La scuola russa, che follia!

Andrei Martyanov
smoothiex12.blogspot.com

Allarme, allarme! Chiamate immediatamente la CIA, Hollywood, il New York Times, Oprah e il Dipartimento di Stato. Per ogni evenienza potreste anche chiamare il Bureau of Reclamation degli Stati Uniti e, per buona misura, anche la Commissione Lotterie. Putin e la Russia sono completamente usciti di senno e minacciano tutto quanto… sapete… come si chiama. Ah, sì la “diversità,” che, naturalmente, è “forza” e futuro. Ometteremo per ora la descrizione di questo futuro, ma è comunque futuro. Almeno questo è ciò che si dice. Putin, in un impareggiabile gesto di fascismo nazista, di razzismo turbo-olocausta e di super privilegio bianco ha appena dichiarato che:

La quota di bambini immigrati nelle scuole russe dovrebbe essere tale da consentire il loro adattamento all’ambiente linguistico e culturale e non arrivare ad una situazione, come in Europa e negli Stati Uniti, in cui esistono scuole composte interamente da bambini immigrati,” ha affermato il presidente della Russia, Vladimir Putin. “In alcune scuole europee e americane, quando il numero di questi bambini raggiunge una certa percentuale, i nativi cominciano a ritirare i loro figli da tali scuole … in questo modo si vengono a formare scuole con il 100% di bambini immigrati,” ha detto Putin martedì alla riunione del Consiglio sulle relazioni nazionali. Il capo dello stato ha sottolineato che in Russia “un tale sviluppo non deve essere permesso.

Ha poi continuato sottolineando che un tale problema non esiste in Russia, ma deve essere comunque prevenuto. Ma, come forse sapete, la Costituzione russa è esplicita in termini di ruolo del popolo russo (Russkie) per lo Stato russo, quindi, per un Russo è solo naturale vedere il problema sotto questa angolazione, come fa Putin. Infatti, Putin, in realtà, segue la guida della stragrande maggioranza dei Russi e non solo dei Russi, di molte altre etnie native, persone che davvero non vogliono vedere il loro amato paese trasformarsi in… beh, riempite voi gli spazi vuoti. Come ci si può aspettare, i Russi, essendo gente arretrata, primitiva, senza cultura e priva dell’arricchimento culturale di, diciamo, il Regno Unito o la Francia, non capiscono tutta la bellezza della diversità e delle scuole fatte di immigrati al 100%. Andiamo, guardate voi stessi alcuni dei benefici dell’immigrazione.

Ecco la diversità in tutto il suo splendore. Che bell’arricchimento.

Queste sono alcune delle cose che l’immigrazione, come è intesa e promossa dai liberali da cocktail e limousine che non hanno mai visto la vita reale al di là delle loro camere di risonanza pseudo-accademiche, porta in Occidente, quando scuole popolate completamente da immigrati diventano la fonte principale di quell'”arricchimento culturale” che i Russi non vogliono e, anzi, rifiutano completamente. Quando parliamo di scuola e di educazione stiamo parlando di vera (enfasi su vera) sicurezza nazionale; l’educazione è fondamentale per la formazione dei giovani e la loro trasformazione in cittadini onesti. Questo non è più il caso dell’Occidente dove il rispetto per la tradizione e la cultura nazionale è ormai un retaggio del passato e le scuole sono usate principalmente per epurare quel che resta della memoria storica nazionale e, alla fine, dissolvere il senso di appartenenza alla razza bianca, il Cristianesimo e il concetto di nazionalità in quanto tale. I Russi vogliono preservare la loro identità nazionale e questa è la politica ufficiale dello Stato.

Ecco perché la Russia e l’Occidente non hanno un futuro di civiltà comune, perché la Russia rifiuta categoricamente di suicidarsi, l’Occidente, invece, è con la testa nel cappio e alle ultime convulsioni e cosa ne verrà fuori lo possiamo solo intuire. Niente di buono, questo è chiaro. La Russia sembra prepararsi a questo. Per i Russi non sarebbe la prima volta.

Giusto per aggiungere un’altra notizia, la Russia ha ripreso i test del nuovo aereo trasporto leggero IL-112 per il Ministero della Difea russo, il velivolo è davvero paffuto e sembra, in realtà, molto moderno. Questo aereo sostituirà i venerabili AN-26 sia per ragioni di progetto che politiche, essendo Antonov formalmente un’azienda ucraina, che, a tutti gli effetti, non esiste più come impresa affidabile.

È un aereo completamente russo, dai motori all’avionica, e la Russia ne ha veramente bisogno, sia in campo militare che civile. La produzione iniziale sarà lenta: 12 aerei all’anno. Ma non bisogna dimenticare l’IL-114-300, esclusivamente ad uso civile, che andrà in produzione di serie l’anno prossimo (in russo) e che è progettato per volare sulle tratte interne della Russia.

