Dove fuggire in caso di Catastrofe? UNA VALIDA OPZIONE (parte 1 di 2)

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Di Salvatore di Talia
per ComeDonChisciotte.org

Quello che segue, pur prendendo avvio all’insegna del ‘Sogno Tropicaleun sogno, visti i tempi che corrono, riconsiderato alla luce d’una possibile, quanto presto, forse, necessaria…fuga piuttosto che non come semplice edonistica evasione si trasformerà nel breve in un Trattato di Geopolitica Contemporanea d’un certo peso, non scevroda tinteggiature apocalittiche.

Sarà mio preciso intento mostrare come Sogno Tropicale ed Analisi Geopolitica, in realtà, siano molto più sovrapponibili di quanto non si possa –di primo acchito– pensare. E, ciò, non tanto e solo perché potrebbe concretamente rendersi necessario fuggire (fuggire…da cosa? Fuggire…da chi? Ecco, dunque, spiegata l’inevitabile entrata in scena della geopolitica), bensì per il fatto che –sulla falsa riga del noto adagio “Tutte le strade portano a Roma”– nel nostro specifico caso scopriremo che abbiamo a che fare sempre e comunque con…Lo stesso Gruppo Egemone. Ciò, che si tratti della possibile, imminente Catastrofe, o che invece sia la ‘Macchina di Controllo Globale’ a farla da protagonista; o, addirittura (come vedremo al termine di quest’anomalo thriller), qualora desiderassimo abbracciare il Sogno Tropicale tout court.

Procediamo con ordine, dunque…

Giovanni Angelo Cianti – 1947

L’uomo che ha acceso le mie…‘Tropicali’ Curiosità

Non lo conoscevo affatto (strano, perché ho avuto davvero molto da imparare, da lui), e infatti me l’ha suggerito di recente una mia Lettrice. Il misterioso signore si chiama Giovanni Angelo Cianti.

È così che, al fine di poter passare al setaccio l’entusiastica raccomandazione da parte di un geopoliticamente alquanto pessimistaGiovanni A. Cianti riguardo alla COSTA RICA come luogo idealeal fine di poter sfuggire all’imminente e a detta di Cianti…inevitabile Catastrofe, ho dovuto trascorrere ore a studiare il suo intero Canale “YouTube” [1]; e devo confessare che, complessivamente, è stato un vero piacere.

Ecco, dunque, i tre brevi video specifici sull’argomento ‘Fuga in Costa Rica’ di Cianti, per l’appunto una delle massime (e più…‘propositive’) autorità italiane, in materia. Seguirà un ottimo Articolo da una rivista specializzata.

1. “Costa Rica, Periferia del Mondo”, 18 mar. 2022, min.: 06’37” [2]

2. “Costa Rica, Eden delle Élite”, 5 mar. 2022, min.: 04’52” [3]

3.“Pura Vida”, 6 gen. 2022, min.: 02’20” [4]

4. “Vivere in Costa Rica: Pro e Contro, dove trasferirsi ed altri Consigli”, 6 giu. 2019 [5]

Giovanni Angelo Cianti (= “G.A.C.”) possiede un bellissimo e spesso forbito ‘parlar toscano‘. Quando (purtroppo raramente) la ripresa microfonica è di qualità accettabile, egli rivela inoltre una magnifica voceda attore di prosa. G.A.C. si vanta di essere un totale autodidatta; il che gli fa onore, giacché egli spazia agevolmente tra: Geopolitica & ‘Anti-Complottismo’, Spiritualità e Filosofia; Storia, ‘Proto-Storia’ e Civiltà Sepolte; Economia, Scienze Naturali, Scienze della Comunicazione e Pubblicità; Sport & Cultura Fisica, Dietologia & Salute e molto, molto altro ancora. Insomma: ci troviamo al cospetto di un raro esempio di ‘tuttologo illuminatoalla stregua di altri due ‘toscanacci’ contemporanei del calibro di Corrado “Khnum-Khufu” Malanga e Marco “Bhaktivedanta” Ferrini–il quale, salvo eccezioni (eccezioni che non mancherò di prendere in considerazione), sa decisamente il fatto suo.

