Home / Europa / Atomiche da Erdogan: perché la notizia è credibile e fondata

Atomiche da Erdogan: perché la notizia è credibile e fondata

DI ALBERTO NEGRI

ilmanifesto.it

L’Italia finisce l’anno con la possibile opzione di diventare una delle maggiori potenze atomiche europee. Senza volerlo e a sua insaputa, come quasi tutta la nostra politica estera.

Che si esprime in Libia con geometrica inconsistenza, esposta nella conferenza stampa di fine anno da uno smarrito premier Conte che di questo passo stanotte confonderà i colpi d’artiglieria di Tripoli e i raid aerei del generale a Haftar con i tradizionali botti di Capodanno.

Gli americani, dunque, potrebbero trasportare le testate atomiche dalla Turchia alle basi italiane come quella di Aviano. Il nostro ministero della Difesa afferma che si tratta di una notizia infondata: di testate atomiche in Italia ce ne sono già oltre 70 e se si aggiungessero quelle americane nella base di Incirlik sfonderemmo ogni record, superando anche la Germania (ma dietro a Gran Bretagna e Francia). Non solo la notizia non è infondata come affermano le fonti ufficiali del governo italiano, appare invece possibile se non addirittura probabile. A rivelare l’ipotesi all’agenzia americana Bloomberg è stato infatti il generale Charles Chuck Wald dell’Air Force, ora in pensione ma che è stato comandante ad Aviano e continua a rivestire incarichi nella Amministrazione Usa.

In Italia il generale Wald si dimostrò un grande decisionista con pressioni sulle autorità locali per ottenere il via libera al grande Progetto Aviano 2000: imponenti infrastrutture e abitazioni per lo stormo e le famiglie dei militari. La decisione Usa sarebbe la conseguenza del riavvicinamento di Erdogan a Putin, sancito dalla vendita ad Ankara delle batterie anti-missile russe S-400: è la prima volta che un Paese Nato acquista armi da Mosca e per questo alla Turchia è stata congelata la consegna dei nuovi caccia F-35 e si annunciano sul reiss turco nuove sanzioni – secondo l’informato quotidiano israeliano Haaretz.

Se il trasferimento si concretizzasse i bunker americani in provincia di Pordenone dove ci sono già una cinquantina di atomiche diventerebbero il deposito nucleare più grande d’Europa. L’Italia viene considerata da sempre un’alleata fedele, a prescindere dal colore dei governi e questo esecutivo appare prono come gli altri ai voleri Washington vista la confidenza di Trump con il «l’amico Giuseppi» (Conte) – nonché con il «sovranista» Salvini che con la Lega regna in Friuli Venezia Giulia – e la recente visita a Roma del segretario di Stato Usa Mike Pompeo con il quale abbiamo parlato di parmigiano ma glissando su ogni seria questione strategica, Libia compresa. Gli americani, quindi, contano che non ci sia opposizione alla possibile richiesta.

Dell’ipotesi di un trasferimento dalla Turchia dell’arsenale atomico si parlò già nel 2016, ai tempi del tentato golpe, quando Erdogan sospettava che Washington fosseo dietro l’operazione e che comunque non l’avesse osteggiata, anzi. Infatti a Incirlick furono ospitati alcuni aerei da rifornimento che consentirono ai caccia F-16 dei ribelli di minacciare Istanbul e Ankara. Incirlik, da cui dovevano partire i raid contro l’Isis, fu chiusa allora per un paio di settimane. Prepariamoci quindi con i botti di Capodanno ad accogliere il prossimo arrivo del Dottor Stranamore americano.
Albero Negri
Fonte: https://ilmanifesto.it
Link: https://ilmanifesto.it/atomiche-da-erdogan-perche-la-notizia-e-credibile-e-fondata/?fbclid=IwAR2APvP0I-XZKgyw0-uzAwcxfoDQY5rD_-T-8cfeWzZnsDYS7LwBeaFY0aI
31.12.2019
via facebook

Pubblicato da Davide

Precedente Il Giappone scaricherà la sua acqua radioattiva nell’Oceano Pacifico? Il punto della situazione
Prossimo Per quanto mi riguarda l’Eroe dell’anno è Nicoletta Dosio

27 Commenti

  1. Invece di pensare a bazzecole, A Roma dovranno dare qualche spiegazione, sempre che sappiano dove si trova Aviano e che cosa significa qualche “incidente” nucleare da quelle parti.
    Piu’ che botti di capodanno ci potrebbero essere altri botti.Ma a forza di spumanti e di pajate non perviene sia la regione Friuli che il parlamento di Roma a fermare la stoltezza che sotto queste effimere feste del nulla la fa diventare nemmeno degna di nota.
    Fedriga ha approvato il progetto Aviano 2000? Perche se lo ha fatto vuole dire che li di stranieri con bombe ne arriveranno a josa con il beneplacito della lega.Altro che qualcuno si oppone.
    E questa non e’una buona cosa.

