Notizie dal Mondo

Turchia, ATTENZIONE, Cambio di Narrativa, I nemici non Sono i Curdi. Quindi chi sono?

DI FUNNYKING rischiocalcolato.it Ho ascoltato con attenzione il messaggio televisivo (su Sky tradotto in Italiano) del presidente Erdogan dopo l’ennesimo massacro a Istambul, purtroppo in rete non ho trovato (ancora) traccia del testo integrale, ma vi assicuro che è un documento fondamentale. Erdogan non ha citato i Curdi. Erdogan ha espressamente detto che questa parte del mondo ( quella dove si trova la Turchia ) è nel mezzo di una transizione e che gli attentati e il sangue sono solo …

Leggi tutto »

Buon anno

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Dal sito Airwars, apprendo alcuni dati interessanti sulla campagna di bombardamenti aerei contro il cosiddetto Stato Islamico. La campagna è in corso da 872 giorni, sono stati buttati quasi 63.000 bombe e missili in oltre 17.000 azioni e si stimano almeno 2.000 civili uccisi. Delle vittime militari non ci viene detto nulla, anche se sarebbero quelle più utili per valutare l’efficacia della campagna. Per i bombardamenti del 25 dicembre scorso, i piloti americani buontemponi si sono …

Leggi tutto »

La sorpresa di Natale

DI ISRAEL SHAMIR unz.com Vi avevo promesso che per Natale non vi sareste annoiati! Con una mossa a sorpresa , la prima in 40 anni, gli USA hanno votato, al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, contro i desideri ufficiali di Tel Aviv. Il miracolo per cui tanto avevano pregato gli amici della Palestina e  i progressisti di Israele – alla fine è successo. Questo è uno dei primi effetti benefici della vittoria di Donald Trump  – il lungo periodo di deferenza …

Leggi tutto »

2016: l’anno del trionfo russo

DI THE SAKER sakeritalia.is Proprio come certe carte geografiche europee mettono l’Europa al centro del mondo, molti commentatori occidentali guardano all’anno appena trascorso da una prospettiva centrata esclusivamente sugli USA o sull’Europa. E questo è più che giusto. Inoltre, sull’Impero Anglo-Sionista si sono abbattuti due grossi disastri, il Brexit e l’elezione di Donald Trump; di conseguenza, cose veramente interessanti di cui parlare ce ne sono veramente tante. Perciò, quello che vorrei fare oggi è guardare all’anno che sta finendo da …

Leggi tutto »

2016: l’agonia dell’ordine mondiale “liberale”

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org Il 2016 volge al termine e non ha disatteso le nostre previsioni: avevamo promesso un anno ad alta tensione e così è stato. Attentati terroristici, assalti speculativi, operazioni sporche dei servizi, putsch militari, consultazioni dagli esiti sorprendenti, lampi di guerra, hanno scandito i dodici mesi appena trascorsi: dopo averli esaminati uno per uno, è il momento di inquadrali in un’analisi complessiva. Nel corso del 2016 l’ordine mondiale “liberale”, uscito dall’ultima guerra e basato sull’egemonia angloamericana, è …

Leggi tutto »

La dichiarazione di Putin sull’espulsione di 35 diplomatici russi dagli Usa

FONTE: EN.KREMLIN.RU Consideriamo le recenti non amichevoli mosse intraprese dall’uscente amministrazione statunitense come una provocazione, che mira ad indebolire ulteriormente le relazioni tra Russia e Stati Uniti. Ciò in direzione opposta agli interessi fondamentali sia del popolo russo, sia di quello statunitense. Considerando le responsabilità riguardo la sicurezza internazionale che Russia e Stati Uniti detengono, questo danneggia anche tutte le relazioni internazionali come fossero una sola. Come di consuetudine a livello internazionale, la Russia ha valide motivazioni per reagire. Benché …

Leggi tutto »

Obbedienza obbligatoria: gli ospedali minacciano di licenziare gli operatori sanitari che rifiutano il vaccino antinfluenzale

DI ROBERT JONATHAN naturalnews.com L’ennesimo attacco alla libertà di cura è in atto nello stato della Georgia sotto forma di vaccinazioni obbligatorie per i lavoratori del settore sanitario. In un video su YouTube, Lauren Atkinson, infermiera presso un ospedale della Georgia, denuncia che il governo federale sta obbligando gli impiegati del settore sanitario della contea di Peach a vaccinare tutti o quasi i loro dipendenti con il vaccino antinfluenzale. I dipendenti che non si conformano a quanto pare devono affrontare …

Leggi tutto »

Inverno freddo ad Atene: i termonauti

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU Greekcriasis. Con l’inverno che fa il suo mestiere e gran parte dei riscaldamenti centralizzati inattivi per mancanza di soldi, gli ateniesi si riscaldano con le stufe elettriche, se possono permettersi il costo della bolletta (doppio che in Francia, grazie alle privatizzazioni) oppure ritornano a bruciare la legna, rendendo di nuovo attuali antiche forme di inquinamento. I più bisognosi, però, hanno ridotto il costo del riscaldamento a … quello di un caffè. Il trucco? Sedersi in un bar, …

Leggi tutto »

Ufficiali di paesi Nato e spie varie catturati in Siria? Notizia fantasma

FONTE: REMOCONTRO.IT La cattura effettuata ad Aleppo Est di ufficiali di paesi NATO e di servizi di intelligence occidentali. Una notizia che stava ‘ronzando’ da tempo senza trovare spazio nelle prime pagine della ‘Grande stampa’. Quindi una montatura? Non è detto. Può essere una ‘mezza verità’, imprecisa nei dettagli e quindi non riscontrabile, oppure una fantastica operazione di ‘depistaggio propagandistico’ da future accademie del settore frequentatissimo delle bufale web non sempre innocenti. Giallo senza assassino in fondo, con gli elementi …

Leggi tutto »

Trump, la Russia e i pirati

DI JACQUES SAPIR russeurope.hypotheses.org Il “Presidente eletto” e non ancora insediato degli Stati Uniti, Donald Trump, è stato attaccato molto violentemente sui suoi legami reali o presunti con la Russia. Le dichiarazioni di Barak Obama (Presidente in carica fino al 20 gennaio 2017) riguardanti la possibile responsabilità del governo Russo nella “pirateria” del server informatico della direzione del Partito Democratico (DNC) sono venute ad inscriversi in questo contesto. La Harvard Gazette ha intervistato l’ex generale Kevin Ryan su questo argomento …

Leggi tutto »

Le folli teorie economiche del nazionalista indiano Narendra Modi

FONTE: MOON OF ALABAMA L’attuale Primo Ministro indiano, Narendra Modi, ha un passato di razzismo e può essere descritto come un neofascista. Un’etichetta più moderata è quella di Hindu nazionalista, ma di base il significato è lo stesso. Ora salta fuori che l’estremismo di Modi non si limita solo al lato nazionalista, ma comprende anche alcune folli teorie economiche. Modi ha deciso di far sparire la cartamoneta dalla nazione da un giorno con l’altro. Ogni banconota che valesse più di …

Leggi tutto »

Un Tribunale Moscovita ha riconosciuto gli eventi in Maidan come colpo di stato

  FONTE: IZVESTIA.RU Il tribunale Dorogomilovskij di Mosca ha accolto la denuncia dell’ex-deputato della Verkhovna Rada dell’Ucraina Vladimir Olejnik, per il riconoscimento, come colpo di stato, degli eventi del 2014 in Ucraina. “Tale circostanza è stata confermata dalle prove presentate per il caso”, ha affermato il giudice Anna Shipikova. Secondo l’agenzia “Ria Novosti”, durante il processo la corte ha interrogato alti dirigenti ucraini che persero le loro cariche, tra cui l’ex presidente Viktor Yanukovich. Tutti i testimoni, in modo univoco, …

Leggi tutto »

La Reso 2334 dell’ONU non sarebbe mica male per Israele

DI GILAD ATZMON gilad.co.uk Il 23 dicembre il  Consiglio di Sicurezza dell’ONU (UNSC)  ha votato per adottare una risoluzione (Reso 2334) che condanna le attività di insediamento di Israele, definendole illegali, e chiedendo che  Israele “cessi immediatamente e completamente tutte le sue attività di insediamento nei territori palestinesi occupati, compresa Gerusalemme Est”. Per una volta, gli Stati Uniti hanno deciso di unirsi al resto dell’umanità e non hanno posto il loro veto alla risoluzione. Il messaggio è chiaro: se il …

Leggi tutto »

Russofobia e sinofobia

DI PEPE ESCOBAR sputniknews.com È cristallino che il colpo di stato in atto contro Donald Trump è un’operazione per il cambio di regime Made in USA, che usa tecniche standard di guerra mista, tra cui la manipolazione dell’opinione pubblica ad opera dei media mainstream. Il colpo di stato è architettato dai soliti sospetti, neocon e neoliberalcon, imperialisti “umanitari” inclusi, con un ruolo speciale di attore protagonista della loro agenzia preferita, la CIA, che durante il continuum Bush-Obama si è specializzata …

Leggi tutto »

Il voto sulle colonie all’Onu e la Bibbia sventolata dall’ambasciatore d’Israele

DI ADRIANO SOFRI ilfoglio.it Friedman, Danon, il diritto divino. Una riflessione C’è molta attenzione attorno a David Friedman, nuovo ambasciatore americano in Israele, nominato da Trump, a cominciare dalla questione dello spostamento dell’ambasciata a Gerusalemme, “capitale eterna”, finora mai attuato. Il signor Friedman condivide le posizioni dell’estrema destra israeliana; secondo lui, l’ebraismo americano favorevole alla prospettiva dei due Stati, israeliano e palestinese, sono come i kapò dei campi di sterminio, anzi peggiori, perché non hanno nemmeno l’attenuante delle violenze che …

Leggi tutto »

Il Dollaro è l’arma più efficace: Donald Trump all’attacco dell’Europa

DI MICHAEL BERNEGGER Deutsche Wirtschafts Nachrichtren Il programma economico di Trump è vago solo a prima vista. Egli vuole utilizzare il predominio del dollaro per avviare verso gli Stati Uniti il flusso dei capitali. Per le sue conseguenze questo progetto non è nient’altro che un attacco all’Europa. Donald Trump ha presentato un programma economico inconsistente soltanto in apparenza. In effetti Trump vuole sfruttare senza pietà le difficoltà dell’Europa e delle economie dei paesi emergenti. In base agli slogan della campagna …

Leggi tutto »

Il disastro dell’aereo militare russo Tu-154 – alcune brevi considerazioni iniziali

FONTE: SAKER.IT E’ troppo presto per arrivare a una conclusione su ciò che è successo a quest’aereo, ma visto che mi è stato richiesto per email, eccovi le mie considerazioni, personali e provvisorie: Guasto meccanico: improbabile. Il Tu-154 è un aviogetto a tre motori, una bestia estremamente forte. Il suo grado di affidabilità è paragonabile e quello della maggior parte dei velivoli contemporanei, nonostante sia stato spesso utilizzato in condizioni estreme a cui altri aerei non hanno dovuto essere sottoposti. Il …

Leggi tutto »

Michael Moore: E’ possibile che Donald Trump non diventi presidente

DI CHELSEA SCHILLING wnd.com Il regista e attivista di sinistra Michael Moore è a conoscenza di qualcosa che il resto di noi non sa? Moore ha predetto che il neo-eletto Donald Trump potrebbe non diventare il prossimo presidente degli Stati Uniti, affermando che fino al 20 Gennaio 2017 tutto potrebbe ancora succedere. “Niente che fino ad oggi è stato previsto è avvenuto,” ha detto Moore sulle elezioni di quest’anno durante una puntata di “Late Night with Seth Meyers” dove era …

Leggi tutto »

