Napoli: urgenza pediatrica smantellata per reparti CoviD

L'ospedale Santobono, con la complicità della narrazione mainstream, riduce ulteriormente la capienza per le urgenze pediatriche per un nuovo reparto CoviD

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Adesso anche i bambini si ammalano gravemente di Covid: è quello che i pennivendoli di regime vogliono farci credere. E purtroppo, con l’inizio della campagna vaccinale dai 5 anni in su, abbiamo ragione di crederci. L’ospedale Santobono di Napoli, avendo saturato i 30 posti letto del suo reparto Covid, chiude momentaneamente dei reparti di urgenza medica per i bambini che affluivano dal centro e da Napoli Est, zone con la densità abitativa tra le più alte d’Europa, e con la capienza ospedaliera tra le più basse. Segnalano l’emergenza associazioni e comitati locali come la Consulta Sanitaria Popolare, il Tribunale del malato e il gruppo Facebook “Noi contro la malasanità” in una nota di Carlo Landolfi:

I Comitati non staranno a guardare ma lotteranno per una sicurezza ed un ampliamento di ospedali e ambulatori per la crescita sana dei bambini.

MDM 21/01/2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix