la congrega religiosa.

gix
gix
Risposta al commento di  colzani2
2 Febbraio 2021 12:39

Non ho preso un esempio a caso

Bertozzi
Bertozzi
2 Febbraio 2021 5:26

Si trovano sempre più spesso riferimenti a questo supposto QI e superiorità ebree rispetto agli altri – anni fa lessi un libro dal titolo accattivante “l’enigma di Finkler” o qualcosa di simile interamente basato sulla loro superiorità così come in in film (anch’esso apparentemente innocuo) passato qualche sera fa dal titolo “un amore tra le righe” o simile commediuccia sentimentale in cui un scrittorucolo vince il Goncourt grazie alle correzioni della super intelligente ragazza che è ebrea e che lo convince a diventare ebreo, e per tutto il film ci sono chiare affermazioni di superiorità ebrea. Questo non è razzismo – ribadire continuamente che loro sono meglio- è semplicemente la prosecuzione della colonizzazione morale che hanno compiuto sui nostri cervelli vecchi e putridi, attaccati ai soldi come zecche, e loro ridono perché al gioco del ‘fotti il tuo vicino fotti tuo figlio fotti chiunque per due lire’ sono sicuramente più bravi ed esperti di noi, eterni principianti. Comunque fra non molto dopo tutte queste finestrelle aperte si arriverà al pieno riconoscimento della loro superiorità e anzi si perseguirà e condannerà chiunque osasse negarlo… Alla faccia del razzismo. In un mondo di venduti, questo è lo scenario.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Bertozzi
2 Febbraio 2021 6:26

Secondo me non esiste un popolo homo sapiens più intelligente di altri popoli. Più colto magari sì ma non più intelligente. E’ chiaro che, a parità di tutte le altre condizioni, se c’ hai una base e la metti in una scuola di primo ordine per tanto tempo renderà il doppio o il quadruplo della stessa messa in una scuola di secondo ordine magari anche per meno tempo…Non è l’intelligenza dunque a distinguere gli ebrei ma la loro convinzione di essere in qualche modo investiti di un diritto divino. Il loro Dio li convince che sono diversi dagli altri uomini, uno scalino più in sù, mentre in genere il Dio delle altre religioni pone tutti gli uomini sullo stesso piano. Questo li rende più spregiudicati, più uniti, e soprattutto, meno rispettosi dei diritti altrui …considerati inferiori. Questione di training autogeno, imho, non di intelligenza.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Annibal61
2 Febbraio 2021 6:32

P.S. La domanda giusta da farci secondo me è questa: “Possiamo essere tutti ebrei?”.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Bertozzi
2 Febbraio 2021 6:26

Secondo me non esiste un popolo homo sapiens più intelligente di altri popoli. Più colto magari sì ma non più intelligente. E’ chiaro che, a parità di tutte le altre condizioni, se c’ hai una base e la metti in una scuola di primo ordine per tanto tempo renderà il doppio o il quadruplo della stessa messa in una scuola di secondo ordine magari anche per meno tempo…Non è l’intelligenza dunque a distinguere gli ebrei ma la loro convinzione di essere in qualche modo investiti di un diritto divino. Il loro Dio li convince che sono diversi dagli altri uomini, uno scalino più in sù, mentre in genere il Dio delle altre religioni pone tutti gli uomini sullo stesso piano. Questo li rende più spregiudicati, più uniti, e soprattutto, meno rispettosi dei diritti altrui …considerati inferiori. Questione di training autogeno, imho, non di intelligenza.

Hospiton
Hospiton
Risposta al commento di  Bertozzi
2 Febbraio 2021 7:31

Il loro problema (parlo naturalmente di elite finanziarie e culturali, il popolino è carne da macello anche se segue i precetti della Torah) è che quando tale riconoscimento sarà completato la popolazione “bianca” europea (che pare la destinataria unica di tutte queste attenzioni) potrebbe essersi estinta o quasi, a giudicare dai trend demografici e dai flussi migratori. Tanto lavoro propagandistico per farci vivere con un perenne senso di colpa (il genocidio ebraico è l’unico degno di esser ricordato in maniera martellante, evidentemente lo sterminio dei nativi americani, la tratta degli schiavi, l’Holodomor, il massacro degli armeni o i crimini delle potenze europee durante il colonialismo in Africa e Asia non valgono altrettanto) e poi si ritroveranno in un’Europa a maggioranza tunisina, libica, senegalese, nigeriana, cinese, pakistana, turca, popoli che penseranno a ben altro che alla “giornata della memoria”, per non parlare della fine degli inchini verso i sionisti dato che i pro-Israele diminuiranno in modo significativo. Contano di ammaestrare anche i neoarrivati o nella foga hanno fatto male i calcoli? Nel primo caso dovranno inventarsi strumenti ben più efficaci de “La vita è bella”, a differenza del sempre più vecchio, bolso e metrosexual uomo europeo “bianco” gli extracomunitari sono giovani,… Leggi tutto »

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  Hospiton
2 Febbraio 2021 9:09

Le razze non esistono. La prova è che suono i bonghi meglio dei negri

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 9:10

Ma magari ce l’hai più corto. 😉

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  Bertozzi
2 Febbraio 2021 9:46

Ah ecco! Due prove che la razze non esistono!

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Pino Rossi
2 Febbraio 2021 9:53

Dovevi rispondermi che però lo usi meglio.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  Bertozzi
2 Febbraio 2021 9:55

Più che altro come sciarpa.

Pino Rossi
Pino Rossi
Risposta al commento di  Bertozzi
2 Febbraio 2021 9:55

Più che altro come sciarpa.

lady Dodi
lady Dodi
2 Febbraio 2021 5:16

Mi dispiace per quelli che hanno votato Trump e che per me sono la maggiora assoluta. Trump aveva un compito difficile: non fare declinare il usa e vivere in pace con tutti.
Biden adesso “rimetterà le cose a posto”: guerre a go’ go’ e usa negli abissi.
Tutto sommato sarebbe bene gli Statunitensi prendessero le armi subito, tanto è inevitabile. Meglio una guerra oggi che cento domani.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  lady Dodi
2 Febbraio 2021 9:32

Aspetta un attimo, aspetta che si accorgano di vedere quanto costano le portaerei e le mille basi in giro per il mondo….mica possono campare di debiti da qui all’ eternità.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Annibal61
2 Febbraio 2021 9:37

Hanno già detto che “la difesa” dobbiamo pagarcela. Così imparano in Italia a tifare Biden.

Pino Rossi
Pino Rossi
2 Febbraio 2021 8:56

Chirurgico.

Frank Dax
Frank Dax
2 Febbraio 2021 11:05

Come sempre il Tempo non mente mai e svelerà il perché di questa commedia “Donaldo-Bidet” . Chi crede che i due personaggi siano le prime donne della faccenda secondo il sottoscritto sbaglia di molto . Sono solo due “caratteristi”a cui è stato dato un copione scritto , nel quale , ambedue si sono calati nella parte con un interpretazione sicuramente non da Oscar . Ambedue avrebbero potuto vincere con i propri mezzi a disposizione applicando strategie che non portassero allo scontro frontale , ma sembra che , invece di leggere Sun-Tzu , si sono fermati a Topolino . Se si è voluto arrivare a questa situazione assurda e dividere gli USA , vuol dire che proprio questo era lo scopo finale di chi il copione lo ha redatto . E chi lo ha scritto , sarà un gran bastardo , ma sicuramente non è stupido . Ricordo a tutti che quando un paese è diviso , sul orlo della guerra civile , è facile distoglierlo dai veri problemi portandolo in “guerra” , vedi Argentina/Falkland . Non vorrei che lo scopo ultimo fosse proprio quello , e scenari non mancano : Iran , Siria , Ucraina , Taiwan con il primo… Leggi tutto »

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Frank Dax
2 Febbraio 2021 11:50

Ottimo, condivido.

Primadellesabbie
Primadellesabbie
2 Febbraio 2021 15:28

In parallelo a questo, libreidee pubblica un articolo che profetizza il crollo del potere marcio che domina l’America e il mondo. A me sembra che il regime che si é imposto or ora non sia mai apparso così forte e sicuro di sé. Ha truffato le elezioni in modo plateale e visibile, così che fosse chiaro a tutti, non solo a Trump, che lo può fare e che é in grado di reggere le accuse a fronte di una pubblica opinione che non teme e che, anzi, domina, Si é servita di un candidato impresentabile circondato da personaggi compromessi agli occhi di tutti, e li ha imposti. E, ciliegina, ha mostrato il suo collaudato modo di procedere, lasciando sviluppare la protesta e la manifestazione pro Trump, salvo infiltrarla all’ultimo istante con pittoreschi figuranti e provocare qualche vittima, così da scandalizzare i benpensanti, e gestirla poi con comodo e a lungo termine, con i media. Qualcuno nota debolezze? Io no. PS – Non so cosa pagherei per conoscere il contenuto e la successione dei frenetici contatti che hanno portato alla sospensione dello spoglio e all’aggiornamento del software, chi ha dato l’ok finale a questa operazione deve essere vicinissimo al vertice della… Leggi tutto »