Due cose che i media mainstream non vi hanno detto sull’approvazione del vaccino Pfizer da parte della FDA

Nelle clausole scritte in piccolo nel comunicato di approvazione da parte della FDA statunitense del vaccino Covid Pfizer Comirnaty sono nascosti due fatti critici che determineranno se il vaccino sarà reso obbligatorio e/o se Pfizer potrà essere ritenuta responsabile di eventuali lesioni.

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Robert F. Kennedy, Jr.
Meryl Nass, M.D.
childrenshealthdefense.org

Lunedì, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato una domanda di licenza per prodotti biologici per il vaccino Pfizer Comirnaty.

La stampa ha riferito che l’obbligatorietà della vaccinazione ora è legale per i militari, gli operatori sanitari, gli studenti universitari e i dipendenti di molte industrie. Il sindaco di New York City, Bill de Blasio, ha subito richiesto il vaccino per tutti gli insegnanti e il personale scolastico. Il Pentagono sta per renderlo obbligatorio per tutti i militari in servizio.

Ci sono però diversi aspetti bizzarri in questa approvazione della FDA, che potrebbero confondere coloro che non hanno familiarità con la pervasività della cattura normativa da parte della FDA o con la profondità del cinismo dell’agenzia.

In primo luogo, la FDA riconosce che, mentre Pfizer ha “scorte insufficienti” di vaccino Comirnaty appena registrato, c’è “una quantità significativa” di vaccino Pfizer-BioNTech COVID – prodotto [e distribuito] sotto autorizzazione di emergenza (EUA) – ancora utilizzabile.

La FDA ha stabilito che il vaccino Pfizer-BioNTech sotto EUA rimarrà senza licenza ma potrà essere usato “in modo intercambiabile” (pagina 2, nota 8) con il prodotto Comirnaty appena autorizzato.

In secondo luogo, la FDA ha sottolineato che il vaccino Pfizer Comirnaty autorizzato e il vaccino Pfizer attuale sotto EUA sono “legalmente distinti,” ma, allo stesso tempo, afferma che le loro differenze non hanno “impatto sulla sicurezza o sull’efficacia.”

C’è un’enorme differenza nel mondo reale tra i prodotti approvati sotto EUA rispetto a quelli completamente autorizzati dall’FDA.

I prodotti EUA secondo la legge degli Stati Uniti sono sperimentali. Sia il Codice di Norimberga che i regolamenti federali prevedono che nessuno possa costringere un essere umano a partecipare ad un esperimento con uno di questi prodotti. Secondo il 21 U.S. Code Sec.360bbb-3(e)(1)(A)(ii)(III), “autorizzazione per prodotti medici da usare in casi di emergenza” è illegale negare a chichessia il lavoro o l’istruzione perché rifiuta di essere il soggetto di una sperimentazione. Allo stesso tempo, i potenziali destinatari hanno il diritto assoluto di rifiutare i vaccini EUA.

Le leggi degli Stati Uniti, tuttavia, permettono ai datori di lavoro e alle autorità scolastiche di richiedere a studenti e lavoratori di assumere i vaccini autorizzati.

I vaccini COVID approvati dall’EUA godono di uno scudo di responsabilità penale straordinario ai sensi del Public Readiness and Preparedness Act del 2005. I produttori di vaccini, i distributori, i fornitori e i pianificatori governativi sono immuni da responsabilità. L’unico modo in cui una parte lesa può fare causa è se il querelante può provare una cattiva condotta intenzionale [da parte dell’azienda farmaceutica] e se anche il governo degli Stati Uniti ha intentato un’azione esecutiva contro la medesima controparte per cattiva condotta intenzionale. Nessuna azione legale di questo tipo ha mai avuto successo.

Il governo ha creato un programma di compensazione estremamente avaro, il Countermeasures Injury Compensation Program, per risarcire le lesioni causate da tutti i prodotti EUA. I parsimoniosi amministratori del programma hanno risarcito, fino ad oggi, meno del 4% dei richiedenti e non una singola lesione da vaccini COVID, nonostante il fatto che i medici, le famiglie e i destinatari dei vaccini abbiano riportato più di 600.000 effetti avversi gravi dai vaccini COVID.

