Il Pakistan schiera l’esercito contro l’ex premier

Islamabad schiera le truppe mentre Imran Khan guida una carovana di protesta nella capitale

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Il governo pakistano ha autorizzato il dispiegamento dell’esercito per proteggere il suo quartier generale a Islamabad nelle prime ore di questa mattina giovedì 26 maggio, mentre migliaia di manifestanti fedeli all’ex premier Imran Khan scendevano in strada e si mettevano in marcia verso la capitale per supportare la richiesta di Khan di indire elezioni anticipate.

Il ministro degli Interni Rana Sanaullah ha twittato che l’esercito sarà schierato per proteggere “importanti edifici governativi” ai sensi dell’articolo 245 della Costituzione pakistana.

La maggior parte di questi edifici si trovano nelle vicinanze della piazza comunemente nota come D-Chowk, obiettivo di Khan e dei suoi seguaci. Ieri infatti, mentre si trovava ancora a 50 chilometri da Islamabad, l’ex premier ha invitato i suoi sostenitori a radunarsi a D-Chowk e a non lasciare la piazza fino a quando il “governo illegittimo” non avrà indetto nuove elezioni.

I video postati sui social media dal partito PTI (Pakistan Movement for Justice) di Khan lo hanno mostrato alla testa di una carovana di auto, mentre entrava a Islamabad tra gli applausi della folla.

Secondo il quotidiano Dawn, Khan sembrava fiducioso che la polizia si sarebbe unita alla sua causa, affermando che gli agenti avrebbero capito che la sua carovana riguarda “la jihad e non la politica”. Nonostante ciò però molti riferiscono di scontri tra la polizia e i manifestanti, con utilizzo di manganelli e gas lacrimogeni.

L’ex premier ha invitato “tutti i pakistani” a scendere in piazza, affermando che la loro presenza “invierà un messaggio in tutto il Pakistan: la nazione ha rifiutato questo governo illegittimo”.

L’ex stella del cricket trasformata in politico, come vi abbiamo riportato nei mesi precedenti, è stata estromessa da un voto di sfiducia all’inizio di aprile e sostituita da Shehbaz Sharif della Lega Musulmana del Pakistan. Prima del voto di sfiducia, Khan ha affermato con forza che gli Stati Uniti stavano lavorando nell’ombra per estrometterlo.


Massimo A. Cascone, 26.05.2022

Fonte:

https://www.dawn.com/news/1691441/azadi-march-as-imrans-caravan-enters-islamabad-govt-authorises-deployment-of-army-in-red-zone

https://thepressunited.com/updates/pakistan-deploys-army-against-ex-pm/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix