“Alitalia siamo noi!” – Intervista a Fabio Frati (CUB)

Prospettive di Classe 2.0: “Alitalia siamo noi!” – Intervista Fabio Frati (CUB)

Di  Gianluca Graziadio, Letizia Lanzi e Francjsco La Manna

I lavoratori Alitalia tornano a protestare nel momento in cui per la compagnia sembra sia ormai arrivato l’atto finale. In questa quarta puntata del ciclo Prospettive di Classe 2.0 Csepi intervista Fabio Frati, sindacalista della Confederazione Unitaria di Base, da sempre attivo nella lotta per i diritti dei lavoratori.

Dopo decenni di turbolenze, durante le quali si sono avvicendate gestioni sempre più incapaci e a tratti anche criminali, a scontare le sorti di Alitalia sono ancora una volta i lavoratori, che negli anni hanno subito la perdita dei diritti, causata anche da una mancata consapevolezza determinata da una trasformazione antropologica, per la quale molti diritti sono stati completamente dimenticati, come non fossero mai esistiti. Ma quali sono state le trasformazioni che hanno interessato questo comparto e quali ripercussioni hanno avuto le scelte operate? Lo abbiamo chiesto a Fabio Frati con il quale abbiamo cercato di ripercorrere la storia della compagnia, che non è solo la storia di un’azienda e dei suoi lavoratori, ma è la storia di un intero Paese che ha perso la capacità di progettare se stesso, che ha ceduto alla deindustrializzazione e che ora sta per perdere anche la compagnia di bandiera, vessillo e simbolo dell’Italia in tutto il mondo.

Buona visione

(N.B. : domani, mercoledì 28 aprile, ore 10.00, ci sarà una manifestazione dei lavoratori ALITALIA in piazza San Silvestro a Roma. Non lasciamoli soli!)