Almeno per il momento, il vaccino Pfizer Comirnaty non ha uno scudo di responsabilità. Le fiale del prodotto, che riportano la scritta “Comirnaty” sull’etichetta, sono soggette alle stesse leggi sulla responsabilità di prodotto valide per gli altri farmaci commercializzati negli USA.

Quando il Comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) inserisce un vaccino per l’infanzia nel programma obbligatorio, questo beneficia di una generosa dose di esenzioni di responsabilità.

Ma i vaccini per adulti autorizzati, compreso il nuovo Comirnaty, non godono di alcuna esenzione di responsabilità. Proprio come nel caso delle Ford Pinto che prendevano fuoco o dell’erbicida Roundup della Monsanto, le persone danneggiate dal vaccino Comirnaty potrebbero potenzialmente fare causa [all’azienda] per danni.

E, dal momento gli adulti danneggiati dal vaccino sarebbero in grado di dimostrare che il produttore era a conoscenza dei problemi relativi al prodotto, i risarcimenti stabiliti dalle giurie potrebbero essere astronomici.

È quindi improbabile che Pfizer permetta anche ad un solo Americano di assumere un vaccino Comirnaty fino a quando non potrà, in qualche modo, garantirsi l’immunità anche per questo prodotto.

Con questo background, il fatto che la FDA nella sua lettera di approvazione abbia riconosciuto che ci sono scorte insufficienti del Comirnaty autorizzato, ma che esiste una fornitura abbondante del vaccino EUA Pfizer BioNTech, ci fa capire che l'”approvazione” altro non è che un cinico schema per incoraggiare le imprese e le scuole ad imporre obblighi illegali di vaccinazione.

La chiara motivazione della FDA è di permettere a Pfizer di liberarsi rapidamente delle scorte di un vaccino che la scienza e il Vaccine Adverse Events Reporting System hanno chiarito essere irragionevolmente pericoloso e che la variante Delta ha reso obsoleto.

Gli Americani, informati che il vaccino COVID di Pfizer è ora autorizzato, daranno comprensibilmente per scontato che l’obbligatorietà per il vaccino COVID sia ora legittima. Ma, nelle prossime settimane, quando scadranno gli ultimatum nel settore scolastico, saranno disponibili solo i vaccini autorizzati dall’EUA, per i quali nessuno ha alcuna responsabilità reale.

La FDA sembra voler ingannare intenzionalmente i cittadini americani e indurli a rinunciare al loro diritto di rifiutare un prodotto sperimentale.

Mentre i media strombazzano che la FDA ha approvato i vaccini COVID, la FDA non ha approvato il vaccino Pfizer BioNTech, né alcun altro vaccino COVID per la fascia di età dai 12 ai 15 anni, né dosi di richiamo per nessuno.

E la FDA non ha autorizzato il vaccino Moderna, né quello di Johnson & Johnson – così la stragrande maggioranza, se non la totalità, dei vaccini disponibili negli Stati Uniti rimangono prodotti EUA senza licenza.

Ecco cosa dovete sapere quando qualcuno vi ordina di assumere il vaccino: chiedete di vedere la fiala. Se c’è scritto “Comirnaty” è un prodotto autorizzato. Se c’è scritto “Pfizer-BioNTech” è un prodotto sperimentale e, secondo il codice 21 U.S. 360bbb, avete il diritto di rifiutarlo. Se viene da Moderna o da Johnson & Johnson (commercializzato come Janssen), avete il diritto di rifiutarlo.

Questa della FDA è una truffa bella e buona nei confronti del pubblico americano – ma noi non dobbiamo stare al gioco. Se non c’è scritto Comirnaty quello che vi viene proposto non è un vaccino approvato.

Robert F. Kennedy, Jr.
Meryl Nass, M.D.

Fonte: childrenshealthdefense.org
Link: https://childrenshealthdefense.org/defender/mainstream-media-fda-approval-pfizer-vaccine/
24.08.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
12 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
12
0
È il momento di condividere le tue opinionix