Home / Attualità / Estremisti di destra tedeschi organizzano una propria milizia in vista del “Giorno X”

Estremisti di destra tedeschi organizzano una propria milizia in vista del “Giorno X”

 DI TYLER DURDEN
zerohedge.com
Un movimento di estrema destra, di tedeschi autodefinitisi “Cittadini del Reich” (Reichsbürger),  è cresciuto fino a quasi 16.000 membri, con un aumento di oltre il 50% nell’ultimo anno. Un nucleo ha intenzione di preparare il proprio esercito per quello che chiamano “Giorno X” – riporta  Focus.

“Reichsbürger è un gruppo di persone che crede che i confini dell’impero tedesco del 1871 siano ancora in vigore e che tutti i governi dai nazisti in poi (e compresi loro) siano stati illegittimi; molti aderiscono anche ad ideologie antisemite”, secondo Deutsche Welle, che aggiunge: “Credono che l’attuale Repubblica Federale di Germania sia un governo fantoccio, controllato dalle potenze alleate della seconda guerra mondiale”.

Alcuni membri si rifiutano di obbedire alle leggi dello Stato e di pagare le tasse; alcuni hanno persino stabilito i propri “mini-regni”, sventolando bandiere personalizzate e creando passaporti fasulli. Per partecipare al movimento, i membri devono fornire una prova che la propria linea di sangue sia stata ariana fino al 1914.

In precedenza bollato come un innocuo e marginale gruppo di complottisti, il Reichsbürger ha fatto notizia negli ultimi due anni per una serie di episodi di violenza, tra cui l’omicidio di un poliziotto nella città bavarese di Georgensgmünd.

Nell’agosto 2016, Adrian Ursache, 42enne ex Mister Germania e membro di Reichsbürger, ha aperto il fuoco contro degli agenti del Commando Operazioni Speciali (SEK), in una casa di proprietà dei suoi suoceri che lui aveva dichiarato stato autonomo, ferendo tre ufficiali.

Poi, nell’ottobre 2016, Wolfgang Plan, 50 anni, ha condotto un’imboscata “a lungo pianificata” contro dei poliziotti delle forze speciali, che avevano fatto irruzione nella sua casa di Georgensmünd alla ricerca di circa 30 fucili da caccia, dopo che le autorità locali lo avevano ritenuto inadatto a possederli. Indossando un gilet in kevlar, Plan ha sparato 11 volte, uccidendo nello scambio un ufficiale di 32 anni e ferendone altri due. È stato condannato all’ergastolo.

E a luglio 2017, 250 poliziotti e pubblici ministeri hanno effettuato raid in 15 case ed uffici appartenenti a membri di Reichsbürger, in tre diversi stati tedeschi e diretti a 16 sospetti. Due di loro, donne di 40 e 62 anni, erano accusate di aver diffuso documenti contraffatti e di aver finto di essere funzionari pubblici.Il portavoce della polizia di Ingolstadt, Hans-Peter Kammerer, ha dichiarato che sette delle 16 persone prese di mira martedì erano sospettate di agire come autoproclamatisi funzionari di un fittizio “Stato di Baviera”, con sede a Pliening, est di Monaco.

Gli altri erano sospettati simpatizzanti che avevano ottenuto ed usato documenti falsi.

L’imputato aveva inondato le autorità di obiezioni scritte alle multe ed agli ordini di confisca, nei quali, asseriva, “manifestavano le loro grezze visioni legali”, dice la polizia di Ingolstadt.

Le accuse erano di tentata estorsione, tentativo di coercizione ed impersonificazione di pubblico ufficiale – hanno detto gli investigatori, i quali hanno aggiunto che l’indagine era iniziata la settimana prima con la creazione di documenti di identità e patenti di guida falsificati – –DW.com

Dopo che il governo ha chiesto dati sul movimento, la rivista Focus ha rivelato che al mese di gennaio il numero di membri di Reichsbürger era cresciuto a 15.600 – un aumento di oltre il 50%, con la più grande concentrazione, circa 3.500 membri, situata in Baviera.

 

“Hanno iniziato a prepararsi per il Giorno X”, scrive Focus – in riferimento ad una giornata in cui il gruppo si leverà contro il governo tedesco.

Anche se l’organizzazione è attualmente una rete a maglie larghe – il che riduce la minaccia di una violenza significativa – i servizi di sicurezza tedeschi temono che il movimento ispirerà attacchi di lupi solitari, oltreché il traffico illegale di armi.

Secondo il governo, oltre 1.000 membri del Reichsbürger hanno almeno un porto d’armi.

Nel giugno 2017, le autorità tedesche hanno dichiarato che sono ancora in libertà oltre 450 estremisti di estrema destra, con mandati di cattura al proprio carico – e che i politici liberali hanno indicato come un “conclamato movimento nazista”. Dei 462 individui, 104 sono ricercati per crimini violenti, 106 per crimini politici, mentr​​e 98 sono latitanti dal 2015 o prima.

Le autorità hanno lanciato una massiccia indagine lo scorso aprile, con l’esamina di 275 casi di sospetti estremisti di destra tra i membri dell’esercito, accusati di aver fatto “commenti razzisti su internet” e di aver urlato “Heil Hitler”.

Tyler Durden
Fonte: www.zerohedge.com
Link: https://www.zerohedge.com/news/2018-01-18/german-far-right-reich-citizens-organize-militia-membership-skyrockets-ahead-day-x
18.0.1.2018
Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di HMG

Pubblicato da Davide

44 Commenti

  1. Questo articolo è la risposta ideale per chi sostiene che “il fascismo è roba morta settanta anni fa” e per la banda del né-né (né destra né sinistra).
    Utile anche ricordare che la Bavaria fu anche nei lontani anni 20 il teatro del putsch ideato da Hitler. Alle volte ritornano……

    • Nell’articolo si dice che i “cittadini del Reich” credono che siano ancora in vigore “i confini dell’impero tedesco del 1871”. Non si riferiscono al Terzo Reich.
      Sono però d’accordo con te che si tratta di un movimento di destra con forti analogie con i primi nazionalsocialisti.

      • Perfetto.
        Quindi, come per il NSDAP, la domanda è: CHI li finanzia?
        Ai tempi, i finanziatori dei Nazisti, erano i maggiori gruppi Industriali; adesso, chi può avere interesse a questa cosa?

        • Non so rispondere. E’ un gruppo molto strano. Alcune cose che dicono sono vere (non esiste ancora un trattato di pace) e hanno a che fare con i rapporti fra lo Stato tedesco e i vincitori. Alcune cose che sostengono sulla Costituzione avrebbero trovato, secondo loro, conferma da parte di un tribunale. Il fulcro delle loro rivendicazioni riguarda la Staatsangehörigkeit, la cittadinanza. Dal mio punto di vista, le autorità non hanno un grosso interesse che “si scavi” troppo nella direzione di scoprire se la BRD è uno stato sovrano oppure no. Per il momento, i finanziamenti da parte di terzi non ce li vedo, ma è solo una mia opinione

        • Posso solo ricordare come andò un secolo fa: se è vero che furono gli industriali a finanziare il nazismo (IG Farben in testa) è altrettanto vero che fu sempre dichiarata totale avversione per indistriali e borghesi. La Notte dei Lunghi Coltelli con l’eliminazione fisica di Rohm e Strasser (principali fondatori del NSDAP) metterà la pietra tombale alla “rivoluzione sociale” nazista. Chiedersi oggi chi finanzi frange naziste è, secondo il mio modesto punto di vista, troppo limitato. Occorre piuttosto chiedersi oggi come un secolo fa perchè questi movimenti possano attecchire, prima di tutto. Ovvero quali siano le ragioni che spingono le persone a diventare nazisti e fascisti, ovvero ad avere atteggiamenti intolleranti fino all’estrema conclusione. La risposta relativa ad un secolo fa è stata descritta abbastanza da storici e sociologi e si rifà, sostanzialmente, ad un disagio economico che sfocia nel disagio sociale. Incapaci di riflettere sulle vere origini del loro disagio, queste persone cercano disperatamente un capro espiatorio. Comunisti, zingari, sindacalisti o ebrei poco importa. Ciò che conta è prima di tutto seminare odio nei loro confronti. Ecco, a questo punto diventa interessante chiedersi chi finanzia l’odio verso comunisti, zingari, sindacalisti etc…e per quali motivi lo faccia. Berluscones anyone?

    • Invece di scandalizzarsi e farsi un laico “segno della croce” al passare del demonio, si chieda perché 20 anni fa avrebbero chiamato il manicomio e oggi queste cose sono all’ordine del giorno. Anzi, non sono nazisti. Ci è finita anche bene…
      Visto che probabilmente lei è marxista, saprà della storia della struttura e sovrastruttura. Si chieda quale struttura profonda produce questa sovrastruttura fascistoide. Di solito gli anticorpi sono generati da un’infezione. Il neofascismo, come sovranismo “esagerato”, è una reazione eccessiva, un anticorpo, a un’infezione vera. E’ un’autodifesa. Chiediamoci da cosa.

    • Continuo: altrimenti, se non si agisce sulle cause, e ci si limita a slogan del tipo “per non dimenticare”, o si fa l’ennesimo omaggio agli ebrei come la nomina recente della senatrice a vita,…. si ottiene esattamente l’effetto opposto. La gente comune sente il peso di una giustapposizione esterna, di un “perbenismo” forzato, ed è naturalmente attratta da tutto ciò che è anti… almeno finché non ha alcuna certezza sul proprio presente e futuro. Fateci caso: più impera il politicamente corretto e più nazisti ci sono in giro, più si scassano i maroni con le violenze sulle donne e più aumentano gli stupri…

      • Ho letto e riletto i suoi due interventi, ma non ho capito cosa lei vuol dire (limiti miei ovviamente). Poiché mi interessa capire, le chiedo di spiegarsi meglio. Grazie.

        • Se legge il commento di Tonguessy sotto può vedere che anche chi parte (e resta) su convinzioni diverse, può intendere facilmente quello che intendo.
          Guardi, le confesso che Marx l’ho letto, di prima e di seconda mano, in italiano. Quindi lei sarà sicuramente un esegeta in tedesco, che mastico solo un po’, più bravo di me. Le dico quello che ne ho capito io. Mi correggerà. Lo studio della società può avvenire a due livelli: uno strutturale e uno sovrastrutturale. Quello strutturale è determinato da quello che Marx chiamava i “modi di produzione”, cioè essenzialmente le condizioni di proprietà sui mezzi di produzione e circolazione della ricchezza. Tale modo, attribuendo ruoli diversi a soggetti diversi, crea le cosiddette “classi”. Il “resto”: ideologia politica, religione, cultura, arte, etc. è un “epifenomeno”. La sovrastruttura è solo un sintomo di fenomeni strutturali profondi. Tentare di spiegare la società alla luce della sovrastruttura può risultare vano. Ho ipersemplificato, ma secondo me il succo è questo.
          Possiamo criticare alcune cose di Marx (l’unidirezionalità struttura-sovrastruttura ad esempio, che lo rende simile a Parmenide nella dicotomia Usìa-Doxa, ovvero l’unidimensionalità della struttura, ridotta al mero dato economico, dimenticando la base tecnologica, anche spirituale – perché no – delle strutture profonde della società), però certamente l’insegnamento di Marx su questo (o a parer mio) resta di attualità per tutti, anche per chi come me marxista non è affatto. Ed anche la centralità dell’economia nella comprensione delle strutture profonde della società.
          Torno ai nostalgici del Kaiser, ora.
          Non è dicendo “ossignur” che questi spariscono. Ci sarà nelle società occidentali (talmudizzate direbbe qualcuno ossessionato dalla presenza delle elite ebraiche finanziarie, mi lasci usare provocatoriamente il termine) una “fabbrica” di disagio sempre più profondo, che spinge le persone a cercare nel passato un’ancora di salvezza, dando loro, oltre che quel minimo di sicurezza economica e sociale cui ogni uomo aspira, anche un’identità, ciò che oggi è diventato una sorta di peccato mortale.
          Quindi, tanto più le elite ostentano le loro provocazioni culturali (gli omosessuali, gli ebrei, il femminismo, gli immigrati), oltre il ragionevole, s’intende, tanto più, la gente non ci crede, e reagisce esattamente al contrario, in maniera più o meno spropositata.
          Questi almeno, a quanto pare, non esagerano.

        • Sono stato troppo lungo. Detto facile facile. La UE è una fabbrica di fascismo. Lei dice “La gente non si sente affatto attratta…”. Si guardi intorno. In Ungheria c’è un partito nazista al 20 %. In GB l’UKIP ha fatto deragliare quel paese dalla UE, l’Austria etc etc.
          Solo nei paesi mediterranei non accade nulla perché il sistema ha creato dei contenitori “politicamente corretti” nei quali è riuscita a scaricare la rabbia dei cittadini (ormai plagiati da generazioni): Podemos, Syriza, 5 Stelle.
          Prenda me: da giovane ero liberal-progressista, credevo nell’Europa e leggevo Repubblica. A poco a poco ho sentito puzza di cetriolo e mi sono allontanato. Ho ancora gli anticorpi contro le derive autoritarie, ma non tutti hanno questa fortuna. Però quando ascolto la Bonino una parte di me vorrebbe andare a votare Casa Pound (mi fa questo effetto). Non lo faccio, mi asterrò. Però non posso ignorare che, se continua così, finita la “distrazione di massa” (lega – 5 stelle) l’Italia si ritroverà fascista (o separatista alle estremità).

          • Caro Tipheus, la ringrazio della sua risposta così dettagliata ed anche molto interessante. Non ho nulla da obiettare. Ho notato che non solo Tonguessy le ha risposto in merito, ma che le hanno attribuito 2 like per ogni commento, quindi è chiaro che il torto (la mancata comprensione) è dalla mia parte. Chiedo scusa se le ho fatto perdere del tempo.

            Ho scritto “La gente non si sente affatto attratta da ciò che è “anti” “, per mettere in risalto lo stato “normale” della gente, che é di adattamento allo statu quo e di conformismo.

            E’ sotto la spinta del malessere sociale che parte della gente, a poco a poco, comincia a protestare e a votare partiti che esprimono il dissenso. In sintesi è la situazione che anche lei ha descritto.

            Sul filo di questo ragionamento salta agli occhi che non sono emersi partiti di sinistra che, al pari di quelli di destra, avrebbero potuto captare il dissenso.
            Il partito di sinistra Die Linke ha perso moltissimi voti in direzione di Alternative für Deutschland, perché non si è espresso contro l’immigrazione incontrollata. L’esponente più di spicco del partito Die Linke, Sahra Wagenknecht, si è presa una torta in faccia per aver fatto notare che è una banalità affermare che non si può accogliere tutti quelli che vogliono venire. Il pensiero razionale è diventato un tabù. I cultori della teoria marxiana invece affermano che l’opposizione all’immigrazione (i nuovi arrivati “rubano” il lavoro agli autoctoni) è un “contenuto” della sinistra e fanno riferimento all’immigrazione degli irlandesi nell’Inghilterra dell’Ottocento.

      • Posso essere d’accordo sul fatto che le lotte secolarizzate diventino pappa per ciccioni. Ma non esiste preciso nesso causale tra scudi contro le violenze sulle donne e aumento degli stupri. Le statistiche dicono cose diverse. Ad esempio c’è una aumentata paura per i reati ma questi sono in calo rispetto al passato. I fatti percepiti sono diversi dai fatti reali. La domanda d’obbligo è: chi manipola le sensazioni comuni e a quale scopo? Perchè si sente un maggiore bisogno di sicurezza oggi che c’è più sicurezza?

    • Il fascismo in senso propositivo (come proposta) è roba di 70 anni fa.
      La domanda giusta è: “cosa sta facendo risuscitare il fascismo, presente oggi non in senso propositivo, ma in senso polemico?”
      Si racconta che l’europa unita fu progettata per abbattere i nazionalismi europei, forieri di guerre. Ora che hanno fatto una specie di Europa unita, risorgono tutti i nazionalismi, non in senso di esclusivismo nazionale, ma come reazione a questa merd a di europa. Se gli effetti dell’europa economica sono uguali agli effetti della guerra, tanto valeva tenersi la guerra.
      Analogamente, si racconta che la socialdemocrazia con un robusto welfare avrebbe protetto il popolo dai totalitarismi e dalla usurocrazia plutocratica. Anche in questo caso vediamo che il fallimento/tradimento della via intrapresa suscita reazioni antagoniste. In pratica i governi de sinistra stanno riuscendo a far rimpiangere la dittatura. Non male come risultato!

      • Visione decisamente manichea dei processi storici. Riporto le parole di Goering (processo di Norimberga): “Sicuramente nessun popolo vuole la guerra…ma è compito dei governanti convincerli”. Ora dire che la guerra (l’ultima costata 50 milioni mi morti) sia equivalente a una pressione economica per quanto forte mi è un po’ difficile da accettare. E sono un sovranista che detesta questa europa. Anche equiparare il welfare alla dittatura mi risulta difficile da comprendere. Per me la scala dei grigi esiste ancora, ed una buona indagine storica individua tutte le sfumature.

        Quello che capisco è che la sinistra ti sta sulle palle, e tutto il resto va di contorno. Potresti però almeno chiederti quali siano i valori storici della sinistra e quali siano i valori portati avanti dall’attuale (sedicente) “sinistra”. Scopriresti cose interessanti.

        • Hai un riferimento riguardante le dichiarazioni di Göring al processo di Norimberga? O meglio, quella dichiarazione.

          • Ecco uno dei tanti siti che ha tradotto le sue parole
            https://labottegadellestorie.org/guerrafondai-pacifisti/

            “Naturalmente la gente non vuole la guerra. Perché un povero diavolo
            di una fattoria dovrebbe voler rischiare la propria vita in una guerra
            quando al massimo ne può guadagnare di tornare alla sua fattoria
            tutto intero?
            Naturalmente la gente comune non vuole la guerra: né in Russia,
            né in Inghilterra, né in Germania. Questo è comprensibile.
            Ma, dopotutto, sono i governanti del paese che determinano la politica
            ed è sempre facile trascinare con sé il popolo, sia che si tratti di una
            democrazia, o di una dittatura fascista, o di un parlamento, o di una
            dittatura comunista.
            Che abbia voce o no, il popolo può essere sempre portato al volere
            dei capi. È facile. Tutto quello che dovete fare è dir loro che sono
            attaccati, e denunciare i pacifisti per mancanza di patriottismo e in
            quanto espongono il paese al pericolo. Funziona allo stesso modo in
            tutti i paesi”.

