Home / Attualità / Fighe de oro

Fighe de oro

FONTE:ROSSLAND (BLOG)

La Presidente della Camera Boldrini sullo stupro di Rimini:

“La mia condanna è ovviamente incondizionata. Ci sono delle indagini in corso ma a prescindere da chi sarà ritenuto colpevole spero che la giustizia comminerà pene adeguate alla gravità del reato. Ogni giorno purtroppo abbiamo notizie di violenze, non faccio dichiarazioni di condanna su ogni singolo episodio. Non è il mio lavoro, di professione non commento gli accadimenti del giorno. Faccio una battaglia contro tutte le violenze, in special modo quelle sulle donne. Qualcuno può dubitare del mio impegno in questo ambito? Se lo fa è sicuramente in malafede e con intento strumentale”. Repubblica del 29 agosto 2017

Oggi, alla minaccia di Asia Argento di andarsene dall’Italia per gli sgraditi commenti ricevuti alla notizia della sua denuncia per stupro a Weinstein, Boldrini interviene invitandola a restare perché “siamo con te”.
Dimostrando quindi che quanto dichiarato per lo stupro di Rimini, cioè che non commenta gli accadimenti del giorno, valeva solo per la donna stuprata a Rimini.
Quando lo stupro lo subisce invece la star, tra l’altro ben capace di tirare su da sola un vero polverone da Oscar sul suo caso, arrivano quelle pubbliche dichiarazioni di sostegno alla vittima che evidentemente alla polacca stuprata in spiaggia non meritava fare.

Il reato di stupro è sempre un reato grave e odioso, oppure lo è in misura diversa se a subirlo è la star di Hollywood, che pur lo denuncia a distanza di 20 anni, quando ormai dobbiamo fidarci sulla parola pur se è in contrasto con certe sue foto con “l’orco” a veder le quali non risulta particolarmente sofferente?
Qui pare stiamo arrivando agli stupri di serie A e a quelli di serie B.
Nulla di nuovo, sia chiaro.

Il sostegno istituzionale alla stuprata di 20 anni fa va bene, mentre la turista polacca stuprata ieri è sufficiente liquidarla con quell’ “affidarsi al corso della giustizia che comminerà pene adeguate”?

E che diavolo!
Ma che razza di solidarietà vuoi tirarmi fuori, se come donna delle Istituzioni non sai prendere campo sempre, ma soprattutto quando a essere stuprata è proprio una donna comune, una senza santi in paradiso e/o amici potenti a sostenerla, e che si ritrova stuprata, in paese straniero, da 4 merde (nere e straniere), ubriache, che la massacrano al punto da mandarla all’ospedale per giorni?

Ma dove eravate voi, Boldrini e Argento, #quellavoltache ci sarebbe stato da dire qualcosa sullo stupro della ragazzina violentata a Trieste, per quella minorenne stuprata a Massarosa, per quello della donna di 80 anni stuprata a Bari o per le tante altre sconosciute stuprate, molestate, picchiate di cui abbiano ormai quotidiana notizia?
Quelle sono solo notizie di cronaca mentre qui abbiamo il caso di stupro hollywoodiano in mondovisione?

La solidarietà, per chiederla, bisogna saperla distribuire a piene mani e orizzontalmente. Asia per le Istituzioni dovrebbe valere quanto qualunque altra donna e forse un po’ meno, visto che ha più armi per difendersi da sola mentre una donna comune non ha che le istituzioni.
Se ci sono.

Un Presidente della Camera che si scomoda per la star, ma si ripara dietro frasi generiche quando a subire lo stupro è una donna comune, da la strana impressione che qui si tratti più di una solidarietà fra loro, una roba fra fighe de oro (come se dise a Venessia), più che altro.

Nulla che ci riguardi davvero, forse…

 

Fonte: http://rossland.blogspot.it

Link: http://rossland.blogspot.it/2017/10/fighe-de-oro.html

20.10.2017

Pubblicato da Davide

  • il gobbo

    L’ambiguo comportamento della boldrini non lo scopriamo adesso. Pazienza l’anno
    prossimo ce la togliamo di torno, nessuno ne sentirà la mancanza.

    • MarioG

      Il comportamento della Boldrini non è ambiguo… è di una coerenza (nel senso di prevedibilità, non certo di inattacabilità logica) ferrea!

  • E’ chiaro che la Boldrini è opportunista, come lo sono state le persone che hanno espresso alle ragazze statunitensi che sarebbero state violentate, dai carabinieri, a Firenze. Di certo non ha solidarizzato né la Boldrini né Argento per i vecchietti bastonati: ricordo un anziano picchiato di brutto a Sant’Angelo Lodigiano, e lo ricordo perché, seppure sardo, mia nonna è nata lì. Quindi quando sento nominare la località mi si accende il ricordo. Poi ci sono vicende che si svolte non venti ma anche 50 anni fa,e in taluni casi vengono fuori: come quelli di pedofilia, che ogni tanto qualcuno, meglio se attore o regista o intellettuale, ricorda davanti alle telecamere. Ciò non vuol dire che il fatto non sia avvenuto, ma nessuno mi può dire che mi suona strano, come nel caso di figli di attori o personaggi famosi che ricordano i genitori come dei delinquenti, alcolizzati o chissà cosa. Sarà anche vero, ma si può anche finire con reati che cadono in prescrizione.

  • Antonio XV

    Non sono questi i miei temi, e non avvio la discussione se non per enunciare un concetto generale che credo valga per tutti gli ambiti: quando un diritto costituzionale (libertà di pensiero, diritto alla incolumità personale…) non è difeso, e con la massima determinazione, proprio a incominciare dai casi marginali (la stuprata di Rimini anziché la star), anzi ancor più per la riminese (parte debolissima) che non per la star (soggetto forte), allora quel diritto è perso per TUTTI… Ossia, in altri termini, significa che la protezione e la difesa non è data dalla Costituzione, dalla semplice esistenza di una Carta dei Diritti, ma da una propria forza, sia essa la forza fisica, intellettuale, il denaro, il clan… Io vedo molta ipocrisia… Ricordo in particolare la viltà e la meschinità degli Accademici storici di professione a proposito della introduzione del reato di “negazionismo” (che è comunque entrato nel nostro ordinamento, quando non se ne doveva sentire neppure la puzza). Come ragionavano? Quel tizio che sostiene queste cose è in ogni caso un essere abietto, che non merita le protezioni dell’art. 3 della costituzione, ed a lui ci pensiamo Noi, ma per favore non introducete questo reato perché ci può comportare qualche problema tecnico nel nostro mestiere… Non intendevo forzare le due situazioni, ma io vedo una analogia nella rinuncia alla difesa del diritto nel caso marginale (la stuprata, e il libero pensatore eterodosso). E si potrebbe continuare a trovare una analogia in tanti altri casi di cittadino “debole” (malato, incarcerato, incapace di difendersi, lavoratore, e così via).

  • Nat

    “Faccio una battaglia contro tutte le violenze, in special modo quelle sulle donne.”
    L’ennesimo esempio di imparzialità. Poveri figli di Dio minore.

  • stefano passa

    vabbe la boldrina, di una faziosità unica, l’ipocrisia fatta donna

  • Antonio XV

    La Boldrini? È certo che trattandosi di Lei qui siamo sotto il controllo della polizia postale… Quella donna mi deprime tutte le volte che la vedo e la sento parlare… Teoricamente, dovrebbe rappresentarmi, ma io proprio non riesco in nessun modo a sentirmi da lei rappresentata… Questo apre un altro problema: l’istituto della Rappresentanza Politica per la quale in nome mio una persona si trova ad essere innalzato infinitamente più di me… Ma non meglio la nobiltà per nascita? Ci si poteva anche contrapporre a un nobile, che non meritasse il nostro rispetto… Con la rivoluzione francese è finito che ci hanno messo testa e privilegi (che avevano storicamente un corrispettiva: fare la guerra a rischio della propria vita e assicurare la difesa ai contadini che si rifugiavano nel castello), ma la Boldrini che mi “rappresenta”? Almeno stesse zitta! E si limitasse a suonare il campanello nella sedute della Camera, a dare e togliere la parola, e fare ciò che richiede un regolamento assembleare. Ma questa parla e sparla, e pretende di essere la nostra coscienza, la nostra anima, la nostra intelligenza, pretende di essere “tutti noi”… Sconcertante, irritante! Si era detto di lei: la Papessa!

    • alboino

      Eppure sta signora è molto rappresentativa dei nazional-cazzari, ai quali dà in pasto la sua inconsistente Weltanschauung con l’autorità di una “padroncina del discorso” (padroncina vicaria). Sicché manipola con astuzia inconscia il gusto sensazionalistico dei nazional-cazzari (quelli destronzi, quelli sinistronzi e quelli che “non si occupano di politica”) orientandoli al sapore piccante del bocconcino Asia e distogliendoli dal vitello tonnato, un po’ scaduto, di una povera ottantenne… e stimolandoli a trangugiare , senza farci troppo caso, il rospo di uno stupro a una turista polacca …. Altrimenti come farebbe a quadrare i conti con il suo suffragettismo per le “risorse”? Quanto pensa Lei che i nazional-cazzari siano insensibili a tali arti manipolatorie? Secondo me sono sensibilissimi. In testa loro la gnocca dell’Asia sarà sempre più derubricata dal capitolo “gadget promozionale” e sempre più marinata nel capitolo “machismo antifemminista” mentre il caso di Rimini sarà sempre più derubricato dal capitolo “stupro” trasmigrando nell’anodino paragrafo “testosterone incontrollabile della gente di colore”.

  • Gino2

    Scadiamo molto se in un sito di “”””””””””” Contro Informazione “””””””””””””” si pubblicano articoli del genere, inutili e senza senso e su un argomento anch’esso senza molto senso.
    Cosa c’è da discutere su una o piu denunce di stupro? BOH

    • Nat

      xxx

    • fastidioso

      Mi sembra che si discuta sul comportamento ambiguo di un rappresentante “istituzionale”, terzo in ordine di importanza!
      Ti pare poco ?
      Metti che io non conoscessi la sboldrinova o che la stimassi, cosa dovrei pensare ?

      • Gino2

        Rispondo a te ma anche a @matteo

        In un sito di “contro informazione”, o informazione più approfondita del main-stream, gli argomenti main stream o non vengono trattati o vengono trattati come argomenti main-stream.

        trovare da discutere sulle dichiarazioni (in genere) dell’attuale presidente della camera lo trovo surreale, in genere e figuriamoci in un sito come CdC e figuriamoci su un argomento del genere!!!

    • matteo

      se non riesci a capire il senso dell’articolo e leggi i siti di contro-informazione, mi chiedo cosa ci scrivi a fare i tuoi commenti che fai solo brutta figura….

  • DesEsseintes

    “Veni, veni…cululus aureus” dal Satyricon di Fellini

  • DesEsseintes

    Cioè ma quella a sinistra sarebbe Asia Argento da giovane…?
    E allora signorina mi spiace tanto ma temo che ci sarà un lungo colloquio preliminare…no, non qui…mi segua…

  • Zerco

    La Boldrine è la pietra tombale del femminsmo. Io lo dicevo da anni ai maschietti: tranquilli!, ci penseranno
    loro a trovare quella deficiente che manderà la loro “causa” a… puttane. Infatti.

  • Holodoc

    La Boldrini rende simpatica l’immagine della donna come Mengele rendeva simpatica l’immagine del medico.

  • XL

    Auguro alla sboldrina che tocchi al più presto anche a lei di essere stuprata da una banda di negri. Vediamo se accoglie i migranti o se innalza proteste xenofobe.

    • rossana

      Quando leggo commenti come il tuo la prima cosa cui penso è che forse tutti i torti Boldrini non li ha, a diffidare dei commenti violenti in rete.

      Quel che intendo dire è che augurare lo stupro a una donna a scopo “didattico” (diciamo così), chiunque sia, per qualunque ragione tu abbia della rabbia contro di lei per ciò che è o ti rappresenta, è già ideare uno stupro.

      E fra il dire e il fare, non c’é che un passo.

      • Lupis Tana

        no, non è quello… è che la bld ci stupra psicologicamente,

        ci provoca…
        solamente con quella faccia da schiaffi, pensa poi per quello che dice…
        e…
        chi la conosciuta veramente bene e da vicino pensa molto peggio di XL
        saluti, rossana. t l

      • XL

        Tra il dire e il fare c’è sempre stato di mezzo il mare, adesso è diventato solo un passo giusto per trovare una ragione che la tua replica non ha.

        il problema della sboldrina è che non ha mai fatto esperienza della realtà in nessun campo e pontifica dalla sua nube dorata sulla pelle di quelle poverette (o anche quei poveretti) che la dura realtà la subiscono nei fatti.

        Provare di persona è la sua unica chanche di capire qualcosa.

  • Primadellesabbie

    A ben guardare e due misure le usano più o meno consapevolmente tutti, o molti, solo che le usano nel modo sbagliato.

    Le molte Argento, da sempre in fila per andare a farsi strapazzare nelle varie Hollywood, al di là e al di qua dell’Atlantico, partecipano attivamente a vitalizzare un ambiente, quello dello spettacolo, che per quanto si possa minimizzare, una certa responsabilità ce l’ha anche nel mettere strane idee nelle menti più vulnerabili, che poi lo stupro lo mettono in atto davvero.