    I serrati contatti di .Salvini con americani e israeliani per far cadere Conte https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13548979/matteo-salvini-incontri-americani-israeliani-indiscrezione-piano-far-cadere-giuseppe-conte.html vogliono
    50 cadeau in omaggio sotto le feste? Al che si capisce perché’ Fedriga non fiata nemmeno se gli arrivassero stormi di atomiche sul territorio.

    La foto dell articolo dice piu di mille parole.Qualsiasi straniero che arriva in Italia e’ sempre primo rispetto l Italia. La resa incondizionata dopo la II GM e’ stata la resa dell’intelligenza in Italia e prosegue incondizionatamente.

  2. “…è la prima volta che un Paese Nato acquista armi da Mosca e per questo alla Turchia è stata congelata la consegna dei nuovi caccia F-35…”

    Perché non compriamo anche noi le batterie antimissile russe S-400, così ci verrà impedito l’ acquisto degli F-35, senza correre il rischio di dover pagare clausole rescissorie.

    • Caro Dante, il problema è che noi gli yankee li abbiamo a terra e gli S-400 sono missili terra-aria.

    • Rescinderebbero all’ istante la democrazia, eradendo con un bel ‘incidente’ qualche nostra città. Del resto non si sono mai fatti scrupoli di sorta, essendo plagiati da un principio solo: dominare ovunque e comunque ( nel nome e per conto di chi lo abbiamo capito…). Ma prima o poi dobbiamo levarci da questa tutela, costi quello che costi. E’ incompatibile con la Carta costituzionale. Ma i politici sono sordi alle istanze profonde di questo Paese. Gestiscono assai male la sola quotidianità. E per tutto il resto c’è mastercard.

  3. Bisogna cacciarli via questi vaccari nucleari…
    Altro che “padrù a casa nosa”, leghisti della malora..

    • Chi dovrebbe cacciare via gli americani ? Non siamo un paese, non siamo un popolo, tutti viziati senza valori, ognuno pensa a sé stesso e contano solo i soldi, non esistiamo e non valiamo niente

  4. Comodamente poste a tiro di Iskander dall’alleato serbo delle Russia….. (500km)

    Parlando di bombe e non missili il problema dell’utilizzo è che richiedono aerei ed infrastruttura per farli decollare, come dimostra ciò che è avvenuto in Arabia, qualche migliaio di Km sono pochi per difendere qualcosa di fisso.
    Se proprio i russi si incavolassero basterebbe poco per bloccarne l’utilizzo anche solo con testate convenzionali, vedo peggio da questo punto di vista Romania e Polonia che sono i “cunei” messi dagli USA nei fianchi dei russi….. i paesi baltici invece sono solo carne da cannone.

    • Se dalla Serbia partissero Iskander sarebbe solo il giusto castigo per i bombardamenti del 99, governo D’Alema e Ministro della Difesa Mattarella.
      La Polonia, qui e altrove, leggo che è impegolata coi risarcimenti ad Israele. Peggio per lei. Diventerà carne da cannone come i Baltici. Cui mi pare fosse unita ( almeno la Lituania), prima dell’ultima guerra.

  5. Si ma gli attivisti si sono prontamente attivati, qui hanno tapezzato la città di manifesti contro i botti, dicono che ad Aviano si spaventano, c’è anche la foto di un avionese (si dice così ?) a quattro zampe tutto tremante da fermo ( stà in foto quindi è fermo). Il mese scorso si sono riuniti in P.zza Castello sotto mentite squame (per non dare nell’occhio alla Cia) “pretendiamo che……boh” urlavano, uno ha chiesto : ” che pretendiamo ?” l’hanno subito cacciato d insultato ( fascista , razzista e gli hanno anche dato del cornuto anche se non era ne arbitro ne sposato), questa estate, avevano già fatto un corteo per salvare il pianeta da Aviano ( un grado un più ad Aviano ed i cani non avrebbero più tempo per tremare) Peccato che in Val di Susa ci sono delle contro manifestazioni ( gente che non capisce che non deve rompere le squame della minchia per non far disperdere CO2 nell’aria) fortuna che siamo liberi ed in democrazia, e la pasionaria/vegliarda 73enne ( nome in codice: Nicoletta) è stata finalmente arrestata per la gioia di gretini e masordine ( incrocio tra masochista e sardina).