          • Grazie. Però quello è un blog che cita genericamente “Göring, processo di Norimberga”
            La stessa frase viene citata da wiki ma senza fonte inserendola in un contesto molto generico: “La guerra rientrava all’interno di un piano, come emerge da queste parole”.
            In testa precisa:
            “Commento: Ci sono molte citazioni attribuite a Göring, ma nessuna fonte a corredo.”
            Questo wiki italia. Quella inglese non la mette come citazione.

            Leggendo le trascrizioni del processo non ho (ancora) trovato tale dichiarazione.

            Hai qualcosa di più preciso?

          • Ti ricordo che non ho un accesso diverso dal tuo alle risorse di rete. Quindi lo puoi trovare da te. Comunque (e spero tu farai tesoro di quanto ho appena affermato) eccoti la verifica completa di quanto detto da Goering in una sua intervista (in inglese, ma la verifica che non sia una bufala la trovi anche in italiano)
            http://answers.google.com/answers/threadview/id/235519.html

          • Quando si parla di Norimberga e tutto ciò che ad esso ruota attorno e mancando di riferimenti non si capisce mai cosa sia vero e cosa falso.
            E questa dichiarazione un pò ambigua poteva esserlo, mancando anche un contesto.

            Effettivamente sembra sia stata detta da Göring, non direttamente al processo ma a G. Gilbert che ha raccolto le dichiarazioni dei gerarchi nazisti per “curarne i profili e gli aspetti psicologici”.
            Registrazioni private poi trascritte a mano non apparse sul suo libro (Nuremberg Diary) se non nella seconda edizione. (lo dichiara anche al processo ad Heichmann).
            Per cui grazie per “l’interessamento”, mi è stato di aiuto.

            Un altro aspetto, folkloristico diciamo, è relativo invece a questo thread riguardante degli scalmanati tedeschi un pò violenti (per quanto ne sappiamo).
            In una precedente discussione con Primadellesabbie ho detto:
            “Perchè gran parte della gente incarna il “male” con la Germania e il suo popolo?”
            e lui rispose:
            “Questo, e lo sai, non é vero….”
            Tu qua hai fatto quattro interventi di cui tre con riferimenti alla Germania nazista.
            Ben inteso, non sei il solo

        • Hai ragione a dire che la guerra militare è peggiore della guerra economica. Però se l’alternativa è subire una guerra economica certa o rischiare una improbabile (?) guerra militare futura, la scelta cade sulla divisione: ognun per la sua strada.

          Sul secondo punto mi sa che non hai letto bene. Io ho detto che il tradimento/fallimento della socialdemocrazia, dotata di robusto welfare (per altro inventato dal fascismo), sta portando alla reazione di rimpiangere pure la dittatura.
          Non ho scritto che la socialdemocrazia o il welfare portano alla reazione, ma il tradimento degli stessi, perpetrato in gran parte proprio dai governi di sinistra.

          E, per finire, sì, la sinistra mi sta sulle palle, ma più o meno tanto quanto la sedicente destra. Direi che i concetti stessi di destra e sinistra abbiano ampiamente esaurito la loro funzione storica e mi danno molto fastidio gli antiquati militanti pavloviani ancorati immobilmente a quei concetti, come i tifosi delle squadre di calcio lo sono ai colori dei loro beniamini.

  2. E’ un buon articolo, manca però la parte più interessante, vale a dire il motivo che permette ai Reichsbürger di respingere l’attuale Repubblica Federale. Essi fanno riferimento ad alcuni articoli della Costituzione, che interpretano in modo fantasioso e al fatto che non sarebbe ancora stato stipulato un contratto di pace (Friedensvertrag) fra la Germania e gli altri Stati dopo la seconda guerra mondiale (vero).
    Il movimento dei Reichsbürger è formato, a parte poche eccezioni, da persone con un basso grado di acculturazione. Bisognerebbe chiedersi quale sia stato il contributo delle riforme dei socialdemocratici, che hanno notevolmente abbassato il welfare, e il mancato adeguamento dei salari all’aumento della produttività (dumping salariale), oltre all’immigrazione incontrollata permessa dalla Merkel, all’insorgere del malcontento, terreno favorevole al proliferare di questo strano movimento.