  • DesEsseintes

    A) Asia Argento non sa recitare…se non era figlia del padre non sarebbe stata nemmeno ricevuta da quel signore…se non gliela avesse data non avrebbe mai e poi mai fatto un film in vita sua perché non è capace come attrice. Allora chissà perché adesso fa tutta questa storia…

    B) fate attenzione che se la selezione non avviene tramite abuso sessuale avverrebbe tramite conoscenze personali ossia figlio o figlia del tale personaggio con determinate entrature o talmente importante da poter imporre il figlio. Il campo attoriale è fatto così da sempre dato che consente una vita di successo senza avere alcuna competenza se non l’istinto (salvo quei pochi attori che hanno studiato veramente come quelli inglesi shakespeariani).
    Attori, ballerine, cantanti sono storicamente affini alle mig notte per costruzione e lo dimostra Degas – ne cito uno solo. Andate a fare una visita all’Opéra di Parigi e chiedete alla vostra guida cosa sono quelle curiose stanzine di cui a tutta prima non si capisce la funzione.

    E guardatevi questo che fece un clamoroso scandalo (è di Degas, appunto)

    https://2.bp.blogspot.com/-EQPMNHqZBTk/Vwj3Tse15kI/AAAAAAAAK7M/hNByQuNDQ20KOc4mA_7puugc9FbkITC0A/s1600/1%2BLittle%2BDancer%2BAged%2BFourteen%252C%2Bby%2BEdgar%2BDegas%2BPhoto%2B%25C2%25A9%2BChris%2BCostello3.jpg

    Si chiamava Marie van Goethem…secondo voi perché fece scalpore? La gente non lo capisce nemmeno…oggi…all’epoca non sfuggiva a nessuno il senso di quella scultura…

    E qui…che ci fa quel signore in nero dietro le quinte?

    https://2.bp.blogspot.com/_uEXvaLEVsJ8/TBjx_wkAS5I/AAAAAAAADVY/Z5Dxn6bCh4I/s1600/scan0021.JPG

    Dettaglio

    https://pmcdn.priceminister.com/photo/copie-edgar-degas-ballet-dit-aussi-l-etoile-1876-77-1065235961_ML.jpg

  • Grandepuffo

    Ma quali fighe de oro, trattasi di facce da culo!

  • fuffolo

    In oltre venti anni di lavoro le uniche molestie sono arrivate da donne, di tutti i tipi ed età.
    Tante quelle che si proponevano, anche con chiamate notturne perchè “casualmente” si trovavano a passare dalle mie parti. Tristezza infinita, effetto ditadiguanto, ma nessuna solidarietà.

  • Eric Maria Gerets

    Scusa Rossland ma qui c è un equivoco di fondo, tu giustamente noti la disparità di trattamento fra stupro e stupro, fra la polacca di Rimini e l “attrice” figlia di Dario, e indichi l incoerenza di fondo della presidenta Boldrini.
    In realtà la suddetta presidenta è perfettamente coerente con il suo “status sociale” e si espone per difendere una sua pari, la “star” del cinema figlia di Dario Argento e non la “proletaria”, la ” sconosciuta”, l “immigrata”, la “badante”, ” la commessa” verso le quali volge il suo compassionevole sguardo offrendo loro una generica dedica e vicinanza di facciata, ma perché stupirsi di questo?
    La cosa che a me stupisce è la proletaria, la badante, la commessa, l operaia che si schierano con Boldrini e Argento in quanto donne, che le votano in quanto donne, che le seguono in quanto donne, che le osannano in quanto donne,che le ammirano in quanto donne-che-ce- l hanno-fatta, femmine-con-le-palle, sono queste le vere incoerenti, quelle che non hanno capito che la loro classe sociale dovrebbe farle solidarizzare con l operaio, l immigrato onesto e sfruttato il pensionato al minimo e pure quello che dopo 40 anni di lavoro piglia una miseria,il disoccupato, il padre di famiglia, seppur maleddamente schifosamente maschi.
    L imbroglio del femminismo e di tanti altri “ismi” sta tutto li, scardinare la solidarietà fra uguali, creare una frattura fra pari a vantaggio di un afflato, una condiscendenza, un’ indulgenza verso diversi che non viene mai ricambiata, ma anzi usata per gestire meglio una posizione di vantaggio e per sopire eventuali e temutissimi scontri sociali.
    Sono fuori tema? Forse si è forse no.

