Home / Notizie dal Mondo / REFERENDUM! Occhio che stavolta è diverso
jim messina refetrendum italia

REFERENDUM! Occhio che stavolta è diverso

DI JACOPO SIMONETTA

crisiswhatcrisis.it

A proposito del referendum, vorrei profittare di questa pagina per ricordare alcuni punti ed esprimere un’opinione.

Il primo punto da ricordare bene è: qui non si tratta di abrogare o modificare una norma specifica, bensì di modificare in maniera sostanziale la Costituzione. Ovvero la base stessa della legalità. Si può essere a favore o contro, ma non si può pensare che sia poco importante.

Il secondo punto è che questo non è un referendum abrogativo, bensì propositivo.
Siamo abituati a delle consultazioni che intendono abrogare una norma già in vigore.  Dunque chi non vuole quella norma vota si e chi la vuole vota no.  Stavolta è il contrario!  Le modifiche proposte da Renzi non sono in vigore.  Chi le vuole deve votare SI e chi non le vuole deve votare NO.   Sembra banale, ma è meglio dirlo una volta di troppo.

Il terzo punto è che stavolta NON c’è quorum.  Facciano attenzione, tutti coloro che pensano che per boicottare un referendum basti non andare a votare.   Stavolta, se voterà una sola persona, tutti dovranno poi fare quello che a deciso quel tale.   Quindi, comunque la pensiate, dovete andare a votare.  O, in alternativa, rinunciate a qualunque lamentela circa il risultato.

Il quarto punto è che la Costituzione dovrebbe essere il testo di base cui tutte le altre leggi si riferiscono.   Il testo proposto da Renzi, al contrario, contiene paginate di riferimenti a leggi ordinarie, molte delle quali ancora da farsi.  Il che significa che, se passasse, sarebbe poi possibile ulteriormente modificare il funzionamento della costituzione manipolando leggi ordinarie con procedure ordinarie.

Un quinto punto richiede un po’ più di parole.  La campagna per il si di Renzi è fuffa.  Puro marketing che non ha niente a che vedere con i suoi piani per dopo. Lo sappiamo perché ha assunto per la modica cifra di 400.000 euro ad un tal Jim Messina (nella foto) che non è un esperto di politica, bensì un esperto di marketing e di campagne pubblicitarie.  Quello che diresse la seconda campagna elettorale di Obama, per capirsi. Dunque uno che  non sa niente della politica italiana ed europea e neanche gliene frega niente.   Fa solo pubblicità e per farla ha visto nei sondaggi che l’Europa è poco popolare (senza peraltro preoccuparsi di sapere cosa sia, né come funzioni).   Ed ecco che Matteo spara a zero sulle istituzioni comunitarie a casaccio, senza preoccuparsi delle conseguenze.
Un esempio per capirsi.  La legge di bilancio che sarebbe stata bocciata dalla Commissione perché contiene dei fondi in più per le scuole e la ricostruzione.  Tanto che, per rappresaglia, il nostro sta rallentando e minaccia di bloccare l’approvazione del bilancio comunitario.     Si da però il caso che i soldi per le emergenze (ad es. terremoto e migranti) siano fuori dai parametri di Maastricht per trattato.   Anzi, nel bilancio che Matteo minaccia di bloccare ci sono anche i fondi speciali della Commissione Europea per ricostruire la cattedrale di Norcia. Oltre a buona parte dei soldi che sta promettendo in giro “contro tutto e contro tutti” e che, invece, sono fondi europei già stanziati.
A Renzi ed a Mr. Messina tutto ciò non interessa.   L’importante per loro è che il 4 dicembre la riforma passi. Poi cambieranno i toni, cambieranno le leggi di bilancio, cambierà tutto.  E se nel frattempo l’Italia avrà perso una buona parte delle residue possibilità che aveva per discutere una modifica dei trattati europei, “chissenefrega”!

Questi alcuni fatti.   Ora la mia opinione personale di individuo che non è né un giurista, né un costituzionalista.  Chi volesse studiarsi i dettagli, può andare a leggersi questo:  Raffronto Proposta Costituzione.pdf  .

Tirando le somme, ciò che credo di aver capito è che si intende girare di 180° l’impostazione della costituzione vigente.
Nel 1946, i Costituenti si erano posti un doppio problema.  Uno, come impedire che il partito che avesse vinto le elezioni potesse avere il 100% del potere, mettendo alle corde tutti gli altri. Due, come impedire che un capo carismatico potesse prendere il controllo dello Stato grazie al suo fascino personale.
Già con l’ordinamento vigente questo tipo di impostazione fu radicalmente modificato, nei fatti, da Berlusconi che, grazie appunto al suo carisma personale ed ai suoi mezzi economici, per 20 anni tenne la politica italiana ostaggio della sua persona, anche quando era all’opposizione. Adesso Renzi vuole sancire e rafforzare questa tendenza.   Se ho capito bene, il nocciolo della sua riforma è che chi vince fa cappotto e per 5 anni fa e disfa senza che nessuno possa ostacolarlo.
Questo qualcuno potrebbe essere Renzi o chiunque altro.    E non è nemmeno certo che, dopo 5 anni, questo tizio abbia tanta voglia di rifarle le elezioni.   Oppure potrebbe farle con una legge elettorale su misura per se.Chi glielo impedirebbe?