  3. Un articolo che dimostra la totale ignoranza di Durden su questi temi :

    -La Corte Costituzionale tedesca ha sentenziato che il Reich non poteva essere dichiarato estinto ma che continuava ad esistere come persona giuridica. Nella dichiarazione firmata dalle potenze vincitrici il 5 Giugno 1945 („Berliner Erklärung“ ) si escludeva ogni tipo di annessione del territorio tedesco. La conclusione della Corte? ” la Repubblica Federale è identica, come stato, al Deutsches Reich, con riferimento alla estensione territoriale però, è solo in parte identica”.
    http://www.faz.net/aktuell/politik/inland/ist-das-deutsche-reich-nie-untergegangen-14530954.html
    – Ad una interrogazione del gruppo Die Linke nel 2015 il governo federale non poteva far altro che confermare la sentenza. Questa è la base per i documenti che identificano una persona come Reichburger, documenti che sono legali ma che non sono considerati sufficenti dalle autorità tedesche. Cioè bisogna avere anche i documenti ufficiali della BRD.
    -Che la BRD sia ” un governo fantoccio, controllato dalle potenze alleate della seconda guerra mondiale” lo sanno tutti. È sfuggito una volta anche a Schauble (“la Germania non è più un Paese sovrano dal 1945”) ad un congresso di banchieri. https://www.youtube.com/watch?v=2_F878qKb2Q
    -Quanto alla pianificazione dell’ora X io starei più attento a quello che succede nell’esercito tedesco, dove gli estremisti di destra hanno la loro base. E poi perchè solo la Germania? In Francia ad esempio il capo dei servizi segreti parla di possibilità di guerra civile e in Svezia il capo del governo ha intenzione di usare l’esercito per riportare l’autorità dello stato nei quartieri islamici.

  4. Io credo a poco di ciò che è scritto nell’ articolo. Che siano fascisti ci può stare ma che siano pirla…

    • I’m going down to shoot my old lady…you know…something like that..Jo chissa se ce la racconta giusta…

    • Secondo me questi sono proprio dei pirla. Poi in Germania c’è il partito NPD, Nationaldemokratische Partei Deutschland, partito che hanno cercato di abolire perché contrario ai principi costituzionali. Se non ricordo male, hanno dovuto interrompere il procedimento giuridico perché nelle file del NPD c’erano troppi “infiltrati” al soldo dei servizi segreti (Verfassungsschutz).

      • Anch’ io ogni tanto mi chiedo perchè il fascismo o il nazismo faccia così tanta paura e la risposta che inizio a darmi è che ciò che fa veramente paura al sistema sia il NAZIONALISMO…della razza, dei diritti, delle squadre nere, rosse o verdi non frega niente a nessuno. E’ il nazionalismo il demone da distruggere! Non si può e non si deve governare uno stato come fosse una famiglia. Pensa se l’ Italia fosse governata da forze nazionaliste. Per la sua posizione geografica tutta l’ Europa centrale-settentrionale e il nord Africa sarebbero prese per le palle e di conseguenza tutta l’ Europa sopramenzionata e il nord Africa ti dichiarerebbero guerra. Per secondo: pensa se l’ Italia fosse una cosa a sè…come farebbero ad operare multinazionali del calibro Amazon, Google, Monsanto, Big bank varie,…? Con il sistema attuale si fanno la sede in un paradiso fiscale e “commerciano” in giro per il mondo!

        • Penso che si possa fare lo stesso ragionamento che fai tu rinunciando all’utilizzo del termine “nazionalismo”, parola con valenza negativa perché sembra implicare la volontà di supremazia di una nazione nei confronti di un’altra. Si potrebbe sostituire “nazionalismo” con “patriottismo “, ma in questo caso è sufficiente parlare del diritto di “autodeterminazione” di un popolo, diritto che, come tu dici giustamente, viene negato.

  5. Mi pare capzioso dare così tanta importanza ad un fenomeno le cui cause possono essere assai distanti dagli obiettivi della stesso. Parlare di revanscismo tedesco post ’45 non lo giudico allo stato attuale pertinente SE indirizzato a questi gruppi assai minoritari.
    Lo vedo però assai meglio connesso con i preparativi di guerra che la Germania attuale, fantoccio NATO come il nostro paese, sta mettendo in piedi contro la Russia. Non vorrei che si creasse ad opera lo ripeto degli USA e della NATO uno stato d’animo favorevole alla guerra qui in Europa, guerra d’aggressione con il motivo delle perdite territoriali subite dopo la II G.M. ed altre cause abilmente strumentate sfruttando il malessere sociale endemico nelle nostre società.
    Di questo stato d’animo gli unici responsabili non sono i gruppi di estrema dx ma SOLO i governanti tedeschi attuali, Mekel in primis, che hanno fatto e stanno facendo di tutto per esacerbare e nel contempo SVIARE il conflitto ‘noi VS loro’ nascondendo la loro politica immigrazionista fallimentare sotto il pretesto del ‘fascismo’, dandone però MOTIVO. E’ una vecchia stretegia che a suo tempo ha provocato le più grandi tragedie: siamo vaccinati abbastanza per respingere noi europei queste fallaci sirene ?