    Torino, 30 dic. – (Adnkronos) – I carabinieri hanno arrestato nel pomeriggio a Bussoleno la storica leader del movimento No Tav Nicoletta Dosio, 73 anni, per scontare la condanna che le era stata definitivamente inflitta alcuni mesi fa assieme ad altri 11 compagni attivi nella difesa della valle per una manifestazione del 2011. A sottolinearlo in una nota l’Usb che spiega: “Nicoletta aveva rifiutato gli arresti domiciliari e per un breve periodo la pena era stata sospesa. Oggi, approfittando delle festività di fine anno, la sospensione è stata revocata e la pena è divenuta esecutiva”. “Usb esprime piena solidarietà a Nicoletta e al movimento No Tav e invita tutte le proprie strutture a mobilitarsi per la sua liberazione, partecipando alle iniziative delle prossime ore”, si legge nella nota che si conclude: “Nicoletta e tutti i compagni e compagne No Tav devono essere liberati subito, la lotta non si arresta!”.

  6. Vincenzo Siesto da Pomigliano

    Ahi, serva Italia! Questo e altro si meritano gli italioti… Speriamo che il 2020 porti un po di sale nella loro “dura cervice”.

    • La prima cosa è ammettere. Ammettere che siamo servi. Come fanno gli alcolizzati quando vogliono “uscirne”. Il resto viene da se.

  7. L’Italia una delle maggiori potenze atomiche europee?

    Qui si prendono fischi per fiaschi, al massimo è una colonia asfatata coi rulli made in USA&UE.

    • Tra 10 anni l’italia sarà molto più in basso nelle varie classifiche.
      Sta per iniziare un anno in cui saranno certificati il declino e la miseria italiani.
      Ma con più bombe atomiche altrui sul territorio.
      Ecco, su questo vorrei proprio sapere, sulle bombe e le basi americane intendo, che ne pensano i neo-nazionalisti della lega ed i nazionalisti di Fdi.
      Sulla miseria, il degrado, le vessazioni fiscali ed il declino inarrestabile mi pare che tutti siano d’accordo in parlamento.
      Nel non affrontarli, ovviamente.

  8. Beh, almeno in Germania c’è qualcuno che osa dire la verità sulla sovranità del proprio Paese : “noi in Germania non siamo più stati un Paese sovrano da l’ 8 Maggio 1945” .
    https://www.youtube.com/watch?v=3TV2OpCmlJc.
    In Italia purtroppo più sono dipendenti e lustrascarpe dei potenti più si danno le arie da indipendenti e sovrani. Non solo, ma il baciare la pantofola sembra sia ormai diventato uno sport nazionale al quale non si sottraggono neanche i sovranisti, nella speranza (vana) di poter copiare quello che fanno gli eletti a casa propria. E perché dare la colpa solo ai politici, e la magistratura? Non appena uno cerca di mettere la testa fuori dalla finestra e ostenta ( non più di tanto, per carità!) un po’ di amicizia con il leader russo, ti bastonano a più non posso, prove o non prove. La nuove atomiche ad Aviano? Si farà come si fa ora con i migranti : nessuno ne parla più, sono scomparsi dai media, così il popolo crede che il problema sia risolto. La stessa cosa succederà con la atomiche : silenzio assoluto. Muti come pesci, cioè come… sardine.
    Buon Anno a tutti

    • Ma io seguirò fino alla fine le vicende del MES, di Aviano e dei Migranti. Quando lavoravo c’era qualcuno a cui non piacevo e che mi chiamava “La Memoria”.

  9. Nelle scorse settimane si era parlato di una nuova base USA in Grecia ad Alexandrupol, non lontano dal confine turco, forse le volevano trasferire lì, ma ormai nei Balcani tra aumento costante dell’influenza russo-cinese combattuta più che altro a colpi di destabilizzazioni delle chiese ortodosse locali a favore delle corpose minoranze islamiche, come se l’aumento costante del peso economico e militare di Russia e Cina possa essere combattuto da qualche pope filo-NATO o da qualche nucleo di jihadisti, forse le volevano mettere lì ma ormai anche i Balcani per la NATO, come l’Ucraina e la Turchia sono irrimediabilmente perduti, in Serbia ci sono già unità militari perlopiù antiaeree e antiterrorismo cino-russe e il fenomemo si espanderà, forse prima alla Bosnia serba poi in seguito a colpi di stato appoggiati dai cino-russi pure in Macedonia e Montenegro.
    Ormai Russia e Cina hanno capito come chiudere le basi americane, in Siria ogni settimana truppe siriane e russe ne occupano una appena evacuata dagli yankee, prima conquistano economicamente il paese e poi lo fanno uscire dalla NATO.
    Lo hanno quasi fatto con l’enorme Turchia figuriamoci con gli staterelli balcanici.

