Home / Notizie dal Mondo / La crisi degli antibiotci

La crisi degli antibiotci

DI FRANCESCO ERSPAMER

facebook.com

In prima pagina il New York Times di oggi (qui) spiega che nuovi antibiotici in grado di attaccare batteri diventati resistenti agli attuali farmaci potrebbero non venire prodotti, esponendo a sofferenze e morte milioni di persone. Come mai? Perché gli speculatori (ma il giornale li chiama investitori) e le mega-aziende farmaceutiche non pensano di guadagnarci abbastanza e dunque non finanziano la ricerca; capirete, si tratta di medicine che in pochi giorni possono guarire un paziente: dal punto di vista commerciale una fregatura, meglio puntare su quelle belle terapie che non eliminano la malattia ma tengono in vita il malato per anni o decenni, diventando una tassa per la sopravvivenza raccolta da compagnie che prosperano grazie alla rendita assicurata dai brevetti — il più tipico degli abusi del capitalismo e oggi considerato ovvio e giusto dalla maggioranza della gente.

Cosa vuole il New York Times? Che i governi non pongano tetti al prezzo delle medicine e che i loro programmi assistenziali non chiedano sconti, in modo da far sì che i suddetti speculatori possano guadagnare trilioni. Se no, ci ammonisce, saranno i meno abbienti a soffrirne le conseguenze.

Invece io ho un’altra soluzione: visto che i miliardari i loro soldi li sanno usare solo per creare altri miliardi, non per risolvere i problemi del mondo e dei popoli, bisogna toglierglieli. Non una percentuale di essi: tutti. Come giustamente ripete Bernie Sanders, i miliardari non dovrebbero esistere: un patrimonio di qualche decina o centinaia di milioni deve essere sufficiente anche per i più avidi: chi vuole di più è un sociopatico e una minaccia allo Stato. Certo, lo Stato è spesso sprecone e corrotto, ma la balla che i privati siano migliori o più efficiente l’hanno inventata i privati, e siccome in tanti ci hanno creduto, oggi una trentina di individui possiedono più beni di metà della popolazione mondiale.

Vi prego, pensateci prima di sostenere o votare per i partiti che in Italia lavorano per la privatizzazione della sanità: Renzi e Berlusconi soprattutto, ma anche il loro alleato naturale, Salvini. In parte, purtroppo, anche il Pd: ma coloro che apertamente vogliono americanizzare il paese sono Italia Viva, Forza Italia e la Lega.

 

Francesco Erspamer

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/frerspamer/posts/2567162633400277

27.12.2019

Pubblicato da Davide

Precedente La ricetta della Mmt: tassi zero e niente più Btp
Prossimo Le privatizzazioni ci stanno riportando al Feudalesimo

24 Commenti

  1. Riassunto: “purtroppo, anche il Pd”.
    Purtroppo? In che senso?

    Condivido l’idea che ci deva essere un tetto massimo ai possedimenti di un individuo: rubare va bene, ma con moderazione.

    • No,rubare non va mai bene, nemmeno con moderazione.
      Ma allora come ci si vanta in Italia.?

    • Negli anni ’90, agli albori di Internet, conobbi tramite ICQ una ragazza che viveva in Svezia. Si lamentava di vivere in un paese socialista dove il governo aveva messo un tetto massimo alla vincita delle lotterie sostenendo che troppa ricchezza non era moralmente accettabile. Con l’entrata nella UE immagino che simili leggi saranno scomparse…

  2. Amen fratello, amen, togliamogli tutto.

  3. Ma il paese non e’ gia americanizzato dal dopoguerra?
    Che forza viva, forza italia e la lega possano americanizzarlo di piu’ e’ utopia.
    Che riescano a produrre poi antibiotici che intaccano i batteri attuali, non attaccanili più con i vecchi antibiotici, senza ammazzare il malcapitato e’ fantascienza.Per cui andare a parare sugli speculatori mi pare azzardato.

    • L’Italia è rimasta un paese con una forte presenza presenza statale, e non addirittura monopolio, in molti settori strategici dell’economia fino agli anni ’80. Poi sono iniziate le privatizzazioni che sono state così selvagge da superare anche l’esempio americano. Basti pensare che in America nessuno si sognerebbe di privatizzare le Poste o i trasporti pubblici di New York, tanto per fare due esempi.

  4. Siccome vogliamo stare bene, bisogna fare attenzione a non farsi “contagiare” dalle chiacchiere. Allora, per stare bene, di questa specie di romanzo giallo, bisogna buttare via tutto: i miliardari, il New York Times, le industrie farmaceutiche, i malati, la malattia, gli antibiotici, l’autore dell’articolo…
    OH, ecco fatto… Tutti fuori… Ora va meglio…

  5. Una bella sfoltita ci vorrebbe proprio, se non ci pensiamo noi ci penseranno comunque guerra e fine delle risorse

  6. Beh il pericolo arriva anche dalla UE germanocentrica, paese dove la sanità è privata e ti devi assicurare per avere le cure.

    Continuo ad essere sostenitore della visione politica in cui lo Stato sia monopolista dei servizi più importanti: elettricità, gas, acqua, ferrovie, carburanti, scuola, difesa e sanità. ha funzionato nel nostro paese per decenni e non vedo perché non potrebbe funzionare ancora… come dite? Ce lo chiedono i mercati e l’Europa? Che vadano aff…

  7. “In parte, purtroppo, anche il Pd”? Io direi soprattutto il PD.

    Salvini vuole americanizzare l’Italia? Ma non è il peggior nemico degli U.S.A.? Così almeno sostiene Dolcino.

    Che una trentina di persone posseggano più beni di metà della popolazione mondiale è impressionante; fa pensare, non so se sia giusto, e probabilmente non dovrebbe essere così; ma non nel modo che ha detto Erspamer. Infine, io metterei il PD come primo partito da non votare, e il secondo Italia Viva.

  8. Credo di avere una visione simile a quella di Erspamer, che si può sintetizzare in un desiderio: nella mia visione del mondo, il fallimento della Lehman Brothers a Nuova York, deve essere come il crollo del ponte di Brooklyn. Ciò che crolla deve essere quel ponte e basta, non tutti i ponti del mondo.

  9. Ma veramente la sapevo in modo diverso, alcune multinazionali del farmaco sono quasi in bancarotta per via dei finanziamenti alla ricerca, i ricercatori, non solo quando finanziati dallo stato ma anche quando finanziati dal privato, ricercano ma non trovano (anche perchè se trovassero perderebbero lo stipendio) o meglio ricercano solo lo stipendio (come quelli che stanno ricercando ancora che si sciolgano i ghiacciai) il problema comincia ad essere grave, anche perchè i batteri, senza soldi per la ricerca (e pure senza laurea) hanno già trovato l’antidoto agli antibiotici…..i nostri ricercatori strapagati invece, lultima scoperta che hanno fatto è la pennicillina (ricercata in proprio, in cantina, da una francesina) dopo quella, tutto il resto, è solo ricerca di soldi (che non curano ma fanno tanto bene ai ricercatori)……la domanda sorge spontanea…..riusciranno i big pharma a scaricarci a noi i costi della ricerca dei ricercatori prima che vadano dal culo loro ?…..io resto fiducioso….ce la faranno!
    P.S.
    Forse gli stiamo già dando una mano con i vaccini ( con quelli un pò di ricerca già la paghiamo)
    https://notizie.tiscali.it/esteri/articoli/Aziende-farmaceutiche-in-crisi/

  10. Concordo sulla questione dei troppi miliardari e dell’evitare il meccanismo che crea gli ultraricchi… Ma devo proprio dire che, da chimico, so bene che la crisi degli antibiotici è ben piú complessa: attualmente quasi tutte le molecole attive sono beta-lattami e cefalosporine. Abbiamo aggiunto una mirirade di variazioni al tema ma le cartucce (combinazioni) sono state sparate quasi tutte. Bisogna scoprire una classe chimica totalmente diffferente e non sarà facile. Nemmeno pompando chissà quali miliardi nella ricerca. È piú una questione di tempo: l’evoluzione dei batteri è molto piú veloce della nostra e NOI li abbiamo selezionati utilizzando malissimo gli antibiotici (vedi: negli allevamenti per fonfiare il bestiame). Putroppo le cose stanno cosí, e non è che le case farmaceutiche non ci abbiano mai fatto soldi sui nuovi farmaci, quindi che sparata sarebbe quella di apertura all’articolo?! Mah… Saluti.

  11. Oltre a questo c’è da dire che esiste una cura per il cancro,solo che è per chi se lo può permettere,infatti è dal 1969 che avrebbero potuto curare oltre il 98% di tutti i tumori; avevano (ed hanno), infatti, le cure presso l’Istituto Rockefeller, ma non vengono divulgate, perché le persone devono pur morire di qualcosa.Ma di cosa stiamo parlando.

  12. I 5S? un articolo fatto Di proposito ,è risaputo da Anni che per nuovi clienti le MULTINAZIONALI usano i Vaccini ‘ Tutta la polita Italiana e Mondiale è sotto controllo delle Multinazionali del Farmaco’

  13. Hai ragione. Il M5S anche se fa vomitare è ancora un pochino meglio dello schifo degli altri partiti…
    Non andando a votare si fa il gioco del sistema.

  14. Siamo lontano, molto lontani…
    Un articolo del genere sottintende che esiste un mucchio super partes a cui tutti possono attingere e con questo macro errore alla base si crede di poter limitare l’azione arraffatrice altrui.
    La frase “bisogna toglierglieli” fa quasi tenerezza per quanto è pregna di ingenuità.
    Il mucchio super partes non esiste e lo scacchiere è di proprietà dell’avversario, questa è la realtà oggettiva, il vivere attuale è stato strutturato nella sua essenza dalla cultura massonica, non solo nella politica e nella finanza, ma anche e soprattutto nelle aspettative, emozioni, desideri ecc… di Medioman.
    Quindi o si costruisce un altro scacchiere o si elemosina in quello avversario nella speranza di ottenere un qualcosa vicino alla decenza.

  15. Uno è delinquente o meno a prescindere dalla ricchezza che possiede.
    Perchè non si può esser liberi di diventare ricchi oltremisura , se non si danneggiano i diritti degli altri?
    Kamprad di Ikea fu un multimiliardario e non mi pare fosse un delinquente.
    Buffett, Gates, Zuckerberg non mi pare siano dei delinquenti, pur coi loro difetti da esseri umani.
    Esistono di certo miliardari criminali.
    Ma non vanno perseguiti per la loro ricchezza, bensì per le loro malefatte.
    Quanto agli antibiotici, se non li producono le grandi aziende, potranno farlo sempre a scopo di lucro altre aziende minori.
    Ma ci sono complotti ovunque?
    Anche quando vado a far la spesa al supermercato?
    Allora meglio una guerra termonucleare totale con 6 miliardi di morti , che abbiamo risolto i problemi.

    • L’invidia verso chi ha saputo fare meglio con la propria vita, o semplicemente è stato più fortunato, è in grado di accecare la ragione.
      Poi sinceramente credo esistano più poveri criminali che ricchi, semplice matematica.

      Ma purtroppo siamo circondati da violenti autoritari comunisti inconsapevoli o meno di esserlo che, data l’invidia di cui sopra, credono che chi è ricco deve per forza aver rubato forse perchè non concepiscono l’idea che qualcuno possa essere meglio di loro e che abbia offerto prodotti che le persone comprano volontariamente dando profitto al loro ideatore.

      E quindi inizia la fiera del “vanno tassati di più, va messo un limite alla ricchezza, sequestrare, aggredire” ecc. ecc. ecc.

  16. Lo fanno anche nella sanità pubblica dove capita anche di ascoltare parole strane pregne di incompetenza, pregiudizio, speculazione e menefreghismo, si chiama mafia bianca che manipola di tutto perché guadagna sul danno che lei stessa ha generato, è un meccanismo speculativo e perverso è come un cancro che si alimenta perseguitando le cellule sane, la mafia bianca vale come un due di spade con bastoni a tavola che è un gioco che si fa da seduti, in Italia si fa questo gioco nei periodi natalizi, nei bar, nelle osterie. Perdono anche con altri tipi di giochi che chiedono un movimento fisico perché la mafia bianca è perdente, ha fatto la scelta fallimentare.

  17. “”Vi prego, pensateci prima di sostenere o votare per i partiti che in Italia lavorano per la privatizzazione della sanità””
    Oh l’anima candida! Se lo vorranno fare il nostro sostegno o la sua mancanza, conteranno come il due di picche quando la briscola è fiori.
    Si veda per i vaccini. Il trucco: quelli totalmente inutili si somministrano, UNITI, con quelli utili e quindi se vuoi questi ultimi, ti devi beccare anche i primi. Ma i trucchi sono infiniti. Intanto la privatizzerebbero NEGANDO di farlo e poi, tante altre cose.

  18. Brevetti? E’ questo il problema? Che se li tengano! La Cina, o qualche altro Paese emergente, ne devono inventare di nuove, buttarli sul mercato e mettere ko le attuali industrie farmaceutiche. Prima di diventare nefaste a loro volta, le new entry, ci possono essere utili perchè passerà del tempo. So che qui nessuno sarà d’accordo ma la privatizzazione totale, nonchè il liberismo più sfrenato, in questo campo, prima di uccidere noi, ammazzerebbero i “cattivi”.
    Insomma, si rimedia col pan per focaccia. le prediche non servono.

  19. I sociopatici veri sono questi aggressori della vita altrui, incapaci di farsi una vita e che con la bava alla bocca pretendono di usare lo stato come strumento per andare a rubare a chi ha accumulato capitale inventando qualcosa o offrendo servizi che pure chi urla contro i maiali capitalisti usa.

    Questi articoli fanno pena, sembrano discorsi che fanno dei ragazzini stupidi.
    Bernie Sanders prima di diventare egli stesso milionario, diceva che i milionari non dovevano esistere, ora i miliardari..datevi una [email protected] di svegliata e crescete.
    Se prendessimo TUTTA la ricchezza del mondo e ne dessimo una parte uguale a tutte le persone del pianeta, ognuno di noi riceverebbe neanche 1300 euro…ueii ci risolvi tutti i problemi con 1300 euro una tantum!