    • Quoto in toto! Se ci pensi un attimo a ciò che è avvenuto in Siria Stalin stesso (Stalin!) impallidirebbe. Fase 1: Grazie alla propaganda nel mondo occidentale Assad in quattro e quattrotto è diventato “peggio di hitler” ed i siriani “un popolo da liberare”. Fase 2: introduzione Primavera Araba. Trattasi dell’ introduzione nel territorio di mercenari al soldo degli oligarchi-principi del tipo maiali (entrambi), a terrorizzare la popolazione. Fase 3: bombe NATO-U$arsaele sul povero Assad e sull’ esercito siriano. Risultato: un paese distrutto, un milioncino di morti, 5 milioni di siriani istruiti ma terrorizzati in giro per l’ Europa ad offrire manodopera a basso costo. La Merkel se ne è presa una gran fetta. Ha fatto meglio o peggio di Stalin! Lui la avrebbe chiamata deportazione e avrebbe fatto meno morti ma era un contadino!

      • E’ importante notare il meccanismo: prima si creano le condizioni per la nascita del malcontento sociale: crisi di Weimarimmigrazione incontrollata a milioni. Poi si assiste alla nascita della reazione sociale a tutto ciò, non facendo niente per rimuoverne le CAUSE: passivitàgovernicchi insulsi utili a far perdere di importanza la democrazia, revanscismo storico ( anche giustificato ) verso i disastri precedenti, le ingiustizie subite e CHE VERRANNO, utili ad attizzare il fuoco dei sentimenti politici, ecc. ecc. Terzo, salta fuori la soluzione estrema, di dx o di sx poco importa: e tutto viene travolto in un Gottedammerung in cui vittime e carnefici sono uniti nell’ignoranza dei malfattori che tirano la pietra e nascondono la mano. Sono sempre i soliti, non dimentichiamolo. Germania, stanne lontana !

  6. Ormai la società civili moderata comincia a simpatizzare per loro, questo a causa del governo centrale corrotto.

  7. E dai, ma non lo vedete che sono una manica di teste di schwanzstück…

  8. Testo: «che aggiunge: “Credono che l’attuale Repubblica Federale di
    Germania sia un governo fantoccio, controllato dalle potenze alleate
    della seconda guerra mondiale”.”
    —-
    Commento:
    Hanno torto?

    • Hanno ragione.

    • Sì, secondo me hanno torto. Una frase del genere la si può dire al bar, fra una birra e l’altra oppure la si può formulare im stillen Kämmerlein (quando si è soli con sé stessi). Penso che nessun studioso serio della materia arriverebbe a formulare una frase simile. Un esperto della materia, lo storico Prof. Dr. Josef Foschepoth, afferma che vi sono delle limitazioni della sovranità della BRD, ma soltanto per ciò che riguarda il segreto postale, i servizi segreti e le basi americane, le quali sarebbero extraterritoriali. Da persona non esperta farei due considerazioni: 1) il cancelliere Schröder non partecipò alla guerra contro l’Irak, il che lascia supporre un margine di autonomia; 2) il tenore di vita della stragrande maggioranza dei tedeschi è superiore a quello degli americani, se si considera che i tedeschi hanno, oltre al welfare, l’assicurazione malattie e che in Germania non ci sono tutte quelle persone che vivono in condizioni disastrose come in USA (in teoria i Paesi dei vincitori dovrebbero avere migliori condizioni di vita rispetto ai Paesi dei vinti).

  9. A me pare abbastanza evidente ció che sta succedendo: la storia si ripete. Come ricorda Marco Mori, nei lavori preparatori per la stesura della costituzione del ’46, l’assemblea costituente riconobbe che il fascismo non era stata la causa della guerra, bensí una risposta, seppur “sbagliata”, all’attacco dei poteri finanziari ai popoli europei, quindi scrissero la nostra costituzione per difenderci in primis da quel pericolo e se di una cosa possiamo essere certi é che non c’era assolutamente nulla di fascista in quell’assembea. L’odierno aumento esponenziale dei nazionalismi in Europa rispecchia esattamente la situazione di un centinaio di anni fa. Ed é inevitabile: finché si cerca di schiavizzare i popoli questi reagiranno, almeno fino a quando non li avranno lobotomizzati del tutto (sono giá a un buon punto).
    Conclusione: il Nazionalismo, oggi, dovrebbe essere l’unica cosa degna di importanza e urgenza. L’alternativa é il regno talmudico, cioé l’attuale situazione, perché viviamo GIÁ nel regno talmudico.

    • Molto interessante questa cosa dei lavori preliminari della Costituente, non la sapevo.
      Per cortesia mi potresti mettere un link per risalire alla fonte originale?

      Grazie

      • Ho citato la fonte: Marco Mori. Il link dovresti chiederlo a lui.

        • Mi dà la rispostina sgarbata e sbrigativa.
          Meglio, cosí mi adeguo subito e poi lo blocco.