  10. visto il paese che siamo una distruzione in italia ci vorrebbe , ci vorrebbe la fame

  11. Comunque il rischio di una guerra tra NATO e Russia c’è perché Francia e Germania non vogliono più farsi comandare dagli USA e stringono accordi con la Russia, gli USA sentendosi tradito potrebbero lanciare un attacco dell’est Europa alla Russia la Russia rispondendo distruggerebbe l’Europa ….è come se un picciotto di un boss mafioso si allea con il nemico del Boss e lui per il tradimento lo fa ammazzare

  12. La lega prima fila con israele, poi fa finta di filare la russia, ora accetta altre bombe atomiche nel norditalia. E la gente non se ne rende conto e continua a sostenerla nei sondaggi. Questi non sono nemmeno fascisti, i quali ci tenevano al nazionalismo, questi sono servi scemi, piu’del pd e delle sardine. Anche in iraq, paese invaso come il nostro dagli usa, pure ci provano ad attaccarli, noi scemi e servi stiamo zitti, perche’tutti i partiti sono d’accordo, a cominciare dalla lega, che ha cercato di far finta di differenziarsi con i migranti, ma era solo falsita’, i migranti arrivavano allora come prima e come ora. E gli italiani dai a votarli. Sempre la zappa sui piedi!

    • In Iraq attaccano gli USA perché il musulmano sa chi , ha un’identità, ha un appartenenza, ha dei valori, ha delle regole, noi non abbiamo niente di tutto questo

    • Pas, guarda che la Lega non è al Governo. Oddio, son certa anch’io che farebbe le stesse cose stando zitta e serva, ma non si può fare il processo alle intenzioni, non si sa mai. Ed è pur sempre meno serva del PD.

  13. Niente paura, dopo i mari, lo spaccamontagne in mutande chiuderà i cieli; suvvia, siamo o non siamo sovranisti?

  14. Un governo decente avrebbe alcune utili azioni da intraprendere in programma.
    Uscire dalla Nato e chiederne la cessazione.
    Uscire dalla UE, e fottersene.
    Chiedere agli Usa di portare via basi e bombe dalla penisola.
    Abbattere ogni dazio e ogni intralcio al libero commercio.
    Ridurre le tasse drasticamente.

  15. Vecchia, triste e ripetitiva storia. Gli USA e getta devono riportare le loro testate nucleari a casa loro. Solo questo.

  16. E perchè il Governo lo nega? Credono di fare una cosa simile alla chetichella? Erdogan mi piace sempre più e sempre meno i “nostri”. Per governare ci vogliono gli attributi, pure se “cattivi”. Sentito il discorso di Mattarella? Una melassa.
    Quello che mi preoccupa è che Erdogan sarebbe nostro alleato nella questione libica. per la serie: “Come sono intricate le cose”.

  17. Leggo con disappunto che Francia e Gran Bretagna avrebbero più atomiche di noi anche se ospitassimo quelle provenienti dalla Turchia che peraltro non sono affatto “nostre” ma Usa. E questa cosa mi scoccia molto. Dunque perdere la seconda guerra mondiale, nonostante gli “Eroici Partigiani, chiamati anche Grattigiani da un mio vecchio professore, ha comportato che Italia e Germania siano praticamente disarmate mentre i “presunti vincitori”, Francia e Gran Bretagna, no? Ecco perchè la Francia ce ne fa di tutti i colori e noi zitti!

  18. Aviano.
    Prima di rompere con la Nato, Erdogan faceva togliere la corrente elettrica da Cirillik. Un giorno si e uno no. Fino ad esasperare gli Usa che se ne vanno. Noi potremmo non fare entrare acqua e cibo. Che fanno? un ponte aereo per procurarselo? Ma, COME SEMPRE, ci sarebbero i collaborazionisti. Prima bisogna provvedere a loro.
    Neanche un Villaggio può essere sottomesso da nessuno se non fosse per i collaborazionisti.