D’altronde, riflettiamo un po’. Proprio all’opposto della Costa Rica che, come tiene a sottolineare fin dall’inizio G.A.C., non riveste alcun interesse strategico-militare (non a caso, nel lontano 1949, la Costa Rica fu il primo Paese al Mondo a rinunciare ad un proprio Esercito Autonomo) ed è poverissima, in quanto, a parte il Turismo, è quasi del tutto priva di Risorse Propriela Penisola Italica, grazie alla sua straordinaria posizione geografica, è da sempre la ‘Perla’ del Mediterraneo. Non parliamo, poi, del suo patrimonio artistico-culturale senza eguali, oltre alla sua eccezionale varietà paesaggistica; aspetti, questi, che fanno dell’Italia –per estensione– la Perla del Mondo tutto, con le inevitabili, colossali invidie e bramosie che puntualmente gliene derivano.

Perché, altrimenti, l’Italia sarebbe stata presidiata da governi-fantoccio über-globalisti come quello di Mario “Nuovo Ordine Mondiale” Draghi? Governi non-eletti che –fosse necessario ricordarlo– ODIANO l’Italia e gli Italiani e si adoperano meticolosamente a finir di distruggere, con…tutti i mezzi possibili, la nostra meravigliosa Nazione, Popolazioni Autoctone in primis? Così da poter svendere definitivamente le sue vilipese vestigia ai Poteri Finanziari Internazionali?

Non va trascurato, inoltre (ma un tale dato è strettamente legato a quanto rilevato sopra), che in quest’Europa mesta Colonia dell’Imperialismo degli Stati Uniti d’America e d’Israele (da alcuni osservatori, non a caso, ribattezzati: “U.S.A.I.”), l’Italia tristemente primeggia con le sue: «Oltre 100 Basi “NATO”» (G.A.C.) e con le sue quasi 200 Testate Nucleari. Non c’è bisogno che vi dica…DOVE verrebbero dunque inviati i primi missili dalla Russia, nel caso questo falso e pretestuoso Conflitto Russo-Ucraino dovesse degenerare in una Terza Guerra Mondiale.

La Costa Rica, ci fa notare G.A.C., è ancora piacevolmente sotto-popolata. 51.100 kmq (la nostra Italia è circa sei volte tanto: 302.000 kmq), la sua Popolazione supera di poco i 5 milioni di abitanti (Censimento 2020), dei quali ben 2/3 sono concentrati nella sola area della capitale, tra la stessa San José (1,5 milioni) e le sue varie Periferie (1,8 milioni).

Tutti hanno sentito dire che nel periodo 2000-2009 la Costa Rica si piazzò regolarmente prima in graduatoria nel concorso internazionale “Happiness in Nations”, potendo dunque vantare per più anni il Primato Mondiale per la Felicità della sua Popolazione. Una cosa, infatti, è il “PIL” di una Nazione, e in questo abbiamo visto che la Costa Rica non eccelle; tutt’altra cosa è invece la sua…“FIL” (termine ufficioso, ma ormai riconosciuto), dove la “F” sta ovviamente per “Felicità”.

Nel 2015 la Costa Rica fu eletta “Paese più ‘verde’ al Mondo” a causa della sua produzione di energia elettrica da Risorse Rinnovabili; tra queste: un 80% di energia da Risorse Idriche, abbondantissime in forma di meravigliose cascate mozzafiato.

Tuttavia, da quel vero e proprio avvocato del diavolo che –come adesso apparirà evidente– mi adopererò, doverosamente, a fare lungo tutto il corso di questo Saggio, non posso omettere il fatto che la Costa Rica è zona altamente sismica, tanto che nel 2012 essa fu teatro d’un violento terremoto di ben 7,9 di magnitudo “Richter”, con la previsione di uno Tsunami dal Pacifico che –spiegarono gli Esperti– avrebbe potuto avere effetti a dir poco devastanti. (Questo, per confermare che, al solito:“Non è tutto oro quel che riluce”). Fortunatamente, poi, tale calamità non si verificò.

Quanto a G.A.C., proprio l’altro giorno, in un incontro ‘a-tu-per-tu’ col Dr. Nicola Bizzi presso un Seminario da lui condotto, su mia richiesta (SdT: «Se posso permettermi, Nicola: cosa pensa del Suo collega e quasi-concittadino Giovanni A. Cianti?»), lo stimato storico, autore e politologo mi rispose: «Il mio parere su Giovanni non potrebbe essere più entusiastico: quell’uomo ha…‘capito tutto’!».

Questo mio disquisire vorrebbe avere uno scopo preciso: generare uno stimolante DIBATTITO sulla possibilità di un’eventuale, necessaria… ‘Fuga in Costa Rica’. Non che vi sia molto tempo per indulgere in amabili conversazioni, siamo franchi: la famigerata “Agenda 2030” di Klaus Schwab & Gang sta incalzando a ritmi da capogiro in séguito al possente colpo d’acceleratore garantitole dalla Saga del “C-19”. (Si sono recentemente riuniti a Davos, i malandrini, la prima volta ‘in presenza’ dopo avere… essi stessi contribuito a creazione e diffusione del Covidico Mostro, e le nefandezze da loro prospettate riguardanti il futuro di noi ‘Sudditi’ hanno a dir poco del terrificante). In ogni caso: un costruttivo brainstorming sarà senz’altro preferibile al cader preda di paure più o meno irrazionali; da cui la mia calorosa esortazione, a chi se la senta, a mettere sul tavolo le proprie idee in merito.

Personali dubbi, entusiasmi, aspirazioni, patriottismi o ‘anti-patriottismi’, scetticismi, diffidenze, timori e…quant’altro riguardo a quest’ultra-critico ma decisamente importante argomento: tutto potrà essere d’aiuto per provare ad orientarci nell’attuale Labirinto in cui, volenti o nolenti, ci troviamo collettivamente sprofondati. Un labirinto tanto complesso quanto assolutamente ineludibile.

Ma ecco che, dopo avere presentato un quadro tutto sommato abbastanza incoraggiante riguardo all’Opzione Costa Rica (per non parlare di quello relativo al suo convincente ed eclettico Promotore, G.A.C.), procedo ora –come mia abitudine, in casi siffatti– a mettere in evidenza le molte…

CONTRADDIZIONI E INCONGRUENZE
1. Giovanni A. Cianti e la fondamentale “J.Q.”

J.Q.” sono le celebri iniziali inglesi a indicare: “Jewish Question”. È importante fare luce su quello che –a mio avviso– è il considerevole livello di confusione che caratterizza G.A.C. riguardo ad un tale, delicatissimo Soggetto. Non credo sia necessario precisare che parlare di “J.Q.” è assolutamente imprescindibile se vogliamo tentar di comprendere questa ‘intricata’ (uso di proposito un eufemismo) faccenda tra Saga del “C-19” e Nuove Pandemie in progettazione, Grande Reset/Quarta Rivoluzione Industriale/Trans-Umanesimo (alias: “W.E.F.”, alias: “Davos”), Guerra Russo-Ucraina, imminente ‘Crash’ Finanziario stile-Repubblica di Weimar e chi-più-ne-ha-più-ne-metta, giacché l’Egemonia Sionista Internazionale tiene completamente in scacco l’intero Mondo Occidentale (e non solo quello). Tutto questo pesante retaggio di distruzione, di ricatto, di terrorismo psicologico, di coercizione, di oppressione delle libertà dietro ad un’ipocrita facciata di…‘Democrazia(emblematico e più che mai attuale, a dispetto degli otto decenni trascorsi, quanto affermato dal ‘Poeta-dei-Poeti’ U.S.A., Ezra L. Pound [6]), ha purtroppo finito per diventare il suo lugubre Marchio di Fabbrica.

Mi chiedo, allora, se la suddetta confusione d’idee rivelata da un altrimenti straordinariamente lucido (oltre che, come visto, molto colto) G.A.C. sia frutto di superficialità o se, invece, essa sia deliberata, a mo’ d’orwelliana Opposizione Controllata (cfr.: S.d.T., “Media Faziosi, RockStar Corrotte, ‘Covid-19’ e Opposizione Controllata”, in: “EreticaMente”, 8 feb. ‘22 [7]); la qual cosa, è ovvio, mi dispiacerebbe non-poco, oltre probabilmente a ridimensionare l’attendibilità della stessa raccomandazione spassionata che G.A.C. fa della Costa Rica.

G.A.C., tuttavia, mi sembra persona genuina, e la ‘Menzione d’Onore’ cui abbiamo appena accennato, quella ricevuta sul suo conto dall’ottimo Nicola Bizzi, sembrerebbe senz’altro andare in questa direzione.

Ma…ecco come una tale confusione d’idee si manifesta. A seconda dei momenti, G.A.C. può dichiarare, a mio avviso alquanto pericolosamente generalizzando e con fare oltremodo discriminatorio: «Lotta senza quartiere ai Satanisti [Sic!] Ashkenaziti!»; per poi, poco dopo, mettere le mani avanti ed auto-proclamarsi: «Grande amico degli Ebrei». Tale contraddizione, in parte, si deve ad un malinteso fin-troppo ricorrente tra i cosiddetti ‘Complottisti’. G.A.C. sostiene infatti che: «Gli Ashkenaziti non sono Ebrei, poiché non sono di Stirpe Semitica». Essi si spaccerebbero tali per motivi strategico-utilitaristici [lèggi: “Garanzia di Perenne Immunità Giudiziaria da Olocausto” nei confronti dei peggiori soprusi da loro recidivamente perpetrati contro l’Umanità], ma, a detta di G.A.C., il loro DNA parlerebbe chiaro. Sostiene un fin-troppo sicuro di sé (al cospetto di quella che è una mera Leggenda che affonda le sue radici nella notte dei tempi) G.A.C.: «Dei tre famosi Figli di Noè, gli Ashkenaziti non discendono da Sem, progenitore di Abramo (né, se è per questo, da Kamen), bensì da Jafet, il quale andò ad occupare la moderna Turchia ed ebbe –appunto– un nipote di nome Ashkenaz». Da Ashkenaz sarebbero poi discesi quei…Kazari i quali, nei Sec. VII-VIII, si sarebbero convertiti all’Ebraismo per mere ragioni di convenienza politico-economica.

G.A.C. prosegue facendoci notare che: «Originariamente, gli Ashkenaziti erano soltanto il 3% della Popolazione Ebraica Mondiale, ma adesso –chissà perché?– essi costituiscono oltre l’80% del totale». Ne consegue un’…altra Ipotesi fuorviante da parte di G.A.C., ipotesi fatta propria da stuoli di Buonisti ‘Finto-Risvegliati’: «E se gli Ebrei ‘bravi’, quelli ‘veri’ (lèggi: i…Non-Ashkenaziti) fossero stati tutti di proposito sterminati nell’Olocausto?». Poi, a ruota, ancora un’altra affermazione sospetta, un’affermazione che –nello specifico– non so se considerare più buonista o invece Opposizione Controllata; essa, tra l’altro, è diventata molto di moda dopo la Dichiarazione-‘Scandalo’ del 2 mag. 2022 da parte del Ministro degli Esteri Russo, Sergei Lavrov, secondo il quale, infatti: «Adolf Hitler avrebbe avuto egli stesso sangue ebraico-ashkenazita». (Un’affermazione, come anticipato, proferita…tale e quale dal nostro G.A.C.). È noto che Lavrov si riferisse con ostentato disprezzo al suo ipotetico ‘nemico’, il Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, un ashkenazita, a causa del supporto da lui offerto a quelle Milizie Separatiste del Donbass in odor di Nazismo. [In realtà, entrambi (Presidente Ucraino e Milizie) da anni finanziati, armati e dunque rigorosamente…dipendenti da la sapiente Direzione U.S.A.I., a cominciare proprio da quella di Victoria “Nudelman” Nuland, con John F. “Kohn” Kerry Segretario di Stato, sotto Barack “Shabbos Goy” Obama].