Vedete, lo sviluppo di tutti questi aerei, dall’IL-114 all’MC-21, al SU-57, alle armi ipersoniche, alle stazioni spaziali, ai rompighiaccio nucleari, all’informatica quantistica (la Russia è molto avanti in questo campo) ai massicci trasporti di GNL, tutto questo inizia nella scuola. Gli studenti devono studiare soprattutto algebra, geometria, trigonometria, fisica, chimica, geografia, lingua, letteratura ed educazione civica, non cercare di capire a che genere appartengono o essere “culturalmente arricchiti” da immigrati provenienti da topaie del terzo mondo. Beh, Putin lo capisce, così come la stragrande maggioranza dei Russi, dei Tatari, dei Mordvini, dei Ceceni, degli Ebrei, dei Baschiri… ed è per questo che vogliono preservare le loro scuole. Potrebbero tornare utili quando il flusso di immigrati nativi europei, già esistente, arriverà coste della Russia nei prossimi anni. Perchè arriverà.

P.S. RT ha realizzato un meraviglioso documentario sui Russi di colore, con il titolo beatlesiano di Black in the USSR. Guardatelo e vedete voi stessi come la Russia tratta le persone che vogliono davvero essere cittadini onesti e come hanno successo.

La poesia letta dalla signora russa di colore, a partire da 24:00, è qualcosa di speciale e arriva dritta al cuore.

Andrei Martyanov

Fonte: smoothiex12.blogspot.com
Link: http://smoothiex12.blogspot.com/2021/03/boom-as-our-own-what-likes-to-say.html
30.03.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

69 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
VincenzoS1955
VincenzoS1955
3 Aprile 2021 3:34

Non dimentichiamoci che dopo la caduta dell’Impero Romano d’Oriente nel 1454 Mosca venne considerata la “Terza Roma”.
Nel mondo cosiddetto “civile” occidentale (in realtà (de)caduto in una novella barbarie) si cerca di emarginare il “diverso”, che è visto come una “minaccia” invece di vederlo come una risorsa.
Eppure sono le diversità (d’ogni genere) la vera ricchezza del Pianeta Vivente Gaia.
In inglese Dio di dice GOD che altro non è l’acronimo di Genertor Of Diversity

VincenzoS1955
VincenzoS1955
3 Aprile 2021 3:34

Non dimentichiamoci che dopo la caduta dell’Impero Romano d’Oriente nel 1453 Mosca venne considerata la “Terza Roma” dopo la gloriosa nata nel suolo italico e dopo Costantinopoli.
Ma, al di là del discorso, nel mondo cosiddetto “civile” occidentale (in realtà [de]caduto in una novella barbarie) si è portati a “rifiutare” la diversità la quale è vista come una “minaccia” invece di una risorsa da preservare e specialmente quella culturale dei popoli dalla quale attingere e integrare conoscenza e saggezza come facevano i nostri invitti progenitori: gli Antichi Romani i quali riuscirono a unificare popoli di tre continenti preservandone gli usi e le tradizioni.
Eppure sono le diversità (d’ogni genere) la vera ricchezza del Pianeta Vivente Gaia.
In inglese Dio di dice GOD il quale, se vogliamo, altro non è che l’acronimo di Generator Of Diversity.
Anche se gli amerikkkani l’hanno stampato sul dollaro (In GOD we trust) volendo così far capire, senza alcun fraintendimento, che credono solo in Dio (denaro😆)!

Platypus
Platypus
Risposta al commento di  VincenzoS1955
3 Aprile 2021 5:43

gli americani forse hanno dimenticato di inserire una “L” nel celebre motto… chi indovina dove va inserita?

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  Platypus
3 Aprile 2021 6:28

‘na volta…poi hanno abbandonato il gold standard…

Platypus
Platypus
Risposta al commento di  Guido Bulgarelli
3 Aprile 2021 6:41

ah, certo! il termine Gold lo intendevo in senso lato come sinonimo di ricchezza, la divinità adorata dai plutocrati.

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  Platypus
3 Aprile 2021 6:54

Avevo capito, è che non rinuncio mai a una battuta…poi spesso non sono eccelse

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  VincenzoS1955
3 Aprile 2021 8:05

A fine Impero Romano, c’era un certo Eliogabalo.
Va a vedere chi era e dimmi se non siamo in pieno in un’epoca ….eliogabaliana.
I nostri valori ….puah. in effetti sono quelli.
Fossi un immigrato scapperei a gambe levate.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  lady Dodi
3 Aprile 2021 9:04

Lo so chi era: un imperatore eccentrico. Introdusse il culto del sole e nei suoi festini ne faceva di tutti i colori… Ma non era alla fine dell’ impero, ma all’inizio della sua decadenza: noi siamo alla fine.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  VincenzoS1955
3 Aprile 2021 12:50