          A. Volevo sapere dove lo aveva detto Marco Mori

          B. Cercando da solo ho trovato qui…

          http://www.byoblu.com/post/2016/10/05/marco-mori-la-nostra-pazienza-e-finita-appello-alla-procura-di-roma.aspx

          …la frase (di Marco Mori) che copincollo:

          “…i lavori preparatori della nostra Costituzione e leggiamo l’analisi che facevano del contesto storico in cui siamo arrivati a fascismo e nazismo… dicono: “Fascismo e nazismo sono una risposta a un problema. Sbagliata, ma una risposta a un problema“.”

          Mi dispiace ma se è questo è certamente una scemenza perché:

          1) dove sta scritta questa frase nei lavori preparatori?
          Non lo si dice.

          2) chi la scrive? Un signore da solo o è una dichiarazione formale dell’assemblea? Mori la presenta come l’opinione generale della Costituente in sede preparatoria e questo non è credibile perché troppo inverosimile almeno finché non si presenta un riscontro.
          Se c’è il riscontro ci credo altrimenti è una FRESCACCIA.

          3) è messa fra virgolette ma non esiste che sia una frase testuale perché, come CHIUNQUE può osservare, contiene una implicita accusa agli alleati…SCRITTA A UN ANNO DALLA FINE DELLA GUERRA…
          Anche un sarchiapotto si farebbe venire dei dubbi, sai?

          Per il resto ti blocco e ti saluto.

  10. Che il mondo sia pieno di umani idioti è cosa assodata…..difficile è assodare da quale parte stiano………c’è chi li mette di qua e c’è chi li mette di là………chi a destra e chi a sinistra….son tutti nazionalisti, son tutti liberisti, son tutti tra i comunisti o tra i nazifascisti……….articoli come questo lasciano il dilemma sulla appartenenza alla razza…..qual è la razza idiota ?
    Einstein, quando gli fù chiesto a quale razza appartenesse…..rispose senza dubbio: “alla razza umana”…………più di 5.000 anni di storia documentata ci insegnano che il mondo umano è sempre stato governato da idioti, che ad un certo punto, all’apice della loro potenza (che corrispondeva anche all’apice della loro arroganza idiota) venivano soppiantati da altri ancora più idioti)……….non serve la sfera di cristallo per comprendere che anche nel presente e nel futuro prossimo o remoto….questa alternanza di idioti non cambierà……..la razza umana è malata mentalmente……ogni singolo individuo si considera l’unico detentore della verità assoluta (verità assoluta spesso acquisita, con la cultura, da altri umani….nobel/idioti ) …..NON fatti ad immagine e somiglianza di DIO……essi nella loro malattia mentale si credono DIO in terra e si aggregano con altri malati mentali aventi la stessa patologia (mal comune mezzo gaudio) ……………… “Eppur si Muore”….diceva Galileo…..ma anche la morte non dà dubbio alcuno alle certezze di un DIO……….Nessun orientamento sociale può dare benessere a tutta l”umanità, questo forse anche gli idioti lo sanno, di volta in volta una banda di idioti “costruisce” un sistema che è il “più meglio” per il gruppo, di idioti, di appartenenza……..idioti certi che la loro verità sia assoluta, idioti certi di avere un Q.I. pari o superiore a quello di un Dio.
    Speranza nessuna per il genere umano, che anzi dovrebbe cominciare a chiedersi come ha fatto a non autoestingursi in passato e se riuscirà a sopravvivere, in futuro, con l’aumento dei mezzi di autodistruzione che la tecnologia, di cui oggi dispone, mette nelle mani di neoidioti, frutto dell’involuzione della specie.
    Prima curare la malattia mentale della razza umana, poi scegliere un modello sociale, ma qual che sia, nazionalismo, neoliberista, nazifascista o comunista……..per gli uomini inteligenti e di buona volontà…..risulta essere di secondaria importanza.

  11. “Credono che l’attuale Repubblica Federale di Germania sia un governo fantoccio, controllato dalle potenze alleate della seconda guerra mondiale”: no, solo dagli Stati Uniti d’America.
    Per il resto, l’autore di questo articolo faccia un respiro profondo e si rilassi: 15600 persone – già braccate da Polizia, Servizi Segreti e quant’altro – su un territorio abitato da 81 milioni di persone.
    Tornano alla mente le parole di Pier Paolo Pasolini che denunciava l’Archeologia dell’antifascismo in assenza di fascismo.

  12. Dimenticavo… È vero che i Reichsbürger (cittadini del Reich) sono un gruppo sui generis con tante stranezze (e poca cultura), ma non è escluso che alcuni o molti di loro abbiano in tasca la tessera del partito di estrema destra NPD, nel qual caso sarebbe un errore sottovalutarli.