    • rossana

      No, non sei fuori tema: il tema è esattamente quello.

      Diciamo che non voglio prendermela (per ora) con l’ignoranza figlia dell’illusione che spinge gli umani (e le umane) a imitare le scimmie da baraccone per evitare il terrore di guardare la propria umana miseria.
      E’ una battaglia, quella per imparare a guardare in faccia la propria realtà, che ognuno deve fare per sé, per avere un qualche valore, ed è forse l’unica che miete vittime in regime di parità dei sessi.
      Concordo quindi con te, ma so che solo la nascita di nuovi simboli in cui riconoscersi al di qua della rete, può essere di qualche aiuto,
      A volte ne appaiono, ma hanno vita breve: appena spunta il riflesso del coraggio fra i diseredati, prontamente interviene l’agguerrita industria dello spettacolo e della fama a nutrirne la vanità, e l’eroe o l’eroina di turno finiscono risucchiati nel mondo delle scimmie.
      Così da imitare restano solo loro, le scimmie da avanspattacolo che la “maggioranza silenziosa” prende a modello da imitare facendosi pilotare anche le indignazioni, sostenendo a comando i diritti delle starlette che a loro vengono negati…

  • Ketil

    La ragione è semplice e lo dice l’articolo stesso: la turista polacca è stata stuprata, fino a subire l’aspostazione dell’utero, da quattro immigrati. Da considerare anche lo shock del ragazzo, picchiato e costretto a vedere quello scempio sotto i propri occhi: non mi stupirebbe se li odiasse fino al midollo, anche quelli buoni ed onesti. E degli immigrati, soprattutto se clandestini e musulmani (non parlo di questi), è proibito parlare male, in ispecial modo se si comportano come bestie ed assassini (vedi il mai dimenticato episodio di Palagonia, due poveri cristi sgozzati da un altro bastardo). E’ il tabù imposto dalla sinistra d’alto borgo.
    Ieri leggevo, con mio grande divertimento, che l’Italia, da paese più giovane d’europa degli anni ’50 e ’60, è diventato il più vecchio. Su un altro giornale, giusto qualche giorno prima, degustavo la notizia di come ben 124.000 ragazzi italiani tra i 18 ed i 35 se ne siano andati a lavorare all’estero.
    Grazie, ovvio: corruzione ad ogni livello, tassazione per le imprese al 60% reale, disoccupazione al 40% tra i giovani (cioè tra coloro che sono andati via, ovverosia il tessuto produttivo VIVO di cui dovremmo andare orgogliosi e proteggere), immigrazione incontrollata e relativi problemi sociali (inutile girarci intorno).

    Per chi ama documentarsi, questi sono i bravi Pakistani con cui NOI dovremmo integrarci:
    https://www.rt.com/news/406534-child-brides-age-pakistan-law/
    La proposta di alzare l’età minima delle ragazze per sposarsi da 16 a 18 anni è stata bocciata perchè non è “islamica”. E qui da noi le femministe si incazzano perché Weinstein, perché Asia etc ma poi tacciono VIGLIACCHE di fronte a questa gente.

    • Rolmas

      “la turista polacca è stata stuprata, fino a subire l’aspostazione dell’utero, da quattro immigrati”
      Questa è una fake. La ragazza polacca non ha subito l’asportazione dell’utero. Puoi verificarlo nel sito di David Puente.
      https://www.davidpuente.it/blog/2017/09/07/fake-news-la-ragazza-polacca-stuprata-rimini-ha-subito-lasportazione-dellutero/
      Siccome non mi fido fino in fondo di David Puente, ho fatto dei controlli sui siti polacchi. In nessuno dei siti che ho visitato si parla di “asportazione dell’utero”. Ho letto parole durissime contro l’Italia e gli italiani, soprattutto tra i commenti, ma nulla sull’utero di quella povera ragazza.
      Naturalmente, ciò non cambia il senso delle tue considerazioni. E’ bene comunque precisarlo.

  • Ketil

    Rimuovere commenti pertinenti che però toccano argomenti scomodi è sbagliato, cari amministratori. Potrete nascondere la testa sotto la sabbia finché volete ma la realtà va avanti senza di voi.
    Parlare apertamente di immigrati ed Islam non è permesso?

  • Vamos a la Muerte

    Applausi.
    Parafrasando l’orrido ministro Poletti, Laura Boldrini e Asia Argento sono due donne che “sarebbe meglio non avere fra i piedi”.

  • Ale

    La deriva che sta prendendo questo sito è desolante.