Solo eccentrico? Hai presente il Silenzio degli Innocenti?
Quel tale velato, pittato e chiaramente pazzo con un cagnolino in braccio, che teneva prigioniera in un buco del terreno la sua vittima che da lì non poteva uscire? Vederlo/a ed esclamare Eliogabalo! per me è stato immediato. Me lo immagino così, uno molto alla moda, oggi.
Buon esito, la vittima ha attirato il cagnolino nella buca e, quando Eliogabalo, è sceso a prenderlo, gli ha dato un sacco di botte. Ad Eliogabalo, non al cagnolino liberato anche lui dal viscidone.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  VincenzoS1955
3 Aprile 2021 9:25

La diversita’ va bene, nel mondo, si, ma non stipata tutta in un unico territorio. Se nei millenni si sono formati paesi diversi in base alla maggioranza etnica della popolazione di quei territori, un motivo c’e’. Hai voglia di girarci intorno o chiamarlo “razzismo”, l’uniformita’ della maggioranza di un popolo sul suo territorio e’ nel DNA umano, come anche in quello animale. Tutti gli animali, con rarissime eccezioni, sono territoriali. E i motivi sono anche i nostri. Ci si po’ arricchire culturalmente studiando le culture e le tradizioni degli altri popoli, mica e’ necessario per questo averli tutti insieme nel proprio paese/continente?

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  Dino79
3 Aprile 2021 9:32

Tutti proprio no, ma come ospiti si.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  VincenzoS1955
3 Aprile 2021 11:35

Al massimo come turisti.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  VincenzoS1955
3 Aprile 2021 9:25

La diversita’ va bene, nel mondo, si, ma non stipata tutta in un unico territorio. Se nei millenni si sono formati paesi diversi in base alla maggioranza etnica della popolazione di quei territori, un motivo c’e’. Hai voglia di girarci intorno o chiamarlo “razzismo”, l’uniformita’ della maggioranza di un popolo sul suo territorio e’ nel DNA umano, come anche in quello animale. Tutti gli animali, con rarissime eccezioni, sono territoriali. E i motivi sono anche i nostri. Ci si po’ arricchire culturalmente studiando le culture e le tradizioni degli altri popoli, mica e’ necessario per questo averli tutti insieme nel proprio paese/continente?

Quasar
Quasar
3 Aprile 2021 2:42

persone che davvero non vogliono vedere il loro amato paese trasformarsi in…

in una vera merda diciamolo pure

vedere come viene ridotta l’italia ogni giorno specie se ne conservi la memoria storica di quello che era un tempo questo paese fa male

bravo Vladimir continua cosi’ e arrendersi mai

Mauro C.
Mauro C.
Risposta al commento di  Quasar
3 Aprile 2021 8:20

caro Quasar purtroppo abbiamo ampiamente superato la linea di non ritorno. Siamo di già nella merda fino al collo e oltre

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Mauro C.
3 Aprile 2021 9:34

Beh, se non erro, nel ‘200 Federico II risolse il problema in Sicilia molto drasticamente. Prese tutti i “saraceni” e li trasferi’ in Puglia, donde ne fece poi salpare la maggior parte verso le terre di origine..

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  Dino79
3 Aprile 2021 12:47

Veramente ne deporto’ 100 mila in Calabria, allora depopolata nell’ interno e sulla costa ancora abitata da coloni della Magna Grecia: e da allora le due etnie non si sono amalgamate che molto superficialmente, dando luogo, come in Sicilia ( li’ furono costretti a convertirsi e forse come dici tu anche in Puglia ) a stratificazioni segrete di comportamenti probabilmente da considerarsi l’ humus storico della ‘mafia’ di oggi. Segnalo l’ interessante rivista ‘Occhiali’ su questi ed altri riferimento a tanta parte della storia d’ Italia VERA. Ogni riferimento non pol/cor e’ ovviamente gradito !

mingo
mingo
Risposta al commento di  Mauro C.
3 Aprile 2021 17:12

Più che al merda siamo proprio finiti senza speranza e senza futuro certo.

Mario Poillucci
Mario Poillucci
Risposta al commento di  Quasar
3 Aprile 2021 12:59

Noi italioti, invece, quanto alla trasformazione del paese in una vera merda, mission accomplished!!!!!!!

PietroGE
PietroGE
3 Aprile 2021 2:50

Putin ha ragione ma fino ad un certo punto. Ha senso mettere i bambini immigrati in una scuola di autoctoni solo se i primi sono ‘integrabili’ nella società dove li si vuole integrare e solo se sono in grado di seguire le lezioni, cioè hanno una adeguata conoscenza della lingua e un IQ simile agli autoctoni. Altrimenti si da ragione ai genitori che tolgono i loro figli dalle scuole dove sono presenti i bambini immigrati perché viene compromessa anche la loro formazione culturale. Sono sostanzialmente d’accordo con il fatto che in occidente la scuola esiste “ principalmente per epurare quel che resta della memoria storica nazionale e, alla fine, dissolvere il senso di appartenenza alla razza bianca, il Cristianesimo e il concetto di nazionalità in quanto tale.”Inutile fare esempi, sono sotto gli occhi di tutti sia negli USA che in Europa. ‘Integrabili’ vuol dire che provengono da un ambiente culturale che accetta i fondamenti della società nella quale si trovano a vivere. Questo non è il caso, ad esempio, per i musulmani (probabilmente l’articolo si riferisce proprio a loro) e qui, sia per la Russia che per buona parte dei Paesi europei, non si tratta neanche di gente immigrata, ma… Leggi tutto »

Carlo Pia
Carlo Pia
Risposta al commento di  PietroGE
3 Aprile 2021 3:24

a “un IQ simile agli autoctoni” ho smesso di leggere… cosa mi tocca leggere ancora …

PietroGE
PietroGE
Risposta al commento di  Carlo Pia
3 Aprile 2021 4:38

https://www.theatlantic.com/national/archive/2012/10/the-painful-truth-about-affirmative-action/263122/
Qui viene spiegato il problema Affirmative Action negli USA e le differenze tra le performance degli allievi di differenti razze. Per informazione. Nessuna informazione è disponibile per le scuole europee perché non è possibile per legge fare una in razze.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  PietroGE
3 Aprile 2021 8:10

Non farti intortare dai discorsi dei comunisti. La verità è che uno studente dall’asilo all’università, ci costa mediamente ottomila euro l’anno. Dati questi soldi in buoni scuola alle famiglie, ognuno
li spende nella scuola che ritiene migliore e fine della storia. Tranne che il PD che ci perde il “bacino elettorale”, che ha ora.

Lupis Tana
Lupis Tana
Risposta al commento di  PietroGE
4 Aprile 2021 15:09

comunque la scuola americana è un pessimo esempio, da non seguire…

Haytham
Haytham
Risposta al commento di  Carlo Pia
3 Aprile 2021 4:44

Tralasciando il parametro QI, non è che il mondo si può adattare alla vostra ideologia (anzi, fede) ugualitarista: la realtà tale rimane.

Nightwhisperer
Nightwhisperer
Risposta al commento di  Carlo Pia
3 Aprile 2021 5:13

Il politicamente corretto non può occultare la verità. Se mi dici che il metodo per calcolare il QI può essere orientato in una direzione se ne può discutere, ma pretendere che gli uomini siano uguali in terra è una scempiaggine. Ovviamente chi è meno attrezzato non ha dignità proporzionale al suo QI, questo si che sarebbe razzismo.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Carlo Pia
3 Aprile 2021 9:32

La realta’ non piace, eh? Meglio ignorarla e darci tutti al politicamente corretto, no? Poi si vede cosa ne esce…

Lupis Tana
Lupis Tana
Risposta al commento di  Carlo Pia
4 Aprile 2021 15:07

Carlo Pia, ti sei dato un voto a te stesso… ma ti pare.

misc3
misc3
Risposta al commento di  PietroGE
3 Aprile 2021 10:24

Qual e’ l’IQ degli autoctoni degli Stati Uniti?

ws
ws
Risposta al commento di  PietroGE
3 Aprile 2021 16:38

La questione non si pone, in russia ( come era daltronde anche da noi PRIMA) la scuola spinge per l’ eccellenza mica frena i migliori studenti per “aspettare” i peggiori della classe.
Se nella scuola russa non ” reggi il passo” BOCCI prima e vai a fare un lavoro per “non istruito” DOPO. Il “diritto allo studio” significa solo diritto a RICEVERE una istruzione , se poi di questo diritto non ne trai profitto , caxxi tuoi.

Mario Poillucci
Mario Poillucci
3 Aprile 2021 2:56

Esattissimo! La Russia rifiuta di suicidarsi nel mentre l’orrida nefasta nefanda europeetta ha la testa nel cappio! Concludete, adunque, a quali necessari provvedimenti ed azioni è d’uopo pervenire nulla interposita mora!!! Certo iniziative rumorose poi necessiterà ripulire strade e covi pseudoistituzionali ma, subito dopo, la vita sarà migliore!!! Facciamo qualcosa oppure solo lotofagia e calciofilia nefanda e nefasta?????

Mario Poillucci
Mario Poillucci
Risposta al commento di  Mario Poillucci
3 Aprile 2021 2:58

Dimenticavo! Non avete gradito e quindi rimosso un commento di ieri!! Avete fatto male, molto male!!!

