USA: Milioni di dosi di vaccino contro il vaiolo

Washington si è affrettata a procurarsi i vaccini mentre i casi del raro virus del vaiolo delle scimmie continuano a verificarsi negli Stati Uniti e in Europa

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Le autorità sanitarie statunitensi hanno firmato un accordo per 119 milioni di dollari di dosi di vaccino contro il virus del vaiolo delle scimmie, dopo che a un uomo del Massachusetts è stata diagnosticata la rara ma potenzialmente grave malattia all’inizio della settimana.

Come è stato infatti annunciato attraverso una nota, la Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA) – un’agenzia governativa dedicata alla lotta contro le pandemie e il bioterrorismo – ha firmato il contratto multimilionario con l’azienda farmaceutica danese Bavarian Nordic mercoledì 18 maggio.

L’accordo base da 119 milioni di dollari, comprende anche una serie di opzioni contrattuali che, se esercitate, porterebbero il contratto a raggiungere un valore totale di 299 milioni di dollari, in cambio di circa 13 milioni di dosi liofilizzate del vaccino Jynneos.

Questo vaccino, originariamente creato per il vaiolo, è stato approvato per l’uso contro il vaiolo delle scimmie dalla Food and Drug Administration (FDA) nel 2019, proprio pochi mesi prima che venissero rilevati i primi casi di Covid-19 in Cina.

Le consegne iniziali del vaccino Jynneos non avverranno prima del 2023, ha dichiarato l’azienda, precisando che l’intero quantitativo di 13 milioni di dosi dovrebbe essere pronto tra il 2024 e il 2025, qualora il BARDA accettasse di estendere il contratto.

Il primo caso di vaiolo delle scimmie negli Stati Uniti è stato confermato mercoledì in un uomo che aveva recentemente viaggiato in Canada. I funzionari sanitari federali hanno poi dichiarato che stanno monitorando altre sei persone che si sono avvicinate a un viaggiatore infetto durante un volo dalla Nigeria al Regno Unito all’inizio di questo mese, mentre un altro possibile caso è oggetto di indagine da parte del Dipartimento di Sanità di New York.

Nelle ultime settimane sono state osservate diverse infezioni sospette o confermate anche in Gran Bretagna, Canada, Spagna, Portogallo, Italia e Svezia. L’Australia ha appena rilevato il suo primo caso.

Ieri, giovedì 19 maggio, la Bavarian Nordic ha annunciato di aver raggiunto un accordo anche con un “Paese europeo non specificato” per lo stesso vaccino antivaioloso a doppio uso – sebbene offerto con un marchio diverso – “in risposta a nuovi casi di vaiolo delle scimmie”. L’azienda non ha precisato il numero di dosi che verranno acquistate né ha fornito il prezzo complessivo del contratto.


Massimo A. Cascone, 20.05.2022

Fonte: https://www.bavarian-nordic.com/investor/news/news.aspx?news=6569

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
23 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
23
0
È il momento di condividere le tue opinionix