Sul coro dell’Armata Rossa la vendetta (annunciata) per la sconfitta in Siria

DI GIULIETTO CHIESA megachip.globalist.it Non ho, ovviamente, nessuna prova. E aspetterò, come tutti, i risultati dell’inchiesta. Ma non credo all’ipotesi di un guasto, o di un errore del pilota. L’aereo era un antico Tupolev 154, è vero. Ma quando a viaggiare sono passeggeri di grande importanza e significato, i controlli sono rigorosissimi. Abbattere il coro dell’Armata Rossa significa colpire al cuore i sentimenti di decine di milioni di persone. È molto più che terrorizzare la popolazione civile. Per questo penso …

Leggi tutto »

Guerra bipartisan – Un nuovo studio incoraggia maggiori interventi da parte degli USA

DI PHILIP GIRALDI unz.com La classe dirigente e le comunità realiste di politica estera negli Stati Uniti sembrano spesso essere separate dal linguaggio che le guida nel parlarsi a vicenda. Quando un realista o un libertario parla di non-intervento o di moderazione in politica estera, come fece Ron Paul nel 2008 e nel 2012, la risposta della classe dirigente è di accusa di isolazionismo. Come osservò il Dott. Paul durante le sue campagne, il non-intervenzionismo e l’isolazionismo non hanno niente …

Leggi tutto »

La svolta orwelliana nell’economia contemporanea

FONTE: REALNEWS.COM L’economista Michael Hudson incontra Sharmini Peries e parla delle ultime elezioni americane e del suo nuovo libro “’J is for Junk Economics” (ndt: “E” come Economia-spazzatura) SHARMINI PERIES:  Da Baltimore vi parla Sharmini Peries – di Real News Network. Il 20 gennaio prossimo Donald Trump assumerà i poteri presidenziali a Washington D.C.   C’è una cosa che tutti si domandano: quali saranno le nuove politiche economiche di cui dovremmo preoccuparci seriamente. C’è un economista, Michael Hudson, che ha …

Leggi tutto »

L’attacco di tutti gli attacchi: la violazione di Yahoo

DI BINOY KAMPMARK counterpunch.org Ha avuto luogo nell’Agosto del 2013. E’ stato un attacco di portata inaudita, impetuoso, audace, e se crediamo a quanto dichiarato dai vertici di Yahoo, non rilevato all’epoca. Il risultato della forzatura di quasi 1 miliardo di account è stato un remunerativo approvvigionamento e uso di materiale da  parte di spammers e cyber criminali che agiscono nel mercato nero del web, con un guadagno stimato di circa 300 mila $. I dati rubati comprendono indirizzi e-mail, …

Leggi tutto »

Anis Amri: Berlino, camion, pistolettate, coltellate ed ammennicoli vari…

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.it Tutti i corsivi sono fedelmente riportati dal “Fatto Quotidiano” di oggi, 21 Dicembre: ho soltanto inserito i puntini di sospensione laddove ho tolto il superfluo. Fatevi un’idea se questo non è il “perfetto attentatore” che uccide a pistolettate il povero camionista polacco dopo averlo ampiamente accoltellato (ma, se ha una pistola, perché accoltellarlo?!?) per poi lanciarsi sulla folla col grido di “Allah Akbar” sulle labbra e poi fuggire, gabbando la Reichpolizei e tutti i “cittadini volontari” …

Leggi tutto »

Orrore a Berlino, quel ‘dettaglio’ che non quadra

DI MARCELLO FOA Il Cuore Del Mondo Ancora una volta l’orrore, la paura e lo smarrimento. Certezze sulla matrice dell’attentato poche, se non un indizio consistente: sembra opera di un professionista. A rivelarlo sono alcuni dettagli, uno in particolare, su cui non si è posata l’attenzione dei media: l’esecuzione dell’autista polacco. A che ora è stato ucciso? Subito, ovvero nel pomeriggio quando si sono persi i contatti con il Tir, o nell’imminenza dell’attentato? Lo chiarirà l’autopsia. In ogni caso chi …