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Mario Poillucci
3 Aprile 2021 9:30

Invece del Grande Reset, una Grande Ramazzata.

Lupis Tana
Lupis Tana
Risposta al commento di  Mario Poillucci
4 Aprile 2021 15:04

Buona Pasqua e buona Pasquetta, come non darti ragione, domani mangia poche uova, ocio al colesterolo. ciao Mario grande Amico.

Mario Poillucci
Mario Poillucci
Risposta al commento di  Lupis Tana
4 Aprile 2021 17:04

Ciao stimatissimo Amico! Che piacere poter conversare con te!!!! Hai passato una buona giornata?? Tranquilla e serena??? Io sempre more solito!!! Badare a mia madre, ovviamente, poi campagna, cani, gatti ecc.ecc!!! Mangiare??? E chi mangia più!! Nulla ha più sapore e la cosa è francamente insopportabile!! Ma quello che più mi turba è che ho ancora tantissime cose da fare ma così poco tempo che mi resta!! Non riesco a sopportarlo!!! Stammi bene Grande Amico!!! Serene giornate a Te e famiglia!!!!!

oriundo2006
oriundo2006
3 Aprile 2021 3:08

Io lascerei stare il cristianesimo, che a questi livelli ‘scolastici’ e’ solo ideologia religiosa, e mi concentrerei sui programmi: quali sono quei programmi che meglio di altri possono stimolare lo sviluppo intellettuale dei ragazzi ? Nell ‘ articolo si citano sopratutto le materie scientifiche: e quelle umanistiche ? Sono inutili per la formazione ? Direi di no. Sono entrambe indispensabili ma da modularsi in relazione alle attitudini individuali. Dunque, proprio per queste, e’ utile o necessario o semplicemente attuabile uno screening degli alunni sulla base del Q.I., con classi differenziate e programmi appositi per favorire un ‘recupero’ dovuto a gap socio-culturali di appartenenza ? Sono tutte domande che in Italia non e’ possibile neppure porre per tema di esser tracciati di ‘razzismo’. Se e’ cosi’, me ne faccio un merito.
P.S.: se leggete i libri di testo dei ragazzi vi viene voglia di farne un falo’.

Platypus
Platypus
Risposta al commento di  oriundo2006
3 Aprile 2021 5:55

Studiare le materie scientifiche determina in larga misura ciò che gli studenti faranno nella vita.
Studiare (seriamente) le materie umanistiche determina molto di ciò che essi saranno nella vita.
Questa è la ragione per cui si è posta tanta enfasi nelle lauree e nei diplomi STEM, formare legioni di bravi ed acritici tecnici ultraspecializzati quanto, paradossalmente, intercambiabili.
Ad ogni modo, per evitare sgradevoli sorprese, sono stati inseriti nei programmi dei percorsi umanistici dosi letali di sedativo Polcor neutralizzando ogni possibile divergenza dai binari del pensiero unico.
Altro che determinazione del QI! Gli unici screening che faranno, oltre a quelli relativi al livello di credulità alla narrazione covidiota, saranno quelli di conformità ai dictat del pensiero unico; i dissidenti verranno inviati a frequentare corsi di omologazione ideologica o deportati in appositi lager.

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  Platypus
3 Aprile 2021 6:01

ottimo commento. Aggiungo che le dosi di polcor iniettate nei percorsi umanistici hanno avuto un effetto devastante, oggi il conformismo più tetragono si ritrova proprio in chi ha una formazione umanistica…quantomeno nella mia esperienza

Pierrot Lenolese
Pierrot Lenolese
Risposta al commento di  Guido Bulgarelli
4 Aprile 2021 6:23

Nella mia di esperienza dosi massicce di Pol.Cor. sono state ben cosparse anche nella formazione scientifica. Sentivo la puzza a distanza prima ancora di varcare il cancello… della Sapienza. E questo quasi un paio di decenni fa. La conferma è arrivata dalla crescente idiozia dei miei “vecchi” amici. Intellettualmente irriconoscibili , credo presto lo saranno anche fisicamente. Somiglieranno sempre di più a quelle facce di ghiaccio inespressive e impassibili di molti conduttori di trasmissioni radiotelevisive.

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  Pierrot Lenolese
4 Aprile 2021 9:18

Certo, parlavo della mia esperienza personale, senza alcun valore statistico. Forse tristemente sarebbe meglio dire che ormai il conformismo è una coperta pesante tirata su tutto e tutti, qualunque formazione abbiano ricevuto..

