Home / Attualità / Siria – la guerra con Israele è imminente? (con aggiornamenti)

Siria – la guerra con Israele è imminente? (con aggiornamenti)

FONTE: MOON OF ALABAMA

Intorno alle 6 del mattino orario GMT, la difesa aerea siriana ha abbattuto un caccia israeliano che stava attaccando il paese. C’è ora la possibilità che ne scaturisca una guerra più grande (l’intera storia dietro l’evento sarà sicuramente trattata nel prossimo libro di Elijah Magnier su Hezbollahh).

[Questa è una storia in via di sviluppo che verrà aggiornata di seguito con l’arrivo di nuove informazioni. – L’ultimo aggiornamento (sotto) è un’intervista video con Elijah Magnier sulle implicazioni degli sviluppi di oggi.]

Questa escalation arriva dopo una serie di recenti provocazioni  contro le forze russe in Siria, l’attacco americano di ieri alle forze siriane, le minacce israeliane contro il Libano della scorsa settimana e dozzine di attacchi aerei israeliani a presunte installazioni di Hezbollah o iraniane in Siria.

Gli eventi di questa sera hanno preso piede dopo che Israele ha abbattuto quello che è stato definito un “drone iraniano”, presumibilmente nello spazio aereo sopra le alture siriane del Golan occupate da Israele. La Siria nega che il suo drone abbia violato lo spazio aereo israeliano. Israele ha poi attaccato obiettivi terrestri in Siria. Un F-16 israeliano, che era all’attacco, è stato abbattuto dalla difesa aerea siriana. Il pilota si è buttato e paracadutato nel territorio israeliano. È ferito ma è sopravvissuto. È il primo abbattimento di un jet israeliano da parte della difesa aerea siriana dal 1982! Sono seguite ulteriori “rappresaglie” israeliane. Questo è un altro paragrafo nella lunga storia dell’aggressione israeliana contro la Siria.


Mappa precedente con una cronologia approssimativa degli eventi – Fonte: LeBeck

Ci sono alcuni report non confermati di un secondo F-16 danneggiato, e di un elicottero Apache israeliano distrutto.

Gli sviluppi di oggi come descritti nella cronologia di Elijah Magnier:

Elijah J. Magnier @ejmalrai –5:06 AM – 10 Feb 2018
Missili lanciati su #Damasco; razzi sulle alture del Golan ed un drone abbattuto su #Israele: tutto nell’ultima ora.
Israele ha detto che è “un drone iraniano”. Se così fosse, sarebbe una “ricognizione forzata” per esaurire il sistema di difesa israeliano, nello stile di #Hezbollah.

#Ultimenotizie:
    F-16 di #Israele abbattuto da quello che sembra essere il sistema di difesa aerea della #Siria

#Notizia dell’ultim’ora: fonte privata
Tutte le posizioni militari, di intelligence siriane e dei loro alleati (#Hezbollah) in #Siria e #Libano in allerta

Fonte: il riconoscimento di #Israele dell’abbattimento di un F-16 significa che la Siria è in allerta, in attesa di qualsiasi violazione israeliana, così come lo sono #Hezbollah ed #Iran. Israele verrà trascinata in guerra? Come reagirà la #Russia in #Siria? Il fronte è molto caldo ora.

La versione israeliana, che è cambiata da “drone iraniano” ad ammettere l’abbattimento di un F-16, è stato un primo tentativo di accusare #Teheran. Ha poi però dovuto ammettere che non era chiaro chi fossero i veri responsabili.

La #Siria è abituata alla guerra, la sua leadership ci è pienamente coinvolta da 6-7 anni. Il governo di #Damasco è pertanto pronto ad un altro fronte, dopo la liberazione dell’ultima sacca #ISIS al nord (eccetto quella sotto il controllo #USA).

Il livello di escalation nella risposta di #Damasco è stato un avvertimento che #TelAviv non ha mandato giù. #Israele potrebbe limitarsi a bombardare qualche posizione siriana da lontano (volando sopra il #Libano) o essere trascinata in un’escalation, su un fronte che va dal #Libano alla #Siria.

#Israele non può ignorare l’abbattimento del suo F-16, mai accaduto negli ultimi decenni su #Siria e #Libano. Ciò che importa è dunque il livello di risposta: sarà una ritorsione? Se così fosse, la guerra, attesa da tempo, potrebbe scoppiare.