A sostegno del suo alquanto contraddittorio refrain: «Io amo gli Ebrei», G.A.C. sottolinea che: «I veri Ebrei, gli Ortodossi –quelli col cilindro nero, la barba e le treccine, per capirci– non sono ashkenaziti»; un assunto assolutamente ed eclatantemente falso, questo suo, parola di chi –a quanto pare– nello specifico settore se ne intende molto più di Giovanni Cianti. Ma andiamo sul concreto. Esiste un potentissimo Movimento Ebraico-Ortodosso che più suprematista ed…estremista non potrebbe essere; esso risponde al nome da brivido di “Chabad Lubavitch” (pron.: “Habàd Lùbavich”). In perfetta attinenza a quel “Talmud” e a quella “Kabbalah” ai quali direttamente si rifà, “Chabad” considera noi Goyimalla stregua di: «Anime Inferiori», d’infame: «Bestiame da sfruttare» e, in ultima analisi, di: «Odiosi Rivali da eradicare dalla faccia della Terra». Del movimento “Chabad Lubavitch”, ad esempio (e pur, per ovvie ragioni d’immagine, non ostentandone i caratteristici cilindro, barba & treccine), è orgoglioso membro anche lo ‘alfa-ashkenazita’ Jared Kushner, genero ed ex-Consigliere Personale di Donald “I-Love-Israel” Trump, nonché una sorta di ‘figlioccio’ dell’ex-Primo Ministro d’Israele Bibi Netanyahu(Molti Osservatóri, non a caso, definirono l’influentissimo Kushner il…vero Presidente U.S.A., durante la Presidenza Trump!). Ricapitolando: con buona pace di G.A.C., “Chabad Lubavitch”, con tutti i suoi bravi cilindri, le sue barbe e le sue treccine, è costituito prevalentemente negli U.S.A., così come in quella Russia degli Oligarchi Semiti di Putin dove detto Movimento, letteralmente, trionfa da…Ebrei Ashkenaziti.

È ugualmente falso ciò che G.A.C. sostiene quando afferma che: «Israele, il cui Regime è improntato al Nazional Socialismo alla Tedesca [e su quest’aspetto, invece, concordo –N.d.R.], è infatti popolata unicamente da…’Finti Ebrei’, in quanto di Ashkenaziti, invariabilmente, si tratta». Ora…A parte il fatto che –come sto cercando di farvi comprendere– in base alle mie approfondite conoscenze sul tema gli Ebrei Ashkenaziti sono…tutt’altro che dei ‘finti’ Ebrei e la maggior parte delle stesse fonti ebraiche contemporanee concorda, in merito, c’è da precisare che gli Ashkenaziti d’Israele non superano il 35%[Sic!] del totale della Popolazione. A conferma di ciò, cariche rabbiniche tra le più influenti ed importanti, nella Terra Promessa, sono per l’appunto ricoperte da…Ebrei Sefarditi (ergo: non-ashkenaziti). Un esempio fra tutti: Ovadia Yosef (1920-2013), già Rabbino-Capo della Nazione Ebraica e a detta di molti…il più rispettato fra tutti i Rabbini dell’intera Storia d’Israele. Ciò, a dispetto di credenze famigeratissime da costui pubblicamente diffuse, del tipo: «I Goyim sono nati per il solo motivo di farci da Schiavi; essi non hanno altro scopo al Mondo se non quello di servire il Popolo d’Israele». «Alla faccia degli Ebrei buoni!», verrebbe dunque spontaneo ribattere ad un sempre più contraddittorio Cianti. [Il termine ‘Goyim’ (plurale di ‘Goy’), il cui significato originale è: ‘Nazioni’, è in realtà assurto ad ebraico dispregiativo per: ‘Gentili’, o: ‘Non-Ebrei’; il che, in sostanza, significa il 99,8% della Popolazione Mondiale. ‘Shabbos Goy’, invece, è un Gentile asservito al Padrone Ebreo –N.d.R.]