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Platypus
3 Aprile 2021 8:25

Ottimo commento anche per me.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  oriundo2006
3 Aprile 2021 9:28

Perche’ invece di insegnare conoscenza ai ragazzi, oggi si fa propaganda e lavaggio del cervello. Anzi, piu’ sono lasciati nell’ignoranza, meglio e’ per i poteri…

LuxIgnis
LuxIgnis
3 Aprile 2021 4:15

Bah ovvietà che non prendono in considerazione i vari contesti.
E’ anche giusto, se deve esserci un integrazione, ma anche semplicemente per la conoscenza dell’altro, del diverso, che le classi devono essere miste con nessuna eccessiva preponderanza di un etnia od un altra. Altrimenti si formano i ghetti.
Ma ci sono zone in occidente ormai dove i bambini sono quasi totalmente figli di immigrati, come fai a realizzare classi miste? Importi bambini autoctoni?
Per quanto riguarda il QI, a parte che è aberrante il concetto e stupido, ma il QI è una str…ta megalitica. Non è indice di nulla, e non serve a nulla. Serve solo a farsi fichi.
“Le persone che si vantano del loro quoziente intellettivo sono dei perdenti.” Stephen Hawking

Ma oltre tutto questo; qualcuno chiede mai ai bambini e ragazzi cosa ne pensano?

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  LuxIgnis
3 Aprile 2021 6:50

Non mi pare siano rilevanti (specie qui da noi).

giovanni
giovanni
3 Aprile 2021 7:15

Non credo che il problema maggiore siano le scuole per soli immigrati ma bensì le scuole dove non si riesca a dare ad ognuno, immigrato o no, tutto “ciò che può avere”. Purtroppo oggi la scuola applica il criterio di livellamento al basso ed il basso sono in molti casi immigrati senza alcuna intenzione di assimilare alcun ché del “nuovo mondo” in cui sono approdati.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  giovanni
3 Aprile 2021 9:18

La cosa migliore in assoluto sarebbe che ognuno rimanga al paese suo, nell’ambito della propria cultura, mentalita’, religione, storia. Sono sicuro che non solo ci sarebbe meno razzizmo, ma anche piu’ amicizia e collaborazione tra popoli. Ma e’ proprio per questo che i poteri globalisti ci hanno inondati di stranieri incompatibili e inintegrabili: divide et impera. Inoltre, odiano profondamente la nostra millenaria cultura, che e’ anche, in parte, cultura di liberta’, giustizia e ribellione.

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Dino79
3 Aprile 2021 17:26

Attento. È discutibile, ma questi si muovono anche nel rispetto di quella millenaria cultura.
È difficile dimostrare il contrario.

Lupis Tana
Lupis Tana
Risposta al commento di  Dino79
4 Aprile 2021 15:01

hai ragione, razza significa vivere nel proprio territorio, senza una connotazione razzista. significa avere e usi e ciostumi lingua modo di vivere uniforme nel territorio. gli Emiliani sono diversi dai Bergamaschi, e dai Siciliani, ognuno ha le sue peculiarità, basta rispettarle. altro che razzismo. siamo noi discriminati oramai. spiace dirlo… con la complicità delle femministe ormai aduse a tutto… loro sì razziste. un saluto.

lady Dodi
lady Dodi
3 Aprile 2021 8:28

Putin e la scuola in Russia è un altro mondo rispetto a noi. Ho conosciuto gente di là che ha studiato là. Un abisso.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  lady Dodi
3 Aprile 2021 11:04

Studenti ultimi della classe in Russia ,trasferiti altrove son stati dichiarati geni.

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  lady Dodi
3 Aprile 2021 9:14

Loro conosccono i nostri poeti, Dante, Petrarca, Foscolo, Leopardi. Noi, nella stragrande maggioranza, non sappiamo neanche chi e’ Pushkin…

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Dino79
3 Aprile 2021 11:33

No, non parlo per me, visto che ho anche una laurea in letteratura russa. Ecco perche’ bisogna andarci piano col partire in quarta con le accuse. Conta fino a 10 e sii cortese. Inoltre, quelli che non conoscono Pushkin (e molti altri) purtroppo non sono una minoranza.

andre dosio
andre dosio
Risposta al commento di  Dino79
3 Aprile 2021 22:25

Capital of Nowhere, ha scelto un nick giusto.

Cincinnato
Cincinnato
3 Aprile 2021 6:50

Le cose che afferma Putin non sono solo di buon senso ma anche suffragate dai pedagogisti. Alcuni commenti di approvazione sono semplicemente viziati da un di più di razzismo. Una classe multietnica può essere un arricchimento per tutti i componenti, insegnanti compresi, così come lo è una classe con la presenza di bambini con handicap. La diversità è comunque, se affrontata con intelligenza, un arricchimento. La vita è diversità e quindi ricchezza, l’omologazione è povertà. Questo vale in tutte le espressioni nella biosfera.

PietroGE
PietroGE
3 Aprile 2021 7:10

Ho messo apposta un riferimento al IQ proprio per vedere quanti commentatori aderivano alla massima : non può esistere ciò che non deve esistere secondo l’ideologia. L’ideologia è ovviamente quella del : siamo tutti eguali e quindi basta mettere la gente nella stessa scuola per integrare tutti. Al fondo, detta un po’ volgarmente, l’ideologia considera l’africano come un europeo abbronzato, il cinese come un europeo con gli occhi a mandorla e il musulmano un cristiano che non mangia cotolette di maiale ecc. ecc.. Eppure l’evidenza messa nell’articolo ( riferita alla Francia ma avrebbe potuto essere riferita ad altri Paesi europei, o agli USA) del fallimento dell’integrazione è abbastanza chiara e chi ha vissuto in quelle zone o li vicino conosce la realtà per esperienza personale. Per quanto riguarda l’IQ, da quello che ne so io, la correlazione con la performance è accettata da tutti. Un esempio da una università iraniana (tanto per non fare gli eurocentrici) : http://jhpm.ir/browse.php?a_code=A-10-1061-2&sid=1&slc_lang=en Conclusions: IQ was correlated either directly or indirectly with problem solving and educational performance. Therefore, a student with a high IQ and problem-solving skills, is expected to have good results in his educational performance. [Conclusioni : IQ è correlato direttamente o indirettamente… Leggi tutto »

uparishutrachoal
uparishutrachoal
3 Aprile 2021 11:41

La scuola nazionale non ha futuro in un mondo globalizzato..ma è l’unica per ora funzionante contro l’omologazione idiotizzante con alto quoziente intellettivo in materie tecnologiche..e sofistiche.. Quando l’élite prevaricatrice sarà sconfitta..e non saranno necessari schiavi al suo mantenimento e gloria..si potrà tornare alla scuola separata non per censo o per QI..ma per attitutini..cioè..per quelle che si chiamano caste.…senza significato dispregiativo.. Dopo la scuola primaria uguale per tutti..si vedranno le inclinazioni degli studenti..prescindendo da razza..nazionalità o etnia..che in futuro saranno livellate.. Naturalmente si ricreeranno nell’inclinazione a certi interessi..ma non sarà un problema..perché fondamentale sarà la casta..che è l’adesione alla propria natura profonda.. Gli amanti delle materie scientifiche saranno i futuri scienziati..mentre chi è incline alla contemplazione verrà orientato alla meditazione..e i violenti al servizio militare..e così via.. Si creeranno delle corporazioni..ognuna fiera del proprio lavoro..e il denaro sarà come il sangue per il corpo..nel senso che andrà dove è necessario..senza più importanza esistenziale..ma solo funzionale.. La verà identità non sarà nazionale..o razziale..ma corporativa..e tutti avranno ruolo..e importanza..come parti di un tutto indivisibile..che anche il dito migliolo del piede se viene pestato fa male..e va salvaguardato e rispettato.. Togliere le identità artefatte della cultura è solo il primo passo per arrivare a… Leggi tutto »

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  uparishutrachoal
3 Aprile 2021 12:25

Sogni. Non credo tu abbia figli altrimenti sapresti che già in prima media ti fanno una testa così per farti “scegliere” cosa farai dopo le medie.
Io sono contraria, tempo al tempo per scoprire inclinazioni, talenti e quant’altro. A 11 anni si ha e si deve avere tutta la vita davanti.
Credo d’averlo già detto, il più grande navigatore in solitaria del globo , il nostro Soldini, è cresciuto a Milano, da famiglia milanese in cui nessuno non solo non sapeva nuotare, ma non aveva mai visto neanche il mare. Le belle sorprese della vita.
Facile per Meisner ( se di scrive così), fare lo scalatore!

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  lady Dodi
3 Aprile 2021 12:32

Le tue inclinazioni non la scegli..sono loro che scelgono te..
I futuri selezionatori avranno la capacità di osservati per ciò che sei e non per quello che credi di essere..altrimenti non ci sarebbe differenza con la scuola attuale..classista e degenerata..(perché ti obbligano a scegliere quello che vogliono loro)
Ovviamente parlo di sogni..che di incubi già ne siamo pieni..ed è bene cambiare un po’ lo scenario..per rettificare un pochettino..che altrimenti ci poniamo anche mentalmente in distopia..oltre che realmente..

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  uparishutrachoal
3 Aprile 2021 12:54

Si, le inclinazioni scelgono te e non tu loro. Quando capita peraltro, secondo il loro tempo.
Ti voglio regalare una perla UPA, aspetta che vado a prenderla.
Ecco qua.
Quella che sul piano soggettivo è la felicità,
sul piano oggettivo coincide con la realizzazione della propria essenza. SOCRATE.
(Per tutti gli studenti da Socrate.)

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  uparishutrachoal
3 Aprile 2021 16:53

ed i futuri selezionatori in base a quale parametro sono stati scelti per ricoprire tale ruolo?