Leggi tutto »

Il Natale di Trump: La Vigilia

DI ISRAEL SHAMIR unz.com In questo periodo dell’anno è proprio buio su al Nord. Il sole sorge alle 10 e tramonta alle tre, fuori tanta neve bianca e tante stelle, dentro casa gli alberi di Natale rendono, appena appena, sopportabile tanta oscurità. Solo qui si può comprendere perché i popoli del Nord vivevano il Yuletide – i giorni della vigilia – con tanta ansia: non potevano mai essere sicuri che questa oscurità potesse veramente andarsene, potesse svanire e che la luce …

Leggi tutto »

Qualche breve e preliminare considerazione sull’omicidio dell’ambasciatore russo a Ankara

FONTE: SAKER.IS Okay, quindi stasera abbiamo il nome dell’assassino, è Mevlut Mert Aydintas, un poliziotto di 22 anni che era stato da poco licenziato a seguito della repressione anti-Gulen di Erdogan contro le forze che avevano recentemente tentato di rovesciarlo. Abbiamo anche un video molto utile dell’omicidio. Il video dell’omicidio mostra anche qualcosa di molto importante: gli unici colpi sparati sono quelli dall’assassino. Guardate voi stessi: Ciò significa una delle due cose: Versione 1: non c’era nessuno responsabile della sicurezza …

Leggi tutto »

Omicidio Karlov: un’esecuzione in diretta, opera di cani rabbiosi

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org È stato vittima di un’esecuzione quasi in diretta l’ambasciatore russo in Turchia, Andrei Karlov, freddato con una raffica di colpi alla Galleria d’Arte Moderna d’Ankara: le grida dell’omicida, un poliziotto poco più che 20enne, inducono i media a parlare di terrorismo di matrice islamista, una vendetta per le vicende di Aleppo. Diversi elementi suggeriscono che la pista dell’estremismo religioso sia solo un paravento e che dietro l’assassinio si nascondano i servizi atlantici, ancora radicati in Turchia grazie …

Leggi tutto »

Il peso delle bufale sul web e le difficoltà delle èlite occidentali

  DI DANIELE SCALEA ilfoglio.it Hanno speso anni a spiegarci che non esistono i fatti, esistono solo le interpretazioni. Che non c’è oggettività, perché tutto è filtrato dalla percezione del soggetto. Che dobbiamo mettere in discussione tutti i nostri postulati, i nostri a priori, perché non sono verità ma solo costruzioni sociali. Adesso, pare arrivato il contrordine. Media e politici hanno infatti scoperto che bisogna combattere contro la “post-verità“, ossia le “circostanze in cui le credenze contano più dei fatti …

Leggi tutto »

Turchia, è “Archduke moment” o destabilizzazione interna? Di certo, ricorda molto Sarajevo nel 1914

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it False flag doveva essere e false flag, forse, è stato. E in grande stile. Alla vigilia di un incontro preparatorio al vertice trilaterale previsto per il 27 dicembre a Mosca fra Russia, Turchia e Iran per il futuro della Siria, a cui avrebbe partecipato anche il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, l’ambasciatore russo ad Ankara, Andrey Karlov, è stato ucciso in un attentato a colpi d’arma da fuoco, mentre presenziava alla mostra fotografica “La Russia …

Leggi tutto »

La favola dell’attacco hacker russo si rivela una totale bufala mediatica…le email provengono da un insider di Bernie Sanders

DI MIKE ADAMS naturalnews.com Ed ecco che la gigantesca bufala della delirante teoria del complotto della sinistra ha cominciato a sgretolarsi. Dopo aver assistito per giorni a continue dichiarazioni da parte dei media di sinistra a proposito delle email dei democratici hackerate dai “russi” e consegnate a Wikileaks, risulta che le email in realtà sono state fatte trapelare da una persona interna al partito democratico in collera per l’eliminazione orchestrata di Bernie Sanders da parte degli agenti dei Clinton. Il …

Leggi tutto »