Falso e pericoloso, inoltre, l’abbracciare –come fa G.A.C.– quel vero e proprio mito secondo il quale gli Ebrei (e sottolineo: ebrei) Ashkenaziti avrebbero quozienti d’intelligenza enormemente superiori (Q.I.: 170-180) rispetto a quelli di un Europeo Medio (Q.I.: 100-110). Lo scarto reale, infatti, si riduce ad un massimo di Q.I. 10, ed è dunque pressoché irrilevante, dal punto di vista delle potenzialità di successo professionale del singolo individuo. Sempre a questo proposito: la Tesi di G.A.C. secondo la quale i conseguimenti intellettuali degli Ashkenaziti sarebbero sostanzialmente inarrivabili da parte dei Gentili, in quanto: «Gli Ashkenaziti rappresentano soltanto una modestissima percentuale della Popolazione Mondiale [0,2% –N.d.R.] e tuttavia vincono il 32% dei Premi Nobel», non è affatto corretta, poiché quello dei Nobel è uno degli innumerevoli‘Iper-Feudi’ Mafiosi della Cupola Sionista che-tutto-infiltra-e-tutto-controlla. [Ad esso, ben più importanti ed influenti dell’Istituto del Nobel, si affiancano: Hollywood e Industria dell’Intrattenimento; Media, Stampa, Editoria, principali Motori di Ricerca, Social Networks e Comunicazione Digitale; Corti di Giustizia; Servizi Segreti (“C.I.A.” e “M.I.6” in primis); Accademia e Istruzione; Politica Parlamentare e ‘Teatrino dei Partiti’; Big Pharma (con tanto d’immancabili “C.D.C.”, “F.D.A.” e “W.H.O.” a coadiuvarla); Cyber Security; e la lista continua. Il tutto, ovviamente, sotto la fondamentale direzione d’orchestra di: “City of London”, “Wall Street”, Società d’Investimento ‘asso-pigliatutto’ alla “BlackRock” & “Vanguard”; cui si aggiunge la cruciale opera di ‘riciclaggio’ propugnata dalle Banche Centrali, con relative…‘stampanti private’ del denaro tipo “Federal Reserve System”]. Al confronto della Cupola Sionista, le nostrane ‘Ndrangheta, Cosa Nostra e Camorra riunite sono solo un Educandato per Monachelle al Primo Anno di Noviziato.

Ammettiamo dunque, per assurdo, che quel mero Q.I. 10 di differenza possa giustificare un raddoppio delle chance di vincere un Premio Nobel da parte dell’Ebreo Ashkenazita di turno: da 0,2%, cioè, a 0,4%; in ogni caso: certamente NON quel 32% che infatti corrisponde ad un davvero…folle (e, come tale, privo d’ogni benché minimo fondamento razionale) “Fattore 160” di Sovra-Rappresentazione. Detta sovra-rappresentazione Ebraico-Sionista –come adesso credo appaia chiaro– si riscontra purtroppo trasversalmente, in…tutti i Gangli del Potere Globale. L’estrema Coesione di Razza, dunque, NON questa mitizzata ‘Intelligenza Superiore’, è la loro vera Forza.

Ma la sola Coesione di Razza non basta. E, a questo specifico riguardo, mi trovo invece in buona parte d’accordo con Cianti(una volta ancora, tuttavia, NON con questo suo discriminatorio ed etnofobico generalizzare)quando dice che: «Gli Ashkenaziti tendono ad essere privi d’empatia». Ciò li porta ad essere i candidati ideali, per restare in tema hollywoodiano, all’Oscar dellaPsicopatia; “Torri Gemelle” (=“CIA”+“Mossad”+“Mabahith”) docent.

