Home / Attualità / Mio video censurato su Prodi e quelli come lui

Mio video censurato su Prodi e quelli come lui

DI PAOLO BARNARD

twitter.com

Fonte:

Link: https://twitter.com/Barnard2018/status/1104006664183865344

8.03.2019

Pubblicato da Davide

4 Commenti

  1. Non riesco a capire cosa è successo… Se qualcuno mi spiega… Grazie! Il fatto di censura, Barnard si consoli… Non è il solo. A me è successo pure e tante volte e gravemente, ma ormai ci sto facendo il callo… Pilger: “L’informazione è una emanazione del potere”… È così. Lo sappiamo e dobbiamo tenerci pronti e preparati…

  2. Personalmente penso che in questo caso la censura ci sta tutta, non si può ultimare un video con la frase “Prodi andrebbe fucilato” se il finale fosse stato “Prodi andrebbe processato” credo non sarebbe scattata nessuna censura…..e nessuno vieta a Barnard di riproporre il pezzo tale e quale ma con un finale meno talebano.
    La censura c’è se interviene su un concetto, un pensiero, una idea, ma non credo che in nome della libertà di parola tutto si possa dire o falsificare, anche in democrazia ci sono delle regole di civiltà che vanno rispettate.

  3. Paolo Barnard…il miglior giornalista italiano

  4. Due pesi e due misure quelle adottate dall’autore per se e per gli altri: un piccolo borghese in missione per se stesso ovvero nessuno, ricorda gli autonomi degli anni 70 del secolo scorso, Gli manca la capacità dell’analisi storica, politica e sociale nonché culturale e propone solo una rabbia narcisistica mentre allo stesso tempo ti giustifica un Di Maio che fa debiti che i miei e vostri figli dovranno pagare e un suo compare “orfano” che però al nostro campione sono simpatici a differenza di altri tromboni…… penosissimo, Oggi ricordo con il cuore in mano un giovane: Francesco Lorusso fucilato dalla polizia di stato di un lugubre ministro dell’interno di una squallida Italia che non è mai cambiata in Via Mascarella Bologna nel 1977.