Covid, arrivano le telecamere “intelligenti”: saranno capaci di scovare assembramenti e chi non usa la mascherina. Fondi anche per la sicurezza

quotidianodipuglia.it

di Paola Ancora

Le telecamere di videosorveglianza della città di Lecce diverranno presto “intelligenti”, al punto da individuare gli assembramenti nelle piazze e lungo le strade della città per segnalarli in tempo reale al comando della Polizia municipale. Prende piede anche nel capoluogo del Salento, infatti, il progetto “Crowdvisor”, che sfrutta speciali algoritmi di intelligenza artificiale per monitorare il distanziamento interpersonale e l’uso dei dispositivi di protezione individuale, cioè le mascherine. Il tutto, nel rispetto delle rigide disposizioni in tema di rispetto della privacy.

Lo scorso settembre il Comune ha aderito al protocollo di intesa stipulato fra Anci e Regione a proposito delle misure di contenimento del contagio da Covid-19, misure da attuare con il coinvolgimento della Polizia locale. Nel frattempo – con il progetto “Crowdvisor” – la società Inera srl, insieme a Visual Engines srl e all’Isti Cnr hanno partecipato e vinto il bando Artes 4.0 – Advanced Robotics and enabling digital TEchnologies & Systems 4.0 pubblicato dal ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del Piano Nazione Industria 4.0 per il finanziamento di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale che prevedono l’utilizzo di tecnologie 4.0 in risposta alla pandemia da Covid-19.

CONSULTA LA DELIBERA: videosorveglianza intelligente_02134928.pdf

Dunque grazie alle telecamere di videosorveglianza installate nel centro urbano leccese, si potrà disporre di uno strumento in più per impedire la diffusione del contagio, «migliorando – recita la delibera approvata prima di Natale dalla Giunta Salvemini – la qualità e la scalabilità delle tecniche di analisi visuale delle soluzioni già realizzate in altri contesti di smart city, implementando un sistema di controllo rispondente alla specifica logica applicativa ed alle situazioni da trattare, nel rispetto delle norme anti Covid-19 e della privacy».

«Estenderemo questo sistema – dice il comandante della Municipale, Donato Zacheo – a tutte le telecamere della città. Siamo molto soddisfatti anche di aver ottenuto il finanziamento del ministero dell’Interno per la realizzazione di nuovi sistemi di videosorveglianza sul territorio comunale». Nello specifico la quota finanziata con i fondi PON – Sicurezza 2020 ammonta ad euro 53.331,23 a fronte di un cofinanziamento dell’amministrazione comunale di euro 75.000.

Il progetto si propone di rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto alle forme di illegalità integrando l’attuale sistema di videosorveglianza, che copre buona parte del centro storico della città, con ulteriori telecamere di ultima generazione da installare nella zona della stazione ferroviaria, tra Piazzale Oronzo Massari e Viale Oronzo Quarta, e nelle vie adiacenti Porta San Biagio e Porta Rudiae. L’area è stata così individuata per la sua rilevanza strategica dal punto di vista turistico, in quanto luogo di arrivo di numerosi viaggiatori, per la sua valenza artistica e architettonica e per la presenza di locali notturni, che ne fanno meta della “movida” cittadina, ma anche per essere interessata da fenomeni di degrado urbano.

«Con il progetto finanziato andremo a coprire con la videosorveglianza alcune aree sensibili della città andando incontro ad una domanda di maggiore sicurezza che in questi anni è venuta dai residenti – ha detto l’assessore alla Polizia Locale e sicurezza urbana, Sergio Signore – siamo soddisfatti perché nonostante il bando privilegiasse i piccoli comuni, la qualità del progetto e la quota di cofinanziamento stanziata dal Comune hanno consentito a Lecce di essere tra i soli tre capoluoghi di provincia finanziati, insieme a Parma e Padova. Confido che il sistema di videosorveglianza sarà già attivo per la prossima stagione turistica che ci auguriamo possa svolgersi in condizioni normali e vedere giungere, come auspichiamo, numerosi turisti nella nostra città, che accoglieremo in condizioni di maggiore sicurezza».

Fonte: https://www.quotidianodipuglia.it/lecce/telecamere_sicurezza_covid_lecce-5677012.html

Pubblicato il 02.01.2021

I commenti sono chiusi.