Home / Bosque Primario (pagina 25)

Bosque Primario

FRANCESCO I, SUCCESSORE DI BENEDETTO XVI – UN ERSATZ

DI HORACIO VERBITSKY pagina12.com Tra le centinaia di telefonate e di  e-mail ricevute, ne scelgo una. “Non ci posso credere. Sono così sconvolto e ho tanta rabbia, che non so che fare. Ha avuto quello che voleva.” Sto vedendo Orlando in TV, in sala da pranzo, che già da qualche anno diceva  “vuole diventare papa”.  E’ la persona giusta per coprire tutto il marciume. E’ un esperto nel coprire tutto.  

Leggi tutto »

MONOSSIDO DI EURO (ATENE COME KABUL)

FONTE: GREEK CRISIS.FR Nikos e Savas, i due studenti intossicati dal monossido di carbonio a Larissa, sono stati travolti dall’austerità, così come da una certa incoscienza per il pericolo corso. La Grecia con tutti i suoi fuochi accesi, rischia di finire prima o poi in un rogo sociale, che brillerà di una luce che probabilmente sarà la sua luce finale. Altri tre studenti rimangono ricoverati a Larissa (03/03), uno in condizioni critiche. “I loro assassini hanno un nome: Yannis Stournaras …

Leggi tutto »

IL PIANO POPULISTA PER L'ITALIA DEL COMICO GRILLO

DI ELLEN HODSON BROWN dissidentvoice.org Il default sul debito pubblico, la nazionalizzazione delle banche  e un reddito di cittadinanza  potrebbero veramente salvare l’economia italiana? Il comico Beppe Grillo stesso si è sorpreso quando il suo Movimento Cinque Stelle ha ottenuto 8.700.000 voti alle elezioni politiche italiane del 24-25 febbraio. Il suo Movimento è oggi il primo partito nella camera dei deputati, dice The Guardian, che questo lo rende un “ago della bilancia di un parlamento in bilico”. Quello di Grillo …

Leggi tutto »

LA SVALUTAZIONE DEL VENEZUELA SEDUCE I MERCANTI

DI MARK WEISBROT guardian.co.uk La recente svalutazione del Venezuela ha acceso le aspettative di un collasso economico, ma questo pio desiderio è solo mala-informazione. Il Venezuela ha modificato il tasso di cambio fisso da VBE 4,30 (bolivares) per un dollaro a VBE 6,30 per dollaro e con questa operazione ha scatenato un bel dibattito sulla stampa internazionale. Naturalmente l’opposizione venezuelana ha subito interpretato questa mossa come un’azione disperata del governo per scongiurare l’inevitabile collasso economico.

Leggi tutto »

L'ECONOMIA GRECA KAPUT (UNO SGUARDO NELL'ABISSO)

DI MIKE WHITNEY counterpunch.org “L’economia greca è finita. L’economia greca è in una grande, grande depressione … Non c’è nessun potere, nessuna forza all’interno dell’economia greca, all’interno della società greca che possa evitarla …. Immaginiamo di essere  nell’ Ohio del 1931 e di chiederci: Che possono fare i politici dell’ Ohio,  per tirare fuori  l’Ohio dalla Grande Depressione?  La risposta è niente.” – Yanis Varoufakis –  economista greco Dopo 5 anni di crescita negativa, una disoccupazione arrivata a livelli da …

Leggi tutto »

LA CINA AMA DI NUOVO IL DOLLARO, DOPO IL RUGGITO DELL'AMERICA

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD telegraph.co.uk La Banca Centrale cinese ha radicalmente rivisto la sua impostazione sul potere economico e strategico degli Stati Uniti, preannunciando che il dollaro resterà la riserva valutaria fondamentale ancora per decenni. Il Dr. Jin Zhongxia, Capo dell’Istituto di Ricerca della Banca Centrale, ha detto che la rivoluzione energetica degli Stati Uniti e il rilancio delle esportazioni hanno dato uno scossone al panorama globale e potrebbero spingere verso un dollaro forte per un lungo periodo. “Il dominio globale …

Leggi tutto »

2013 – DEBACLE DELLA GRECIA: DEI POVERI E DELLE TASSE

FONTE: HISTOLOGION (BLOG) Sarebbe stato meglio fare un resoconto più dettagliato sugli incidenti avvenuti in Grecia per  dare ai lettori un assaggio più sostanziale del collasso sociale  e  della decadenza democratica, come dicono i giornali, che affligge oggi un paese oppresso dal giogo della troika e dai volonterosi carnefici della sua classe politica. Ormai però è abbastanza semplice capire: basta leggere  i titoli dei giorni scorsi. Nella foto: Agricoltori greci protestano contro i costi di produzione e del carburante e …

Leggi tutto »

IL VERO STATO DELL'UNIONE …DEPRIMENTE

DI JAMES KUNSTLER Information Clearing House La nebbia di chiacchiere sul denaro stampato dalla  Federal Reserve, sugli  intrallazzi, sulle guerre valutarie, sull’intransigenza di bilancio, sui tassi di cambio, e sulle operazioni di salvataggio che ormai si possono mettere in ordine alfabetico, nascondono il vero nocciolo del momento storico: tutte le economie industriali stanno affrontando una contrazione epica, travolgente. Persino la Cina deve affrontarla con il suo assurdo e spettacolare tentativo di diventare l’ultimo fortino di una utopia.

Leggi tutto »

LO SMOG DELLA TROIKA

FONTE: HISTOLOGION (BLOG) Da qualche mese Atene vive coperta da una  fitta cappa di smog prodotto dal fumo dei camini e delle stufe a legna.  Non è un fenomeno  solo ateniese, ma di tutta la Grecia (specie al Nord), le città sono avvolte da un odore acre dei  fumi della legna e della cenere, mischiati a tutti i tipi di sostanze tossiche bruciate. Questa è una delle piaghe sociali arrivate in Grecia in questi ultimi anni, è il risultato diretto …

Leggi tutto »

BASI AMERICANE IN GERMANIA E BASE AUREA

DI ANTAL E. FEKETE  – Nuova Scuola Austriaca di Economia larsschall.com A dispetto di tutte le sue pretese la Germania non è né indipendente, né sovrana visto che, per motivi inspiegabili,  dopo 25 anni dal ritiro delle truppe di occupazione sovietiche ,  ci sono ancora truppe americane sul suo suolo. Altrettanto significativo è il fatto che buona parte della riserva aurea tedesca sia ancora in custodia americana e se la Bundesbank ne ha chiesto il rimpatrio solo di una parte …

Leggi tutto »

CIPRO PUO' FAR SALTARE L'EUROZONA ?

FONTE: TESTOSTERONE.COM Da una intercettazione di der Spiegel si apprende che: Mario Draghi e il suo triumvirato zittiscono il ministro delle finanze tedesco perchè Cipro non può far saltare l’Eurozona “Sarebbe molto stupido prendersi un rischio del genere.” ha dichiarato Olli Rehn, ma Wolfgang Schäuble ritiene che la piccola economia di Cipro non possa avere una rilevanza tale da minare il sistema ….. così interviene Draghi che deve tenere sotto controllo i mercati e benché faccia intendere che i salvataggi …

Leggi tutto »

IL REFERENDUM DI DAVID CAMERON NON SERVIR MAI

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD blogs.telegraph.co.uk La promessa di David Cameron per un referendum “dentro -o-fuori” dall’Europa sarà superata dagli eventi interni molto prima del  2017. Il voto potrebbe non essere necessario. Anche se Cameron ha tutto il diritto di prendere tempo. Il disallineamento della zona euro tra Nord e Sud non è stato risolto. Il blocco del Club Med sta ancora scivolando in una profonda depressione. La crisi finanziaria – che era solo il sintomo – si è aggravata trasformandosi …

Leggi tutto »

GUERRA AL TERRORE, PER SEMPRE

DI PEPE ESCOBAR atimes.com E il vincitore dell’Oscar per il miglior Sequel del 2013 è  … La guerra globale contro il terrorismo (GWOT), una produzione del Pentagono. Lascino ogni speranza tutti  coloro che avevano pensato che l’ultima scena della saga cinematografica di “Geronimo”, alias Osama bin Laden, fosse stata la sua fugace apparizione, come un cameo in una scena di tortura nel  film Zero Dark Thirty (non ancora uscito in Italia). Nella foto: Moktar Belmokhtar, l’imprendibile (almeno per i servizi …

Leggi tutto »

BRUCIA, BRUCIA – AFGHANISTAN DELL' AFRICA

DI PEPE ESCOBAR atimes.com LONDRA – Si dovrebbe proprio amare il rombo dei Mirage francesi, che spuntano all’alba per sentire l’odore … di una deliziosa colazione neo-coloniale, in salsa Hollandaise.  Una salsa che lascia pensare. A quanto pare, è un gioco da ragazzi. In Mali ci sono 15 milioni e ottocentomila persone – con un reddito medio di mille dollari l’anno e un’aspettativa di vita media di soli 51 anni – in un territorio grande il doppio della Francia (PIL …

Leggi tutto »

STA NASCENDO UN NUOVO “GOLD STANDARD”

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD blogs.telegraph.co.uk Passo dopo passo il mondo si sta muovendo verso un Gold Standard de facto, senza che ci sia stata nessuna riunione del G20 per annunciarlo e senza che nessuno abbia benedetto né l’idea né il progetto. Nel 2012 le banche hanno aumentato le loro riserve nette di 536 tonnellate , acquistando riserve auree fresche invece delle solite quattro monete sospette: dollaro, euro, sterline e yen.

Leggi tutto »

AGITAZIONE SUL MERCATO: PARLIAMO ANCORA DELL’ORO TEDESCO

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY globalresearch.ca La decisione della Bundesbank tedesca di rimpatriare parte delle sue riserve auree conservate dalla Federal Reserve Bank di New York ha scatenato agitazione sul mercato dell’oro. Fonti di notizie tedesche riferiscono che gran parte dell’oro tedesco conservato nelle casse della Fed di New York e della Banque de France sta per tornare in Germania. Secondo gli analisti, questa mossa potrebbe “innescare una reazione a catena, spingendo altri paesi a chiedere di rimpatriare l’oro conservato a Londra, …

Leggi tutto »

SPREGEVOLE FECCIA UMANA

DI PEPE ESCOBAR atimes.com ” Spregevole Feccia umana” — “Peggio di un cane” — Un “traditore incallito” uno che “si è macchiato di atti contro il partito e contro la rivoluzione nel tentativo di rovesciare il capo del partito e dello stato, oltre che il sistema socialista”. Conclusione: una veloce sentenza di un tribunale militare e una immediata esecuzione “nel nome della rivoluzione e del popolo”. Così era scritto nel destino di Jang Song- Thaek, 67 anni, zio del leader …

Leggi tutto »

SPREGEVOLE FECCIA UMANA

DI PEPE ESCOBAR atimes.com ” Spregevole Feccia umana” — “Peggio di un cane” — Un “traditore incallito” uno che “si è macchiato di atti contro il partito e contro la rivoluzione nel tentativo di rovesciare il capo del partito e dello stato, oltre che il sistema socialista”. Conclusione: una veloce sentenza di un tribunale militare e una immediata esecuzione “nel nome della rivoluzione e del popolo”. Così era scritto nel destino di Jang Song- Thaek, 67 anni, zio del leader …

Leggi tutto »