Quando andrete a votare, pensateci bene per favore.

Jacopo Simonetta

Fonte: www.crisiswhatcrisis.it

Link: http://www.crisiswhatcrisis.it/2016/11/22/referendum-occhio-che-stavolta-e-diverso/

22.11.2016

Pubblicato da Davide

  • clausneghe

    Premesso che della costituzione, dei giuristi, dei commi me frega poco o niente, dal momento che per me la costituzione si è rivelata carta straccia, infatti non mi ha dato nè il lavoro, che non ho, nè il reddito che pure non ho. Non mi garantisce la salute e nemmeno il cibo, se è per questo. Diritti, chi li ha mai visti? E allora?
    Ma voterò NO per il puro piacere di fare il contrario di quello che dice la scrofa con i suoi maialini al seguito.
    A proposito, te credo che Renzi perde tutto, guarda che faccia da pomodoro che si è preso per consulente, pagato da noi, ovviamente…

  • Apollonio

    …Renzi in tre anni oltre a raccontare delle Bugie ha sfondato al rialzo il Rapporto Debt/pil portandolo al 134 % con Bonus elettorali a Dx. e Sx. denza una visione prospetica per il rilancio del Paese, le Banche maggiori sono già in default con 100 Miliardi di Euro di crediti inesigibili deteriorati, quindi all’ Elite vinca il “NO” o il “SI ” non frega niente …!
    Renzi ha fallito..! ma vuole andare a trattare a Bruxelles da vincitore, la vittoria del Si allungherebbe solo l’ agonia, lui andrebbe subito alle Elezioni anticipate per evitare un governo tecnico..
    i veri problemi del paese sono che da come si vede dal grafico:…..
    https://www.project-syndicate.org/commentary/capital-flight-from-italy-by-carmen-reinhart-2016-11
    se un paese perde “riserve” cioè moneta (più precisamente le “riserve” che le banche tengono a disposizione per i pagamenti con altri paesi), perchè l’Euro continui a funzionare occorre che automaticamente le Banche Centralii dei paesi che ricevono questo flusso di denaro lo riprestino alla Banca Centrale che subisce l’emorragia. Cioè alla fine in sostanza Bundesbank presti a Bankitalia più di 200 mld.
    Questo deflusso di capitali e il saldo passivo che si creava tra Bankitalia e Bundesbank fu nel 2012 il motivo più importante per cui i tedeschi spinsero per la defenestrazione di Berlusconi e l’arrivo di Monti.
    Questo spiega perchè nella UE ci sia gente che ora spinge verso una crisi dell’Italia, delle sue banche e BTP. anche un partito ora punta alla caduta di Renzi ma seguita da un panico, in modo da poi imporre un governo tecnico duro

  • Storno

    Ma possibile che la propaganda sia sempre così becera?
    I primi tre punti sono banalità da terza media, il quarto è orrendo

    TUTTE le costituzioni rimandano a leggi ordinarie, basti pensare alle leggi elettorali, la nostra alla regolamentazione del diritto di sciopero, …..
    Dato che la costituzione è il punto di riferimento delle leggi ordinarie è OVVIO che alcune siano da fare, ciò successe anche con la attuale costituzione.
    Il resto sono opinioni che non giudico, cui ha diritto chi scrive in un forum.

    Ma come è possibile che CdC dia spazio a queste cialtronate che screditano un sito che ha invece bisogno di credibilità visto che riporta ottimi articoli di analisi complesse e su argomenti estremamente controversi e quasi sempre in aperto contrasto con quello che pubblicano i “Presstitutes”?

    • WM

      Ciao Storno, scusa ma credo che tu abbia qualche difficoltà di esposizione, quando scrivi “che screditano un sito che ha invece bisogno di credibilità” in quanto se CdC ha bisogno di credibilità, cosa c’è da screditare? ma se è screditato, come mai riporta “ottimi articoli di analisi complesse… omissis”?
      Le “cialtronate” sono poi opinione personale, degnissima, un tantino succinta, ma ci sarà chi condivide e chi no, essendo un’opinione.
      E di opinione conforme o diversa potrebbe essere quella della Redazione di CdC che comunque riporta spesso diverse campane sullo stesso argomento, non sempre in assonanza con il proprio pensiero ma, appunto, per completezza di informazione, nei limiti di quanto questo sia possibile.
      Questo, senza entrare nel merito dell’articolo, sia chiaro.

      • Storno

        Cercherò di essere più chiaro abbreviando le frasi
        Più un sito riporta notizie “fuori dal tracciato comune” più ha bisogno di credibilità.
        [non è un valore binario c’è/non c’è ma ce n’è tanta o paca]
        (non perché quello che scrive debba essere creduto ma perché non venga scartato a priori)

        Evidenziare [non riportare] un articolo che non vale diminuisce la credibilità del sito.

        Ovvio che le opinioni come la mia sono personali ed anche che siano oggetto di valutazione positiva o negativa.

        • Lili Armando

          Avresti la cortesia di spiegare a me – e magari ad altri lettori – a ché fai riferimento quando dici “fuori da tracciato comune”? Quale sarebbe questo “tracciato comune” e chi verrebbe a definirlo, in base a quali criteri? Tantissime grazie!

          • Storno

            Per “tracciato comune” ha inteso quello che è il comune messaggio di quelli che sopra ho chiamato “presstitute”
            P.S. Questa parola, che a me piace tantidssimo, l’ho imparata proprio su CdC. P.P.S. Nessun significato spregiativo in questa parola, solo un “significato funzionale”

  • Adriano Pilotto

    “Due, come impedire che un capo carismatico potesse prendere il controllo dello Stato grazie al suo fascino personale”.
    E dove si troverebbe il fascino personale di Renzi?

    NO!

  • Mylan Key

    Ripeto e ribadisco sopra ogni considerazione che se ne faccia. I trattati europe e di Lisbona ( fatevene una cultura con Barnard youtube ) ti hanno gia’ messo al muro al braghe giu’.
    Tutto e’ nelle loro mani. Ma il pipolino Italiano ( fra marchingegni vari anti 5 s vota pd Europa e coalizzatevi dx sx ) , ha ancora dei partiti che non garantiscono la maggioranza, e lagnano la voce degli italiani , quelli che sono svegli e attivi .
    Per ovviare a questo, il referendum SI , ha modifica il tutto rendendolo spicciolo e scorrevole a governare , e con sottolineatura Europa Trattati, DEBITO A RENDERE IN TUTE LE SALSE 2.300 MILIARDI, affinche’, lo stesso popolo facendo vincere il SI , ne sia un plebiscito ad agire fino al sangue, a quello che vorranno fare e governare. E mi fermo qui. Se volete saper cosa sia, guardate alla Grecia, alla Libia, all’ Afganistan, all’ Irak , alla Siria, all’ Ucraina, e a quello che hanno tolto e privato , e si sono usati per loro . Tutto qui . L’ Italia, se hanno preso 10 ultimamente nel falso PIRLA ne hanno ridato 2 , e sotto sotto ripreso 2 , e firmando il si, si riprenderanno 100. vostro .
    E non parliamo a come vi metteranno, fra caos, disagi, prelievi di ogni tipo, e immigrazione incontrollata a guerra civile . Basta ? Un mese , due mesi, un anno, e vi piegherete all’ impossibile. E zitti, c’e’ l’ esercito in fin dei conti . E ancora sottostiamo al globalismo guerra e genocidi . Cose da pazzi . E con armamento ATOMICI GARANTITI.
    AZZ nessuno si sveglia ????????????? E oggi, hanno seminato la censura per tutti e per tutto in Europa e in Italia . . E capo principale , la Russia TASER , passata ad essere l’ ISIS LORO .

  • fastidioso

    “Anzi, nel bilancio che Matteo minaccia di bloccare ci sono anche i fondi speciali della Commissione Europea per ricostruire la cattedrale di Norcia. Oltre a buona parte dei soldi che sta promettendo in giro “contro tutto e contro tutti” e che, invece, sono fondi europei già stanziati.”

    Ma allora è proprio un buffone !!!!

  • gix

    Non è del tutto vero che l’Europa sia una gabbia dalla quale è impossibile uscire, e che le Costituzioni degli Stati Europei non hanno ormai piu valore effettivo. Se così fosse sarebbero gia da ora carta straccia e non ci sarebbe bisogno dei referendum. La realtà è che qualunque testo di legge, a maggior ragione la Costituzione, a livello statale o comunque in ambito locale rispetto all’Europa unita, è un ostacolo al progetto di unificazione. Ciò a prescindere dalle tendenze politiche, accentratrici o meno, o economiche, liberiste o meno, che possono risultare prevalenti in una Costituzione. La nostra Costituzione, in questo senso, risulta un ostacolo specialmente per tutti i meccanismi interni previsti a garanzia di una, se possibile, equa distribuzione dei poteri, ma ancor di più per le complesse regole e i quorum stabiliti per la sua stessa modifica. Comunque l’Italia, referendum o no, costituzione o no, potrebbe uscire dall’Europa per ben altri problemi, per dire chiaro, la crisi delle banche.