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Quasar
3 Aprile 2021 17:22

La saggezza.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Quasar
3 Aprile 2021 18:14

In base a indubitabili meriti sul campo..
Ovviamente si parte dell’idea che l’élite cattiva si stata neutralizzata e che gli incoffessabili interessi non agiscano più..
Altrimenti si creerebbe una nuova Rivoluzione Francese..che avverrà..ma in un futuro lontanissimo..perché tutte le cose col tempo degenerano e ciò che era buono diventa cattivo..

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  uparishutrachoal
3 Aprile 2021 22:05

Io la mia storia l’ho già raccontata. Ho scoperto la mia vera inclinazione a 24 anni, quando era già tardi per darle un taglio accademico. Oggi probabilmente non ho la totalità della mentalità per il ruolo, ma di contro arrivo a scoprire bug e problemi d’impostazione anche su tecnologie che non conosco nello specifico. Sono un mistero anche per me stesso.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Simsim
4 Aprile 2021 9:35

Non so quale sia la tua inclinazione..ma se la scuola ti avesse posto davanti la materia che ti interessa..l’avresti scoperta prima dei 24 anni..
E se non eri maturo..un vero insegnante avrebbe visto le tue possibilità al momento inespresse..e ti avrebbe indirizzato..

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  uparishutrachoal
4 Aprile 2021 12:24

Si, il problema è che l’informatica a scuola è uno scherzo. Ho avuto una sola occasione, alle elementari, per scoprire che con la logica e le variabili andavo fortissimo, ma fu più un gioco di una supplente che altro purtroppo. L’ho capito da solo molti anni dopo, quando fui messo davanti ad un pezzo di codice che dovevo dare per scontato perché non parte dell’insegnamento, e cominciando da quell’esempio che era in un capitolo centrale di un manuale acquistato per conto mio, ripresi a ritroso tutta la conoscenza necessaria per arrivare a formulare quell’esempio. Completamente da solo.
Oggi, oltre a programmare, progetto architetture di sistema all’occorrenza. Studi informatici: zero.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Simsim
4 Aprile 2021 13:08

Sono reminiscienze psichiche coltivate in altri corpi luoghi e tempi..che si sono innestate nella mente trovandola compatibile.. Quando muoriamo tutto il nostro psichismo si disperde a pezzi..e poi qualche componente si lega a un organismo in formazione se trova l’ambiente psichico giusto per non disperdersi.. Non sono ipotesi cosiddette scientifiche..ma spiegano perché bambini cosiddetti indemoniati parlino lingue morte o sconosciute..o nei sogni vediamo con precisione luoghi che non abbiamo mai visto..con architetture sconosciute.. Io a 5 anni mi fermavo lungamente davanti a una scultura di Asclepio dentro una farmacia che mostrava la verga con il serpente attorcigliato..o la prima volta che sentii il termine metempsicosi collegato a Pitagora..mi sembrava qualcosa di familiare.. In seguito cambiai pure corso di studi per raggiungere filosofia all’Università..e mi giocai la mente in una falsa conoscenza.. Solo a trent’anni arrivai tramite Osho a conoscere la metafisica orientale..e mi sentii a casa..perché avevo trovato quello che avevo sempre cercato.. Adesso sfrutto le correnti energetiche..che venivano rappresentate dal serpente di Asclepio per curarmi e compredere me stesso in profondità..cosa che avrei fatto a 5 anni..se qualcuno mi avesse spiegato il significato di quella statua vista in farmacia e perché mi attirava tanto..ma ho dovuto aspettare un bel… Leggi tutto »

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  uparishutrachoal
3 Aprile 2021 17:17

Arduo presentare il rispetto delle caste (qualche volta, qui, ci provo) come soluzione, ovvia, indolore e naturale a molti dei problemi apparentemente insolubili, i pregiudizi hanno fatto il loro effetto e un meccanismo affine a quello che è alla base del gender ha agito in profondità, e probabilmente ha prodotto anche qualche cosa di radicato e positivo che non si può ignorare.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Primadellesabbie
3 Aprile 2021 18:20

Confesso che la parola incriminata la uso con una punta di provocazione..ma tornare al vero senso delle parole prima o poi si dovrà fare..anche per smettere di inseguire il politicamente corretto..da qualsiasi parte provenga..
Abbiamo poi la fortuna di non rischiare la carriera perché l’abbiamo abbandonata da molto tempo..(hahaha)

andre dosio
andre dosio
3 Aprile 2021 22:30

Se parliamo solo dell´Italia, molto prima del problema delle classi miste c´e´ il problema del livello dei docenti, eccetto alcune nicchie d´eccellenza, quindi a maggior ragione dobbiamo trovare il tempo di formare i nostri insegnanti e di conseguenza la preoccupazione per l´integrazione degli stranieri deve passare in terzo piano.