È una nuova regola di ingaggio ed una nuova situazione, nella quale #Israele si trova incapace di dominare lo spazio aereo della #Siria. Mostra anche la libertà di #Damasco (a differenza di quanto credevano molti analisti) di rispondere a prescindere dalla posizione della #Russia.

Gli ufficiali della #Siria ritengono che più di un F-16 sia stato colpito dai suoi missili anti-aerei, a dimostrazione della capacità della difesa aerea siriana e dell’atteggiamento di sfida di #Damasco verso #Israele (non accetta la versione israeliana di un solo F-16 abbattuto).

Una conclusione: il cielo sopra la #Siria non è più una passeggiata di #Israele, l’esercito siriano è ora pronto ad un nuovo confronto. Questo fa saltare tutta la (ridicola) valutazione degli analisti che “l’esercito siriano si è allungato…, non è corposo…, ha solo poche migliaia di unità…)

#Israele ha ammesso, indirettamente, l’efficienza del sistema di difesa aerea della #Siria, dicendo: “Stiamo studiando una rappresaglia”. La domanda è e rimane: come si comporterà la Russia? Permetterà ad #Israele di colpire il suo alleato siriano o resterà a guardare? O fermerà l’escalation?

È a svantaggio della #Russia vedere un’altra guerra in #Siria sul fronte meridionale, con un intervento di #USA, #Hezbollah, #Iran e #Palestinesi… tutto ciò potrebbe portare ad una guerra generale, a meno che la risposta israeliana sia limitata.

#Hezbollah, in piena allerta in #Siria e #Libano, si aspettava la reazione. Il suo leader, Said Hasan Nasrallah, ha avvertito che intende fare guerra da Naqoura alle alture del Golan.

Questa escalation coincide col fatto che il #Libano ha approvato l’avvio dell’esplorazione petrolifera nel Blocco 9.

Solo un pensiero: se questa è una strategia “occhio per occhio” della #Russia, potremmo dire che è la risposta all’abbattimento del jet russo su #Idlib. Mosca ha accusato gli #USA di aver fornito missili anti-aerei agli alleati di #al-Qaeda.

È probabile che #Damasco rilasci un comunicato che confermi che effettivamente la propria difesa aerea ha lanciato i missili contro l’F-16, colpendo più di un jet: questo per contrastare la versione di #Israele, che sostiene che l’#Iran sia direttamente coinvolta nell’evento.

Sembra che le sirene d’avvertimento di #Israele risuonino nella parte nord del paese, sopra Golan e Galilea, a chiusura dello spazio aereo.

7:35 AM – 10 Feb 2018
#BreakingNews: un secondo bombardamento aereo di #Israele contro la #Siria. #Damasco apre nuovamente il fuoco contro le posizioni dei jet israeliani e quelle sulle alture del Golan. Le sirene su Israele continuano. Escalation (per ora).

Dovesse Israele fare un’escalation in una guerra più grande, verrebbe ricoperta da centinaia di missili ogni ora. Hezbollah ha riserve sufficienti per sottoporla a settimane di fuoco ininterrotto. La normale vita civile si fermerebbe. Anche Libano e Siria sarebbero sottoposti a gravi attacchi, ma loro sono meglio posizionati per sopportare una simile situazione.

Un F-16 abbattuto è già un brutto colpo per Israele. Non è nel suo interesse un’ulteriore escalation.

Russia e Stati Uniti potrebbero venire coinvolti, ed in conflitto diretto. Questo deve essere evitato a tutti i costi. L’attuale personale alla Casa Bianca, in particolare il triumvirato militare dietro al presidente, è però di dubbia qualità. Spero che Mosca ne sia consapevole.

[Aggiornamento 12 am GMT]

Le parti ora si stanno calmando. Nell’ultimo round, Israele ha affermato di aver colpito diverse posizioni della difesa aerea siriana e “depositi di Hezbollah”, mentre la Siria ha affermato di aver abbattuto altri missili in arrivo. Israele ha segnalato che non è interessata ad un’ulteriore escalation e che la Russia ha esortato ambo le parti a calmarsi. Non c’è stata alcuna dichiarazione da parte di Washington.

Se questo risultato dovesse persistere, potremmo dire che ci sono ora nuove “regole di ingaggio” e nuove “linee rosse”. Ulteriori attacchi israeliani alla Siria saranno controbattuti con mezzi efficaci. Gli ufficiali russi, che spalleggiano la difesa aerea siriana, non interverranno a vantaggio di Israele. Il fatto è di per sé un messaggio da Mosca a Tel Aviv: fermate le vostre palesi e clandestine provocazioni.

[Aggiornamento: 1:30 pm GMT]

Elijah J. Magnier @ejmalrai – 1:03 PM – 10 Feb 2018
È finita: #Israele si ritira. Ha chiesto alla #Russia di mediare la fine dell’escalation. Ha perso la prima battaglia contro #Damasco quando la Siria era pronta, dopo aver eliminato l’ISIS nella Siria centrale.

#Ultime notizie:
Un comandante in #Siria mi ha confermato: non è stato un S-200 a colpire l’F-16. “È stato un agguato preparato”. Leggi di più domani su @AlraiMediaGroup

[Aggiornamento: 19:00 GMT]

Elijah  ha appena dato un’intervista (video) a 108morris sulle implicazioni degli sviluppi di oggi.

 

Fonte: www.moonofalabama.org

Link: http://www.moonofalabama.org/2018/02/syria-is-war-with-israel-imminent.html

10.02.2018

Traduzione per comedonchisciotte.org di HMG

Pubblicato da Davide

26 Commenti

  1. In Russia è caduto inspiegabilmente un altro aereo civile.
    Cadono sempre quando ci sono crisi internazionali.
    Sarà un caso?

    • E’ quello che mi sono detto anch’io.
      Non credo al guasto, al maltempo o all’errore umano: non si è trattata di una tragedia ma di un “avvertimento” che Israele e Usa hanno mandato ai Russi.
      Ecco spiegato il motivo per cui la Russia è così titubante quando si tratta delle aggressioni israeliane in Siria: Sion sa sempre come fartela pagare per vie traverse…

      • dai adesso non esagerate……so che “a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina” restiamo calmi di aerei ne sono sempre caduti?!

    • Se succede una volta potrebbe essere un caso, se succede tre volte è un indizio. Se succede regolarmente è quasi una prova.
      A parte ciò, condivido poco l’articolo, che si allinea nella favola di un Israele strapotente che se ne sta buono finché non lo provocano, e considera l’abbattimento di un aereo israeliano come qualcosa che può portare alla guerra. A me sembra più normale che Israele rosichi, ma capisca che lo spazio aereo della Siria non è più suo, il che porta in generale a uno scenario pacifico. Qui però i rosiconi devono vendicarsi e abbattono un aereo civile russo, con l’aiuto dei soliti complici. Potrebbe addirittura essere una replica, un aereo in partenza da Domodievo cadde a seguito di un attentato una decina di anni fa.

    • Negli ultimi due anni Sono 5-6 gli aerei russi sia militari che civili caduti

    • Lo penso anche io, sono sempre strane coincidenze queste.
      Ma purtroppo Mosca per ora parla di incidente.

    • Infatti se non sbaglio la contraerei che ha abbattuto l’aereo israeliano è la s500 fornita dalla madre Russia, è considerata infallibile, infatti non è la prima volta che lo dimostra e intimorisce molti! Questo abbattimento potrebbe essere un segnale.

  2. Ci sono articoli che descrivono il fatto meglio di MOON OF ALABAMA, il succo è che hanno preso legnate e se insistono ne prenderebbero un fracco.

    Dettagli sul fallito attacco aereo israeliano
    https://aurorasito.wordpress.com/2018/02/12/dettagli-sul-fallito-attacco-aereo-israeliano/

  3. La prima considerazione è da farsi sul tipo di attacco che stavano portando gli israeliani, per capire la reazione cosi veemente della contraerea, credo che abbiano inquadrato unità sul terreno con presenza russa, non a caso il primo messaggio russo è stato che non sarà tollerata la minaccia al personale in Siria.
    L’abbattimento di un f16 super avanzato come quello israeliano è di per se uno spartiacque, se verrà confermato che ci sono altri aerei danneggiati, tra cui un f15, allora è un cambio di paradigma.
    Molto difficile è verificare invece se effettivamente sono stati neutralizzati una consistente salva di missili israeliani, ma potrebbe essere, viste anche le performance dei cruise USA.
    Ancora mancano alcune fonti autorevoli sul contesto militare della faccenda, a breve spero di aggiornare con elementi utili.
    La circostanza degli aerei russi che cascano quando ci sono problemi con alcuni attori in medio oriente sta diventando una tragica costante, vedremo a breve cosa trapela sui motivi dell’incidente dalle notizie ufficiali.

    • l’unico dato piu’ o meno certo al momento sull’aereo russo e’ la perdita di quota di circa 1.000 metri al minuto che fa circa 16 metri al secondo per dare un termine di paragone uno shuttle al rientro fa circa 30 metri al secondo e una discesa normale controllata di un aereo e’ di circa su 8 metri al secondo quindi gia’ da questo dato si puo’ presumere qualcosa

      ho comunque l’impressione che, al di la’ degli eventi esterni e/o guasti interni, questo sia stato l’ultimo incidente che vedremo in Russia per molto tempo

      in quanto agli F16 israeliani, se non sbaglio, in realta’ tutta la componentistica, quindi l’aereo, viene prodotta da loro direttamente oltre a questo sembra che l’f16 sia stato colpito all’interno dello spazio aereo israeliano quindi dubiterei un poco che un s200 possa essere stato la causa piuttosto la novita’ sarebbe che c’e’ un complesso antiaereo efficiente posizionato sul golan e questo sarebbe un problema abbastanza rilevante

  4. Diciamocelo chiaramente… gli israeliani non sono mai stati finora ostacolati proprio in virtù della loro “intoccabilità” intrinseca. A quanto pare qualcuno ha deciso che adesso basta.
    E’ arrivato anche per loro il momento di scontrarsi con la realtà.

    “Welcome to the real world”

    • E già! Gli israeliani sono in preda a grave sindrome da ”rododen(t)ro aggravato”!E sarebbe anche ora e passata di dedicare un ”giorno della memoria” a circa 23 milioni di morti russi durante la II G.M.!!!

  5. Pensare che basterebbero due missili nucleari e Israele non ci sarebbe più e l’umanità si sarebbe liberata di un grosso problema

  6. Israele e’ il paese più razzista e criminale del mondo

  7. Certo che la Siria è pronta alla guerra contro Israele perché sa che L’ ISIS l’ha creato e voluto soprattutto Israele

  8. Partendo dalla considerazione che non c’è proporzionalita tra l’abbattimento di un caccia è quello di un aereo di linea mi sa proprio di stupidaggine l’intervento di Israele in tale fatto. Tra l’altro sembra che l’aereo russo abbia centrato un elicottero. Detto questo lascio la considerazione che se mai fosse vero per il coinvolgimento di Israele i russi non abbozzerebbero mai.
    Per la parte militare ricordo che nessuno è invincibile anche se lo vogliono far credere dal carro merkawa distrutto in Libano agli f16 abbattuti , il mito di essere invincibile serve sempre in guerra di cui la prima vittima è la verità

  9. sapere di un F16 “full optional”abbattuto fa correre immediatamente un brivido.
    ma poi pensandoci meglio l aviazione usraeliana sarà stata ben consapevole dei pericoli della difesa antiaerea.
    quindi il dubbio mi viene..avranno sacrificato qualche veivolo in cambio di maggior peso politico oppure sono andati a perdere in cambio di informazioni per un eventuale attacco su scala più grande?

  10. Credo che questo evento non porterà a nessuna guerra, però una novità la porta, eccome. La difesa aerea siriana ha avuto, evidentemente, un “refitting”, un ammodernamento. Perché? Poiché non è così facile gabbare gli israeliani. S-300 o S-400? Può darsi. Giunti dall’Iran via Hezbollah? Può essere. Qualche “istruttore” russo che ha detto al suo allievo “spostati, e lasciami lavorare”. Può essere. Di certo è salito il livello della difesa aerea siriana, e Israele se n’è accorto: del resto, sono anni che “testano” le emissioni della Siria con centinaia di voli “civetta”, quando le civette non sganciano anche qualcosa.

  11. Oggi a Roma 15 ministri della Difesa NATO e del Golfo. Ora coalizione anti Daesh, ma anche anti Iran e Russia http://lecorvettedellelba.blogspot.it/2018/02/a-roma-i-15-paesi-dell-asse-delle.html