SIRIA: UN PARADISO JIHADISTA

DI PEPE ESCOBAR atimes.com E allora Bashar al-Assad ha parlato con tono battagliero – per la prima volta in sette mesi – prevedibilmente per dare la colpa della guerra civile siriana ai “terroristi” e “alle marionette occidentali”.Il Ministro degli Esteri turco, Ahmet Davutoglu, quello che parlava di una politica “zero problemi con i nostri vicini”, ha commentato che Assad legge solo i rapporti dei suoi servizi segreti. Ma andiamo, Ahmet: Bashar, non sarà Stephen Hawking, ma anche lui conosce bene …

Leggi tutto »

BONDS, DEFAULTS AVVOLTOI SULL’ ARGENTINA

DI BIANCA FERNET testosteronepit.com Ora che, per il momento, si è abbassato il polverone sulla vicenda che, a novembre e dicembre 2012,  ha avvolto la sentenza della Corte degli Stati Uniti sul pagamento dell’Argentina per le obbligazioni in default, vorrei provare a dare uno sguardo più ampio a tutto questo affare ambiguo — prima che si arrivi a  quello che sarà certamente un appello eccitante il prossimo febbraio. Le economie emergenti accedono ai mercati internazionali dei capitali e degli investitori …

Leggi tutto »

2013: L'ANNO DELLA SEPARAZIONE TRA EBREI AMERICANI E ISRAELE ?

DI BRADLEY BURSTON haaretz.com Se gli ebrei americani pensano che quello che si sta facendo a nome loro, sia auto-distruttivo, oppressivo, ottuso e sbagliato, è ovvio che vogliono fermarlo. Quando un giorno, in futuro, tutto sarà crollato, gli israeliani finalmente si renderanno conto di quali e quanti siano stati i segnali di avvertimento non recepiti? Ma è possibile che mentre si avvicina sempre più il punto del collasso, mentre suonano tutti gli allarmi, quando incombe il pericolo reale, gli israeliani …

Leggi tutto »

I NUMERI CONSIGLIANO UN ATTACCO ALLA SIRIA

BUGIE, MALEDETTE LE BUGIE E LE STATISTICHE DELLE NAZIONI UNITE ! FONTE: MOON OF ALABAMA Ecco i Numeri – Almeno 60.000 persone sono morte per la guerra in Siria, dice Navi Pillay, Commissario per i Diritti Umani ONU. Come fa a saperlo Navi Pillay ? L’ONU non ha nessun inviato in Siria, però l’ha detto mercoledì scorso, citando quanto scritto in un esauriente studio commissionato dalle Nazioni Unite.

Leggi tutto »

LA PROSSIMA SARA’ L’ARABIA SAUDITA ?

DI ROBERT FISK independent.co.uk Mai fare una previsione per il Medio Oriente. La mia sfera di cristallo si è rotta molto tempo fa. Ma fare previsioni su questa regione ha precedenti estremamente nobili. “Un movimento arabo, appena risorto, si profila in lontananza”, scrisse un viaggiatore francese che andava per i paesi del Golfo e a Baghdad, nel 1883, “e rivendicherà il suo posto finora negato per contribuire al destino dell’Islam.” Un anno prima a Jeddah, un diplomatico britannico confidò: “Credo …

Leggi tutto »

BAIL-IN E CONFISCA DEI DEPOSITI … NEL FUTURO DELLE BANCHE EUROPEE

DI GOLD CORE zerohedge.com Ieri l’ORO è sceso di UD$ 32,20 o del 2,57 %, chiudendo a US$ 1.219,00 l’oncia. L’ ARGENTO e scivolato di US$ 0,84 o del 4,2% chiudendo a US$ 19.15/l’oncia. Il PLATINO è sceso di US$ 20,95 o dell’1,5% , chiudendo a US$ 1,336.25/ l’oncia e il PALLADIO è sceso di US$ 9,78 o dell’1,4% , chiudendo a $ 708.72/l’oncia. Si è venduto meno oro dopo almeno cinque mesi , dopo l’indebolimento improvviso di un solo …

Leggi tutto »

CELENTE: NEL 2013 FINIREMO IN UN COLLASSO FINANZIARIO

DI ERIC KING KingWorldNews.com Il più attendibile analista sulle tendenze del mercato, Gerald Celente, ha parlato con King World News su quello che, lui crede, ci porterà ad un collasso finanziario nel 2013. Celente ha anche parlato del boom dell’oro e dell’argento, e ha detto che lui stesso, in questo momento, sta investendo in oro e argento. Celente è il fondatore di Research Trends, ed è l’uomo che molti considerano il maggior analista finanziario sulle tendenze del mondo.

