La Gran Bretagna è gestita dai ricchi per i ricchi, mentre la più grande industria in crescita è la povertà

Di Mark Blacklock, globaltimes.cn

Tre rapporti di enti benefici hanno rivelato che la Gran Bretagna è sulla cresta dell’onda di uno tsunami di difficoltà estreme, che non si vedeva da molte generazioni e non sembra esserci alcun piano per aiutare coloro che potrebbero esserne sommersi.

I politici britannici amano affermare che l’economia del Regno Unito, con i suoi 2,2 trilioni di sterline (2,68 trilioni di dollari), è la sesta più grande del mondo e che ciò è la prova della sua solida salute. Forse lo è, per alcuni. Per altri, non significa nulla. In uno dei Paesi più ricchi del pianeta, con 171 miliardari a suo attivo, gestiti in gran parte da politici milionari, il bottino di questa sostanziosa economia viene distribuito in modo sempre più diseguale. Siamo diventati una terra divisa tra chi ha e chi non ha e la situazione è destinata a peggiorare. Le difficoltà estreme erano rare, ma ora sono comuni.

Le forti differenze sono evidenziate graficamente dagli stili di vita contrastanti ai due estremi. Il Regno Unito non è solo la patria di un numero sorprendente di mega-ricchi, ma anche la culla di un fenomeno pietoso che dovrebbe far vergognare qualsiasi nazione sviluppata: la povertà infantile. Oggi, in Gran Bretagna, più di un milione di bambini non è messo in grado di godere di un sonno ristoratore la notte, mentre centinaia di migliaia dormono per terra.

Mentre l’economia va avanti alla bell’e meglio, Sunak e il Cancelliere dello Scacchiere Jeremy Hunt sono convinti che la crescita sia il modo migliore per rilanciare l’economia oltre che il modo migliore per aiutare i poveri, facendo sì che il loro denaro “vada più lontano”. E coloro che non hanno soldi o quasi? I poveri non possono permettersi di aspettare.

L’anniversario dell’ingresso di Sunak a Downing Street, questo mese, è stato segnato da una nuova misura che consente ai banchieri di guadagnare bonus illimitati. Questi sono stati limitati nel 2008 per scoraggiare le operazioni finanziarie rischiose che hanno causato la crisi finanziaria. Ora il limite è stato abolito e i banchieri possono permettersi miliardi. Si tratta di una misura deliberatamente calcolata per aiutare i ricchi e di uno schiaffo ai più poveri della Gran Bretagna, la cui situazione in peggioramento è stata appena messa in luce da tre rapporti schiaccianti di diverse associazioni di beneficenza, che dimostrano che la deprivazione è dilagante e che il governo non ha alcun piano per affrontarla.

L’indigenza è il parametro più basso disponibile per misurare quanto le persone stiano scendendo al di sotto del normale tenore di vita. L’autorevole Joseph Rowntree Foundation ha riferito che 3,8 milioni di persone – di cui un milione di bambini – sono indigenti, nel più grave stato di povertà, incapaci di permettersi di stare al caldo, all’asciutto, puliti e nutriti. Anche le famiglie che lavorano o che ricevono sussidi dipendono dalle banche alimentari per sopravvivere. Lo studio ha dato la colpa alla diminuzione degli aiuti statali e all’impennata dell’inflazione energetica e alimentare. L’anno scorso, un altro rapporto ha rilevato che 14,4 milioni di persone vivevano in condizioni di povertà – le persone in stato di indigenza sono i più poveri tra i poveri e il loro numero è più che raddoppiato negli ultimi cinque anni.

La Gran Bretagna è gestita dai ricchi per i ricchi, mentre la più grande industria in crescita è la povertà

Un rapporto dell’associazione Buttle, che aiuta i bambini bisognosi, ha raccontato di come i ragazzi senza scarpe ricorrano al furto di cibo per sopravvivere e soffrano di disturbi mentali causati dal fatto di vivere in case buie e fredde, perché i genitori non possono permettersi di accendere il riscaldamento. Una causa comune è stata la perdita del sostegno da parte delle amministrazioni locali dovuto ai tagli e della mancanza di una strategia governativa per la povertà infantile.

Barnardo’s, una delle organizzazioni per l’infanzia più longeve del Regno Unito, ha riferito che più di un milione di bambini – circa un bambino su nove – sono oggi affetti da “bed poverty” (povertà di letti): 700.000 devono condividere il letto con i fratelli o i genitori e 440.000 dormono per terra perché il reddito familiare è inghiottito dall’aumento dei prezzi del carburante, degli alloggi e del cibo. Per questi bambini, il letto è un lusso.

La disuguaglianza, tragicamente, è una caratteristica della vita in tutto il mondo. Ciò che la rende eccezionale nel Regno Unito è che sembra essere stata creata deliberatamente per incanalare il benessere comune della nazione nelle mani di coloro che hanno già più che abbastanza. In un sadico rovesciamento di un noto proverbio, stanno derubando i poveri per dare ai ricchi.

Di Mark Blacklock, globaltimes.cn

02/11/2023

Mark Blacklock, giornalista e docente. Vive in Gran Bretagna.

Fonte: https://www.globaltimes.cn/page/202311/1301079.shtml

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
20 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
20
0
È il momento di condividere le tue opinionix