Prosegue G.A.C.: «Quella degli Ashkenaziti è una Cultura ‘Anti-Umana’. Sono infatti sempre ed unicamente loro dietro alla Distruzione della Famiglia Tradizionale, sono loro dietro al fenomeno “L.G.B.T.Q.”, sono loro dietro all’Aborto [fino allo stesso giorno della nascita del Bambino, sotto il ‘cattolico’ Joe “I-am-a-proud-Zionist!Biden –N.d.R.], sono loro dietro al catastrofico “Piano Kalergi[responsabile del Genocidio per Sostituzione delle Popolazioni Autoctone d’Europa –N.d.R.], sono loro dietro all’Eutanasia, sono loro dietro alla Pedofilia, al Satanismo [Sic!] sistematicamente praticato alle più alte sfere del Potere e –nel breve– dietro a quello stesso…Cannibalismo [Sic!] Stile-“Soylent Green”». [“Soylent Green” è un thriller distopico statunitense del 1973 con Charlton Heston, ma già allora improntato a quella tecnica di ‘Programmazione Predittiva’ di derivazione “MK-Ultra”/“C.I.A.” che oggi ha raggiunto livelli di sofisticatezza elevatissimi –N.d.R.].

I loro ‘Cavalli di Battaglia’? il classico ‘Divide-et-Impera’ di capitolina memoria, sì, ma –soprattutto– un livello di efferatezza assolutamente…inconcepibile per le Masse cervello-lavate ed effeminate da secoli di “Porgi-l’-Altra-Guancia”; efferatezza su cui costoro molto contano, spesso travestendola da ‘Buoni Propositi’, a guisa d’evangelico: «Lupo in Pelle d’Agnello» (è loro, non a caso, l’invenzione del ‘Politically Correct’ che, poi, è il vero braccio armato di quel non-meno…loroCultural Marxism’ di francofortiana memoria [8]), al fine di spiazzare dette Masse, confonderle e –di conseguenza– ASSOGGETTARLE, nel modo più cinico e brutale (cfr. sopra). 

Quanto appena detto, a dispetto della sua apparente ‘irrealizzabilità’ (tipica obiezione: «Lo 0,2% della Popolazione Mondiale terrebbe in scacco il Resto del Mondo? Impossibile!»), è attuabile all’interno d’una complessa, annosa e come tale ultra-collaudata sinergia di Dinamiche di Potere del tipo rigorosamente piramidale grazie anche alla fondamentale “Finestra di Overton”, l’equivalente di ciò che il britannico David Icke molto appropriatamente denomina: «Totalitariatarian Tiptoe». Si tratta, in sostanza,di quel caratteristico procedere a piccoli passi proprio di subdoli Regimi Totalitari del tipo di quello in cui ci troviamo ora immersi. In tal modo noi, le vittime ignare, non ci accorgiamo della gravità del sopruso di volta in volta inflittoci, in quanto vi veniamo assuefatti gradualmente; Saga del “C-19” docet. Il celebre filosofo e linguista U.S.A. Noam Chomsky, ashkenazita a dir poco insolito, come noto chiama questo caratteristico modus operandi: «il Principio della Rana Bollita».

Nella seconda ed ultima parte di questo Scritto capiremo come la nostra eventuale ‘Fuga in Costa Rica’, che poi vuol essere la vera protagonista di questo Lavoro, non solo sia fortemente subordinata ai fatti geopolitici fin qui menzionati, ma in modo particolare proprio a quella Egemonia Ebraica sulla quale spesso per bocca del nostro stesso anfitrione, Ser Giovanni “Costa Rica” Cianti (le cui non-poco ‘scomode’ Fonti verranno dettagliatamente riportate nelle Note della seconda parte) ci siamo già a lungo soffermati. Quest’apparentemente inusitato collegamento tra geopolitica e fuga tropicale finirà dunque per risultare quantomai chiaro.

In ogni caso: sarà molto interessante, già da ora, dare libero campo a commenti, idee e raffronti sulla scottante questione: “Costa Rica sì, o Costa Rica no?”. Inoltre, immagino che da più parti emergeranno utili suggerimenti per ‘Luoghi di Fuga’ alternativi. Il tutto, in previsione d’una Stagione Autunno/Inverno a dir poco ‘fulmicotonica’ (è proprio G.A.C. a descrivere ciò che ci attende come: «La ‘Tempesta Perfetta’: cibo, energia, lockdown, nuove vaccinazioni, inflazione alle stelle, disoccupazione»), una stagione che –in quanto tale– potrebbe spingerci a rimettere in discussione la nostra stessa idea di Residenza. Ah…E non dimentichiamo che la ‘Tempesta Perfetta’ è ormai, letteralmente, alle porte.

La ‘Blue Morpho’ della Costa Rica

 

Di Salvatore di Talia
per ComeDonChisciotte.org

—-

Salvatore di Talia. Salvare l’Occidente: il ‘sogno impossibile’ di Salvatore di Talia (nomen omen?). Il mezzo attraverso cui questo sogno si deve realizzare: aprire gli occhi alle moltitudini addormentate, una sfida ritenuta da più parti perdente…prima ancora di venire intrapresa. Noncurante di ciò, S.d.T. decide di dedicare a tale sfida parte della sua vita.  Anno 2012: fino ad allora ignaro dell’esistenza dei…‘Grandi Complotti’, S.d.T. s’imbatte nell’emblematica frase dell’antropologa Ida Magli: «Non so chi vi possa essere dietro, ma sono certa che all’ultimo piano di qualche grattacielo di Maastricht o Francoforte si annida uno specifico “Dipartimento per la Distruzione dell’Occidente”», ed avverte sùbito una sorta di sana ossessione riguardo a quel sibillino: «Non so chi vi possa essere dietro». È così che, vinte le iniziali difficoltà e i prevedibili freni morali, S.d.T. riesce a risalire ad un…‘Certo Gruppo’ di Potere Globale, gruppo che finisce per assurgere a naturale fulcro dei suoi Studi. La caratteristica, ‘tentacolare’ egemonia esercitata da tale Gruppo nel Mondo e…sul Mondo, di conseguenza, informa di sé quasi tutti gli Scritti del Ricercatore.  S.d.T. identifica nell’Invasione d’Europa dal Terzo Mondo (non a caso l’…altra sua specializzazione) il vero e proprio…‘Esercito’ al servizio del Gruppo in questione.  Permeando i suddetti argomenti di un’insolita prospettiva anglo-americana (sia pur riluttantemente, S.d.T. è titolare di una doppia cittadinanza ‘Italia-U.S.A.’), dal suo recente ritorno in Patria, dopo 20 anni ‘tra-West-e-East-Coast’, S.d.T. scrive con regolarità per “EreticaMente” e, adesso, anche per “C.D.C.”.  Più attratto dall’affabulazione d’un Calvino che non dalla logica formale da Columnist di un Veneziani (peraltro suo stimato amico), S.d.T. non ha uno stile tipicamente giornalistico.

NOTE
[1] https://www.youtube.com/user/giovannicianti/videos
[2] https://www.youtube.com/watch?v=5WIezgy-DLU&t=2s
[3] https://www.youtube.com/watch?v=heRcXvN_nXk&t=2s
[4] https://www.youtube.com/watch?v=rULhetxsSV0
[5] https://www.voglioviverecosi.com/vivere-in-costa-rica.html
[6] E.L.P. «La definizione di ‘Democrazia’ in Europa? “Una qualsivoglia Nazione governata da Ebrei”» (ca. 1941)
[7] https://www.ereticamente.net/2022/02/media-faziosi-rockstar-corrotte-salvatore-di-talia.html
[8]Scuola di Francoforte” (“Frankfurter Schule”): https://it.wikipedia.org/wiki/Scuola_di_Francoforte

 

Pubblicato da Verdiana Siddi per ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
170 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
170
0
È il momento di condividere le tue opinionix