La Difesa Antivirale per Opera dello Zinco

Per Comedonchisciotte.org

Del Dottor Sergio Resta

La forza degli oligoelementi nel corso della virosi Sars-Cov2. Da umili sostanze la chiave per un’attiva schermatura antivirale.

In una nazione che si rispetti la voce “prevenzione” assurge a inemendabile ruolo di protezione attiva della popolazione di fronte alle comuni malattie da agenti patogeni e secondarie e degenerazioni croniche su base infiammatoria e/o neoplastica.
Sembra che ad oggi tutto il bagaglio offerto dalla moderna medicina complementare sia stato completamente ignorato nella gestione della virosi Sars-Cov2, quasi a sottolineare l’assenza voluta di interventi che non fossero a base di farmaci allopatici, spesso molto costosi e di non facile approvvigionamento.
Tutti i lavori scientifici, tutte le evidenze cliniche accumulate a favore di principi attivi di varia origine rivelatisi efficaci nel corso della gestione sanitaria di centinaia di migliaia di pazienti in tutto il mondo, sono stati oscurati oppure presuntuosamente snobbati da interessi lobbystici orientati alla gestione della manifestazione sindromica Covid-19 solo su base esclusivamente allopatica.
Tra i tantissimi “rimedi” implmentabili a scopo preventivo Sars-Cov2 c’è lo Zinco
Molti lavori hanno descritto il potere immunomodulante dei sali di zinco.

Dottor Sergio Resta, 12/09/2020

Pubblicato per Comedonchisciotte.org da Andrea Leone