La Difesa Antivirale per Opera dello Zinco

Per Comedonchisciotte.org

Del Dottor Sergio Resta

La forza degli oligoelementi nel corso della virosi Sars-Cov2. Da umili sostanze la chiave per un’attiva schermatura antivirale.

In una nazione che si rispetti la voce “prevenzione” assurge a inemendabile ruolo di protezione attiva della popolazione di fronte alle comuni malattie da agenti patogeni e secondarie e degenerazioni croniche su base infiammatoria e/o neoplastica.
Sembra che ad oggi tutto il bagaglio offerto dalla moderna medicina complementare sia stato completamente ignorato nella gestione della virosi Sars-Cov2, quasi a sottolineare l’assenza voluta di interventi che non fossero a base di farmaci allopatici, spesso molto costosi e di non facile approvvigionamento.
Tutti i lavori scientifici, tutte le evidenze cliniche accumulate a favore di principi attivi di varia origine rivelatisi efficaci nel corso della gestione sanitaria di centinaia di migliaia di pazienti in tutto il mondo, sono stati oscurati oppure presuntuosamente snobbati da interessi lobbystici orientati alla gestione della manifestazione sindromica Covid-19 solo su base esclusivamente allopatica.
Tra i tantissimi “rimedi” implmentabili a scopo preventivo Sars-Cov2 c’è lo Zinco
Molti lavori hanno descritto il potere immunomodulante dei sali di zinco.

Dottor Sergio Resta, 12/09/2020

Pubblicato per Comedonchisciotte.org da Andrea Leone

0 0 voti
Valuta l'articolo
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Massimo Luebete
Massimo Luebete
15 Settembre 2020 , 7:13 7:13

Passiamo l’infanzia a sentirci dire di mangiare frutta e verdura almeno cinque volte al giorno.
Poi al momento opportuno ci viene detto che le sostanze dentro frutta e verdura non servono a niente.
E’ facile capire che un corpo sano ha i propri sistemi di difesa che prevengono le malattie, non sono infallibili ma creano ostacoli importanti.
Se con la stessa solerzia con cui si insegna ai bambini a mettere la mascherina, insegnassimo l’importanza di mangiare bene, a mio parere sarebbe meglio, molto meglio.
Peccato che a scuola poi ti obblighino a portare la merendina confezionata ed è bandita la frutta perchè potrebbe contagiare.

In ogni caso ho provato personalmente. Non è uno studio peer review quindi non è generalizzabile.
Appena ho sintomi da raffreddore prendo mattina e sera 1g di vitamina C (quindi 2 g al giorno). Devo dire che, la durata del raffreddore non viene accorciata significativamente, ma i sintomi si, e molto. Continuerò a fare così per vedere se sono stati solo casi fortuiti.