Leggi tutto »

IL MITO DELLO STATO CENTRALIZZATO (LA STABILIZZAZIONE NON CI SALVER')

DI NASSIM NICHOLAS TALEB nytimes.com Il  fiscal cliff non è proprio una “scogliera” e l’intero paese non precipiterà nell’oceano se dovesse arrivarci.  Ci sarà solo qualche sconto fiscale che si rinnoverà automaticamente e il governo sarà costretto a tagliare qualche altra spesa. Questo precipizio è in realtà solo una pista falsa. Si comportano come quando noi compriamo un last minute, stanno cercando di evitare qualche taglio alla spesa e di non applicare i previsti aumenti delle tasse che entreranno in …

Leggi tutto »

CHIUNQUE PUO’ ANDARE IN PRIGIONE, MA NON LE GRANDI BANCHE

FONTE: ALTERNET.ORG Chiunque può andare in prigione anche per un po’ d’erba ma le grandi banche no, nemmeno se lavano tutti i miliardi di dollari dei cartelli della droga messicani o dei gruppi legati ad Al-Qaeda. Il colosso bancario HSBC è sfuggito all’accusa di riciclaggio per miliardi di dollari dei cartelli della droga messicani e di gruppi legati ad al-Qaeda. Malgrado l’evidenza delle prove, il Dipartimento di giustizia ha concesso alla banca di evitare il processo pagando solo una multa …

Leggi tutto »

BAGATELLE PER UN MASSACRO ? CERTO CHE NO …

FONTE: DEDEFENSA Nel mondo risuonano gli echi del terribile massacro della scuola di Newtown, in Connecticut,  con i suoi 27 morti e non mancano certo le fonti che ci vengono a raccontare i fatti e i commenti di tanto orrore. Basta prendere il canale di Russia Today, del 15 dicembre 2012, per scoprire tutto di questo fatto di cronaca. Noi però, vorremmo prendere una strada diversa, lontana dall’avvenimento in sé, dal suo orrore primario, evidente e rispettabile per quello che …

Leggi tutto »

I VERI COSTI DELLA CRISI FINANZIARIA IN ISLANDA

DI THOROLFUR MATTHIASSON E SIGRUN DAVIDSDOTTIR economonitor.com Fuori dall’Islanda è opinione diffusa che il crollo del settore finanziario islandese nel mese di ottobre 2008 sia stato senza spese per i contribuenti islandesi. Cosa questa  che non è avvenuta per i contribuenti in Irlanda, Regno Unito, Grecia, Spagna e Portogallo, dove è stato ricapitalizzato il settore bancario. Tuttavia, sulla base di una recente stima dei fondi pubblici immessi nel settore finanziario dopo la crisi, si calcola che il costo addebitato allo …

Leggi tutto »

IL COLLASSO ECONOMICO E MONETARIO DEGLI USA

DI PAUL CRAIG ROBERTS dissidentvoice.org Il  fiscal cliff – la scogliera fiscale  è una cosa vera o un’altra bufala? La risposta è che il fiscal cliff è vero ma è una conseguenza, non una causa. La bufala è il modo in cui si vuole usare la scogliera fiscale. Il fiscal cliff è il risultato dell’incapacità di bloccare il deficit del bilancio federale, ma il deficit di bilancio non può essere bloccato, perché negli USA un gran numero di posti di …

Leggi tutto »